Categorie
Alina Conte Detective Negozio Casa San Francisco Scena del Crimine Serena Ricci

Serena Ricci

Skater_girl_by_tatareen

Serena aveva venduto uno skateboard a un nuovo skater che era alle prime e poi chiuse un attimo il negozio e lo fece per chiedere una cosa ad Alina . Sali in camera di Alina che prima era di sua figlia che ora era non c’ era più . Serena mise la mano sulla maniglia con calma e ed entro . Li vide Alina fare delle addominali serie da 10 . Alina si mise sul letto e inizio a stare li con le gambe all’ aria . Serena la vide li – ti vorrei fare una domanda ? . Alina sapeva che riguardava il piercing all’ ombelico – mi vuoi chiedere se lo avessi detto ai miei genitori . E la risposta e si . Forse si sarebbero arrabbiati perchè l’ ho fatto ma almeno lo avrei fatto perchè volevo io e non era perchè ero costretta . Prima di scendere e andare ad aprire il negozio – senti lo so che ti scossi qui di sopra senza fare nulla ma se ti metti addosso qualcosa mi puoi aiutare con il negozio . A te ti piacciono gli skateboard e poi cosi puoi conoscere dei nuovi skater . Forse nel futuro ti dovrai affrontare con loro . Alina scese dal letto con calma e apri l’ armadio che c’ era li e scelse i suoi vestiti che aveva ieri e poi scese con Serena . Serena mentre scendeva le scale con Alina – perchè volevi sapere se lo avrei detto ai miei genitori oppure no ? . Serena si mise alla casa e Alina con calma era andata a girare il cartello da chiuso ad aperto – vedi volevo capire che tipo di persona eri . Visto che dobbiamo passare del tempo insieme ti voglio conoscere meglio e cosi se diventiamo amiche tu puoi abitare qui con me . Alina vedeva che casa di Alina non era male e prima di abitare con Serena ci doveva pensare visto che doveva chiamare sua sorella maggiore che era a San Francisco ed era una detective  – certo mi piacerebbe vivere qui con te . Io non potrò più vivere in quella casa e anche se lo faccio sarei con mia sorella maggiore e senza nessun altro . Conosciamoci meglio e poi ti dico se voglio abitare con te . Serena voleva sapere perchè di quel pensiero – perchè ci devi pensare ? . Alina si mise vicino a Serena che era li alla cassa pronta a prendere uno skateboard o al suo cliente tutto quello che gli serve per aggiustare il suo skateboard . Alina decise di dirlo visto che Serena non amava nè i segreti e nemmeno le bugie – vedi io a San Francisco ho una sorella maggiore che è una Detective della Omicidi e quindi prima di dirti si devo prima liberarmi dei Cyberman e poi devo vedere se devo lasciare questo paese e andare a San Francisco . Ci devo pensare e tu devi attendere . Serena vide che nella cassa c’ erano tutti i soldi – io aspetterò . Non ti metto fretta dopotutto la decisione spetta a te . Se vuoi ne parliamo stasera durante il nostro pigiama party .

 

 

 

Categorie
Alina Conte Cucina Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Serena Ricci Telefonini

Alina Conte

Skater_girl_by_tatareen

Alina Conte prima di scendere e fare colazione dentro quella bella cucina si era fatta con il suo telefonino una foto al piercing . Lo voleva mostrare alle sue amiche non solo dal vivo ma anche tramite foto . Per il momento non poteva mandarla ma almeno aveva una foto che lo provava che se lo era fatto . Una volta preso il telefonino se lo mise vicino all’ ombelico e si fece la foto . Si vedeva la pancia di Alina che era piatta come la voleva lei per fare meglio trick sullo skateboard . Alina se lo era fatto perchè voleva dimostrare la sua età e voleva far capire a tutti che poteva fare cose da sole e non doveva chiedere sempre a sua madre o a suo padre che dicevano solo no a tutto quello che chiedeva . Ecco la foto che Alina Conte si fece all’ ombelico e che poi nel futuro mando a tutte le sue amiche per far vedere a loro che avevano deciso di farselo pure lei .

Categorie
Alina Conte Negozio Casa Serena Ricci

Serena Ricci

Skater_girl_by_tatareen

Serena Ricci si era svegliata qualche minuto prima di Alina Ricci ed era andata dietro al bancone dalla tasca sinistra dei suoi pantaloni corti prese la chiave . Mise con calma la chiave nella serratura della porta e cosi entro in cucina . Si mise a fornelli e fece dei buonissimi cornetti al cioccolato . Alina era li e si stava rimettendo il pigiamo addosso visto che si era lavata e non voleva sporcare una cosa bella e molto soffice . Una volta scese le scale senti un buon profumo – seguiamo questo buon odore . Alina inizio a camminare verso la cassa e passo attraverso un anta che si apriva e chiudeva e per apriva dovevi spingere . Alina non spinse troppo forte e apri la porta e li su questa bellissima tavola vide che c’ erano dei buonissimi cornetti . Non c’era dentro niente però erano molto buoni . Alina e Serena si misero sedute e prima di mangiare Alina – senti ieri non sono scesa e non ho fatto niente perchè era arrabbiata e mi serviva del tempo per capire tutta questa storia . Serena diede la mano destra ad Alina che lei strinse non troppo forte – senti Alina io ci sono passata . Pure io ho avuto un esperienza con i Cyberman e non mi è andata bene . Anzi è andata male e se ne sono uscita e grazie a Daniel . Alina aveva sentito e capì cosa era successo – quindi il pigiama che indosso è di tua figlia . Serena lo disse con un pò di tristezza – si ma lo puoi tenere . Alina abbraccio Serena e poi mangiarono i cornetti che aveva fatto Serena . Dopo aver fatto colazione ad Alina venne una idea molto bella e carina – senti lo so che tu sei grande per fare una cosa del genere ma potremo fare un pigiama party tra noi due . Ci sediamo sul divano e ci raccontiamo le nostre storie sui Cyberman . Cosi insieme possiamo superare questo evento . Serena sapeva che Alina era una persona molto geniale – questa è un ottima idea . Prima che lei tornasse di sopra Serena la guardo negli occhi – signorina ce qualcosa che mi devi dire ? . Alina fece finta di non sapere cosa diceva Serena – non capisco cosa tu stia dicendo . Serena ieri verso le tre del pomeriggio aveva incontrato Marina che era una ragazza che faceva i piercing all’ ombelico e alle varie parti del corpo – Marina mi ha detto che tu e un altra amica siete andati li e vi siete fatti il piercing all’ ombelico . Alina si alzo la maglietta e glielo fece vedere e con una voce un pò forte  – questo è il mio corpo e ci faccio quello che voglio . Serena sapeva che aveva ragione – si ma volevo capire se qualcuno ti aveva costretto a farlo oppure e stata una tua scelta . Alina decise di dire la verità – non mi ha costretta ma mi ha convinta . Era convinta già di mio ma alla fine ho deciso di farlo . Serena decise di accettare questa cosa – va bene per il momento puoi fare quello che vuoi ma non puoi parlare con le tue amiche . Ma se qualcuno ti costringe a fare una cosa che non vuoi dimmelo . Lo so che non sono tua madre ma almeno in quello ti posso aiutare .

 

Categorie
Alina Conte Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Serena Ricci

Alina Conte

Skater_girl_by_tatareen

Alina Conte non ci aveva detto tutta la verità . Ci aveva detto una grande bugia e io non sapevo il motivo e nemmeno Serena Ricci . Forse per dirmi la verità voleva sapere se si poteva fidare di me oppure no e forse voleva vedere che diceva Serena Ricci oppure no  . Alina stava dormendo profondamente e si sveglio direttamente  verso le sei del mattino . Alina si alzo dal letto che era comodissimo come non mai , le lenzuola erano belle e carine . Una volta alzata vide che li c’ era uno specchio e sopra c’ era un velo . Lo tolse e si vide allo specchio . Prima di alzarsi la maglietta e vedere il piercing all’ ombelico vide se non c’ era nessuno nei paraggi . Alina si alzo la maglietta fino all’ ombelico e vide il suo piercing all’ ombelico . Alina non lo disse a nessuno e nemmeno a noi . Alina si fece una bella lavata e cosi potè scendere a fare colazione però doveva capire dove era la cucina e le altre parti della casa visto che era un negozio e una casa al tempo stesso .

 

Categorie
Alieni Alina Conte Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Serena Ricci

Serena Ricci

250px-AidenRender

Serena Ricci quando era con me nel vedere i nuovi skateboard che c’ erano li nel suo negozio senti prima il rumore della doccia e poi della persiana chiusa dove c’era la stanza di Alina Conte . Pure io avevo sentito quei rumori – si è messa a dormire e credo che sia la cosa migliore . Alina Conte non ha dormito proprio visto che ha visto la morte dei suoi genitori e poi i Cyberman hanno subito provata a catturarla ma lei è scappata di corsa . Per il tutto il viaggio verso qui ha dormito uno schifo anche se mi diceva che stava bene . Non andiamo li a vedere se sta dormendo . Abbiamo sentito che sta dormendo e lasciamola dormire . Se adesso vediamo che lei sta dormendo e invece abbiamo pensato il peggio lei su arrabbia ancora di più con noi . Serena vedeva che il mio ragionamento era ben fatto – dici bene . Mi ricordo che quando sono stata io nella mia situazione la persona che stava dietro la porta ha pensato che io non stavo dormendo cosi mi ha svegliata aprendo la porta con fretta e con grande forza . Io una volta sveglia ho preso e gliene dette quattro . Serena non si fece toccare per farmi vedere se quello che stava dicendo era vero . Poi mi sono rimessa a dormire e davanti alla porta hanno messa una ragazza che sapeva aprire le porte con calma e una volta vista che io dormivo mi ha lasciato dormire e non ha fatto nessun rumore . Adesso lasciamola dormire e noi pensiamo a quali skateboard vorremmo se uno dei nostri si rompe .

 

Categorie
Alieni Alina Conte Cyberman Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Serena Ricci

Alina Conte

Skater_girl_by_tatareen

Io non modificai subito il telefonino di Alina Conte ma le diedi un pò di tempo visto che adesso voleva stare sola . Serena ci era passata pure lei dalla stessa situazione in cui era passata Alina Conte . Pure Serena aveva perso la sua famiglia per colpa dei Cyberman . Alina cerco di calmarsi in un modo unico che sapeva lei cioè si butto sotto una bella doccia calda . Per lei c’ era solo un modo per calmarsi e non pensare a tutto quello che le era successo cioè farsi una buona doccia calda . Certo non avrebbe sistemato tutto ma almeno si sarebbe calmata un pò . Io stavo andando in camera di Alina per vedere come stava ma Serena mi mise con calma la sua mano sinistra sulla mia spalla – fermati adesso non è il momento di fare questa modifica . Adesso lei deve riposare e cercare di darsi una calmata da sola e poi posso subentrare io . Se ci vai adesso lei sarà stanca e forse ti guarda con uno sguardo di rabbia . Mi fermai e inizia a vedere i vari skateboard che aveva li nelle varie teche . Invece Alina si inizio a togliere i pantaloni e tutto quello che aveva addosso per farsi una buona doccia calda . Una volta in bagno nuda si vide in volta e si vide che era sporca e triste come non mai . Apri l’ anta della doccia e ci entro e poi chiuse e poi mise un bel getto d’ acqua calda . Una volta li sotto con l’ acqua che cadeva calda sul suo corpo nudo con calma e dolcezza e non pensava a quello che era successo . Una volta finito la doccia Alina era li dentro un accappatoio rosso e si asciugo con calma . Adesso lei era pulita e non più sporca . Adesso lei non pensava per un pò a quello che era successo ai suoi genitori ma pensava solo a se stessa . Li dentro c’ era un bel pigiama . La parte di sopra era blu e pure quella di sotto ed era della sua taglia . Se la mise e piego i suoi vestiti con calma e se li mise nella borsa . Chiudendo un pò la persiana di ferro e cosi non facendo più entrare il sole chiuse gli occhi e si mise a dormire nel letto che c’ era li . Serena adesso dormiva molto profondamente e non la disturbammo per nulla al mondo visto che non aveva dormito e se devi combattere contro un potente nemico il sonno ti serve oppure dormi e il nemico ti può uccidere in pochi minuti .

 

Categorie
Alieni Alina Conte Cyberman Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Serena Ricci

Daniel Saintcall

MrAngry_grill

Al negozio di Serena Ricci ci eravamo arrivati . Abbiamo dovuti fare tanti giri non per colpa mia ma per colpa di alcuni ragazzini che non sapevano dove andare per allenarsi nei loro poteri e avevano deciso di farlo in strada . Alina quando vide il negozio non vedeva l’ ora di vedere Serena Ricci che era preoccupata per lei e per la morte dei suoi genitori . Prima di scendere dalla mia auto e cosi andare insieme da Serena – mi puoi spiegare perchè ci abbiamo messo tanto ad arrivare ? . Io non ero ancora uscito dall’ auto ma lo stavo per fare – vedi i ragazzini che sono nella zona non hanno posti per tenere in allenamento i loro poteri e per questo lo fanno in strada . Ho dovuto tenere gli occhi sulla strada per non andare su queste grandi buche . Una volta scesi dall’ auto entrammo tutti e due insieme dentro a SkaterWorld il negozio di Serena . Sopra al negozio c’ era una grande insegna con la scritta ” SkaterWorld ” e li sopra c’ era un ragazzo e una ragazza che fanno skate . Era bellissima e visibile ovunque . Una volta entrati vedemmo che il negozio non era molto affollato visto che Serena Ricci aveva chiuso per risolvere questo problema . Alina non corse incontro a Serena ma fu Serena a venire verso Alina ed abbracciarla forte e inizio a vedere se aveva ferite sul corpo e non nè aveva . Alina vide Serena negli dopo il lungo abbraccio – grazie per ospitarmi non ho un posto dove stare e della gente pericolosa mi vuole fare fuori o mi vuole catturare e farmi qualcosa . Serena era li ed era felice di vedere che Alina era al sicuro e tutto grazie a me gli altri . Prima di parlare con me – Alina puoi salire sopra . La tua stanza si trova nella seconda porta a sinistra . Cioè sali le scali e vai alla seconda porta . Alina prese il suo skateboard dalla mia auto e lo mise nella borsa e poi sali sopra e si mise li sul letto . Chiuse gli occhi e inizio a pensare alla sua famiglia che oramai era un vago ricordo . Io non avevo il capello il testa e lo mise sulla cassa di Serena – i Cyberman hanno ucciso i genitori di Alina Conte . Io non so chi sono o per quali motivo lo hanno fatto ma te lo giuro che lo capirò . Serena vide il mio volto – lo so che lo farai . Io invece mi occupo di Alina Conte cerco di aiutarla a superare questo momento cosi brutto . Anche se lei non ha detto niente ho capito che ha rabbia dentro di se . Ha bisogno di aiuto per gestirla oppure tutta quella rabbia nel corpo la ucciderà . Io non me stavo andando ancora – io per il momento devo fare una cosa al telefonino di Alina Conte cosi i Cyberman non possono entrare nel suo telefonino e capire dove è lei .

 

Categorie
Alieni Alina Conte Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Milano Serena Ricci

Nokia Lumia 930 di Alina Conte

nokia-lumia-930

La madre di Alina glielo compro per il suo 18° compleanno quando erano a Milano  e da quel giorno l’ ha sempre portato ovunque . Era un modo per rimanere in contatto non solo la sua famiglia per quando era in pericolo o voleva far sapere se stava bene oppure ma anche con i suoi amici skate . Quando glielo avevo presi vidi in un visione tutto quello che aveva fatto grazie a questo telefonino . Vidi che aveva fatto foto di trick che poi avrebbe studiato e riprodotto dal vivo . Video dei suoi trick che non appena trovava una buona connessione internet e li metteva su youtube e cosi si faceva conoscere in tutto il mondo per essere una grande skater . Io con il mio cacciavite sonico non avevo solo bloccato il segnale ma aveva fatto salvato li sulla scheda tutto quello che aveva per sicurezza . Ma li avevo pur sul mio cacciavite sonico ci aveva messo poco a tenere i dati nel suo grande banca dati . Cosi Alina Conte dopo che eravamo saliti al piano di sopra con Serena Ricci vedeva che io toglievo la scheda per mettere la scheda nera e cosi tenere lontano le linee dei Cyberman e sopratutto tenere accesso il suo telefonino sempre . Ma pensava che avrebbe perso tutto e invece grazie a me aveva tutto e poteva continuare la sua vita da skater visto che era l’ unica vita che gli era rimasta .

 

Categorie
Ada Knight Alieni Alina Conte Cyberman Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Gazzetta dell' Universo Melissa Mcarthur Serena Ricci Universing

Dreamfall Chapters The Longest Journey

1064679786625674434kF60lZBc

Io e Ada siamo andati vicino alle porte del mondo di  Dreamfall Chapters The Longest Journey insieme a Melissa Mcarthur per vedere quante persone entrano in questo mondo . Le porte di questo mondo si erano aperte ieri verso le 8 del mattino e io e Ada non potevamo stare li visto che dovevo portare Alina Conte al sicuro da Serena Ricci e tenerla lontana dai Cyberman . Melissa era li pronta a dire la sua su questo universo . Mise la sua mano destra con molta calma verso il suo bracciale e la fece andare in diretta televisiva non solo sugli schermi dell’ Universing ma anche della Gazzetta dell’ Universo . Tutti erano pronti a sentire le parole di Melissa . Melissa si sistemo i capelli e si fece bella per essere pronta alla diretta . Pochi minuti dopo Melissa entro in modalità video dicendo – Oggi mi trovo davanti alle porte del mondo Dreamfall Chapters : The Longest Journey . Per il momento si è aperto solo una delle cinque porte che fanno iniziare il viaggio a Zoe . In totale sono cinque porte per cinque viaggio tra la dimensione Stark e Arcadia . Zoe dovrà fare questo viaggio da solo e dentro queste due dimensioni . Per il momento voi tutti potete entrare nella porta che vi porta al principio di questa storia e sarebbe Dreamfall Chapters. Book One: Reborn . Appena saranno aperti gli altri ve lo dirò . Al prossimo contatto qui da Melissa Mcarthur .

Categorie
Alieni Alina Conte Cyberman Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Serena Ricci

Daniel Saintcall

250px-AidenRender

Io ero in macchina e stavo girando verso una curva non molto stretta e dopo averla presa bene e li Alina mi vide fare drifting . Una volta fatta la curva e aver fatto divertire per un pò Alina Conte e cosi farle calare la pressione presi il mio telefonino e feci il numero di Serena Ricci . Misi nel mio orecchio destro l’ auricolare e parlai con lei . Serena era li al negozio e per il momento stava facendo l’ inventario per vedere se mancava qualche skate oppure no . Serena si fermo e senti il suo cellulare squillare e vide che ero io – Daniel come mai mi chiami ? . Io ero li e vidi che Alina aveva iniziata a dormire un pò – io so che tu conosci Alina Conte . Lei era li e quando senti il suo nome la ricordo subito – si perchè le è successo qualcosa di brutto ? . Dopo pochi minuti Serena senti freddo non solo nel cuore ma anche su tutta la schiena – Daniel se sai qualcosa su Alina Conte la voglio sapere . Io ero li e sapevo cosa era successo ai suoi genitori e lo dissi ad Alina Conte – allora lei sta bene ma non posso dirlo per i suoi genitori . Sono stati uccisi e io adesso sto portando da te Alina Conte . Voglio che tu la ospiti per alcuni giorni . Forse lei si potrà calmare e potrà parlare di te tutta questa storia e dei suoi sentimenti . Vedi ha bisogno di un amica con cui confidarsi e visto che tu la conosci con te si apre . Invece con me non tanto . Serena sapeva che Alina stava passando un momento molto brutto – va bene portala qui . Con il mio aiuto lei passera questo momento . Prima che chiudi la telefonata voglio sapere se i genitori di Alina Conte sono morti per colpa di un uomo oppure di un Cyberman . Io dovevo rispondere dopotutto non potevo scappare per sempre da questa risposta e anche se andavo al suo negozio veniva verso di me e mi iniziava a guardare con uno sguardo serio – ora dimmi chi ha ucciso i genitori di Alina Conte . Io ero li e decisi di dire la verità a Serena Ricci – si sono stati uccisi dai Cyberman . Serena chiuse gli occhi e penso al suo passato e poi torno al presente – grazie per avermi detto la verità . Adesso portala qui e cosi lei sarà al sicuro .