Categorie
2013 Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Pacific Rim: nuovo trailer e locandine per lo sci-fi di Guillermo del Toro

Il nuovo trailer della Warner Bros. ci propone il discorso enunciato da Idris Elba: “Oggi sull’orlo della speranza, alla fine del nostro tempo, abbiamo deciso di credere non solo in noi stessi, ma gli uni negli altri…oggi siamo di fronte ai mostri che sono alle nostre porte. Oggi noi cancelleremo l’apocalisse!!!

Prima di lasciarvi al nuovo trailer, che non fa altro che incrementare al rialzo le nostre aspettative, vi segnaliamo che tra le nuove locandine c’è uno strepitoso  poster IMAX e due speciali stampe realizzata da Mondo.

Pacific Rim è interpretato anche da Charlie Hunnam, Rinko Kikuchi, Charlie Day e Ron Perlman.

 

Categorie
2013 Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps3 Ps4

Gran Turismo 6: svelati i bonus preordine e i contenuti dell’Anniversary Edition

Dopo essersi dimostrato più che disponibile allo sviluppo futuro di una versione di Gran Turismo 6 da destinare all’utenza di PlayStation 4, Kazunori Yamauchi ridà la parola ai suoi Polyphony Digital per garantire ai suoi ragazzi tutto lo spazio mediatico necessario per l’annuncio dellaAnniversary Edition e dei bonus previsti per chi preordinerà (o per chi lo ha già fatto in queste settimane) l’attesissimo gioco di guida in esclusiva su PS3.

I contenuti aggiuntivi dell’edizione Anniversary coincideranno con quelli dei preordini, anche se con delle piccole ma importanti differenziazioni tra i bonus legati alle offerte dei diversi rivenditori aderenti all’iniziativa. A prescindere dal negozio digitale scelto, comunque, sia per i preorder “classici” che per gli acquirenti della Anniversary verrà proposto il 4-Car Pack, un DLC contenente quattro bolidi (la Nissan GT-R NISMO GT3 13, la BMW Z4 GT3 11, la Chevrolet Corvette Stingray (C7) e la Tesla Model S Signature Performance 13).

In base al negozio scelto per il preordine, inoltre, il proprio pilota virtuale di Gran Turismo 6 potrà godere di un ulteriore pacchetto aggiuntivo di 20 auto (comunque sbloccabili conseguendo gli obiettivi della Carriera) con livree customizzate e dei leggeri potenziamenti delle prestazioni, di un milione di crediti spendibili nel negozio digitale della modalità singleplayer (con riflessi diretti sulle auto utilizzabili nelle sfide in rete sin dal giorno di lancio), di una guida al gioco (l’Apex II) e di diversi gadget per le personalizzazioni estetiche dell’avatar e dello stesso pilota (dal casco alla tuta indossata in ogni gara).

Prima di lasciarvi alla lista completa dei 20 bolidi proposti da Polyphony Digital per festeggiare il 15° anniversario della loro leggendaria saga e, tanto per gradire, alle immagini di gioco pubblicate in queste settimane dall’esperto team di Yamauchi, ricordiamo a tutti gli interessati che Gran Turismo 6 è previsto in uscita a fine anno (si spera non più tardi di ottobre/novembre) solo ed esclusivamente su PlayStation 3.

Alfa Romeo TZ3 Stradale (2011)
Alpine A110 1600S (1968)
Aston Martin V12 Vantage (2010)
Audi R8 LMS ultra (Audi Sport Team Phoenix) #3 (2012)
BMW Z4 GT3 (2011)
Chevrolet Corvette Stingray (C7) (2014)
Ford Focus ST (2013)
Ford Mustang Shelby GT500 (2013)
Honda weider HSV-010 (SUPER GT) (2011)
KTM X-BOW R
Lamborghini Aventador LP 700-4 (2011)
Lexus IS F Racing Concept (2008)
Lotus Europa (type54) (1968)
Mercedes-Benz SLS AMG GT3 2011
Nissan GT-R NISMO GT3 N24 Schulze Motorsport (2013)
Renault Sport Megane Trophy V6 Race Car (2011)
SRT Viper GTS (2013)
Tesla Motors Model S Signature Performance (2013)
TRD 86 Racing (2008)
Volkswagen Scirocco GT24 Race Car (2008)

 

Categorie
2013 E3 E3 2013 Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Xbox 360 Xbox One

Ryse: Son of Rome – Crytek pensa già al sequel

Dopo aver guidato i soldati del generale romano Marius Titus nella sanguinolenta battaglia combattuta contro i barbari attraverso la video-dimostrazione di Ryse: Son of Rome propostaci durante nel corso dell’ultima, contraddittoria conferenza E3 di Microsoft, gli sviluppatori tedeschi di Crytek riconquistano il palcoscenico mediatico per fornirci degli importanti aggiornamenti sulla loro nuova proprietà intellettuale.

Interpellato dai colleghi di Polygon, il presidente e amminstratore delegato di Crytek, Cevat Yerli, si è detto perfettamente consapevole delle grandi attese nutrite dagli appassionati e ha illustrato i motivi che hanno spinto il suo team ad accantonare il progetto originario, annunciato durante l’E3 2010 come un action/picchiaduro in prima persona giocabile esclusivamente su Xbox 360 tramite Kinect.

Ripercorrendo le fasi iniziali del progetto di “Codename Kingdoms” assieme al design directorPatrick Esteves, Yerli ha spiegato che i concept mostratigli nel 2010 dai suoi ragazzi prevedevano tutti un impianto di gioco fortemente basato sulla nuova periferica sensibile al movimento di Microsoft e una narrazione su binari con progressione dei livelli simile a quella delle avventure grafiche “alla Dragon’s Lair”: col passare dei mesi di sviluppo, però, risultò chiaro a tutti che un titolo del genere, seppur appassionante e divertente, non sarebbe stato accolto con favore dalla stragrande maggioranza dei giocatori di lungo corso. Da qui la scelta, assai dolorosa dati gli sforzi profusi dal team di sviluppo fino a quel momento (l’inverno del 2011), di accantonare tutto e di reimmaginare completamente la proprietà intellettuale pensando a quali forme avrebbe dovuto assumere su Xbox One.

Dopo aver rivissuto il tumultuoso periodo della sua compagnia corrispondente alla cancellazione del progetto iniziale di Codename Kingdoms, nella lunga intervista concessa ai giornalisti della famosa testata videoludica a stelle e strisce il papà delle serie di Far Cry e Crysis ha poi tratteggiato l’esperienza di gioco del “nuovo” Ryse descrivendo in questo modo le idee e le “speranze” maturate dal suo team:

“All’interno di Crytek c’è chi supervisiona e c’è chi è impegnato attivamente nello sviluppo, ma per tutti, e in maniera indistinta, Ryse rappresenta una sfida e continuerà a rappresentarlo finchè non riusciremo a portarlo a termine. In questi anni non tutto è andato secondo i nostri piani ma ciononostante siamo contenti del lavoro che abbiamo fatto, ripensando a ciò che abbiamo passato e alle scene dell’ultima video-dimostrazione dell’E3 2013 molti di noi ancora non riescono a credere che siamo riusciti a tirare fuori dal gioco una qualità del genere. Di certo, però, Ryse non è stato pensato per essere un unico e grande titolo, ma solo il primo di una serie di episodi legati a questa nuova proprietà intellettuale.”

Ricordando la fatica fatta dai suoi sviluppatori per riprendere la serie dopo averne cancellato l’episodio originario per Kinect e lasciando velatamente intendere che il “nuovo” Ryse avrà più di un sequel, Cevat Yerli testimonia il forte attaccamento del suo intero staff a questa IP e lascia ben sperare per il buon esito dell’iniziativa nonostante le critiche mosse in queste settimane da chi, dopo aver provato la demo nell’apposito stand allestito da Microsoft tra i padiglioni dell’E3 losangelino, si è giustamente lamentato degli automatismi del sistema di combattimento basato sui Quick-Time Event.

Sperando quindi di ritornare al più presto a fornirvi nuovi aggiornamenti su questo titolo, chiudiamo la news ricordando a chi ci segue che Ryse: Son of Rome è previsto in uscita anovembre in concomitanza con il lancio di Xbox One.