Aspetto Gemme del Potere

Tanzanite-gemma

Le Gemme del Potere possono essere grandi o piccole . Come potete vedere questa è molto grande e di colore blu . Questa pietra del potere aumenta il vostro potere dell’ elettricità e può farvi avere una grande potenza molto di più di una centrale nucleare o giù di li . Ma se sei un umano e la prendi in mano il tuo corpo viene inondato di una potentissima scarica elettrica e il tuo corpo viene bruciato completamente , del tuo corpo rimane davvero poco nemmeno lo pelle .  Di Gemme del Potere ce sono davvero molte , non so quante persone ne sono in possesso , ma tutte sono pronte a farsi spezzare un braccio o a morire per non farsegliela togliere . Queste Gemme non servono solo ad aumentare i tuoi poteri ma anche a proteggere te e il tuo corpo . Molte persone non sono nell’ Universing ce le hanno , pure sulla Terra ci sono e alcuni le usano per proteggere loro stessi , le loro figlie o i loro amati nipoti da demoni , mostri o assassini .

Arrow: 3.02 Sara

Oliver è sempre stato amico di Sarah e poi era divenuta la sua ragazza . Ma adesso non lo era più . Oliver non la vedeva da un pò a Starling City . Forse perchè Ras Al Ghul aveva detto di non far più visita ad Oliver . Io mi chiedo perchè lo ha fatto . Non dico il fatto di non dire a Sarah di non andare più da lui . Ma il fatto di ucciderla con una freccia al cuore proprio davanti a Oliver . Sarah se prima era viva ma aveva fatto finta di morire . Adesso era veramente morta . Forse questo era un messaggio di Ras Al Ghul per qualcosa che Oliver aveva fatto in passato . Oppure proveniva da qualcuno altro . Non so chi era ma la persona era uno dei seguaci delle Sette degli Assassini  di Ras Al Ghul . Ma lui ha deciso di uccidere anche le altre persone che fanno parte del Team Arrow . Forse da questa morta inizia il trasforma mento di Laurel Lance nella futura Black Canary . Il nemico ha deciso di fare sul serio e uccidere tutte le persone che amano Oliver Queen e anche quello che collaborano con Arrow . L’ uomo aveva una maschera e un completo oscuro e per questo non si riusciva a vedere in volto .

 

Assassin’s Creed Rogue

Shay è un ex assassino e quindi lui sa tutto dei suoi nemici . Lui ha deciso di uccidere tutti gli Assassini . Per farlo lui usa una nuova arma . Lui è molto bravo e la può usare su tutto . L’ arma che vi parlo sono le frecce berseker . Io visto che sono un Assassino dovevo vedere questa cosa di persona . Se un assassino si è unito agli Assassini allora doveva morire visto che si è messo contro le persone che noi abbiamo giurato di uccidere .Io e Ada andammo a vedere cosa succedeva . Vedemmo Shay su un tetto e usava un fucile e stava sparando contro una guardia . Andando in avanti uso le sue frecce Berseker contro gli orsi , contro gli Assassini . Shay visto che un tempo era un Assassino conosci tutti i trucchi dei suoi fratelli . Adesso Shay considera loro nemici e non più alleati o amici .

Assassin’s Creed Unity

Arno ed Elize sono nati insieme come una vera famiglia . Io e Ada li stiamo vedendo adesso e sembrano qualcosa in più di una famiglia . Sembrano che sono innamorati l’ uno dell’ altra .

Arno prima di mettersi il cappuccio e cosi essere un assassino ha combattuto pure lui per qualcosa . Come lo possiamo vedere combattere facendo vedere il suo volto perchè non ha paura di combattere e facendo vedere chi è lui

Arno era nella zona nemica e per avere una possibilità di restare vivo ha usato l’ occhio dell’ aquila . Quando l’ ha usato io e Ada abbiamo visto le stesse cose che vedeva lui

Arno viene ferito dal fucile di una guardia . I suoi confratelli lo aiutano . Tutti cercano di salvare Arno Dorian da questo agguato francese

Per uccidere i nemici abbiamo molti modi per farlo . Per ucciderli dobbiamo essere veloci e avere un posto sicuro dove tentare un attacco .

 

 

Assassin’s Creed Unity

Parigi 1789 è governata da una governo che se ne frega del popolo . Tutti quanti dentro ogni strada e in ogni parte della città chiama a gran voce tre cose : libertà , fame e giustizia . Ma questo governo e più preoccupato a spendere le proprie ricchezze . Arno Dorian ha visto queste cose in prima persona e ha deciso di fare lui la prima mossa per arrivare alla Rivoluzione . Arno non sa cosa poterà questa Rivoluzione ma almeno sta iniziando a fare qualcosa per dare al popolo quello che vuole . Arno ha visto in volto la fame e queste cose che sono di normale ordine tutti i giorni . Lui ha deciso di combattere per la giustizia e per il popolo nella oscurità . Forse un giorno rivelerà a tutti chi è . Forse gli diranno grazie oppure no . Ma Arno per il momento vuole solo dare inizio a questa Rivoluzione e cosi dare alla gente che è affamata , assetata e vuole anche la giustizia . Grazie ad Arno potrà ottenere tutte queste cose in questo universo terribile e disumano .

Angelica Wood parte 23

Angelica Wood non voleva essere un assassina , voleva impedirlo a tutti i costi per tutto il tempo lei non lo voleva essere e nemmeno parlando con Angelina lei ha impedito questa cosa ma ha capito che lo deve diventare per forza un assassina. Prima di andare a fare un lavoro per i Collezionisti disse ad Angelina – devo uccidere per forza le persone che dicono i Collezionisti , non posso trovare un modo per salvarli . Angelina si schiarì la voce e disse – Senti Angelica te lo ripete per l’ ennesima volta poi se non fai come ti dico io ti uccido prima che lo facciano i nostri nemici . I Collezionisti terrorizzano l’ intero Universing e lo so che tu non vuoi uccidere tali persone , ma se non uccidi tali persona succede una sola una cioè la tua morta e nessuno ci può fare niente . Mentre diceva queste parole Angelina mise Angelica contro il muro e poi le ficco un coltello nei capelli e lei grido poco e lei piangendo un po’ disse – perché lo hai fatto ? .

Angelina le tolse il coltello dai suoi capelli e disse – farai meglio a smettere di piangere come una femminuccia oppure tu non sopravvivere un giorno contro le persone che i Collezionisti vogliono morti . Angelica smise di piangere e disse molto arrabbiata per i suoi capelli tagliati – cosa vuoi dire ? .

Angelina le disse con rabbia e sopratutto guardandolo negli occhi – ti pensi che tutti siano come Kalina che era una ragazza tenera , gentile e che non ha fatto niente di male . Adesso i Collezionisti ti metteranno sotto perché volevano vedere se tu potevi uccidere oppure no , ma adesso loro ti faranno affrontare delle persone che sanno fare moltissimo e forse sono più abili di te e se non sarai pronta loro ti uccideranno e non si faranno nessuno scrupolo prima di ucciderti di farti qualcosa di peggio e che nessuno vuole avere .

Angelica era spaventata e poi le disse – quindi vuoi dire che questa era una prova per vedere se era Luca oppure no ? . Angelina fece cenno con la testa e le dissi – quindi è meglio se ci pensi a uccidere o a essere uccisa perché le persone con cui avrai a che fare ti stupreranno , ti picchiano a sangue oppure ti uccidono sotto le più profonde torture e tu non ci puoi fare niente se contro queste persone non metti da parte le tue emozioni e mostri che tu sei un assassina oppure vai la fuori e fatti uccidere .

Angelica capì la lezione e disse ad Angelina – scusami , il punto che non volevo uccidere per restare pulita dentro . Prima di morire i miei genitori mi hanno detto “ cerca di non uccidere più nessuno o se devi uccidere lo devi fare per un buon motivo “.

Angelina alla fine disse – i tuoi genitori ti hanno detto che se devi uccidere , lo devi fare per un buon motivo . Allora fallo uccidi per dare giustizia alla morta dei tuoi genitori , fallo per loro e fallo nella loro memoria . Loro non hanno avuto giustizia , allora dagli giustizia e se non gliela dai non starai mai in pace e ti sentirai sempre in colpa per non aver dato giustizia a loro .

Alla fine Angelica decise di uccidere ma solo le persone che se lo meritano e non persone che non se lo meritano , cioè Angelica avrebbe ucciso persone che erano malvagie e sporche nell’anima ma prima voleva vedere se erano malvagie oppure no e questa cosa la doveva sapere solo lei e nessun altro . 

Incontro gli Assassini con il mio giubbotto da assassino

Il mio giubbotto da Assassino
Il mio giubbotto da Assassino

Nel 2011 entrai a far parte degli Assassini e grazie a loro scopri che i Templari volevano conquistare il mondo intero , con calma volevano prenderne il controllo . Scopri che anche molti Nazisti erano Templari . Quando li incontrai la prima volta tutti avevano fatto vedere il loro volto tranne una e quando la vidi con il suo tatuaggio della Rosa Nera capi e dissi – Quindi tu sei l’ antenata della Rosa Nera . Lei venne verso di me e disse guardandomi negli occhi – si , sono proprio io e mi nascondo da una maschera per non farmi riconoscere dai miei nemici . Dopo quell’ incontro decisi che anche io dovevo prendere un capotto per nascondere il mio volto e cosi nessun nemico poteva vedere chi ero io . Una volta tornata al Rifugio dell’ Infinito mi diressi verso la camera di mia sorella e lei era li senza fare niente e io le dissi – mi puoi aiutare . Certo che vuoi che io faccia ? . Io le spiegai la mia idea e non la trovò molto brutta e cosi prese ago e filo e creò una bellissima giacca tra bianca e rossa e sopratutto per nascondere il mio volto . La indossai ed era perfetta per me e per il mio scopo , quando mi feci vedere dagli Assassini quando videro me con il cappuccio nessuno mi riconobbe tranne una e poi La Rosa Nera – Daniel sei tu ? . Io mi tolsi il cappuccio e lei mi riconobbe e disse – bellissima giacca , ma la prossima volta fa attenzione , avremo potuto ucciderti . La Rosa Nera era li e vedeva la mia giacca e pensò – quasi , quasi ne vorrei una nera con dietro lo stemma della rosa nera . Io mi diressi verso di lei e dissi – Ho letto i tuoi pensieri e se vieni con me , ti presento la persona che ha fatto questa giacca e cosi ne puoi avere una tua con lo stemma della tua antenata . Lei mi guardò e mi disse – Sei troppo presuntuoso .Forse ma se non vieni con me , non avrai mai una giacca come quella che ho io , La Rosa Nera capì che avevo ragione io e disse – arrivo . Una volta arrivati li lei e mia sorella si misero nella stanza e subito andarono d’accordo e sopratutto mia sorella Alyssa le fece una bellissima giacca nera con lo stemma della sua antenata .

Addestramento con La Rosa Nera parte 5

Isla De Muerta cioè Isola della Morte , veniva chiamata in quel modo perché li morirono moltissime persone , chiunque e andato in quel luogo è morto di una morte molto dolorosa . Davanti all’ isola c’è una coltre nera come la pace , questa è una protezione che ha fatto mio padre Alukard insieme a mia madre Helena . Per fare l’ incantesimo si presero per mano si concentrazione sulla Protezione della Nebbia Oscura e dalle loro mani comparve una nebbia oscura che poi inondo l’ intera isola . Sull’ intera isola c’ erano centinai migliaia di corpi , tutte queste persone erano persone con poteri molto potenti e tutte quante erano nemici dei miei genitori . Questo era successo prima che sul mio pianeta scoppio la Guerra dell’ Universo dove loro erano divenuti dei mostri senza coscienza e come tutti gli altri Dominatori di Poteri volevano distruggere l’ intero universo . Li per non far vedere al mondo cosa avevano fatto , fecero questa coltre di oscurità , ma l’ avevano fatta anche per far non avvicinare me . Tutti i genitori vogliono che i propri figli non vedono i loro grandi e profondi misteri , una tra i quali era questo . Molte volte dentro di me mi chiedevo quali segreti hanno i miei genitori e quel giorno avrei scoperto la profonda carneficina che avevano fatto li . Loro sul quell’ isola avevano perso il controllo e si erano trasformati , la trasformazione era dovuta al fatto che avevano ucciso le persone che li avevano portati su quell’ isola e sopratutto erano morti davanti ai loro occhi e visto che erano amici intimi di famiglia , loro decisero di vendicare la loro morte e quel giorno i nemici videro quello che in ogni pianeta temeva cioè “ La Rabbia Nera dei Dominatori di Poteri “ . Prima di andare sull’ Isola della Morte ebbi ben due avvisi dai miei genitori , due lettere interdimensionalmente , una da mio padre Alukard e una da mia madre Helena . Andai da mio padre Alukard e lui mi disse – Non ci devi andare su quell’ isola , è piena di pericoli e sopratutto ci sono mostri incredibili . Ma tutto quello che mi diceva mio padre mi diceva ci devo andare per capire perché non vogliono che io non ci vada . Anche mia madre Helena aveva provato di tutto anche a piangere e anche usare la voce forte contro di me . Io dissi a loro in tutte e due lettere – Sentite adesso con la Rosa Nera e li sopra c’ e una talpa dei Templari e vuole ucciderci tutti quanti. Il mio piano non è andare dentro l’ isola ma avvicinarmi il più possibile vicino alla vostra coltre oscura uccidere e buttare la talpa li dentro e quando i Templari vedranno che lui non torna penseranno che lui è scappato per paura . Non so come ma durante le lettere interdimensionali i miei genitori potevano essere tutti e due li dentro e quando sentirono il mio piano capirono che era un ottimo piano e poi Helena disse – Ok , però andare sull’ isola . Come ti abbiamo detto li sono grandi pericoli e mostri molto pericolosi . Io li guardai e capì subito all’ istante anche senza utilizzare il potere di capire se uno mentiva , capì che i miei genitori stavano mentendo alla grande . Su quell’ isola c’ era un mistero e loro non volevano che io lo scoprissi , ma io lo volevo scoprire e anche se i miei genitori hanno fatto di tutto per fermarmi , io ci sarei andato lo stesso . Dopo quelle lettere spiegai il mio nuovo piano a tutti tranne a Jack Norringthon . Lo feci la sera tardi sul ponte della nave e poi ce ne andammo li e pensavo che tutto andasse come avevo programmato io , ma niente andò come doveva . Eravamo molto vicini alla coltre oscura e la Rosa Nera stava prendendo la sua spada e uccidere Jack Norringthon , li Jack Norringthon capì che lui era la talpa . Proprio in quel preciso momento arrivò una nave dove c’ erano famiglia formata da cinque persone , Jack Norringthon prese una spada da uno dei pirati e poi si butto con la fune sulla nave . Io lo insegui e lo prese Emily la persona più piccola che apparteneva a quella famiglia , Jack avvicinò la spada al piccolo collo della ragazzina e disse – fa un ‘ altro passo e la ragazzina muore . Ma poi lo fece lo stesso e poi davanti a me uccise anche gli membri della famiglia , io mi arrabbiai cosi tanto che il colore dei miei occhi diventò viola . Il mio giubbotto da nero a rosso fuoco e poi un ‘ aura attorno rossa come il fuoco che ardeva e poi scaglia tutta la ira contro Jack Norringthon . Tutti i pirati videro quanta rabbia stavo dimostrando e mentre stavo per uccidere Jack Norringthon , La Rosa Nera fece quello che le avevo detto .

Il messaggio che mandò a Sarah la Fenice Rossa era “ Sarah la Fenice Rossa sono io la Rosa Nera , devi venire a queste coordinate che adesso ti mando . Daniel ha perso la calma e se non lo fermi potrebbe uccidere tutti quanti “ . Il messaggio lo ottenne subito e subito in pochi minuti comparve vicino a me e mi blocco e poi con i suoi poteri mi fece svenire e poi fece svenire anche Jack Norringthon . Dopo molto tempo mi svegliai e davanti a me c’ era Sarah la Fenice Rossa e io disse a lei – grazie per essere intervenuta , seno avrei ucciso anche La Rosa Nera e la sua ciurma e io non me lo sarei mai perdonato .

Meno male che La Rosa Nera mi ha avvisato in tempo , vorrai dire – mi guardo con quegli occhi che mostravano un giudizio , sapeva che le nascondevo qualcosa – prima o poi mi dirai cosa nascondi e quando lo saprò io e te faremo una lunga chiacchierata e non solo con me ma anche con Alyssa e con Damon . Sapevo che aveva ragione che alla domanda più importate per me e che cercavo di non farlo sapere a nessuno , un giorno avrei dovuto rispondere .

Andai sul ponte e tutti i pirati avevano paura di me , stavano guardando un uomo o un mostro ma a guardare i loro sguardi si mi stavano come un mostro , dovevo controllare la rabbia dentro di me . Mi serviva per le sfide future , non dico che la Rosa Nera non era quella persona che mi poteva aiutare ma forse sapevo qualcuno che mi poteva aiutare , dovevo fare da solo . Se lo avessi detto ad Alyssa o a Sarah Saintcall mi avrebbero preso per pazzo e mi avrebbero fermato in ogni modo possibile . C’ era una sola persona nell’ universo che era in grado di far controllare agli altri la propria oscurità , nel mondo era conosciuta come Malefica , la regina dell’ oscurità . Dovevo solo aspettare il modo giusto per andare da lei senza farmi vedere da nessuno e senza farmi sentire da nessuno . Se il mio piano avesse fallito io sarei stato perso nella mia oscurità per sempre e anche se Sarah Saintcall mi avrebbe fermato io avrei fatto di tutto per andare da lei e farmi allenare . Alukard e Helena erano riusciti a controllare questa rabbia nera ma a loro non potevo più chiedere perché erano morti e anche se avevo le lettere interdimensionali stavo li solo per pochi minuti , invece con Malefica avrei avuto tutto il tempo per allenamento nel controllare tutta la mia oscurità e sopratutto avrei controllato la Rabbia Nera . Alukard e Helena cioè i miei genitori per controllare la Rabbia Nera andarono da lei perché lei in tutte le parti del mondo e dell’ intero universo era conosciuta anche come “ La Regina dell’ Oscurità “ . Anche se erano nemici che rispettava , lei dopo un po’ di tempo decise di farlo perché anche se i miei genitori non lo sapevano avevano tolto qualche nemico che la stessa Malefica si voleva togliere dai piedi . Alla fine dopo molte decisione decidi di farlo , di andare lei e di non farmi condizionare da nessuno e dirmi a destra e a manca cosa fare e dove andare . Pure La Rosa Nera mi guardava con terrore , io volevo far paura ma non a lei , io volevo mettere paura ai miei nemici e invece ho fatto tutto l’ in contrario , adesso c’ era un unico modo per potere controllare la Rabbia Nera cioè andare da Malefica . 

Assassin’s Creed IV: Black Flag – nuove immagini sulla componente stealth

Gli sviluppatori canadesi di Ubisoft Montreal ci ricordano che mancano poco più di due settimane dall’uscita di Assassin’s Creed IV: Black Flag aggiornando le pagine del loro blog ufficiale per darci in pasto delle nuove immagini dedicate agli aspetti più “ragionati” del gameplay e del sistema di combattimento.

Sfogliando queste infografiche scopriamo così che tra i tanti strumenti “silenziosi” adoperabili dall’indomabile capitano della Jackdaw troveremo le bombe fumogene, i dardi (soporiferi o velenosi) lanciabili con la potente cerbottana delle popolazioni native dei Caraibi e le immancabili lame celate, considerate da sempre il marchio di fabbrica di questa saga.

Quasi tutte le missioni della campagna principale potranno essere portate a termine senza spargimenti di sangue o, comunque, senza essere costretti a uscire allo scoperto: le tattiche elusive di Kenway saranno le medesime adottate dai suoi celeberrimi antesignani e comprenderanno la produzione di rumori simil-animaleschi atti a distrarre le guardie o il lancio di sassi per creare dei validi diversivi prima di svanire nel fitto della giungla.

L’oggettiva assenza di originalità legata agli strumenti e alle tattiche stealth, però, sarà controbilanciata dagli sforzi profusi dagli sviluppatori per porre l’accento sugli elementi open-world della giocabilità: il nostro alter-ego e la sua ciurma, infatti, potranno esplorare liberamente le isole dei Caraibi per andare in cerca di avventure e di tesori nascosti lanciandosi in attività tanto eterogenee da comprendere le battute di caccia allo squalo bianco, gli assalti alle roccaforti, gli abbordaggi delle navi mercantili e la difesa degli accampamenti adibiti allo stoccaggio delle armi e dei tesori strappati ai Templari.

Prima di chiudere, ricordiamo che il lancio ufficiale di Assassin’s Creed IV: Black Flag è previsto per il sempre più vicino 31 ottobre su PlayStation 3 e Xbox 360. Le edizioni PC, PlayStation 4, Xbox One e Wii U, invece, vedranno la luce dei negozi il 21 novembre.

 

Addestramento con Rosa Nera parte 3

Avevo trovato la spia dei Templari che si unito alla banda dei pirati della Rosa Nera , conosciuta cosi perché quando uccide lei lascia sul corpo della vittima una rosa nera per far capire a tutti chi è stato . Una volta scoperta la talpa tornai alla bar dove stavano tutta la banda della Rosa Nera , lei ancora li a bere rum , era un po’ pezzo senza fondo né beveva tantissimi . Era un po’ ubriaca , ma cercava di rimanere sveglia e pronta ad ascoltare tutto quello che avevo scoperto sulla sua nave e chi era talpa . Nessuno degli uomini della ciurma della Rosa Nera mi avrebbero notato ma anche prima lo aveva fatto , io entra li dentro e mi diressi diritto contro Rosa Nera . Mi misi a sedere accanto a lei e le dissi – Rosa Nera ho scoperto chi è la tua talpa , però non né voglio parlare qui dentro , incontriamoci qui fuori alle quattro di notte e ti dirò chi è e come agiamo contro di lui . Rosa Nera mi guardò in faccia ed era molto felice di sapere che avevo scoperto chi era la talpa , ma poi lei senti quello che avevo detto e disse – come mai mi vuoi incontrare qui fuori e non vuoi parlare qui dentro . Ora ti spiego , qui siamo osservati da tutti anche dalla tua talpa e quindi lui potrebbe vederci parlare , lui si allerta e scappa . Invece se te lo dico dopo con calma da soli e senza che nessuno ci possa né vedere né sentire e cosi noi possiamo proteggere come sbaraccarci della talpa senza essere interrotti dai Templari . Rosa Nera capì il mio ragionamento , cioè volevo sbarazzarmi della talpa in un luogo isola e dove lui non possa chiedere aiuto a nessuno dei suoi amici templari . Ottima idea Daniel , adesso che ne dici di bere un po’ di rum e far finta di non sapere niente di questa storia e poi ce ne occupiamo dopo che tutti gli uomini della mia ciurma se sono andati a dormire . Si – mi prese un po’ di rum e iniziai a berlo , tanto a me non faceva nessun effetto sopratutto grazie alla mia rigenerazione cellulare accelerata . Verso le due tutti gli uomini della banda della Rosa Nera , pure Jack Norrington lo fece però era un po’ preoccupato ma poi la Rosa Nera lo guardò e disse – non stavamo parlando di te , stavamo parlando di altro tra me e la persona con cui parlavo . Per un po’ le preoccupazioni di Jack Norrington si affievolirono e lui pote andare a dormire come tutti gli altri , pure lui aveva bevuto un bel po’ di rum . Tutti erano andati a dormire tranne noi due , io non dormivo perché dopo che ho visto morire la mia gente , chiudo gli occhi anche solo per un minuto e la mia testa si riempe delle loro urla .La Rosa Nera non era stanca e poi io e lei dovevamo parlare di chi era la talpa e come sbaraccarci di lui senza dirgli niente . Ci dirigemmo verso il porto di Port Royal e le mi chiese – come mai , m hai fatto venire in un posto affollato e pieno di gente ? , io le risposi in modo semplice e diretto – al bar ci guardavano tutti i tuoi uomini , qui nessuno ci può guardare e nessuno dei Templari può fare niente , c’ e troppa gente . Adesso ti dirò chi è la talpa e poi ti dirò anche come procediamo per ucciderla senza farci scoprire dai Templari . Chi è la talpa ? , lo voglio sapere subito – mi guardò in modo serio e poi io le dissi – Jack Norrington , lui è la talpa che spiffera tutto ai tuoi pericolosi nemici . La Rosa Nera era parecchio arrabbiata e stava per tornare alla sua base per uccidere la talpa , io le fermai e le mi guardò con quello sguardo che sfoderava contro i suoi nemici e disse – togliti e fammi andare ad uccidere la talpa . No , adesso tu mi ascolti prima di fare una scemenza e scatenare la furia dei Templari , ho un metodo per uccidere la talpa senza che loro lo sappiano .

Avanti spara , voglio sentire il tuo piano e spero che sia buono . Ma se sei figlio di Alukard e Helena Saintcall è sicuramente buono il tuo piano . – poi mi rivolsi a lei – Jack Norrington qualunque cosa tu dici a lui , i Templari la sapranno , utilizziamo questa cosa a nostro vantaggio . Che vuoi dire ? – disse La Rosa Nera , io continuai – noi daremo a lui delle false informazioni , lui dirà ai Templari tutto , loro si ritroveranno in un punto dove noi non ci siamo e noi invece siamo in un posto tranquillo e isolato dove Jack Norrington sarà in trappola e lui li non potrà chiedere aiuto a nessuno e lo uccidiamo . La Rosa Nera aveva sentito il mio piano e inizio a pensare e disse – è un piano buono e molto fattibile , l’ unica cosa prima di fare questa cosa è avvertire i miei uomini senza avvertire Jack Norrington . Io la guardai e dissi – ho pensato pure a questo , tu mandali porto di Port Royal , io li troverò e li avviserò io . Se ti vedono li loro penseranno che tu abbia scoperto qualcosa , se vedono me nessuno sospetterà niente perché nessuno sa chi sono e penseranno che io gli abbia detto una cosa qualsiasi . Poi mi guardò e disse – si vede che hai la mente di Alukard , ma la domanda più importate che mi faccio , avrai il coraggio di uccidere Jack Norrington . Non preoccuparti ce la faccio lo uccido e la storia finisce qui . La guardai con gli occhi della fenice puntati contro i suoi occhi e disse – va bene .

 

Il Giorno Dopo ore 9:00 a.m

 

Port Royal è bellissima sia la mattina e sia la sera , ma di più la sera e bellissima e magnifica . La Rosa Nera aveva detto ai suoi uomini tutti tranne a Jack Norrington di andare al porto di Port Royal per vedere c’ era qualche nemico , una scusa per andare li . Dopo pochi metri non trovarono niente , poi io li vidi e loro videro me e dissero – ma quello non è quell’ uomo che al bar parlava con il nostro capitano . Si avvicinarono a me e dissero – Chi sei ? , Cosa vuoi dal Capitano ? , quelle erano domande giuste visto che non mi avevano mai visto e non sapevano chi io fossi . Mi presentai – Io sono Daniel Saintcall e vi ho fatti venire qui io perché dentro la vostra ciurma di pirati c’ e una talpa dei Templari che spiffera tutto a loro . Tutte sciocchezze , non ci sono talpe nella nostra ciurma – io li guardai e dissi – né siete sicuro , vediamo se vi dico alcune cosette e tutto quadra a quello che avete visto nei pochi giorni . Ogni volta che state prendere un tesoro su un isola i Templari sono li , ogni volta che state per attaccare una nave o altre cose i Templari sono li , non mi dite che nella vostra testa non c’ e questa idea che uno di voi è una talpa , io so chi è ho pure un piano per ucciderla senza suscitare la rabbia dei Templari . Tutto quello che avevo detto quadrava a pennello e poi dissi – Dicci il tuo piano per uccidere la talpa , a nord-ovest c’è un’ isola deserta e nessuna la conosce apparte me , nessuno sa che esiste e nessuno ci abita . Quindi quello è il luogo perfetto per ucciderlo , neanche i Templari sanno che esiste questa isola che conosco solo io . Uno di loro si fece avanti e disse – perché non ci hai detto questa cosa sul ponte della nostra nave o al bar . Poi li guardai e dissi – la talpa è Jack Norrington , se lo avessi detto al bar o sul ponte della vostra nave lui avrebbe detto ai Templari che hanno scoperto che lui era la talpa e che lui insieme a i Templari avrebbero fatto un piano per uccidervi e la lotta del vostro Capitano sarebbe finita . Poi prima che li lasciassi andare – questa cosa non la dovete dire a Jack Norrington che sapete e comportatevi in modo normale con lui e poi su quell’ isola lo uccidiamo . Il piano era pronto per essere azionato , non aveva ancora detto niente a nessuno degli uomini della ciurma di Rosa Nera quale bottino dovevamo rubare , quella era la nostra copertura cercare un tesoro sottomarino nel Mare del Nord e noi invece andiamo a nord-ovest di Port Royal e mettiamo fine alla vita della spia e cosi noi possiamo continuare a salvare le persone dai Templari . 

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

ioinviaggio

Piego e ripiego la mappa del tuo Infinito in un origami d’amore

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: