Categorie
Alice Alice Miller Ghost Fire John il Fabbro Kora The Watcher

Alice Milton si crea il suo bastone

Alice sa fare un sacco di cose e tra le quali e crearsi un arma e per questo ha scelto un bastone . Prima di fare la poliziotta per The District ha lavorato in diverse parti tra le quali dal fabbro ed era la migliore lavoratrice li dentro . Gli altri volevano fare di testa loro in quel campo ma non per Alice e per questo dal fabbro John . John era un uomo sulla trentina , occhi neri davvero molto belli , capelli rasati a zero e poi era molto muscoloso . Lo era per maneggiare il martello che aveva la base fatta del metallo più pesante dell’ Universing e per questo ci voleva molta forza fisica . Alice fece di tutto li dentro e lavorava senza maglietta e stava con il reggiseno solo . Dentro la fucina faceva molto caldo tipo da stare dentro un vulcano attivo e mentre gli altri morivano nello stare li dentro , Alice resisteva tutto il tempo e pure quando doveva fare qualunque cosa . Tutti quanti vedevano che Alice non era come gli altri e un giorno capirono il suo segreto visto che dentro la fucina si fece male ma la sua ferita guarì presto grazie al fumo che usciva dal fuoco li dentro . Alice li guardo e si mise le mani vicino ai fianchi – non è per questo che non soffro il caldo ma perché io mi sono allenato giorno dopo giorno . In che modo mi sono allenata senza dire niente a nessuna sono entrata dentro la montagna del fuoco e ho fatto un sacco di flessioni li dentro . Tutti vedevano i suoi occhi e c’ era il fuoco ma era caldo e infuocato come quello della montagna di fuoco . Il fuoco che era dentro i suoi occhi era stato preso dalla montagna e tutti non ci credevano . Alice allora fece vedere una cosa a tutti quanti , si giro e fece vedere dietro le sue spalle un tatuaggio ma non era come gli altri questo era vivo come se si muoveva . Il tatuaggio significava una cosa sola e sarebbe a dire il fuoco che scorreva dentro alla montagna adesso era dentro al suo cuore . Alice si ricordava quel giorno per molto tempo e anche tutto oggi se lo ricorda visto che fu li che imparo come creare un bastone di ferro . Alice che era dentro il suo rifugio e con l’ aiuto di Kora e di The Watcher tutto fu portato sopra e poi Alice davanti a loro si tolse la maglietta che indossava . Kora non capiva quel gesto e cosi andò verso Alice con il suo reggiseno addosso – perché ti sei tolta la maglietta ? . Alice decise di rispondere alla domanda prima di prendere il martello – tra poco farò diventare questa stanza molto calda visto che qui ci devo creare un martello di ferro molto robusto e per questo che mi sono tolta la maglietta . Alice dopo che Kora e The Watcher se ne erano andate dalla stanza fece diventare la stanza molto calda e poi prese i pezzi di ferro uno alla volta e li lavoro . Alice fece come diceva il suo vecchio capo John e sarebbe a dire lavoro per un po’ e poi mettilo nell’acqua per far raffreddare un po’ se no si rompe e non ci puoi fare più niente . Kora tocco la porta per entrare dentro la porta dove stava lavorando il suo martello ma era molto calda ma come il sole che arde . Kora nella mano dove si era bruciata aveva il guanto nero e The Watcher decise di aiutarla usando il suo tocco curativo . Alice senti le grida di Kora e si fermo un attimo e poi andò a vedere cosa stava succedendo . Quando apri la porta vide Kora con la mano un po’ piena di bruciature e vicino a lei c’ era The Watcher che la guariva . Alice vide che Kora stava bene e poi si riposo un attimo e fece riposare Kora in uno dei letti che aveva fatto The Watcher . Alice si mise vicino al letto di Kora e mentre le metteva la sua mano sulla fronte in modo molto gentile e la fece dormire e poi si mise a fare il suo bastone . Alice per fare il bastone ci mise tutta la notte e quando lo fini era mattina presto verso le 6 e poi quando lo stava per provare crollo al suolo . Kora vide Alice a terra e si fece aiutare da The Watcher a metterla a letto e poi mentre era li nel letto The Watcher gli disse – non mi ascolti mai . Fai sempre a modo tuo , adesso dormi per favore .