Categorie
1994 1995 1996 2016 Aqua Saintcall Babbo Natale Befana Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Kratos Black Pandora Black

Sarah la Fenice Rossa mi porta nella Cattedrale dell’ Infinito

fenice10

Era il 1996 e la mia madrina Sarah Saintcall aveva visto che io stavo iniziando a fare domande su questo nuovo mondo che potevo vedere senza problemi dalla mia finestra. Non lo potevo vedere tutto, ma lo potevo vedere e quindi mi chiedevo sempre cosa c’ era di nuovo li fuori. Alcune sere guardavo la fuori e ho visto una slitta rossa e una donna anziana sopra a una scopa. Sara un giorno venne da me – ho saputo che vuoi sapere chi sono quelle due persone che nelle notti di Dicembre e di Gennaio hai visto li nei cieli. Io ero sopra il mio letto e stavo usando la mia mente per cercare di capire chi sono da solo, ma visto che non avevo nessun indizio non mi ero avvicinato tanto alla loro identità. Sarah si avvicino al mio letto – se vuoi te lo dico io chi sono, io mi alzai e guardi Sara in faccia – si, voglio scoprirono chi sono. Per oggi ti faccio conoscere la Befana e lei vive li nello spazio, nessuno può vedere il suo rifugio visto che lei ha imparato come nasconderlo e come renderlo visibile solo ad alcune persone cioè alle persone credono che a lei. Io scesi dal letto e mi girai prima verso la finestra e guardai li in alto nei cieli per vedere il suo rifugio, ma forse dovevo aspettare un po’. Poi mi girai verso Sarah che poi si mise vicino a me – io ci credo e davvero molto. Ma per vedere il suo rifugio dove devo vedere. Sarah sapeva che il suo rifugio non era in questo quadrante della galassia, era ed è in un quadrante dove lei può vedere maggior parte del mondo. Sarah mi guardo e puntando verso una direzione – non lo puoi vedere da qui il rifugio della Befana. Lo puoi vedere solo se sei al centro della nostra galassia. Io mi misi più vicino a Sarah – portami li voglio vedere il rifugio della Befana e voglio sapere la sua storia. Sarah sapeva che quello era un argomento molto importante per me visto che nel futuro tale argomento lo avrei dovuto spiegare ai miei figli, alle persone a me care e alle persone che non conoscevano per niente la storia della Befana. Sarah mi prese per mano e noi ci trovammo dentro alla Cattedrale dell’ Infinito. Ma non ci trovammo dentro, ma eravamo fuori e da li potevamo vedere due cose, cioè lo spazio infinito e tutti i vari pianeti che erano uno più bello dell’ altro e le grandi porte di questa enorme Cattedrale. Prima di fare un passo io guardai Sarah – mi puoi dire come hai fatto a conoscere tale persona. Sarah vicino a me – vedi una sera io l’ ho vista su quella scopa e ho visto che era una strega, Ma prima di farle del male io ho visto da lontano cosa faceva dentro a una casa, ho visto che ha dato cibo a chi non lo aveva. Cosi io l’ ho fermata per strada e le ho detto – vedo che tu hai tante case da fare. Se ci dividiamo facciamo prima che ne dici. La Befana accetto e poi con quel gesto lei mi racconto la sua storia e io le ho raccontato la mia e alla fine siamo divenute amiche. Adesso aspetta un attimo qui e io vedo se lei non ha nulla da fare.

Categorie
1823 1840 2016 Babbo Natale Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Gabriella Griffiths Londra Sarah la Fenice Rossa Sarah Saintcall Shadow Black Strega Stregoneria

Il Viaggio della Befana

La Befana

Da come si può vedere in questa foto la Befana è una strega, ma perché è una strega ma all’ inizio del suo viaggio non lo sapeva. Gabriella Griffiths all’ inizio non sapeva di essere una strega molto potente, lo ha saputo solo più tardi dopo che ha perso la sua migliore amica Serena. Gabriella quando ha perso Serena ha passato un momento molto brutto e tutti lo hanno visto e poi quando è andata dietro a una strada secondaria li ha potuto vedere un luogo dove essere tranquilla e in pace. Ma dentro la sua mente c’ era ancora il ricordo di Serena e lei per non sentire la sua voce e le sue ultime parole ha lanciato con la mano sinistra una piccola palla di fuoco. Fu li che ha scoperto i suoi poteri e di essere una grande strega. Una volta scoperto ha deciso di tenere questa cosa per se visto che nel 1835 o che era il 1840 tutti hanno paura delle streghe e della magia e quindi lei fece in modo che nessuno la potesse scoprire. Prima disse a tutti di non chiamarsi Gabrielle e si fece chiamare La Befana visto che lei aveva deciso di essere chiamata cosi visto che ha preso spunto da Babbo Natale. La Befana è nata grazie a quello che ha fatto Babbo Natale. Ma anche se lei era una ragazzina e una strega nessuno la vedeva con rispetto e allora lei durante un furto decise di usare i suoi poteri per distrarre le guardie. Invece di essere vista come un mostro, lei fu vista come la Befana. Anche se aveva fatto qualcosa di brutto, lo aveva fatto per una cosa molto bella cioè dare da mangiare alle persone che non hanno nulla e che devono fare di tutto per avere cibo o acqua. Gabrielle Griffiths per essere quella che deve essere ha dovuto fare un lungo viaggio e ha dovuto imparare a usare i suoi poteri e nel farlo è dovuta andare nella Cattedrale dell’ Infinito con Shadow Black che ha fatto capire che lei ha un dono e che può usarlo per fare del bene e non del male. Gabriella già dal primo utilizzo aveva capito che poteva fare del bene con questi poteri e decise di andare con lui per diventare un faro di speranza e di bontà per tutti. Cioè ha deciso di intraprendere il viaggio per diventare la Befana.

Categorie
Ada Knight Albero Babbo Natale Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Universing

Grande Albero di Natale al centro dell’ Universing

Per rendere più bello l’ Universing ed essere nel tema natalizio alcune persone senza i loro poteri ma aiutati da più persona hanno preso e nel centro dell’ Universing ci hanno messo un enorme albero di natale come fanno ogni anno . Questo albero di natale è gigantesco e per celebrare la viglia hanno fatto in modo che quando sia mezzanotte grazie alla magia dentro questo albero inizio a fare fuochi di artificio . Adesso vi faccio vedere la foto che ho fatto io nel 2014 quando ho visto questo grandissimo albero di natale fare sparare fuochi di artificio grazie alla magia . Quando lo hanno messo nella prima notte di Natale è stato un vero e autentico successo . Tutti ogni anno sono felice di vedere questo enorme albero di natale . Ogni anno non vedono l’ ora di vederlo , di renderlo perfetto grazie alle luminarie , grazie alle varie palline che si trovano nel Mercato dell’ Universing . Ma anche per andare li vicino e mettere dei biglietti su cui scrivere il loro desiderio più grande ad esempio ” incontrare Babbo Natale ” . ” Accarezzare una delle renne di Babbo Natale ” o ” Fare un viaggio sulla slitta ” e molti altri sogni per rendere questo mondo più bello e un posto dove far vivere le future generazioni di maghi , streghe e ogni genere di creatura .

 

Categorie
Ada Knight Babbo Natale Daniel Saintcall Doctor Who Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dottore

Doctor Who

Io ho seguito tutta la storia del Dottore e adesso lui entra in azione per fermare un grande cattivo anche se non lo sembra . Io e Ada sappiamo che adesso lui e Clara si trovano ad affrontare una grande minaccia e questa sua avventura  viene detta dagli Osservatori come The Last Christmas . Il Dottore e Clara se la devono vedere con Santa Clause . Il Dottore crede che questo Santa Clause sia cattivo e crudele e che non voglia aiutare nessuno . Quando io e Ada siamo andati li in quel luogo dove il Dottore e Clara hanno incontrato Santa Clause mi sono chiesto se questa sia una reazione eccessiva del Dottore . Io ero li con Ada e feci la foto con Santa Clause . Dopo aver fatto la foto girai la testa verso Ada – questa potrebbe essere una reazione eccessiva del Dottore . Cioè un modo per ammettere che Santa Clause non esista e cosi ha trattato in modo molto bruco Babbo Natale . Ada ci inizio a pensare – tutto sommato puoi anche aver ragione visto che il Dottore non credeva nemmeno alla esistenza di Robin Hood . Quindi come dici questa può essere una sua reazione eccessiva per ammettere che lui non crede in Santa Clause . Io e Ada non vediamo l’ ora di vedere cosa succede in questa avventura e cosi sapere cosa accadrà nella vita futura del Dottore ma anche di Clara . Questo potrebbe essere il loro momento di rottura permanente oppure un viaggio che darà inizio ad altri viaggi .

 

Categorie
Annie Claus Babbo Natale Cucina Cugini Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Natale Polo Nord T.A.R.D.I.S

Controllo se Annie Claus sta bene

250px-AidenRender

Era da un bel pò di tempo che non vedevo mia cugina Annie . Volevo vedere se andava tutto bene . Una volta entrato nel mio T.A.R.D.I.S puntai sul Polo Nord . Una volta entrato nel villaggio vidi che tutto era pronto per ospitare il prossimo natale . Mentre andavo vicino a un palazzo delle luci di natale si erano rotte . Io ero sempre pronto a fare di tutto per fare in modo che il natale venga celebrato . Con calma presi la mia bacchetta magica e feci tornare quelle piccole lampadine come nuove . Annie mi vide fare qualcosa e venne verso di me . Visto che avevo un nuovo aspetto non mi riconobbe – grazie per aver aggiustato le luci . Tu chi sei ? . Non ti ho mai visto qui . Annie era li vicino a me .

h0b6

Io la guardai negli occhi e poi il suo registro e la salutai in questo modo – un pò di aiuto cugina . Prima non aveva capito ma poi mi guardo gli occhi – Daniel sei tu . Il suo sguardo era sul mio nuovo aspetto – dove eri finito e da molto tempo che non ci si sente . Io e lei iniziammo a camminare per le strade della città di Santa Claus – ho avuto molto da fare . Però sono qui e se hai bisogno di aiuto nei preparativi per il Natale chiedi pure . Annie prima di dire qualunque cosa mi diede un piccolo pugno sul braccio destro – questo è perchè sei scomparso . Io non senti nulla , lei non si fece troppo male – lo scusa , ma non ti potevo chiamare oppure ti mettevo nei guai . Invece per il fatto del nuovo aspetto te lo avrei dovuto dire . Ma vedi non ho avuto tempo . Scusami . Però adesso sono venuto qui per vedere se stai bene e se hai bisogno di aiuto nel fare il Natale . Annie mi chiese di andare li vicino a quei aiutanti che stavano vedendo se alcune palline del grande albero di natale che era al centro della città si stavano fulminando . Due o tre palline luminose si erano fulminate . Andare li era una follia . Io ero li . Mi concentrai e sulle mie braccia appari l’ elettricità . Puntai quelle palline e le feci tornare a emettere luce . Babbo Natale mi vide fare questa cosa da lontano . Sapeva che ero io . Visto che solo una persona poteva emanare l’ elettricità in quel modo . Per il momento Annie Claus non aveva bisogno di altro o almeno cosi pensava . Prima di venire verso di me corse dentro per togliere dal forno i biscotti al cioccolato che aveva fatto . Li tolse appena in tempo usano un panno . Li prese e li mise a raffreddare sul tavolo . Io andai a controllare e senti l’ odore di biscotti al cioccolati appena fatti .Erano a forma di albero di natale ed erano molto buoni . Una volta in cucina Annie era li – ecco perchè sei corsa dentro in fretta e furia . Annie fece una faccia felice – sono caldi e sono buoni . Li avevo messi a fare ma mi sono dimenticata che erano li dentro . Se non te lo ricordarvi tu , lo facevo io visto che lo sapevo . Annie non si era bruciata la mano . Mi avvicinai con calma e vidi la mano di Annie . Non era bollente e non era bruciata . Grazie al panno non era bollente . Una volta vista la mano di Annie presi uno dei suoi biscotti ed era molto buono . Dopo aver mangiato uno dei suoi biscotti me ne andai via da li . Salutai Annie Claus . Annie Claus prima di farmi andare via mi disse – fatti vedere più spesso . Io la vidi un pò triste – va bene verrò più spesso qui . Questa volta verro . A Natale o se ci dovrebbe essere qualche problema mi vedrai qui e aiutarti a risolvere tutti i problemi o aiutarti con la tua luna lista .

 

 

Categorie
Annie Annie Claus Babbo Natale Natale Neve Renna

Annie Claus decide di aiutare Annie a superare la morte di sua figlia

La renna di Annie Claus stava parecchio male e sentiva molto dolore alla gamba sinistra e per questo Annie decise di stare con lei fino a quando non guariva . Annie accarezzava la renna con molta gentilezza e con molta calma e le disse con calma e come se stesse parlando non a un animale o a una persona che non conosceva ma come se fosse una sorella – io ogni giorno verrà qui e ti aiuto a superare questo momento davvero molto brutto che ti è successo . La renna non sapeva cosa dire a Annie dopotutto lei era la prima che poteva sentire la sua voce e sopratutto lei era l’ unica che non la trattava come un animale ma se fosse una sorella che non aveva mai avuto e alla fine come se avesse il cuore in mano e disse – grazie Annie . Grazie per tutto quello che hai fatto per me .

Babbo Natale aveva visto che Annie Claus e la renna Annie passavano tanto tempo insieme e un giorno mentre stavano bevendo una buona cioccolata calda Babbo Natale si rivolse a sua figlia – vedo che ti stai affezionando a Annie ? . Annie Claus prima di rispondere a suo padre inizio a bere con calma la sua cioccolata ma lo fece con calma e lo fece gustarla bene e anche per riscaldarsi bene le mani e poi con calma disse a suo padre molto felice – si alla renna Annie mi sto affezionando molto e anche se so che una renna ma per me è come se una sorella . Parlo molto con lei e sto cercando aiutarla a passare questo momento brutto che sta passando e poi la aiuto a passare la morte di sua figlia Jenna che è morte tre mesi fa .

Babbo Natale era molto felice di sapere che sua figlia grazie al potere che io le avevo dato aveva trovato un amica che trattava come una sorella e adesso come amica Annie l’ avrebbe aiutata a superare i momenti brutti che stava passando .Tutti passano momenti belli e momenti brutti e la renna Annie ne stava passando uno molto brutto che le stava dilaniando dentro e forse grazie a Annie avrebbe potuto trovare la pace . Annie dopo aver parlato con suo padre andò a vedere come stava Annie e vide che la gamba che era molto migliorata e poi Annie con calma prese lo sgabello e si mise davanti alla stalla dove Annie si metteva a riposare . La renna vide Annie Claus sullo sgabello e molti erano curiosi di sapere cosa voleva Annie e poi disse alla renna con molto coraggio – parlami di tua figlia . Annie e la renna per molto tempo parlarono di quello che era successo alla figlia di Annie e il tempo era volato ed erano passate 7 ore ed è sera e Annie saluto la sua renna e poi lei disse – ci vediamo domani Annie . La renna Annie la guardo con gli occhi pieni di speranza e fiducia – grazie per la chiacchierata e buona notte Annie .  

Categorie
Annie Annie Claus Babbo Natale Natale

Annie Claus cura la renna Annie

La renna di Annie si chiama come lei e andavano molto d’ accordo in ogni occasione e grazie al fatto che lei parlava con gli animali aveva dato un modo migliore per comunicare tra loro . Prima Annie visto che non poteva parlare con gli animali non poteva dire tanto a Annie ma grazie a questo potere lei poteva parlare di un sacco di cose e cosi erano molte unite ma non parlava solo con lei ma anche con le altre renne di cui da suo padre Babbo Natale aveva avuto ordine di prendersene cura e vedere se apparivano quelle creature oscure e che volevano distruggere a tutti i costi la gioia e la felicità che portava Babbo Natale durante il 25 Dicembre ogni anno . Quei pupazzi di neve erano comandati da qualcuno che odiava il natale e se non lo poteva festeggiare lui , non lo doveva festeggiare nessuno nel mondo . La renna Annie alcune volte non stava con Annie e stava da sola , in quei momenti lei voleva stare da sola e nessuno sapeva il motivo nemmeno Annie . Annie un giorno chiese alla renna – perché alcune volte te ne vai da sola e non vuoi stare con ? , la renna non voleva dirlo ma lo si poteva capire dalla tristezza nei suoi occhi e sopratutto dal pezzo di vuoto che aveva dentro il suo cuore che era pieno di amore e gioia , lei aveva perso sua figlia che si chiamava Jenna e quando morì fu per colpa di quelle creature . Annie ogni giorno si ricorda quello che è successo , tutti i giorni e in alcuni momenti vuole stare da sola per ricordare il tempo con Jenna . La renna non voleva parlare di queste cose con Annie e come dargli torto , nessuno vuole parlare di quello che fa male . Uno di quei giorni in cui la renna era da sola e Annie non era molto lontana da lei , lei fu attaccata da quella creature che la circondarono e la stavano attaccando . Annie poco prima che loro attaccarono la sua renna li colpi ma non gli fece niente , ferirono la renna in non molto grave e poi Annie aiutata dalle altre renne porto la renna nella sua stalla dove fu curata alla gamba sinistra quella di dietro . Annie inizio a prendersi cura della sua renna e poi vide un ‘ altra ferita che aveva su uno degli zoccoli e mentre la accarezza gli diceva – quando vuoi dirmi cosa è successo , io sono qui ? . Annie se ne stava andando ma la renna la prese per la maglietta e una volta lasciata le disse – soffro molto perché 3 mesi fa è morta mia figlia Jenna è questo mi dilania ancora dentro .

Annie capì cosa stava passando la sue renna e le disse – mi dispiace per tua figlia , deve essere stato molto brutto vederla morire e non poter fare niente per salvarla . La renna le disse – grazie Annie per starmi accanto e Annie con molta gentilezza le disse – io per te ci sarò sempre . 

Categorie
Babbo Natale Befana Cattedrale Mondo Shadow Black Spazio Universing Whitecappel

La Befana

La Befana non è una donna anziana ma era una donna giovane e carina e porta i doni a tutti i bambini del mondo . Porta i doni a tutti i bambini che sono stati sfortunati del mondo , quei bambini che non hanno niente e per questo la Befana viene da loro sente la loro disperazione e la infelicità e come Babbo Natale porta gioa a tutti quei bambini che sono infelici .

Inizialmente pure la Befana era di una quelle bambine che non avevano niente , né una casa né qualcosa da mangiare e da bere e sopratutto come tutti gli altri bambini del mondo si sente sola e isolata . La Befana è nata nell’ Universing e nella parte più oscura di parte che si chiama Whitechappel . Li ci sono bambini che sono per strada e che per vivere rubano tutto , acqua e cose da mangiare e nessuno gli vuole dare da mangiare nessuno e nessuno gli vuole dare una casa perché le persone li sono tutti dei ratti e dei pezzenti e preferiscono morire che dare loro una famiglia . La Befana era una di quei bambini e aveva molti amici li dentro e ognuno rubava tutto quello che poteva e la Befana aveva un modo tutto suo per far capire alle persone come rubare e come vivere . Inizialmente lui era una ladra ma poi da ladra lei divenne una luce speranza per tutti i bambini del mondo . Ci mise molto per fare tale scelta e ci volle davvero molta inventiva per fare tale scelta e fare in modo che lei potesse diventare qualcosa per dare speranza ai bambini e fare in modo che loro potessero avere una casa oppure dei dolci .

La Befana quando era bambina per vivere li dentro doveva picchiare duro , per vivere e mantenere la roba che aveva rubato dovette picchiare brutto e per questo molti ragazzi spacco la faccia a molti bambini che non erano bambini che non sapevano combattere o giocare brutto contro di loro e contro gli altri bambini .

Alcuni bambini per prendere quello che avevano gli altri bambini spaccavano le ossa agli altri ragazzi . Il Quartiere di Whitechappel dell’ Universing era un quartiere duro e solo chi ha il coraggio e solo chi sa combattere contro tutto e tutti e solo se sa giocare sporco alla grande poteva vincere .

I Dottori vedevano che i ragazzi facevano di tutto per avere qualcosa da mangiare , da bere e quindi i dottori li erano quelli che avevano più lavoro e quindi i bambini volevano provare a rapinare i Dottori , ma i Dottori erano dei sadici e non si sarebbero fatti rapinare cosi facilmente . Nessuno voleva provare a farlo ma la Befana cosi si voleva essere chiamata dagli altri , con nessun altro nome si voleva far chiamare nessuno .

Un giorno la Befana da sola aveva provato a rapinare uno dei Dottori ma se non fosse stato per una sua amica lei sarebbe morta . Serena mori il giorno in cui la Befana provo a rubare uno dei Dottori , uno tra i quali il Dottor Samuele Finch lui ero uno dei più pazzi ma alla Befana non importava per dare da mangiare agli altri avrebbe fatto di tutto e cosi ci provo . Serena vedeva che la Befana non tornava e cosi decise di andare a vedere dal Dottore e vide che la Befana era sul suo tavolo operatorio e cosi lei decise di intervenire ma nel farlo lei mori e cosi la Befana decise di fare attenzione al prossimo colpo . Per colpa del sua Serena era morta e stava quasi per lasciare ma vedendo quei bambini poveri e senza niente da mangiare e da bere decise di continuare ma sopratutto per far rivivere Serena la sua amica perduta per colpa sua . Oramai Serena era morta e per questo la Befana non ci poteva fare niente o per meglio dire l’ unica cosa che poteva fare era fare in modo che la sua amica Serena non era morta per niente .

Lei non aveva mai detto a nessuno il suo vero nome e ogni volta che faceva qualcosa tipo un colpo o qualcosa per aiutare gli altri lui lasciava il suo simbolo uno che potevano riconoscere tutto e tutti .

Il simbolo che la Befana che aveva scelto era il simbolo di una donna con una scopa in mano e quello era il suo simbolo e tutti i bambini quelli più poveri e quelli che non avevano niente da mangiare , da bere oppure non avevano le forze per combattere contro i ragazzi più forti . La Befana sapeva che era pericoloso ma ci doveva provare a fare qualcosa per quei bambini , lei con calma e senza farsi vedere da nessuno dei ragazzi più grandi e andava nel rifugio vicino all acciaieria . La Befana aspettava prima che non c’ era nessuno e poi entrava dentro il rifugio e poi con calma dava da mangiare e da bere ai ragazzi più deboli e loro grazie alle enormi quantità di cibo che lei portava da sola e li nascondeva con grande cura e li dava a loro e poi lasciva il suo simbolo per far capire che quello era il suo territorio e sopratutto era lei che li proteggeva da tutti i vari pericoli .

Lei poteva nascondere enormi quantità di cibo grazie al fatto che lei aveva trovato un mono-spalla da una persona che l’ aveva lasciato li per strada e quando vide che il ragazzo non tornava lei lo prese e lo utilizzo per farci qualcosa e fare in modo da dare più cibo ai bambini e sopratutto quello che poteva essere utili per aiutare sempre più bambini .

Molti bambini quando vedevano La Befana erano felici e invece gli altri la vedevano come un capo e sopratutto come una persona da rispettare . Alla fine decise di fare questo vedendo che li era arrivati dei problemi in città , nel senso che nonostante i grandi furti le persone avevano messo delle trappole e questo aveva molte persone non trovavano modi per rapinare . La Befana alla fine decise di fare questo cioè progettare piani più forti , i ragazzi più forti la vedevano vicino alle case con delle trappole e quindi i capi dei quattro angoli di Whitechappel la guardarono e capirono subito cosa vuoi e dissero – vuoi provare a rapinare quelle case . La Befana non poteva dire di no oramai era stata colta con le mani nel sacco e cosi dissero – Allora non posso operare da sola . Da sola non ci riesco ma se lo facciamo insieme ce la possiamo fare e cosi possiamo mangiare e bere .

Tutti erano d’ accordo con la Befana e alla fine tutti insieme si misero a rapinare le case che avevano delle trappole e cosi loro davano speranza ai bambini più poveri . Insieme andavano vicino all’ acciaieria e cosi il rifugio divenne pure per gli altri cioè quelli più grandi e alla fine pure quei bambini che erano poveri e non sapevano fare niente e grazie ai ragazzi più grandi divennero forti e cosi pure loro potevano aiutare gli altri e fare in modo che pure loro aiutando gli altri potevano prendere da bere e da mangiare e fare in modo che loro potessero mangiare sia loro e sia quelli più poveri .

Alla fine pure l’ inverno gelido arrivo pure nell’ Universing e i ragazzi più poveri cercavano in ogni modo di stare al caldo ma troppi luoghi erano freddi e quello non era un freddo normale come gli altri ma un freddo che poteva ghiacciare anche il cuore . Per colpa del troppo freddo molti amici della Befana sono morti e alla fine pure la Befana stava morendo e Shadow Black avevo investigato su questi furti e alla fine lui capi cosa voleva fare La Befana e poi pure gli altri cioè dare da mangiare alle persone più povere .

La Befana stava correndo al suo rifugio nell’ acciaieria , però non ci arrivo mai per colpa del troppo freddo . La Befana stava cercando di muoversi il più veloce possibile e poi davanti a tutte le persone ai negozi a cui prendeva il mangiare lei si accascio a terra . Tutti guardarono la Befana che era li per terra e quando il macellaio tocco il corpo della ragazzina era completamente ghiacciato .

Shadow Black si fece strada tra la gente e la porto nel luogo dove lei inizio a diventare la Befana e fare in modo che lei diventasse e fare in modo che lei si potesse scaldare e senza che nessuno facesse troppe domande e sopratutto nessuno che si mettesse in mezzo qualunque cosa Shadow Black voleva alla ragazzina . Prima di fare tutto quello Shadow Black con i suoi poteri la fece ridare colore al suo corpo con i suoi poteri .

Shadow Black e La Befana erano in una cattedrale ma non della città ma in una cattedrale che era stata abbandonata da tempo e nessuno ci metteva piede da tempo .

La Befana era in delle coperte belle e calde e si risveglio tre giorni dopo e quando vide Shadow Black disse con uno sguardo riposato – tu chi sei ? . Dove sono io ? .

La cattedrale in cui erano non era una cattedrale normale era una cattedrale molto antica e veniva utilizzata da una razza aliena che grazie a una mappa tipo touch screen poteva vedere tutto e sopratutto capire quali bambini era felici oppure no e sopratutto chi aveva bisogno di aiuto in tutto i mondi , il tempo e lo spazio .

La Befana che era in camera con Shadow Black e disse – perché mi hai salvato ? . Shadow Black guardo la Befana negli occhi e le disse con molta sincerità , perché non le voleva dire bugie perché secondo lui dire bugie era una cosa malvagia e portava solo altro male ma invece dire agli altri la verità e non dire bugie portava il bene – Ho visto cosa hai fatto per tutti i ragazzi poveri e innocenti a Whitechappel . Ho visto cosa hai fatto con i ragazzi più grandi e ho visto cosa avete fatto li per farvi aiutare dai ragazzi più più piccoli che prima non sapevano fare niente e grazie ai ragazzi più grandi li avete trasformati in delle persone che fanno qualcosa per aiutare le persone più piccole e in pericolo .

Shadow Black dopo che aveva scaldato il cuore della ragazza e lei era rinata , lui diede alla ragazzina alcuni poteri che non dico perché quando li ha fatti vedere io ero altrove e sopratutto colpa degli Osservatori . Quindi non vi posso dire quali poteri ha e che effetto hanno questi poteri che sono molto potenti e sopratutto aiutano un sacco di persone in difficoltà mi dispiace .

La Cattedrale si chiamava cosi perché era molto grande e spesso veniva utilizzata da persone potenti come Babbo Natale e da moltissime persone che spesso anche avendo le migliori tecnologie non sanno dove trovare i bambini e molto altro e quando non riescono a trovare tale cosa loro entrano nella cattedrale e grazie alle enormi cose tecnologie li dentro riescono a trovare anche il cuore più oscuro e fare in modo che anche lui cerca di credere alla magia del natale oppure alla befana oppure a qualunque delle altre feste e sopratutto viene utilizzata da tutte quelle persone che scoprono che un pianeta e in pericolo e non riescono a capire dove è quel pianeta tanto celato nell’ intero universo .

Persone buone e cattive utilizzano questa cattedrale ma chi la utilizza di più tra queste persone è la Befana visto che quello è il suo territorio cioè il suo rifugio e fare in modo che li potesse organizzare il suo modo di dare alle persone i doni a tutto e nel tempo ,nello spazio e nell’ intero universo .

Categorie
Annie Annie Claus Babbo Natale Damon Saintcall Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Natale Renna

Annie Claus scopre il telefonino in camera sua

Annie Claus si era andata a fare una bella doccia calda , io ero entrato in camera sua tanto lei nel vestirsi si vestiva in bagno e io avevo tutto il tempo giusto per mettere il telefonino sulla sua scrivania . Annie Claus era stata molto tempo fuori nel freddo e con la sua renna era andata a prendere qualcosa da mangiare per le renne che erano affamate e che si sono volevano le passeggiate li nella foresta . Con calma e molto ben coperta e munita della protezione della sua renna , lei riusci a prendere tutto il mangiare possibile per tutte le renne affamate . Babbo Natale e Annie avevano deciso di stare molto attenti con le renna visto che li c’ erano quelle creature a forma di pupazzi di neve e controllano il ghiaccio e voleva uccidere le renna di Babbo Natale per impedire che il Natale fosse festeggiato come tutti gli altri anni . Il Natale era un momento magico per moltissimi bambini che sono in tutto il mondo ma alcune persone in cui dentro il loro cuore c’ e solo odio e quindi quelle persone non lo festeggiano . Le creature che sono li al Polo Nord sono controllate da una forza oscura che odia molto profondamente il Natale . Da quando Babbo Natale e sua figlia Annie avevano scoperto di queste creature il primo dicembre grazie a me , loro sono stati in pensiero per le renne e cosi hanno deciso di scortarle di persona quando vanno nelle varie parti e sopratutto nella foresta quando vanno li per stare in pace e con le altre renne che sono li .

Mentre Annie si stava facendo la doccia io presi il telefonino che avevo in tasca e glielo misi con cura sulla sua scrivania e poi le scrissi un messaggio su un foglio normale “ Salve Annie scusami se non te lo posso consegnare di persona , ma di do questo telefonino in caso tu debba telefonarmi se sei in pericolo . Basta che mi chiami e io verro .”

Misi il telefonino li sulla sua scrivania e il foglio sotto il suo telefonino , poi me ne andai e Annie si era vestita con calma e poi vide il telefonino e vide il mio messaggio e dietro c’ era scritto passo dopo passo come utilizzarlo e nella rubrica c’ era il mio numero di telefonino , quello di mia sorella Alyssa e di mio fratello Damon . Gli avevo dato quei tre numeri di cellulare per fare in modo che potesse contattare mia sorella Alyssa o mia fratello Damon se lei era in pericolo e io non potevo venire da lei . 

Categorie
Annie Annie Claus Babbo Natale Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Polo Nord

Annie Claus scopre di poter parlare con gli altri animali

Annie Claus una ragazza molto bella , carina e da un cuore pure come la luce stessa e ho sentito una leggenda ma non lo se è vera oppure no . Si dice che chi fa un incantesimo a una persona con un cuore puro , questo incantesimo spesso aumenta il suo potere e spesso fa ottenere a qualche potere particolare a una persona . Io avevo fatto un incantesimo a Annie Claus e avevo letto la sua anima e mi aveva detto che era pura e gentile e lei era davvero molto gentile con tutti quanti e quindi avendo un cuore puro e colma di gioia e speranza lei ha ottenuto il potere di parlare con gli altri animali . Ha scoperto questo potere per caso e proprio quando era andata a dare da mangiare con le renne e quando entro con il cesto pieno di cibo una delle renna disse – dammi da mangiare Annie e pure gli elfi erano li e aveva sentito parlare la renna e Annie dopo aver sentito parlare le renne mi chiamo tramite un telefonino cellulare che le avevo lasciato in camera sua – Daniel sono io Annie , ho bisogno del tuo aiuto ? . Io le dissi a Annie – mi puoi dirmi cosa succede cosi ti posso aiutare ? . Annie con calma mi spiego la situazione e io le dissi – e tutto a posto , l’ incantesimo che ho fatto su di te e su Annie ha capito che tu se una persona con un cuore d’ oro , una persona con il cuore pieno di luce e speranza e ha fatto in modo che tu potessi parlare con tutti gli animali . Annie mi disse – quindi adesso posso parlare con gli animali ? , io le risposi – si adesso lo puoi fare e vedila come un modo per aiutare gli animali in difficoltà e puoi capire se stanno bene o male oppure no .

Grazie per queste informazioni , ma mi puoi dire come ho ottenuto questo potere ? . Alla fine deciso di dirlo – i poteri sono già dentro di noi , se io ti farei un incantesimo come te l’ ho fatto prima io ti potrei far liberare anche gli altri poteri che sono sigillati dentro il tuo cuore basta che me lo chiedi e io verro li a farlo . Annie aveva ottenuto tutto quello che le serviva sapere da me e lei mi disse – per il momento no , ma se voglio fare questa cosa ti chiamo . Annie ci stava pensando tantissimo se fare questa cosa oppure , dentro di lei ci potevano essere dei poteri incredibili e stava pensando a cosa poteva fare con poteri e stava pensando come utilizzarli per migliorare il natale . Il natale era magico ma avere poteri magici e utilizzarli per farlo diventare più magico sarebbe stato unico e incredibile . Prima di fare questa cosa voleva decidere con attenzione , avere dei poteri magici era molto difficile e avere tante responsabilità e se aveva i poteri e prendeva una decisione sbagliata . Prima di farlo si voleva consultare con la persona a cui si consultava quando era in difficoltà e non sapeva che decisione prendere cioè suo padre . Andò nell’ ufficio di suo padre e gli disse – Senti padre ti vorrei dire una cosa ? . Babbo Natale era pronto ad ascoltare e disse – tesoro sono qui , cosa vuoi dirmi ? , Annie disse la proposta che io le avevo fatto e disse – Senti tesoro questa è una decisione molto difficile e questo lo devi capire se tu vuoi queste cose oppure no . Anche se Annie non aveva ottenuto il consiglio che voleva ma adesso doveva capire cosa fare e se li voleva questi poteri ma io penso che a lei bastava solo quel potere e mi chiamo dicendo – Ho preso una decisione e voglio solo questo potere che ho . Il fatto che Annie Claus non abbia accettato tutti quei poteri mi fece capire che era grande e aveva capito che avere dei super poteri era una grande responsabilità e quindi lei non avrebbe potuto vivere una vita normale . Invece a lei basta quello che aveva e a me andava bene .