Categorie
2012 Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie dal Mondo Sport

Ginnastica Artistica, che grande 2012! Tiriamo le somme

Ultimo giorno dell’anno, il momento più opportuno per stilare alcuni bilanci. Per la ginnastica artisticasono stati assolutamente dodici mesi positivi, fatti di grandi risultati e di grandi emozioni. Dopo aver rinfrescato la memoria con i video dell’altro giorno (cliccate qui vederlo)…

 

Già a gennaio la stagione si era messa nel migliore dei modi. Le nostre due Nazionali, con delle super prestazioni al Test Event di Londra, si qualificavano alle Olimpiadi. Le ragazze, dopo la delusione per il nono posto ai Mondiali di Tokyo, si rimettevano in pista e, con due fresche seniores tra le propria fila, si mettevano al collo un bellissimo oro. Erika Fasana e Francesca Deagostini avevano ancora quindici anni ma decidevano di strabiliare: la comasca saliva addirittura sul secondo gradino del podio nel concorso generale dietro a Vanessa Ferrari; la milanese era quinta alla sua amata trave nella prova vinta daCarlotta Ferlito che sarà di bronzo anche nell’all-around. La formazione era completata da Elisabetta Preziosa e Chiara Gandolfi. Cliccate qui per un video dell’evento montato da Ester Vicentelli.

I ragazzi a sorpresa e stringendo forte i denti come ci hanno sempre abituato, portavano la formazione all’evento più importante del quadriennio giungendo quarti ed acciuffando l’ultimo posto utile. Nell’occasione era presente la formazione che poi avrebbe partecipato alla rassegna a cinque cerchi:Matteo Morandi, Matteo Angioletti, Alberto Busnari, Enrico Pozzo, Paolo Ottavi.

 

Tra marzo e aprile le consuete tappe di serie A che hanno consegnato gli scudetti alla Ginnastica Meda al maschile e alla Gal Lissone al femminile dopo una battaglia punto a punto con la Brixia Brescia risoltasi solo nella volata di Padova. Poi lo spettacolo degli Assoluti di Catania con un pubblico da record che ha voluto celebrare Carlotta Ferlito, la propria beniamina di casa, e che con competenza ha seguito il weekend più importante del panorama nazionale. Enrico Pozzo entrava nel guinness dei record della disciplina, Vanessa Ferrari lo imitava con l’ennesimo titolo.

 

Un mese prima, però, gli Europei ci regalavano delle sorprese incredibili. A Bruxelles una fantastica Enus Mariani (cliccate qui per leggere una sua intervista) rinverdiva tutto il movimento e portava il nostro Paese là dove non era mai arrivato. La quattordicenne saliva sul gradino più alto del podio del concorso generale juniores con una prestazione maiuscola. Adriana Crisci e Vanessa Ferrari si erano spinte solo fino all’argento. E qui apriamo una parentesi sulla torinese: a trent’anni si è rimessa in pista ed è tornata con la voglia di strabiliare ancora una volta (cliccate qui per leggere una sua intervista). Con pochi allenamenti nelle gambe rischiava addirittura di finire tra le prime cinque agli assoluti e sul finire d’anno si è regalata il successo del Nazionale di categoria (cliccate qui per leggere l’articolo). La classe non è acqua e la finalistica olimpica di Sidney 2000 l’ha dimostrato ancora una volta.

Non è olimpica (se continuerà così lo sarà sicuramente a Rio e incrociamo le dita per lei), ma Enus è il grande futuro dell’artistica italiana. Da lei partono tanti sogni, tante speranze, tante possibilità. La classe è cristallina, la simpatia folgorante, il talento immenso, il lavoro impeccabile, la voglia tantissima, la testa ben salda sulle spalle. Sono gli ingredienti basilari per una carriera che ci auguriamo essere radiosa. Da leader, soprattutto, ha anche guidato le azzurrine alla conquista di uno storico argento a squadre. La nostra nidiata ’97-’98 è magnifica e chissà… Tutte magnifiche con belle potenzialità su ogni attrezzo: Elisa Meneghini (bronzo alla trave), Lara Mori con un bel corpo libero (cliccate qui per leggere una sua intervista), Alessia Leolini tra gli staggi (a Mortara ha fatto suo il Nazionale di categoria), Tea Ugrin dalla bella trave e dalla grande eleganza.

 

Le grandi non volevano essere da meno e voilà. Vanessa Ferrari risaliva sul podio continentale dopo lo storico (e sempre sarà così) oro di Volos 2006. In Belgio sarà “solo” un bronzo ma quanta soddisfazione trascinare su quel gradino una bella squadra con Francesca Deagostini, Carlotta Ferlito, Erika Fasana e Giorgia Campana. Non sarà quella olimpica, però. La Dea si farà male, recupererà al meglio ma non abbastanza per essere convocata. A Londra ci sarà Elisabetta Preziosa. E il magico quintetto sarà leggenda. Per la prima volta ingresso in una finale a cinque cerchi e conquisterà un eccellente settimo posto che alla vigilia sembrava quasi imprendibile: davanti solo le corazzate Usa, Russia, Romania, Cina, la sorpresa Canada e le padrone di casa (cliccate qui per ripercorrere quel pomeriggio).

Ma non possiamo assolutamente dimenticare la medaglia soffiata alla nostra grande Campionessa(cliccate qui per ripercorrere quell’ingiustizia). Pari merito con Aliya Mustafina e la russa davanti per la migliore esecuzione. Ma se hanno uguale punteggio, direbbe un profano, andrebbero premiate entrambe… La logica però non vuole questo. Sulla valutazione tecnica data dai giudici siamo parecchio dubbiosi e proprio questi due motivi congiunti ci fanno affermare che il bronzo sia stato rubato alla legittima proprietaria. Per fortuna che la bresciana abbia ricacciato dentro le lacrime tirare fuori quel giorno, si sia rimessa in pista e abbia deciso di partecipare alla Coppa del Mondo dove ha conquistato un quinto posto a Stoccarda (cliccate qui per rivivere la gara) e un quarto a Glasgow (cliccate qui per leggere la cronaca).

 

Per quanto riguarda Erika Fasana un’ottima stagione culminata con un sogno: peccato non averla
più rivista in pedana dopo l’esperienza britannica, ma siamo sicuri che si presenterà con qualche sorpresina durante le tappe di Serie A. Carlotta Ferlito ha realizzato l’obiettivo che si era prefissata da quando andava all’asilo (cliccate qui per leggere una sua intervista postolimpica), ha partecipato alla finale del concorso generale (peccato per la caduta al corpo libero) e sarà un’esperienza molto utile per il futuro; poi due buone partecipazioni autunnali al Gander (secondo posto, cliccate qui per un resoconto) e alla Swiss Cup (in coppia con Paolo Ottavi, cliccate qui per la cronaca). Giorgia Campana (cliccate qui per leggere una sua intervista) è sempre eccellente sugli staggi (campionessa italiana), si è fatta valere anche ai Giochi e poi ha cercato il ruggito anche nel campionato ceco (cliccate qui per leggere del suo terzo posto). Questi prestiti internazionali delle nostre ginnaste sembrano funzionare visto che ancheChiara Gandolfi (presente al collegiale preolimpico di Brescia) è volata in Germania per una tappa (cliccate qui per leggere l’articolo), oltre ad aver vestito il body azzurro al prestigioso Abierto Mexicano (quinto posto, cliccate qui per leggere il resoconto). Per Francesca Deagostini (cliccate qui per leggere una sua intervista esclusiva) è meglio che il 2012 finisca al più presto (e manca solo qualche ora per fortuna): troppi infortuni (cliccate qui per sapere i dettagli) e troppe delusioni per la leoncina che ora è tornata ad allenarsi e che ha già lanciato il guanto di sfida per la prossima stagione (cliccate qui per capire di cosa stiamo parlando). Elisabetta Preziosa ha invece deluso nell’occasione più importantecadendo dai 10cm olimpici. Serena Licchetta si è rimessa dal brutto infortunio e sta tornando piano piano: chissà cosa le regalerà il 2013 (cliccate qui per leggere una sua intervista). Giulia Leni è diventata anche scrittrice (cliccate qui per l’articolo sul suo libro), ma è ancora soprattutto una ginnasta: dopo l’annunciato ritiro, la senese ha capito che non poteva vivere senza lo sport ed è tornata (cliccate qui per saperne di più).

 

E ritorniamo al maschile che avevamo abbandonato al Test Event. La rassegna continentale per gli uomini era a Montpellier e non abbiamo per niente sfigurato. Matteo Morandi agguantava l’ennesima medaglia al castello e aggiungeva un argento al suo immenso palmares. Il nono posto a squadre seniores è un risultato quasi di routine, mentre il sesto tra gli juniores è qualcosa assolutamente da sottolineare. Filippo Landini (nono nel concorso generale), Nicola Bartolini sempre più star (dodicesimo all-around) e i giovanissimi Michele Sanvito, Andrea Russo e Simone Bresolin. Il ricambio generazionale al maschile è pienamente in atto: tra gli uomini serve qualche anno in più per sbocciare ma potremmo toglierci qualche soddisfazione.

Il momento clou, però, è il bronzo olimpico del nuovo Signore degli Anelli. Matteo Morandi, da Vimercate, incoronava una carriera di rilievo e di grande rispetto salendo sul terzo gradino del podio. Un esercizio da vero campione macchiato solo da quel saltello finale senza il quale chissà dove si sarebbe spinto… (cliccate qui per riviverlo).

E siamo ancora amareggiati per il quarto posto di Alberto Busnari al cavallo con maniglie. Il ragazzone di Melzo ha fatto il miglior esercizio della vita, perfetto, lineare e senza sbavature ma non è bastato. Qualche dubbio sul punteggio ci rimane… (cliccate qui). Undicesima la squadra, capace di migliorare di una posizione il ranking iniziale: meglio di così non poteva assolutamente andare.

 

Per fare un bilancio completo dobbiamo analizzare velocemente anche il settore dei più piccoli. Ovviamente mi fermo all’Italia e al femminile dove già a dodici anni si intravedono diverse cose. Pilar Rubagotti (cliccate qui per leggere un approfondimento sulla brixiana), Sofia Busato (cliccate qui per leggere un articolo su di lei) e compagnia hanno già portato a casa la serie C (cliccate qui per leggere di quella giornata): faranno tanta, tanta strada. Perché la ginnastica si evolve in fretta e delle classi 2000 a Rio de Janeiro avranno già sedici anni. Poi non dimentichiamoci un Grand Prix davvero rinato e ormai appuntamento imperdibile (cliccate qui per rivivere il pomeriggio di Cagliari).

Positivo, infine, anche l’ingresso di tre atleti nel codice internazionale dei movimenti: Ferrari, Busnari, Pozzo (cliccate qui per un approfondimento).

 

E ora uno sguardo internazionale. Gli Stati Uniti d’America sono tornati a vincere il prestigioso oro a squadre al femminile che mancava addirittura da Atlanta 1996. Le Fierce Five sono diventate delle eroine in Patria, ma ora lo squadrone si sta sciogliendo (cliccate qui per leggere l’articolo in cui ne abbiamo parlato più diffusamente). Gabby Douglas Campionessa Olimpica: prima ragazza di colore a riuscirci, prima a fare la combinata, prima a non portarsi a casa medaglie di specialità, prima ad abbandonare la ginnastica per darsi allo spettacolo… La Cina giù dal podio con le ragazze, ma nuovamente oro tra i maschi. Sandra Izbasa è sempre immensa, Kohei Uchimura è il Grande Re della disciplina ma ora si è preso una piccola pausa di riflessione anche in attesa del matrimonio (e della successiva nascita del suo primo bebè).

Chiudiamo con il capitolo ritiri, davvero numerosi in quest’anno solare (per un approfondimento cliccate qui). L’ultimo è stato quello di Philipp Boy, sconvolgente e inaspettato. In precedenza erano arrivati, tra gli altri, quelli di Nastia Liukin, Shawn Johnson, Oksana Chusovitina (che donna, lasciatecelo dire), Alicia Sacramone e Catalina Ponor che con i due galà di fine anno darà il suo definitivo addio alla disciplina. Senza dimenticare quello del nostro Matteo Angioletti. In attesa della decisione di Sandra Izbasa: che rimanga almeno lei!

Categorie
2012 Arte Foto Mondi Fantastici Mondo Videogiochi

Le star del mondo videoludico si danno all’arte

Destro2k, al secolo Dominik Kempen, è un utente di DeviantArt appassionato di videogiochi e arte.

L’unione delle due passioni lo ha portato a creare una serie di modelli cartacei che riproducono svariate icone del mondo videoludico. Kempen ha anche creato un tutorial per illustrare il passaggio dal sofware di modellazione Metasequoia all’applicazione Pepakura Designer che è stata creata proprio per tradurre modelli 3D digitali in stampati cartacei.

Categorie
2012 2013 Aqua Auguri Buon Anno Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Kratos Me Mondi Fantastici Mondo Pandora

Buon Anno Nuovo a tutti

Salve a tutti non solo da parte del vostro Dominatore di Poteri , ma anche da Alyssa , ma anche da Kratos , Pandora e Aqua . Vogliarmi darvi tutti insieme un auguro di un felice anno nuovo

Categorie
2012 Cosplay Foto Galleria Galleria Foto Mondi Fantastici Mondo

Cosplay domenicale: World Cosplay Summit 2012, l’evento più importante dell’anno

La puntata finale del 2012 per la rubrica Cosplay domenicale non poteva che celebrare l’evento più importante dell’anno: il World Cosplay Summit 2012 di Tokyo, tenutosi nella capitale giapponese la scorsa estate. Si tratta, senza troppi giri di parole, della manifestazione dedicata al cosplay più importante e prestigiosa del mondo.

Non si tratta di una semplice carrellata di costumi: il World Cosplay Summit, giunto ormai alla sua decima edizione, è un vero e proprio concorso che premia i primi classificati con circa 10.000€. I partecipanti, suddivisi in squadre in base alla nazione di appartenenza, non devono solo confezionare i costumi migliori possibili, ma anche esibirsi in una breve rappresentazione sul palco, davanti a un pubblico nutritissimo che ha il 25% di influenza sul punteggio finale. I vincitori di questa edizione 2012 sono stati quelli del Team Japan, padroni di casa, che hanno staccato di poco Thailandia e Indonesia. L’Italia, per la cronaca, ha ottenuto un ottimo quinto posto.

Godetevi questo evento irripetibile nella nostra galleria fotografica di 90 immagini. Vi ricordiamo alcune puntate precedenti di Cosplay domenicale:

 

 

Categorie
2012 Dead Space 3 Foto Galleria Galleria Foto Persone Ps3 Videogiochi Xbox 360

Dead Space 3 reagirà ad urla e imprecazioni se giocato con Kinect

Curiosi di scoprire in che modo i comandi vocali con Kinect riusciranno a influenzare le dinamiche di gioco di Dead Space 3, i curatori di CVG hanno interpellato il produttore esecutivo del progetto, Steve Papoutsis, per chiedergli cosa stanno escogitando in tal senso gli sviluppatori di Visceral Games:

“Siamo dei grandi fan di Mass Effect e di BioWare, siamo come loro nella famiglia di EA ma non li abbiamo interpellati per integrare in Dead Space 3 i comandi vocali tramite Kinect, volevamo occuparci in prima persona della cosa per mettere a frutto le idee che avevamo in mente senza ‘copiarle’ da altri. In questo modo siamo riusciti a dare forma a un sistema che consente a Kinect di rilevare e le imprecazioni e le urla degli utenti per modificare in maniera dinamica il comportamento dei personaggi e molti altri aspetti del gameplay su cui, per il momento, preferiamo non dire altro.”

Anche se limitata ai soli comandi vocali, insomma, per Papoutsis l’esperienza action/horror su Tau Volantis dei possessori di Kinect sarà decisamente “movimentata”. Nella speranza che i ragazzi di Visceral Games ci diano una dimostrazione filmata sulle opzioni vocali offerte dal gameplay tramite Kinect, ricordiamo agli interessati che Dead Space 3 sarà disponibile a febbraio su Xbox 360, PC e PlayStation 3.

 

Categorie
2012 Foto ipad Iphone 4s Natale Notizie dal Mondo Videogiochi Xbox 360

Minecraft vende 453.000 copie a Natale

A quanto pare, Minecraft è stato un regalo particolarmente gettonato a Natale, in base alle vendite riportate in queste ore.

Solo nella giornata del 25 dicembre, il gioco nelle sue varie versioni è stato acquistato in 453.000 copie tra PC, console e mobile. Questo è quanto riferito da un ovviamente felice (e sempre più ricco) Markus “Notch” Persson.

Categorie
2012 Dead Space 3 Foto Galleria Galleria Foto Pc Ps3 Videogiochi Xbox 360

Dead Space 3 si mostra con una serie di nuovi artwork

Disponibile nei negozi a partire dall’8 febbraio, nelle versioni PC, PlayStation 3 e Xbox 360, Dead Space 3 si mostra oggi con una serie di nuovi artwork.

Le immagini fanno riferimento ad alcuni degli scenari che ci troveremo a esplorare nel corso della nuova avventura di Isaac Clarke, nonché alle raccapriccianti creature che dovremo affrontare insieme ai più tradizionali Necromorfi.

 

Categorie
2012 Federica Pellegrini Foto Galleria Foto Notizie dal Mondo Nuoto Persone Sport

Federica Pellegrini news: “Ho sbagliato a Shanghai e su Lucas, ma mi sento isolata”

La veneta si confessa alla Gazzetta: “Forse avrei dovuto resistere con il francese fino a Londra”. Veleno sulla Federazione: “Vedo certi atteggiamenti cambiati da prima a dopo i Giochi”.

Il 2012 è stato un anno davvero negativo per Federica Pellegrini. La campionessa azzurra ha fallito clamorosamente alle Olimpiadi di Londra ed è stata al centro dell’attenzione più per le sue scelte, che per i risultati in vasca. “Il 2012 è stato la mia fine del mondo – ha detto in una lunga intervista alla ‘Gazzetta dello Sport’ – In Italia se vinci sei simpatico, se perdi diventi la bestia nera, ma non mi sento più vulnerabile“.

La veneta fa anche autocritica, tornando sull’estate del 2011, quando ruppe il rapporto con Marin e si fidanzò con Magnini: “A Shanghai abbiamo sbagliato a creare quella baraonda, durante i Mondiali. Ma con Marin ero alla fine del rapporto e andavano più bene certe cose, il mio errore è stato non comunicarlo a Luca prima della partenza“. Si torna sull’esperienza londinese: “Forse avrei dovuto resistere con Lucas fino a Londra, ma lui non voleva venire a Verona“.

Ora c’è questo nuovo matrimonio (sportivo) con il tecnico francese: “Se non dovesse andare in porto l’accordo con Lucas, ma ne dubito perché sono pronta ad andare a Narbonne, non avrei le forze per fare altri cambi. Rischierei tutto su me stessa e andrei avanti da sola“. Sui rapporti con compagne e federazione: “In squadra non voglio tappeti rossi o essere leader, ma mi sento isolata. La Federazione? Vedo certi atteggiamenti cambiati, prima e dopo i Giochi

 

Categorie
2012 Allenamento Dominatore di Poteri Ispezioni Mondi Fantastici Mondo Pandora Parlare con Pandora Persone Polizia Internazionale Polizia Internazione del Mondo Fantastico Racconto Signori del Tempo Storia Tempo

Insegno a Pandora come investigare

Una cosa che Pandora non mi aveva detto non solo per quale motivo forse perché era aveva un paura a chiedermelo o per altre motivazioni . Pandora sapeva già da molto tempo che io faccio parte della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Questa polizia è sempre collegata alle altre polizia che ci sono sulla Terra e quindi questa polizia è un po’ come quella sulla Terra , però le persone che né fanno parte sono molto brave a investigare e sopratutto ognuno di loro o è un alieno oppure è una persona che ha poteri magici oppure è una creatura magica . Pandora alla fine prese il coraggio , usci dalla sua stanza ed entro in camera mia e mi chiese – Marcello vorrei entrare nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Io dissi a Pandora – certo , ma prima di fare questa cosa io ti devo allenare su una cosa o per meglio dire ti devo insegnare a investigare , a guardare le piste da seguire e molto altro . Pandora si avvicino a me e chiese – insegnami queste cose che dici tu e io – certo Pandora , adesso ti insegno queste cose . Pandora era molto contenta di essere insegnato qualcosa da me o da qualcuno , perché lei voleva sempre vedere o fare qualcosa . Andammo insieme al Campo delle Simulazione che era dentro la biblioteca in camera mia . Misi la mano e il computer riconobbe le mie impronte digitale e fece entrare me e Pandora . Entrammo e io dissi a P.R.O.F.E.T – simulazione per diventare agente di polizia internazionale del tempo , dello spazio e dei mondi . La stanza inizio a cambiare è si trasformò in una stradina buia con tutte le cose che c’ erano tutti i giorni . I barboni che chiedevano i soldi , bidoni della spazzatura e carte per terra come era normale , Pandora vide la scena con i suoi occhi , poi guardò me e disse – è davvero cosi il mondo . Io dissi a Pandora – il punto che il mondo non è tutto rosa e fiori , il mondo è un posto molto brutto , pregare non serve a niente . L’ unico modo per cambiare le cose in questo brutto mondo è lottare con tutte le forze . Poi Pandora mi fece la domanda che voleva farmi già da un po’ – che cosa ci facciamo qui in questo posto e io indicai a Pandora un palazzo che era qui vicino e dissi a lei – qui in questo posto e in quel condominio ti insegno a investigare . Il posto dove si svolgeva la simulazione era un vicolo della 18° strada di New York , il posto in cui dovevo insegnare a Pandora a investigare in un appartamento di un criminale molto cattivo e credule . Però questa era solo una simulazione e lui per scappare dalla polizia lascio tutto li dentro senza potersi portare via tutte le sue prove o altre prove che potevano incastrarlo in omicidio . La sua stanza era la 305 una stanza né molto accogliente visto che era di un assassino , una persona non molto sana di mente . Ci dirigemmo verso il suo appartamento , io in mano avevo il mio kit di analisi , li avevo tutto l’ occorrente per analizzare la scena del crimine e sopratutto per non contaminarla . Pandora mentre ci stavamo avvicinando al’ appartamento vide che io nella mano sinistra avevo una scatola metallica e mi chiese – cosa c’ e li dentro e a cosa ti serve ? , io risposi – li dentro ci saranno impronte digitali e prove che ha lasciato il serial killer e qui in questo kit io ho tutto l’ occorrente per non contaminare la scena del crimine . Appena ti insegno l’ investigazione e appena sarai entrata nella Polizia Internazionale del Tempo , Dello Spazio e dei Mondi io ti farò dare un kit del genere e Pandora in modo molto triste , perché lei lo voleva subito . Lo so che lei lo voleva subito però ho fatto bene a non darglielo subito perché prima deve imparare a usare ogni oggetto e sopratutto deve fare ancora molta pratica . Con molta calma eravamo arrivati all’ appartamento , dopo entrammo e io presi dal mio kit due paia di guanti una per me e una per Pandora . Glieli diedi e dissi -indossali e Pandora mentre li inizio a mettere con molta calma e quasi subito – perché li devo mettere e io – te li devi mettere perché questa è la casa del killer , quindi qui ci possiamo trovare impronte digitali e prove per dimostrare la sua colpevolezza e poi sopratutto noi cosi non possiamo contaminare la scena . Pandora capì subito quello che avevo detto , io l’ ho sempre detto che Pandora è molto brava e se messa sulla strada giusta sarebbe diventata una grande Signora del Tempo . I guanti se li era messi subito e io dissi a lei – investigare significa cercare ovunque , in qualunque parte della casa e trovare tutte le prove che ti servono e Pandora voleva essere spiegata questa cosa – in che senso prove ? , io allora – prove nel senso un coltello insanguinato , una lettera o un ‘ altre cose che provano sia stato lui a fare queste cose brutte . Io dissi a Pandora – ora siedi un attimo sulla sedia e io adesso ti dirò tutto quello che c’ e in un kit di analisi , Pandora si inizio a sedere e mise le gamba accavalcate . Io a Pandora che avevo quasi vicinia – nel kit di analisi ci sono vari oggetti che ti possono servire per trovare le impronte digitali , una pinzetta perché diciamo che non puoi usare i tuoi guanti perché sono macchiati di sangue o altro , tu puoi utilizzare la pinzetta li dentro e poi metti quello che hai trovato dentro uno dei sacchetti . Né presi uno dal kit per mostrarlo a Pandora e lei aveva capito . Dopo aver mostrato a Pandora qualche altro strumento di analisi , io dissi a lei – dividiamoci io cerco nella sua stanza e tu cerca in bagno . Pandora inizio ad entrare in bagno e seguendo i miei consigli si mise subito a cercare nei cassetti e tra le varie ante , ma tutto quello che riusci a trovare furono delle medicine . Era un flacone nuovo e senza etichetta , Pandora prese uno dei vari strumenti nel kit di analisi e vide che c’ era un impronta . Pandora mise il flacone centro una delle buste perché io non gli ho ancora mostrato come far vedere le impronte digitali . Prima di andare a cercare in un altra stanza cioè in salotto , forse nei cassetti ci sarebbe stata qualche lettera . Pandora si inizio a dirigere verso un piccolo tavolino dove c’ erano due cassetti , inizio ad aprire il primo e vide che c’ erano molte lettere e tutte quante erano della moglie . Pandora aprì la prima lettera e inizio a leggerla e diceva :

 

Il Nostro Matrimonio non funziona più , da quando è morta nostra figlia Sandy di 18 anni , io non ce la faccio più ad andare in avanti . Da quando nostra figlia è morta tu non sei più a casa , non ce la fai ad accettare che lei è morta quel giorno e io devo andare in avanti .

 

Tua moglie Sandra

 

Pandora inizio a capire perché aveva iniziato a rapire le persone , perché per lui sembravano sua figlia , la sua figlia perduta e lui non poteva andare in avanti e sopratutto la morte della figlia aveva distrutto il loro matrimonio e non funzionava più . Pandora vide che c’ erano tante altre lettere , tra le quali una in cui c’ era scritto Carte del Divorzio . Vedendo quello Pandora capii ancora di più , già lui non riusciva ad andare in avanti per la morte della figlia e lui era divenuto un po’ pazzo perché lui non pensava ancora che la loro figlia era lì fuori ancora da qualche parte e ogni persona femminile le sembrava lei , poi il suo matrimonio distrutto e sua moglie che lo lascio . Lui allora divento disperato e si rifugio sempre più nella sua follia . Io avevo iniziato a controllare camera sua , lui aveva nascosto tutti i suoi attrezzi del mestiere come coltelli e altre cose . Io iniziai a cercare ovunque e alla fine le trovai nel suo ripostiglio , per non far vedere i suoi artigli lui aveva una stanza segreta da cui si poteva accedere dietro la libreria in camera sua un come Batman . Appena entrai vidi il suo tavolo da lavoro , i suoi armi e molte cose , con il mio kit di analisi presi tutti gli attrezzi e li misi nelle buste perché forse li avremmo trovato almeno una impronta digitale o una schizzo di sangue della vittima o dell’ assassino ancora fresco e vedere se era la persona che avevamo catturato . Io e Pandora tornammo in salotto e mettemmo tutto quello che c’ era dentro le buste nel kit di analisi . Poi dissi a Pandora – brava , adesso questa simulazione è finita , però più tardi ti faccio vedere come si prendono le impronte e altro . 

Categorie
2012 Auguri Cantante Cantare Chitarista Satunitense Compleanni Compleanno Foto Hayley Williams Mondo Musica

Auguri ad Hayley Williams

Diamo gli auguri ad Hayley Williams dei Paramore , oggi è il suo  compleanno è compie 24 anni .