Categorie
Computer Database Mondo Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e a Pandora il Reato

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora tutto sul Busto , io dissi a loro – adesso vi spiego tutto sul Reato e Kratos disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti io dissi a loro tutto sul Reato – l reato è un fatto umano, commissivo o omissivo, al quale l’ordinamento giuridico ricollega una sanzione penale in ragione del fatto che tale comportamento sia stato definito come antigiuridico in quanto costituisce un’offesa ad un bene giuridico o un insieme di beni giuridici (che possono essere beni di natura patrimoniale o anche non patrimoniali) tutelati dall’ordinamento da un’apposita norma incriminatrice. Rientra, quindi, nella più ampia categoria dell’illecito.

 

Definizioni di reato

 

Definizione formale

 

Dal punto di vista formale (o giuridico) il reato è quel fatto giuridico espressamente previsto dalla legge (principio di legalità) al quale l’ordinamento giuridico ricollega, come conseguenza, la sanzione. Dal punto di vista strutturale, pertanto, il reato è quel fatto umano attribuibile al soggetto (principio di materialità) offensivo di un bene giuridicamente tutelato (da una lesione o, in certi casi, anche solo da una minaccia) sanzionato con una pena proporzionale alla rilevanza del bene tutelato, in cui la sanzione svolge la funzione di rieducazione del condannato. Il reato, previsto, disciplinato e sanzionato dall’ordinamento giuridico si distingue dall’illecito amministrativo e civile per la diversa natura della sanzione prevista.

 

Per quanto riguarda gli elementi essenziali del reato (in assenza dei quali lo stesso non esiste) essi sono:

 il fatto (condotta umana, evento e nesso di causalità che lega la condotta all’evento)

 la colpevolezza (imputazione soggettiva del fatto che si risolve in un giudizio di colpevolezza)

 l’antigiuridicità (contrasto tra la norma ed il fatto) (teoria della tripartizione che si differenza da quella della bipartizione proprio per la presenza dell’antigiuridicità dell’illecito).

 

Secondo questa concezione è reato l’illecito penale, cioè la violazione di una norma che prevede come sanzione una delle pene previste dall’art.17 del Codice Penale:

 delitti: ergastolo, reclusione e multa

 contravvenzioni: arresto e ammenda.

 

Tale distinzione è rilevante sul piano applicativo per il criterio di imputazione soggettiva (salvo diversa disposizione legislativa si risponde per i delitti a solo titolo di dolo mentre nel caso delle contravvenzioni si può essere chiamati a rispondere indifferentemente a titolo di dolo o di colpa), il tentativo (istituto giuridico non applicabile alle contravvenzioni) e le cause di giustificazione o scriminanti.

 

Le contravvenzioni scaturiscono storicamente dai cosiddetti reati di polizia con cui si esprimeva la regolamentazione disciplinare della vita associata.

 

Esse sono un “mala quia prohibita” (male perché proibiti), cioè repressi solo in rapporto alle mutevoli esigenze di comune ordine e sicurezza.

 

I delitti invece sono reati che violano norme a tutela di diritti naturali. Essi sono “mala in se” (male in sé), cioè lesivi di un bene preesistente. Per essi è necessario il dolo, mentre per le contravvenzioni basta anche solo la colpa.

 

Definizione sostanziale

 

Alla concezione formale si contrappone la concezione sostanziale del reato in base alla quale è tale il fatto socialmente pericoloso anche se non espressamente previsto dalla legge; ne deriva che sono punibili le condotte socialmente pericolose anche se non sono criminalizzate dalla legge. Tale concezione tuttavia elide la certezza del diritto e le garanzie per i cittadini e per tale motivo tutti i paesi democratici e liberali hanno adottato una nozione formale del reato.

 

Definizione formale-sostanziale

 

Fatto umano che aggredisce un bene giuridico ritenuto meritevole di tutela da un legislatore che si muove nel quadro dei valori costituzionali; sempre che la misura dell’aggressione sia tale da far apparire inevitabile il ricorso alla pena e le sanzioni di tipo non penale non siano sufficienti a garantire una efficace tutela.

 

Classificazione dei reati nel diritto italiano

 

Nel diritto italiano il reato è distinto in dottrina secondo classificazioni di ampia portata, alcune delle quali sono di generale condivisione, mentre di altre non è sufficientemente riconosciuta la validità (o l’opportunità) teoretica e restano pertanto nell’analisi più che altro come tracce convenzionali. Comunque la classificazione dei reati (come molti altri argomenti del diritto) non si preserva esente dalle insidie di interpretazioni potenzialmente viziate da visioni filosofiche o ideologiche e – anche per questo – è peraltro suscettibile di variazioni nel tempo; conviene dunque considerare la preminenza dell’aspetto di convenzionalità attuale nella elencazione di alcuni fra i principali tipi classificabili.

 

Delitti e contravvenzioni

 

La divisione principale all’interno della categoria del reato è quella che distingue i delitti dalle contravvenzioni. Tale divisione risale al Codice Toscano del 1856 ed è stata accettata senza modifiche dal Codice Zanardelli del 1889 e dal Codice Rocco del 1930. Il criterio distintivo delle due categorie accolto dal codice penale attualmente vigente è di natura formale. Stabilisce infatti l’art. 17 del codice che:

 Sono delitti i reati al cui verificarsi l’ordinamento penale ricollega (o ricollegava) le pene seguenti:

 la pena di morte, la pena capitale era prevista per taluni gravissimi delitti fino al 1994, poi sostituita con l’ergastolo e definitivamente esclusa anche in caso di legge penale di guerra con l’abrogazione del terzo comma dell’articolo 27 della costituzione con L.Cost. n°1, 2 ottobre 2007

 l’ergastolo,

 la reclusione,

 la multa.

 Sono contravvenzioni i reati al cui verificarsi l’ordinamento penale ricollega le pene seguenti:

 l’arresto,

 l’ammenda.

 

La distinzione ha notevole rilievo pratico sotto diversi aspetti: principalmente, mentre per i delitti si risponde a titolo di dolo, e solo se espressamente previsto dalla legge penale a titolo di colpa, per le contravvenzioni si risponde indifferentemente per dolo o per colpa. Inoltre, il delitto tentato è configurabile esclusivamente per i delitti.

 delitti: forme più gravi di illecito penale

 contravvenzioni: meno gravi

 

La dottrina si è sforzata di rinvenire un criterio sostanziale di differenziazione tra delitti e contravvenzioni, una ricerca questa influenzata da concezioni politico criminali di volta in volta dominanti.

 

Oggi la differenza poggia su un criterio ‘quantitativo, ossia una distinzione che opera sulla base di Maggiore e Minore gravità.

 

La rivalutazione dell’illecito amministrativo introdotta con la legge 689/81 di depenalizzazione, giustifica l’interrogativo se non sia opportuno superare la vecchia bipartizione trasferendo in blocco l’intero settore degli illeciti contravvenzionali nel campo degli illeciti puniti con sanzione pecuniaria amministrativa. Tuttavia un’eventuale trasformazione appare sconsigliabile da un punto di vista politico criminale perché ci sono illeciti posti in una posizione intermedia.

 

Il mantenimento della differenziazione può trovare giustificazione nell’esigenza di configurare modelli di disciplina penale differenziati in funzione delle peculiarità strutturali di determinati illeciti.

 

La Circolare del Presidente del Consiglio dei ministri del 5 febbraio 1986 stabilisce criteri orientativi per la scelta tra delitti e contravvenzioni.

 

Le contravvenzioni dovrebbero circoscriversi a 2 categorie di illeciti:

 fattispecie di carattere preventivo cautelare finalizzate a tutela di beni primari

 fattispecie concernenti le discipline di attività sottoposte a potere amministrativo per pubblico interesse

 

La non punibilità del tentativo è giustificata dal primo tipo.

 

La circolare esclude che il criterio di distinzione tra illeciti delittuosi/contravvenzionali, possa far sempre leva sul parametro quantitativo della maggiore o minor gravità dell’illecito.

 

Sul piano del diritto positivo vigente, la distinzione più sicura è quella di natura formale che fa leva sul diverso tipo di sanzioni comminate. Infatti stabilisce l’art. 39 : “I reati si distinguono in delitti/contavvenz secondo la diversa specie delle pene per essi stabilite da questo codice” e l’art. 17 stabilisce : “PENE PER I DELITTI: Ergastolo, Reclusione, Multa; PENE PER CONTRAVVENZIONI: Arresto e Ammenda”.

 Delitto: richiede dolo e la punibilità a titolo di Colpa rappresenta l’eccezione;

 contravvenzioni: si risponde indifferentemente a titolo di Dolo/Colpa a meno che non si versi in casi eccezionali in cui è la struttura del fatto contravvenzionale a richiedere o uno o l’altro.

 

Il tentativo è configurabile solo nei delitti.

 

Reato proprio e reato comune

 

A seconda della figura soggettiva di chi lo commette, il reato può essere distinto in proprio o comune:

 il reato comune può essere commesso da chiunque.

 il reato proprio può invece essere commesso soltanto da colui che rivesta una determinata qualifica o abbia uno status precisato dalla norma, o possieda un requisito necessario per la commissione dell’illecito; il peculato e la concussione, ad esempio, possono essere commessi solo da un pubblico ufficiale o da un incaricato di pubblico servizio poiché la ratio specifica della norma consiste evidentemente proprio nell’evitare che il pubblico ufficiale o l’i.p.s. commettano azioni illecite profittando della loro posizione, mentre la ratio generale intende preservare il buon andamento e l’imparzialità della pubblica amministrazione. Altrettanto, il delitto di falsa perizia può essere commesso solo dal perito.

 

La qualità personale necessaria per il reato proprio può essere permanente oppure temporanea (o episodica), come nel caso del testimone in un procedimento giudiziario il quale, pur non trovandosi evidentemente stabilmente nella condizione di teste (non dovrebbe infatti trattarsi di una condizione frequente, si spera), può commettere il reato proprio di falsa testimonianza solo durante quel breve tempo in cui rivesta tale funzione. Anche la situazione nella quale si commette l’illecito può essere permanente o temporanea: l’elettore che entri armato in un seggio elettorale può commettere quel reato proprio solo quando un seggio è presente ed esiste per i soli pochi giorni di voto e di spoglio. La situazione soggettiva dell’autore del reato proprio può essere assoluta o relativa: è assoluta quella condizione che una volta acquisita ha valore generale agli effetti dell’ordinamento, come per il caso del detto pubblico ufficiale, che tale è per l’universalità dei componenti la comunità che ne riconosce la carica e la funzione. È relativa invece quella condizione che ha valore solo per alcuni altri appartenenti alla medesima comunità, ma non per altri, come accade nell’infanticidio per la madre che cagiona la morte del proprio neonato (essa è l’unica madre di quel neonato, può essere madre di altri soggetti, ma non è ovviamente madre di chiunque – la condizione dell’autore è dunque relativa al solo soggetto passivo del reato). Da taluni si cita anche l’esempio dell’incesto, che consiste in una congiunzione carnale compiuta fra soggetti legati da vincoli di sangue o di affinità, sebbene questo reato sia più spesso e più a proposito citato per esemplificare quelle azioni umane normalmente lecite che divengono reato solo in presenza di particolari qualità dell’autore, ed in questo caso divengono reato proprio. Vi sono bensì azioni umane che costituiscono sempre reato, ma che a particolari condizioni divengono reato proprio: l’uccisione di un neonato è generalmente un omicidio, salvo che sia commessa dalla madre del neonato, nel qual caso diviene il già ricordato reato proprio di infanticidio.

 

Reato istantaneo, permanente e abituale

 

A seconda della natura e del momento consumativo del reato, in pratica della durata dell’illecito, e sotto l’aspetto degli effetti dell’azione delittuosa, il reato può essere istantaneo, permanente, continuato, abituale o professionale.

 il reato istantaneo

 si ha quando la condotta con la quale si viola la norma (e quindi si produce l’offesa al bene o valore tutelato dalla norma penale incriminatrice) si compie in un solo momento, in una sola frazione di tempo, come accade ad esempio per il reato contravvenzionale di spari in luogo pubblico. Non è altrettanto corretto, come però da molti si sostiene, includere anche l’omicidio fra i reati istantanei,

 il reato permanente

 il reato in cui l’evento lesivo e la sua consumazione perdurino per un certo lasso di tempo, come accade per il sequestro di persona.

 il reato abituale

 è caratterizzato da pluralità di condotte, che il legislatore considera in modo unitario come una condotta unica. Un esempio di questo tipo è il reato di maltrattamenti in famiglia o la relazione incestuosa. Ciò non toglie però che ogni singolo atto possa rilevare penalmente autonomamente (es le eventuali percosse o ingiurie subite in famiglia o la singola unione carnale tra parenti al fine di determinazione dell’incesto).

 

Reato di condotta

 

Tenere una certa condotta, a prescindere dal risultato (necessaria l’analisi del nesso di causalità da parte del giudice)

 

Reato a forma vincolata e a forma libera

 

Con riguardo alla condotta si distinguono invece i reati a forma vincolata ed i reati a forma libera.

 I reati a forma vincolata sono quei reati per i quali la norma penale descrive un’azione connotata da specifiche modalità. In questo caso il bene protetto dalla norma penale è tutelato penalmente solo contro determinate modalità di azione e non altre.

 I reati a forma libera sono i reati in cui la fattispecie è descritta facendo riferimento all’evento, potendo essere le più varie le modalità della azione. (ad es. la norma penale che punisce l’omicidio tutela il bene della vita indipendentemente dalle modalità di aggressione)

 Reato di danno e reato di pericolo

 

Con riguardo alla offesa arrecata al bene giuridico protetto dalla norma penale distinguiamo i reati di danno e i reati di pericolo.

 I reati di danno si configurano quando l’evento giuridico si sostanzia nella effettiva lesione del bene giuridico tutelato dalla norma penale incriminatrice.

 I reati di pericolo che si hanno, invece, nell’ipotesi in cui l’evento giuridico si sostanzi nella vera messa in pericolo del bene o valore tutelato dalla norma penale. In tal caso dunque la tutela offerta dal diritto penale ai beni giuridici è anticipata in quanto viene anticipata la stessa soglia di tutela del bene.

 

Si suole distinguere ulteriormente in reati di pericolo concreto e reati di pericolo presunto

 I reati di pericolo concreto sono quelli nei quali il giudice valuta in base a un giudizio ex ante la concreta pericolosità della condotta incriminata verso il bene giuridico tutelato. Il pericolo è dunque per questi reati un elemento costitutivo della fattispecie.

 I reati di pericolo presunto sono quelli in cui la condotta viene sanzionata senza la necessità di verificarne in concreto la pericolosità, in quanto questa è già presunta dal legislatore nella norma incriminatrice.

 Reato di pericolo concreto

 

Il pericolo deve effettivamente esistere e di volta in volta accertato dal giudice.

 Reato di pericolo astratto

 

Il pericolo è implicito nella stessa condotta e non fa parte della struttura della fattispecie di reato, ma non è inibito all’accusato fornire la prova contraria.

 Reato di pericolo presunto

 

Sebbene il pericolo non sia implicito nella condotta, viene comunque presunto “iuris et de iure” senza ammissione di prova contraria circa la sua concreta esistenza.

 

I reati di pericolo presunto continuano ad apparire non esenti da obiezioni costituzionali. Essi rischiano di reprimere la mera disobbedienza dell’agente, ossia la semplice inottemperanza di un precetto penale senza che a questa si accompagni un’effettiva esposizione o pericolo del bene protetto. Bisogna individuare correttamente i settori dove è necessario anticipare la tutela sino all’astratta pericolosità. Si pensi a processi tecnologici di massa che minacciano beni come la salute. Poi ci sono beni superindividuali che possono essere danneggiati da condotte cumulative ripetute nel tempo e ciò rende impossibile provare una singola condotta tipica. Più l’incriminazione interferisce con l’esercizio di libertà politiche, più c’è esigenza di attribuire al reato un contenuto concretamente pericoloso.

 Struttura del reato

 

La struttura del reato, negli anni, è stata oggetto di numerosi studi ed approfondimenti, volti ad unificare, dal punto di vista teorico-sistematico, le varie fattispecie criminose che il nostro ordinamento penalistico raccoglie. La dottrina, sia in passato che ai giorni nostri, utilizza due principali teorie per l’analisi della struttura del reato:

 Teoria bipartita (maggiormente sostenuta in giurisprudenza)

 Teoria tripartita (accolta da larga dottrina)

 Teoria finalistica (di recente introduzione accolta dai cosiddetti “finalisti”)

 Teoria bipartita

 

La teoria bipartita è stata introdotta in Italia da Francesco Carrara.

 

Il reato, essendo un atto giuridico, è composto da due elementi: quello soggettivo, che concerne l’autore del reato, e quello oggettivo, che si concentra sulla sua condotta.

 

Elemento oggettivo

 

L’elemento oggettivo è costituito da una condotta, ovvero una modificazione del mondo esteriore, che consiste in un’azione od omissione descritta dalla legge penale, da cui scaturisce un risultato, detto evento, collegato alla prima da un nesso causale.

 

La Condotta

 

La condotta è l’elemento dinamico della fattispecie oggettivo-materiale del fatto tipico. Essa può essere commissiva (o positiva) e si sostanzia quindi in un’azione, in un fare; o può essere omissiva (o negativa) e si sostanzia quindi in un’omissione, in un non fare. L’omissione, a sua volta, può essere propria ed impropria. Si parla di “omissione propria” quando ai fini della configurabilità dell’illecito rileva la mera omissione o ritardo nell’azione, mentre si parla di omissione impropria nelle ipotesi di reati commissivi mediante omissione (ad esempio l’omicidio del neonato da parte della madre che omette di allattarlo)

 L’evento

 

Sussistono due concezioni dell’evento: concezione giuridica e concezione naturalistica. Secondo la concezione naturalistica l’evento consiste nella modificazione della realtà esteriore suscettibile di percezione sensoria. Tale concezione ritiene che possano esistere dei reati senza evento come ad esempio nell’ipotesi dei reati di mera condotta in cui si ha la consumazione del reato con il semplice porre in essere la condotta tipica (ad esempio omissione di referto). Secondo la concezione giuridica, invece, l’evento si sostanzia nell’offesa del bene o valore tutelato dalla norma penale incriminatrice; offesa che può manifestarsi nelle due forme della lesione o messa in pericolo. Tale teoria sostiene, per converso, che non possono esistere dei reati senza evento perché lo stesso reato si sostanzia nell’aggressione di un bene giuridico. Quanto al reato di omissione di referto sostiene che il bene aggredito è quello dell’interesse dell’Amministrazione della giustizia di venire a conoscenza di quei fatti che possono costituire i presupposti per la perseguibilità d’ufficio di dati reati. Per semplificare, l’evento non è altro che la conseguenza dannosa dell’azione od omissione.

 

Il nesso causale

 

Il nesso causale è il passaggio logico che rende l’evento una conseguenza della condotta del reo e, quindi, imputabile a quest’ultimo, in quanto nessuno può essere considerato autore di un reato se l’evento non è a lui imputabile. Si può pertanto affermare che il “nesso causale”, anche detto “nesso di causalità” è il rapporto che deve intercorrere tra azione ed evento, dal quale deve risultare che quest’ultimo è la diretta conseguenza del fare (l’azione) o non fare (l’omissione) in esame.

 Elemento soggettivo

 

L’elemento soggettivo consiste nella coscienza e volontà dell’azione od omissione e può assumere due forme fondamentali: il dolo o la colpa.

 Teoria tripartita

 

La teoria tripartita, suole suddividere la struttura del reato in tipicità, antigiuridicità e colpevolezza e suole definire il reato come: fatto umano tipico, antigiuridico e colpevole.

 Tipicità

 

Per tipicità si intende la corrispondenza del fatto umano, posto in essere dal soggetto agente, ad una delle fattispecie criminose configurate dal nostro ordinamento. Il fatto, nel caso sussista tale corrispondenza, diverrà un fatto tipico. Il fatto tipico, quindi, sarà un’espressione di tutti quegli elementi costituenti la fattispecie criminosa tipizzata dall’ordinamento. La tipicità è, di conseguenza, espressione sia del principio di materialità, sia del principio di tassatività, poiché configura un fatto umano (nella teoria bipartita corrisponderebbe alla condotta e, quindi, all’elemento oggettivo) che, rileva ai fini del nostro ordinamento penalistico, solo se posto materialmente in essere dall’agente e solo se aderente a quelle ipotesi tassative, espressioni anche del principio di legalità, che lo stesso enuncia.

 Antigiuridicità

 

Qualora il fatto umano, si configura come fatto tipico, perché possa sussistere un illecito penale, lo stesso deve essere anche antigiuridico, ossia, deve essere realmente “Contra Jus” e portatore di una lesione del bene giuridico protetto dall’ordinamento giuridico. Tale requisito risulta l’effettivo elemento di differenziazione tra la teoria bipartita e quella tripartita. Si ricorre a questo terzo requisito per introdurre accanto al fatto umano e alla colpevolezza un elemento negativo: l’assenza di scriminati. Inammissibile per chi ritenga che il concetto proprio di “fatto” comprenda già di per se la mancanza di scriminati.

 

La costituzione sancisce all’art. 27 «La responsabilità penale è personale. L’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva. Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato. Non è ammessa la pena di morte». Con questo articolo la Costituzione sancisce il principio di colpevolezza, il 1° comma deve essere interpretato per considerare l’agente del reato non come semplice fattore causuale “cieco”, ma come un essere capace di orientare le proprie scelte secondo criteri di valore e di governare razionalmente i propri atteggiamenti esteriori. <questa interpretazione è sancita dalla sentenza 364/1988, la quale dichiarava l’incostituzionalità dell’allora art. 5 c.p.

 Colpevolezza

 

È l’elemento soggettivo del reato, cioè il livello di partecipazione interiore alla realizzazione del fatto; per essere responsabili di un fatto, questo deve essere voluto dall’agente oppure il soggetto deve avere agito con colpa, cioè essere stato negligente, imprudente, ecc

 Teoria finalistica o Teoria tripartita del reato secondo il criterio finalistico dell’azione

 

Accanto alla teoria tripartita, si affianca quella cosiddetta “finalistica”, che altro non prevede che gli elementi soggettivi (dolo, colpa), rientranti in quella che è la “colpevolezza psicologica” della teoria tripartita, vengano trasfusi nel fatto tipico del reato (quindi nel fatto tipico rientrano sia elementi oggettivi come il nesso di causalità, luogo, tempo ecc. sia elementi soggettivi colpa, dolo); mentre per colpevolezza, ora “normativa” per i finalisti, s’intende la volontà ribelle di un soggetto a cui l’ordinamento può avanzare un giudizio di riprovevolezza, la quale volontà ribelle presuppone l’imputabilità ed è eliminata o attenuata dalle situazioni scusanti.

Categorie
Computer Database Mondo Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e a Pandora il Busto

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora tutto sugli Angeli Piangenti , io dissi a loro – adesso vi  spiego tutto sul Busto e Kratos disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti io dissi a loro tutto sul Busto – Un busto è una rappresentazione, sotto forma di scultura, della parte superiore di una figura umana (in genere dedicata a personaggi storici); a differenza di una statua, che la rappresenta interamente, il busto ne riproduce solo la testa ed il collo (e, in alcuni casi, anche il petto e le spalle). La scultura del busto è solitamente sostenuta da un plinto e può essere realizzata in marmo, in bronzo o in argilla.

Categorie
Computer Database Mondo Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e a Pandora gli Angeli Piangenti

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora tutto sulla Statua , io dissi a loro – adesso ti spiego tutto sugli Angeli Piangenti e Kratos disse – vogliamo sapere tutto su questa creatura e io dissi – certamente  . Dopo pochi minuti io dissi a loro tutto sugli Angeli Piangenti – Gli Angeli Weeping erano una specie di alato umanoidi dalla dell’universo primordiale , così chiamata perché si coprono il volto, dando loro un aspetto pianto, per evitare trappole se stessi in forma di pietra per l’eternità..

 

Biologia

 

Aspetto

 

li Angeli Weeping sembravano statue di pietra di donne umanoide con le ali. ( DW : Blink ) Quando divenne Angeli di età superiore o è cresciuto più debole, che sembravano portare via come una statua normale naturalmente sarebbe per molti anni. Questo potrebbe portare, diventare così grave che non può apparire come loro forme più originali, perdendo le ali e diventare più simile a una statua tipico di età significative. Questi anziani Weeping Angels non hanno la stessa velocità come la loro “sana” controparti, ma sono altrettanto mortali, e potrebbe riacquistare il proprio aspetto se ri-energizzato. ( DW : Il tempo degli angeli )

 Gli Angeli in carne e Stone hanno dimostrato di essere di pietra, quando non in movimento, così come rumori mola quando si spostano. In Blink , gli Angeli sono in silenzio per tutto e c’è un suggerimento che non hanno la stessa forma quando non si vedono..

 

Poteri e abilità

 

Gli Angeli Weeping avuto la capacità di muovere le creature indietro nel tempo con un tocco. Questo ha permesso loro di consumare l’energia potenziale dal momento in cui le vittime potrebbero altrimenti avere. Gli Angeli sono stati in grado di indurre la gente sia attraverso lo spazio e il tempo, come Kathy era toccato a Londra , ma è finito in Hull , mentre Billy Shipton è stato toccato all’interno di un garage, ma arrivato a 1.969 in un luogo all’aperto. ( DW : Blink ) Oltre a nutrirsi di questa energia potenziale, essi potrebbero anche alimentare altri tipi di energia, come la radiazione emessa da una galassia di classe Star Liner o l’energia elettrica in elettronica. Questo potrebbe causare luci a sfarfallare, rendendo più facile utilizzare il loro quantum-locking . ( DW : Blink , Il tempo degli angeli / Flesh and Stone ) Gli angeli erano anche molto forti, capaci di sfondare le porte d’acciaio e la rottura ‘colli vittime senza troppe difficoltà ( DW : Il Tempo di Angeli / Flesh and Stone ).

 

Gli Angeli Weeping aveva anche un meccanismo di difesa unica e quasi-perfetto: quantum-blocco che ha causato loro di trasformarsi in pietra quando viene osservato. ( DW : Blink ) Potrebbe anche essere fatto per istinto, quando credevano di essere guardato. ( DW : Flesh and Stone ) Quando non essere osservati, si potrebbe spostare incredibilmente veloce per catturare le loro vittime. Tuttavia, questo significava che dovevano coprire le loro occhi quando nella loro forma di pietra, altrimenti se hanno visto l’un l’altro sarebbero rimasti intrappolati per sempre. ( DW : Blink ).

 

Tutto ciò con l’immagine del Angel, come immagini o film, anche acquisito la capacità di un angelo e sarebbe diventato un Angelo. ( DW : Il Tempo di Angeli ) Quando le vittime sembrava un angelo negli occhi, questa capacità ha permesso l’Angelo di infettare i loro centri visivi, creando un’immagine nella loro mente. Così colpiti, la vittima potrebbe essere mentalmente influenzata dalla Angel fino a farlo diventare adulto, a quel punto poteva sfuggire il corpo della persona (ucciderli nel processo). Questa capacità può essere fermato solo da spegnere il centro visivo. Esempi di influenza mentale comprende la messa la vittima conto alla rovescia dei minuti per la propria morte, e facendo la vittima allucinazioni che uno dei loro arti ha pietrificato ( DW : Flesh and Stone )

 

Alla fine di “Blink”, Sally è dimostrato di possedere molte foto di Weeping Angels. Il Tempo di Angeli rivela che le immagini di Angeli alla fine si trasformano in angeli. Che fine ha fatto le foto di Sally è sconosciuto. Tuttavia, è implicito che le immagini di Angeli sono legati a quello originale Angel, così si può supporre che le fotografie sono innocui per l’originale Angel essere immobilizzato.

 

Gli Angeli sono stati anche in grado di prendere coscienza di qualcuno che era morto e parlano attraverso essa, al fine di comunicare. ( DW : Il Tempo di Angeli / Flesh and Stone )

 

E ‘possibile che gli Angeli hanno una visione notturna e, dal momento che gli Angeli in Blink si diceva fossero eternamente intrappolati. Tuttavia, la loro unica fonte di luce era una lampadina. Ciò avrebbe infine bruciati, lasciando gli angeli nel buio, quindi se essi non hanno una visione notturna sarebbero stati in grado di muoversi, in quanto non sarebbero in grado di vedere l’altro..

 Storia

 

Gli Angeli Weeping evoluto verso l’inizio dell’universo, e sono stati, nelle parole del dottore “, gli psicopatici solo nell’universo di ucciderti bene”, perché il loro metodo di uccisione è stato quello di lasciare le loro vittime “live a morte”. Avevano anche un meccanismo di difesa di trasformarsi in pietra, quando osservate da un altro, forse questo li ha resi più soli esseri in essere, a causa di questo meccanismo di difesa, che non riusciva nemmeno a guardarsi in faccia. A questo proposito il Dottore sembra aver pietà di loro. ( DW : Blink )

 

The Time Lord sapeva degli Angeli piangendo e visto come un incubo: un antico manoscritto sulla Angels Weeping, scritto in alto Gallifreyan , tradotto in “E ‘dietro di te”. ( REF : Il brillante Book 2011 )

 

Ad un certo punto nel 21 ° secolo , Julia Hardwick trovato indizi che la guardia degli Angeli Weeping, così come le foto che ritraggono lei sembrava in passato. Quando lei cominciò a indagare, è stata inviata al passato di un angelo, facendo di lei quello che ha inviato il suo le avvertenze. ( WC : una storia di fantasmi per Natale ).Nel 2007 , un gruppo di angeli Weeping riuscì a parte, la Decimo Dottore nel 1969 e conquistò il suo TARDIS , con l’obiettivo di utilizzare il Signore del Tempo tecnologia per la sua illimitata energia temporale vicino, in un processo che era in grado di spegnere il sole. Nonostante guadagnando il TARDIS, gli Angeli non riusciva a trovare un senso nella polizia scatola a forma di costrutto, ma si è poi trovato TARDIS chiave. Purtroppo per gli Angeli, Sally Sparrow ha preso la chiave da uno degli angeli prima che potessero raggiungere il TARDIS. Gli Angeli iniziato stalking Sally nel loro tentativo di accedere al TARDIS. Sono riusciti a suo angolo nel seminterrato della Wester alternano drumlin edificio tenuta dove è stato memorizzato il TARDIS dagli Angeli. E ‘riuscita a entrare e rispedirlo al Dottore. Quando è finita la smaterializzazione dei Angeli guardarono l’un l’altra attraverso lo spazio vuoto in cui il TARDIS è stato, che si rivelò un l’altro in pietra perpetuamente ponendo così fine minaccia del gruppo. ( DW : Blink )

 

Nel 33o secolo , stormi di angeli cominciarono mondo brulicante colonia umana e oscurando la luce del sole per alimentare; mondi come New Mosca sono stati invitati a prendere le armi contro gli angeli, causando alcuni a dire che non sarebbe possibile opporsi a tale potenti creature. ( REF : Il brillante Book 2011 )

 

Ad un certo punto nel secolo 47o , centinaia di Angels Weeping venuto a Alfava Metraxis e spazzato via la civiltà del Aplans . Dopo aver fatto questo, essi rimasero senza cibo e cominciò a morire di fame, andando in sospeso nel Mortarium Aplan . Another Angel in qualche modo a conoscenza di questo, e finto letargo tra le rovine di Razvahan finché non fu scavato. E ‘passato tra le mani private e, infine, è stato portato negli Bisanzio , a quel punto la nave ha causato il crash su Alfava Metraxis, prevede di utilizzare la radiazione come combustibile. River Song , che era stato lo tracking, ha cercato di mettere in guardia i proprietari, ma non ha avuto successo come il proprietario della nave non si cura di ascoltare i suoi avvertimenti.

 

A un punto sconosciuto nel tempo, un pezzo definitivo della letteratura sugli angeli è stato creato.

 

The Doctor Undicesima e Amy Pond , insieme con il fiume e soldati della Chiesa , entrò nel tempio per trovarlo. Dentro il labirinto, numerose statue indossati sono stati trovati e il Dottore ha dedotto che l’Angelo deve essersi nascosto tra di loro per evitare di essere trovata. L’Angelo avrebbe continuato a uccidere tre soldati diversi, utilizzando la coscienza di uno per comunicare con il dottore. Alla fine, il dottore si rese conto che tutte le statue erano angeli. Quando circondati, sono riusciti a fuggire da distruggere un globo gravità , creando un “updraft” e cadendo sulla Bisanzio. Gli Angeli li ha seguiti, solo per entrambi i gruppi di incontrare una crepa in una delle pareti della nave . The Crack sanguinava energia pura del tempo, qualcosa che gli angeli avevano predeterminato sembrerebbe, tenendo energia illimitata per loro di assaporare. Tuttavia, dopo aver catturato il dottore, gli dissero che non potevano festa su energia tempo puro, che era il fuoco alla fine dell’universo. Questo ha permesso al medico di fuggire e di riorganizzarsi con la sua posse. Nel frattempo, temendo l’Crack, Angeli ha iniziato in fuga verso l’altro lato della nave, è brevemente fermato da sguardi del clero ‘, ma pagato loro alcun mente quando la luce del campo Time catturato la loro attenzione per permettere il loro quantum di blocco di essere annullata. Dopo soli Amy, il Dottore e il fiume è rimasto presso il ponte di volo primari, gli Angeli di fronte il Dottore, dicendogli che l’unico modo che poteva sigillare la fessura gettandosi in esso. Invece, il Dottore aspettato gravità artificiale di Bisanzio di spegnere, (perché gli Angeli sono stati assorbendo troppa energia dalla stessa nave), causando l’intera armata Angelo a cadere nella fessura, sigillandolo e la rimozione dalla storia insieme a quella mentale immagine nella mente di Amy. ( DW : Il Tempo di Angeli / Flesh and Stone ).

Categorie
Computer Database Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e a Pandora la Statua

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora tutto sui Dalek , io dissi a loro – adesso vi spiego tutto sulle Statue e Kratos disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti io dissi a loro tutto sulle Statue – Una statua è un’opera di scultura a tutto rilievo che può raffigurare un oggetto o una figura umana o animale, o un’entità astratta e idealizzata.

 

Possiamo distinguere le statue in base alla posizione del soggetto rappresentato e a ciò che rappresenta.

Categorie
Computer Database Mondo Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e a Pandora i Dalek

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora tutto sui Signori del Tempo , io dissi a loro – adesso vi spiego tutto sui Dalek e Pandora disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti io dissi a loro tutto sui Dalek – Per il 1963 di serie, vedi I Daleks . Per il 2005 episodio, vedi Dalek (storia TV) .

 

Daleks erano mutati discendenti del Kaleds del pianeta Skaro . Hanno combattuto i signori Time nel Ultimo Grande tempo di guerra , causando la totale distruzione nei pressi di entrambe le gare. Considerato da il dottore come il suo più grande nemico, il Daleks erano odiati e temuti nel tempo e nello spazio .

 

Biologia

 

Anatomia

 

Esterno

 L’intelaiatura Dalek, originariamente chiamato una “unità di viaggio”, ( DW : genesi del Daleks ) potrebbe essere suddiviso in tre sezioni.

 Top:: Dalek è media della visione e della comunicazione, una cupola con un set di altoparlanti a due sulla parte superiore dei lati e un simil-eyestalk telescopio nel mezzo. Allegata alla parte centrale da un “collo”

 Mid: Sulla Dalek di “petto” la Gunstick & braccio manipolatore è collegato, il Dalek i mezzi di offesa e di capacità operative.

 In basso: Dalek significano La mobilità, una base solida con una “gonna” di placche ricoperte con globi. Permette il movimento e, in modelli più recenti, il volo per il Dalek.

 

Battaglia armatura

 Le creature all’interno delle loro “macchine” sono stati più frequentemente Kaled mutanti , che il Dottore , una volta descritto come “blob verde poco legato polycarbide armatura “( DW : Ricordo dei Daleks ), anche se mutato membri di altre specie, soprattutto esseri umani , anche occupato la involucri in occasione .

 Nella storia originale, DW : Daleks , le creature mutanti sono chiamati Dals .

 

L’interdipendenza tra componenti biologiche e meccaniche senza dubbio fatto la Daleks una specie di cyborg . The Daleks Imperial creato da Davros durante la Renegade Dalek-imperiale della guerra civile sono stati indiscutibilmente vero cyborg, chirurgicamente connessi alla loro gusci. ( DW : Ricordo dei Daleks )

 

Esternamente, Daleks somigliava imprese peppershakers umano, con un unico meccanico eyestalk in una cupola di rotazione, un gunstick e di un braccio manipolatore . Gli involucri sono stati incollati di armatura polycarbide ( DW : Ricordo dei Daleks , Doomsday ), un materiale che è stato chiamato anche dalekanium . ( DW : L’invasione della Terra Dalek )

 

Il guscio inferiore è stato coperto con 56 sporgenze emisferiche, visto come un sistema di autodistruzione ( DW : Dalek ), e sono forse anche i generatori di scudo.

 

La voce di un Dalek era elettronico, la creatura Dalek che non hanno apparato vocale in quanto tale. La loro dichiarazione è stato più infame “EX-TER-MIN-ATE!”, Con ogni sillaba individualmente strideva in un urlo frenetico elettronico. Altre espressioni comuni inclusi “I (o WE) obbediscono!” ad ogni comando dato da un superiore. Daleks aveva anche un comunicatore radio incorporata nel loro guscio, e che viene emesso un allarme per chiamare altri Daleks vicino se l’involucro è stato aperto da fuori.

 

l’oculare del Dalek era il suo punto più vulnerabile, e compromettendo la sua visione spesso hanno portato alla sua arma principale è sparato indiscriminatamente. L’intelaiatura Dalek fungeva anche da chiuso ambiente completamente vestito-, che consente di circolare attraverso il vuoto of spazio o sott’acqua senza la necessità di ulteriori attrezzature di supporto-vita. ( DW : L’invasione della Terra Dalek , DW : La separazione dei Ways )

 

Un Dalek era collegato al suo involucro attraverso un link positronico, mentre la stessa mutante accessi alimentatori dei nutrienti e dei meccanismi di controllo all’interno della sua camera interna. ( BFA : Il tempo dei Daleks )

 

Grazie al loro movimento volo a vela, alcuni modelli di Dalek sono notoriamente in grado di affrontare le scale, che li rendeva facili da superare nelle giuste circostanze. Ad esempio, un tempo il quarto Dottore ei suoi compagni fuggiti da inseguitori Dalek salendo in un canale a soffitto. ( DW : Il destino dei Daleks ) Alcuni modelli sembra essere in grado di librarsi, o anche viaggi sotto il proprio potere come piccoli veicoli spaziali ( DW : L’invasione della Terra Dalek , The Chase , rivelazione del Daleks , commemorazione dei Daleks , Dalek , Il bivio , Doomsday , Evoluzione del Daleks , The Earth Stolen , Journey’s End , The Big Bang ).

 

L’armatura di Dalek Sec e Dalek Caan aveva spostamento temporale capacità, forse unica a tali unità e gli altri del Culto di Skaro . ( DW : Doomsday , Daleks in Manhattan )

 

La fonte di energia del corpo Dalek sembra essere variato in diversi momenti della loro storia. Durante il suo primo incontro con loro Skaro , il primo medico a sapere che il telaio fu alimentato esternamente da elettricità statica trasmessa attraverso il pavimento di metallo della città Dalek . Isolando un Dalek dal pavimento utilizzando un materiale non conduttore arrestare il telaio, anche se non è stato immediatamente fatale per l’occupante. Questa debolezza non è stato visto in altre occasioni. ( DW : Daleks )

 Con l’inizio del Grande Ultimo tempo di guerra Daleks hanno adattato la loro tecnologia per utilizzare una forma di energia apparentemente indissolubilmente legata al processo di viaggi nel tempo (possibile Artron Energia .) In più di una occasione Daleks e loro dispositivi sono stati visti a questa sanguisuga energia da tempo-viaggiatori al potere se

 Un Dalek ‘inferiori’ stata distrutta da una “capostipite” Dalek. ( DW : Vittoria dei Daleks )

 stessi. ( DW : Dalek , Doomsday ).Qualunque sia la fonte di alimentazione è che il Daleks usato nel frattempo, era (a quanto pare in modo univoco), immune alle venga eroso dal Comune di Exxilons . Stranamente, i Daleks mantenuto forza motrice e la capacità di parlare anche se il loro armamento è stato chiuso (suggerendo fortemente i sistemi d’arma aveva un alimentatore separato). The terzo medico ha indicato che questo è perché il Daleks erano psicocinetica , la città non sia in grado di assorbire l’energia psichica. Altri riferimenti alla Daleks nessun tipo di psichica potenziali sono piuttosto scarse, ma sul pianeta Kyrol il Dottore poi scoperto un enclave di Daleks umanizzato che ha avuto, in anni di meditazione, il loro psicocinesi sviluppato in modo notevole. ( DW : Morte ai Daleks , DWM : Children of the Revolution )

 

L’involucro era anche una trappola esplosiva rendendo ancora Daleks morto un nemico pericoloso. Essi erano spesso dotati di trasmettitori di virus che ha funzionato automaticamente. ( NSA : io sono un Dalek ) Inoltre, l’armatura contiene un disagio faro automatizzato che si attiva se disturbato. ( DW : Planet of the Daleks )

 

Interni

 

L’involucro interno e in cui risiede l’attuale Dalek, è dotato di un sistema di supporto vitale e un computer di battaglia in cui è memorizzato conoscenza strategica e tattica. Il mutante Dalek azionato manualmente gli involucri e una volta rimosso è stato possibile per le altre forme di vita al pilota uno, cioè, se potevano rientrare in. ( DW : Daleks ).

 

Mutant

 

 

 The mutante interno è stato, come Ace descritta, un verde o rosato “blob”. ( DW : Ricordo dei Daleks ) E ‘il cervello del Dalek e la creatura vero che odia tutto ciò che non è un Dalek. Il “blob” più frequenti Kaleds geneticamente mutati o, a volte, altre specie catturati dai Daleks e sono dipinti come avere più protuberanze simili a tentacoli e un occhio normale diritto di dimensioni con l’occhio sinistro molto ridotto di dimensioni in modo da essere facilmente perdere. Nonostante la loro apparente mancanza di qualsiasi capacità motivo sono dimostrati in grado di difendersi, come dimostrato quando un Dalek attaccato e ucciso un soldato. ( DW : Resurrezione dei Daleks )

 

Mentre in genere il Daleks mutanti sono piccole, almeno un membro della specie, Dalek Sec , aveva tentacoli molto grande ed era verde chiaro, lui potrebbe anche produrre un sac-come la membrana che sembrava provenire dalla sua bocca (molto probabilmente una auto- alterazione indotta in preparazione per l’esperimento finale). E ‘stata questa membrana che ha usato per assorbire il signor Diagoras e trasformare in un -Human Dalek . ( DW : Daleks in Manhattan , Evoluzione del Daleks ) prima o durante la Guerra del Tempo, il Daleks mutato ancora di più, aveva un grande occhio al centro del suo corpo e tentacoli. ( DW : Dalek )

 

Durante la seconda guerra mondiale, tre Daleks è riuscito a coinvolgere un Progenitore e creare pura razza Dalek. Il loro aspetto attuale è sconosciuta, ma presumibilmente meno mutato. ( DW : Vittoria dei Daleks ).

 

Altri

 

Vulnerabilità

 Eyestalk concentrate di fuoco sensibili ( DW : Resurrezione dei Daleks )

 Orgoglio

 Arroganza

 Mancanza di fantasia

 Movellan virus ( DW : Resurrezione dei Daleks )

 Esplosivi ad alto potenziale ( DW : Planet of the Daleks , Ricordo dei Daleks )

 armi ad energia ad alta potenza

 proiettili Bastic (Pre-tempo di guerra Daleks solo) ( DW : Rivelazione del Daleks )

 Dalek gunsticks – Sterminio e Disintegration ( DW : Evoluzione della Daleks , Vittoria della Daleks )

 calore, della pressione o di acidi [ fonte necessaria ]

 Temperature estremamente basse ( DW : Il pianeta delle Daleks )

 Photon travi ( DWM : The Dogs of Doom )

 La dipendenza da logica e macchine ( DW : Destino delle Daleks )

 Tempo Vortex ( BFA : Il tempo dei Daleks )

 Bats aggiornato dalla mano di Omega in mazze di energia: ( DW : Ricordo dei Daleks )

 Sovraccarico: ( DW : Il potere dei Daleks , Journey’s End )

 Rocks nel percorso (Renegade Daleks solo): ( DW : ‘Master Plan La Daleks )

 Sonic fasci intensi: ( DW : Rivelazione del Daleks )

 Contrariamente alla credenza popolare scale non sono un ostacolo per Daleks. Non solo sono stati Daleks implicita di librarsi nel lontano The Chase , ma le scale effettivamente dichiarato come una debolezza nella serie TV sono scarse. The Used esempio comunemente dal Destino delle Daleks non era con le scale come un ostacolo, ma piuttosto un pertugio nel muro.

 

Storia

 

Daleks erano il prodotto di una lunga guerra generazioni tra il Kaled e Thal gare.Nel corso della loro storia, i Daleks sviluppato viaggio nel tempo ( DW : The Chase ), un interstellare (e poi intergalattico) Dalek Empire ( DW : ‘Master Plan I Daleks ) e delle navi officina per la conquista ( DW : Il potere dei Daleks ). I piatti radio che era stato inizialmente richiesto per consentire loro di viaggiare su superfici senza una carica statica ( DW : L’invasione della Terra Dalek ) anche svanito, permettendo Daleks per spostarsi sotto il loro potere.

 

Origine del nome

 

“Dalek” era stata l’antica parola Kaled per dio. Davros, il creatore del Daleks, si appropriò del nome, supponendo che il ravvicinamento dei Daleks in termini evolutivi. ( BFD : I, Davros ) Ovviamente, però, “Dalek” è un anagramma di Kaled , la gara da cui i Daleks sono stati geneticamente modificati. Uno scienziato sotto il comando di Davros accennato che la parola “Dalek” non si era mai sentito prima il Dottore, e poi ore dopo, Davros se stesso, si pronunciò. ( DW : Genesi della Daleks ).

 

Società e cultura

 

Generale

 

Psicologia

 

Daleks aveva poco a che nessuna personalità individuale e una stretta gerarchia. Essi sono stati condizionati a obbedire a un superiore gli ordini senza discutere. In definitiva, la caratteristica fondamentale della cultura e della psicologia Dalek era una convinzione indiscussa nella superiorità dei Daleks. Altre specie sono state sia per essere sterminati immediatamente, o ridotti in schiavitù e poi sterminati più tardi, una volta che non erano più necessari. La direttiva di default di un Dalek era quello di distruggere tutte le forme di vita non-Dalek.Daleks addirittura considerati “devianti” Daleks, come i loro nemici e degno di distruzione. La guerra civile tra il Renegade e Imperial Daleks è stato un primo esempio di questo, con ogni fazione considerando l’altro come una perversione nonostante le minori differenze relativamente tra di loro. Questa convinzione ha fatto sì che anche Daleks erano intolleranti di tali “contaminazioni”, anche all’interno di se stessi. ( DW : Dalek , DW : La separazione dei modi , DW : Evoluzione del Daleks , BFA : La fase di Mutant ) Una volta creata, una nuova specie di Daleks nato dal dispositivo Progenitore immediatamente distrutto i Daleks inferiori che erano essenziali per la loro creazione . ( DW : Vittoria dei Daleks )

 

Un altro ramo di questo complesso di superiorità è stata la loro spietatezza completo, anche se questo è dovuto anche alle modifiche genetiche apportate ai mutanti originale Kaled da Davros. Fu per questo che era quasi impossibile negoziare o ragione con un Dalek e fu questa caparbietà che li ha resi così pericoloso e da non sottovalutare. Tuttavia, la loro dipendenza logica e macchinari sono stati anche una debolezza, anche se quello che hanno riconosciuto in se stessi. ( DW : Il destino dei Daleks ) in due occasioni hanno trasferito le emozioni di altre forme di vita, in quella Umani caso, dopo aver perfezionato il fattore umano , con l’aiuto del secondo medico per creare Daleks umanizzato . ( DW : il male del Daleks ) In un altro incidente, hanno raffinato ferocia, l’odio e astuzia da molte altre forme di vita ( DWM : The Dogs of Doom ) Una involontariamente umanizzato Dalek comparso dopo che è usato Tyler DNA Rose per rigenerarsi dopo subiscono lesioni, causando involontariamente sentimenti di sviluppo. Tuttavia, alcuni psicologia tradizionale Dalek Dalek sussistono e l’autodistruzione in disgusto. ( DW : Dalek ).

 

Religione

 

Come notato sopra, i Daleks che sono stati creati attraverso la manipolazione e la mutazione genetica del materiale umano da parte dell’imperatore Dalek erano fanatici religiosi che adoravano l’imperatore come loro dio. Normale Daleks aveva nessuna religione diversa dalla propria fede fanatica nella propria supremazia. ( DW : La separazione dei Ways ).

 

Sistema giuridico

 Sebbene i Daleks erano ben noti per il loro disprezzo per un giusto processo e Galactic legge , ci sono stati almeno in due occasioni in cui ha adottato i nemici indietro Skaro per un “processo” piuttosto che ucciderli sul posto: il primo era il loro creatore Davros ( DW : Rivelazione del Daleks ), e il secondo era il rinnegato Time Lord noto come il Maestro . ( DW : Doctor Who )

 Conti differenze per quanto riguarda se il recupero di Davros non fosse per una ‘prova’, nel senso penale, ma piuttosto una prova per vedere se era in fatto degno di diventare il leader supremo della gara ( BFD : I, Davros ) o se diede di più di una prova letterale ( DWM : Imperatore dei Daleks )

 Non è chiaro cosa del Master il Daleks ‘trial coinvolti.

 

Cultura

 Daleks erano conosciuti a scrivere poesie ( NA : Hanno anche persone ), e alcuni degli elaborati Dalek battlecries più avuto una qualità poetica quasi su di loro (per esempio, “Advance e Attack e! Attack e Rallegratevi Distruggi! Destroy” ( DW : The Chase ) e la ripetizione di parole come “Indovina! Indovina! Indovina!” ( DW : La separazione dei Ways ) In una realtà alternativa , i Daleks ha mostrato una predilezione per le opere di William Shakespeare . ( BFA : Il tempo dei Daleks )

 

Grazie alla loro frequenti sconfitte dal Dottore, divenne una figura leggendaria nella cultura Dalek e la mitologia. Avevano ordini permanenti di catturare o sterminare il Dottore a vista, e occasionalmente sono stati in grado di identificare lui nonostante la sua rigenerazione . Questa non era una capacità innata, ma probabilmente il risultato di mantenere buoni risultati. Il Daleks conosceva il Dottore come “Ka Faraq Gatri”, (che significa il “Bringer of Darkness” o “Distruttore di Mondi”) ( DWM : Bringer of Darkness , con riferimento al DWN : Ricordo dei Daleks ). The Nono Dottore ha sostenuto che il Daleks detto anche lui “the Storm In arrivo” ( DW : The Parting delle Vie ).

 Il secondo nome è stato utilizzato anche dal Draconiani per fare riferimento al medico, anche se probabilmente in un senso peggiorativo di meno. ( NA : Amore e Guerra ‘).

 

Dottore di vista del del Daleks

 

Il Dottore, a sua volta, crebbe fino a diventare quasi monomaniacale nella sua convinzione che i Daleks erano completamente malvagi e indegni di fiducia o di compassione, dopo innumerevoli incontri con i Daleks, molti dei quali finì nel sangue notevole. Questa è stata una sorta di evoluzione in confronto con alcuni dei suoi rapporti prima con l’Daleks, ad esempio, il secondo medico ha cercato di instillare un ” fattore umano “in Daleks ( DW : il male del Daleks ) e il quarto Doctor esitato al momento della presentazione con la possibilità di distruggere il Daleks al momento della loro creazione ( DW : Genesi della Daleks .) La sua convinzione della natura irredimibile dei Daleks motivati ​​uno scatto velenoso dal Dottore leader mutante di osservare che il Dottore “sarebbe stato un buona Dalek “. ( DW : Dalek ) Questo pregiudizio è stato apparentemente cambiata con la scoperta di come Daleks può, infatti, cambiare, con uno sforzo supremo, come si è visto con la Tyler-Rose Dalek ibrido creato in Van Statten di volte Henry. Dal Evoluzione del Daleks , il Decimo Dottore diventa ancora desiderosi di aiutare Sec creare una nuova razza di umani-ibridato Daleks, anche chiamandolo “un grande uomo” per il riconoscimento Davros era sbagliato nel tentativo di creare una razza concentrarsi esclusivamente sul odio e la morte. Dopo, il medico ha rischiato di essere ucciso da Caan di avvicinarsi e di ragionare con lui, anche dopo che entrambi i Dalek Sec e nuovi ibridi sono stati uccisi davanti a lui. La sua magnanimità inasprito dopo la Terra era trasportato, insieme a diversi altri mondi abitati, la Cascade Medusa e in una trappola spietata Dalek. ( DW : La Terra Stolen , Journey’s End ) Quando ha poi incontrato il superstite Daleks scorso, si è riferito a loro come “tutto ciò che mi disprezzano, la cosa peggiore in assoluto nella creazione.” ( DW : Vittoria dei Daleks ).

 

Dalek tecnologia

 

 

 L’elemento chiave della tecnologia Dalek è la carcassa, è passato da Mark III Macchine di viaggio costruito da Davros. Gli involucri di Davros ‘ Imperial Daleks erano fatti di legante polycarbide . ( DW : Ricordo dei Daleks ) La eyestalk del carter chiaramente conferito visione superiore alla creatura Dalek, e la forma di attaccamento funzioni-stantuffo come un flessibile e adattabile arto. Dalek gunsticks potrebbe uccidere qualsiasi essere senziente, anche avendo la capacità di paralizzare le loro vittime sia temporaneamente che permanently.it sembra anche che gli Dalek gunstalk l ‘ha anche sviluppato insieme ad altri aspetti della tecnologia di Dalek. Nella storia originale Dalek ( DW : Daleks ) il gunstalk sembrava avere le stesse qualità di una pistola umano in quanto sterminio non è stato sempre garantito al 100% e alcuni obiettivi potrebbero essere solo ferito.

 

Sulla superficie di Skaro, entro i confini della Città Dalek, le macchine a correre elettricità statica , che è stata alimentata attraverso il pavimento della città, e sono stati incapaci, se sono stati rimossi dal pavimento. La tecnologia degli involucri cambiato nel corso degli anni. Daleks primo a emergere dal bunker in cui erano stati sepolti hanno creato una città e ricevuto il potere da quelle. ( DW : Daleks ) Coloro che occupa la Terra nel corso della loro invasione del 22 ° secolo era piatti sulla schiena. ( DW : di Dalek Invasion of Earth ) I modelli successivi di telaio Dalek avuto la loro alimentazione interna propria. Numerosi modelli di Daleks hanno un certo grado di tecnologia hover.Con l’era del Last Time Grande Guerra , la tecnologia Dalek era passata ancora di più – Daleks ora aveva forza-campi. Considerando che le precedenti versioni di Daleks potrebbe essere distrutto da ben posizionato proiettili Bastic o simili, questi Daleks fermato proiettili tale anche da avvicinarsi alla carcassa. I loro sistemi di propulsione non solo ha aggiunto la capacità hover, ma ha consentito di viaggio indipendenti nello spazio. These Daleks potrebbe utilizzare il DNA di un viaggiatore del tempo per rigenerare il loro corpo e loro cofani solo in virtù del viaggiatore toccare la carcassa.tecnologia di viaggio Dalek varia nel tempo. Tuttavia, astronavi Dalek sono stati costantemente progettati in forma piattino , e hoverbouts permesso Daleks individuale di viaggiare senza usare il loro potere sorgente. Daleks inoltre sviluppato capacità di viaggiare nel tempo. Tempo concesso corridoi di trasporto limitate tra un’epoca e un’altra. Tuttavia, i Daleks anche sviluppato la propria specie di macchina del tempo di capacità simili a Doctor’s the TARDIS , anche se non possono cambiare forma. Queste macchine del tempo di viaggio sono stati anche dimensionalmente transendental. ( DW : The Chase , DW : Daleks ‘Master Plan ) potrebbero anche avviare ‘shift temporale di emergenza’ che è stato fondamentalmente un teletrasporto nel tempo e nello spazio, che potrebbe favorire la fuga Dalek se è stato circondato, ma che è stata del tutto casuale, a differenza di altre macchine del tempo, quindi non c’era modo di sapere dove i Dalek sarebbe finita dopo il teletrasporto. ( DW : Doomsday , DW : Daleks in Manhattan , DW : La Terra Stolen )

 Non è noto come la loro tecnologia avanzata viaggio nel tempo era diventato nel momento in cui scomparve a combattere l’ultima Grande tempo di guerra, ma il fatto che Dalek Caan è stato in grado di viaggiare alla volta di litorale Last Great tempo di guerra ha fatto sì che esso deve essere stato avvicinando al livello usato dai signori Time stessi.

 

Daleks erano anche esperti nella guerra biologica, e utilizzati (o tentato di usare) le armi biologiche in diverse occasioni. ( DW : L’invasione della Terra Dalek / Planet of the Daleks / Morte al Daleks ).

 

Dalek armi

 Gunstick – Sterminio e Disintegration – Questo è lo standard Dalek Arma.

 braccio di manipolazione – generalmente usata per aprire porte e raccogliere oggetti, ma può anche essere usato come arma.

 Sensore braccio – una potente arma utilizzata Daleks guardia l’Imperatore.

 

Alternative armi

 Lanciafiamme – Un arma alternativa, in gran parte utilizzato per bruciare attraverso la vegetazione o altri ostacoli.

 Artiglio del braccio – Dotato di una fiamma ossidrica, utilizzata per tagliare materiali troppo durevole per i loro raggi della morte di penetrare.

 Machine Gun – un’arma che spara proiettili, utilizzati in aree in cui le armi ad energia in base sono resi inutili. (Ad esempio se sono drenati da una forza esterna).

 

Altri allegati

 rilevatore sismico – Usato per individuare il TARDIS.

 Unità elettrodo – Consente di controllare Dalek correnti elettriche.

 Siringa – Questo è stato utilizzato per iniettare sostanze chimiche in cassa Dalek SEC.

 artiglio Dalek – Utilizzato per azionare macchinari Dalek.

 

Dietro le quinte

 

Altre apparizioni

 Due Doctor Who film interpretato da Peter Cushing caratterizzato il Daleks come i cattivi principali: Dr. Chi e il Daleks , e Daleks – Invasion Earth 2150 AD , sulla base del serial televisivo The Daleks Dalek e l’invasione della Terra, rispettivamente. Tuttavia, il film non erano rifacimenti dritto. Cushing medico non è un alieno, ma un inventore umano, ed è letteralmente chiamato “Doctor Who”. I film utilizzati puntelli nuovo brand Dalek, accuratamente basato sul design originale ma con una più ampia gamma di colori. Originariamente, la Daleks film avrebbero dovuto sparare getti di fiamma, ma questo è stato pensato per essere troppo grafica per i bambini, così le loro armi getti di vapore emesso mortale invece.

 

Marvel UK stava pubblicando Doctor Who Magazine , al momento, che comprendeva le storie a fumetti nelle sue pagine. Oltre a incontrarsi con il Dottore in loro, la DWM strisce anche introdotto una nuova nemesi per i Daleks, il Killer Dalek nome Abslom Daak . Daak è stato un criminale condannato nel 26 ° secolo che è stata data la scelta tra esecuzione ed essere inviato in una missione suicida contro i Daleks. Ha scelto la seconda e, quando la donna che amava è stato ucciso dai Daleks, ha reso scopo della sua vita per uccidere tutti i Dalek che incontrava.

 

Daleks sono apparse anche nell’Impero Dalek serie di ascolti audio da Big Finish Production.

Categorie
Computer Database Mondo Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e a Pandora i Signori del Tempo

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora tutto sull’Olimpo , io dissi a loro – adesso vi spiego tutto sui Signori del Tempo e Pandora disse – Marcello voglio sapere tutto sui signori del tempo , visto che anche io sono un signore del tempo e io dissi a Pandora – certamente , adesso ti dico tutto su questo popolo . Dopo pochi minuti io dissi a loro tutto sui Signori del Tempo – I Signori del Tempo e le Dame tempo (a volte chiamato i Signori del Tempo o, raramente, Chronarchs) sono stati i governanti oligarchici del pianeta Gallifrey , e quindi anche Gallifreyan .

 

Storia

 

Il Gallifreyans possedeva una delle civiltà più antiche e potenti del Universo . Come i Signori Tempo, avrebbero detengono il potere assoluto per una decina di milioni di anni. ( DW : L’ultima Foe ) Alla fine, comunque, l’ ultima guerra Ottimo tempo spazzato via la gara. ( DW : La fine del mondo , et al)

 

Ciclo di Vita

 

Il ciclo di vita Gallifreyan sembrava avere una fase di sviluppo simile a quello umano infanzia. Neonati Gallifreyan dormito in culla simile a culla dell’uomo. ( DW : A Good Man Goes to War ) I bambini sono stati intrattenuti con filastrocche ( DW : i cinque medici , BFA : Zagreo ) e ben note storie come Biancaneve ei Sette chiavi per Doomsday ( DW : Night Terrors ). Ci sono stati libri specializzati per i bambini Gallifreyan, tra cui ogni bambino Gallifreyan di Pop-Up Book of Nasty creature provenienti da altre dimensioni . Gallifreyan bambini erano a volte chiamati “Time Tots”. ( BFA : Shada , WC : Shada )

 

Gallifreyans maturare lentamente; di novanta anni Gallifreyan era ancora considerato un bambino. ( DW : La Terra Stolen )

 

I Signori tempo era un rito chiamato Facendo Anima , che è stato fatto a morire Signori del Tempo, prima che fossero assimilati in Matrix . Questo ha permesso loro di assimilare i loro ricordi prima di morire. ( PDA : I Goblin Diavolo da Nettuno )

 

Cultura

 

Signori tempo apprezzato la musica, come indicato dai reperti come il Arpa di Rassilon . ( DW : i cinque medici ) hanno apprezzato anche l’arte, anche se la pittura su Gallifrey è stato fatto da informatici . ( DW : Comune di morte )

 

Accademia studenti a volte gioca un gioco pericoloso chiamato ” L’uomo Ottavo Bound “. Il gioco multidimensionale della Perigosto, giocato con una palla e uno speciale bastone Perigosto , è stato anche uno dei preferiti, come è stato un gioco da tavolo chiamato complicato Sepulchasm . ( NA : Lungbarrow )

 

Durante uno più scuro, il tempo più barbaro nel passato del pianeta, Signori del Tempo divertito a guardare il tempo, le persone sfollate combattere fino alla morte in una zona dedicata chiamata Death Zone , ma che la pratica era stata completamente abbandonata dal Dottore giorno ‘s. ( DW : i cinque medici )

 

Educazione

 

Una delle maggiori istituzioni dei Signori tempo era il Tempo Signore Academy . E ‘stato suddiviso in capitoli , ognuno dei quali è stato identificato dai suoi colori distintivi. I soggetti presso l’accademia variava da studio della Scienza Cosmica ( DWN : Doctor Who e il Terrore del Autons ) per veicoli d’epoca a Gallifreyan flutterwings ( DW : Il Pianeta dei Pirati ).

 

Bambini hanno cominciato insegnamento a tempo Academy Signore , all’età di 8, in una cerimonia speciale. Il Gallifreyans sarebbero costretti a guardare nel Scisma non regge , che ha mostrato la totalità del Vortex tempo e il potere che i Signori del Tempo avuto. Il Gallifreyans sottoposto ai suoi effetti terrificanti avrebbe reagito diversamente: «Alcuni potrebbero essere ispirati, qualcuno potrebbe scappare, e qualcuno potrebbe impazzire.” ( DW : The Sound of Drums ) Avrebbero poi spendere “secoli” studiare presso l’Accademia. ( DWM : Mortal Beloved ).

 

Dominio

 

I Signori del Tempo governato dal pianeta Gallifrey , dove avrebbero guardare il funzionamento del mondo . Anche se una volta aveva un potente impero durante il periodo buio , l’impero è crollato dopo la caduta della Pizia . ( NA : Culla del gatto: Crucible Time )

 

I Signori tempo si diceva di avere il controllo su gran parte della struttura dell’universo. Avevano istituito il Web del Tempo , ( BFA : Neverland ) sono controllati e fissi paradossi ( DW : la festa del papà ) e hanno consentito di viaggio tra universi paralleli . ( DW : Rise of the Cybermen ) Dopo la quasi estinzione dei Signori di tempo durante la Guerra Ultimo Ottimo tempo , questi processi sono stati in continuo mutamento.

 

Governo

 

I Signori del Tempo sono state condotte dal Consiglio superiore . Il Consiglio costituito dal Signore o Signora Presidente , il Signore o Signora Cancelliere , il Castellan e Signori Cardinali . ( DW : L’Assassino Deadly )

 

Il Consiglio Interno composto da tre membri più potenti del consiglio superiore. Il presidente Signore era il membro più potente del Consiglio e aveva vicino autorità assoluta, e usate un link per il Matrix , una vasta computer di rete che contiene le conoscenze e le esperienze di tutte le generazioni passate di Signori del Tempo, per impostare l’ora della politica Signore e rimanere allerta alle minacce potenziali minore civiltà. ( PDA : I Dottori Infinity ) Il Signore o Signora Cancelliere era accanto al potere, e gestito molte delle funzioni di governo. Il Castellan controllato la Guardia Cancelleria e quindi la sicurezza di Gallifrey. ( DW : L’Assassino Deadly )

 

Il resto del consiglio superiore è composto dai Signori Cardinali , che ha rappresentato i vari capitoli Gallifreyan . ( DW : L’Assassino Deadly )

 

Durante l’ ultima guerra Ottimo tempo , il Visionario è stato anche membro del consiglio. Si comportava come un profeta, la registrazione il futuro, ma solo con le previsioni vaghe scritti su carta. ( DW : La fine del tempo ).

 

Delitto e castigo

 

La protezione dei Signori tempo è stata effettuata dalla Guardia di Cancelleria . Hanno protetto il Campidoglio , i crimini indagati e criminali catturati. ( DW : L’assassino Deadly ) le questioni più reticente o discutibili sono stati gestiti dalla Agenzia d’intervento celeste , che è stato creato per essere un braccio segreto del Alto Consiglio per salvaguardare gli interessi dei Signori Time ‘. ( DW : Shada ) Molto di quello che hanno fatto è andato contro la politica di non interferenza , portandoli a usare agenti (come il Dottore ) per proteggere i loro segreti.

 

Ci sono state due forme di intervento illegale, sia punibile con la vaporizzazione. Una classe A è stata influenzano le proprietà del materiale di un pianeta, come la rotazione assiale. Un Due classe è stato quando una volta Signore si sosteneva di essere un dio su un pianeta. ( BFA : falsi dèi )

 

Le pene per i crimini di vario utilizzato in gravità.

 Per la sua rottura della politica di non interferenza , il dottor seconda è stato costretto a rigenerare e fu esiliato a terra con un non-funzionamento TARDIS . ( DW : The War Games )

 Per il genocidio dei Vervoids , il Dottore Sesto perderebbe tutti i suoi restanti rigenerazioni . ( DW : Il Processo di un Signore Tempo )

 Per i vari reati il Maestro impegnato, la sua punizione sarebbe stata l’inversione del suo flusso temporale, in modo che non fosse mai esistito. ( DWN : Doctor Who e il Terrore del Autons ) Una punizione simile è stata effettuata sulla guerra del Signore per la sua interferenza nella storia umana che ha portato alla morte di migliaia, lui (e molte delle sue guardie) sono state dematerializzate fuori dall’esistenza. Il signore della guerra mondiale è stato poi posto in un ciclo di tempo . ( DW : The War Games )

 I Signori del Tempo utilizzato anche prigione per i criminali, come il pianeta carcere Shada ( DW : Shada )

 

Scienza e Tecnologia

 

I Signori del Tempo sono stati superlativamente avanzati di matematica, biologia, xenobiology, chimica, fisica e tecnologia. Le loro armi e tecnologia della difesa, tuttavia, rimasta indietro qualche altre razze e specie. [ fonte

 La console di una Tipo 40 TARDIS . ( DW : i cinque medici )

 necessaria ]

 

Trasporto

 

La tecnologia più caratteristici usati dai Signori tempo era il loro viaggio nel tempo la tecnologia del TARDISes . Il TARDIS è stato derivato dalla tecnologia Gallifreyan inizi del Scaphe Tempo . ( NA : Culla del gatto: Crucible Tempo ) Il TARDISes sono stati uno dei pochi tipi di tecnologia che è stata aggiornata, da obsoleti Tipo 40 (da Mark I a Mark IV) ( DW : L’operazione Ribos ), il più avanzato Type 57 ( DW : Warriors of the Deep ) e l’ umanoide Tipo 102 ( EDA : Enti di Alien ). Come pure, TARDISes battaglia e guerra TARDISes anche esistito. ( EDA : The Taking of Planet 5 , BFA : Neverland )

 

Uno dei più nuova tecnologia sviluppata all’interno del Dottore vita ‘s stato il Tempo Anelli . ( NA : Legacy ) Questi anelli sono stati Tempo piccolo dispositivo collegato al polso, consente ad una persona di viaggiare attraverso il tempo senza essere in una macchina del tempo . ( DW : Genesi del Daleks ) Potrebbero anche essere piccolo come anelli che potrebbero essere toccati insieme per consentire il viaggio nel tempo. ( NA : Happy Endings , BFBS : The Escape Grel )

 

A parte il TARDISes, i Signori Il tempo era poco interesse nella creazione di altre forme di trasporto. Come tali, hanno contato su di loro invece di altri metodi di viaggio. ( REF : Doctor Who: astronavi e Spacestations )

 

Manipolazione stellare

 

I Signori tempo aveva la capacità di controllare e utilizzare la potenza di stelle . Il Decimo Dottore arrivò ad affermare che i Signori Tempo “inventato” buchi neri . ( DW : Il Pit Satana )

 

Utilizzando la mano di Omega , i Signori Ora potrebbe accelerare lo sviluppo delle stelle . ( DW : Ricordo dei Daleks ) Una stella come era stato trasformato in un buco nero ed è stato tenuto sotto il Panopticon come l’ Occhio di Armonia al potere della civiltà dei Signori del Tempo. ( DW : L’Assassino Deadly )

 

Armi e difese

 

Pur essendo una delle specie più potente dell’universo, i Signori tempo era poco in termini di difese e la loro tecnologia offensiva è in ritardo molte altre civiltà. Ciò può essere dovuto in parte alla barriera di trasduzione , che ha coperto il pianeta e che è stata quasi completamente impenetrabile da forze esterne o loro politica generale di non interferenza . Come tale, quando furono invase dai Sontarans , non erano in grado di difendersi con le loro regolari stasers e il dottor Quarto necessari per utilizzare un tempo antico un’arma Signore ha chiamato il De-tappetino Gun . ( DW : L’invasione del Tempo ) Signori poco tempo, anche Guardie Cancelleria , avuto alcuna vera esperienza di combattimento. ( BFA : The Element Apocalypse ) Durante l’ ultima guerra Ottimo tempo il Campidoglio era protetta da una serie di torrette a doppio insieme intorno ad esso, sono stati utilizzati per distruggere le navi attaccare. ( DW : La fine del tempo )

 

Tecnologia Varie

 

Un’altra volta Signore tecnologia include il Matrix ( DW : L’assassino Deadly ), Validium ( DW : Nemesis argento ), l’ Arca Genesi ( DW : Doomsday ) e l’ Arco di Chameleon ( DW : Human Nature ).

 

Il Signore Presidente Rassilon aveva un guanto metallico che è stato in grado di distruggere una persona sparando fuori di energia elettrica e tornata la razza padrona alla sua umana forma. ( DW : La fine del tempo )

 

Il Tempo Signore ha sviluppato una sostanza chimica che potrebbe trasformarsi vertebrati sangue in acido , ma il Dottore successo una campagna che sia vietato. ( ST : The Age of Ambition )

 

Signori tempo parziale

 

Nel dopoguerra, quattro individui sono stati creati, che sono almeno in parte Tempo Signore:

 Jenny – creato artificialmente figlia del Decimo Dottore . Una “anomalia generata”, aveva due cuori, ma non era apparentemente al 100% Tempo Signore, e Martha Jones sospetta non era in grado di rigenerarsi. Lei è stato girato, e si crede dal medico di essere morto. Tuttavia, subito dopo la sua morte è tornata in vita con un rilascio di energia in un processo che sembrava simile alla rigenerazione, ma senza il cambiamento di aspetto. ( DW : La figlia del dottore )

 Meta-crisi dottore – un mezzo-umano, un solo cuore, non rinnovabili clone del dottore decima incarnazione creata dalla fusione di Donna Noble e gli elementi del dottore. Bandito per una Terra alternativa dove ha iniziato una vita con Rose Tyler . ( DW : Fine del viaggio )

 DoctorDonna – Lo stesso processo che ha creato il Meta-crisi Dottore anche del dottore umano compagno di Donna Noble in un primo tempo Signore, anche se l’entità di eventuali mutamenti fisici è sconosciuto. Cervello umano di Donna è stata in grado di elaborare l’influenza Signore Tempo di là di poche ore, a questo punto il dottore è stato costretto a cancellare la memoria delle sue avventure con lui, tornò alla sua vita originale a Londra. ( DW : Fine del viaggio ), successivamente ha dimostrato immune al Maestro uso ‘s della Porta di Immortalità a trasformare gli esseri umani in ” la Razza Padrona “. ( DW : La fine del tempo )

 River Song  (Melody Stagno) – la figlia di Amy Pond e Rory Williams . Fiume è stato concepito a bordo TARDIS del Dottore mentre era in viaggio attraverso il Vortice tempo e quindi in possesso di determinate caratteristiche genetiche di una Lady Tempo, che sono stati portati alla ribalta dal expermination dalla Chiesa. ( DW : A Good Man va alla guerra ) Questo Melody permesso di rigenerare due volte, in Mels e River Song , prima di sacrificare la sua rigenerazione rimanenti per rilanciare il dottore. ( DW : Festa della Luna , Vediamo Uccidere Hitler ) .

Categorie
Computer Database Mondo Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e a Pandora l’ Olimpo

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora tutto sul Bug Bang , io dissi a loro – adesso vi dico tutto sull’ Olimpo e Kratos disse – ok e io dissi a Kratos – senti Kratos gli dei dell’ Olimpo sono vivi , ma adesso non devi ucciderli di nuovo visto che adesso hai con Pandora quindi con lei c’ e ancora una parte della tua famiglia e Kratos disse – si , infatti e inutile vendicarmi di nuovo , comunque continua quando vuoi . Dopo pochi minuti io dissi a loro tutto sull’ olimpo –  Olympus (da non confondere con il Monte Olimpo in Grecia) (Όλυμπος in greco antico ) è la casa della divinità dell’Olimpo . È stato originariamente situato sul monte Olimpo in Grecia, ma, come Chirone spiega che è costantemente spostato a ovest, a seguito di ” civiltà occidentale “, nel corso dei secoli (era stato in Europa centrale per circa 500 anni) ed è ora in Italia Stati Uniti d’America . Invece di essere la montagna fisico, è un duplicato metafisico. Questa montagna non si connette con il terreno e non può essere rilevato da mortali , ma è collegato al mondo mortale da un ponte. Esiste forse in alcune altre dimensioni, a causa di essa galleggiante con la sua grande massa su una città mortale inosservato. In cima di essa è una grande città che contiene i palazzi per gli dei e le dee dell’Olimpo e residenze per molti dei minori e altre creature della mitologia greca.

 

E ‘qui che la divinità comune, ciascuno con un trono imponente, i quali sono disposti a forma di U rovesciata. Ospita anche alcuni degli dèi minori e creature magiche, come il Ophiotaurus . Anche se effettivamente usato per essere collocato sulla vetta del Monte Olimpo, ora è sul pavimento della 600 Empire State Building , dopo aver spostato con la civiltà occidentale . L’unico modo mortali per arrivare fino al Monte Olimpo è passata una guardia di sicurezza (nella hall), che non li lascerà passare se non si ha una speciale autorizzazione. Olympus è descritto come un paradiso, con edifici d’oro e la gente felice. Insieme con la divinità vita di centinaia di altre creature e gli esseri. Le cabine a metà campo di sangue sono nella stessa forma del troni.

 

La maggior parte dei abitano sull’Olimpo, ma pochi altri preferiscono tendono a loro regni indigeni, come Ade e Poseidone .

 

Come sede del potere degli dei dell’Olimpo, è di vitale importanza. Deve la sala del trono essere distrutto, il Monte Olimpo sarebbe crollato e la potenza degli dei sarebbe gravemente indebolita, rendendole vulnerabili ai loro nemici. In teoria, se sono stati distrutti e gli dei dell’Olimpo recuperato abbastanza forza potrebbe essere riformato. Nel frattempo, sarebbero vulnerabili ai loro nemici. Non si sa come la distruzione dell’Olimpo inciderebbe gli dei minori. Tuttavia, Ade pensa di poter tenere con se stesso per quattro anni nel Inferi senza Olympus.

 

A seguito della conclusione della Seconda Guerra Titano, Annabeth Chase è stato dato l’onore di ridisegnare un distrutta Olympus.

 

Gli dei dell’Olimpo Maggiore

 

Questi dei sono il più grande e più potente della Grecia antica. Nome greco Nome inglese Nome romano Descrizione

 Αφροδιτη (Afrodite) Afrodite Venere Dea della bellezza e dell’amore

 Απολλων (Apollon) Apollo Apollo Dio della luce e della profezia

 Αρης (Ares) Ares Marte Dio della guerra

 Αρτεμις (Artemis) Artemis Diana Dea della caccia e protettrice delle fanciulle

 Αθηνη (Athene) Athena Minerva Dea della strategia e della saggezza

 Δημητηρ (Demetra) Demetra Ceres Dea delle messi e delle stagioni

 Διονυσος (Dioniso) Dioniso Bacco Dio della vegetazione e del vino

 δης (Ade) Ade Plutone Dio di giudizio e ricchezza

 Ήφαιστος (Efesto) Efesto Vulcano Dio di artigiani e fabbri

 Ήρα (Hera) Hera Juno Dea del matrimonio e della maternità

 Ερμής (Hermes) Ermete Mercurio Dio di destrezza e di viaggio

 στια (Hestia) Hestia Vesta Dea del focolare e la casa

 Ποσειδων (Poseidon) Poseidon Nettuno Dio dei mari, terremoti e tempeste

 Ζευς (Zeus) Zeus Giove Dio del fulmine, il re degli Dei.

 

Gli dei dell’Olimpo minore

 

Anche se non sono così famosi come gli dei dell’Olimpo classico, le divinità minori dell’Olimpo sono ancora riconosciuti e rispettati da allora sono stati dati loro troni al termine della Seconda Guerra Titano. Nome greco Nome inglese Nome romano Descrizione

 βη (Ebe) Hebe Juventas Dea della giovinezza

 κατη (Ecate) Ecate Banalità Dea della magia

 πνος (Hypnos) Hypnos Somnus Dio del sonno

 Ιρις (Iris) Iris Arcus Dea dell’arcobaleno

 Νεμεσις (Nemesis) Nemesi Nessuno Dea della retribuzione

 Νικη (Nike) Nike Vittoria Dea della vittoria

 Τυχη (Tykhê) Tyche Fortuna Dea della fortuna.

 

Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo

 

Il ladro di fulmini

 

La sua prima visita a Olympus, Percy torna Zeus ‘ Bolt Maestro durante il solstizio d’estate e ha il suo primo incontro con il padre, Poseidone e suo zio Zeus . Percy descrive la sala del trono come fare Grand Central Station, l’aspetto di un ripostiglio delle scope.

 Maledizione del Titano

 

Sull’Olimpo, gli dei hanno votato o meno di uccidere Percy e Thalia e anche per capire cosa fare della Ophiotaurus , (o Bessie, il nome di Percy per l’animale), e Kronos . Una volta che è stato deciso che Percy, Thalia e Bessie sarebbe stata risparmiata, gli Dei una festa spettacolare. Con Percy affermando: “. Ci sono parti normali Poi ci sono i partiti di massa blow-out Poi ci sono parti dell’Olimpo Se mai una scelta, andare per le parti dell’Olimpo…”

 Il Olympian Ultimo

 

Percy, Annabeth , Thalia , Grover , Tyson , così come altri esseri celesti e molti cacciatori e spiriti della natura difeso Olympus, e riuscì, tuttavia, è stato fortemente danneggiato da ‘Kronos attacchi dei ‘troni con la sua falce. Essi vengono poi premiati e Annabeth, figlia di Atena , è stato scelto per ricostruire e riprogettare Olympus come architetto ufficiale. Percy è stato offerto l’immortalità, ma egli rifiutò.

Categorie
Computer Database Mondo Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e a Pandora il Big Bang

Dopo aver detto sia a Kratos sia a Pandora quello che gli avrei spiegato oggi , io dissi a loro – adesso ti spiego tutto sul Big Bang e Kratos disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti io dissi a loro tutto sul Big Bang – « L’essenza della teoria del Big Bang sta nel fatto che l’Universo si sta espandendo e raffreddando. Lei noterà che non ho detto nulla riguardo ad una “esplosione”. La teoria del Big Bang descrive come il nostro universo evolve, non come esso iniziò »

 (P. J. E. Peebles, 2001)

 

Il Big Bang è l’evento di un cosmogonico che riguarda lo sviluppo e l’espansione dell’universo.  Secondo i cosmologi il big bang è la formazione dell’universo che iniziò a partire da una condizione iniziale calda e densa e che questo processo di espansione è durato per un intervallo di tempo finito e continua anche oggi.

 

Generalità

 

Il big bang rientra a tutti gli effetti nel Modello standard ed implica nel suo sviluppo cosmogonico di espansione i principi della meccanica quantistica. Le varie fasi di espansione e relativo raffreddamento, percorrono attraverso le rotture di simmetria la formazione iniziale di particelle come neutrini, elettroni e quark, per arrivare infine alla nucleosintesi.

 

Le prime ipotesi di una teoria che prevedesse l’espansione del cosmo furono formulate dal prete cattolico Georges Lemaître con quella che lui chiamò “ipotesi dell’atomo primitivo”, che si basa sulle equazioni della relatività generale di Albert Einstein nella formulazione proposta da Alexander Fridmann e su ipotesi semplificatrici, come l’omogeneità e l’isotropia dello spazio (unitamente al principio cosmologico).

 

Un ulteriore sviluppo a tale teoria fu dato quando Edwin Hubble, assieme a Milton Humason, scoprì che la distanza delle galassie più lontane è proporzionale al loro redshift, come ipotizzato da Lemaître nel 1927, e tale osservazione fu usata come prova del fatto che le galassie e gli ammassi hanno una velocità apparente di allontanamento rispetto ad un determinato punto di osservazione: tanto più sono lontane, tanto più è elevata la loro velocità apparente.

 

Se la distanza fra gli ammassi di galassie sta aumentando oggi, ciò suggerisce che tutti gli oggetti spaziali fossero più vicini in passato; andando a ritroso nel tempo, densità e temperatura tendono a infinito e si arriva perciò a un istante in cui tali valori sono così elevati che le attuali teorie fisiche non sono più applicabili (ciò avvenne una piccolissima frazione di secondo dopo l’inizio del processo).

 

Infatti, per esempio, alcune grandezze fisiche assumono valore infinito nell’istante iniziale. La costruzione di acceleratori di particelle ha permesso di verificare il comportamento della materia in condizioni estreme e ha permesso di trovare conferme alla teoria[senza fonte]; tuttavia questi acceleratori non hanno la possibilità di esaminare a fondo il regime di energie più elevato. Senza alcun dato sperimentale relativo alle condizioni fisiche associate ai primissimi istanti dell’espansione, la teoria del Big Bang non è adeguata per descrivere tale condizione iniziale, tuttavia essa fornisce un’ottima descrizione dell’evoluzione dell’universo da un determinato periodo di tempo in poi.

 

L’abbondanza degli elementi leggeri come l’idrogeno e l’elio presenti nel cosmo è in buona corrispondenza con i valori previsti per la produzione di questo tipo di atomi in seguito al processo di nucleosintesi, avvenuto nei primi minuti successivi all’istante iniziale.

 

Dopo la scoperta della radiazione cosmica di fondo a microonde nel 1964 e soprattutto quando il suo spettro, cioè la quantità di radiazione emessa per ogni lunghezza d’onda, risultò corrispondere allo spettro di corpo nero, la maggior parte degli scienziati fu convinta che i dati sperimentali confermavano che un evento simile al Big Bang aveva veramente avuto luogo.

 

Storia

 

La teoria del Big Bang è stata dedotta dalle equazioni della Relatività Generale di Albert Einstein inserendovi opportune ipotesi semplificative, in particolare quella di omogeneità e isotropia dell’Universo. Questa ipotesi, nota come principio cosmologico, generalizza all’intero universo il principio copernicano. La teoria del Big Bang risultò subito in accordo con la nuova concezione della struttura dell’universo, che proprio negli stessi decenni stava emergendo dall’osservazione astronomica delle nebulose.

 

Nel 1912 Vesto Slipher aveva misurato il primo effetto Doppler di una “nebulosa a spirale” e aveva scoperto che la maggior parte di esse si stava allontanando dalla Terra. Egli non colse l’implicazione cosmologica di ciò, infatti in quel periodo erano in corso accesi dibattiti sul fatto se queste nebulose fossero o non fossero degli “universi isola” esterni alla Via Lattea.

 

Dieci anni dopo, Alexander Friedmann, matematico e cosmologo russo, ricavò le omonime equazioni dalle equazioni della relatività generale di Albert Einstein, mostrando che l’universo doveva essere in espansione, in contrasto con il modello di universo statico sostenuto da Einstein. Egli, però, non comprese che la sua teoria implicava lo spostamento verso il rosso della luce stellare e il suo contributo matematico fu completamente ignorato, sia perché privo di conferme astronomiche sia perché poco noto nel mondo anglosassone (era scritto in tedesco).

 

A partire dal 1924, Edwin Hubble, utilizzando il telescopio Hooker dell’Osservatorio di Monte Wilson, mise a punto una serie di indicatori di distanza, che sono i precursori dell’attuale scala delle distanze cosmiche. Questo gli permise di calcolare la distanza di nebulose a spirale, il cui redshift era già stato misurato (soprattutto da Slipher), e di mostrare che quei sistemi si trovavano ad enormi distanze ed erano in realtà altre galassie.

 

Nel 1927, Georges Lemaître, fisico e sacerdote cattolico belga, sviluppò le equazioni del Big Bang in modo indipendente da Friedmann e ipotizzò che l’allontanamento delle nebulose fosse dovuto all’espansione del cosmo. Egli infatti osservò che la proporzionalità fra distanza e spostamento spettrale (oggi nota come legge di Hubble) era parte integrante della teoria ed era confermata dai dati di Slipher e di Hubble.

 

Nel 1931 Lemaître andò oltre e suggerì che l’evidente espansione del cosmo necessita di una sua contrazione andando indietro nel tempo, continuando fino a quando esso non si possa più contrarre ulteriormente, concentrando tutta la massa dell’universo in un singolo punto, “l’atomo primitivo”, prima del quale lo spazio e il tempo non esistono. In quell’istante, la struttura spazio-temporale doveva ancora comparire.

 

Nel 1929, Hubble pubblicò la relazione tra la distanza di una galassia e la sua velocità di allontanamento, formulando quella che oggi è conosciuta come la legge di Hubble. Durante gli anni trenta furono proposte altre idee (note come cosmologie non standard) per spiegare le osservazioni di Hubble, come ad esempio il modello di Milne, l’universo oscillante (ideata originariamente da Friedmann, ma supportato da Einstein e da Richard Tolman) e l’ipotesi della luce stanca di Fritz Zwicky.

 

Dopo la seconda guerra mondiale, emersero due differenti teorie cosmologiche:

 La prima era la teoria dello stato stazionario di Fred Hoyle, in base alla quale nuova materia doveva essere creata per compensare l’espansione. In questo modello, l’universo è approssimativamente lo stesso in ogni istante di tempo.

 L’altra è la teoria del Big Bang di Lemaître, supportata e sviluppata da George Gamow, che introdusse il concetto di nucleosintesi e che predisse insieme ai suoi colleghi Ralph Alpher e Robert Herman la radiazione cosmica di fondo.

 

Il termine “Big Bang” fu coniato da Fred Hoyle nel 1949 durante una trasmissione radiofonica, in senso dispregiativo, riferendosi ad essa come “questa idea del Grosso Botto” durante una trasmissione radiofonica della BBC Radio del marzo 1949. Successivamente Hoyle diede un valido contributo al tentativo di comprendere il percorso nucleare di formazione degli elementi più pesanti a partire da quelli più leggeri.

 

Inizialmente la comunità scientifica si divise tra queste due teorie; in seguito, grazie al maggior numero di prove sperimentali, fu la seconda teoria ad essere più accettata. La scoperta e la conferma dell’esistenza della radiazione cosmica di fondo a microonde nel 1964[25] indicarono chiaramente il Big Bang come la migliore teoria sull’origine e sull’evoluzione dell’universo. Le conoscenze in ambito cosmologico includono la comprensione di come le galassie si siano formate nel contesto del Big Bang, la comprensione della fisica dell’universo negli istanti immediatamente successivi alla sua creazione e la conciliazione delle osservazioni con la teoria di base.

 

Importanti passi avanti nella teoria del Big Bang sono stati fatti dalla fine degli anni novanta a seguito di importanti progressi nella tecnologia dei telescopi, nonché dall’analisi di un gran numero di dati provenienti da satelliti come COBE, il telescopio spaziale Hubble e il WMAP. Questo ha fornito ai cosmologi misure abbastanza precise di molti dei parametri riguardanti il modello del Big Bang e ha permesso di intuire che si sta avendo una accelerazione dell’espansione dell’universo.

 

Visione d’insieme

 

Cronologia del Big Bang

 

L’estrapolazione dell’espansione dell’universo a ritroso nel tempo utilizzando la relatività generale conduce ad una condizione di densità e temperatura infinite che si è mantenuta in un tempo di durata infinitesima. Questa singolarità indica il punto in cui la relatività generale perde validità. Si può continuare con questa estrapolazione fino al tempo di Planck, che è il più piccolo intervallo di tempo misurabile con le attuali leggi fisiche. La fase iniziale calda e densa è denominata “Big Bang” ed è considerata la nascita dell’universo. In base alle misure dell’espansione riferite alle supernovae di tipo Ia, alle misure delle fluttuazioni di temperatura nella radiazione cosmica di fondo, e alle misure della funzione di correlazione delle galassie, l’universo ha un’età calcolata di 13,73 ± 0,12 miliardi di anni. Il risultato di queste tre misurazioni indipendenti è in accordo con il cosiddetto modello ΛCDM.

 

Sulle primissime fasi del Big Bang esistono molte speculazioni. Nei modelli più comuni, l’universo inizialmente era omogeneo, isotropo, con una densità energetica estremamente elevata, temperature e pressioni altissime e si stava espandendo e raffreddando molto rapidamente. All’incirca 10−37 secondi dopo l’istante iniziale, una transizione di fase causò un’inflazione cosmica, durante la quale l’universo aumentò le sue dimensioni esponenzialmente. Quando il processo di inflazione si fermò, il cosmo era formato da un plasma di quark e gluoni, oltre a tutte le altre particelle elementari. Le temperature erano così alte che il moto casuale delle particelle avveniva a velocità relativistiche e coppie particella-antiparticella di ogni tipo erano continuamente create e distrutte nelle collisioni. Ad un certo istante una reazione sconosciuta, chiamata bariogenesi, violò la conservazione del numero barionico, portando ad una leggera sovrabbondanza dei quark e dei leptoni sugli antiquark e sugli antileptoni (dell’ordine di 1 parte su 30 milioni). Questo processo potrebbe spiegare il predominio della materia sull’antimateria nell’universo attuale.

 

L’universo continuò ad espandersi e la sua temperatura continuò a diminuire, quindi l’energia tipica di ogni particella andò diminuendo. La rottura della simmetria della transizione di fase portò le quattro interazioni fondamentali della fisica e i parametri delle particelle elementari nella loro forma attuale. All’incirca dopo 10−11 secondi, il quadro d’insieme diventa meno speculativo, visto che le energie delle particelle diminuiscono fino a valori raggiungibili negli esperimenti di fisica delle particelle. Arrivati a 10−6 secondi, quark e gluoni si combinarono per formare barioni, come protoni e neutroni. La piccola differenza presente nel numero di quark e antiquark portò ad una sovrabbondanza dei barioni sugli antibarioni. La temperatura non era più sufficientemente alta per formare nuove coppie protoni-antiprotoni (e ugualmente per le coppie di neutroni-antineutroni), perciò seguì immediatamente una annichilazione di massa che lasciò soltanto uno ogni 1010 dei protoni e neutroni originali e nessuna delle loro antiparticelle. Un processo simile avvenne al tempo di un secondo per gli elettroni e i positroni. Dopo questi due tipi di annichilazione, i protoni, i neutroni e gli elettroni rimanenti non stavano più viaggiando a velocità relativistiche e la densità di energia del cosmo era dominata dai fotoni (con un contributo minore dovuto ai neutrini).

 

Qualche minuto dopo l’istante iniziale, quando la temperatura era all’incirca 109 kelvin (ovvero un miliardo di kelvin) e la densità paragonabile a quella dell’aria, i neutroni si combinarono con i protoni, formando i primi nuclei di deuterio e di elio in un processo chiamato nucleosintesi. La maggior parte dei protoni non si combinò e rimase sotto forma di nuclei di idrogeno. Quando l’universo si raffreddò, il contributo della densità energetica della massa a riposo della materia arrivò a dominare gravitazionalmente il contributo della densità di energia associata alla radiazione del fotone. Dopo circa 379 000 anni, gli elettroni e i vari nuclei si combinarono formando gli atomi (soprattutto idrogeno); a partire da questo istante, la radiazione si disaccoppiò dalla materia e continuò a vagare libera nello spazio. Questa radiazione fossile, che ancora oggi è visibile, è conosciuta come radiazione cosmica di fondo.

 

In un periodo di tempo molto lungo, le regioni leggermente più dense rispetto alla distribuzione uniforme di materia attrassero gravitazionalmente la materia circostante e crebbero, aumentando la loro densità, formando nubi di gas, stelle, galassie e le altre strutture astronomiche osservabili oggi. I dettagli di questo processo dipendono dalla quantità e dal tipo di materia presente nell’universo. I tre possibili tipi di materia conosciuti sono la materia oscura fredda, la materia oscura calda e la materia barionica. La miglior misura disponibile (fornita da WMAP) mostra che la forma di materia dominante nel cosmo è la materia oscura fredda. Gli altri due tipi formano insieme meno del 18% dell’intera materia dell’universo.

 

Dallo studio di alcune prove osservative, come le supernovae di tipo Ia e la radiazione cosmica di fondo, gli astrofisici ritengono che attualmente l’universo sia dominato da una misteriosa forma di energia, conosciuta come energia oscura, la quale apparentemente permea tutto lo spazio. Le osservazioni suggeriscono che circa il 72% di tutta la densità d’energia dell’universo attuale sia sotto questa forma. Quando il cosmo era più giovane, era permeato in ugual modo dall’energia oscura, ma la forza di gravità aveva il sopravvento e rallentava l’espansione, in quanto era presente meno spazio ed i vari oggetti astronomici erano più vicini tra loro. Dopo alcuni miliardi di anni, la crescente abbondanza dell’energia oscura causò un’accelerazione dell’espansione dell’universo. L’energia oscura, nella sua forma più semplice, prende la forma della costante cosmologica nelle equazioni di campo di Einstein della relatività generale, ma la sua composizione e il suo meccanismo sono sconosciuti e, più in generale, i particolari della sua equazione di stato e le relazioni con il Modello Standard della fisica delle particelle continuano ad essere studiati sia tramite osservazioni, sia dal punto di vista teorico.

 

Tutta l’evoluzione cosmica successiva all’epoca inflazionaria può essere descritta rigorosamente dal modello ΛCDM, il quale utilizza le strutture indipendenti della meccanica quantistica e della relatività generale. Come descritto in precedenza, non esiste ancora un modello ben supportato che descriva i fenomeni precedenti a 10−15 secondi. Per poter risalire a tali periodi di tempo è necessaria una nuova teoria unificata, definita gravità quantistica. La comprensione dei primissimi istanti della storia dell’universo è attualmente uno dei più grandi problemi irrisolti della fisica.

 

Ipotesi fondamentali

 

La teoria del Big Bang si basa su due ipotesi fondamentali: l’universalità delle leggi della fisica e il principio cosmologico (il quale afferma che, su larga scala, l’universo è omogeneo e isotropo).

 

Queste idee erano inizialmente considerate dei postulati, ma attualmente si sta provando a verificare ciascuna delle due. Per esempio, la prima ipotesi è stata verificata da osservazioni che mostrano che la più ampia discrepanza possibile del valore della costante di struttura fine nel corso della storia dell’universo è nell’ordine di 10−5. Inoltre, la relatività generale ha superato test severi sulla scala del sistema solare e delle stelle binarie, mentre estrapolazioni su scale cosmologiche sono state convalidate da successi empirici di vari aspetti della teoria del Big Bang.

 

Se il cosmo su larga scala appare isotropo dal punto di osservazione della Terra, il principio cosmologico può essere ricavato dal più semplice principio copernicano, il quale afferma che non è presente alcun osservatore privilegiato nell’universo. A questo rispetto, il principio cosmologico è stato confermato con un’incertezza di 10−5 attraverso le osservazioni della radiazione cosmica di fondo. L’universo è risultato essere omogeneo su larga scala entro un ordine di grandezza del 10%.

 

Metrica FLRW

 

La relatività generale descrive lo spaziotempo attraverso una metrica, che determina le distanze che separano i punti vicini. Gli stessi punti (che possono essere galassie, stelle o altri oggetti) sono specificati usando una carta o “griglia” che è posizionata al di sopra dello spaziotempo. Il principio cosmologico implica che la metrica dovrebbe essere omogenea e isotropa su larga scala, il che individua univocamente la metrica di Friedmann – Lemaître – Robertson – Walker (metrica FLRW). Questa metrica contiene un fattore di scala, che descrive come la dimensione dell’universo cambia con il tempo. Questo consente di definire un opportuno sistema di coordinate, chiamate coordinate comoventi. Adottando questo sistema di coordinate, la griglia si espande assieme all’universo e gli oggetti che si stanno muovendo solo a causa dell’espansione dell’universo rimangono in punti fissi della griglia. Mentre le loro coordinate comoventi rimangono costanti, le distanze fisiche tra due punti comoventi si espandono proporzionalmente al fattore di scala dell’universo.

 

Il Big Bang non è stata un’esplosione di materia che si muove verso l’esterno per riempire un universo vuoto. È invece lo spazio stesso che si espande con il tempo dappertutto e aumenta la distanza fisica tra due punti comoventi. Poiché la metrica FLRW assume una distribuzione uniforme della massa e dell’energia, è applicabile al nostro universo solo su larga scala, in quanto le concentrazioni locali di materia, come la nostra galassia, sono legate gravitazionalmente e come tali non possono risentire dell’espansione su larga scala dello spazio.

 Orizzonti

 

Un’importante caratteristica dello spaziotempo del Big Bang è la presenza di un orizzonte cosmologico. Poiché l’universo ha un’età finita e la luce viaggia ad una velocità finita, possono esservi degli eventi accaduti nel passato la cui luce non ha avuto sufficiente tempo per raggiungere la Terra. Ciò comporta un limite o un orizzonte nel passato sugli eventi più distanti che possono essere osservati. Al contrario, poiché lo spazio si sta espandendo e gli oggetti più distanti si stanno allontanando sempre più velocemente, la luce emessa oggi da un punto sulla Terra potrebbe non essere mai ricevuta dagli oggetti più lontani. Questo definisce un orizzonte nel futuro, che limita gli eventi futuri che possiamo influenzare. La presenza di entrambi i tipi di orizzonte dipende dai dettagli del modello FLRW che descrive il nostro universo. La nostra comprensione dell’universo nei suoi primissimi istanti suggerisce che c’è un orizzonte nel passato, anche se in pratica la nostra visione è limitata anche a causa dell’”opacità” dell’universo nei primi istanti. Perciò la nostra visione non può estendersi nel passato oltre circa 380000 anni dal Big Bang, benché l’orizzonte passato si sposti gradualmente verso punti sempre più remoti nello spazio. Se l’espansione dell’universo continua ad accelerare, ci sarà pure un orizzonte del futuro.

 Prove osservative

 

Le prove osservative principali e più dirette della teoria del Big Bang sono:

 l’espansione secondo la legge di Hubble, che si può osservare nel redshift delle galassie;

 le misure dettagliate della radiazione cosmica di fondo;

 l’abbondanza degli elementi leggeri.

 

Questi sono talvolta chiamati i tre pilastri della teoria del Big Bang. Altri tipi di prove supportano il quadro d’insieme, come ad esempio molte proprietà della struttura a grande scala dell’universo, che sono previste a causa della crescita gravitazionale della struttura nella teoria standard del Big Bang.

 

La legge di Hubble e l’espansione dello spazio

 

Le osservazioni delle galassie e dei quasar mostrano che questi oggetti presentano il fenomeno del redshift, vale a dire che la loro luce emessa è spostata verso lunghezze d’onda maggiori. Questo fenomeno può essere osservato prendendo in esame lo spettro delle frequenze di un oggetto e confrontandolo con il modello spettroscopico delle linee di emissione o delle linee di assorbimento, che corrisponde agli atomi degli elementi chimici che interagiscono con la luce. Questi redshift sono omogenei, isotropi e distribuiti uniformemente tra gli oggetti osservati in tutte le direzioni. Per alcune galassie è possibile calcolare la loro distanza dalla Terra attraverso la scala delle distanze cosmiche. Quando le velocità di allontanamento vengono confrontate con queste distanze, viene riscontrata una relazione lineare, nota come legge di Hubble:

 

dove:

 v è la velocità di allontanamento di una galassia (o di un qualsiasi oggetto lontano dalla Terra)

 D è la distanza propria comovente dell’oggetto

 H0 è la costante di Hubble, che risulta essere (70,1 ± 1,3) km/s/Mpc (dai rilevamenti del satellite WMAP).

 

La legge di Hubble ha due possibili spiegazioni: o la Terra è al centro di una espansione delle galassie, che è insostenibile per via del principio copernicano, o l’universo si sta espandendo uniformemente dappertutto. Questa espansione è prevista dalla relatività generale nella formulazione di Alexander Friedman nel 1922 e da Georges Lemaître nel 1927, molto prima che Hubble facesse le sue analisi e osservazioni nel 1929 e rimane il fondamento della teoria del Big Bang così come è stata sviluppata da Friedmann, Lemaître, Robertson e Walker.

 

La teoria richiede che la relazione v = HD sia mantenuta in ogni arco di tempo, dove D è la distanza propria, v = dD / dt. Le quantità v, H e D variano mentre l’universo si espande (perciò si indica con H0 la costante di Hubble nella nostra epoca astronomica). Per distanze molto inferiori alla grandezza dell’universo osservabile, il redshift dovuto alla legge di Hubble può essere interpretato come un effetto Doppler, e quindi può essere calcolata la velocità di allontanamento v. Tuttavia, il redshift non è un vero e proprio effetto Doppler, bensì il risultato dell’espansione dell’universo tra l’attimo in cui un fascio di luce è stato emesso e il momento in cui è stato ricevuto.

 

Che lo spazio sia in una fase di espansione metrica è evidenziato dalle prove di osservazione diretta del principio cosmologico e del principio di Copernico, che insieme alla legge di Hubble non hanno altra spiegazione. I redshift astronomici sono estremamente isotropi e omogenei, confermando il principio cosmologico, il quale afferma che l’universo appare uguale in tutte le direzioni. Se gli spostamenti verso il rosso fossero il risultato di un’esplosione da un punto distante da noi, questi non sarebbero così simili lungo le diverse direzioni.

 

Le misure degli effetti della radiazione cosmica di fondo nelle dinamiche dei sistemi astrofisici distanti effettuate nel 2000 hanno confermato il principio di Copernico, cioè che la Terra non è in una posizione centrale su scala cosmica. La radiazione proveniente dal Big Bang era sicuramente più calda nelle prime epoche in tutto l’universo. Il raffreddamento uniforme della radiazione cosmica di fondo attraverso miliardi di anni è spiegabile solo se l’universo sta subendo un’espansione metrica ed esclude la possibilità che siamo nell’unico centro dell’esplosione.

 

Radiazione cosmica di fondo

 

Nei giorni successivi al Big Bang, l’universo era in una condizione di equilibrio termodinamico, con fotoni che erano continuamente emessi ed assorbiti, dando alla radiazione una forma simile allo spettro di un corpo nero. Mentre si espandeva, l’universo si raffreddava fino a raggiungere una temperatura che non permetteva più la creazione e la distruzione dei fotoni. La temperatura era però ancora sufficientemente alta da non consentire che gli elettroni si legassero con i nuclei per formare atomi ed i fotoni erano costantemente riflessi da questi elettroni liberi attraverso un processo chiamato scattering Thomson. A causa di questo ripetuto scattering, l’universo era inizialmente “opaco”.

 

Quando la temperatura scese a qualche migliaio di kelvin, gli elettroni liberi e i nuclei cominciarono a combinarsi tra loro per formare gli atomi, un processo conosciuto come ricombinazione . Poiché la diffusione dei fotoni è meno frequente da atomi neutri, la radiazione si disaccoppiò dalla materia quando tutti gli elettroni si ricombinarono (all’incirca 379 000 anni dopo il Big Bang). Questi fotoni formano la radiazione cosmica di fondo, che è possibile rilevare oggi e il modello osservato delle fluttuazioni di tale radiazione fornisce un’immagine del nostro universo in quell’epoca iniziale. L’energia dei fotoni fu successivamente spostata verso il rosso dall’espansione dell’universo, il che conservò lo spettro di corpo nero, ma causò l’abbassamento della sua temperatura, spostando i fotoni nella regione delle microonde all’interno dello spettro elettromagnetico. Si ritiene che sia possibile osservare la radiazione in ogni punto dell’universo e che essa provenga da tutte le direzioni con (all’incirca) la stessa intensità.

 

Nel 1964 Arno Penzias e Robert Wilson scoprirono casualmente la radiazione cosmica di fondo, mentre conducevano osservazioni diagnostiche usando un nuovo ricevitore di microonde (di proprietà dei Bell Laboratories). La loro scoperta fornì la sostanziale conferma delle previsioni sulla radiazione (essa era isotropica e confrontabile con uno spettro di corpo nero con una temperatura di circa 3 K) e permise di avere una valida prova a favore dell’ipotesi del Big Bang. Penzias e Wilson ricevettero il premio Nobel per la fisica nel 1978 grazie a questa scoperta.

 

Nel 1989 la NASA lanciò il satellite COBE (acronimo di COsmic Background Explorer) e le prime conclusioni, fornite nel 1990, erano consistenti con le previsioni della teoria del Big Bang per quanto riguarda la radiazione cosmica di fondo. COBE trovò una temperatura residua di 2,726 K e nel 1992 individuò per la prima volta le fluttuazioni (anisotropie) della radiazione, con un’incertezza di una parte su 105. John C. Mather e George Smoot ricevettero il premio Nobel nel 2006 per questo lavoro. Durante il decennio successivo, queste anisotropie furono studiate ulteriormente da un gran numero di esperimenti (sia a terra, sia attraverso palloni sonda). Nel 2000-2001 molti esperimenti (tra cui il più importante fu BOOMERanG), misurando la larghezza angolare tipica delle anisotropie, trovarono che l’universo ha una geometria quasi piatta.

 

All’inizio del 2003, furono pubblicati i primi risultati del satellite WMAP, ottenendo quelli che erano al tempo i più accurati valori di alcuni parametri cosmologici. Il satellite inoltre escluse numerosi modelli inflazionari, benché i risultati fossero in generale coerenti con la teoria dell’inflazione e confermò che un mare di neutrini cosmici permea l’universo, una prova evidente che le prime stelle impiegarono più di mezzo miliardo di anni per creare una nebbia cosmica. Un altro satellite simile a WMAP, il Planck Surveyor, che è stato lanciato il 14 maggio 2009, fornirà misure ancora più precise sull’anisotropia della radiazione di fondo. Sono previsti inoltre esperimenti a terra e con palloni sonda.

 

La radiazione di fondo è incredibilmente omogenea e questo presentò un problema nei modelli di espansione convenzionali, perché ciò avrebbe implicato che i fotoni provenienti da direzioni opposte siano venuti da regioni che non sono mai state in contatto le une con le altre. La spiegazione oggi prevalente per questo equilibrio su vasta scala è che l’universo abbia avuto un breve periodo con una espansione esponenziale, conosciuta come inflazione. Questo avrebbe avuto l’effetto di allontanare regioni che erano in equilibrio termodinamico, cosicché tutto l’universo osservabile proviene da una regione con lo stesso equilibrio.

 

Abbondanza degli elementi primordiali

 

A partire dal modello del Big Bang, è possibile calcolare la concentrazione di elio-4, elio-3, deuterio e litio-7 nell’universo in rapporto alla presenza totale di idrogeno ordinario. Tutte le loro abbondanze derivano da un singolo parametro, il rapporto tra fotoni e barioni, che può essere calcolato indipendentemente dalla struttura dettagliata delle fluttuazioni della radiazione di fondo. I rapporti delle masse previsti sono circa 0,25 per elio-4 rispetto a idrogeno, circa 10−3 per il deuterio rispetto all’idrogeno, circa 10−4 per elio-3 rispetto ad idrogeno e circa 10−9 per litio-7 rispetto all’idrogeno.

 

Le misure delle abbondanze primordiali di tutti e quattro gli isotopi elencati sopra sono coerenti con un unico valore del rapporto barione-fotone. Il valore per il deuterio è altamente consistente, vicino ma leggermente discrepante per elio-4 e discordante di un fattore 2 per litio-7; negli ultimi due casi la discordanza dei valori è causata da errori sistematici. La consistenza di questi dati con quelli previsti dalla teoria della nucleosintesi è una prova a favore della teoria del Big Bang. Finora è l’unica teoria conosciuta che riesca a spiegare l’abbondanza relativa degli elementi leggeri, in quanto è impossibile che il Big Bang possa aver prodotto più del 20–30% di elio. Infatti non vi è alcun motivo evidente al di fuori del Big Bang per cui il “giovane” universo (vale a dire prima della formazione delle stelle, secondo quanto stabilito dallo studio della materia presumibilmente libera dai prodotti della nucleosintesi stellare) dovesse avere più elio che deuterio o più deuterio di ³He.

 

Evoluzione e distribuzione galattica

 

Osservazioni dettagliate sulla morfologia e distribuzione delle galassie e dei quasar forniscono una prova convincente della teoria del Big Bang. La combinazione delle osservazioni e delle teorie suggerisce che i primi quasar e le prime galassie si formarono circa un miliardo di anni dopo il Big Bang e da allora si formarono le strutture più grandi, come gli ammassi e i superammassi galattici. Le popolazioni stellari si sono evolute nel tempo, perciò le galassie più distanti (che vengono osservate così come erano nel giovane universo) appaiono molto diverse dalle galassie a noi più vicine, in quanto queste ultime sono osservate in uno stato più recente. Inoltre, le galassie che si sono formate in periodi relativamente recenti appaiono decisamente diverse rispetto a quelle che si formarono ad una distanza simile, ma subito dopo il Big Bang. Queste osservazioni sono portate come prove contro il modello dello stato stazionario. Le osservazioni della formazione stellare, della distribuzione di galassie e quasar e le strutture a larga scala sono in accordo con le previsioni del Big Bang (per quel che riguarda la formazione di queste strutture nell’universo) e stanno contribuendo a completare tutti i dettagli della teoria.

 

Altri tipi di prove

 

Dopo alcune controversie, l’età dell’universo, come stimato dalla costante di Hubble e dalla radiazione di fondo, è consistente (vale a dire leggermente maggiore) con le età delle stelle più vecchie, misurate applicando la teoria dell’evoluzione stellare agli ammassi globulari e attraverso la datazione radiometrica di singole stelle di Popolazione II.

 

La previsione che la temperatura della radiazione di fondo fosse più alta in passato è stata confermata sperimentalmente dalle osservazioni delle linee di emissioni sensibili alla temperatura nelle nubi di gas con alto spostamento verso il rosso. Questa previsione implica inoltre che l’ampiezza dell’effetto Sunyaev-Zel’dovich negli ammassi di galassie non dipende direttamente dal loro redshift: questo sembra essere abbastanza vero, ma l’ampiezza dipende da proprietà dell’ammasso, che cambiano sostanzialmente solo su un arco di tempo cosmico, perciò una verifica abbastanza precisa è impossibile da svolgere.

 Questioni aperte

 

Mentre ormai pochi ricercatori mettono in dubbio il fatto che sia avvenuto il Big Bang, la comunità scientifica era divisa in passato tra chi sosteneva tale teoria e chi riteneva possibili altri modelli cosmologici. In questo contesto di acceso dibattito furono sollevati molti problemi inerenti alla teoria del Big Bang e la sua capacità di riprodurre le osservazioni cosmologiche. Ormai questi problemi sono perlopiù ricordati principalmente per il loro interesse storico; le soluzioni ad essi sono state ottenute o attraverso modifiche alla teoria o come risultato di osservazioni migliori. Altre questioni, come il problema della cuspide degli aloni galattici, la grande presenza di galassie nane e la natura della materia oscura fredda, non sono considerate irrisolvibili e si suppone di venirne a capo attraverso ulteriori perfezionamenti di tale teoria.

 

Le idee centrali nella teoria del Big Bang (vale a dire l’espansione, lo stato iniziale ad elevata temperatura, la formazione dell’elio, la formazione delle galassie) sono state confermate da parecchie osservazioni indipendenti tra loro, che includono l’abbondanza degli elementi leggeri, la radiazione cosmica di fondo, la struttura a grande scala dell’universo e le supernovae di tipo Ia, e perciò non possono più essere messe in dubbio come caratteristiche importanti e reali del nostro universo.

 

Gli attuali accurati modelli del Big Bang ricorrono a vari fenomeni fisici “esotici”, che non sono stati ancora osservati negli esperimenti effettuati nei laboratori terrestri o non sono stati incorporati nel Modello Standard della fisica delle particelle. Fra questi fenomeni l’esistenza dell’energia oscura e della materia oscura sono considerate le ipotesi più solide, mentre l’inflazione cosmica e la bariogenesi sono teorie più speculative: esse forniscono spiegazioni soddisfacenti per importanti caratteristiche dell’universo nelle epoche più antiche, ma potrebbero essere sostituite da idee alternative senza compromettere il resto della teoria. Le spiegazioni di tali fenomeni sono ancora argomento dei settori più avanzati della ricerca fisica.

 Problema dell’orizzonte

 

Il problema dell’orizzonte nasce dalla premessa che non esiste alcuna interazione capace di trasmettere informazione a velocità superiore a quella della luce. In un universo con un’età finita, ciò comporta un limite, detto orizzonte di particella, sulla massima distanza tra due qualsiasi regioni di spazio che sono in rapporto causale tra loro. L’isotropia osservata nella radiazione cosmica di fondo è problematica al riguardo: se l’universo fosse stato dominato dalla radiazione o dalla materia per tutto l’arco di tempo che arriva fino all’istante dell’ultimo scattering, l’orizzonte di particella relativo a quell’istante dovrebbe corrispondere a due gradi nel cielo. Quindi non ci sarebbe alcun meccanismo che possa portare regioni più ampie di cielo ad avere la stessa temperatura.

 

Una soluzione a questa apparente incoerenza è fornita dalla teoria inflazionaria, nella quale un campo di energia scalare omogeneo e isotropo dominò l’universo in un periodo di tempo che precede la bariogenesi. Durante l’inflazione, l’universo subì un’espansione esponenziale e l’orizzonte delle particelle si espanse molto più rapidamente di quanto supposto in precedenza, perciò anche quelle regioni, che sono attualmente poste su lati opposti dell’universo osservabile, sono bene all’interno del reciproco orizzonte delle particelle. L’isotropia osservata nella radiazione di fondo deriva dal fatto che tutto l’universo osservabile era in rapporto causale prima dell’inizio dell’inflazione e perciò si era già portato in una condizione di equilibrio termico.

 

Il principio di indeterminazione di Heisenberg prevede che durante la fase inflazionaria ci siano state fluttuazioni termiche quantistiche, che si sarebbero ingrandite su scala cosmica. Queste fluttuazioni sono i fondamenti di tutti gli attuali modelli sulla struttura dell’universo. L’inflazione prevede che le fluttuazioni primordiali siano all’incirca invarianti di scala e gaussiane; ciò è stato accuratamente confermato dalle misure della radiazione di fondo.

 

Se il processo inflazionistico ha davvero avuto luogo, l’espansione esponenziale deve aver spinto ampie regioni dello spazio ben oltre il nostro orizzonte osservabile.

 Problema dell’universo piatto

 

Il problema dell’universo piatto (conosciuto anche come il problema dell’universo vecchio) è un problema osservativo, associato alla metrica di Friedmann – Lemaître – Robertson – Walker. L’universo può avere una curvatura spaziale positiva, negativa o nulla in funzione della sua densità totale di energia. Avrà curvatura negativa se la sua densità è inferiore alla densità critica, positiva se è maggiore e nulla se la densità coincide con quella critica (nel qual caso lo spazio viene definito piatto). Il problema è che ogni minima divergenza dalla densità critica aumenta con il tempo e ancora oggi l’universo rimane molto vicino all’essere piatto. Dato che una scala naturale dei tempi per l’inizio della deviazione dalla piattezza potrebbe essere il tempo di Planck, 10−43 secondi, il fatto che l’universo non abbia raggiunto né la morte termica né il Big Crunch dopo miliardi di anni, richiede una spiegazione. Per esempio, anche all’epoca relativamente “vecchia” di pochi minuti (il tempo della nucleosintesi), la densità dell’universo deve essersi trovata entro circa una parte su 1014 dal suo valore critico, altrimenti l’universo non esisterebbe così com’è oggi.

 

Una soluzione a questo problema è fornita dall’inflazione. Durante il periodo inflazionario, lo spaziotempo si espanse, fino al punto che la sua curvatura sarebbe stata resa piatta. Pertanto, si ritiene che l’inflazione portò l’universo ad uno stato spaziale sostanzialmente piatto, con all’incirca l’esatta densità critica.

 

Monopolo magnetico

 

L’obiezione riguardante il monopolo magnetico fu sollevata alla fine degli anni settanta. Le teorie della grande unificazione prevedevano un difetto topologico nello spazio, che si sarebbe manifestato sotto forma di monopoli magnetici. Questi oggetti potrebbero essere prodotti in maniera efficiente nelle primissime fasi dell’universo (con temperature molto elevate), dando una densità più alta di quella che è consistente con le osservazioni, dato che durante le ricerche non sono mai stati osservati monopoli. Questo problema può essere anche risolto con l’inflazione cosmica, che rimuove tutti i difetti dall’universo osservabile nello stesso modo in cui essa porta la geometria dell’universo ad essere piatta.

 

Una soluzione al problema dell’orizzonte, della geometria piatta e del monopolo magnetico alternativa all’inflazione cosmica è data dall’ipotesi di curvatura di Weyl.

 Asimmetria barionica

 

Non si conosce ancora il motivo per cui nell’universo attuale sia presente solo materia e non antimateria.[33] È generalmente accettato il fatto che l’universo, quando era giovane e caldo, era in equilibrio e conteneva un egual numero di barioni e antibarioni. Ciò nonostante, le osservazioni indicano che l’universo, incluse le sue regioni più distanti, è fatto quasi esclusivamente di materia. Un processo sconosciuto chiamato bariogenesi creò questa asimmetria. Affinché questo processo accadesse, dovevano essere soddisfatte le condizioni di Sakharov. Queste richiedono che il numero barionico non fosse conservato, che la simmetria C e la simmetria CP fossero violate e che l’universo avesse perso il suo equilibrio termodinamico. Tutte queste condizioni sono verificate nel Modello Standard, ma gli effetti non sono abbastanza forti da spiegare l’attuale asimmetria.

 Età degli ammassi globulari

 

Alla metà degli anni novanta, le osservazioni riguardanti gli ammassi globulari sembravano essere in contraddizione con il Big Bang. Le simulazioni al computer, che confrontavano le osservazioni delle varie popolazioni stellari dei vari ammassi, indicarono che essi avessero un’età di circa 15 miliardi di anni (che era in contrasto con l’età dell’universo, circa 13,7 miliardi di anni). Questo problema fu risolto alla fine degli anni ’90, quando nuove simulazioni al computer, che includevano gli effetti della massa persa a causa del vento stellare, indicarono un’età molto più giovane per gli ammassi globulari. Restano aperte alcune questioni, su come misurare accuratamente l’età di questi ammassi, ma si pensa che questi oggetti siano tra i più vecchi dell’intero universo.

 Interazioni tra galassie e quasar

 

Durante degli studi effettuati negli anni sessanta, l’astronomo Halton Arp individuò dei possibili collegamenti tra alcune galassie con dei quasar e si riteneva che entrambi questi oggetti, essendo vicini a causa di queste interazioni, avessero avuto un redshift simile per via della legge di Hubble.Al contrario di quanto atteso, si calcolò un’estrema diversità tra i valori dei due redshift, come nel caso della galassia NCG 4319, e questo dato sembrava mettere in crisi l’idea dell’espansione dell’universo, poiché due oggetti vicini devono avere un simile spostamento verso il rosso dovuto all’espansione del cosmo. Per risolvere questo problema, che avrebbe colpito le basi della teoria del Big Bang, si è ipotizzato che la differenza nei redshift sia dovuta al fatto che queste galassie studiate, che sono generalmente molto attive, abbiano “espulso” il quasar; a questo punto la differenza dei redshift non sarebbe da attribuire a cause cosmologiche, ma a caratteri locali del sistema considerato.

 

Materia oscura

 

Durante gli anni settanta e ottanta, numerose osservazioni hanno mostrato che non c’è abbastanza materia visibile nell’universo per spiegare l’apparente forza dell’attrazione gravitazionale all’interno delle galassie e reciprocamente tra esse stesse. Ciò ha portato l’idea che oltre il 90% della materia dell’universo sia materia oscura, che non emette luce e non interagisce con la normale materia barionica. Inoltre, l’ipotesi che l’universo fosse costituito principalmente da materia ordinaria, portò a delle previsioni che si rivelarono in forte contrasto con le osservazioni; in particolare l’universo oggi ha una struttura molto più a grumi e contiene molto meno deuterio di quanto sia possibile spiegare senza la presenza della materia oscura.

 

Mentre l’ipotesi della materia oscura era ritenuta controversa all’inizio, adesso viene suggerita da numerose osservazioni: le anisotropie della radiazione di fondo, la dispersione delle velocità degli ammassi di galassie, le distribuzioni della struttura a larga scala, gli studi sulle lenti gravitazionali e le misure degli ammassi di galassie attraverso i raggi X.

 

La prova della presenza della materia oscura deriva dalla sua influenza gravitazionale sulla materia ordinaria, anche se nessuna particella della materia oscura è mai stata osservata in laboratorio. Sono state proposte molte particelle come appartenenti a questo tipo di materia e molti progetti per studiarle direttamente sono in corso.

 

Energia oscura

 

Le misure sulla relazione tra il redshift e la magnitudine delle supernovae di tipo Ia hanno mostrato che l’espansione dell’universo sta accelerando da quando il cosmo aveva all’incirca metà della sua attuale età. Per spiegare questa accelerazione, la relatività generale richiede che la maggior parte dell’energia dell’universo sia costituita da una componente con un’alta pressione negativa, soprannominata “energia oscura”. Questo tipo di energia viene suggerita da molti tipi di prove: le misure della radiazione di fondo indicano che l’universo è molto piatto dal punto di vista spaziale e quindi, in base alla relatività generale, esso deve avere quasi esattamente la densità critica del rapporto tra massa ed energia; invece la densità di massa del cosmo, che può essere misurata dai raggruppamenti gravitazionali, raggiunge solamente il 30% circa della densità critica. Poiché l’energia oscura non si raggruppa nel modo ordinario, quest’ultima è la migliore spiegazione per completare la parte mancante di densità di energia. L’energia oscura è inoltre richiesta da due misure geometriche della curvatura totale dell’universo: una utilizzando la frequenza delle lenti gravitazionali e l’altra utilizzando il modello caratteristico della struttura a larga scala del cosmo come un regolo.

 

La pressione negativa è una proprietà dell’energia del vuoto, ma l’esatta natura dell’energia oscura rimane uno dei grandi misteri del Big Bang. Alcuni possibili candidati per spiegare quale sia l’esatta forma di tale energia sono la costante cosmologica e la quintessenza. I risultati dal satellite WMAP (forniti nel 2008), che combinano i dati ricevuti dalla radiazione di fondo e da altre sorgenti, indicano che l’attuale universo è costituito dal 72% di energia oscura, dal 23% di materia oscura, dal 4,6% di materia ordinaria e da meno dell’1% di neutrini. La densità di energia dovuta alla materia diminuisce con l’espansione dell’universo, ma la densità dovuta all’energia oscura rimane all’incirca costante durante l’espansione cosmica. Pertanto la materia costituì una parte più importante della densità di energia nel passato rispetto ad oggi, ma il suo contributo continuerà a diminuire nel futuro, poiché l’energia oscura diventerà sempre più dominante.

 

Nel modello ΛCDM, l’attuale miglior modello del Big Bang, l’energia oscura viene spiegata tramite la presenza di una costante cosmologica, introdotta nella relatività generale; tuttavia la dimensione della costante, che spiega correttamente l’energia oscura, è più piccola di circa 120 ordini di grandezza rispetto alle stime basate sulla gravità quantistica. La distinzione tra la costante cosmologica e le altre forme per spiegare l’energia oscura è un’area molto attiva dell’attuale ricerca.

 

Il futuro secondo la teoria del Big Bang

 

Prima delle osservazioni dell’energia oscura, i cosmologi ritenevano possibili due scenari per il futuro dell’universo:

 Una prima ipotesi riteneva che se la densità di massa dell’universo fosse stata più grande della densità critica, allora l’universo avrebbe raggiunto una dimensione massima e poi avrebbe cominciato a collassare. A quel punto sarebbe diventato nuovamente più denso e più caldo e avrebbe finito per tornare in una condizione simile a quella con cui iniziò. Questa ipotesi è nota come Big Crunch.

 Una seconda ipotesi invece riteneva che se la densità nell’universo fosse stata uguale o inferiore alla densità critica, l’espansione sarebbe continuata rallentando, ma senza mai fermarsi. La formazione stellare terminerebbe quando tutto il gas interstellare presente in ogni galassia sia stato consumato; le stelle terminerebbero la loro esistenza lasciando il posto a nane bianche, stelle di neutroni e buchi neri. Molto lentamente nel tempo, le collisioni tra questi oggetti avrebbero prodotto il collasso della massa all’interno di buchi neri sempre più grandi. La temperatura media dell’universo avrebbe raggiunto asintoticamente lo zero assoluto in quello che viene definito il Big Freeze. Inoltre, se i protoni divenissero instabili, allora la materia barionica scomparirebbe, lasciando posto soltanto alla radiazione elettromagnetica e ai buchi neri. Infine i buchi neri finirebbero con l’evaporare a causa della radiazione di Hawking. L’entropia dell’universo sarebbe aumentata fino a raggiungere il punto in cui non sarebbe possibile nessuno scambio di qualsiasi forma di energia, uno scenario noto come morte termica dell’universo.

 

Le moderne osservazioni riguardanti l’espansione accelerata implicano che una parte sempre maggiore dell’universo visibile passerà oltre l’orizzonte degli eventi e non potrà più essere in contatto con noi. Il risultato finale è per il momento sconosciuto. Il modello ΛCDM definisce l’energia oscura nella forma della costante cosmologica. Questa teoria suggerisce che solo i sistemi legati gravitazionalmente, come le galassie, rimarrebbero insieme e sarebbero soggetti alla morte termica durante l’espansione e il raffreddamento del cosmo. Un’altra forma di energia oscura, conosciuta come energia fantasma, implicherebbe che gli ammassi di galassie, stelle, pianeti, atomi, nuclei e la stessa materia saranno distrutti dal continuo aumento della velocità di espansione in un processo noto come Big Rip.

 

Formulazioni avanzate, ma non ancora consolidate, della teoria del Big Bang

 

Anche se il modello del Big Bang è stato accettato in cosmologia, esso verrà probabilmente perfezionato in futuro, poiché si sa ancora troppo poco dei primissimi istanti della storia dell’universo.

 

I teoremi di Penrose-Hawking sulle singolarità gravitazionali dimostrano l’esistenza di una singolarità all’inizio del tempo cosmico. Tuttavia questi teoremi assumono la validità della relatività generale, benché essa non sia applicabile prima del tempo in cui l’universo raggiunse la temperatura di Planck. Una trattazione della gravità in accordo anche con la meccanica quantistica potrebbe portare a soluzioni prive di singolarità.

 

Alcune proposte, ognuna delle quali comporta ipotesi non verificate, sono:

 modelli che includono lo stato “senza frontiere” di Hartle-Hawking, nel quale l’intero spaziotempo è finito; ciò implica che il Big Bang costituisca un limite del tempo, ma senza la necessità di una singolarità iniziale.

 modelli di mondo-brana, nei quali l’inflazione è dovuta al movimento delle “brane” (enti proposti nella teoria delle stringhe). I modelli di mondo-brana includono:

 il modello pre-Big Bang;

 il modello ekpirotico, nel quale il Big Bang è il risultato di una collisione tra brane;

 il modello ciclico, una variante del modello ekpirotico nel quale le collisioni avvengono periodicamente.

 la teoria dell’inflazione caotica, nella quale eventi inflattivi avvengono casualmente all’interno di una “schiuma quanto-gravitazionale”, dando luogo a molteplici universi, che si espandono come bolle a partire dal proprio Big Bang.

 

Le ultime due ipotesi propongono il Big Bang come un evento di un universo più grande e più vecchio (o di un multiverso), e non come l’inizio letterale di tutta la realtà.

 

Limiti della teoria

 

Il modello cosmologico del Big Bang è stato sviluppato estrapolando le conoscenze fisiche attuali sino ad energie molto più grandi di quelle studiate sperimentalmente e a scale di distanza immense. La possibilità, quindi, di trovare conferme alla teoria del Big Bang è sottoposta a limiti teorici ed osservativi.

 

Il modello standard della fisica delle particelle dovrebbe essere valido sino a energie di circa 250 miliardi di elettronvolt, un livello corrispondente a circa 10−12 secondi dopo il Big Bang. Ogni affermazione relativa ad epoche antecedenti è fondata su teorie scientifiche non sufficientemente consolidate.

 

Anche l’osservazione diretta non può coprire le prime fasi del Big Bang. Le onde elettromagnetiche, infatti, non potevano essere trasmesse prima della formazione dell’idrogeno neutro, quando fu emessa la radiazione cosmica di fondo. L’osservazione dell’universo prima di tale evento potrebbe in linea di principio essere condotta rilevando le onde gravitazionali o i neutrini emessi, ma non esiste ancora alcuna tecnologia in grado di eseguire queste misure.

 

La teoria del Big Bang, quindi, risulta fondata su teorie sicuramente affidabili ed osservazioni verificate solo per la descrizione dell’evoluzione dell’universo dalla nucleosintesi primordiale in poi. Particolarmente incerte sono le affermazioni sulla forma globale dell’universo e sulla sua evoluzione nel lontano futuro. L’osservazione, infatti, è limitata dalla finitezza della velocità della luce, che determina un orizzonte invalicabile. Ogni estrapolazione oltre tale orizzonte è fondata su assunzioni più o meno implicite sulle proprietà topologiche dello spaziotempo e sulla sua regolarità ed è, perciò, puramente ipotetica. Localmente l’universo sembra essere piatto (euclideo) ma è impossibile escludere la presenza di una piccola curvatura, che determinerebbe una forma globale completamente diversa.

 

La scoperta dell’accelerazione dell’espansione dell’universo e la conseguente ipotesi dell’esistenza di una energia oscura ha creato ulteriori motivi di incertezza. Il modello di energia oscura adottato è utilizzato nella misura della curvatura dell’universo tramite le osservazioni della radiazione cosmica di fondo, benché i vincoli osservativi sull’energia oscura siano stati determinati nell’ipotesi che l’universo sia piatto.

Categorie
Colazione Computer Database Mondo Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e a Pandora quello che gli spiego oggi

Il giorno dopo io , Kratos e Pandora ci svegliammo verso le 6 e con molta calma ce ne andammo in sala da pranzo , Kratos e Pandora si misero a sedere ai loro soliti posti mentre io invece ero li a preparare i cornetti al cioccolato per me , per Kratos , per Pandora e per Marco . Dopo aver portato il cornetto a Marco , andai a fare colazione con Kratos e Pandora . Dopo averla fatta io dissi a loro – adesso vi dico cosa vi spiego oggi ? e Kratos rispose – Cosa ci spieghi oggi ? e io risposi – oggi vi spiego : Big Bang , Monte Olimpo , Signore del Tempo , Dalek , Statua , Angeli Piangenti , Busto , Reato e Pandora disse – ok .