Categorie
2009 2010 2011 Annie Prince Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Janice Prince Lisa Litigio Milano

Lisa diventa Annie Prince

Lisa

Lisa aveva troppa paura di tornare a casa dai suoi genitori visto che loro avevano pensato che lei era pazza e che non aveva voluto dire la verità. Lisa non voleva farsi trovare per nulla al mondo e cosi decise di cambiarsi colore dei capelli e di cambiare nome e cognome. Prima trovo una donna di nome Janice Prince che la vide li seduta su una panchina tutta sola. Janice si avvicino a lei con calma – tesoro hai perso la tua mamma ?. Lisa guardo la donna negli occhi – no, lei mi doveva accompagnare a farmi i capelli e invece mi ha dato buca. Ci vorrei andare perché ne ho bisogno. Janice ci stava andando pure del parrucchiere e cosi decise di portare Lisa con lei. Lisa aveva dato inizio al suo grande piano per cambiare identità e diventare Annie Prince. Non voleva vivere con questa donna, lei voleva solo farsi dare una mano a cambiare colore di capelli e grazie a questa cosa poteva trovare una donna che aveva un cognome diverso dal suo e cosi poteva dare inizio alla sua nuova vita li a Milano. Una volta entrati dal parrucchiere Lisa cambio il suo colore di capelli dal rosso fuoco al colore bianco e poi se ne andò via facendo finta che aveva ricevuto una telefonata da sua madre. Prima di andare via da li lascio un messaggio per Janice e diceva “ mi dispiace se me ne sono andata, ma io sono scappata di casa e non voglio essere presa. La mia famiglia mi ha fatto qualcosa di orribile, cioè ha manipolato i miei ricordi o qualcosa del genere. Adesso io non so se sono Lisa o se sono qualcuno altro. Adesso devo fare un viaggio per capire chi sono e sopratutto cosa sono. Mi dispiace ancora Lisa. Lisa se ne andò via da li lasciando quel biglietto e Janice capì che Lisa stava piangendo quando lo scrisse visto che la parte di sopra era un po’ bagnata ma non troppo. Lisa aveva usato Janice per diventare una nuova persona e cosi lei non sarebbe mai stata presa dai genitori e dalla polizia. Lei aveva usato Janice Prince, per essere Annie Prince e cosi lei poteva andare in giro con questo alter-ego senza farsi prendere. Lisa dentro al suo parrucchiere si era messa a pensare alla sua nuova storia, al suo nuovo compleanno, cosa avevano fatto i suoi genitori. Cioè li dentro non solo si cambio colore di capelli, ma si rese un altra persona e cosi diventò Annie Prince. Lisa aveva deciso di usare il parrucchiere per essere un altra persona e cosi scomparire nel nulla. Adesso lei poteva andare in giro senza alcun problema e senza farsi trovare da nessuno. Lisa li dentro aveva deciso di tagliare i ponti con la sua vecchia vita visto che la sua famiglia erano stati dei mostri e invece di crederle e di darle aiuto le hanno detto solo alzando la voce – basta con queste fandonie. Tu non hai la magia e sei solo una pazza. Smettila di dire queste follie, sembri una pazza e non mia figlia. Lisa aveva visto che poi l’ avevano portata da uno strizzacervelli e la sua diventò normale di nuovo, ma i suoi sogni no. Quelli divennero incubi e lei ogni sera ricordava quell’ evento che aveva dimenticato. Lisa si era scocciata di non potersi confidare con la sua famiglia e cosi scappo via e nel farlo imbocco la strada per diventare Annie Prince.

Categorie
2010 2011 Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Sarah la Fenice Rossa Sarah Saintcall Tatuaggi Tatuaggio

Lisa disegna il suo tatuaggio perfetto

Lisa

Lisa prima di mettersi seduta li su quella panchina a Milano verso il 29 Settembre del 2011,  l’ anno precedente lei si era seduta al bar e si era messa un capello in testa per non farsi riconoscere visto che non voleva essere presa e riportata a casa. Lisa aveva capito che la sua famiglia era pazza visto che invece di crederle sulla parola dopo aver visto cosa era capace di fare, invece l’hanno presa e le hanno bloccato tale ricordo e cosi lei non si ricorda di aver avuto dei poteri e quindi non si ricorda nemmeno come li può usare. Lisa si mise seduta all’ ultimo tavolo, prese il suo blocco da disegno e poi prese una matita. Una volta messo tutto sul tavolo inizio a concentrarsi per ricordare cose aveva visto nel suo sogno. Se lo voleva ricordare perchè era un sogno stupendo e faceva vedere un raggio di sole molto diverso dagli altri cioè un raggio di luce fatto di magia ed era incredibile. Lisa se lo ricordo guardando il sole e poi una volta presa la matita con la sua mano sinistra inizio a disegnare il sole, tutto attorno ci disegno una scia viola e dentro al tatuaggio ci scritte la parola ” Magic Girl “. Su quel blocco da disegno di creo il tatuaggio perfetto per lei e lo fece per fare in modo che se i genitori l’ avessero ripresa lei grazie a tale disegno, si poteva ricordare tale sogno e cosi lei sapeva che il suo viaggio non consisteva nell’ essere una persona normale, ma una persona con dei poteri. Lei decise di farlo visto che oramai era stanca delle regole della sua famiglia. Lei aveva detto la verità visto che la prima regola per loro era ” dire sempre la verità “. Lisa lo aveva fatto e invece di crederle, le hanno strappato via di dosso la magia e il ricordo più bello che lei avesse. Lisa ha deciso di mettersi questo tatuaggio vicino al cuore e lo ha fatto di sua spontanea volontà. Questa che vedete qui sotto è solo una parte del tatuaggio di Lisa, visto che è una sua creazione e nessuna l’ ha potuta vedere e Lisa non l’ha mostrato a nessuno. Quindi io vi posso far vedere solo una parte della sua opera d’ arte.

tattoo sole

 

Categorie
2011 Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Lisa Sarah la Fenice Rossa Sarah Saintcall Terra

Curiosità su Lisa

Lisa

Sarah la Fenice Rossa quando ha aperto la comunicazione mentale tra lei e la piccola Lisa ha visto un ricordo che era sigillato dentro di lei. Questo ricordo era molto potente e non un ricordo che riguardava un momento brutto, ma un momento bellissimo. Sarah aveva visto solo una parte del ricordo, ma aveva visto che Lisa era in questa foresta magica con questa potente aura viola e poi usando gli occhi della fenice si concentro per vedere meglio l’ oggetto che Lisa aveva in mano. Sarah si concentro e vide meglio la visione visto che una parte del suo spirito era li e poteva vedere meglio la situazione. Vedeva che il cuore di Lisa stava emettendo una grande luce rossa e quindi questo significa che li dentro la piccola Lisa un giorno è andata in questo bosco o foresta e ha capito che dentro di lei c’ e qualcosa di nuovo, qualcosa di speciale e lei lo aveva accettato. Ma a quanto pare i suoi genitori hanno cosi paura della magia e delle creature magiche e ogni singola cosa dedicato al mondo della fantasia o degli altri mondi e per colpa di questa grande paura loro hanno bloccato tale ricordo a Lisa e adesso lei non sa chi più chi è sopratutto cosa dovrebbe essere. Sarah aveva capito subito che tale ricordo era molto potente visto che da ogni parte sentiva un grande potere. Ma ne sentiva di più quando andava vicino a Lisa che teneva il suo cuore li tra le mani. Sarah prima di farlo doveva conoscere meglio Lisa visto che non poteva dire di punto in bianco tipo questo – i tuoi genitori ti hanno bloccato un ricordo. Tale ricordo si deve sbloccare oppure non sai se tu sei veramente Lisa oppure il tuo nome è un altro. Lisa avrebbe detto solo che è impossibile che i suoi genitori hanno fatto una cosa del genere e quindi lei non avrebbe più incontrato Sarah la Fenice Rossa. Sarah la Fenice Rossa poteva far vedere a Lisa chi era e sopratutto questo ricordo che è dentro la sua mente, ma lei per fare una cosa del genere ha dovuto procedere con calma e senza nessuna fretta oppure tutto sarebbe andato a mondo e la vita di Lisa sarebbe stata un grande disastro per sempre.

Categorie
2011 Alieni Alieno Damon Saintcall Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Lisa Sarah la Fenice Rossa Sarah Saintcall

Aspetto di Lisa

Lisa

Sarah la Fenice Rossa per comunicare con Lisa senza alcun problema ha creato una comunicazione mentale tra lei e Lisa. Sarah aveva deciso di fare una cosa del genere visto che aveva paura di spaventare la piccola Lisa e grazie a tale gesto poteva vedere se lei credeva al mondo della fantasia e degli alieni e cosi se ci credeva poteva andare li a scusarci di persona per aver visto dentro la sua mente e non andare li faccia a faccia e chiedere a lei cosa era successo e perchè era scappata di casa . Lisa non sapeva come mai riusciva a fare una cosa del genere e cosi disse con calma e senza nessuna rabbia – per favore non entrare più dentro i miei ricordi. Sarah sapeva che aveva violato la privacy di Lisa e cosi decise di scusarci e lo doveva fare visto che solo grazie a questa piccola ragazzina poteva avere il disegno che poi davanti a me e davanti alla mia famiglia, le avrebbe permesso di essere Sarah Saintcall. Certo non avrebbe dimenticato il suo passato da Sarah la Fenice Rossa, ma adesso lei qui sulla Terra poteva nascondersi con calma e senza essere vista come un aliena e quindi lei non attirava più l’ attenzione su di se e sulla nostra famiglia. Sarah prima di andare li e chiedere scusa faccia a faccia resto li ferma sul tetto di quel grande palazzo al centro di Milano. Questa conversazione mentale stava avvenendo il 29 Settembre del 2011. Sarah era li ferma e prima di andare e spaventare la piccola Lisa – tu credi nel paranormale e negli alieni ?. Lisa era un pò sorpresa da questa domanda e resto li a dondolare il suo piede destro e poi rispose – si, ci credo e credo che è colpa nostra che gli alieni non vogliono parlare con noi. Sarah vedeva l’ aspetta di Lisa li sul tetto e vedeva che era molto carina e grazie agli occhi della fenice poteva vedere che ha un grande cuore e cosi arrivo da lei. Lisa vide Sarah con questo suo aspetto incredibile e invece di morire di paura, andò da lei e la guardo in faccia – non guardare dentro la mia mente, se mi vuoi chiedere qualcosa fallo faccia a faccia. Sarah si sedette vicino a Lisa e guardandola negli occhi neri – mi, dispiace non volevo farlo. Accetta le mie scuse e adesso conosciamoci meglio e lo faremo qui guardandoci negli occhi e senza poteri e senza comunicazione mentale e Lisa accetto e con calma loro iniziarono una lunga conversazione.