Categorie
Ginnastica Ritmica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ritmica, ecco le condanne per i Giudici Internazionali e gli “Esami dubbi”!

Il Tribunale d’Appello della Federazione Internazionale di Ginnastica ha respinto all’unanimità i ricorsi della polacca Maria Szyszkowska, ex Presidente della Commissione Tecnica di Ginnastica Ritmica, della russa Natalya Kuzmina, attuale Presidente della Commissione Tecnica di Ginnastica Ritmica, di altri cinque membri della stessa commissione (l’italiana Daniela Delle Chiaie, la bulgara Mariya Guigova, la giapponese Shihoko Sekita, l’egiziana Noha Abou Shabana e la statunitense Caroline Hunt) e di 16 giudici di ginnastica ritmica, confermando la cancellazione degli esiti degli esami e i brevetti, come inizialmente imposto dalla Commissione Disciplinare della FIG nel luglio 2013.

 

Questa è la sentenza che arriva in seguito alle irregolarità riscontrate durante i corsi internazionali riservati ai giudici con i relativi esami: a Bucarest (Romania, 19-24 novembre 2012), a Mosca (Russia, 28 novembre – 2 dicembre 2012) e ad Alicante (Spagna, 5-9 dicembre 2012).

 

Questi i provvedimenti disciplinari:

–                     sospensione dei membri della precedente Commissione Tecnica fino al 31 dicembre 2014. A loro sarà permesso insegnare ai giudici, ma non potranno esaminare, rilasciare brevetti o fare da supervisori.

–                     cancellazione dei risultati degli esami svolti durante le tre sessioni sopra citate.

–                     Maria Szyskowska verrà privata del brevetto – categoria 1 e dell’Honorary FIG Membership. La polacca rimarrà esclusa addirittura fino al 31 dicembre 2019.

 

Entro 21 giorni le parti in causa potranno fare ricorso al Tribunale dello Sport di Losanna.

 

Categorie
Ginnastica Artistica Ginnastica Ritmica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, BOOM di controlli anti-doping nel 2013! Ma le positività…

La Federazione Internazionale di Ginnastica a partire dal 2013 ha fatto scattare un sacco di controlli anti-doping . Spesso nel mondo e sopratutto nello sport utilizzano droghe per fare meglio un esercizio o andare meglio .Molte le fanno anche se sono molto pericolose per la loro salute , ma per loro è più importante vincere una gara e non rimanere in vità . Dalle mie indagini ho scoperto che sono 950 e ho scoperto anche chi ne ha fatto uso e sopratutto in quale situazioni , io li posso capire non è facile fare una cosa e spesso si deve fare tutto per fare una cosa , ma morire per ottenere una cosa io dico no , non si deve fare e io se devo fare una cosa preferisco dire che non so farla e anche se non utilizzando i miei poteri capisco come farla . Le persone che hanno fatto uso di queste droghe , una è uzbeka Luiza Galliana che durante le Olimpiadi di Londra faceva uso di  furosemide, poi Cory March cannabis durante la ginnastica aerobica e poi alla fine Nara Misawi  prendeva uno stimolante nella ginnastica ritmica . Ma questi possiamo dire che solo una piccola lista . Se volete sapere nella atletica leggera se ci sono casi di doping : http://www.olimpiazzurra.com/2013/11/atletica-doping-quanti-controlli-nel-2013-ecco-tutti-i-numeri/

 

Categorie
Ginnastica Ritmica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica Ritmica: Julieta Cantaluppi dà l’addio alle gare!

La celebre ginnasta italiana, Julieta Cantaluppi, ha gareggiato sabato per l’ultima volta: l’azzurra ha deciso di ritirarsi. I motivi sono vari: la fabrianese ha ormai 28 anni ed è tra le più “anziane” del circuito. Comunque, ha informato che non lascerà del tutto la ginnastica ritmica e che vuole diventare allenatrice, dato che, già da qualche anno, insegna alle più giovani. Di seguito le parole rilasciate al ‘Resto Del Carlino’.

“Quella di lasciare è una decisione presa insieme a mia mamma che è anche la mia allenatrice. A 28 anni per il mio sport si è decisamente in là con l’età, del resto ormai da tempo ero una delle più ‘over’ nelle varie competizioni nazionali e internazionali. Ma ciò non toglie che queste ore le sto vivendo con un filo di tristezza”.

La Cantaluppi, figlia d’arte (sua madre è stata campionessa del mondo), conta sette titoli italiani: è l’azzurra, che ha vinto più Campionati nazionali! Il suo miglior risultato, oltre all’oro nel 2009 ai Giochi del Mediterraneo di Pescara, è la partecipazione alle Olimpiadi di Londra, dove è arrivata sedicesima. Ha preso parte a sei Campionati del mondo.