Categorie
2004 Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Federica Sarah la Fenice Rossa Wesen Yuna

Bright Falls

La città in cui vivo è una di quelle città normali , senza né cose strane né altro . Cioè Giugliano in Campania , cosi si chiamava la città in cui vivevo ma adesso quel nome è andato perduto nel tempo . Adesso la città in cui vivo si chiama Bright Falls , questo posto è molto grande e pieno di persone che provengono da moltissimi posti . Dentro l’ Universing esiste un settore denominato Settore D , quel posto è pieno di persone con superpoteri , Wesen , Creature Leggendarie e molto altro . Era un giorno come l’ altro del 2004 , io per il momento non sapevo niente di tutto questo , per il momento mi lasciare stare perché io non sapevo niente di queste storie . Lo aveva deciso Sarah la Fenice Rossa , invece di farmi salvare le persone , decise di lasciarmi da alcune persone per farmi allenare perfettamente . Yuna una donna con i lunghi capelli rossi ed erano lunghi , molto bella e carina , ha 37 anni e una aliena molto particolare . Loro sono degli alieni che si chiamano i Protettori , il loro grande compito è quello di proteggere quello che c’ e nell’ Universing . Loro vengono scelti dopo aver fatto numerose prove e se le superano proteggono le persone che hanno creati l’ Universing . Per il mondo si chiamano Universali , questo nome perché loro hanno tale realtà aumentata , per poter difendere meglio le persone con i poteri , creature incredibili , Wesen e molto altro . Nell’ Universing ci sono sempre i ricchi e i poveri , alcune persone hanno poteri ma li utilizzano solo per emergenza . Una bambina di nome Federica , tutti pensano che lei sia buona come gli altri , ha sempre fatto pensare ai più poveri che lei non era un mostro . Che lei era una persona normale come tutti , ma poi lei non riusci più a sopportare che loro che se non avevano niente loro erano felice , lei invece che aveva tutto non loro era . Federica aveva solo 9 anni , ma nessuno sapeva che lei era pazza , l’ infelicità anche quella più profonda può portare a una grande crudeltà oppure qualcuno impara da quella lezione che lei non poteva avere tutto . Ma purtroppo per lei non fu cosi , lei divenne pazza ma anche molto saggia , lei non fece vedere la sua pazzia . Ma lei non era per niente felice , cosi chiese a suo padre di portarla ai quartieri più poveri , il padre fece come lo aveva chiesto sua figlia . Non l’ avrebbe mai dovuta fare , quel giorno suo padre di nome Carlo Neri vide lo grande e profonda malvagità della figlia . Stavano andando insieme in quel luogo mano nella mano , come padre e figlia . Suo padre Carlo era felice di quel momento e per un momento pure lei , ma poi quando arrivarono al centro lei lascio la mano di suo padre . Dal centro inizio a uscire il suo lato oscuro , lo sguardo da bambina felice si trasformò nello sguardo di un mostro , la risata era quello di una pazza che era pronta a uccidere tutto e tutti . Tutti avevano paura , il padre guardò la bambina in modo severo – basta , fermati , ma Federica non ascolto il padre e davanti a tutti quanti uccise il suo stesso padre . Lo fece con una freddezza tale che chiunque guardasse la scena si accappono la pelle , il modo in cui lo fece fu particolare , non utilizzo i suoi poteri . Un po’ e un po’ no , lei fece questo anche essendo piccola , con uno sguardo fece abbassare il padre , gli strappò il cuore . Utilizzo la sua magia e fece in modo che anche se lui non aveva più il cuore , poteva vivere . Ma poi quando stava per risparmiare il padre , lei si avvicino suo padre ancora bloccato dall’ incantesimo della figlia – tu mia fatto molto male , mi ha trattato male , molto male peggio di come fossi un mostro . Suo padre stava per dire qualcosa per far provare a sua figlia , che l’ amava ma appena stava per parlare . Federica con il cuore pulsante del padre tra le sue mani , strinse il suo cuore di suo padre fino a quando lui non mori . Tutti quanti avevano guardato la scena e le facce felici di ognuno si trasformarono in facce spaventate a morte era come se loro avessero visto un fantasma . La loro faccia era diventata bianca come quella di un cadavere , quando è nella sua tomba . Tutti quanti non avrebbero mai pensato che una dolce ragazzina si poteva trasformare in un mostro . Tutti quanti pensano vedendo una bambina “ Quanto è dolce , un piccolo angioletto “ , ma quando il male è la tua natura non puoi fare niente per poter combatterla , certo alcuni ci riescono altri no . Federica fece questo una volta ucciso il padre , trasformò quell’ angolo di paradiso nell’ inferno , alla fine trasformo quel posto nel suo grande regno del terrore . Una volta che lei creò il suo regno del terrore , andò ad uccidere suo madre e gli altri membri della sua famiglia lo fece per fare in modo che nessuno della sua famiglia lo potesse fermare . Yuna una delle protettrici all’ interno dell’ Universing , aveva visto tutto e decise di non affrontare Federica , Yuna era forte ma Federica lo era di più , ma sopratutto Federica era pazza e per fermare Yuna avrebbe fatto di tutto anche uccidere le persone davanti ai loro occhi . Tutti erano spaventati a morte , alla fine Yuna decise di fare questo , di andare in casa in casa e prendere le persone come Wesen , Creature Leggendarie e molto altro . Questo lo fece con calma e senza far nessun rumore , il minimo rumore e sarebbero morti tutti quanti . Yuna nel salvare le persone metteva a rischio la sua vita e quella degli altri ,ma era il suo compito e lei lo doveva fare . Una volta portati nella chiesa più lontana da quel luogo , tutti si stavano chiedendo – cosa facciamo ? , dove andiamo ? . Yuna ci inizio a pensare e poi gli arrivò l’ idea , qualche tempo lei aveva trovato una città che si chiama Giugliano in Campania , bel posto ma ci sono poche cose . Yuna decise di fare questo – Ascoltatemi con molta attenzione , adesso vi porto in un posto molto sicuro e da li inizierà la vostra nuova vita . Tutti quanti erano d’accordo con il piano di Yuna , lei apri il portare verso Giugliano in Campania e poi fece un incantesimo al centro della città cioè trasformò questa città che era senza cose interessanti ed era piccola , la trasformò in un luogo unico e incredibile . Le persone che erano arrivate con lei viderò che questa città era meglio del posto in cui vivevano cioè il Settore D . Il Settore D adesso non ha più quel nome , adesso né ha un altro cioè “ Il Mondo Infernale “ , cosi Federica aveva trasformato quel luogo di pace e tranquillità in un luogo di morte e orrore . Poi Federica fece una cosa , lei con le sue grandi forze utilizzo un incantesimo noto come il cerchio della crescita e lei divento una diciannovenne bellissima . I suoi capelli erano neri , occhi neri e i suoi vestiti erano neri ma oltre a questo il cerchio della crescita lei trasmette una bellissima malvagità dentro il suo grande cuore malvagio . Giugliano in Campania smise di esistere il 7 novembre del 2004 e da li nacque la città nota come Bright Falls , era più grande e sopratutto aveva delle caratteriste diverse dalla città in cui stavano prima . Le cose che esistevano in quella nuova città era cose nuove da scoprire e molto altro , possiamo dire che oramai questa è città nuova e una nuova vita non solo per me ma anche per tutti gli abitanti . 

Categorie
2002 2004 2005 2007 2008 2009 2011 2012 2013 Cinema Film Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Charlize Theron – Bella con lati oscuri in tanti film del 2014

Tra i festeggiati di oggi c’è Charlize Theron, la più bella del reame anche quando interpreta il ruolo della regina cattiva di Biancaneve, e un talento da Oscar che non teme di mostrarla brutta e serial killer.

Un talento eclettico, con un corpo da ballerina affusolato dalla danza sin dall’età di 6 anni, il portamento da top model che ha iniziato a sfilare a Milano a 16 anni, un fondoschiena reso cult da un filo tirato dallo spot Martini a 18 anni, una carriera nel cinema inaugurata a 20 con l’interpretazione non accreditata in Children of the Corn III: Urban Harvest.

L’interprete che ha conquistato la notorietà come moglie di Keanu Reeves in L’avvocato del diavolo e La moglie dell’astronauta Johnny Depp, modella tra le Celebrity di Woody Allen, e malata di cancro in Sweet November – Dolce novembre, che anche come produttrice ci ha regalato la strepitosa performance della prostituta serial killer Aileen Wuornos di Monster, migliore attrice premiata con l’Oscar, il SAG Award, il Golden Globe, e 10.000.000 di dollari che nel 2006 gli hanno fanno scalare la classifica delle attrici più pagate di Hollywood.

Drammatica e bravissima anche come donna e madre offesa da tutta la comunità di North Country – Storia di Josey, e scrittrice dall’esistenza travagliata nella dark comedy Young Adult, ruoli che probabilmente fanno tesoro di una sensibilità che arriva da un vissuto personale altrettanto traumatico.

Una donna bella dall’anima travagliata e generosa, Sudafrica naturalizzata Americana, figlia di una madre maltrattata che ha ucciso il padre alcolizzato per difendersi, madre single di un bambino adottato, ambasciatrice dei diritti umanitari.

Una sorprendente attrice e produttrice pronta a nuove sfide e tanti ruoli diversi per il prossimo 2014, dalla semi calva e agguerrita Imperatrice Furiosa del post-apocalittico Mad Max: Fury Road diretto da George Miller, con Tom Hardy nei panni di Mad Max Rockatansky che furono di Michael Gibson, al lato oscuro della Libby Day nei Dark Places – Nei luoghi oscuri di Gilles Paquet-Brenner, oltre ad essere produttrice e interprete di una donna bella e misteriosa per la commedia A Million Ways to Die in the West, di Seth MacFarlane, attesa in sala il 30 maggio 2014.

A questi titoli aggiungete, con tutti i benefici del dubbio che si possono accordare al futuro, l’ultima serata di follia della Ladies Night di Fred Savage, la mamma con ‘gli occhi sbarrati’ del remake di Two Eyes Staring diretto da Scott Derrickson, e in quello della Lady Vendetta, diretto da Park Chan-wook.

Un nuovo anno nel quale potremmo anche vederla recitare nel crime thriller Untitled Vigilante/Crime Project della Paramount Pictures, in Agent 13 diretto da Rupert Wyatt, ma anche in veste di attrice e produttrice di Murder Mystery diretto da John Madden, oppure Cities of Refuge. Tante occasioni per porgere i nostri migliori auguri, 38 lati di questa fulgida visione, quanti sono gli anni che festeggia, e la filmografia pronta ad arricchirsi di nuovi successi e anime oscure.

Galleria Fotografica 2013-1999

Filmografia

Children of the Corn III: Urban Harvest, regia di James D.R. Hickox (1995) – non accreditata
Due giorni senza respiro (2 Days in the Valley), regia di John Herzfeld (1996)
Music Graffiti (That Thing You Do!), regia di Tom Hanks (1996)
Ancora più scemo (Trial and Error), regia di Jonathan Lynn (1997)
L’avvocato del diavolo (The Devil’s Advocate), regia di Taylor Hackford (1997)
Celebrity, regia di Woody Allen (1998)
Il grande Joe (Mighty Joe Young), regia di Ron Underwood (1998)
The Astronaut’s Wife – La moglie dell’astronauta (The Astronaut’s Wife), regia di Rand Ravich (1999)
Le regole della casa del sidro (The Cider House Rules), regia di Lasse Hallström (1999)
Trappola criminale (Reindeer Games), regia di John Frankenheimer (2000)
The Yards, regia di James Gray (2000)
Men of Honor – L’onore degli uomini (Men of Honor), regia di George Tillman Jr. (2000)
La leggenda di Bagger Vance (The Legend of Bagger Vance), regia di Robert Redford (2000)
Sweet November – Dolce novembre (Sweet November), regia di Pat O’Connor (2001)
15 minuti – Follia omicida a New York (15 Minutes), regia di John Herzfeld (2001) – cameo
La maledizione dello scorpione di giada (The Curse of the Jade Scorpion), regia di Woody Allen (2001)
24 ore (Trapped), regia di Luis Mandoki (2002)
Amici di… letti (Waking Up in Reno), regia di Jordan Brady (2002)
The Italian Job, regia di F. Gary Gray (2003)
Monster, regia di Patty Jenkins (2003)
Gioco di donna (Head in the Clouds), regia di John Duigan (2004)
North Country – Storia di Josey (North Country), regia di Niki Caro (2005)
Æon Flux – Il futuro ha inizio (Æon Flux), regia di Karyn Kusama (2005)
Nella valle di Elah (In the Valley of Elah), regia di Paul Haggis (2007)
Battle in Seattle – Nessuno li può fermare (Battle in Seattle), regia di Stuart Townsend (2007)
Sleepwalking, regia di William Maher (2008)
Hancock, regia di Peter Berg (2008)
The Burning Plain – Il confine della solitudine (The Burning Plain), regia di Guillermo Arriaga (2008)
The Road, regia di John Hillcoat (2009)
Young Adult, regia di Jason Reitman (2011)
Biancaneve e il cacciatore, regia di Rupert Sanders (2012)
Prometheus, regia di Ridley Scott (2012)

 

Categorie
2004 2013 Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

The Butterfly Effect avrà un reboot – remake

Uscito nel 2004, The Butterfly Effect riuscì ad incassare 96,060,858 dollari in tutto il mondo, dopo esserne costati poco meno di 20, tanto da garantirsi due sequel sbarcati direttamente in dvd. Lo sci-fi diretto da Eric Bress e J. Mackye Gruber lanciò definitivamente al cinema Ashton Kutcher, tra salti nel tempo e colpi di scena. Ebbene dopo quasi 10 anni, incredibile ma vero, FilmEngine e Benderspink hanno deciso di riavviare la ’saga’, sviluppando un remake/reboot del film.

Secondo quanto riportato da Variety Eric Bress, ovvero uno dei due sceneggiatori e registi dell’originale, è attualmente al lavoro sul riavvio, mentre nulla si sa sull’eventuale riconferma di J. Mackye Gruber. Mancando un regista, è facile immaginare che proprio Bress possa tornare a dirigere la ’sua’ creatura, per un rifacimento da questo punto di vista alquanto curioso, per non dire scellerato.

A.J. Dix, Anthony Rhulen, Chris Bender e JC Spink torneranno in qualità di produttori insieme a Navid McIllhargey. Se riuscissero a riprendere anche Kutcher avremmo praticamente un The Butterfly Effect identico a quello del 2004. Nel film originale l’attore vestiva i panni di Evan Treborn, adolescente che ha perso la memoria del tempo. Fin dall’infanzia, tutti i momenti cruciali della sua vita sono scomparsi in un buco nero. La sua fanciullezza è segnata da una serie di eventi terrificanti che non può ricordare. Quello che rimane è il fantasma di una memoria e le vite sconvolte dei suoi amici di infanzia: Kayleigh; Lenny e Tommy.

 

Categorie
2004 2008 2013 2014 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps3 Wii

Tales of Symphonia Chronicles avrà il parlato originale giapponese

Direttamente dall’evento Japan Expo di Parigi, Namco Bandai ha rivelato numerose informazioni sui prossimi giochi in uscita. Fra queste ce n’è una piuttosto succulenta per Tales of Symphonia Chronicles, che sarà il primo titolo occidentale della serie Tales of Symphonia a includere il doppiaggio originale giapponese. Questa raccolta sarà disponibile dall’inizio del 2014 in esclusiva PlayStation 3.

«Siamo davvero felici di annunciare che con Tales of Symphonia Chronicles il doppiaggio originale giapponese sarà implementato per la prima volta nella versione europea di un titolo della serie Tales of», ha dichiarato Olivier Comte, Vicepresidente senior di Namco Bandai Games Europe. «Sappiamo che tutti i fan attendevano questa caratteristica da molto tempo e siamo quindi davvero lieti di poter finalmente esaudire le loro richieste.”»

Tales of Symphonia Chronicles è una raccolta di due diversi giochi: offre l’originale Tales of Symphonia, per la prima volta con nuovi contenuti e una grafica rimasterizzata in alta definizione, insieme al suo seguito del 2008, Tales of Symphonia: Dawn of the New World. Entrambi i titoli saranno interamente sottotitolati in inglese, tedesco, francese, italiano e spagnolo, e per la prima volta in assoluto, includeranno sia il doppiaggio inglese sia quello originale giapponese.

Il JRPG Tales of Symphonia era uscito prima su GameCube, nel 2003, e poi su PlayStation 2, nel 2004. Il suo seguito Dawn of the New World era invece arrivato su Wii nel 2008, e vista la sua natura più vicina agli standard della generazione corrente, verrà pesantemente ritoccato nel comparto grafico e dotato di contenuti inediti.

La raccolta è conosciuta in oriente col nome di Tales of Symphonia HD Collection

 

Categorie
2004 2012 2013 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps Vita Ps3

Hotline Miami a quota 300mila copie su PC

Il formidabile Hotline Miami sta mietendo il meritato successo su piattaforma PC: le vendite hanno infatti superato le 300.000 copie. Niente male per un gioco incompleto risalente al 2004, che poi il creatore e designer Jonatan “Cactus” Söderström ha deciso di ultimare dopo anni di pausa. È proprio Cactus che commenta questi risultati:

«Durante lo sviluppo, alcuni giorni eravamo così fottutamente stanchi, e non sapevamo proprio se avremmo mai guadagnato un centesimo con questo gioco, e se ci fosse qualcuno che avrebbe voluto giocarlo. Ma a noi è sempre piaciuto giocarlo. Appena ho completato la grafica, e l’abbiamo implementata e abbiamo provato il gioco, ci è sembrato subito un ottimo prodotto… e la motivazione è tornata»

E ha continuato:

«Ora possiamo creare nuovi giochi e abbiamo soldi che ci avanzano. Non sono proprio abituato ad avere soldi da spendere. Non sono così materialistico, credo. Sono abituato a mangiare noodle economici e bastoncini di pesce. E il denaro non ha cambiato proprio nulla»

Hotline Miami è da pochi giorni disponibile anche su PlayStation 3 e PlayStation Vita con formula cross-buy. Si tratta di uno dei giochi (indie e non solo) migliori usciti nel 2012, ed è rientrato di diritto fra i “Top” della nostra Top/Flop 2012.

 

Categorie
2004 2013 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Trailer Videogiochi Xbox 360

Lionhead rivela la presenza di Fable 1 HD per Xbox 360

Lionhead ha rivelato di essere al lavoro sul remake in alta definizione del primo Fable. Il gioco è previsto per Xbox 360.

Il vidoe mostrato, chiamato semplicemente Fable Teaser Trailer, Lionhead lascia intendere di essere al lavoro sulla riedizione in alta definizione del suo gioco di ruolo targato 2004.

“Ecco un veloce assaggio di una cosa alla quale stiamo lavorando…” ha detto lo studio inglese.

Il personaggio del video è Jack of Blades, il cattivo del primo Fable. Alla fine del video compare il logo Xbox 360, cosa che fa intuire la piattaforma di rilascio.