Categorie
2013 Auto Auto Sportive Foto Galleria Galleria Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Videogiochi Wii Wiiu Xbox 360

Project CARS: le BMW M3 E30 Group A e GT2 sfrecciano in foto

Con l’ultimo aggiornamento alla sezione multimediale del portale WMD, i ragazzi del team diSlightly Mad impegnati nello sviluppo di Project CARS ci propongono le immagini che l’affiatata community del loro simulatore automobilistico hanno scattato in questi giorni per celebrare l’ingresso nel proprio garage virtuale della splendida BMW M3 E30 Group A e della sorella BMW M3 GT2.

Conseguente alla pubblicazione dell’ultima build intermedia rivolta agli utenti in possesso di un abbonamento Team Member o superiore, la galleria immagini dataci in pasto quest’oggi testimonia il lavoro che gli autori della prestigiosa casa di sviluppo londinese stanno portando avanti seguendo, settimana dopo settimana, i consigli pervenutigli dagli appassionati in virtù dei benefit concessi ai proprio giocatori tenendo fede al modello di sviluppo “condiviso” scelto dagli Slightly Mad per avere le mani libere e garantirsi la maggiore autonomia possibile dai publisher del settore.

È stata proprio questa “libertà” ad avergli permesso di tessere una fitta rete di relazioni con piloti, gestori di circuiti famosi e dirigenti di aziende automobilistiche affermate per costruire pezzo dopo pezzo un prodotto che, nato come una semplice mod sperimentale di SHIFT 2 Unleashed, è divenuto un vero e proprio punto di riferimento per tutti gli appassionati di giochi di guida semi-simulativi desiderosi di veder nascere su PC un titolo degno di competere sullo stesso terreno di scontro di Gran Turismo e Forza Motorsport.

Anche per questo, la commercializzazione di Project CARS non è stata ancora annunciata: un vecchio documento programmatico la fissava per il mese di marzo del 2013, ma sul sito ufficiale l’uscita su PC, PS3, X360 e Wii U viene indicata nella più logica finestra che va dall’autunno all’inverno di quest’anno.

Categorie
2013 2014 Foto Galleria Galleria Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Xbox 360

Dark Souls II: quattro passi negli studi From Software

Nel pieno rispetto della consolidata tradizione nipponica (e non solo) del pic-nic domenicale, le alte sfere di Namco Bandai si sono concesse una gitarella fuori porta all’interno degli studi From Software per fare compagnia alle decine di sviluppatori attualmente al lavoro suDark Souls II.

Rispetto al team che si è occupato dell’ultimo, sorprendente capitolo della saga ruolistica lanciata nel 2009 con Demon’s Souls ed esplosa a livello internazionale nel 2011 col Dark Souls originario, la forza lavoro occupata da From Software è rimasta sostanzialmente invariata, fatto salvo il passaggio di consegne avvenuto tra il padre spirituale della serie, Hidetaka Miyazaki, e il duo composto da Tomohiro Shibuya e Yui Tanimura.

Nelle fotografie scattate dagli uomini di Namco Bandai durante la visita al quartier generale della casa di sviluppo a loro più “affezionata” si riescono a intravedere i modelli delle armi e delle armature che i programmatori di From Software stanno realizzando per gli eroi e isignori occulti del loro prossimo action/GDR sulla scorta dei bozzetti disegnati dal loro team di creativi digitali.

Particolarmente interessanti sono poi i fieri cavalieri che fanno capolino dai monitor della compagnia: l’aspetto delle loro corazze ci dà infatti la cifra stilistica del progetto che Tomohiro Shibuya e Yui Tanimura stanno portando avanti sul solco tracciato dal loro illustre predecessore che, tanto per ribadire la volontà della compagnia di non stravolgere le dinamiche di gioco e il tratto artistico della saga, ha assunto il ruolo di “supervisore esterno”.

I lavori su Dark Souls II (se non per la trama, almeno dal punto di vista “digitale” della creazione delle ambientazioni immaginate dagli autori) sono appena iniziati: stando alle ultime, generose informazioni offerteci dai colleghi di Edge, il titolo dovrebbe vedere la luce tra la fine del 2013 e l’inizio del 2014 su PC e su questa o, forse, sulla prossima generazione di console.

Categorie
2013 Artworks Foto Mondi Fantastici Mondo Pc Ps2 Ps3 Videogiochi Wiiu Xbox 360

Grand Theft Auto V: Gamestop svela un nuovo artwork

Oltre al materiale ufficiale pubblicato da Rockstar Games fino ad oggi, continuano ad emergere in rete elementi legati a Grand Theft Auto V non ancora annunciati ufficialmente, come per esempio i bellissimi artwork che hanno sempre accompagnato l’uscita dei titoli della serie.

Oggi è infatti trapelato in rete un nuovo volantino per la prenotazione del gioco mostrato all’interno della catena americana dei negozi Gamestop. Come potete vedere dalle immagini presenti nella galleria, anche questo artwork dimostra nuovamente che le motociclette saranno mezzi di trasporto molto utili per seminare i piedipiatti o le svariate bande criminali dopo una bella rapina in banca.

Atteso per la primavera 2013Grand Theft Auto V approderà inizialmente su PlayStation 3 e Xbox 360, seguito dalle versioni PC e, forse, Wii U nei mesi successivi. Questo quinto capitolo casalingo della serie permetterà ai giocatori di vivere le vicende dei tre protagonisti Michael, Trevor e Franklin ambientate nella vastissima Los Santos che abbiamo imparato a conoscere già con Grand Theft Auto: San Andreas su PlayStation 2 e Xbox.

In attesa di ulteriori informazioni vi consigliamo di leggere il nostro articolo dedicato ai numerosi dettagli sul gioco pubblicati dalla rivista Game Informer alcune settimane fa.

 

Categorie
2013 2014 Carolina Kostner Foto Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pattinaggio sul Ghiaccio Persone

Figura, trionfa Carolina Kostner E’ ancora campionessa d’Europa

Carolina Kostner, per la quinta volta in otto anni, è sul tetto d’Europa. In mezzo anche due argenti e un bronzo. Da Lione 2006 è sempre sul podio. A conferma di una continuità che, nella storia del pattinaggio, ha pochi eguali. L’azzurra, nel vecchio Continente, oggi è al livello di Irina Slutskaya e di Katarina Witt. L’Italia, intanto, che anche grazie ai bronzi di Stefania Berton-Ondrej Hotarek e Anna Cappellini-Luca Lanotte chiude a Zagabria la miglior rassegna di sempre, festeggia pure lo scintillante quarto posto di Valentina Marchei, mai così in alto. La delegazione azzurra, a Budapest 2014, potrà così schierare tre ragazze, il massimo

ARTE — Ancora una volta, dunque, sul ghiaccio vince il Bolero di Ravel. L’interpretazione che ne offre Carolina è magistrale. La musica sale, cresce, avvolge. E l’azzurra, con la consueta eleganza, tiene la scena alla grande. In una Dom Sportova con finalmente un buon pubblico, il suo libero si trasforma in una poesia. Da campionessa del mondo in carica, è un successo in qualche modo atteso, dovuto. Ma non per questo meno pesante. Anche perché l’altoatesina, in estate, comprensibilmente attratta da una vita diversa dopo tanto impegno, aveva seriamente pensato di smettere. Oggi, invece, alla diciottesima gara consecutiva sul podio, celebra l’ennesimo exploit. Col sorpasso (per soli 72/100) ai danni della 16enne russa Adelina Sotnikova, che dopo il corto la precedeva di 3.42 punti. E la risposta a Elizaveta Tuktamysheva, altra russa, altra 16enne, che vince il segmento, ma non fa bottino pieno. Le baby russe sono arrivate. Carolina c’è ancora e resta la più forte.

CASA SUA — Questo Bolero è destinato agli annali. Il costume nero, la schiena nuda, il triplo lutz ritrovato dopo tre anni, le tre combinazioni, una sequenza di passi che non può non coinvolgere e una coreografia che dice della maturità raggiunta. Solo un brivido, sull’ultimo triplo salchow che, per la stanchezza, diventa doppio. Inficia nulla. Arrivano anche i record italiani del libero (130. 52) e del totale (194.71), meglio che ai Mondiali di Nizza. Cosa conta se, a livello internazionale, pochi avevano ammirato i nuovi programmi? Cosa importa se, tra i nove giudici e nel pannello, non ci sono italiani? Caro, davanti anche a mamma Patrizia e a papà Erwin, fa tutto da sola. Contro avversarie europee, del resto, è imbattuta da 35 mesi, dai Giochi di Vancouver 2010. Il Vecchio Continente, per la portacolori delle Fiamme Azzurre, è sempre più il giardino di casa.

SUPER MARCHEI — Un applauso gigante merita pure Valentina. A 26 anni, al nono Europeo, terza dopo il corto, centra il miglior risultato di sempre, migliorando di una piazza quello di Varsavia 2007. E’ un riconoscimento al carattere e alla dedizione di una ragazza che crede anche alle missioni più difficili. Nel suo “The artist” tira fuori dal cilindro anche un’annunciata, ma inedita combinazione doppio axel-triplo toeloop. “Valentina, quando pattina, emana un’aurea di felicità” dice Caro della compagna. Ed è un bel complimento. “Ho pattinato al meglio i primi 3’ – dice invece di sé – poi non ho avuto più né fiato, né gambe. Non so perché, ma mi è parso l’Europeo più difficile di sempre. Ho ancora molto da lavorare. Ma sono soddisfatta, contenta di non aver smesso, perché questa resta la mia passione. Dedico l’oro a mio fratello Simon, che gioca a hockey ghiaccio in Finlandia. Le russe? Saltano come gazzelle…”. Anche Valentina è contenta: “Pure un po’ dispiaciuta – ammette -, ho dato il 300%. Nulla da rimproverarmi, ho rischiato quel potevo e ho eseguito quello che ho preparato in allenamento. La tensione c’era, ovvio. E pattinare subito dopo Carolina è complicato. Ma il calore del pubblico mi ha aiutata molto. Proprio Caro, in questi giorni, col suo atteggiamento e qualche consiglio, mi ha insegnato tanto. Mi diverto, vado avanti per la mia strada”. Ben detto..