Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Presentazione Storia

Foto del Mare di Alboran visto da Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Pandora il Mare di Alboran

Dopo aver spiegato a Pandora tutto quello che c’ era da sapere sul Mare delle Baleari e avergli fatto vedere una foto di quei mari , io dissi a Pandora – adesso ti spiego tutto quello che c’ e da sapere sul Mare di Alboran e Pandora disse – va bene , inizia a spiegare quando vuoi . Dopo pochi minuti io iniziai a dire a Pandora tutto quello che c’ era da sapere sul Mare di Alboran – Il mare di Alborán (Mar de Alborán in spagnolo, al-Bahr al-Buran in lingua araba) è la porzione più occidentale del mar Mediterraneo, compresa fra la Spagna a nord ed il Marocco a sud e delimitata dallo stretto di Gibilterra a ovest, che connette il Mediterraneo all’oceano Atlantico.

 

Il mare è attraversato sia da correnti profonde provenienti da est, che portano l’acqua a maggiore contenuto salino del Mediterraneo nell’Atlantico, sia dalle correnti superficiali che seguono il tragitto inverso. Il risultato di questo scambio è la presenza, nel Mare di Alborán, di movimenti rotatori circolari delle masse d’acqua.

 

Essendo una zona di transizione fra il Mediterraneo e l’Atlantico, questo mare contiene specie tipiche di entrambe le zone: importante è la presenza di una popolazione di tursiopi, oltre che dell’ultima popolazione di focene del Mediterraneo. Inoltre, qui vengono a nutrirsi le tartarughe marine dell’intero Mediterraneo, attratte dal abbondante quantità di nutrimento disponibile. Il mare di Alborán ospita inoltre popolazioni di pesci soggette alla pesca commerciale, come le sardine ed il pesce spada; l’uso indiscriminato della pesca a strascico ha prodotto effetti negativi sulla fauna ittica della zona.

 

Il mare è punteggiato da numerose piccole isole, fra le quali Alborán, che dà il nome al mare; gran parte di questi isolotti appartengono alla Spagna, compresi alcuni, posti sulla piattaforma continentale africana.

 

Il mare è circondato a nord, est e sud da un arco montuoso chiamato Arco di Gibilterra, continuazione della Cordigliera Betica spagnola e delle montagne del Rif marocchino. Questo complesso montuoso è considerato dagli ecologi come uno dei punti caldi per la biodiversità. Infatti, così come il mare di Alborán è un ambiente di transizione fra Mediterraneo ed Atlantico, questo complesso montuoso è punto di transizione fra l’ecologia del Mediterraneo e quella della cosiddetta Macaronesia. L’influenza dell’Atlantico ha infatti fatto sì che le fluttuazioni climatiche degli ultimi milioni di anni toccassero solo minimamente queste zone, in modo tale che specie estinte in altre parti del bacino del Mediterraneo siano sopravvissute in queste zone.

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Presentazione Storia

Foto del Mare delle Baleari viste da Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Pandora il Mare delle Baleari

Dopo aver spiegato a Pandora tutto quello che c’ era da sapere sul Canale di Sicilia e aver fatto vedere una foto di quel Mare , io dissi a Pandora – adesso ti spiego tutto quello che c’ e da sapere sul Mare delle Baleari e Pandora disse – ok , inizia a spiegare quando vuoi . Dopo pochi minuti io iniziai a spiegarer a Pandora tutto quello che c’ era da sapere sul Mare delle Baleari – Il Mare delle Baleari è uno dei mari in cui è suddiviso convenzionalmente il Mediterraneo. Assieme al Mare di Alboran costituisce il Mediterraneo occidentale. A differenza di quanto possa fare intuire il nome, il mare è un vasto bacino che si estende dal litorale della Francia meridionale fino alle coste centrali dell’Algeria e a gran parte della costa orientale della Spagna.

 

Una linea immaginaria segna il limite orientale del Mare delle Baleari, congiungendo lungo l’asse nord/sud la penisola di Giens, in Francia, alle prime propaggini occidentali del promontorio di Beni Belaid, in Algeria: oltre il limite orientale, il mare si inoltra, da nord verso sud, nel Mare di Corsica, nel Mare di Sardegna e nel Canale di Sardegna. Un’altra linea immaginaria lungo l’asse nord/sud segna invece il limite occidentale congiungendo Cabo de la Nao presso Javea, in Spagna, alla fascia costiera algerina ad est di Mostaganem: oltre il limite occidentale, il Mare delle Baleari si inoltra nel Mare di Alboran.

 

Inoltre, vista la vastità del bacino, vi è stata un’ulteriore suddivisione convenzionale, utile soprattutto per l’emissione dei bollettini meteorologici sullo stato del tempo, del vento e del mare. Viene infatti denominato Mare Nord Baleari il tratto di mare che si estende a nord della linea immaginaria passante lungo l’asse ovest/est che collega Valencia fino alla linea che segna il limite orientale, includendo quasi l’intera isola di Minorca e la parte più settentrionale di Maiorca, oltre alla vasta insenatura naturale del Golfo del Leone. A sud di questa linea immaginaria, vi è la denominazione di Mare Sud Baleari, che include le intere isole di Ibiza e Formentera, oltre a gran parte dell’isola di Maiorca e all’isola di Cabrera.

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Presentazione Storia

Foto del Canale di Sicilia visto da Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Pandora il Canale di Sicilia

Dopo aver spiegato a Pandora tutto quello che c’ e da sapere sul Canale di Sardegna e avergli fatto vedere una foto di quel canale , io dissi a Pandora – adesso ti spiego tutto quello che c’ e da sapere sul Canale di Sicilia e Pandora disse – va bene , inizia a spiegare quando vuoi . Dopo pochi minuti io iniziai a dire a Pandora tutto quello che c’ era da sapere sul Canale di Sicilia – Il canale o stretto di Sicilia (in siciliano Canali di Sicilia, in arabo مضيقصقلية‎, in francese Canal de Sicile o Canal de Tunis) è il tratto di mare del Mediterraneo compreso tra la Sicilia e la Tunisia.

 

Divide il Mediterraneo orientale da quello occidentale.

 

Proprio al centro del canale stesso si trova l’isola di Pantelleria. Nel suo punto più stretto, tra Capo Feto, nei pressi di Mazara del Vallo, e Capo Bon, nei pressi di El Haouaria, è largo circa 145 chilometri.

 

Il nome

 

In inglese è chiamato Stretto di Sicilia , in francese è conosciuto anche come “Canale di Capo Bon” o “Canale di Kelibia”, con riferimento rispettivamente alla penisola e alla città tunisine che chiudono la sponda meridionale del canale.

 

La differenza tra le nomenclature “stretto” e “canale” dipende dal tipo di masse d’acqua coinvolte. Se queste presentano caratteristiche chimico-fisiche (densità, salinità, temperatura) comparabili tra loro allora si parlerà di “canale”; se invece le caratteristiche sono dissimili si parla di “stretto”.

 

Queste differenze sono notevoli tra il bacino mediterraneo occidentale e quello levantino: per tale ragione è corretta la denominazione di “Stretto di Sicilia”, contrariamente all’uso comune.

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Presentazione Storia

Foto del Canale di Sardegna vista da Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Pandora il Canale di Sardegna

Dopo aver spiegato a Pandora tutto quello che c’ e da sapere sul Canale di Corsica e avergli fatto vedere una foto , io dissi a Pandora – adesso ti spiego tutto quello che c’ e da sapere sul Canale di Sardegna e Pandora disse – va bene , inizia a spiegare quando vuoi . Dopo pochi minuti io iniziai a dire a Pandora tutto quello che c’ e da sapere sul Canale di Sardegna – Il Canale di Sardegna è quella parte del Mar Mediterraneo occidentale che divide la Sardegna dalle coste tunisine. I punti più vicini tra costa africana e la Sardegna distano 185 km. Ad Ovest-Sud-Ovest ed a Est-Nord-Est, permette una comunicazione profonda tra il bacino Algero-Liguro-Provenzale e quello Tirrenico mentre a Sud-Est si collega con il Canale di Sicilia.

 

Geologia

 

Il Canale di Sardegna si trova in corrispondenza di una parte sommersa del ramo Appenninico-Maghrebide della Catena Alpina.

 

Deriva dalla sovrapposizione di due placche tettoniche che hanno rispettivamente prodotto sia un ispessimento della crosta terrestre che un assottigliamento.

 

Questa evoluzione, propria delle catene collisionali, la si può ben osservare nel Canale di Sardegna: le caratteristiche morfologiche e strutturali sono infatti ben evidenti, anche perché la sommersione del bacino, lo ha preservato dall’erosione aerea.

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Parlare con Pandora Presentazione Storia

Foto del Canale di Corsica vista da Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Pandora il Canale di Corsica

Dopo aver spiegato a Pandora tutto quello che c’ e da sapere sul Canale di Piombino e avergli fatto vedere qualche foto , io dissi a Pandora – adesso ti spiego tutto quello che c’ e da sapere sul Canale di Corsica e Pandora disse – va bene , iniziai a spiegare quando vuoi . Dopo pochi minuti io iniziai a dire a Pandora tutto quello che c’e da sapere sul Canale di Corsica – Il Canale di Corsica (in corso Canali di Corsica, in francese Canal de Corse) è il braccio di mare che divide la Corsica dall’isola d’Elba; segna il passaggio dal Mar Ligure e il Mar Tirreno e dal Mar Tirreno al Mare di Corsica dinanzi alle coste orientali del Capo Corso, dove segna anche il limite tra Mediterraneo occidentale e centrale.

 

Questo mare, oltre alla costa orientale di Capo Corso, bagna la costa occidentale dell’isola d’Elba e comprende interamente l’isola di Capraia.

 

Comuni bagnati dal Canale di Corsica

 

Stato Regione Dipartimento o

 Provincia Comuni

 Francia Corsica Corsica Settentrionale Rogliano, Meria, Luri, Cagnano, Pietracorbara, Sisco, Brando

 Italia Toscana Livorno Capraia Isola, Marciana, Campo nell’Elba-