Categorie
Presentazione

Riacquisto la fiducia di Alicia la Dea della Speranza

Quando inizi a vagare nell’ universo inizi a scoprire diverse persone che cercano di salvare il mondo o stelle o l’intero universo. Vedete quando gli Osservatori sono diventati Osservatori del Tempo Stesso e avevano questi nuovi grandi poteri la prima cosa che hanno fatto e dire a tutto il mondo ” adesso ci pensiamo noi a ogni avvenimento e ogni disastro “. Ma qui arriva il grande problema cioè ne, cercare di voler fare tutto alla fine per tenere l’universo assieme non devi fare nulla e solo muovere i passi da dietro la storia. Quindi quando tutti quanti si sono chiesti perché gli Osservatori non potevano intervenire perché se lo facevano tutto sarebbe andato male e sopratutto il loro intervento avrebbe peggiorato la situazione. Cioè diciamo che in una normale situazione avrebbero ucciso una persona loro nel modo contorto di intervenire avrebbero fatto vedere a quella gente che uccidere era una scelta invec quel piccolo litigio si poteva fermare in un due secondi visto la persona che avevano di fronte non aveva nè armi e niente. Gli Osservatori del Tempo Stesso erano molti famosi all’ inizio ma adesso tutti li vedono male e dei persone dei poteri troppo pomposi per intervenire. Ma invece loro non possono e agiscono in una maniere del tutto differente. Quando Settembre e venuto e parlato con me, Alicia la Dea della Speranza mi ha iniziato a guardare in uno modo strano come se non si fidasse più di me. Dopo la visita di Settembre io andai vicino a lei in modo molto adagio – io non me vado di qua fino a quando non ho salvato la piccola Pandora. Ho detto a Sarah la Fenice Rossa che volevo solo osservare la scena e cercare di capire la situazione ma ho fatto varie analisi e vari test e ho visto che piccola Pandora fa parte della mia famiglia e quindi la voglia salvare. Io ti aiuto e non me ne vado di qua, non me ho importa se ho mentito, la voglia salvare e ti aiuto. Alicia la Dea della Speranza dopo aver sentito il mio lungo discorso capi che ero sincero e dopo decidemmo uniti come una singola squadra di entrare dentro al Malus Ignote.