Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

47 Ronin: nuovo trailer per l’action-fantasy con Keanu Reeves

Dovremo attendere l’anno venturo per poterci godere in sala l’avventura action-fantasy 47 Ronindiretta dall’esordiente Carl Rinsch e interpretata da Keanu Reeves nei panni di Kai, un prode combattente reietto che si unisce ad un gruppo di guerrieri samurai che sono in cerca di vendetta per il loro signore ucciso dallo spietato Lord Kira (Tadanobu Asano).

Abbiamo delle notevoli aspettative riguardo questo film, un po’ perché il fantasy e nelle nostre corde, ma soprattutto per i trailer che sino ad ora hanno mostrato una commistione particolarmente suggestiva tra cinema made in Hollywood e folklore giapponese, messi in scena con l’ausilio di una immersiva CG volutamente “fumettosa” e location virtuali mozzafiato, un po’ come accadeva nel cinecomic Elektra e nell’action-fantasy Sucker Punch.

Vedremo se la sceneggiatura sarà all’altezza dell’impatto visivo e se i travagli avuti in fase di post-produzione dal film avranno inciso sulla qualità del taglio finale, ma siamo fiduciosi vista la buona riuscita di World War Z, che di traversie in fase di produzione ne ha incontrate davvero tante.

Il film è interpretato anche da Rinko Kikuchi, Hiroyuki Sanada, Kou Shibasaki e Jin Aksanishi.

 

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Blade Runner 2: parla Harrison Ford

Perché rimettere mano ad un ‘mito’? Se lo stanno chiedendo in tanti ad Hollywood, con Ridley Scott probabilmente primo nome della lunga lista. Dopo aver girato Prometheus, prequel di Alien, il regista è infatti al lavoro su Blade Runner 2, da mesi annunciato e al momento un ‘pausa’ produttiva.

Ingaggiato Michael Green per la sceneggiatura (suo l’imbarazzante Lanterna Verde), il film torna d’attualità grazie ad Harrison Ford, star del primo indimenticabile capitolo. Senza Ford, infatti, la pellicola non si farebbe. Ebbene Harrison, a breve di nuovo sul set di Star Wars VII e da tempo in ‘attesa’ per Indiana Jones 5, ha confessato ad IGN che ‘sì, ne stiamo parlando‘. Diretto e conciso.

Bocciato Hampton Fancher, sceneggiatore del primo Blade Runner, questo sequel avrà comunque tempi lunghi, per non dire lunghissimi, visti gli impegni del regista. In attesa di vedere The Counselor Ridley tornerà a breve sul set per girare Exodus, con Prometheus 2 in lista d’attesa da almeno un anno. Sul piede di guerra troviamo ovviamente i fan dello sci-fi originale, liberamente ispirato al romanzo Il cacciatore di androidi di Philip K. Dick e negli anni diventato culto cinematografico inattaccabile.

Se mai si farà, il 71enne Ford sarà nuovamente Rick Deckard, mentre Katy Perry, come scritto tempo fa, potrebbe prendere il posto di una furiosa Sean Young, pronta addirittura al boicottaggio se ‘fatta fuori’. Pure illazioni, per il momento, nella speranza che il quasi 76enne Scott finisca per ripensarci, evitando di martoriare un altro dei suoi immortali classici del passato.

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Carlotta Ferlito si scusa con la Biles per le “frasi razziste” e…

Dopo lo scottante quinto posto nella finale alla trave ai Mondiali 2013 di ginnastica, Carlotta Ferlito aveva “inveito” contro le ginnaste americane e i loro ricorsi (cliccate qui per sentire l’intervista).

A microfoni spenti ha poi dichiarato: “La prossima volta mi tingo la faccia di nero (il colore della carnagione di Simone Biles, terza sui 10cm, ndr) così sono sicura di vincere“.

 

Nella tarda serata di ieri, la siciliana si è scusata con la Campionessa del Mondo su Twitter.

I’ve made a mistake, I’m not perfectI was too nervous and I didn’t think about what I was saying. I’m just a human. I’m so sorry” (nostra traduzione: Ho fatto un errore, non sono perfetta, ero troppo nervosa e non pensavo davvero le cose che ho detto. Mi scuso, mi dispiace)

 

Poco dopo un altro tweet: “I want to apologize with the Americans girls. I didn’t want to sound rude or racistI love Simone and I’m a huge fan of USA gymnastics” (nostra traduzione: Voglio scusarmi con le ragazze statunitense. Non volevo sembrare razzista. Adoro Simone e sono una grandissima fan delle ginnaste del team USA”).

 

Oggi è un giorno importantissimo per Carlotta. Esce finalmente nelle librerie il suo attesissimo libro “Cosa penso mentre volo”: ci racconterà di come è riuscita ad arrivare così lontano, della sua vita privata, di tante curiosità. Insomma un vero e proprio diario dedicato a tutte le sue fans.

 

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Film 2014-2015: cast da urlo per Kidnapping Freddy Heineken – commedia R-Rated per Peter Dinklage

– Kidnapping Freddy Heineken: un cast da urlo. Jim Sturgess, Sam Worthington, Ryan Kwanten ed Anthony Hopkins saranno i protagonisti di Kidnapping Freddy Heineken, thriller dal taglio internazionale diretto da Daniel Alfredson, regista svedese dei tutt’altro che sbalorditivi La ragazza che giocava con il fuoco e La regina dei castelli di carta, ultimi capitoli cinematografici della Trilogia Millennium. Via alla produzione in Europa, a fine ottobre, con l’olandese Mark van Eeuwen e l’esordiente australiana Tom Cocquerel a completare il ricco cast. Il film racconterà la storia di quello che è stato definito il rapimento più famoso del 20° secolo, che portò di fatto al più grande riscatto mai pagato per una sola persona. Freddy Heineken (interpretato da Hopkins ) e il suo autista , Ab Doderer, vennero rapiti nel 1983 e poi rilasciati dopo un riscatto di 35 milioni di fiorini olandesi, ovvero l’equivalente di 50 milioni di dollari. Ad occuparsi dello script William Brookfield, che non ha fatto altro che adattare il bestseller della giornalista-criminologa olanedese Peter R. de Vries.

– Commedia senza titolo: non solo l’imminente X-Men ma anche altro. Peter Dinklage, splendido protagonista de Il trono di spade, cambia genere e cede al genere R-Rated grazie ad una commedia della Paramount, al momento senza titolo. Per ora non si sa molto sulla trama se non che dovrebbe vedere Dinklage presentarsi come autentico folletto alle altre persone. L’irriverenza, da quel che si è capito, potrebbe ricordare quella del mitico Babbo bastardo.

– Narco-Sub: regista di action come The Bourne Identity e Mr. & Mrs. Smith, Doug Liman prepara il ritorno con il thriller Narco-Sub, progetto inizialmente tra le mani del compianto Tony Scott, morto suicida lo scorso anno. Thriller firmato 20th Century Fox, il film è stato sceneggiato da David Guggeneheim. Dettagli sulla trama per ora non se ne hanno, per un ritorno in sala, quello di Liman, in realtà assai più prossimo grazie all’uscita dell’atteso Edge of Tomorrow, sci-fi con Tom Cruise ed Emily Blunt protagonisti, dal 6 giugno 2014 in sala.

 

Categorie
Assassin's Creed 4 Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Wiiu Xbox 360 Xbox One

Assassin’s Creed IV: Black Flag – annunciati il Season Pass e il DLC “Grido di Libertà”

Dopo averci annunciato la presenza di Francesco Pannofino nel cast di doppiatori di Assassin’c Creed IV: Black Flag e dopo aver svelato la Heritage Collection dei primi cinque capitoli della saga, i vertici di Ubisoft ci presentano il Season pass e ci mostrano per la prima volta il protagonista di “Grido di Libertà”, l’espansione che verrà pubblicata nelle settimane successive al lancio del titolo per arricchirne di contenuto la campagna principale.

Al centro delle avventure che dovremo vivere nelle nove missioni che comporranno il DLC “Grido di Libertà” ci sarà Adewale, un ex schiavo divenuto primo ufficiale della Jackdaw (la nave di Edward Kenway, l’eroe della campagna singleplayer) e costretto, dopo essere naufragato a Santo Domingo, a procurarsi una nave e a mettere insieme una propria ciurma per soddisfare la sua sete di vendetta assaltando gli schiavisti che operano impunemente nell’area. Per portare a termine tutte le missioni bisognerà “spendere” tre ore di gioco, e questo senza tenere conto delle sessioni sandbox e dei frangenti “liberi” legati alla scoperta di aree segrete, di tesori e di oggetti collezionabili di vario tipo.

Grido di Libertà sarà però solo il primo di una nutrita serie di contenuti che verranno veicolati con il Season Pass: quest’ultimo sarà proposto a 19,99$ e, sia negli States che qui in Europa, dovrebbe permettere uno sconto del 20% circa sul prezzo di ciascun contenuto aggiuntivo che, altrimenti, andrebbe acquistato singolarmente. Chi deciderà di dotarsi del pass stagionale, infatti, potrà godere di diversi “bonus” che assumeranno la forma di pacchetti aggiuntivi legati alla personalizzazione della Jackdaw e del proprio alter-ego, all’ampliamento della rosa di missioni da poter affrontare nella modalità in singolo e alla possibilità di selezionare diversi nuovi personaggi nelle sfide multiplayer.

Sperando di conoscere al più presto la data di lancio del DLC “Grido di Libertà” e i piani relativi alla pubblicazione del Season Pass, quindi, vi ricordiamo che Assassin’s Creed IV: Black Flagsarà disponibile dal 31 ottobre su PlayStation 3 e Xbox 360 e dal 21 novembre su PC, Wii U, Xbox One e PlayStation 4.

 

Categorie
Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Xbox 360 Xbox One

Call of Duty: Ghosts – Activision smentisce Nvidia, i requisiti minimi ufficiali arriveranno presto

Per qualche strana ragione difficilmente spiegabile, i requisiti minimi e consigliati da Nvidia perCall of Duty: Ghosts non coincidono a quelli ufficiali che Activision e Infinity Ward non hanno reso pubblici. In cosa differiscono? Non lo sappiamo ancora, tutto quello che sappiamo è che Activision li ha semplicemente bollati come “non ufficiali”.

A scriverlo è il supporto tecnico di Activision dal suo account Twitter (Activision Support), rispondendo alla domanda di un utente. Ecco il breve scambio:

SkillN: @ATVIAssist NVidia ha pubblicato i requisiti minimi per Ghosts. Sono ufficiali?

Activision Support: Sfortunatamente non lo sono. Rimani sintonizzato per i requisiti ufficiali, che arriveranno presto. Grazie. ^SM

Tra i requisiti minimi pubblicati ieri da Nvidia si parlava di 50GB di spazio richiesto su hard disk (solo per l’istallazione del gioco o compreso di un margine sicuro per far girare l’OS in tranquillità?), una CPU dual-core o tri-core di modesta potenza, GPU di fascia media di 2 generazioni fa (GeForce GTX 550 Ti o Radeon HD 5870) e 6GB di RAM, che spiegavano anche l’obbligo di un sistema operativo a 64-bit. I requisiti consigliati includevano invece solo la GeForce GTX 780, la versione mainstream da 500+ euro della GTX Titan.

La richiesta per memoria e OS replica quella di Watch Dogs, che potrà funzionare solo su computer dotati di OS a 64-bit (Vista, Windows 7 o Windows 8) e almeno 6GB di RAM.

 

Categorie
Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo

Il ritorno di James Pond cancellato da Kickstarter

A quanto pare, ci siamo entusiasmati troppo presto per il ritorno di James Pond. La campagna su Kickstarter è stata infatti cancellata dai suoi creatori, a causa dello scarso riscontro ottenuto dai finanziamenti da parte dei backer.

Con scadenza il prossimo 20 ottobre, il nuovo James Pond aveva raccolto solo 16.000 sterline delle 100.000 richieste, spingendo così Gameware Europe a staccare la spina prima del tempo, come raccontato nel loro ultimo aggiornamento:

“Nonostante abbiamo ancora 12 giorni è chiaro che non ce la faremo a raggiungere l’obiettivo di 100.000 sterline, per cui invece di illuderci del contrario e continuare a pubblicare aggiornamenti, abbiamo deciso di essere onesti con noi stessi e voi e fermarci qui.”

A ogni modo, gli amanti del personaggio nato nel 1990 non devono disperare, perché i ragazzi di Gameware si dicono pronti a riprovarci in futuro:

“Se c’è una cosa che abbiamo imparato nell’effettuare questa campagna è che c’è ancora tanto amore per questo coraggioso agente segreto pesce e crediamo che si tratterà solo di avere il gioco giusto e la campagna giusta per rendere James Pond 4 realtà. Restate sintonizzati perché torneremo presto con altre notizie.”