Categorie
Ada Knight Angela Ferrante Aqua Asgard Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Elfi Oscuri Kratos Spazio Tempo Thor Universo

Elfi Oscuri a Londra e parlo con Angela Ferrante di Kratos e Aqua

Quando Loki stava affrontando Male-kit a Londra li c’ erano moltissimi elfi oscuri , io mi misi a guardare la televisione e notai che questi Elfi Oscuri stavano devastando la città , Stavano sparando sui cittadini , volevano avere l’ oscurità e l’ avrebbero ottenuta in un modo o nell’ altro . Io chiamai Kratos , Pandora e Aqua e andammo a Londra con il teletrasporto e non in un punto qualsiasi ma proprio dove c’ erano gli Elfi Oscuri . Io prima di andare li dissi a tutti – non vi fermate per nessun caso e non mostrate nessuna pietà contro loro . Loro vogliono distruggere la città di Londra e tutte le altre città. Li dobbiamo fermare a tutti i costi . Andammo a sconfiggerli e iniziammo dalla parte ovest della città dove uno degli elfi stava per uccidere due vecchietti e Kratos con le lame dell’ esilio prese il nemico e lo uccise subito senza dargli il tempo di lanciare una di quelle sue bombe . Pandora vide altre due elfi che puntavano verso di lei e avevano delle armi laser , lei prese la sua pistola e sparò duo colpi potenti contro di loro e li uccise . Poi tocco a Pandora e richiamò il suo keyblade e si lancio contro di loro e uccise subito cinque elfi oscuri . Altre elfi venivano verso la nostra posizione e noi ci buttammo a capofitto , Kratos sfoderò la spada dell’ olimpo , io la mia spada , Pandora la sua katana e Aqua un ‘ altro Keyblade . Stavamo andando alla grande e stavamo sconfiggendo tutti gli elfi oscuri che stavano puntando contro di noi e li uccidevamo tutti quanti anche quelli più grossi . Alcuni erano grandi e forti e Kratos o io li uccidevamo con le nostre armi ficcandogliene nel loro cuore oscuro e tenebro . Loro volevano uccidere chiunque si mettesse sulla loro azione di conquista e distruzione della vita umana e di tutte le vite degli altri universi . Ad Asgard Odino stava guardando la situazione e poi la sua attenzione fu attirata da me , non dagli altri da me e dalla spada che io avevo in mano . Quando vide la spada che avevo in mano capì subito e poi chiese – sarà lui ? , gli videro Odino puntare gli occhi su di me e capirono che ero importante e uno degli uomini disse – chi è quella persona che ha tanta importanza per voi . Odino disse a lui – non lo so nemmeno se è lui . Quella persona doveva essere morta tanto tempo fa ma la vedo adesso e lui dissi – chi ? . L’ ultimo Dominatore di Poteri e vivo e vegeto ed li ad aiutare mio figlio a sconfiggere gli Elfi Oscuri . Odino disse agli uomini – fate finta di non sapere chi è lui e cosa sta facendo li e gli uomini disserò – Non dovremo avvertire l’ universo della sua presenza e Odino grido dicendo – lui non si è rivelato perchè nessuno sappia chi è lui e lasceremo che sia cosi . Se ho capito cosa vuole fare , lui deve fare cosi . Gli uomini di Odino fecerò finta di non sapere chi ero e cosa stavo facendo li . Quando alla fine gli Elfi Oscuri erano finiti io dissi a Kratos , Pandora e Aqua – adesso aiutiamo le persone che sono in pericolo e per il resto se ne occupa Thor il figlio di Odino . Kratos e gli altri fecerò come avevo detto io e poi ce ne andammo da li , eravamo venuti e poi ce ne eravamo andati via da li come sconosciuti e nessuno ci doveva riconoscere . Una volta tornati a casa Angela Ferrante si congratulo con me e poi disse in modo molto arrabbiata – QUANDO AVEVI INTENZIONE DI DIRMI DI KRATOS E DI AQUA .QUANDO MI VOLEMI DIRMI CHE LI AVEVI AIUTATI .DIMMI QUANDO . Io la feci calmare – adesso ti vengo dare una spiegazione per queste due faccende , Kratos mi vide andare via e disse – dove vai Daniel ? . Io dissi a Kratos – Ora ti spiego Angela Ferrante il mio capo e parecchio arrabbiata perchè non ho detto a lei che ho salvato te e Aqua e adesso devo andare li a farla calmare e a spiegare la situazione . Kratos disse – Ce la farai , oppure vengo con te e lo guardai e disse – Si forse è meglio se tu e Aqua veniate con me . Portai Kratos e Aqua nell’ ufficio del mio capo e lei mi disse – DIMMI PERCHè HAI SALVATO KRATOS E AQUA E PERCHE NON MI HAI DETTO NIENTE .  Io allora dissi ad Angela – Ora ti spiego vedi tutti questi mondi e questo mondo in cui noi viviamo e tutti gli altri universi non esisterebbero se Kratos non avesse dato la speranza nei vari mondi , nei vari tempi e nei vari spazi . Invece per quanto riguarda Aqua lei era imprigionata in un modo oscuro dove c’ erano un sacco di heartless e io insieme a Kratos e Pandora l’ abbiamo salvata . Kratos e Aqua dimostrarono questa cosa e alla fine quando Angela si era calmata lei mi disse – Va bene Daniel . Angela lo aveva saputo perchè lei sapeva tutto grazie al suo lavoro di Capo della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e quindi grazie a questa cosa lei sapeva tutto e vedeva tutto . Quando seppe di Kratos e Aqua era su tutte le furie perchè sapeva che dietro il loro salvataggio c’ ero io e io non le avevo detto niente e quand insieme a Kratos e Aqua andai a parlare con il mio capo ma prima incontrai Ada Knight e lei mi disse – Stai attento Angela Ferrante e in modalità furia nera . Qualunque cosa tu abbia fatto l’ hai fatta veramente arrabbiare questa volta . Angela prima di lascarmi andare disse – Daniel la prossima volta che non dirai niente cerco di scoprire le cose sul tuo conto e visto che io sono il Capo della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi io lo sapro se tu fai qualcosa . Io la guardai e disse – Senti lo so che te lo dovevo dire ma io sapevo che cosa mi dicevi . Mi dicevi che era impossibile salvare Kratos o Aqua e che non lo avrei dovuto fare o sarebbe stato il  peggio . Invece io ho reso quello che dicevi tu impossibile a possibile e adesso sono dalla nostra parte e combattono per il bene e aiutano tutti come hai ricevuto dai resoconti di salvataggio delle persone . Angela Ferrante mi disse – va bene Daniel , puoi andare e sta attento quando fai queste pazzie senza avvertire nessuno e io dissi – Io sarò sempre prudente , non ti devi preoccupare di me e delle mie folle azioni . Angela Ferrante mi guardo e disse tra se e se – speriamo che non si metta in altri problemi ma se lo conosco saranno i guai a cercare lui .

Categorie
Angeli Cassandra Dana Demoni Francesca Racconto

Cassandra inizia a scoprire le sue abilità da Angelo

Da quando aveva iniziato a lavorare li nel negozio di abiti di Francesca , Cassandra aveva imparato molte cose e alcune le erano risultare particolari e davvero molto strane . In alcuni momenti parlava lingue che non conosceva e altre invece sapeva fare cose che le altre persone non sapevano fare . Ma lasciate che vi spiego meglio queste due situazioni . Un giorno era entrata una donna francesca dell’ alta borghesia aveva saputo che il negozio di Francesca era davvero molto bello e voleva avere un vestito e disse in francese – J’ai besoin d’une robe en deux jours et je suis venu ici pour me faire prendre des mesures et me demande de le faire (Ho bisogno di un abito in due giorni e sono venuto qui per me prendere azione e mi chiedo di fare) . Francesca purtroppo non sapeva nemmeno una parola di francesce e poi Cassandra a un certo  che non sapeva nemmebo lei come aveva fatto ma tiro fuori un dio di accento francesce che sembrava essere nata li in Francia , visto che parlava benissimo la lingue e disse – Suivez-moi, et je prends aussi des mesures et pour demain, je fais la robe, si elle passe les trois Je vous laisse vous préparer.(Mi segua pure e io le prendo le misure e per domani le faccio il vestito , se passa per le tre ve lo faccio trovare pronto ) . Cassandra inizio a  prendere le misure della donna francese e una volta finito Francesca chiuse un attimo il negozio e disse in modo molto sbalordito – si può sapere dove hai tirato fuori quell’ accento francese e Cassandra che era stupita pure lei disse a Francesca – a saperlo , so soltanto che l’ ho fatto e basta . Dana aveva sentito e aveva visto la scena e disse a Cassadra e a Francesca – ci è riuscita perchè è un angelo . Francesca non ci poteva credere e poi disse – quello che ha fatto nel negozio l’ altra volta è normale . Non credo oppure se hai visto le ferite che aveva sul corpo prima di lavorare sono guarite come se non ci fossero mai state . Francesca ci aveva pensato e disse a Dana che non poteva più tornare a casa sua – Lo so che è speciale però la voglio trattare come se fosse mia figlia e se tu non fossi tanto dispettosa alcune volte potrei fare lo stesso con te piccola brinconcella . Francesca aveva visto gli occhi di Dana ed erano come quelli delle altre persone che l’ hanno attaccata le altre volte e disse – Se Cassandra è un angelo tu che sei un demone ? . Francesca non ci poteva credere e disse a lei – non mi pare tu sia un demone , secondo me vuoi far pensare di essere un demone ma tu sei un agioletto sotto e poi tu hai un aspetto cosi carino che non ti ci vedo proprio a essere un demone . Cassadra intervenne e disse – lei è un demone , per non vuole far del male a nessun umano . Francesca chiese a Dana – ti va di restare qui e per un essere una famiglia con tua sorella Cassandra e lei disse – si mi va .

La seconda situazione fu quando da sola Cassandra era andata in un bosco a prendere un pò di mele per mangiarle ma aveva visto un piccolo cerbiatto ferito al cuore . Era andata nella zona più interna della foresta perchè aveva scoperto che li c’ erano le mele più succose e dentro l’ erba c’ era un piccolo cerbiatto ferito da una freccia ed era dentro il suo cuore . Cassandra era nel panico non sapeva come aiutare il piccolo cerbiatto , inizio ad accarezzarlo , se toglieva la freccia sarebbe morto . Cassandra non sapeva cosa fare ed era entrata nel panico e decise di fare questo tolse la freccia e poi sapendo che non poteva fare più niente per il cerbiatto inizio a piangere e mentre lo accarezza inizio a uscire qualcosa di luminoso dalla mano di Cassandra e curo l’ animale . Il piccolo cerbiatto andò vicono a Cassandra e le inizio a leccare il viso e invece Cassandra lo stava accarendo e visto che l’ aveva curato l’ animale inizio a spingere da dietro Cassandra per farle trovare le mele molto più buone . Prima di andò decise di accarezzare il piccolo cerbiatto e poi se ne torno al negozio , era andata nella foresta perchè Francesca e pure lei voleva le cose fresce e al mercato non le aveva trovate e cosi Cassandra aveva deciso di andare lei nel bosco a prenderle .

Categorie
Alukard Saintcall Daniel Saintcall Distruttori Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Helena Saintcall Malefica Mangiare

Malefica scopre cosa ho fatto

Per tornare quello che ero un tempo sono andato da Malefica la Regina del Male , andare da lei forse è stata una pazzia ma quando non sai cosa fare alcune volte devi fare delle pazzie . Malefica inizio a cercare di capire cosa è successo nella Guerra dell’ Universo , lo voleva sapere per aiutarmi a farmi controllare la Furia Nera . Per farlo dovevo affrontare quello che avevo fatto e quando si ricordo della nostra discussione vide che io non guardavo negli occhi i miei genitori Alukard e Helena Saintcall . Alla fine quando capì quello che avevo fatto venne da me e mi affronto dicendomi – ho capito quello che hai fatto ? . Io la guardai e disse – lo so che hai capito , avanti uccidimi per quello che ho fatto . Anche se con la mia mossa ho salvato l’ intero universo io non dormo per questa situazione . Malefica mi guardo negli occhi e disse – perché hai fatto questa cosa ? , io la guardai negli e vidi oscurità ma anche rabbia e poi era pronta a sentire quello che avevo da dire – Tu lo sai che i miei genitori erano molto bravi negli incantesimi e sapevano molti poteri e alcuni erano molto devastanti e  se qualcuno come i Distruttori li avessero avuto sarebbe stata la fine per ogni pianeta o razza aliena e per questo l’ ho fatto . Ascolto tutto il mio discorso e disse – hai fatto bene , spesso si deve sacrificare qualcosa per fare del bene e tu sei quello che ha sacrificato di più . Ora dormi e domani ti aiuto a controllare la Furia Nera e la guardai e le dissi prima che se andasse dalla stanza – io non dormo più , dopo quello che ho fatto ho gli incubi , chiudo gli occhi e sento e vedo tutto quello che hanno fatto i Distruttori e i Dominatori di Poteri . Malefica aveva sentito parlare dei Distruttori ed erano davvero molto cattivi e diversi pianeti sono diventati cenere per colpa loro e alcune volte hanno distrutto il futuro di miliardi di persone . Malefica e i miei genitori avevano parlato della minaccia dei Distruttori e anche se erano potenti i miei genitori avevano paura di non farcela e di perdere contro di loro . Malefica aveva chiesto a mio padre Alukard come mai volevano attaccare il loro popolo e per questo Malefica mi disse quelle parole perché sapeva loro come erano potenti e se avessero preso alcuni dei poteri di mio padre sarebbero diventi una delle potenti forze oscure dell’ intero universo e questo Malefica capì il mio gesto .

Categorie
2013 Cortana Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Racconto Rete

Daniel Saintcall 15/12/2013

Decisi di tornare indietro nel tempo al momento in cui Cortana era intera , dovevo andare prima che John-117 si risvegliasse dal coma in cui era e prima della sua avventura in cui avrebbe perso Cortana . Io ero li davanti alla sua cella di refrigerazione di John-117 e grazie a un mio dispositivo feci una scansione del punto dove era Cortana e con calma ci mise davvero molto tempo e alla fine ottenni tutti i dati . Prima di andarmene da li inizia a cercai oggetti , pezzi e qualcosa per modificare e cosi riportare in vita Cortana . I dati che avevo erano moltissimi e già a vederli scorrere con i miei occhi capì che era bellissima e sopratutto sapeva fare moltissime cose . Apri il dispositivo in cui era Cortana e maggior parte dei pezzi erano fusi o bruciati . Allora con calma dovetti andare a cercare gli oggetti e i pezzi necessari , visto che su quell’ astronave non trovai niente che mi poteva aiutare a sistemare Cortana . Andai in tutte le parti e piano e facendo con attenzione sistemai tutti i pezzi di Cortana e vidi se riuscivo a far partire Cortana . Prima di immettere i suoi enormi dati dovevo farla partire , se non partiva potevo lasciar perdere tutti quei codici che avevo preso dalla scansione . Prima di accenderla e notai che c’ era una striscia di codice che diceva che Cortana le sarebbe di nuovo tra sette anni , ma io dovevo fare in modo che funzionasse per sempre . Con calma iniziai a cercare una soluzione , poi con calma apparve sulla mia linea telefonica la Rete e vide che stavo lavorando alla I.A e ce la stavo mettendo tutto me stesso ma non trovavo una soluzione e alla fine chiesi – Rete mi puoi aiutare , devi impedire che questa I.A si spenga tra sette anni e possibile fare questa cosa oppure no . La Rete e io insieme tramite computer risolvemmo il problema per fare questa cosa rimani alzato fino alle 7 di mattina .Alla fine dissi alla Rete – grazie per il tuo aiuto . Ma come facevi a sapere che stavo lavorando su questa cosa e la Rete mi disse – Daniel io sono tre passi in avanti a te e saprò sempre cosa stai facendo e dove ti trovi e poi chiuse la telefonata . Alla fine accesi Cortana ed era partita e quando lei mi vide si sta facendo un sacco di domande e io inizia a dire – Non ti ricordi niente , per colpa di quello che ti è successo i tuoi dati sono stati cancellati ma io sono riuscito a riprenderli e adesso te li rimetto . La collegai al mio computer e con calma dentro Cortana entrarono un sacco di informazioni sul suo passato e su tutto quello che sapeva su John-117 . Ci vole davvero molto tempo per esattezza fino alle 16:30 ci volle per completare il suo processo e alla fine lei mi disse -Grazie per avermi aiutata e io dissi – Non c’ e di che, tu eri in pericolo e quello che hai fatto all’ ultimo secondo e cercare aiuto e hai trovato me e io ti aiutato . Ma ho fatto molto di più , adesso non impazzirai più per colpa del tuo codice . Se ti ricordi tu non avevi più le tue facoltà mentali e per colpa di questo tu non sei riuscita a trattenerti e per questo sei morta . Io e una mia amica ti abbiamo modificata il codice e adesso non succederà più . Cortana alla fine mi chiese – Mi puoi portare da John-117 , io la guardai e le dissi – prima di portarti da lui devo controllare se tutto va bene e se non hai più problemi . Controllai Cortana e tutto andava bene e alla fine decisi di fare quello che andava fatto cioè riportare Cortana a John-117.

Categorie
Damon Saintcall Distruttori Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Maraxus Osservatore Osservatori Pianeti Settembre Spazio Tempo Universo

Torno nel T.A,R.D.I.S dopo aver vinto la Guerra dell’ Universo

Dopo aver vinto la Guerra dell’ Universo e aver parlato con Settembre , tornai nel mio T.A.R.D.I.S e chiusi e mi allontanai da li , chiusi le porte e non mi guardai indietro . Chiusi le porte e mi accascia li e iniziai a piangere e poi dal pianto mi appari una rabbia tale . Una rabbia profonda e oscura , dentro di me era apparso un lato di me che prima non c’ era cioè la porte oscura . Negli anni avevo fatto di tutto per tenere lontano da me la parte oscura e fare in modo che dentro di me il più lontano possibile si attivasse la Furia Nera . Quella Furia Nera che se attivata mi avrebbe portato a fare una carneficina e se qualcuno non mi avesse fermato avrei ucciso tutto e tutti sul mio cammino . Ora mai quella parte era dentro e non potevo fare niente per togliermi tale cosa era dentro di me e anche avendo tutti i miei poteri non potevo liberarmene . Quando subbisci una cosa brutta ti porti indietro il diavolo e non puoi più liberatene o per meglio dire c’ e un modo per farlo cioè liberarti dal peso di quello che hai fatto . Quel giorno che durato moltissimo ho fatto cose imperdonabili ma non solo io anche il mio popolo e non ne vado fiero . Per quello che è successo durante la Guerra tutti hanno avuto paura dei Dominatore di Poteri , ho fatto un ‘ altra cosi li cioè dovevo morire quel giorno . Quel giorno ho fatto finta di morire e cosi tutti sanno che sono morto quel giorno e io e tutti gli altri della mia famiglia si possono creare una nuova reputazione e cosi seppellire quella del nostro popolo . Per quello che ho fatto io non dormo più e non ne vado fiero in nessun modo e non dormo e appena chiudo gli occhi vedo tutto quello che è successo li .

Categorie
Angeli Cassandra Demoni Kira Kira King

L’ aspetto angelico di Cassandra

Quando ero negli inferi mi è sempre vevuto in mente come poteva essere Cassandra nel suo aspetto angelico un giorno feci questo dipinto del suo corpo angelico ed era bellissimo . In vita mia avevo visto cose belle ma quella mi lascio senza parole era di una bellezza unica e pure Kira quando la vide fu affascinata . Quella luce era talmente bella e splendida . 

Cassandra

Categorie
Angela Neri Angeli Cassandra Demoni Inferno Kira Kira King

Visioni sul futuro dell’ Angelo Cassandra

Cassandra era un angelo e sapevo della sua esistenza e dei brutti momenti che stava passando e nei momenti in cui non aiutavo Kira con il suo allenamento per lo scontro contro Angela Neri mi stavo chiedendo cosa sarebbe successo e alcube volte facevo dei quadri sul suo futuro .Il primo faceva vedeva che dei demoni avevano legato mani e piedi dell’ angelo e poi tenendola ferma le stavano radendo a zero i capelli ed era nuda . Secondo loro era un angelo , un mostro che se li attaccava poteva uccidere tutti i loro simili li vicino , sarebbe andata in coma e avrebbe fatto quello che aveva fatto nel negozio . Lo avevo visto e visto che se l’ era cavata non avevo fatto niente , alla fine però nei giorni successivi avrei visto altr e cose cioè torturano l’ angelo . Anche se era nello loro mani prima di ucciderlo si volevano divertire con lei , era nella loro mani ed era il gioccattolino a cui potevano fare tutto . Nel secondo quadro aveva preso una bacinella d’ acqua e le avevano messo la testa dentro l’ acqua e poi l’ avevano tolta e lei era a terra e stava sputando acqua e poi nel terzo una goccia d’ acqua fini sul volto dell’ uomo e per questa cosa . Era solo una goccia me per loro era una mancanza di rispetto e diede uno schiaffo in pieno volto all’ angioletto , poi la prese per la maschella e disse – piccolo angioletto adesso sei nelle nostre mani e soffrirai come un cane . Cassandra disse – ma io non ho fatto niente e il Demone che l’ aveva colpito al volto – il tuo unico errore e vivere e se adesso non ci dirai tutto quello che vogliamo sapere ti prendere il tuo cuore . Poi si rivolse all’ amico e disse – secondo quante è buono un cuore di angelo e il suo socio e disse – Sara un ottimo pranzo e se invece lo portiamo ad Angela Neri ci allenera per farci diventare dei demoni molto potenti . Per loro era il momento giusto per emergere e diventare più forti e cosi togliere di mezzo il loro capo e fare i fatti loro nel senso decidere loro come portare il mondo nel caos .

 

Categorie
Alukard Saintcall Damon Saintcall Daniel Saintcall Distruttori Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Helena Saintcall Maraxus Pianeti Sarah la Fenice Rossa Sarah Saintcall

Visione della Guerra dell’ Universo

il 24 Ottobre del 1995 questo era il giorno in cui decisi di andare nella Guerra degli Universi , la guerra tra il mio popolo cioè i Dominatori di Poteri e i Distruttori . Verso la sera stavo dormendo come al solito ma poi inziai ad avere una visione , ero su Maraxus e li c’ ero io stavo cercando di sconfiggere i Distruttori e stavo cercando di salvare la conoscenza di Maraxus . Alukard e Helena Saintcall erano andati in lungo e in largo per raccogliere tali conoscenze , per colpa della guerra abbiamo perso tutto quanto . Tutto quello che i miei genitori avevano ottenuto nei loro viaggi nel tempo , nello spazio e nei mondi e nei vari universi . La visione che avevo visto mi aveva spaventato moltissimo e non riusci più a dormire , nella visione ero in mano con la mia spada e la tenevo ferma vicino al collo delle due persone . Non ci potevo credere li mi sarei sporcato le mani di sangue . Inizialmente avevo deciso di non dire niente a mia sorella Alyssa e a mio fratello Damon e sopratutto a Sarah Saintcall . Alla fine feci colazione con mia sorella Alyssa e con mio fratello Damon e alla fine verso 10 feci venire Alyssa e Damon in camera mia e li parlai di quello che ho visto la sera e Alyssa mi disse – vuoi dire che devi andare li e fare qualcosa per il nostro pianeta . Alyssa e Damon all’ unisono disserò – veniamo pure noi e io dissi a loro – voi non venite con me . La visione in cui mi sono visto ero da solo e io ci devo andare da solo . Io decisi di partire per mezzogiorno ma Alyssa mi vide partire e inizio a gridare – Daniel apri la porta o la sfondo e per te finisce male . Alla fine apri la porta e io dissi ad Alyssa per distrarla e per farla girare di la – mi sono dimenticato il mio giubbino me lo prendi . Appena lei si girò e le diedi un colpo forte ma solo per farla svenire e prima di svenire le dissi – mi dispiace . Poi la porta in camera sua e poi io parti per il mio pianeta Maraxus , Damon andò da mia sorella e vide che era li sul letto ed era svenuto , mi cerco dappertutto e capì che ero stato io a farlo e si stava chiedendo come mai lo aveva fatto e li sulla porta di camera di mia sorella c’ era una lettera che ho scritto io .

Damon e Alyssa non vi ho potuto portare con me perchè dopo che ho fatto quello che ho fatto non dormi più e soffriro tantissimo e per questo non voglio farvi portare questo grande dolore che nel futuro mi porto . Mi dispiace quello che ho fatto a nostro sorella e spero che dopo che torno lei mi possa perdonare oppure no . Li ho visto tante cose , i Dominatori di Poteri sono in piena Furia Nera e avrebbero potuto colpire sia voi che me . Per questo non vi ho portato con me e sopratutto l’ ho fatto per salvarvi . Spero mi potete perdonare per questa cosa .

A più tardi

Daniel Saintcall .

 

Categorie
Angela Neri Angeli Cassandra Daniel Saintcall Demoni Dominatore di Poteri Gabriela Ginnastica Artistica Racconto

Dana racconta a Cassandra cosa è successo a casa loro

Dana anche se era acconto a Cassandra e vedeva che li nel letto della stanza di colore rosso , li c’ era tutto quello che Cassandra voleva avere . Cioè una scrivania dove scrivere e disegnare vestiti , una macchina da cucina e un bagno grande e quel bagno lo utilizzava anche Francesca . Dana inzio a piangere a dirotto , odio vedere le ragazzine che piangono e io grazie agli Osservatori vengo informati di questi fatti ma in quel momento non potevo fare niente perchè li a salvare la situazione nell’ inferno . Se non avessi fermato Angela Neri non avrebbe solo ucciso le persone che non avevano fatto niente durante il suo  incidente durante la trave ma avrebbe ucciso anche un sacco di gente che per lei erano delle stronze presuntose che erano li solo per far sfoggiare i loro trofei e i loro titoli . Angela Neri non nè aveva nessuno e si impegnava molto ma lei non faceva quello che dicevano i suoi allenatori , cioè era una testa calda e invece poi di continuare a fare gli esercizi se ne dal centro di Milano e se tornava a casa . Questo non portava niente di buono nel fare Ginnastica Artistica anzi rendeva più difficile le cose e poi non andava mai daccordo con nessuno . Alcune li nel centro le erano amiche ma lei alcune volte anche con loro Angela le trattava da schifo e le riteneva dentro di se come delle stronze che non dovevano per niente fare Ginnastica Artistica . Negli ultimi giorni mi ero sempre chiesto ma questa cosa cosi terribile per Angela e successa per caso e o stato voluta o è stata una cosa accidentale . Angela Neri era una stronza con la s maiuscola , voglio dire che spesso chi non facevs come diceva lei , non andava a finire bene con lei . Una delle sue amiche o lo era in passato era in ospedale in condizioni gravissime e quando Angela Neri la andò a fare visita la prese per i capelli neri che aveva in testa o per quante gliene erano rimasti e le dissi nell’ orecchio sinistro – Se tu avessi fatto quello che ti avevo detto di fare tutto questo non sarebbe successo . Angela Neri aveva detto alla sua Gabriella di fare sesso con tutti i ragazzi della squadra maschile di Ginnastica Artistica e poi le disse nell’ orecchio sbattendola vicino al suo armadietto dove lo stava aprendo con calma – Se non lo fai , ti potrebbe succedere qualcosa di brutto a tuoi bellissimi capelli o alla bella faccia . Gabriela non lo fece e quello che successe fu qualcosa di brutto e Angela lo fece passare per un icidente e gli butto l’ acido a dosso e meta della faccia di Gabriela era ridotta a mini termini e poi i suoi bellissimi capelli neri erano pochi in testa . Angela se nera andata e nessuno la poteva collegare a tale icidente , nessuno . Dana non era triste per questo ma perchè a casa sua era successo qualcosa di brutto ai suoi genitori e quando Cassandra sento piangere Dana , la abbraccio e dopo un pò Dana disse a Cassandra – Ti stanno cercando e nostro padre sotto tortura ha dovuto dire tutto su die . Adesso ogni demone sa il tuo aspetto e ti sta cercando per tutta la città . Cassandra chiese con molta calma e rassicurando Dana – cosa è successo a nostra madre ? , Dana trovò in se molto coraggio e disse – Per far parlare nostro padre hanno picchiato nostra madre e per farlo parlare mi hanno quasi picchiato . Voi direte è un demone , lei dovrebbe uccidere il demone perchè è un angelo ma io fossi stato nella stessa posizione di Cassandra avrei fatto lo stesso e non l’ avrei uccisa . Perchè non aveva ucciso nessuno e poi non era ancora un demone a tutti gli effetti , se vuoi essere un vero demone devi essere davvero molto cattivo e solo dopo un sacco di anni ci vogliono per poter diventare un demone . Cassandra vide che i capelli di Dana erano sgualciti , quasi come se fossero tirati molto forte , prese la sua piccola sorellina e la inizio a pettinare . Cassandra si mise in ginocchio e bacio sua sorella sulla fronte e disse – sei stata molto coraggiosa ad avermi raccontato tutto questo .