Categorie
2009 2010 2011 Annie Prince Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Janice Prince Lisa Litigio Milano

Lisa diventa Annie Prince

Lisa

Lisa aveva troppa paura di tornare a casa dai suoi genitori visto che loro avevano pensato che lei era pazza e che non aveva voluto dire la verità. Lisa non voleva farsi trovare per nulla al mondo e cosi decise di cambiarsi colore dei capelli e di cambiare nome e cognome. Prima trovo una donna di nome Janice Prince che la vide li seduta su una panchina tutta sola. Janice si avvicino a lei con calma – tesoro hai perso la tua mamma ?. Lisa guardo la donna negli occhi – no, lei mi doveva accompagnare a farmi i capelli e invece mi ha dato buca. Ci vorrei andare perché ne ho bisogno. Janice ci stava andando pure del parrucchiere e cosi decise di portare Lisa con lei. Lisa aveva dato inizio al suo grande piano per cambiare identità e diventare Annie Prince. Non voleva vivere con questa donna, lei voleva solo farsi dare una mano a cambiare colore di capelli e grazie a questa cosa poteva trovare una donna che aveva un cognome diverso dal suo e cosi poteva dare inizio alla sua nuova vita li a Milano. Una volta entrati dal parrucchiere Lisa cambio il suo colore di capelli dal rosso fuoco al colore bianco e poi se ne andò via facendo finta che aveva ricevuto una telefonata da sua madre. Prima di andare via da li lascio un messaggio per Janice e diceva “ mi dispiace se me ne sono andata, ma io sono scappata di casa e non voglio essere presa. La mia famiglia mi ha fatto qualcosa di orribile, cioè ha manipolato i miei ricordi o qualcosa del genere. Adesso io non so se sono Lisa o se sono qualcuno altro. Adesso devo fare un viaggio per capire chi sono e sopratutto cosa sono. Mi dispiace ancora Lisa. Lisa se ne andò via da li lasciando quel biglietto e Janice capì che Lisa stava piangendo quando lo scrisse visto che la parte di sopra era un po’ bagnata ma non troppo. Lisa aveva usato Janice per diventare una nuova persona e cosi lei non sarebbe mai stata presa dai genitori e dalla polizia. Lei aveva usato Janice Prince, per essere Annie Prince e cosi lei poteva andare in giro con questo alter-ego senza farsi prendere. Lisa dentro al suo parrucchiere si era messa a pensare alla sua nuova storia, al suo nuovo compleanno, cosa avevano fatto i suoi genitori. Cioè li dentro non solo si cambio colore di capelli, ma si rese un altra persona e cosi diventò Annie Prince. Lisa aveva deciso di usare il parrucchiere per essere un altra persona e cosi scomparire nel nulla. Adesso lei poteva andare in giro senza alcun problema e senza farsi trovare da nessuno. Lisa li dentro aveva deciso di tagliare i ponti con la sua vecchia vita visto che la sua famiglia erano stati dei mostri e invece di crederle e di darle aiuto le hanno detto solo alzando la voce – basta con queste fandonie. Tu non hai la magia e sei solo una pazza. Smettila di dire queste follie, sembri una pazza e non mia figlia. Lisa aveva visto che poi l’ avevano portata da uno strizzacervelli e la sua diventò normale di nuovo, ma i suoi sogni no. Quelli divennero incubi e lei ogni sera ricordava quell’ evento che aveva dimenticato. Lisa si era scocciata di non potersi confidare con la sua famiglia e cosi scappo via e nel farlo imbocco la strada per diventare Annie Prince.

Categorie
2011 Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Lisa Sarah la Fenice Rossa Sarah Saintcall Terra

Curiosità su Lisa

Lisa

Sarah la Fenice Rossa quando ha aperto la comunicazione mentale tra lei e la piccola Lisa ha visto un ricordo che era sigillato dentro di lei. Questo ricordo era molto potente e non un ricordo che riguardava un momento brutto, ma un momento bellissimo. Sarah aveva visto solo una parte del ricordo, ma aveva visto che Lisa era in questa foresta magica con questa potente aura viola e poi usando gli occhi della fenice si concentro per vedere meglio l’ oggetto che Lisa aveva in mano. Sarah si concentro e vide meglio la visione visto che una parte del suo spirito era li e poteva vedere meglio la situazione. Vedeva che il cuore di Lisa stava emettendo una grande luce rossa e quindi questo significa che li dentro la piccola Lisa un giorno è andata in questo bosco o foresta e ha capito che dentro di lei c’ e qualcosa di nuovo, qualcosa di speciale e lei lo aveva accettato. Ma a quanto pare i suoi genitori hanno cosi paura della magia e delle creature magiche e ogni singola cosa dedicato al mondo della fantasia o degli altri mondi e per colpa di questa grande paura loro hanno bloccato tale ricordo a Lisa e adesso lei non sa chi più chi è sopratutto cosa dovrebbe essere. Sarah aveva capito subito che tale ricordo era molto potente visto che da ogni parte sentiva un grande potere. Ma ne sentiva di più quando andava vicino a Lisa che teneva il suo cuore li tra le mani. Sarah prima di farlo doveva conoscere meglio Lisa visto che non poteva dire di punto in bianco tipo questo – i tuoi genitori ti hanno bloccato un ricordo. Tale ricordo si deve sbloccare oppure non sai se tu sei veramente Lisa oppure il tuo nome è un altro. Lisa avrebbe detto solo che è impossibile che i suoi genitori hanno fatto una cosa del genere e quindi lei non avrebbe più incontrato Sarah la Fenice Rossa. Sarah la Fenice Rossa poteva far vedere a Lisa chi era e sopratutto questo ricordo che è dentro la sua mente, ma lei per fare una cosa del genere ha dovuto procedere con calma e senza nessuna fretta oppure tutto sarebbe andato a mondo e la vita di Lisa sarebbe stata un grande disastro per sempre.

Categorie
2011 Alieni Alieno Damon Saintcall Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Lisa Sarah la Fenice Rossa Sarah Saintcall

Aspetto di Lisa

Lisa

Sarah la Fenice Rossa per comunicare con Lisa senza alcun problema ha creato una comunicazione mentale tra lei e Lisa. Sarah aveva deciso di fare una cosa del genere visto che aveva paura di spaventare la piccola Lisa e grazie a tale gesto poteva vedere se lei credeva al mondo della fantasia e degli alieni e cosi se ci credeva poteva andare li a scusarci di persona per aver visto dentro la sua mente e non andare li faccia a faccia e chiedere a lei cosa era successo e perchè era scappata di casa . Lisa non sapeva come mai riusciva a fare una cosa del genere e cosi disse con calma e senza nessuna rabbia – per favore non entrare più dentro i miei ricordi. Sarah sapeva che aveva violato la privacy di Lisa e cosi decise di scusarci e lo doveva fare visto che solo grazie a questa piccola ragazzina poteva avere il disegno che poi davanti a me e davanti alla mia famiglia, le avrebbe permesso di essere Sarah Saintcall. Certo non avrebbe dimenticato il suo passato da Sarah la Fenice Rossa, ma adesso lei qui sulla Terra poteva nascondersi con calma e senza essere vista come un aliena e quindi lei non attirava più l’ attenzione su di se e sulla nostra famiglia. Sarah prima di andare li e chiedere scusa faccia a faccia resto li ferma sul tetto di quel grande palazzo al centro di Milano. Questa conversazione mentale stava avvenendo il 29 Settembre del 2011. Sarah era li ferma e prima di andare e spaventare la piccola Lisa – tu credi nel paranormale e negli alieni ?. Lisa era un pò sorpresa da questa domanda e resto li a dondolare il suo piede destro e poi rispose – si, ci credo e credo che è colpa nostra che gli alieni non vogliono parlare con noi. Sarah vedeva l’ aspetta di Lisa li sul tetto e vedeva che era molto carina e grazie agli occhi della fenice poteva vedere che ha un grande cuore e cosi arrivo da lei. Lisa vide Sarah con questo suo aspetto incredibile e invece di morire di paura, andò da lei e la guardo in faccia – non guardare dentro la mia mente, se mi vuoi chiedere qualcosa fallo faccia a faccia. Sarah si sedette vicino a Lisa e guardandola negli occhi neri – mi, dispiace non volevo farlo. Accetta le mie scuse e adesso conosciamoci meglio e lo faremo qui guardandoci negli occhi e senza poteri e senza comunicazione mentale e Lisa accetto e con calma loro iniziarono una lunga conversazione.

Categorie
Lisa Londra Martha Mente Mostro Napoli Persona Persona con i Poteri Poteri Richard Sarah Saintcall

Sarah Saintcall osserva Lisa

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Sarah Saintcall era ancora lì su quello stesso tetto e non si era mossa mai visto che poteva resistere al cibo e all’ acqua per molti giorni. Sarah lo aveva imparato a fare per sorvegliare una persona o per rimanere concentrati su un obbiettivo e non farlo mai scappare da nessuna parte. Sarah aveva usato questa suo addestramento per tenere d’ occhio la piccola Lisa che li ferma su una panchina a disegnare senza freno. Sarah si era fermata un attimo perché si stava concentrando e pochi secondi dopo entro dentro la mente di Lisa. Sarah una volta entrata dentro la mente di Lisa con grande facilità, si mise a cercare i ricordi di quando lei aveva sette o otto anni e voleva capire in quel tempo cosa era successo, Sarah sapeva che i poteri di una persona si possono rivelare verso i sette o otto anni e quindi e in quel arso di tempo che deve vedere come mai i suoi genitori hanno preso la decisione di abbandonare Lisa in una casa famiglia di notte e quando lei sta dormendo molto profondamento. Prima di vedere cosa aveva affrontato Lisa nella sua dura vita a Londra, voleva vedere di più sui genitori che l’avevano lasciata per colpa di una cosa che potevano usare per aiutare un sacco di persone e un sacco di bambini. Ma invece loro furono spaventati a morte dal potere della loro figlia Lisa e cosi l’abbandonarono in una casa famiglia. Sarah sapeva che un potere proviene dal padre o dalla madre e cosi grazie ai ricordi di Lisa capì chi dei due aveva il potere. Sarah capì che era la madre Martha ad avere il potere di vedere il futuro e fare quello che sapeva fare Lisa ma aveva una grande paura. Sarah grazie ai ricordi di Lisa poté capire che Martha non era una donna forte e motivata a usare il suo potere per il bene o per il male. Martha aveva paura di tutto e del suo potere e cosi non lo uso mai e per questo Lisa si senti molto sola. Il padre di Richard era un avvocato di Londra di 29 anni, capelli rossi e vestiva sempre molto elegante. Sarah già da queste cose poteva capire quanto era sola Lisa a Londra. Ma adesso voleva vedere di più per capire il tutto. Lisa scopri di avere il potere dopo che sua nonna mori. Lisa era in camera sua e stava disegnando su un foglio. Li i suoi occhi si fecero bianchi e poi inizio a disegnare come se nessuna forza potesse fermarla. Una volta finito il suo disegno vide che li su una sedia c’ era sua nonna e stava li ferma senza dire niente e senza fare niente. Poi arrivo Martha in camera di sua figlia ed era molto triste, con calma si avvicino a sua figlia – non so come dirtelo, ma tua nonna è morta. Lisa e Martha erano molto tristi visto che era morta sua nonna, da quell’ evento capì di più il disegno e quello che sapeva fare. Lisa decise di nascondere tale segreto a sua madre e suo padre visto che non sapevano cosa avrebbero detto una volta visto tale potere all’ opera oppure avrebbero pensato subito al peggio. Sarah si spinse più in fondo per vedere come mai Lisa era stata abbandonata in una casa famiglia senza nessun biglietto o senza un bacio sulla fronte o almeno “Addio figlia mia”. Richard era molto bravo come avvocato ma un giorno fece un grave errore cioè pensava di aver fatto rilasciare un innocente ma invece era un criminale che aveva ucciso 28 donne in un modo molto brutto. Richard non lo sapeva e così decise di lasciare il suo lavoro da avvocato o per meglio dire lo perse visto che lo studio per cui lavorava non da aiuti ai criminali ma li mette in carcere. Richard e Martha passavano molto tempo a casa e per questo scoprirono il segreto di loro figlia Lisa. Lisa era lì in camera sua e stava cercando una bambina in pericolo in un parco giochi o qualcosa di facile visto che aveva solo sette anni. Richard e Martha entrarono dentro la stanza di Lisa per dirle che il padre aveva perso il lavoro. Richard e Martha la trovarono lì in mezzo alla stanza con un pennello in mano e una tela davanti a sé. Poco a poco si avvicinarono e per loro tutto era normale ma poi videro che Lisa lo stava facendo così in trance e lo capirono perché non stava toccando la pittura che lì vicino a lei. Ma lo capirono anche dai suoi occhi bianchi. Richard decise di prendere dì mano la situazione e in qualche modo riuscì a fermare Lisa. Martha sapeva cosa era successo ma fece finta di saperne qualcosa e poi ad alta voce – mia figlia è un mostro. Mia figlia non deve essere un mostro con dei poteri. Tu non sei mia figlia. Richard fece lo stesso e con tale rabbia distrussero i quadri fatti da Lisa. Sarah in quella esplorazione della mente aveva capito come mai Richard e Martha avevano abbandonato la loro figlia in una casa famiglia e perché Lisa c’ e l’aveva con i suoi genitori. Lisa era lì su quella panchina e dentro la sua mente disse una cosa a Sarah – spero ti sia piaciuto vedere dentro la mia mente. Adesso pure tu mi vedrai come un mostro. Sarah resto seria dentro la mente di Lisa e le mando un messaggio per farle capire che non è sola al mondo – signorina non lo penso proprio, perché io sono come te. Ho dei poteri e penso che quello che ti è successo e davvero molto brutto.

Categorie
Disegni Famiglia Futuro Lisa Mondo Mondo Moderno Passato Presente Sarah Saintcall Superpoteri

Aspetto del Disegno di Lisa

Sarah Saintcall

Lisa senza saperlo aveva disegnato il futuro aspetto di Sarah Saintcall sul foglio. Lisa aveva il potere di vedere il futuro ma anche di disegnarlo e di dipingerlo. Su una panchina aveva disegnato il futuro aspetto di Sarah Saintcall. Lisa lo aveva visto di notte come se fosse un sogno e lo aveva percepito solo come sogno o come incubo notturno e basta. Lisa non lo aveva visto in nessun altro modo visto che non sapeva se la persona che aveva visto nel suo sogno era vera oppure era un falso ricordo o un incubo. Lisa lo aveva disegnato con tutta la calma possibile e se qualcuno faceva qualcosa a Lisa, se la sarebbe vista con Sarah Saintcall e possiamo dire che finiva molto male o peggio. Sarah non sapeva cosa trovare per le strade di Napoli e nel cercare trovo questo signorina di nome Lisa che aveva il potere di fare bellissimi disegni , vedere il futuro attraverso il tocco e disegnare o dipingere il futuro. Sarah aveva visto che Lisa era una signorina davvero molto speciale e adesso non era solo interessata al disegno, ma anche a capire come mai lei era li tutta sola e senza che nessuno la mandasse a scuola o in altri posti. Sarah Saintcall adesso voleva essere sicura che Lisa avesse un futuro molto brillante e molto bello perchè lei ha delle grandi doti e secondo Sarah non doveva essere sprecate per niente al mondo. Sarah ancora sul tetto di quel palazzo molto alto decise di leggere la mente di Lisa e cosi vedere i ricordi del suo passato ma anche quelli della sua famiglia. Sarah sapeva che ci doveva essere qualcuno nel mondo che si poteva prendere cura di Lisa. Sarah aveva deciso di aiutare Lisa a rimettere in carreggiata la sua vita e cosi non essere più arrabbiata e non sentirsi più sola al mondo, Sarah aveva iniziato il suo viaggio per trovare un aspetto, ma adesso aveva trovato una ragazzina che aveva perso la strada e decise di dare a lei una mano prima che lei potesse andare al lato oscuro e cosi essere messa in prigione per qualcosa che non ha fatto o che ha fatto per restare viva e vegeta.

Categorie
Città Disegno Famiglia Genitori Lisa Londra Mondo Moderno Napoli Paura Pericoli Rabbia Sarah Saintcall Solitudine

Disegno di Lisa

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Sarah Saintcall quando era sul tetto di quel palazzo, aveva visto che Lisa con la sua mano delicata e molto calma aveva creato quel bel disegno. Sarah era lì e non si era mossa di un millimetro visto che voleva vedere il disegno finito e se era bello forse lo avrebbe preso come spunto per avere un nuovo aspetto. Sarah mentre vedeva Lisa fare il disegno li sul foglio e senza essere disturbata da nessuno e nemmeno dal vento o dal suono di un autobus che stava arrivando. Sarah vide grazie agli occhi della fenice che in Lisa c’era qualcosa di speciale e non era il disegno e il fatto che era brava, ma che dentro di lei c’era un potere molto speciale e molto particolare. Sarah aveva percepito il potere di vedere e di dipingere il futuro dentro Lisa e questo le fece capire che forse era questo il motivo per i suoi genitori l’avevano abbandonata in una casa famiglia di notte quando lei stava dormendo. Ma Sarah non senti solo il potere dentro al corpo di Lisa, ma senti anche una profonda solitudine e grande rabbia. La solitudine perché nessuno la voleva per colpa del suo potere di vedere il futuro o di dipingerlo su una tela o su un foglio. La rabbia invece era per i suoi genitori visto che senza scrivere un biglietto la lasciarono dentro una casa famiglia senza nessuna spiegazione. Sarah era per le strade per cercare un nuovo aspetto, ma non trovo solo quello ma anche una persona molto simile a lei. Sarah aveva trovato una ragazzina molto carina e molto gentile, ma dentro di lei c’ erano quelle emozioni che distruggevano ogni rapporto e ogni possibilità di avere una famiglia o di essere affidati a una famiglia. Sarah vedeva li Lisa e non ci poteva credere che dei genitori avevano abbandonato un grande tesoro come questo. Sarah non torno subito ma decise di vedere come mai Lisa era stata abbandonata e che gente erano i suoi genitori. Sarah prima di tornare indietro voleva vedere il passato di Lisa e capire come era arrivata a questo punto. Prima di prendere il suo nuovo aspetto davanti a me, mio fratello Damon, mia sorella Alyssa e i miei zii Kira e Oliver si voleva occupare di questa dolce signorina che era da sola. Sarah era lì sul tetto e una parte del suo corpo diceva “fai qualcosa a questa signorina. Non può stare lì da sola in un mondo così pericoloso e cosi oscuro. I suoi genitori non le hanno insegnato i pericoli del mondo moderno e così può finire in ogni situazione pericolosa. Sarah Saintcall era lì sul tetto di un palazzo e decise di dare un futuro a Lisa e non farla vagare per le strade di Napoli tutta da sola e cosi essere vista come un mostro o come un rifiuto dagli. Sarah aveva già capito che non era cosi visto che adesso era una simpatica signorina e fino a quando era considerata cosi dagli altri, il suo futuro poteva cambiare e cosi diventare importante per questo grande e imponente mondo.

Categorie
Alieni Disegno Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Kira Saintcall Lisa Londra Napoli Oliver Saintcall Sarah la Fenice Rossa Sarah Saintcall

Sarah Saintcall trova un aspetto definitivo

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Kira e Oliver avevano detto in modo molto chiaro a Sarah la Fenice Rossa che se voleva vivere qui nel Rifugio dell’Infinito e se voleva stare qui sulla Terra aveva bisogno di un altro aspetto. Kira e Oliver avevano visto quell’ aspetto e come si poteva vedere sembrava quello di un alieno o di una donna che era in cerca di vendetta, ma il suo strano aspetto si poteva vedere dalle piume e dall’ essere mezza nuda o la sua armatura molto strana. Sarah sapeva che quello che diceva Kira e Oliver era molto giusto visto che se si presentava cosi a un umano scattava subito l’allarme di aliene oppure di pazza che pensa di essere un vero alieno e invece è soltanto umana che è pazza e che non ci sta con la testa. Sarah sapeva che non poteva tenersi questo aspetto qui sulla Terra visto che se i Distruttori si sarebbero messi a cercare la Regina delle Fenici grazie alle loro analisi termiche. Loro avrebbero seguito quel calore che era simile al sole e poi avrebbero visto che portava alla Terra e non al Sole. Se Sarah non avesse cambiato aspetto il piano di Kira e Oliver di mettere al sicuro me, Damon Saintcall e mia sorella Alyssa sarebbe stato solo un passo falso e quindi io nel futuro non sarei potuto tornare indietro nel tempo e cosi salvare un sacco di persone. Ma Sarah decise di fare come dicevano i miei zii visto che Alukard e Helena le avevano dato il compito di sorvegliare i loro figli e aiutarli nelle loro avventure nel tempo, nello spazio e nei mondi. Sarah per non farsi vedere uso i tetti di Napoli e da lì si mise a vedere la gente dall’ alto. Grazie agli occhi della fenice che aveva ottenuto da mia madre poteva vedere anche da lì sopra i volti delle persone senza essere vista da nessuno e senza farsi riconoscere. Sarah dal palazzo di un bar vide che gli umani avevano un sacco di usanze strane e mangiavano cibi davvero molto buoni e gustosi. Sarah non guardava solo le persone, ma anche cartelli e poster visto che in poco tempo aveva visto che i volti delle persone si trovavano anche lì sopra. Sarah passava da tetto in tetto e poi su una panchina vide una giovane signorina di nome Lisa con un foglio in mano e una matita nella mano destra. Era vestita con una maglietta rossa in cui c’era scritto “I love London “, una gonna non molto lunga e dei leggins neri e delle scarpe di colore nere e con un teschio tra il nero e l’argento. Sarah aveva puntato la ragazzina perché voleva vedere cosa disegnava sul foglio e anche se aveva 8 anni era capace di fare un bel disegno oppure un brutto disegno. Lisa prese la matita e con calma chiuse gli occhi e si concentro e vide una immagine dentro la sua mente. Lisa lo ricordava molto bene perché lo aveva sognato ieri sera e non le faceva paura, anzi per lei era il suo guardiano cioè una persona che la protegge dagli incubi. Lisa una volta aperti i suoi occhi blu come il cielo si ricordava ogni singolo dettaglio del suo guardiano e lo inizio a disegnare sul foglio che aveva tra le mani. Lisa lo vedeva lì davanti a lei con i suoi occhi come se fossero ricolmi di magia. Poi si ricordo il suo volto che era bellissimo come non mai, ma nel vederla davanti a lei non capiva perché aveva il volto nascosto da un cappuccio nero in testa. Lisa notò che il suo guardiano aveva un tatuaggio che iniziava da una parte del viso e poi finiva dall’ altra parte dell’occhio destro. Poi aveva una croce nera attorno al collo e vicino come di un piccolo tatuaggio c’era scritto Helena Saintcall. Lisa si mise a disegnare la sua guardiana con grande precisione e non fece nessun errore. Lisa lo aveva fatto con calma e senza nessuna fretta e vide che il disegno era molto simile a una foto. Sarah vide quel disegno tanto bello da sopra il tetto e grazie agli occhi della fenice. Grazie alla memoria eidetica che aveva ricordo il disegno e quindi aveva trovato un nuovo aspetto e cosi poteva vivere in pace qui sulla Terra e senza essere vista come un’aliena o una pazza psicopatica. Kira e Oliver avevano detto a Sarah di trovare un nuovo aspetto un’ora fa e in un’ora era riuscita a trovarlo, non subito ma ci era riuscita. Sarah prima di prendere un aspetto, voleva vederne alcuni visto che voleva trovare un aspetto adatto per ogni occasione e per missioni sotto coperture.