Categorie
2013 Cantare Canzone Elisa Fabri Fibra Foto Mondo Notizie dal Mondo Persone

Fabri Fibra duetta con Elisa in Dagli sbagli si impara nel nuovo album Guerra e Pace (tracklist)

Notizie interessanti per i fan di Fabri Fibra, direttamente rilasciate dal cantante attraverso il suo account Twitter.

La foto in apertura post vede il rapper in compagnia di Elisa in uno scatto accompagnato dalla frase rivelatrice:

“Io con Elisa dopo aver registrato il pezzo per il mio disco”

Poche righe e un’immagine che già ottenuto ben 75 Retweets e 83 Favorites e che anticipa qualche dettaglio dell’imminente disco, “Guerra e pace“. Per i due la collaborazione non è nuova. Ricordate il brano “Anche se non trovi le parole“? E’ stato il secondo singolo estratto dall’album “Heart” di Elisa, pubblicato il 22 gennaio 2010 in download digitale e nell’interpretazione solista. Però, sempre a novembre di quell’anno, venne realizzato anche il duetto con Fabri Fibra, inserito poi nel nuovo disco Ivy. Ma le novità non finiscono qui. Il pezzo inciso dai due artisti si intitola “Dagli sbagli si impara“, come potete leggere dopo il salto…

Nemmeno un’ora dopo, il cantante ha infatti pubblicato un altro tweet:

Nell’allegato uno screenshot con i titoli del brani all’interno del suo nuovo Lp in uscita fra un mese esatto. Noi ve li riportiamo qui sotto:

01. 2031 (Intro)
02. Bisogna scrivere
03. Voce
04. Che Tempi con Al Castellana
05. Pronti, Partenza, Via!
06. A Me di Te
07. Non correre
08. Tutto in un giorno
09. La solitudine dei numeri uno
10. Panico (con Neffa)
11. Frank Sinatra
12. Raggi Laser
13. Nemico Pubblico
14. Non credo ai media
15. Guerra e Pace
16. Alta vendita
17. Centoquindici
18. Ring Ring
19. Dagli sbagli si impara (con Elisa)
20. Troppo di tutto (traccia bonus su iTunes)

Due pezzi in duetto, il primo con Elisa e l’altro -Panico- inciso con Neffa. Proprio quest’ultimo è sempre stato un grande sostenitore della musica di Fabri Fibra. Non per niente, proprio Turbe Giovanili, il primo album del rapper, uscito inizialmente nel lontano 2002, era stato quasi interamente prodotto da lui. E la stima era presente anche nel booklet all’interno di quel Cd:

“Neffa un giorno mi telefonò per dirmi che aveva recuperato delle basi dal suo vecchio hard disk. Questo album è dedicato a tutti i turbati distratti che insistono a credere in questa scena che ancora continua a darci energia. Personalmente non smetterò mai di credere in ognuno di voi, da chi mi ama, a chi mi odia, chiunque scrive o produce, chiunque balla o dipinge, chi lo fa da un anno e chi da una vita. In memoria di Dj Ciso”

 

Categorie
2013 Foto Galleria Galleria Foto GTA V Mondi Fantastici Mondo Notizie dal Mondo Ps3 Videogiochi Wiiu Xbox 360

Grand Theft Auto V: nuove immagini di gioco

Consapevoli dell’enorme hype generato da ogni loro intervento in coloro che attendono con ansia l’uscita di GTA V, gli sviluppatori di Rockstar Games riguadagnano la scena per sommare all’artwork di ieri una nuova galleria immagini ricca di scatti di gioco inediti e di scene già intraviste tra le pagine dell’edizione novembrina di Game Informer.

Per la natura stessa del prossimo capolavoro action della grande R, il soggetto delle immagini proposteci quest’oggi non è univoco ma muta al variare del contesto: scorrendo la galleria, infatti, si passa dalle “semplici” vedute panoramiche di Los Santos alle frenetiche sessioni di guida in sella a un quad o al volante di una supercar.

C’è però un elemento che fa da sottotraccia a tutte le “attività” immortalate dai Rockstar in questa come nelle scorse gallerie immagini di GTA V, e questo elemento è rappresentato dalla libertà d’azione concessa agli utenti per dare forma al gameplay e al canovaccio narrativo senza alcuna preclusione di sorta sui luoghi da visitare, sulle attività da svolgere e sull’approccio adottabile per portare a termine i capitoli della storia principale e i compiti delle missioni secondarie. La necessità di interpretare il ruolo di tre distinti criminali (Michael, Trevor e Franklin) darà poi un’ulteriore spinta alle dinamiche di gioco e amplierà esponenzialmente il ventaglio di “soluzioni ludiche” messeci a disposizione dai Rockstar.

Prima di lasciarvi alle restanti immagini in galleria, ricordiamo a chi ci segue che Grand Theft Auto V è previsto in uscita in primavera su PlayStation 3 e Xbox 360, con le versioni PC e, forse, Wii U pianificate nei mesi successivi.

 

Categorie
2013 Curiosità Film Foto Mondi Fantastici Mondo Uscite Future

Cloud Atlas: 13 curiosità sul film tratto dal libro L’atlante delle nuvole

Il 10 gennaio prossimo uscirà nei cinema italiani Cloud Atlas, film co-diretto da Tom Tykwer, Andy e Lana Wachowski. Dato che la pellicola è molto complessa per la sua struttura vediamo di fare un po’ di chiarezza raccontandovi anche qualche curiosità.

1. Il film è tratto dal romanzo L’atlante delle nuvole di David Mitchell.
2. Nel 2005, mentre era sul set di V per Vendetta, Natalie Portman aveva dato una copia del romanzo a Lana Wachowski che si era interessata alla storia. Un anno dopo, i fratelli Wachowski hanno scritto la prima bozza. Tom Tykwer, amico dei due, è stato poi invitato a scrivere con loro le diverse bozze successive mentre si cercavano gli investitori.
3. In tutti questi anni alla Portman era stato promesso il ruolo di Sonmi-451, ma alla fine ha dovuto rinunciare per la gravidanza del 2010. Tuttavia viene ringraziata nei titoli di coda. Il ruolo è andato a Doona Bae.
4. James McAvoy è stato considerato per un ruolo.
5. Ian McKellen è stato considerato per un ruolo.
6. Tutti i membri del cast hanno ruoli diversi che coprono tempi diversi, razze e persino sessi. Ciò è stato possibile attraverso il make-up e gli effetti speciali. Per esempio, Halle Berry ha recitato il ruolo di una donna ebrea nel 1930 e poi una vecchia tribale e poi un’ambientalista del 1970, il tutto nella stessa settimana.

7. Tutto il film è stato girato con due unità di ripresa parallele, una sotto la guida di Tom Tykwer e l’altra sotto la direzione dei fratelli Wachowski.
8. Mentre era sul set Tom Hanks ha iniziato a chiamare i Wachowski “mamma e papà”.
9. I registi hanno detto agli attori di pensare ai loro ruoli come un “ceppo genetico” piuttosto che come una serie di singole parti.
10. Il Numero 451 (il numero dell’appartamento di Luisa Rey e il nome Somni-451) proviene dal romanzo di fantascienza di Ray Bradbury,Fahrenheit 451.
11. Con un budget di oltre 100.000.000 dollari, Cloud Atlas è uno dei film indipendenti più costosi fino ad oggi.
12. Il film è diviso in sei storie ambientate in sei epoche diverse con temi però ricorrenti:
1. Il Viaggio nel Pacifico di Adam Ewing (1839): si parla di razzismo con il ricco Adam Ewing (Jim Sturgess), il clandestino Autua (David Gyasi) e il Dr. Goose (Tom Hanks).
2. Lettere da Zedelghem (1936): si parla di omofobia; un giovane musicista bisessuale (Ben Wishaw) lavora come amanuense per un compositore (Jim Broadbent). La storia è raccontata però attraverso le lettere del musicista all’amante (James D’Arcy).
3. Half-Lives – Il primo caso di Luisa Rey (1972): si parla delle compagnie energetiche; una giovane reporter (Halle Berry) si imbatte in una storia su una centrale nucleare.
4. L’orribile impiccio del Signor Cavendish (2012): si parla di anziani e delle case di riposo; un editore (Jim Broadbent) viene ricattato dai un suo scrittore. L’uomo chiede aiuto al fratello ma non sarà una buona idea.
5. La Preghiera di Sonmi~451 (2144): il totalitarismo sfrutta gli umani come carne da macello. La schiava Sonmi~451 (Doona Bae) evade con l’aiuto di Hae-Joo Chang (Jim Sturgess) e denuncia il sistema. Ovviamente si parla di totalitarismo.
6. Sloosha’s Crossin’ e tutto il resto (2321): si parla di organizzazioni religiose. La storia è ambientata alle Hawaii.
13. Il titolo del film è tratto dal discorso del personaggio Zachry Bailey:

“Le anime attraversano le età come le nuvole i cieli (…) Chissà chi soffia le nuvole e chissà come sarà la mia anima domani? Lo sa solo Somni: l’est, l’ovest, la bussola e l’atlante, sì, solo l’atlante delle nuvole, il nuvolario.”

Mentre aspettiamo la nostra recensione, vi consiglio di leggere le critiche dagli Usa, di guardare il trailer italianole foto del cast a Los Angelesil dietro le quinte e tutti i personaggi.

 

Categorie
2013 Film Foto Mondo Notizie dal Mondo Storia Tempo

C’erano una volta i 90 minuti: se ad Hollywood i film diventano sempre più lunghi

C’era una volta il film da 90/100 minuti. 45/50 a tempo, con l’odiosa pausa pop corn, bagno e Coca Cola nel mezzo, per poi ricominciare fino alla fine. I titoli da due ore sono stati per anni ‘l’eccezione’, perché uno script da 90/100 pagine è da sempre lo script ‘perfetto’. Un minuto a pagina, ti insegnano a scuola di sceneggiatura, e il gioco è fatto.

Però qualcosa è cambiato in questi ultimi anni. Si è evoluto, modificato, allungando sempre più pellicole che fino al decennio passato sarebbero durate probabilmente la metà. Intanto perché più redditizie in sala. D’altronde un film da 3 ore ‘perde’ almeno uno spettacolo al giorno, rispetto ad un film da un’ora e mezza, con tutte le conseguenze sfacciatamente economiche del caso. Ma va anche detto che persino lo spettatore, un tempo disabituato ai ‘mattoni’ infiniti al buio di un cinema, si è lentamente ‘abituato’ all’operazione, ormai sempre più sposata dalle major di Hollywood. Anche perché se devo sborsarti 8 euro, voglio vedere ‘tanta’ roba. Ma da quando quantità fa rima con qualità?

‘E’ sconveniente che un film duri più del tempo medio di riempimento di una vescica’, diceva tra il serio e il faceto Alfred Hitchcock. Eppure negli ultimi mesi abbiamo assistito ad una vera e propria pioggia di titoli vicini alle 3 ore di durata. Parliamo di Django Unchained (165 minuti), Lincoln (150 minuti), Skyfall (143 minuti), Cloud Atlas (172 minuti), Les Miserables (157 minuti), Lo Hobbit (169 minuti), Zero Dark Thirty (157 minuti), Il cavaliere oscuro – Il ritorno (165 minuti), The Avengers (143 minuti), The Master (144 minuti), e tanti altri, se non già usciti davvero dietro l’angolo. Quando si va al cinema, paradossalmente, si sa quando si entra ma non quando si esce. La vecchia cara forbice in sala di montaggio, purtroppo, sembra quaso scomparsa tra le cianfrusaglie in soffitta.

Ciò che sembrava un’eccezione, e sono i numeri a parlare, sta infatti lentamente diventando una regola. Come se registi e sceneggiatori non riuscissero più a ‘compattare’ le proprie opere, dovendo sempre e comunque ‘allungare’, per non dire sbrodolare, mettendo troppo spesso a dura prova la pazienza di chi osserva. Novità produttive che hanno contribuito allo stravolgimento dei vecchi orari da cinema, tanto dal farci impazzire nel provare ad incastrare proiezioni serali costrette ad anticipare mostruosamente i tempi, pur di concedersi un ultimo speccatolo che spesso e volentieri abbatte l’una di notte. Per la gioia degli esercenti, ovviamente.

La scuola ‘vecchio’ stampo da 100 minuti, almeno in quel di Hollywood, rimane ovviamente ancorata al mondo ‘cartoon’, a meno che l’ipotesi ‘3 ore’ non venga in mente persino ai titolari di casa Pixar e/o Dreamworks. L’impressione, ovviamente provocatoria, è che un film d’autore o pseudo tale, per ambire all’agognata etichettatura, ‘debba’ abbondantemente superare le 2 ore di durata, perché in caso contrario ‘cheap’ rispetto alla concorrenza. Voli pindarici, casualità cinematografiche degli ultimi mesi o probabile verità? Nel dubbio, non possiamo far altro che rigirare a voi il quesito, chiedendovi a bruciapelo: ma a voi piace questa nuova moda da ‘film infinito’ in sala?

Categorie
2013 Computer Cosplay Mass Effect 3 Mondi Fantastici Mondo Notizie dal Mondo Pc Persone Ps3 Video Cosplay Xbox 360

La versione femminile del Comandante Shepard ci sorprende in questo video-cosplay

Solitamente se parliamo di cosplay è per offrirvi tonnellate e tonnellate di fotografie, ma in alcuni casi anche i video possono essere di estremo interesse, soprattutto se hanno come protagonista Crystal Graziano, cosplayer professionista che abbiamo già apprezzato più volte nei panni di tanti personaggi, come ad esempio Poison di Final Fight o l’ultra-sexySelvaria Bles.

Nel filmato che trovate in apertura la giovane cosplayer californiana interpreta “Fem-Shep”, ovverosia la versione femminile del Comandate Shepard di Mass Effect. Si tratta senza ombra di dubbio di uno dei migliori costumi mai dedicati a questo personaggio.

Ad aiutare la realizzazione del costume è intervenuto addirittura Steve Wang, un professionista veterano nella creazione dei costumi che ha lavorato in numerose produzioni hollywoodiane, e in questo caso ha svolto il ruolo di “consigliere” e supervisore.

Insomma, questa Crystal sembra proprio non deluderci mai! Aspettiamo con curiosità il prossimo costume…

Categorie
2013 iphone 5 Mondo Notizie dal Mondo Tecnologie telecamere Telefonini

iPhone 5 lanciato da 30 km d’altezza? Intatto grazie a G-Form

Non si può certo dire che iPhone 5 sia sprovvisto di protezione, anche perché sarebbe davvero assurdo con tutto quello che costa: il video che vi mostriamo oggi sta facendo il giro del web nelle ultime ore e dimostra che gli accessori protettivi G-Form (tra i più consigliati per il “melafonino”) sono non sensazionali: di più.

Qualora siate pigri e tutto vogliate fare fuorché dare un’occhiata al filmato, vi spieghiamo noi perché: è stato lasciato cadere senza paracadute un iPhone a trenta chilometri di altezza; il gioiellino targato Apple è stato portato a quella distanza con un pallone gonfiato con l’elio e poi, invece di fare una brutta fine, ha fatto la sua stupenda figura: è rimasto intatto.

Abbiamo inventato tutto? No: nel video è dimostrato che un elicottero ha raggiunto il luogo dell’impatto con il GPS e proprio qui è stato filmato che di graffi e danni di qualsiasi tipo non c’era alcuna traccia.

Gli accessori G-Form erano stati testati già con un tablet iPad, sganciato e lasciato cadere dallo spazio, e avevano dato lo stesso risultato: se avete centinaia di euro da spendere per iPhone 5, ma temete che possa rompersi, questo video potrebbe davvero convincervi a fare il grande passo.

Se poi volete qualcosa di nuovissimo tra le mani, aspettate ancora un po’: sembra cheiPhone 6 sia già nei progetti di Apple; alla tecnologia – si sa – non c’è limite.

 

Categorie
2013 Artworks Foto GTA V Mondi Fantastici Mondo Notizie dal Mondo Ps3 Videogiochi Xbox 360

Nuovo artwork per GTA V Cosa si nasconde nel cofano?

Senza alcun commento, Rockstar ha diffuso un nuovo screenshot per GTA V, che ritrae i tre protagonisti di fronte al cofano aperto di una macchina, in pieno stile “Quei bravi ragazzi”.

Cosa ci sia nel cofano non è dato saperlo, ma qualunque cosa sia, è molto probabile che porterà guai, pallottole e qualche sfortunato incidente di percorso.

 

Categorie
2013 Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie dal Mondo Pc Ps3 Videogiochi Xbox 360

BioShock: Ultimate Rapture Edition ha una data americana

BioShock: Ultimate Rapture Edition è una raccolta che comprende il primo BioShock,BioShock 2, tutti i contenuti aggiuntivi di entrambi i giochi e diverso materiale inedito. 2K Games ha fissato la data di uscita americana per il 14 gennaio su PlayStation 3 e Xbox 360, al prezzo di 29,99$. Data e prezzo per l’Europa verranno comunicati quanto prima dal publisher.

Oltre ai contenuti già disponibili, la raccolta aggiungerà il “Museum of Orphaned Concepts”, ovverosia un vero e proprio museo virtuale dove sarà possibile visionare concept-art inediti del primo BioShock, nonché quattro nuovi plasmidi e tonici (Sonic Boom, EVE Saver, Vending Expert and Machine Buster) sempre per il capitolo originale della saga. Dopo la pausa troverete l’elenco completo del contenuto aggiuntivo.

Add-on in bundle con BioShock: Ultimate Rapture Edition:

  • Museum of Orphaned Concepts
  • Plasmids Pack (poteri aggiuntivi per BioShock)
  • Challenge Rooms Pack (il DLC che prima era uscito solo su PS3)
  • Sinclair Solutions Tester (per il multiplayer di BioShock 2)
  • Rapture Metro (sei mappe aggiuntive per il multiplayer di BS2)
  • The Protector Trials (per il single player di BS2)
  • Minerva’s Den (anche questo per il solo BS2)
  • Un set di adesivi da collezione tratti da BioShock Infinite

Insomma, ci pare una bella occasione per tutti coloro che ancora non avessero giocato a questi due titoloni, soprattutto al primo BioShock: un vero capolavoro che personalmente ho completato due volte su Xbox 360 e una volta su PC (tanto per gradire).

 

Categorie
2013 Demoni Dettagli DMC - Devil May Cry Mondi Fantastici Mondo Notizie dal Mondo Trailer

DmC – Devil May Cry in un nuovo trailer pieno d’azione

L’uscita di DmC – Devil May Cry, e Capcom continua il suo bombardamento mediatico per ammaliare più videogiocatori possibile. Questa volta tocca a un trailer nuovo di zecca che ci regala una sequenza d’intermezzo ricca di azione e combattimenti.

Il filmato rincuorerà tutti coloro che non riescono più a farsi dare un mutuo: a Dante va molto ma molto peggio, e quando entrano in banca si ritrova mostri e demoni vari al posto dei cassieri.

Questo DmC è il “reboot” della serie Devil May Cry che per la prima volta Capcom ha deciso di affidare al team di sviluppo esterno Ninja Theory. Finora il risultato era stato quello di attirare un enorme quantità di critiche da parte di fan e stampa specializzata, soprattutto a causa degli sconvolgimenti totale del look e delle caratteristiche distintive subiti dal protagonista Dante. La demo pubblica ha però stemperato le polemiche, rivelandosi discretamente convincente. Speriamo bene!

Sia la versione standard di DmC: Devil May Cry che l’edizione Son of Sparda saranno disponibili a partire dal 13 gennaio su PC, PlayStation 3 e Xbox 360.

 

Categorie
2013 Colonna Sonora Dettagli Film Foto Informazioni Mondi Fantastici Mondo Notizie dal Mondo Persone

Les Miserables: La colonna sonora

Come un bel regalo di Natale, lo scorso 25 dicembre l’attesissima trasposizione cinematografica di Les Miserables è approdata nelle sale anglosassoni. E sugli scaffali dei negozi è comparso il relativo CD con la colonna sonora. In Italia potremo vedere il film a partire dal 31 gennaio e troveremo il CD in vendita ai primi di febbraio. Per fortuna, i feticisti come la sottoscritta hanno potuto far affidamento sul proprio negozietto londinese di fiducia e su una rapida consegna via corriere (a dispetto del periodo di festività, in due giorni dalla release l’oggetto del desiderio era fra le mie mani).

Non è completo, purtroppo, ma lo si sapeva. Per qualche ignota ragione è stato deciso di realizzare un CD di sole “highlights” (e pare che non sia in programma nemmeno per il futuro una versione “deluxe” completa con tutti i brani). I numeri musicali mancanti rispetto alla versione teatrale sono davvero tanti e – almeno finchè non poseremo gli occhi sull’argenteo schermo cinematografico – non c’è modo di sapere quali o quanti di questi abbiano o meno trovato spazio nella colonna sonora del film. L’unica certezza è che alcuni cambiamenti allo score originale sono stati apportati, e non si tratta solo dell’aggiunta di Suddenly (il brano composto da Claude-Michel Schönberg ed Alain Boublil appositamente per la pellicola). Nel libretto che accompagna il CD, il produttore Cameron Mackintosh racconta il difficile svolto nell’arco di due anni dal team creativo dietro le quinte di Les Miserables. Qualcosa è stato tagliato, qualcosa accorciato, qualcos’altro riarrangiato o aggiunto, in un laborioso processo di riscrittura e adattamento.

L’enorme differenza con – ad esempio – l’album del 25° anniversario, è lampante. L’idea di registrare le canzoni in presa diretta sul set è sicuramente vincente. Certo, le orchestrazioni perdono in grandiosità ed opulenza, ma le performance degli interpreti guadagnano in intensità e trasporto emotivo. Performance spesso imperfette, sporcate da sospiri, voci rotte dal pianto e proprio per questo bellissime.

Se Anne Hathaway e Hugh Jackman riescono ad emozionare nota dopo nota e Samantha Barks ci offre una On My Own da brividi, lo stesso non può essere detto di Russell Crowe. Nonostante i suoi trascorsi teatrali da performer di musical, la star australiana sembra non “sentire” ciò che canta. Il suo Javert è intonato e dotato di una bella voce baritonale e pastosa, ma non trasmette emozione alcuna. Meglio comunque rimandare qualsiasi ulteriore giudizio fino alla pubblicazione della nostra recensione in anteprima che arriverà fra qualche giorno, dopo un’attenta e completa visione di Les Miserables sul grande schermo.

Ecco i titoli dei brani contenuti nel CD:
Look Down” (Hugh Jackman, Russell Crowe and The Convicts)
The Bishop” (Colm Wilkinson)
Valjean’s Soliloquy” (Hugh Jackman)
At the End of the Day” (Hugh Jackman, Anne Hathaway, The Factory Girls and Cast)
I Dreamed a Dream” (Anne Hathaway)
The Confrontation” (Hugh Jackman and Anne Hathaway)
Castle On a Cloud” (Isabelle Allen)
Master of the House” (Sacha Baron Cohen and Helena Bonham Carter)
Suddenly” (Hugh Jackman) – il nuovo brano composto appositamente per il film
Stars” (Russell Crowe)
ABC Cafe/Red and Black” (Eddie Redmayne, Aaron Tveit and Cast)
In My Life/A Heart Full of Love” (Amanda Seyfried, Eddie Redmayne, Samantha Barks)
On My Own” (Samantha Barks)
One Day More” (Cast)
Drink With Me” (Eddie Redmayne, Daniel Huttlestone and Cast)
Bring Him Home” (Hugh Jackman)
The Final Battle” (Cast)
Javert’s Suicide” (Russell Crowe)
Empty Chairs at Empty Tables” (Eddie Redmayne)
Epilogue” (Amanda Seyfriend, Hugh Jackman, Eddie Redmayne, Anne Hathaway, Colm Wilkinson and Cast)