Categorie
2013 2014 Assassin's Creed 4 Assassinare Assassino Edward Kenway Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Wiiu Xbox 360 Xbox One

Assassin’s Creed IV: Black Flag – immagini e artwork sulle attività piratesche e sulle battaglie navali

Non potendo assolutamente mancare all’appuntamento estivo legato al Comic-Con di San Diego, i ragazzi di Ubisoft Montreal si presentano al pubblico videogiocante della famosa kermesse multisettore californiana con un ricco dono multimediale rappresentato da una ricca serie di immagini di gioco e di bozzetti esplicativi sulle ambientazioni, sui personaggi principali e sulle attività che saremo in grado di compiere solcando i caldi mari tropicali di Assassin’s Creed IV: Black Flag.

La gustosa galleria propostaci dagli Ubi segue idealmente la linea tracciata dagli sviluppatori canadesi per descriverci cosa saremo in grado di fare indossando i panni logori del corsaro inglese Edward Kenway: se gli scatti di gioco tratteggiano l’esperienza sandbox del titolo ritraendo l’eroe nelle “sessioni libere” di caccia alla balena e di ricerca di antichi tesori, infatti, i bozzetti ci permettono di sfogliare il ricco catalogo di attacchi che potremo sferrare al timone della Jackdaw per affondare i vascelli degli altri pirati dei Caraibi e le “navi di servizio” degli eserciti coloniali europei coalizzatisi in gran segreto per annientare l’Ordine degli Assassini e i suoi membri sparsi tra il vecchio e il nuovo mondo.

Per avere la meglio sull’avversario di turno nelle sessioni navali, di conseguenza, avremo a disposizione degli antiquati ma sempre efficaci barilotti esplosivi da usare a mo’ di mine, dei mortai, dei cannoncini girevoli, delle bocche di fuoco supplementari per cannoneggiare i nemici con palle incatenate e, dulcis in fundo, un micidiale sperone retrattile per agganciare le navi avversarie e tentare dei pericolosi abbordaggi.

Senza indugiare oltre, vi lasciamo perciò in compagnia delle restanti immagini in galleria e chiudiamo il pezzo ricordando a chi ci segue e a tutti i bucanieri digitali che Assassin’s Creed IV: Black Flag vedrà la luce dei negozi a partire dall’1 novembre nella triplice versione current-gen da destinare all’utenza di PlayStation 3, Xbox 360 e Wii U. L’uscita dell’edizione PC, invece, seguirà quella per PlayStation 4 e Xbox One che, prevedibilmente, dovrebbe avvenire in concomitanza con il lancio delle due prossime console casalinghe di Microsoft e Sony (la prima fissata sempre per il mese di novembre, mentre la seconda è attesa nel medesimo periodo o, al massimo, per la prima metà di dicembre).

Categorie
2013 Assassin's Creed 4 Assassinare Assassino E3 E3 2013 Edward Kenway Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Xbox 360 Xbox One

Assassin’s Creed IV: Black Flag, il trailer mostrato all’E3 da Ubisoft stupisce tutti

Direttamente dal palco dell’E3 losangelino, i ragazzi di Ubisoft Montreal ci mostrano una straordinaria sessione di gioco in salsa next-gen di Black Flag e accompagnano questo succoso materiale multimediale dedicato al prossimo, attesissimo capitolo della saga di Assassin’s Creed con una serie di dettagli inediti sul plot narrativo e sulla nuova impostazione data al gameplay dagli autori canadesi.

Sulle note dell’onirica Brennisteinn dei Sigur Ros, il filmato propostoci da Ubi per chiudere in bellezza la loro conferenza ci catapulta all’interno di una squallida bettola per farci indossare i panni logori del protagonista dell’avventura, il giovane e intraprendente Edward Kenway, nell’istante immediatamente precedente a una violenta rissa sedata a malapena dall’arrivo in massa della sua inseparabile ciurma di bucanieri, gli stessi giovanotti con cui, a giudicare dalle dichiarazioni rilasciate in questi mesi dal team di sviluppo, dovremo condividere la maggior parte del nostro tempo virtuale.

Sia dalle scene immortalate nel filmato di cui sopra che dalle parole pronunciate per l’occasione dal produttore Jean Guesdon una volta conquistato il palco dell’evento californiano, scopriamo così che il titolo farà tesoro (è proprio il caso di dirlo!) della potenza computazionale garantitagli dalle nuove piattaforme casalinghe di Sony e Microsoft per tratteggiare un’esperienza interattiva estremamente libera e aperta. Pur continuando a seguire le orme dei capitoli precedenti per fare in modo che la trama mantenga una sua centralità nell’economia di gioco, dalle parti di Ubisoft Montreal promettono che la storia “andrà a braccetto” con il gameplay attraverso una serie di trovate legate, ad esempio, alle battaglie navali, alle sessioni d’esplorazione pura per la ricerca di antichi tesori ed ancora più brutali sessioni di combattimento all’arma bianca, tutto “merito” del contesto piratesco scelto dagli autori per imbastire la trama della campagna in singolo (e per gettare le basi del multiplayer competitivo).

La commercializzazione di Assassin’s Creed IV: Black Flag è prevista per il 31 ottobre su PC, PlayStation 3, Wii U e Xbox 360, con le versioni Xbox One e PlayStation 4 pianificate tra novembre (mese di lancio della nuova console Microsoft) e la fine dell’anno (nell’attesa che Sony sveli l’uscita del suo prossimo monolite nero).

 

Categorie
2013 Assassin's Creed 4 Assassinare Assassino Edward Kenway Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Videogiochi Xbox 360 Xbox 720 Xbox One

Costruire il mondo di Assassin Creed 4: Black Flag

Assassin Creed 4: Black Flag è impostato in più ambizioso mondo aperto di Ubisoft Montreal per data. Testa creativo Jean Guesdon racconta Dave Cook quello che serve per predisporre un ambiente così denso.

Ubisoft Montreal non è un estraneo per aprire mondi, ma gli ambienti caraibici di Assassin Creed 4: Black Flag stanno per alzare barra dello studio considerevolmente.

Stiamo parlando di un mondo senza soluzione di continuità pieno di isole, giungle, templi e città, tutti collegati con la nave di Edward Kenway la Taccola.

E ‘una visione alta che richiede un certo peso tecnico grave sotto il cofano, ma il team sta attualmente dando loro tutto.

Ripensate alla ultima release dello studio Far Cry 3, e il modo in cui i tratti organici come la disposizione della terra può risultare invitante.

Nessuno mai ti dice di andare fuori dai sentieri battuti in cerca di bottino o di reliquie, ma alcune strade laterali erano impossibile resistere.

Segnaletica visiva e aree di interesse genuino sono importanti in così vaste play-spazi, in quanto eliminano la necessità di tecniche da pastore palese che potrebbero anche essere i segni giganti che leggono, ‘contenuto in carica in questo modo’.

Comunicare questo senza in realtà dire che non solo mantiene l’immersione nel mondo alto, ma evita invadente per mano – cosa che personalmente sentivo Assassin ‘s Creed 3 era colpevole di quasi ogni passo del cammino.

Recentemente ho parlato con Assassin Creed 4: Black Flag creativo produttore Jean Guesdon di come la sua squadra si accende la sua vasta ambizione in una realtà, e per capire meglio l’arte del solido edificio morto .

“Il mondo di Assassin Creed 4 è il mondo più unico e fresco che abbiamo mai costruito”, Guesdon mi ha detto. “Questo porta un sacco di problemi a noi capire come costruire questo nuovo mondo. Abbiamo tre principali città e questi sono relativamente facile per noi mettere insieme e diamo loro sapore unico. Si tratta di nostra competenza.

“Come tutti si collegano insieme con i 50 più sedi è stata una sfida importante perché volevamo l’unitarietà di essere lì. E ‘molto importante per noi che le persone si sentono questo mondo è credibile e qualcosa che vogliono esplorare. Questa esigenza porta tonnellate di sfide tecniche come il caricamento, disegnare distanze e la deposizione delle uova. Abbiamo lavorato duramente per risolvere queste cose.

“Ci sono anche giocatori sfide esperienza. Cosa spinge il giocatore a esplorare questo mondo? Come facciamo a ritmo degli eventi e l’esperienza sul mare? Come ci raccontiamo storie ambientali uniche e memorabili di questo mondo enorme? Queste sono domande che abbiamo lavorato per risolvere fin dall’inizio e siamo entusiasti di vedere giocatori di misurare le nostre risposte “.

Non c’è nascondere il fatto che le città di Havana, Kingston, e Nassau, così come le loro isole e corsi d’acqua limitrofi farà per un ambiente di grandi dimensioni, ma tutti abbiamo giocato attraverso grandi mondi aperti prima, e le probabilità sono molte di si dispone – a volte – hanno trovato loro di essere sparsa e sotto-popolato.

E ‘un difetto pericoloso nel mondo del design, e si rischia di rompere la vostra attenzione. Recentemente ho scritto un blog personale sul perché ho ​​sentito la serie GTA ha a lungo sofferto lo stesso problema, ma come tutti i giochi, è una questione soggettiva. Ho chiesto Guesdon come lui e il suo team si avvicinò questa minaccia molto reale.

“Hai ragione che c’è un equilibrio nella creazione di un open-world”, ha risposto. “Non possiamo costruire un mondo piccolo, perché sarebbe far sentire il giocatore limitato, non sarebbe dare al giocatore la sensazione di libertà che è inerente alla fantasia dei pirati.

“Allo stesso tempo, noi dobbiamo fare in modo che il giocatore non ha mai una sensazione di vuoto, o la noia. È per questo che stiamo implementando un nuovo sistema chiamato sistema Horizon al nostro gioco. Quando tiri fuori il vostro cannocchiale, non importa dove ti trovi in mare, si dovrebbe sempre vedere qualcosa cenno a voi all’orizzonte.

“Potrebbe essere un alleato che ha bisogno di difesa, potrebbe essere una nuova isola marchio di esplorare, potrebbe essere una balena che si potrebbe arpione. Il nostro mondo è davvero il più vario di qualsiasi Assassin Creed ancora, e noi vogliamo rendere il più vivace e ricco di eventi il più possibile. La varietà di ambienti e l’imprevedibilità degli eventi sarà, insieme, fanno un mondo che si desidera esplorare. ”

Eventi ‘Horizon’ Questi dinamica ricordano la deposizione delle uova di pattuglia da Far Cry 3, dove proprio quando le cose sembrano essere quietening giù, una jeep piena di mercenari armati sarebbe rotolata sopra la collina, si costringe a uno scraper o sopportare la tua terra e la lotta. Se gli stessi anelli vero in Black Flag, si potrebbe fare per molti incontri tesi in mare.

Naturalmente, la costruzione del mondo reale è una cosa, ma non è possibile creare uno scenario storico senza correttamente ricercare le vere storie dietro di esso, e come sempre, la dedizione di Ubisoft Montreal per il materiale di base è come laser focalizzato come sempre. Ho chiesto Guesdon su quanto il team è andato nella sua ricerca.

“Ogni volta che affrontiamo una nuova era in gioco una Creed Assassin, ci sforziamo sempre di raccontare una storia su l’epoca piuttosto che l’impostazione”, ha spiegato. “Quindi, per questo gioco, non è solo un gioco per la pirateria, ma piuttosto un gioco sulla vita nei primi anni del 18 ° secolo dei Caraibi, che succede a concentrarsi sulla pirateria perché quella era una parte importante della vita in questo particolare momento e in questo luogo particolare “.

“Allora, si arriva a vedere come diversi Empires stavano lottando per mantenere il controllo della più importante via commerciale in Occidente. Vedrete come la schiavitù era una questione importante in alcune delle colonie. Naturalmente, si vedrà come corsari e marinai, scartati dai loro imperi dopo la firma del trattato di Utrecht, hanno deciso di reagire e prendere per sé le ricchezze che erano proprio di fronte a loro.
Alla luce di ciò, è sicuramente giusto dire che si tratta di una regolazione moralmente ambiguo “.

Parlando di moralmente ambiguo, Ubisoft ha fatto segreto di Edward Kenway essere qualcosa di un bastardo cattivo, così ho chiesto Guesdon di darci qualche informazione più in profondità l’uomo sotto il cofano, e spiegare quanto strettamente egli corrisponde veri pirati dell’epoca .

“Quando la ricerca dell’epoca, abbiamo scoperto che i pirati tipiche visto nella cultura pop non corrispondono con le personalità dei veri pirati che hanno vissuto durante l’età d’oro della pirateria”, ha spiegato Guesdon. “Edward sicuramente corrisponde alla realtà storica di questi veri e propri pirati. Lui è un criminale con un codice morale molto flessibile che soddisfa la maggior parte dei pirati del suo tempo – un uomo decente con un debole per la cattiveria estrema.

“Lui è completamente l’opposto dei” pirati buoni “che vediamo nella maggior rappresentazioni mediatiche di pirateria. Per quanto riguarda il suo coinvolgimento con Barbanera, Edward è molto coinvolto nella sua storia. Egli è parte del Pirata ‘banda’, per così dire, e vive attraverso gli stessi eventi che vivono attraverso. Le specifiche dovranno aspettare per un altro giorno, ma sì, Edward sarà sicuramente ottenere qualche tempo di qualità con la maggior parte dei famosi pirati dell’epoca, tra cui il caro vecchio Barbanera “.

Proprio come i due lavorano insieme resta da vedere, ma ne sapremo di più, mentre ci avviciniamo al rilascio giochi su PC, PS3, PS4, Xbox 360, Xbox One  e Wii U Uno dal 29 ottobre negli Stati Uniti, e il 1 novembre in tutta Europa . Per ora, cosa ne pensi del mondo di Black Flag? Suona invitante? Fateci sapere qui sotto.

Categorie
2013 Assassin's Creed 3 Assassin's Creed 4 Assassinare Assassino Edward Kenway Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Videogiochi Wiiu Xbox 360

Il creative director di Assassin’s Creed IV: Black Flag promette grandi novità per il futuro

La promessa di nuove meccaniche e novità sorprendenti è il succo dei un’intervista rivolta a Jean Guesdon, creative director di Assassin’s Creed IV: Black Flag.

Lo sviluppatore è sicuro che il brand continuerà a macinare consensi e che il nuovo capitolo risulterà ottimo nonostante l’uscita a breve distanza dal precedente. Tanta è la carne al fuoco, ha ribadito il creative director, che Black Flag è passato dall’essere uno spin off ad essere il quarto titolo numerato della serie. Ovviamente, aggiungiamo noi, lanciarsi nella next-gen con uno spin-off non sarebbe stata l’opzione migliore.

Categorie
1712 1713 1715 2013 Assassin's Creed 3 Assassin's Creed 4 Assassinare Assassino Edward Kenway Foto Galleria Galleria Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Storia Tempo Ubisof Uccidere Uscite Future Videogiochi Wiiu Xbox 360

Assassin’s Creed 4: Black Flag, valanga di dettagli su protagonista e gameplay

Assassin’s Creed 4: Black Flag sarà un titolo mastodontico. Questo è il messaggio che Ubisoft vuole veicolare: ormai il franchise è caratterizzato dall’uscita annuale, alla stregua di un qualsiasi FIFA, ma questo non compromette, almeno secondo il publisher francese, né l’esperienza di gioco né la complessità dei nuovi capitoli.

Insomma ogni nuovo Assassin’s Creed non è solo un’espansione di quello precedente, ma vuole rappresentare un’esperienza totalmente nuova.  Ubsioft ha diramato le Question & Answer (comunemente dette Q&A) che riguardano Jean Guesdon, Creative Director di Ubisoft Montreal.

Nello sviluppo di questo quarto capitolo sono coinvolti ben 8 studio sparsi in tutto il mondo: a guidarli c’è Ubisoft Montreal, ma sono coinvolti anche Ubisoft Singapore, Ubisoft Sofia, Ubisoft Québec per il Single Player e Ubisoft Annecy e Bucharest per il Multiplayer.

Un processo di sviluppo molto efficiente, che consente quindi di far uscire annualmente un nuovo capitolo della serie. C’è addirittura un team dedicato che si occupa della comunicazione tra tutte le squadre al lavoro.

La storia narrerà di Edward Kenway, un giovane inglese che abbraccia la pirateria durante l’ultima decade della “golden age” dei pirati e la storia sarà ambientata tra le isole dei Caraibi. Ovviamente Kenway, padre di Haytham  e nonno di Connor, il protagonista di Assassin’s Creed 3, sarà tirato in mezzo nella antica guerra tra Templari e Assassini, diventando di fatto il primo Kenway a far parte dell’ordine degli assassini.

Edward Kenway è un giovane ed esuberante gallese nato da padre inglese e madre gallese. Carismatico, intelligente e temerario, è generalmente gentile ma anche egoista.

Durante l’adolescenza la famiglia si trasferisce a Bristol, nel sud-est dell’Inghilterra, dove conosce e sposa una donna due anni più grande di lui, Caroline Scott. Le mire di espansione di Edward, salpare per le Indie Occidentali alla ricerca di oro, portano Caroline a lasciarlo. Lei torna nella sua casa natia, Edward invece si imbarca nel 1712 per la Giamaica sotto un corsaro famoso, Benjamin Hornigold, fin quando sorge un’altra complicazione: scoppia la pace.

Per “Golden Age” della pirateria si intende un periodo preciso tra i tanti che hanno caratterizzato questo fenomeno. Il priodo d’oro epr i pirati parte intorno al 1715. Negli anni precedenti, precisamente nel 1713, c’è stato il trattato di Utrecht che sancì la conclusione della guerra tra le principali potenze europee, cioè Spagna, Gran Bretagna, Francia, Portogallo e Repubblica olandese.

In quel periodo la maggior parte dei marinai di quei paesi persero il lavoro e molti di questi diventarono dei fuorilegge, insomma dei pirati. I mari dei Caraibi erano navigati da enormi vascelli pieni di metalli preziosi e merci.

Come al solito la storia si inserirà in un contesto realmente accaduto, inserendo però degli elementi finzionali. I Templari sono alla ricerca di un luogo misterioso che potrebbe donare un vantaggio nella guerra contro gli Assassini, l’obiettivo ovviamente è dominare il mondo. Gli Assassini non possono permettere tutto questo e Edward sarà la loro carta da giocare.

Per quanto riguarda l’ambientazione piratesca, Assassin’s Creed 4: Black Flag si discosterà dai clichè e non avrà elementi fantasy: insomma sarà molto diverso dal franchise de I Pirati dei Caraibi. Sasrà una storia di uomini e donne che cercano di sopravvivere in precarie condizioni, con una flebile speranza per il domani.

All’inizio del gioco Edward Kenway è “solo” un pirata con il gusto del pericolo e dell’avventura. Non ha una causa precisa per cui combattere, ha capacità sia da marinaio che da guerriero e si troverà suo malgrado a recitare un ruolo fondamentale nell’eterna battaglia tra Assassini e Templari.

Le armi sono sempre stato un elemento fondamentale della serie: Edward porta con sé due spade e quattro pistole. Queste ultime possono essere combinate con altre armi per effettuare delle kill combo, oltre alla famosa lama celata. Un altro elemento importante è la Jackdaw, la nave con cui Edward conquisterà i mari, che potrà essere aggiornata durante il corso del gioco con nuove armi come cannoni aggiuntivi, mortai, mine.

Il mondo di gioco sarà grande quanto quello di Assassin’s Creed 3, ci saranno ben 50 ambientazioni da visitare, anche se fondamentalmente sono due giochi differenti.  La componente navale avrà un ruolo fondamentale, il 40% del gioco, ma non rappresenterà, fortunatamente, tutto il gioco. La parte “core” del gioco saranno ancora una volta le uccisioni stealth, che saranno incoraggiate da un level design apposito.

Guesdon parla anche del nuovo “Horizon System“:  in ogni momento del gioco quando si è a bordo della propria nave si potrà prendere il proprio canocchiale per osservare i luoghi o le opportunità con cui interagire. Questo potrebbe essere un convoglio mercantile da derubare, una balena da cacciare e molto altro. Insomma si dovranno solcare i mari alla ricerca di nuove avventure.

La Jackdaw sarà davvero il secondo protagonista della vicenda, che consentirà, attraverso I progressi del giocatore, di avere accesso a nuove aree di gioco con nemici sempre più forti. Se la nave non viene potenziata anche Edward è più debole. Il protagonista potrà inoltre potrà anche saltare da una nave all’altra all’arrembaggio, oltre a tuffarsi in acqua e nuotare ed esplorare le profondità marine

L’esperienza del gameplay “navale” sarà potenziata: la fisica dell’oceano è stata migliorata, quindi la navigazione risulterà più realistica e di maggior impatto. La nave porterà con se cinque nuove armi ed è stata migliorata anche l’intelligenza artificiale dei nemici.

Come è avvenuto per Assassin’s Creed 3, in Black Flag Saranno presenti anche diversi personaggi storicamente esistiti come i pirati Barbanera, Charles Vane, Benjamin Hornigold e Anne Bonney e non tutti faranno parte dei “cattivi”.

Per quanto riguarda l’uscita su console next-gen, per ora è stata annunciate solo quella per PlayStation 4, dato che la nuova Xbox non è stata ancora annunciate da Microsoft. La differenza principale sarà una grafica e una fisica migliore ma soprattutto il classico single player si trasformerà in “single connected player”, dato che le prossime console si concentreranno molto sull’online e su grosse community.

Desmond questa volta non sarà il protagonista della serie, anche se sarà citato come personaggio importantissimo nella storia di Assassin’s Creed. Assassin’s Creed 4: Black Flag arriverà su PC, PS3, Xbox 360 e Wii U il 31 ottobre 2013, oltre che su PS4.

 

 

Categorie
2013 Assassin's Creed 3 Assassin's Creed 4 Edward Kenway Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc PLaystation 4 Ps3 Sony Storia Tempo Terra Videogiochi Wiiu Xbox 360 Xbox 720

Assassin’s Creed IV: Black Flag – anche la versione PS4 avrà contenuti esclusivi

Nella presentazione ufficiale del nuovo Assassin’s Creed IV: Black Flag tenutasi qualche ora fa, Ubisoft ha rivelato che a godere di contenuti esclusivi non sarà solo la versione PlayStation 3, ma anche la controparte next-gen PlayStation 4.

Anche sulla nuova console Sony, Black Flag offrirà infatti “60 minuti” di gioco aggiuntivo, che sarà reso disponibile sotto forma di contenuto scaricabile dopo il lancio del gioco.

Anche nel caso del precedente capitolo abbiamo visto un’iniziativa simile. Solitamente questo contenuto “esclusivo” è esclusivo solo temporaneamente, e viene poi pubblicato anche sulle altre piattaforme grazie alle versioni speciali o i contenuti aggiuntivi scaricabili. Staremo a vedere se anche questa volta andrà così.

Assassin’s Creed IV: Black Flag è atteso il prossimo 29 ottobre 2013 su PC, PS3, X360 e Wii U, ed è “in arrivo anche su console next-gen“, delle quali compare già il logo di PlayStation 4.

Categorie
2013 Assassin's Creed 3 Assassin's Creed 4 Assassinare Assassino Edward Kenway Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Persone PLaystation 4 Ps3 Videogiochi Wiiu Xbox 360 Xbox 720

Assassin’s Creed IV: Black Flag, svelata la data d’uscita su console next-gen

Di Assassin’s Creed IV: Black Flag si sa praticamente già tutto. In realtà no, ma tra le notizie “trapelate” nei giorni scorsi e quanto stiamo per riportare in questo post, c’è davvero da chiedersi se Ubisoft non abbia architettato alla perfezione una strategia di finti leak per alimentare la discussione online intorno al prossimo capitolo della sua serie.

Fatto sta che dopo aver aperto un sito per l’annuncio e il trailer di lunedì 4 marzo, qualcuno è già riuscito ad andare oltre, come testimonia l’immagine qui sopra. Un’immagine eloquente per due motivi: il primo rappresenta la data d’uscita, 29 ottobre 2013, mentre il secondo è la dicitura “in arrivo anche su console next-gen“, vale a dire PlayStation 4 e nuova Xbox.

Due informazioni decisamente non da poco, che vanno a unirsi a quanto abbiamo visto nei giorni scorsi su Assassin’s Creed IV: Black Flag, finora previsto su su PC, PlayStation 3, Xbox 360 e Wii U. Chi chiediamo a questo punto se i 60 minuti di gioco aggiuntivo in esclusiva riguarderanno anche PlayStation 4, ma è probabile che la risposta sia sì.

L’ambientazione du Assassin’s Creed IV: Black Flag sarà molto probabilmente nella zona dei Caraibi, tra zone come Cuba, Giamaica, Bahamas e la Florida. Il protagonista del gioco dovrebbe essere Edward Kenway, padre di Haytham Kenway di Assassin’s Creed 3, un Assassino che occasionalmente veste i panni di un pirata.