Categorie
2012 Foto Foto del Giono

Foto del Giorno : Alta come il cielo, rossa come il sangue

(© Navesh Chitrakar )

Tra altalene di bambù, riti di adorazione della dea Durga, preghiere mattutine nei templi, sacrifici di animali e festeggiamenti in famiglia il popolo nepalese anche quest’anno ha concluso le celebrazioni dello Dashain, la più importante festività del calendario induista.
Durante il mese di ottobre, per 15 gorni consecutivi l’intero Paese, senza distinzione di casta, celebra l’uccisione del demonio a opera della dea Durga,divinità della forza e della prosperità, come dire la vittora del bene sul male.
La natura religiosa di questa festa impone riti antichi prestabiliti, come il recarsi ogni mattina in un tempio dedicato a una divinità diversa per accumulare influssi positivi che durano fino al Dashain successivo. Ma è anche la festa dei bambini, per i quali vengono costruite grandi altalene di bambù e funi di erba intrecciata su cui giocano dalla mattina fino al tramonto, mentre nelle città più grandi gareggiano con coloratissimi aquiloni costruiti con le proprie mani. Ma è anche una festa che prevede il sacrificio di migliaia di animali, bufali, pecore, capre e uccelli, il cui sangue viene fatto scorrere lungo le gradinate dei templi fino a bagnare le strade e i selciati delle piazze, suscitando le proteste sempre più accese degli animalisti.

Categorie
2012 Foto Foto del Giono

Foto del Giorno : Il lusso che nasce nelle baraccopoli

(Andrew Biraj/Reuters)

I bambini, si sa, giocano con poco, ma in questo caso il poco che hanno è anche pericoloso. Saltare e tuffarsi può essere molto divertente, ma le montagne bianche che nell’immaginazione di questa bimba chissà in quale meraviglioso mondo si sono trasformate, in realtà sono prodotti di scarto di una conceria, che presto diventeranno mangime per polli.
Siamo a Dhaka, la capitale del Bangladesh, in una baraccopoli a Hazaribagh: è qui che nasce la pelletteria di lusso venduta in tutto il mondo, esponendo i lavoratori – bambini compresi – alle pericolose sostanze chimiche utilizzate nei processi produttivi senza alcuna precauzione.
Ma non è tutto: nessuna delle concerie di questo tristemente famoso e inquinato quartiere tratta le acque reflue contenenti carne animale, acido solforico, cromo e piombo, lasciandole fluire in canali di scolo aperti per finire poi nel fiume principale della città, il Buriganga.

Se questo non è bastato a farvi venire i brividi, guardate la gallery sull’impatto ambientale del boom economico cinese.

Due bracciate tra le alghe
Un bambino nuota in un mare completamente ricoperte di alghe lungo la costa di Qingdao, nella provincia di Shandong.La crescita incontrollata di questi vegetali è provocata dagli scarichi industriali che riversano nei fiumi, o direttamente in mare, nitrati e altre sostanze fertilizzanti.
A pesca di veleni
Un pescatore tiene tra i denti la sua rete mentre si muove tra le acque, e i rifiuti galleggianti, del fiume Wuhan, nella provincia di Hubei.
Oltre la metà delle città cinesi è afflitta dal problema delle piogge acide e quasi un sesto dei principali fiumi del paese è così inquinato da essere inutilizzabile anche per l’agricoltura.
Per questo motivo la Cina potrebbe presto fronteggiare una delle crisi idriche più gravi del mondo, che potrebbe mettere in discussione i risultati economici conquistati negli ultimi anni.
Fatta la legge…
Una giornalista preleva dei campioni di acqua rossa dal fiume Jianhe, nella provincia di Luoyang. Secondo la stampa locale la fonte dell’inquinamento sarebbero due impianti chimici che scaricano clandestinamente nelle acque del fiume.
Il governo cinese è comunque consapevole che i danni provocati all’ambiente potrebbero annullare, se non adirittura mandare in negativo, le conquiste economiche dell’ultimo decennio. Per questo motivo sono state emanate numerose normative a tutela del patrimonio naturale declinate nei vari Piani Quinquennali.
Il problema principale è l’applicazione delle leggi in ambito locale, dove la corruzione e la logica del profitto ad ogni costo riescono a prevalere sulle disposizioni di legge.
Nero come il coke
Un operaio cammina lungo i binari della raffinera di coke di Changzhi, nella provincia di Shanxi. Il coke è un combustibile solido derivato dalla raffinazione del petrolio, ad alto potere calorifico ma anche altamente inquinante perchè ricco di zolfo.
La produzione di energia è il settore produttivo cinese con il maggior impatto ambientale: la corrente elettrica viene infatti prodotta per lo più in centrali a carbone o coke o in grandi impianti idroelettrici che hanno sconvolto l’orografia di intere regioni.
Pesce al rame
Un gruppo di pescatori carica su una ruspa sacchi di pesci morti raccolti nelle acque del fiume Mian Hua Tan, nella contea di Yongdin.
Responsabile della strage, che ha provocato l’avvelenamento di quasi 2.000 tonnellate di pesce, sarebbe una miniera di rame di proprietà della Zijin Mining Group che avrebbe riversato i propri scarichi nelle acque del fiume. Le azioni della società sono state immediatamente sospese dal listino della Borsa di Hong Kong dove sono quotate.
Frutti di mare tossici
Un agente chimico utilizzato nella raffinazione del greggio per separare il petrolio dallo zolfo è fuoriuscito da un impianto di Dailan, nella provincia di Liaoning, riversandosi in mare. La prima conseguenza è una strage di pettini, che vegono pescati dal fondo morti e ammassati per essere distrutti.
Ma il governo di Pechino sta inziando a capire la lezione; secondo il Libro Bianco sull’Amiente pubblicato dal Consiglio di Stato, negli ultimi tre anni sono stati contestati 75.000 casi di violazione delle norme anti inquinamento che hanno portato alla chiusura di 16.000 aziende e all’incriminazione di oltre 10.000 persone, poi condannate a riparare i danni commessi. Ma spesso non c’era più nulla da fare
Altro che Area C
Una tranquilla mattina di smog a Pechino: la coltre scura che avvolge case e auto è formata da una micidiale miscela tra la sabbia del deserto del Gobi portata dai venti e i fumi delle industrie e delle centrali termoelettriche. Secondo l’indice di vivibilità delle città pubblicato ogni anno dall’ Economist il livello di inquinamento di Pechino è a 4,5 su una scala di 5.
Eppure nell’ultimo Piano Quinquennale sono stati stanziati oltre 10 miliardi di euro per tentare di risolvere almeno il problema delle tempeste di sabbia che periodicamente si abbattono su Pechino, favorite dal disboscamento e dalla progressiva desertificazione delle aree attorno alla città.
Fumi di paglia
I contadini bruciano le stoppie e la paglia rimaste sui campi dopo il raccolto e così l’aria di Wuhan, una cittadina che sorge lungo il corso del fiume Yang Tze, si impregna per giorni di un denso fumo scuro che avvolge ogni cosa.
Sempre peggio
L’aria delle grandi città è così irrespirabile che sempre più persone escono di casa con il volto coperto da maschere operatorie, per altro assolutamente inutili contro gli agenti inquinanti più pericolosi.
E se la situazione nel nostro paese non è così grave, non mancano comunque casi di cattiva industrializzazione: il più clamoroso balzato agli onori, e agli orrori, delle cronache riguarda le acciaierie ILVA di Taranto, confinanti con la città e responsabili, secondo i giudici, di una sitazione ambientale disastrosa. E ora rischiano di farne le spese 11.000 operai, che potrebbero essere lasciati a casa in seguito al sequestro dell’azienda disposto dalla magistratura.
La buona notizia
Chiudiamo questa rassegna di eco orrori con l’immagine di un operaio che pompa colonie di cianobatteri aspirate dal lago Chaohu in un impianto di depurazione. I cianobatteri, chiamati anche alghe verdi azzurre, prolificano in maniera incontrollata nelle acque inquinate da fertilizzanti e detergenti.
La loro pericolosità è data dalla capacità di produrre neurotossine ed epatosissine in grado di attaccare il sistema nervoso e il fegato degli animali e dell’uomo. Secondo i media locali questo depuratore, di recente costruzione, tratta oltre 1000 tonnellate di cianobatteri al giorno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categorie
2012 Dishnored Pc Persone Ps3 Xbox 360

Dishonored: il processo di sviluppo nelle parole e nelle immagini del direttore artistico

Il grande successo di pubblico e di critica ricevuto in queste settimane con il lancio di Dishonored ha indotto il direttore artistico degli studi ArkaneSebastien Mitton, a illustrare il lungo e delicato processo creativo spiegando gli aspetti più importanti dello sviluppo attraverso delle immagini di gioco e dei bozzetti preparatori corredati da un commento esteso sulle scene ritratte. L’immagine che fa bella mostra di sé ad inizio articolo, ad esempio, è il fondamentale schizzo a matita che gli artisti hanno disegnato quando il gioco, nelle sue fasi iniziali di sviluppo, era ancora ambientato nella Londra del 1966. Mitton spiega:

“[Questo schizzo] mi mette un po’ di nostalgia, ma in senso positivo. Da qui sono derivati molti ottimi disegni sull’architettura dell’ambiente. A quel tempo, sulla linea dell’orizzonte si vedevano più di 80 cattedrali. Le facciate hanno un aspetto scheletrico particolare, le strade ricordano dei canyon e le ombre sono molto particolari.”

Seguiteci dopo la pausa per leggere le altre dichiarazioni di Mitton e per osservare le restanti immagini di Dishonored in galleria.

“Nel nostro gioco, la peste ricopre un ruolo molto importante. Dopo molte ore di ricerche sui resoconti della Peste Nera, abbiamo utilizzato alcune di quelle testimonianze come punto di partenza per esprimerci visivamente. Lo scopo delle ricerche era fornire al giocatore un enorme impatto estetico, accentuando la visione distopica della città. L’ispirazione per questo esempio in particolare (eliminato per mantenere la coerenza del gioco) ci è venuta dalle opere di Christo e Jeanne-Claude, che hanno lavorato con la calce viva utilizzata nelle fosse comuni.”

“Essendo un designer, per me è una sfida molto divertente combinare un aspetto intrigante, funzionalità, meccanica, buone animazioni e una sensazione di potenza in un’arma che puoi potenziare in molti modi!”

“Adoro questa nave. La sua prua mobile può catturare le balene, dopo che sono state arpionate. Ho avuto l’idea visitando i nostri uffici ad Austin. Ho notato un ragazzo sui trampoli, che puliva la facciata del palazzo. Ho detto ad Harvey (Co-Creative Director) che avremmo potuto mettere sui trampoli lo strillone della città (alla fine, abbiamo scelto di usare gli altoparlanti). Lui è stato d’accordo con me e così il ragazzo è diventato immediatamente un Tallboy. Col passare del tempo, i progettisti hanno modificato la sua funzione all’interno del gioco, trasformandolo in una guardia armata di arco. Allora ho proposto di posizionare un contenitore pieno di fosforo sulla schiena per ottenere un bell’effetto visivo allo scoccare delle frecce. Harvey preferiva l’olio di balena. OK, ma allora ci servivano le balene. Giusto? Ed è difficile trovare le balene, se non nuoti nel bel mezzo dell’oceano! Quindi è stato necessario creare una nave baleniera ed ecco il risultato! A quel punto, ho capito che il gioco era ambientato in un suo universo autonomo e non c’era bisogno di aggiungere nulla dal mondo reale: conteneva già tutte le soluzioni alle sue necessità.”

“Questo è un dettaglio del dipinto del Reggente, eseguito da Sergey Kolesov. Secondo me, è uno dei pittori e illustratori più talentuosi al mondo. Questo dipinto ha vinto il premio “2012 into the pixel” all’E3. C’è tutto quello che amo nei dipinti. Guardando la guardia del corpo, si scopre un secondo strato di narrazione visiva. Non te ne accorgi immediatamente ma, se ti prendi il tempo di esaminarlo per bene, è lì. Una brava guardia del corpo deve essere discreta!”

“È sempre molto triste dover eliminare caratteristiche, idee o concetti. Ciononostante, questo è il nostro ruolo! Un grafico deve sempre essere molto aperto e reagire positivamente ai cambiamenti per il bene del progetto. In questo caso, abbiamo dovuto eliminare un manicomio infestato da alcuni abitanti del luogo: i Lunatici. Mi piaceva molto la meccanica di questi personaggi: erano estremamente sensibili ai suoni e non combattevano, limitandosi a spingere il giocatore in un angolo e a lanciare un grido non appena lo scoprivano.”

“Dopo una lunga fase di ricerca in musei e biblioteche, arriva il momento di mettere qualcosa su carta che sia coerente con i punti chiave e i filtri visuali che abbiamo stabilito. Mi piace questo pannello, perché dimostra fino a che punto possiamo arrivare durante le riunioni creative. Jean-Luc, il mio assistente, non si limita a prendere degli appunti: riempie pagine e pagine!”

“Uno degli obiettivi principali che mi ero prefissato durante la creazione di Dishonored è stato dare vita a personaggi immediatamente riconoscibili. Questa ragazza è il risultato di lunghe ricerche fotografiche a Londra ed Edimburgo. Ho analizzato i primi piani e gli studi dei tipici tratti somatici anglosassoni, così come si trovano nei libri e nelle illustrazioni dei romanzi pulp. Se ti basi su caratteristiche universalmente conosciute, i tuoi personaggi veicoleranno emozioni prima ancora di parlare o muoversi. Questa è narrazione visiva.”

“In questa immagine vediamo una delle prime integrazioni di un nostro personaggio all’interno del gioco. Quando vedi che tutto combacia, è un momento di grande gioia. Stai andando nella giusta direzione e, tutto a un tratto, non ti preoccupano più i lunghi e difficili giorni che ti aspettano.”

“Ho già parlato della narrazione visiva ed eccone un esempio perfetto. Qui ad Arkane adoriamo creare universi densi e viscerali!”

Categorie
2012 Comi-con Denver Cosplay

Cosplay domenicale: le ragazze del Comic-Con di Denver

 

Categorie
1947 2012 Alieni Aqua Armi Assassinare Assassino Computer Curiosità Database del Tempo e dello Spazio Dialoghi Dominatore di Poteri eroi Kratos Me Mondo Panorama Parlare con Pandora Persone Polizia Internazionale Polizia Internazione del Mondo Fantastico Presentazione Racconto Spada Spazio Spiegazione Storia Supercriminali supereroi Superpoteri Tardis Tecnologie Tempo Uccidere Universo

Vado a salvare il Dottore Charles Fisher da un inseguitore dell’ Hydra

Era il cinque ottobre del 1947 e il dottore Charles Fisher era nel suo laboratorio che aveva fatto lui da solo con le sue mani per creare una macchina del tempo , ma come ho detto nessuno ci voleva credere che lui ce l’ avrebbe fatta a fare tale cosa . Allora lui decise di andare all’ università di Londra e portare agli altri un modello funzionante di macchina del tempo . All’ università nessuno dei suoi colleghi lo aveva preso sul serio , tranne uno perché quella persona non era una persona normale come tutte le altre , nel senso che lui nella sua vita aveva viste cose che nessuno ci avrebbe potuto credere , del tipo magie , incantesimi demoniaci e altre cose sopranaturali , il nome di questa persona era Alastor White Jackson professore di Fisica e Matematica e come molte persone era anche uno scienziato e alcune volte aveva tempo per studiare il tempo , lo spazio . Uno tra i suoi vari scopi è quello di viaggiare nel tempo è chi non lo vorrebbe , però il suo scopo non era solo quello di viaggiare nel tempo e nello spazio ma anche modificarlo a suo piacimento e diventare cosi il re del tempo e dello spazio e regnare su tutto e tutti . Lui cercava sempre un modo per vedere il progetto di Charles ma lui non voleva soltanto vederlo , voleva prenderlo e sopratutto utilizzare per cambiare la storia . Allora Alastor seguiva sempre il suo amico e collega Charles e cosi vedere il posto dove trovare il suo progetto e sopratutto rubarlo . Alastor un giorno seguendo il dottor Charles scopri dove era il suo progetto e cosi voleva rubarlo , ma doveva vedere quando e come farlo visto che se tale scienziato tanto bravo era riuscito a creare un modello funzionante di macchina del tempo sicuramente avrà messo delle trappole per fare in modo che nessuno si avvicini a tale progetto . Charles aveva visto che quel giorno che qualcuno lo seguiva non sapeva chi fosse sapeva soltanto che doveva riuscire a portare il suo progetto all’ università . Charles avrebbe fatto di tutto per fare in modo che quel giorno fosse il suo grande giorno , il giorno dove lui poteva essere premiato ma anche Alastor era pronto a tutto e si avvicinava piano e con molta calma a Charles . Charles lo vedeva e cosi decise di rifugiarsi in una cabina della polizia tutta blu , di blu più blu e inizio a mettere la sua macchina del tempo dentro la cabina telefonica blu . Ci mise pochi minuti e poi scrisse un messaggio per fare in modo che lui potesse salvarsi da qualunque sorti gli aspettava e colmo di speranze la spedi nella Londra del 2012 , affinché qualcuno potesse leggere il messaggio . Io , Kratos , Pandora e gli altri ci eravamo già preparati a partire cosi se Alastor voleva uccidere Charles avrei potuto fermarlo e farmi dire se lavorava da solo oppure lo faceva insieme . Io avevo già capito il suo piano , ma non era sicuro se lavorava da solo oppure era solo una pedina in un gioco più grande . Charles allora cerco prima di vedere se riusciva a seminarlo , cambiando strada oppure correndo il più possibile ma visto che non ci riusciva chiese aiuto . Alla fine Alastor si avvicino sempre più a Charles e stava per prendere la pistola che aveva comprato per minacciare Charles e per farsi dare la sua macchina del tempo . Allora entrammo io e i miei amici nel T.A.R.D.I.S e ci teletrasportammo proprio vicino a Charles , uscimmo e io , Kratos , Pandora e Aqua prendemmo le nostre pistole , le nascondemmo fino a quando Alastor non arrivava e cercava di uccidere Charles . Prima che il nemico si avvicinasse per uccidere Charles ho pensato molte cose , tipo chi avrà mandato questa persona ? . Una tra le varie opzioni che avevo scelto e che Hydra la squadra che combatte il governo per farlo diventare oscuro e un posto dove non ci deve essere pace , solo guerra , morte e distruzione . Mi immaginai che cosa avrebbero potuto fare con la macchina del tempo creata dal dottore Charles Fisher , avrebbero governato il mondo intero e nessuno avrebbe potuto fare niente . Se questo ragionamento è giusto allora dovevo fare ogni cosa in mio potere per fare in modo che tale cosa non succeda . Charles vide uscire noi e i miei compagni e disse – vedo che qualcuno ha letto il mio messaggio , ho bisogno di aiuto penso che qualcuno di molto pericoloso mi sta seguendo e che voglia capire come ho fatto la macchina del tempo e io dissi al dottore – io sono il Dominatore di Poteri e questi sono i miei compagni , adesso con noi e al sicuro . Alastor si era rifugiato in un posto e stava preparando il suo equipaggiamento armi del futuro fatte dall’ Hydra , allora lui con tutte le armi andò da noi e disse ad alta voce – per l’ Hydra . Dopo che lui disse questa parole per incutere terrore , io dissi ai miei compagni – stimo attenti , visto che dell’ Hydra dobbiamo stare molto attento e molto pericoloso e non si fermare fino a quando non avrà avuto quello che vuole cioè il Dottore Charles Fisher e Pandora disse – chi è questa Hydra ? , io dissi a lei – Hydra sono delle forze nate adesso e vogliono assoggettare il nostro mondo al loro , cioè vogliono avere il pianeta e farebbero di tutto pur di averlo anche raderlo al suolo , ma adesso preoccupiamoci di lui . Appena sarà finito questa cosa vi dirò esattamente chi è l’ Hydra . Pandora disse – ok , dopo poco lei prese la pistola e andò contro di lui e inizio a sparare dietro una macchina come copertura . Alastor pure lui inizio a sparare con una pistola , ma non colpi Pandora grazie alla macchina . Poi inizia a sparare io e Kratos con le nostre pistole e avevamo preso sulla spalla il nostro avversario e io dissi ad alta voce – Io sono il Dominatore di Poteri , arrenditi e ti do la possibilità di tornare dal tuo capo senza morire e Alastor disse – non posso arrendermi , se lo faccio il mio capo mi uccidere e poi ho giurato fedeltà all’ Hydra . Allora io andai da lui e lo guardi in faccia e mi trovai davanti una persona di 36 anni , alto un metro e settantacinque , capelli neri e non erano molti lunghi , indossava una maglietta e un pantalone e sopra un soprabito nero e su una delle maniche il segno dell’ Hydra . Io e lui faccia a faccia contro il mio nemico e lo presi e gli feci lo sguardo della penitenza e prima che io gli potessi fare questa cosa – lui disse – uccidimi pure tanto non sai contro chi ti stai mettendo , preparati . Poi gli feci provare tutto quello che avevano provato le sue vittime , la prima vittima era una bambina piccola , la seconda vittima era un uomo e ce ne erano moltissime persone che lui aveva fatto soffrire . 

Categorie
2012 Assassinare Assassino Hitman Absolution Presentazione

Hitman Absolution: Le cinque difficoltà presenti nel gioco

Hitman Absolution godrà di ben 5 livelli di difficoltà. Vediamo insieme quanto dovrà faticare l’Agente 47 prima di portare a termine il suo viaggio.

Facile
Saremo molto più forti e veloci dei nostri nemici, avremo la possibilità di attivare dei checkpoint aggiuntivi, l’Istinto si rigenererà in maniera autonoma e ci fornirà dei suggerimenti.

Medio
Anche qui saremo avvantaggiati fisicamente rispetto ai nostri nemici, e sopravvivremo facilmente agli scontri a fuoco. Saranno ancora disponibili i checkpoint aggiuntiviL’Istinto continuerà a fornirci indizi, ma non si rigenererà più autonomamente.

Difficile
La quantità dei nemici aumenterà, così come la loro capacità fisica. Le cose cominciano a farsi più interessanti, nonostante continuino ad essere disponibili i checkpoint aggiuntivi, l’Istinto continuerà ad essere  non rigenerabile e non ci fornirà più alcun suggerimentoI nemici saranno più rapidi, e sfuggire loro comincerà ad essere abbastanza impegnativo.

Esperto
Le cose cominceranno ad essere complicate, e l’arma migliore a vostra disposizione dovrà sempre rivelarsi il cervello. Gli scontri a fuoco dovranno essere evitati il più possibilePossiamo scordarci i checkpoint aggiuntivil’Istinto si esaurisce, senza alcuna possibilità di autorigenerazione, e continuerà a non fornirci alcun indizio. I nemici saranno ovunque e reagiranno rapidamente ad ogni nostra mossa.

Purista
In poche parole: Dovete essere perfetti. Dovrete conoscere ogni minimo dettaglio della missione, incluso ogni minimo angolo ed ogni minima sentinella. Qui sarete completamente soli contro unaquantità industriale di nemici e, ovviamente, il vostro bersaglio. Nessun aiuto. Nessuna guida. Nessuna interfaccia di gioco, se non il mirino. Qui dimostrerete realmente se siete gli assassini perfetti, o dei semplici e banali sicari.

Categorie
2012 Albero Armi Assassin's Creed 3 Assassinare Assassino Connor Foto Mondo Storia Tempo Uccidere

Nuove Immagini di Assassin’s Creed 3

Salve a tutti girando sul web ho travato nuove immagini su Assassin’s Creed 3 . Adesso ve le faccio vedere .

Categorie
1947 Aqua Assassinare Assassino Cleopatra Database Dialoghi Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Keyblade Keyblade Gunblade Kratos Londra Maestro Keyblade Me Mio Capo Mondi Fantastici Mondo Pandora Parlare con Aqua Parlare con Kratos Parlare con Pandora Parlare con Tolomeo XII Persone Polizia Internazionale Polizia Internazione del Mondo Fantastico Presentazione Racconto Sarah la Fenice Rossa Signori del Tempo Sorella Spada Spazio Storia Tardis Tecnologie Tempo Terra Uccidere Universo Zane Taylor

Chiamo il mio capo e gli dico che ho salvato Cleopatra e Tolomeo XII e analizzo una cabina telefonica proveniente del 1973

 

Il mio capo quel giorno stava guardando i rapporti dei vari investigatori , alcuni avevano avvistato nel Mar Glaciale Artico alcune creature che non dovevano essere li e sono andate a prendere tale creatura per metterla al sicuro e nel habitat giusto per fare in modo che lui potesse sopravvivere. Altri investigatori erano andati a Londra perché li era apparsa una cabina telefonica del 1973 di colore blu come il mio T.A.R.D.I.S e quello del Dottore che avevano preso quell’ aspetto , era apparsa cosi dal nulla e tutte le persone presenti erano un po’ sbalordite di tale avvenimento . Arrivarono due del nostro dipartimento e prendemmo quella cabina , ma prima ci eravamo assicurati che non era quella del Dottore . Molte persone si stavano domande chi siamo o chi eravamo per fare una cosa del genere , per portare la cabina telefonica nel bel mezzo di Londra a dentro i nostri laboratori di Londra . Però visto che non sapevamo come era arrivata qui e per tale motivo , la facemmo analizzare dai nostri esperti . Iniziarono ad analizzare la cabina telefonica ed erano cosci già che li vicini ci doveva essere energia del teletrasporto o qualsiasi altra stranezza , del tipo un tizio abbia fatto una macchina e per sperimentale il suo progetto , allora doveva prendere una cabina della polizia e inizio a montare il suo progetto li . Allora io chiamai il mio capo – Salve ho risolto il problema in Egitto , una persona molto pericolosa aveva riportato in vita Berenice VI e aveva cercato di farle uccidere sia Cleopatra sia Tolomeo XII nel l’ anno 68° A.C . Il capitano disse – Complimenti Dominatore di Poteri e pure gli altri della tua squadra sono stati bravi , adesso però devi venire un attimo al laboratorio , perché nel bel mezzo di Londra e apparsa una cabina telefonica del 1973 e volevamo scoprire come è apparsa qui nel 2012 . Io dissi al mio capo – Certamente sto arrivando e porto anche la mia squadra e il mio Capitano disse – porta chi vuoi . Dopo poco io , Kratos , Pandora e Aqua entrammo nel T.A.R.D.I.S e ci teletrasportammo nel laboratorio dove stavano analizzando la cabina telefonica che proviene dal 1973 . Una volta arrivati , uscimmo dal T.A.R.D.I.S e salutai il Dottoressa Federica Russo che si era specializzata in questo tipo di cose , avvenimenti strani e cose molto pericolose e altre molto meno ed era proprio felice si poter fare questo lavoro , perché mentre gli altri non potevano mai vedere queste cose meravigliose lei invece lo era . Appena punto gli occhi su di me disse – Benvenuto Dominatore di Poteri , sei venuto ad aiutarmi ad analizzare questa cabina telefonica e vedo che hai portato anche molte persone . Io dissi a Federica – si ho portato alcune persone con me e si sono venuto ad aiutarti ad analizzare tale cose se non ti dispiace . Federica disse – no , non mi dispiace affatto un aiuto mi serviva , mi avvicinai alla cabina telefonica , presi dalla mia tasca destra il cacciavite sonico e iniziai ad analizzare la cabina telefonica ed era piena di energia spazio-temporale , questo voleva dire che aveva fatto un viaggio temporale . Federica mi disse – che cosa dice il tuo cacciavite sonico ? , io risposi il mio cacciavite sonico ha segnalato un potente segnale di energia spazio-temporale , quindi questo vuole due cose o questo è un T.A.R.D.I.S oppure dentro c’è una macchina del tempo o una mezza macchina del tempo e Federica disse davanti alle mie idee – vuoi dire che dentro ci potrebbe essere un progetto avanzato di tecnologia oppure come hai detto è un T.A.R.D.I.S . Io poi dissi a Federica – allora un T.A.R.D.I.S non può essere perché seno avrebbe fatto salire un Signore del Tempo e Federica disse – ma noi non c’ e l’ abbiamo un Signore del Tempo e io a Federica – ti sbagli , io tra i miei compagni ho un Signore del Tempo si chiama Pandora . Pandora disse a Federica – Sono un Signore del Tempo e se fosse un T.A.R.D.I.S come avrebbe detto il Dominatore di Poteri mi avrebbe fatto entrare , essendo io un Signore del Tempo . Federica mi disse – vedo che ti sei fatto una bella squadra e io dissi a lei – che ne dici apriamo questa cabina della polizia per vedere se all’interno c’è qualcosa oppure no . La cabina telefonica doveva essere aperta con molta attenzione , seno avremmo perso per sempre quello che era dentro . Quindi non la potevamo aprire con i metodi tradizionali , mi venne un idea e non sapevo se era buona o no , ma la dovevo provare . Richiamai la mia spada , mi misi in posizione del tipo quando qualcuno sta cercando di infilzare una serratura , mi concentrai e dalla mia spada usci un raggio che fece aprire le porta della cabina telefonica e cosi potemmo vedere all’ interno cosa c’ era e sopratutto come avrebbe potuto vedere viaggiare nel tempo e nello spazio . All’ interno trovammo una tecnologia per viaggiare nel tempo , parti delle tecnologia presenti li dentro era uguale a quella della Delorian usata in Ritorno al Futuro . Non sapevo veramente chi aveva fatto tale cose , però potevo dire che chi aveva fatto questo progetto era un uomo in gamba e molto bravo in quel campo , guardando meglio all’ interno non avevo visto che c’ era un messaggio di soccorso di un certo Dottore di nome Charles Fisher , un dottore molto importante ed è mostro istruito nel campo del viaggio temporale . Il Charles Fisher era molto bravo , simpatico , altruista ed era un ottimo scienziato tanto bravo che diceva che sarebbe stato il primo ad andare nel tempo e diceva che , voleva essere il primo ad andare avanti e indietro nel tempo di utilizzare una macchina o un mezzo di trasporto e cosi lui ci avrebbe viaggiare nel tempo , ma nessuno credeva in lui visto che gli altri non ci erano riusciti perché ci doveva riuscire lui . Il Dottore Charles Fisher non senti quello che dicevano gli altri scienziati e per questo lui si ritirò a casa sua e inizio a costruire la sua macchina del tempo . Mise i vari pezzi insieme e decise di sperimentarla in un posto da solo , quando stava andando in un posto che conosceva solo lui , cioè il sottosuolo di Londra perché li aveva trovato un posto sicuro dove non essere visto e utilizzare la sua macchina . Però un giorno si accorse che una persona che lo stava seguendo , la persona che stava seguendo il Dottore Charles Fisher era uomo abbastanza muscolo non aveva tanta massa muscolare quella giusta per sollevare una macchina o moto di più , aveva la testa rasata a zero , maglietta e pantaloni neri e occhi freddi come il ghiaccio neanche se avrebbe ucciso suo fratello avrebbe mostrato pietà . Era stato pagato da una organizzazione segreta denominata Cobra e volevano avere il progetto della macchina del tempo per trasformare il mondo in un mondo fatto di ombre e oscurità dove nessuno avrebbe avuto uguali e diritto . Il Dottor Charles Fisher allora fece finta di niente e si diresse verso una cabina telefonica che erano note nel 1947 e cosi lui aveva un foglio abbastanza grande e inizio a scrivere “ Qualcuno mi aiuti , in un qualsiasi tempo , luogo o spazio sono inseguito non so chi sia o cosa vuole da me , ma penso che non abbia nessuna buona intenzione , visto che lui sembra che porta una pistola o qualcosa del genere , per favore qualcuno mi aiuti . La persona che mi sta seguendo è molto cattiva ha gli occhi di ghiaccio , quindi per favore fate in fretta “ . Capivo dal messaggio e dalle situazione che se non facevo qualcosa questa tecnologia in mani sbagliate avrebbe fatto molti danni , come eventi che non sono avvenuti o persone mai nate , se non aiuto subito il dottore Charles Fisher il mondo stesso poteva finire . Aziono la macchina e usci e la mandò nel 2012 cosi da fare in modo che qualcuno leggesse il suo messaggio e qualcuno poté salvarlo da questa persona crudele .