Categorie
2012 Foto Galassia Spazio

Centaurus A sotto stretto controllo

Centaurus A (NGC 5128), è una galassia dall’aspetto particolare situata a poco più di 12 milioni di anni luce dalla Terra in direzione della costellazione del Centauro, nonché la più vicina delle galassie attive. Appartiene alla classe intermedia tra le galassie ellittiche e quelle a spirale di tipo lenticolare. E’ una galassia gigante ed è visibile anche con un binocolo. Nelle immagini ottenute con telescopi di media apertura e con lunghe esposizioni appare la sua caratteristica più notevole, ossia la presenza di una larga banda scura che divide la galassia in due parti. L’ipotesi più accreditata per spiegare questa strana struttura è che si tratti delle conseguenze di una fusione con un’altra galassia. Dalle regioni centrali di Centaurus A ha origine una delle più forti radiosorgenti conosciute (Cen A). Dai suoi poli, infatti,  partono due emissioni di onde radio a getto della lunghezza di oltre un milione di anni luce, della cui origine  è responsabile un buco nero supermassiccio, la cui massa è stata stimata in oltre 10 milioni di masse solari, ospitato nel nucleo di Centaurus A.

Immagine di Centaurus A ripresa dal telescopio da 2,2 metri di apertura dell’ESO. (ESO).

Adesso, due osservatori orbitanti dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), Herschel eXMM-Newton,  hanno combinato le proprie forze per creare una immagine a multifrequenza degli eventi violenti che si verificano in Centaurus A. Le nuove osservazioni sembrano confermare che tutto potrebbe avere avuto origine da una collisione di due galassie. Mentre precedenti immagini nella banda visibile avevano mostrato una struttura interna molto complessa, la combinazione dei due osservatori rivela strutture atipiche in grandissimo dettaglio.
La galassia fu osservata inizialmente da Sir John Herschel nel 1847, durante unasurvey del cielo australe. Oggi, dopo 160 anni, l’osservatorio Herschel ha giocato un ruolo importante nello scoprire alcuni segreti: le nuove immagini, ottenute nel lontano infrarosso con una risoluzione senza precedenti, mostrano che la gigantesca cicatrice nera formata dalla polvere oscura che attraversa la regione centrale di Centaurus A tende a sparire e che il disco appiattito interno dovrebbe derivare da collisioni con galassie ellittiche in epoche passate.
I dati di Herschel forniscono le prove di una intensa formazione stellare verso il centro della galassia, da dove due getti di materia vengono emessi dal cuore galattico. XMM-Newton, ha invece registrato bagliori ad alta energia da uno dei due getti, esteso per più di 12.000 anni luce dal centro galattico stesso. I dati non si limitano a mostrare come questi getti interagiscano con il mezzo interstellare, ma anche il nucleo attivo della galassia ed il suo ampio alone.
I getti sono la prova del buco nero supermassiccio al centro della galassia. Questa collaborazione ha fornito una nuova prospettiva di un oggetto particolare come Centaurus A, con un buco nero, una intensa formazione stellare e collisioni galattiche passate.

In questo breve filmato Centaurus A vista a varie lunghezze d’onda: