Categorie
Alukard Saintcall Damon Saintcall Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Helena Saintcall Maraxus

Alyssa Saintcall mi chiede di Maraxus

Alyssa Saintcall oggi ha deciso di chiedermi di nuovo di Maraxus , cosa è successo li nella Guerra dell’ Universo . Io ero alla mia scrivania a leggere un fascicolo di un caso , lei venne verso di me lo chiuse e sbattendo la mano contro la scrivania e disse – ora voglio sapere cosa è successo su Maraxus e voglio sapere la verità . Io la guardai – non la vorresti sapere e sopratutto non la accetteristi e inizierai a cercare scuse per non sentire la verità su Maraxus . Mi prese per il capotto e mi chiese – Daniel la voglio sapere , lo stesso anche se fa male la voglio sapere . Io vidi nei suoi occhi rabbia e compassione per me e io le dissi – Alyssa lo so che vuoi aiutarmi chiedendomi cosa è successo li , pensi che io non lo sappia ho visuto di persona quegli eventi . Ma adesso io non te lo voglio dire , forse un giorno te lo dirò ma adesso non ti dirò niente sopratutto non voglio affrontare questa discussione con te . Poi si mise davanti e del fatto che tu prima di partire per Maraxus mi hai colpito al collo e mi hai fatto svenire ? .

La guardai e dissi siediti e adesso ti spiego perchè l’ ho fatto , si mise seduta con le gambe accavaltate e disse – perchè mi hai fatto svenire ? , io le dissi – l’ ho fatto per prottergerti e per salvarti . Lei mi chiese – lo hai fatto per questi motivi ? . Si l’ ho fatto per questo motivo e sopratutto per non farti affrontare quello che passo io . Tu dormi io invece no , non dormo e appena chiudo gli occhi sento l’ orrore che è successo li . Senti bambini che urlano dal dolore e vedo tutto quello di orribile hanno fatto alcuni della nostra specie . Alyssa era scocciata nel sapere queste cose e disse – Davvero la nostra gente ha perso il controllo ?

– Si lo aveva perso alla grande , la furia non soltanto li dominava li possedeva e sopratutto loro erano guidati da lei e quando ero li alcuni di loro mi stavano quasi per uccidere e io ho quello che andava fatto e sopratutto ho fatto un patto di sangue con i nostri genitori di non dire quello che ho fatto li . L’ ho promesso e devo mantenere la promessa , quindi non mi chiedere niente altro per favore . Inoltre l’ ho fatto per farti dormire seno saresti come me , non dormi e ogni giorno ti chiedi quando questa cosa che ti sei portata dietro ti lascera stare . Per favore non me lo chiedere adesso e sopratutto non ne voglio parlare . Alyssa capiva la mia situazione e disse –  Va bene Daniel , te lo chiedo solo quando tu ne vuoi parlare con me .

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Mr. Peabody e Sherman – nuovo trailer italiano del film d’animazione DreamWorks

Disponibile un nuovo trailer italiano per Mr. Peabody & Sherman, nuovo lungometraggio targato DreamWorks Animation diretto dal regista Rob Minkoff (Il re leone).

Continuiamo a trovare il character design di questo nuovo film assolutamente delizioso, anche se ha il difetto di non essere appariscente o particolarmente originale, ma visto il materiale di base ci sembra perfettamente in tono e soprattutto siamo certi che quella del team di animatoriDreamworks, che ci hanno regalato gli strepitosi cavernicoli de I Croods, sia una scelta voluta.

La trama ci racconta di un geniale cane scienziato (Mr. Peabody) che decide di adottare un ragazzino (Sherman) e fargli da padre, inconsapevole che ben presto Sherman e una sua vivace compagna di scuola, a bordo della macchina del tempo “Tornindietro”, finiranno per mettere a soqquadro la storia e indovinate un po’ a chi toccherà rimettere le cose a posto?

 

Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Garret Me Racconto Roberto Serena The City

Cerco di riprendere un quadro da una guardia

Ero in The City la città natale di Garret il grande maestro ladro , ma la città non si doveva solo preoccupare di lui anche di guardie che spesso utilizzavano il loro lavoro per prendere soldi , quadri e spesso la virtù dalle figlie delle persone che dalle quali rubavano loro e se uno diceva loro qualcosa finiva molto male . Mentre nel mio universo c’ era l’ ospedale con le tue tecniche per aiutare i malati , qui c’era l’ ospedale ma era lontano anni luce alle conoscenze che abbiamo nel nostro universo . Andai vicino a delle guardie che avevano benuto e stavano per picchiare a morte un uomo che voleva riprendersi il quadro di sua moglia . Arrivai li e li fermai , la guardia sulla destra mi stava per dare un pugno lo bloccai e poi gli diedi un pugno nello stomaco e lui si accascio a terra . Poi tocco all’ altro , era lui che aveva preso il quadro e lui che mi poteva dare informazioni . Cosi lo presi e dissi – dove si trova il quadro ? , lui mi guardò e disse – si trova a 360 metri da te , lui non mi poteva mentire aveva la mia spada puntata alla gola . Mi occupai prima del signore e lo curai con i miei poteri e poi dissi a lui – sta bene signore ? .

Si sto bene , grazie per avermi aiutato . Adesso se lei resta in casa io le prendo il quadro che è tanto importate per lei . Se ha rischiato di perdere una mano , quel quadro deve raffigurare una persona molto cara per lei . Roberto mi disse – si , raffigura mia moglie che è morte tre anni fa . Dopo andai a prendere il quadro e li c’ erano moltissime guardie , prendere il quadro sarebbe stata una impresa se non avessi fatto piano . Se avessi fatto solo un pò di rumore o mi avesserò visto le guardie tutte sarebbero scattate li . Decisi di fare con calma , mi misi nell’ ombra , l’ ombra della notte e con calma sconfiggevo le guardie una dopo l’ altro senza ucciderle . Se lo potevo lo evitavo e portare cadeveri non mi avrebbe fatto che portare guai , alla fine su un carro c’ era il quadro che raffigurava una bellissima donna . Io la riportai a Roberto e lui fu molto contento di vedere il quadro , quando lo vide vidi nei suoi occhi che il quadro era più importante della sua vita . Roberto aveva pure una figlia , purtroppo per lei era arrivato troppo tardi e non potevo fare nienre per te neanche tornare indietro nel tempo . Andai dalla ragazza e mi misi accanto a lei stava piangendo sul suo letto , io la abbraccai e dissi – ora è passato tutto , calmati . Serena non era più felice come lo era prima le era stata privata la propria virtù da un mostro e non si poteva riporre rimedio , nessun rimedio poteva fare qualcosa . Anche io che avevo i miei poteri o la mia macchina nel tempo poteva fare niente , io però per lei potevo fare una cosa sola cioè portare via Serena da li .Serena non se ne voleva andare e dissi – Senti Serena qui non sei al sicuro e tuo padre è stato più preoccupato di un quadro a te , quindi non è meglio che vieni con me e forse ti daranno a una famiglia più generosa e tu li possa rendere orgliosi oppure stare qui e farti fare le cose peggiori e senza che tuo padre faccia niente . Devi essere coraggosa , la scelta è tua soltanto , io fino a quando non  decidi tu non posso fare niente . Serena capì che era una sua responsabiltà vivere una vita felice e cosi mi diede la mano e io la portai via da li , da quell’ inferno che lei chiamava casa . Tutti giorni solo lei lavorava , possiamo dire che suo padre da quando era morta sua madre lui era morto . Nel mondo non c’era più niente per lei e lui tutti i giorni stava li a guardare il quadro . Per me è stato brutto portare via Serena al padre , ma Serena invece di un padre che era vivo , il suo possiamo dire che era morto lo stesso giorno in cui era morta sua moglie . Roberto aveva provato due o tre volte a togliersi la vita ma per il bene di sua figlia non l’ aveva fatto ma adesso che a sua figlia le avevano tolto la sua virtù e cosi secondo lui non poteva avere un erede lui con o senza Serena tra due o tre giorni si sarebbe tolto la vità .

Categorie
Batman Mondo Mondo dei Fumetti Notizie Notizie dal Mondo

RW Edizioni, rilasciate le anticipazioni sulle novità editoriali del 2014. Inizia Batman Anno Zero

RW Edizioni ha rilasciato un comunicato per consigliare ai suoi lettori come iniziare col piede giusto il 2014!

Sono stati rivelati ulteriori segreti del 2014, con tanto di dettagli su alcuni titoli (non solo comics) che verranno rilasciati durante i prossimi mesi. Batman è stato messo subito sotto i riflettori, visto che durante la prossima primavera compirà 75 anni.

Le origini del Cavaliere Oscuro

La casa editrice ha scelto di festeggiare questo traguardo pubblicando non solo la normale edizione di Batman n.23, ma anche una spettacolare Edizione Jumbo. Questa edizione speciale sarà composta da 120 pagine e presenterà tantissimi contenuti extra (si parla delle sceneggiature e le matite di Batman 21 serie originale). Batman n.23 è un numero molto importante poiché prenderà il via un nuovo ciclo: Batman Anno Zero. All’interno troverete storie di Scott Snyder, James Tynion IV, Greg Capullo, Rafael Albuquerque, Marguerite Bennett. Batman Zero sarà l’occasione per scoprire la nascita della leggenda del Cavaliere Oscuro. A proposito della Jumbo Edition, il prezzo sarà di soli € 5,50!

Manga e resto del mondo

Passando dai comics ai manga, vi segnaliamo che nel 2014 Rw Goen pubblicherà due nuovi titoli! Il primo è Due Come noi (inserito nella collana Hiro Collection), opera di Hiroyuki Nishimori che parla delle tragicomiche avventure di due Liceali-Teppisti. La bella notizia è che il primo numero verrà presentato in edizione Cut Price al prezzo straordinario di € 1,95, mentre il secondo e il terzo volume costeranno rispettivamente € 2,95 e € 3,95.

La seconda novità riguarda un volume che raggiungerà le fumetterie: Young Collection – Harisugawa nel paese degli Specchi, di Yasuhiro Kano. Questo manga presenta una commedia basata su svariati equivoci e vede come protagonisti un giovane di bell’aspetto e sensuali fanciulle.

Infine, la linea editoriale RW Lineachiara nei primi mesi del 2014 continuerà la pubblicazione di “Sette”, rilasciando 7 cloni di Louis, De Caneva e 7 naufraghi di Andoryss, Semedo.

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, Carlotta Ferlito: “Un 2013 agrodolce: ho pensato al ritiro, ma poi…”

Numero di fine anno anche per il magazine (FGI News) della Federazione Ginnastica d’Italia. Tra le tante curiosità (ne pubblicheremo poi un altro paio che ho trovato particolarmente interessanti), è stata pubblicità un’intervista a Carlotta Ferlito firmata da Giulia Righi.

 

Una lunga chiacchierata, per ripercorrere la carriera e il 2013 che si sta per concludere. Rilancio un paio di battute dell’azzurra che assumono una valenza specifica per diversi motivi.

Domanda: Nel 2013, il 15 febbraio, compi 18 anni. Vinci ancora lo scudetto e prendi parte agli Europei di Mosca, dopo aver vinto, l’anno precedente, il bronzo a squadre a quelli di Bruxelles, Ormai sei una stella conclamata, non più l’outsider berlinese. Ma ancora più emozionante è ciò che ti accade fuori dalla pedana […]. Quante emozioni!

Risposta: “In verità è stato un anno agrodolce. Ho festeggiato la maggiore età con i miei amici e la mia famiglia. Anche vincere il terzo scudetto consecutivo con la GAL è stato gratificante. Poi però in Russia (agli Europei di Mosca, ndr) ho mancato la medaglia e non nego che quello sia stato uno dei periodi più difficili della mia carriera. Avevo seriamente pensato di smettere o comunque di prendermi una pausa. Per fortuna ho superato quella crisi, sono tornata ad allenarmi, nonostante l’impegno scolastico, riuscendo ad ottenere un posto per i Mondiali di Anversa dove però la medaglia mi è sfuggita di nuovo. Sono contenta, invece, di tutto il resto. Ho dato il mio piccolo contributo all’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, ho conosciuto Johnny Depp. E adesso ci sono tante altre cose in ballo di cui spero di potervi parlare molto presto”.

 

Domanda: Stai pensando per il futuro di alzare i contenuti tecnici  dei tuoi esercizi?

Risposta: “A parole è facile sostenere che si debbano alzare le difficoltà. A certi livelli gli elementi si fanno sempre più complicati, quindi anche per aumentare di pochi decimi il tuo programma ci vuole tantissimo allenamento. E io non sono il tipo da rischiare esercizi non pronti col pericolo di farmi male seriamente. Vero, d’altro canto, che per competere seriamente in campo internazionale ormai bisogna presentare un valore di partenza molto alto”.

 

Cliccate qui per sfogliare gratuitamente il magazine della Federazione (intervista da pagina 24).

 

Categorie
Casa del Detective Incantesimi Latino Libri Lingue Maraxus Rebecca Russo T.A.R.D.I.S Valentina Richardson

Valentina Richardson cambia aspetto

Valentina Richardson quando ebbe 15 anni divenne molto più sveglia e sopratutto molto curiosa ai dettagli e lei non voleva essere una persona normale senza poteri . Lei voleva avere un aspetto bello , sexy e sopratutto una persona con dei poteri , alla fine lei un giorno mi vide entrare dentro il T.A.R.D.I.S e voleva vedere cosa c’ era dentro forse grazie al contenuto li dentro lei poteva avere un aspetto diverso dagli altri e sopratutto voleva avere dei poteri incredibili . Aspetto che io me ne andai da li dentro e me ne andai a fare qualcosa sopra , entrò e si stupi moltissimo a vedere l’ interno e poi cerco una biblioteca e ci entrò e li vide che era enorme piena di libri grandi e altri piccoli . Tutti contenevano informnazioni su luoghi e incantesimo , alla fine lei prese un libro e lo inizio a sfogliare e li trovò un incantesimo che faceva caso a se cioè ” L’ Incatesimo della Volpe Rossa Umana ” . Nessuno aveva mai provato a fare l’ incatesimo , ma questo non spavento Valentina fece passo dopo passo quello che diceva il libro . Aveva delle forbici che prese in cucina e come diceva il libro si taglio una sua ciocca di capelli , poi dal libro prese una ciocca di capelli della Volpe Rossa Umana . Poi prese la sua ciocca di capelli e la uni con quella della Volpe Rossa Umana e poi inizio a dire l’ incantesimo che era in latino . Segretamente Valentina aveva preso lezioni di latino e sapeva tutto del latino sia di tutte le epoche e tutto quello che serviva .

Vulpes Humanum Do Spiritus vultu rubrum dedi sanguinem meum vobis capillos tibi cor super omnia. Me tibi, me decet. Et facies mihi peto Richardson Valentina opes. Accipe hanc rogamus. Lorem ipsum.

Dopo pochi minuti lei si trasformo ed ebbe i suoi poteri . Dopo aver fatto alcune cose vidi che Valentina non era li dove stava , ma nel T.A.R.D.I.S , entrai e la vidi in Biblioteca ed era molto cambiata e io stavo andando verso di lei e le dissi molto arrabbiato – nessuno ti aveva detto di leggere il libro e nessuno ti aveva detto di pronunciare e farlo . La presi per l’ orecchio e la scortai fuori con calma e la portai fuori e lei mi disse – mi dispiace . Rebecca Russo era tornata e vide questa persona con questo nuovo aspetto e Valentina disse – Rebecca sono io Valentina , ho fatto un incantesimo e adesso sono cosi . Rebecca mi guardò e disse – basta le stai facendo male l’ orecchio , io la lascai andare e poi dissi – Mi puoi dire perchè lo hai fatto ? . Valentina mi guardò e disse -L’ ho fatto perchè volevo fare qualcosa nel mondo , voglio aiutare la gente come hai fatto tu e poi se io te l’ avessi chiesto , tu non l’ avresti mai fatto . Alla fine mi calmai e dissi – Valentina Richardson anche se hai agito nel male nè è venuto fuori qualcosa di buono . Ma la prossima volta che vuoi fare una pazzia del genere dimmelo . La prossima volta un incantesimo può finire male e la prossima volta non ci sono io o Rebecca Russo ad aiutarti . Ero ancora un pò arrabbiato con lei ma poi con calma mi passo , lei era cambiata ma non potevo fare niente per lei . Sarebbe restata cosi per sempre dico nell’ aspetto e poi non è male . Alla fine io e lei ci abbracciammo stando attento alle sue code rosso fuoco .

Categorie
Foto Maraxus Rebecca Russo T.A.R.D.I.S Valentina Richardson

Foto di Valentina Richardson

Avevo detto a Valentina Richardson di non entrare nel mio T.A.R.D.I.S e avevo detto di non fare altre due cose . Cioè entrare nella Biblioteca che io mi ero portato via da Maraxus , prima di andarmene da Maraxus avevo portato via la Biblioteca grazie a un incatesimo . Li c’ erano moltissimi incantesimi e io avevo detto a lei di non leggerli . Invece lei testarda come p , l’ha letto e adesso lei ha un nuovo aspetto e sopratutto io non posso fare niente per cambiare tale aspetto e neanche lei mai più . Adesso ve lo faccio vedere e poi vi racconto con calma come sono andate le cose , anche se fosse per me dovrei tirare le orecchie a Valentine e fargliele rosse .  Invece Rebecca Russo si è messa davanti a lei e disse di non farle niente e io poi le dissi – ora mai non possiamo fare niente e poi anche se hai sbagliato nè ho uscito qualcosa di buono .

Valentina Richardson