Categorie
2013 Cinema Film Fumetti Mondo Notizie Notizie dal Mondo Supercriminali supereroi Superpoteri

Man of Steel, Hans Zimmer risponde alle domande sulla soundtrack del film!

Hans Zimmer, dimostratosi disponibilissimo e molto aperto, ha subito fissato alcuni concetti chiave della sua personalissima visione del film e, paragonando la colonna sonora di Man of Steel a quella dei precedenti film di Batman, il compositore ha dichiarato che Superman deve portare “speranza”, mentre il Cavaliere Oscuro aveva bisogno di musiche che l’autore ha definito “ciniche”. Ma andiamo ad analizzare le parole di Zimmer che, nella lunga chiacchierata su Ask me Anything, si è lasciato andare ad alcune considerazioni molto interessanti…

Il “Zimmer-pensiero” su Man of Steel

Aiutato da Junkie XL nella produzione della score di Man of Steel, Zimmer dichiara subito che è stato molto difficile lavorare ripensando alla colonna sonora che John Williams realizzò per Superman del 1978…colonna sonora che, tra le altre cose, è valsa a Williams un Oscar. Zimmer dice che è stato molto difficile lavorare con “un’ombra” del genere, tanto che l’autore ha spesso procrastinato le registrazioni fino a quando non è riuscito a scrollarsi un po’ di dosso la pressione di un lavoro monumentale come quello di Williams. E, ricollegandoci a quanto detto sopra circa la differenza tra le colonne sonore della trilogia “nolaniana” di Batman e questo Man of Steel, riusciamo a capire perché Zimmer ha deciso di prendersi molto tempo per la realizzazione di questa soundtrack…

Ma ci sono dei punti di contatto tra la colonna sonora di Man of Steel e le score dei vari Batman: i Moog di Zimmer. Appassionato collezionista di sintetizzatori analogici, Zimmer ha deciso di usare i suoni prodotti da questi apparecchi anche in Man of Steel anche se, suppongo, stavolta i synth avranno un ruolo minore rispetto a quanto udito nella trilogia di Batman.

Zimmer: un lettore di fumetti!

Una cosa che non avrei mai pensato e che, devo dire, mi ha fatto davvero molto piacere è questa: Zimmer adora i fumetti, e in special modo Superman! Il compositore non fa mistero di questa sua passione ed anzi, parlando ancora una volta della colonna sonora di Man of Steel, Zimmer dichiara d’averci messo molta cura nella stesura della soundtrack proprio per non deludere il suo lato “nerd”. E devo dire la verità, non pensavo che un grande compositore come Hans Zimmer fosse così umile e disponibile…

Manca pochissimo alla prima italiana di Man of Steel e, sono sicuro, dopo aver letto le parole di Zimmer tutti presteremo molta attenzione alla colonna sonora di questo nuovo capitolo cinematografico delle avventure di Superman!

 

Categorie
2013 Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Dexter, ecco Charlotte Rampling, la donna che inventò il “codice”

Si stanno girando in questi giorni gli episodi conclusivi di Dexter, la cui 8^ stagione su Showtime sarà l’ultima. E si stanno girando proprio le scene con Charlotte Rampling, la grande guest star della stagione in un ruolo fondamentale: quella della dottoressa Evelyn Vogel, la psicoanalista che ha inventato il codice, ossia i comportamenti con cui il serial killer regola i suoi impulsi omicidi.

Vogel infatti è una terapista che consigliò Harry su come regolare gli istinti del figlio attraverso il codice e che ora ritorna dal passato per chiedere aiuto a Dexter, visto che un assassino pare perseguitarla. Con lei, Dex si aprirà anche sul suo rapporto con Debra e raggiunta sul set da Entertainment Weekly Rampling ha dichiarato: “Per lei, Dexter è una sorta di cavia da laboratorio. Lui è molto carismatico e anche lei deve esserlo per attirare la sua attenzione. E’ un gioco al gatto col topo”. Premessa interessanti per una stagione che deve risalire dopo troppi alti e bassi.

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Carlotta Ferlito in esclusiva: “Ora la maturità. I Mondiali? Ci provo”

Sempre più amata dalle fan che la seguono durante il docu-reality Ginnaste – Vite Parallele. Stella dell’artistica italiana con un ricco palmares alle spalle e la partecipazione olimpica a Londra 2012. Ora, di rientro dagli Europei e con gli occhi puntati alla maturità ormai imminente (per questo motivo non parteciperà agli imminenti Giochi del Mediterraneo), Carlotta Ferlito si racconta in esclusiva per Olimpiazzurra. A tutto tondo, con uno sguardo al passato e uno lungo verso il futuro.

 

Scudetto con la Gal, esperienza di successo in Coppa del Mondo, poi l’Europeo. Come valuti questa prima parte di stagione?

Sicuramente è stata positiva. Mi sono sempre allenata e mi sono sempre fatta trovare pronta per gli appuntamenti importanti (nonostante l’imminente maturità). Il terzo scudetto con la Gal, le due medaglie in coppa del Mondo alla prima esperienza e le due finali agli Europei sono senz’altro risultati positivi. Certo c’è il rammarico per quel quarto posto alla trave a Mosca, ma purtroppo non tutto va come vorremmo”.

Gli Europei. Ti sei voluta concentrare su trave e corpo libero. Sui 10cm tutti si aspettavano una medaglia da te ma è arrivato un quarto posto. Pensi che sia stato giusto così o valevi di più?

Io penso di aver fatto un esercizio abbastanza pulito e senza gravi errori. Proprio per questo motivo, non mi spiego il punteggio di esecuzione. Non credo di aver fatto il mio miglior esercizio, ma mi aspettavo qualcosa di più”.

Ora ti sei presa un meritato periodo di pausa per concentrarti sull’Esame di Stato. Come vedi questa maturità? Ti sta agitando o ti fa più “paura” una gara?

All’inizio mi faceva tantissima paura, forse anche più di una gara. Adesso che ho già affrontato i pre-esami per accedere alla maturità, mi fa un po’ meno paura. Tengo molto alla scuola e pretendo sempre il massimo da me stessa, sto studiando tanto e spero che vada bene”.

Il tuo percorso di studi finirà a luglio oppure hai intenzione di iscriverti a un corso di Laurea?

Ancora non lo so. Penso che frequenterò l’Università, ma non so se subito a settembre oppure se mi prenderò un anno sabbatico per riordinare le idee. Ho sempre dovuto conciliare allenamenti e scuola: un periodo pausa potrebbe aiutarmi”.

Ultimamente si è discusso molto del rapporto tra scuola e sport. Alcuni dicono che i professori non aiutano gli agonisti. Come ti senti di parlarne in base alla tua esperienza?

I miei professori hanno sempre cercato di venire incontro ai miei impegni e ai miei orari. I professori esterni, invece, non sempre aiutano noi agonisti. Certamente il nostro non è un Paese in cui praticare sport a livello agonistico è un pregio: alcuni professori non sempre vedono di buon occhio chi sacrifica la propria vita per lo sport”.

Dopo Mosca hai abbandonato totalmente la palestra oppure sei riuscita a ricavarti qualche ora per mantenere l’allenamento? È una Ferlito che tornerà a pieno regime dopo le vacanze e proverà ad andare ai Mondiali?

Non ho mai abbandonato totalmente la palestra. Anche nei giorni di esame ci sono stata: anche due orette giusto per non perdere il tono muscolare. I Mondiali? Certamente proverò a conquistare la convocazione”.

A marzo sei andata a Los Angeles per fare da madrina ai Kids’ di Nickeldeon. Che esperienza è stata negli Stati Uniti d’America? Raccontaci qualche aneddoto divertente.

È stata un’esperienza bellissima. Gli americani sono un popolo molto allegro, gioviale. Erano tutti molto disponibili e “alla mano” Una cosa incredibile che ho notato è l’estrema efficienza e organizzazione: non solo ai Kid’s Choice ma ovunque. Fare da madrina è stato un grandissimo onore per me: ho avuto l’opportunità di incontrare tantissimi attori, come il bellissimo Johnny Depp. Sicuramente un ricordo che porterò dentro di me per sempre”.

Ormai possiamo tranquillamente dire che a settembre-ottobre uscirà il tuo libro. Di certo hai soddisfatto le richieste di tutte le fan che ti seguono sempre con tanto affetto.

L’idea è nata proprio dall’impossibilità di rispondere a tutti i miei fan tramite i social network. Ricevo sempre tantissime domande e per questo motivo ho deciso di scrivere questo libro: parlerò non solo della mia esperienza da ginnasta ma ci saranno anche tante curiosità e chicche “inedite”.

Negli ultimi mesi hai presentato il tuo nuovo esercizio al corpo libero con tanto di nuova base musicale (Moon Trance di Lindsay Stirling). Come sono stati i passi per arrivare a montare quella coreografia e come hai scelto la traccia?

Come al solito ho scelto la traccia e montato la coreografia insieme a Tiziana Di Pilato. Lei fa una prima selezione di brani e me li sottopone. Alla fine io scelgio quello che mi piace di più e che rispecchia di più il mio carattere. In seguito ci divertiamo insieme a inserire dei movimenti che siano a tempo con la base”.

Un futuro da all-arounder o da super specialista?

Non lo so. Mi piacerebbe molto continuare su tutti gli attrezzi. Vedremo fin dove il mio fisico e altri fattori esterni me lo permetteranno”.

Casella aveva detto che è fondamentale aumentare i coefficienti di difficoltà degli esercizi: cosa ne pensi? Hai già in mente qualche nuovo elemento per il futuro?

È chiaro che bisogna sempre tentare di aumentare i propri coefficienti di difficoltà, ma senza danneggiare l’esecuzione e l’artisticità. Un esempio lampante è la russa Grishina: agli Europei ha semplificato e ridotto le difficoltà rispetto alla qualifica e in questo modo è riuscita a soffiarmi il terzo posto”.

Dieci giorni fa Tea Ugrin è diventata la nuova campionessa d’Italia. Te lo aspettavi? Esternamente come hai visto le altre azzurre negli ultimi mesi?

Detto sinceramente, in quei giorni ero molto impegnata con gli esami e non ho potuto guardare le gare. Sono contenta per Tea. L’anno posto-olimpico è sempre un po’ confusionario, anche per i cambiamenti del codice. Ci sono tante giovani che stanno emergendo e credo che riusciremo a mettere su un gruppo forte e compatto”.

L’anteprima della terza stagione di Ginnaste – Vite parallele è giunta al termine. Si riprenderà in autunno con la messa in onda integrale. Solito successo, solito calore delle ragazze. Ormai hai preso abitudine alle telecamere, è cambiato qualcosa rispetto alle edizioni passate?

Non è cambiato nulla. Ormai i “ruoli” all’interno del programma sono stati costruiti e si va avanti così. Quello che mi piace del mio personaggio è che io non fingo, non nascondo i miei difetti solo perché ci sono le telecamere, Poi ovviamente ha anche i suoi lati positivi: non smetterò mai di ringraziare tutte le persone che mi sostengono per i loro messaggi e per il loro affetto”.

Categorie
2013 E3 E3 2013 Microsoft Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Xbox One

Qualche rettifica sul free to play di Killer Instinct

Eventhubs riporta che Killer Instinct, annunciato due giorni fa durante la conferenza Microsoft, non sarà soltanto free to play, ma potrà essere scaricato anche in forma completa, con tuti gli stage e i personaggi.

Il picchiaduro di Double Helix , al contrario di quanto si pensava, sarà quindi disponibile in due versioni, ma in ogni caso in nessuna delle due ci sarà il cosiddetto “pay to win”.

Che dite, ora va meglio?

 

Categorie
2013 2014 E3 E3 2013 Mac MMORPG Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Uscite Future Xbox One

The Elder Scrolls Online non supporterà il cross-play su console

Zenimax Online ha confermato su Twitter che le versioni console di The Elder Scrolls Online gireranno su server differenti, e che non sarà possibile interagire con utenti di piattaforme diverse da quella a cui si sta giocando.

“I megaserver di The Elder Scrolls Online permetteranno agli utenti PC e Mac di giocare insieme, mentre i giocatori su Xbox One e PlayStation 4 avranno dei megaserver distinti”, hanno commentato gli sviluppatori.

Il MMORPG di bethesda sarà lanciato nella primavera del 2014.

Categorie
2013 Cinema Film Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Stoker – la colonna sonora del nuovo film di Park Chan-wook

Il regista coreano al suo debutto americano orchestra le performance, tra soffusi chiaroscuri dell’anima, di un terzetto di interpreti intensi e partecipi composto da Nicole Kidman, Mia Wasikovska e Matthew Goode, tutti al servizio di un dramma del desiderio.

Per musicare questa danza di anime tormentate è stato reclutato l’inglese Clint Mansell, che già in precedenza aveva sondato in note il lato oscuro della psiche con la colonna sonora de Il cigno nero. Tra i suoi altri lavori segnaliamo i drammatici The Wrestler e Requiem for a Dream, il fantascientifico Moon e il thriller The Hole.

La colonna sonora include anche brani del compositore americano Philip Glass (Secret Window), della cantante e attrice Nancy Sinatra e della violinista Emily Wells.

1. I’m Not Formed by Things That Are of Myself Alone by Mia Wasikowska 1:08
2. Becomes The Color by Emily Wells 4:43
3. Happy Birthday (A Death in the Family) by Clint Mansell 1:24
4. Uncle Charlie by Clint Mansell 3:39
5. A Whistling Tune From a Lonely Man by Hudson Thames 0:39
6. The Hunter and the Game by Clint Mansell 3:51
7. Blossoming… by Clint Mansell 2:24
8. Summer Wine by Nancy Sinatra And Lee Hazlewood 3:38
9. A Family Affair by Clint Mansell 2:57
10. Becoming… by Clint Mansell 5:30
11. Duet by Philip Glass 2:46
12. Crawford Institute (Family Secrets) by Clint Mansell 4:55
13. Stride la Vampa (from Il Trovatore) by Giuseppe Verdi 2:45
14. The Hunter Plays the Game by Clint Mansell 3:20
15. In Full Bloom by Clint Mansell 2:33
16. The Hunter Becomes the Game by Clint Mansell 2:39
17. We are Not Responsible for Who We Come To Be (Free) by Clint Mansell 2:47
18. If I Ever Had a Heart by Emily Wells 2:07 (Bonus Track)

 

Categorie
2013 Cinema Film Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Lo Hobbit: La desolazione di Smaug – Il primo trailer italiano

Mancano “soltanto” sei mesi all’uscita nelle sale di Lo Hobbit: La desolazione di Smaug, ma come annunciato è già arrivato on line il primissimo trailer italiano. Dopo il primo poster (in realtà un’immagine teaser proprio per lanciare il trailer nel mondo), ecco quindi che possiamo dare una prima occhiata alle immagini del secondo capitolo della trilogia che Peter Jacksondedica a Lo Hobbit.

E si tratta di un trailer che farà sicuramente presa sugli aficionados, e che promette un capitolo numero 2 più oscuro rispetto al precedente Un viaggio inaspettato: come d’altronde era Le due torri rispetto a La compagnia dell’anello. Nel trailer possiamo vedere il gran ritorno di Orlando Bloom nei panni dell’elfo Legolas, mentre il cast del precedente episodio torna al gran completo.

 

Categorie
2013 E3 E3 2013 Foto Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps4

Kingdom Hearts 3, Square vuole il multiplayer e i personaggi (giocabili) di Final Fantasy

Grandi novità per Kingdom Hearts 3, anche se questa volta non fanno perdere la testa; anzi, Tetsuya Nomura ci ha ricordato che Square Enix potrebbe fare degli erroracci indimenticabili da un momento all’altro: parlando all’E3 2013, infatti, è emersa la questione “multiplayer“, e il fatto che la software house stia pensando di implementarla nella nuova avventura proprio non ci piace (a cosa potrebbe mai servire?).

“Anche gli elementi multiplayer sono sotto esame – ha spiegato Nomura – . Stiamo valutando diverse possibilità per l’online. Con alcune possibilità in testa, il multiplayer è in considerazione. Ma annunceremo maggiori dettagli prossimamente”.

Ma non è finita qui: Nomura intende ampliare l’offerta di personaggi giocabili, permettendo ad alcuni character tratti dalla serie Final Fantasy di far parte della squadra:

“L’inclusione dei personaggi di Final Fantasy in Kingdom Hearts III è stata presa in considerazione. I precedenti episodi della serie non hanno mai avuto personaggi tratti da Final Fantasy. Quindi penso che sia giunto il tempo di includerne qualcuno. Per quanto riguarda Re Topolino, so che volete giocare nei suoi panni! Quindi ho preso in considerazione anche questo aspetto. Sicuramente, Sora rimarrà il principale personaggio giocabile ma sarebbe bello se altri personaggi potessero essere impersonati. E se questa cosa sarà realizzata, sicuramente anche Re Topolino sarà giocabile”.

L’idea, ovviamente, non è quella di rendere i personaggi conosciuti in determinati mondi dei componenti fissi del party: in fin dei conti, i tre eroi giustificati dalla trama sono sempre Sora, Paperino e Pippo; molto probabilmente, quindi, assisteremo soltanto all’introduzione di nuove ambientazioni e, in queste, all’entrata in scena di nuovi character (ad esempio, per quanto assurda possa essere questa circostanza, Squall nel Garden di Balamb). L’unica ipotesi verosimile è proprio l’ingresso di Re Topolino, che, in effetti, ha un peso notevole nel corso di tutta la saga.

Confermate anche le evocazioni e la fine della battaglia con l’Organizzazione XIII, il nuovo Kingdom Hearts promette, insomma, grandi cambiamenti: cosa vorreste vedere nel terzo capitolo numerato della saga?

 

Categorie
2013 E3 E3 2013 Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Wiiu Xbox 360

Deus Ex: Human Revolution Director’s Cut – immagini si Square-Enix dall’E3 2013

Dall’E3 2013 ecco che Square-Enix e lo sviluppatore Eidos ha diffuso una nuova serie di immagini per la versione Wii U di Deus Ex: Human Revolution. Li potete trovare in questa galleria.

Ricordiamo che Deus Ex: Human Revolution Director’s Cut potrà vantare il contenuto esclusivo delle battaglie con i boss, rivedute e corrette rispetto a quelle che abbiamo già visto su PC, PlayStation 3 o Xbox 360, dove il gioco è già disponibile da oltre un anno. Il game designer Emile Pedneault aveva dichiarato :

«Volevamo cogliere questa occasione di lavorare di nuovo sul gioco e cambiare solo quello che ritenevamo ‘così così, oltre ad aggiungere nuove caratteristiche al gioco. Altre caratteristiche esclusive sono la possibilità di lasciare consigli online usando il MiiVerse e l’utilizzo del Gamepad»

Negli scorsi mesi Pedneault aveva anche reso noto che questa versione Wii U di Human Revolution sarà quella dalla grafica migliore. Su questo continuiamo ad esprimere qualche perplessità Anche su questo rimaniamo un po’ perplessi, se consideriamo quello che si può fare su PC già solo in termini di risoluzione e frame-rate.

Deus Ex: Human Revolution Director’s Cut arriverà su Wii U entro il 2013, verosimilmente a fine estate o inizio autunno.

 

Categorie
2013 E3 E3 2013 Foto Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps4 Sony Sony Computer Entertainemnt Videogiochi

PlayStation 4 è region free, arriva la conferma del boss Shuhei Yoshida via Twitter

Prezzo inferiore, hardware (leggeremente) superiore, niente blocco sull’usato e niente richieste always-on. Quattro qualità che riassumono più di ogni altra cosa gli elementi a favore di Sony nella console war della nuova generazione, a cui ora possiamo aggiungerne una quinta:PlayStation 4 è anche region free.

La conferma l’ha data niente meno che Shuhei Yoshida, boss del reparto Worldwide Studios di Sony Computer Entertainment, che ha confermato nella tarda nottata di ieri con un tweet che la console è libera da qualsiasi meccanismo che blocchi il software distribuito dalle altre regioni del globo.

L’aspetto region free potrebbe essere considerato come il proverbiale “nail in the coffin” della console war, che difficilmente sarà mandato giù con facilità dai giocatori più affezionati al marchio Xbox. Un dettaglio che sottolinea ancora una volta le estreme differenze d’approccio per le due console e che si contrappone alle qualità hardware praticamente speculari (mai così era stato).

Per approfondire:
PlayStation 4: ecco le immagini ufficiali di console e accessori
PlayStation 4, svelato il design, le caratteristiche e il prezzo, oltre al supporto ai giochi usati
PlayStation 4 e giochi usati: per Sony la gag video “non era pianificata”