Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Marina Neri Mei Cheng Serena Alfieri Stephen Sparks

Aspetto di Marina Neri

Adesso vi faccio vedere il volto di Marina Neri come è nel futuro . Marina è viva ancora nel futuro ma non vive con sua madre visto che non vi posso dire cosa le succederà adesso ma nei vari giorni vi dirò come procedono le indagini . Marina nel futuro diventerà bellissima ma la sua vita dipende anche da Mei Cheng . Mei Cheng in un momento particolare vede in difficoltà Stephen Sparks e la sua collega Serena Alfieri e decide di salvarli visto che se è malvagia lei non uccide bambini o bambine e per questo li aiuta e fu grazie a lei che salvano Marina Neri .

beastly-gallery

Marina Neri nel futuro ma per quello che le è successo in passato e sempre dentro di lei e quindi potrebbe cambiare identità da un momento all’ altro e fare cose che poi non si ricorda .

 

Categorie
Angela Neri Dottoressa Alessandra Alfieri Mei Cheng Ospedale Santa Maria Serena Alfieri Stephen Sparks Storm City

Stephen Sparks indaga sul rapimento di Marina Neri

 

L’ Ospedale di Santa Maria verso le 9:50 di Giovedì era arrivata una donna di 26 anni , capelli lunghi neri . La donna si chiamava Angela Neri e come poterono vedere un sacco di gente aveva lividi sul corpo , ferite ai polsi e quando arrivo non vomito quello che aveva ingerito ma aveva vomitato sangue . Dopo aver vomito tre litri di sangue svenne per terra e fu ricoverata con l’ appellativo di Jane Doe visto che ogni persona che non dice il proprio nome viene chiamata cosi . Angela quando era arrivata all’ Ospedale non ebbe nemmeno la forza di dire il suo nome e per questo dovette dormire due giorni prima di riuscire a dire il suo nome ai medici . Il Dottoressa Alessandra Alfieri vide che era molto grave e una cosa che si stava chiedendo come era riuscita ad arrivare . Angela veramente non voleva andare li ma voleva andare in una stazione di polizia e cosi dire a qualcuno quello che le era successo . Quello che era successo ad Angela era qualcosa di abominevole e solo un mostro poteva aver fatto questa cosa a lei . Alessandra cerco di curare le ferite come poteva ma in cuore sapeva che alcune ferite che per lo più bruciature sul corpo non sarebbero mai guarite del tutto . Alessandra cerco di fare tutto il possibile per curarle ma non c’ era niente da fare e decise di dirlo ad Angela visto che era una cosa dura da fare ma era la cosa giusta da fare . Alessandra entro nella stanza si avvicino al letto della sua paziente che era in uno stato molto brutto e quando la vide in mano con la foto della sua unica amata figlia Marina decise di non dire niente sulle sue ferite . Alessandra decise di dirlo dopo e quando vide la foto della figlia – come si chiama sua figlia ? . Angela decise di rispondere anche se le faceva male pensare a sua figlia visto che tutte le ferite che aveva sul corpo le era successo per salvarla . Angela si rivolse ad Alessandra – si chiama Marina e forse non la potrò mai più vedere visto che me l’ hanno rapita davanti a mei occhi e quando ho provato a fare qualcosa per non farmela portare via mi hanno ridotto in questo stato . Alessandra si mise seduta su una sedia e prese la foto che Angela aveva in mano – lo so che non vuoi ma devo chiamare la polizia e cosi puoi dire a loro tutto quello che ti è successo e cosi forse puoi ritrovare tua figlia . Per favore fallo e cosi non sarà più sola , Stare in questi posti da soli e davvero molto brutto ma con una figlia rende tutto ancora più bello . Alessandra sapeva di quello che stava parlando visto che aveva una sorella di nome Serena Alfieri ed era una poliziotta e andavano molto d’ accordo a differenza delle altre sorelle . Angela si mise un po’ a piangere visto che non voleva solo vedere da una foto sua figlia ma voleva anche accanto a lei e poi si giro verso Alessandra – chiama la polizia e digli che voglio trovare mia figlia e farò di tutto per aiutarli visto che non voglio vedere più mia figlia attraverso una foto ma la voglio vicina a me . Serena stava andando a vedere se c’ era un caso che poteva essere risolto oppure si poteva andare a prendere un caffè con un po’ di zucchero . Proprio quando stava andando alla sua scrivania dalla tasca destra dei suoi pantaloni squillo il suo telefonino e vide che era sua sorella Alessandra – Serena devi venire subito qui con il tuo collega Alex . Ho qui una donna che è stata pestata a sangue e dice che sua figlia e stata rapita . Proprio quando Serena se ne stava andando da li verso la sua auto arrivo Alex con la sua auto e gli disse – muovi il culo o parto senza di te . Dobbiamo andare all’ Ospedale di Santa Maria per un pestaggio e forse rapimento di una ragazzina di 10 anni . Stephen quando seppe questa notizia dalla sua collega salto nella macchina e loro andarono li per capire cosa era successo e per capire chi possa aver preso la bambina . Una volta arrivati all’ Ospedale andarono subito alla camera di Angela che era la 286 . Stephen entro e si presento ad Angela dicendo – io sono l’ Agente Stephen Sparks e troverò sua figlia . Mei Cheng stava monitorando il telefonino di Stephen e quando seppe che stava indagando su un caso di una bambina di 10 anni decise di non fare niente e di aspettare che lui trovava quella bambina . Anche se Mei Cheng voleva uccidere delle persone non avrebbe giocato con la vita di una bambina e per questo decise di non uccidere per il momento Stephen visto che se moriva lui non c’era nessuna possibilità di trovare Marina . Stephen durante tutto il tragitto si chiedeva chi poteva essere una persona che pesta a sangue una donna indifesa e poi rapisce una bambina . Ma la situazione in cui si era messo Stephen accettando questo caso era molto più grande visto che tratta di famiglie che avevano perso una figlia e con il potere di leggere il pensiero trasformare questa bambina nelle loro figlie .

 

Categorie
Jonathan Roberts Mei Cheng Stephen Sparks Storm City Vanessa Stride Willam Stride

Mei Cheng diventa l’ ombra di Stephen Sparks

 

Stephen Sparks non era un agente del governo ma un normale agente della Polizia di Storm City . Dentro questa città l’ agente Stephen ad alcune persone piaceva ma ad altre no visto che alcuni dicevano che troppo donnaiolo e se ne trovava sempre una nuova . Mei Cheng prima di attuare il suo piano per utilizzare Vanessa Stride contro suo padre Willam e cosi avere una possibilità di entrare dentro la operazione segreta nota solo ad alcune persone del Governo . Solo alcune lo sapevano e una tra queste si trovava in Cina in un luogo isolato e Mei Cheng era andata li e si fece dire il nome della persona che la poteva far entrare in questo progetto segreto . Mei Cheng dopo aver scoperto che Willam Stride doveva fare alcune cose prima di attutare la prima parte del suo piano per diventare la famosa Regina degli Zombie . Mei Cheng doveva prendere due cose una macchina molto veloce e una pistola visto che non sapeva come erano i suoi obbiettivi e potevano anche usare la forza contro di loro e per frenare la loro forza poteva utilizzare la pistola . Prima di fare qualcosa si fece un giro in questa città che era molto grande e molto bella e poi i suoi bei occhi neri puntarono gli occhi su una bellissima Shelby Mustang Gt500 Cobra e non era di una persona qualunque ma era dell’ agente Stephen Sparks . Quella macchina gli era stata data da suo fratello maggiore di nome Roman Sparks e se l’ era presa quando lui aveva fatto una gara clandestina e da quel giorno quello era il suo mondo . Dentro la macchina c’ era una Desert Eagle Gas che utilizzava se le cose non stavano andando bene . Nel mondo delle corse clandestine bisogna stare attenti visto che quando uno perde non è proprio molto felice visto che non ha perso solo il rispetto ma anche perso la sua auto e il libretto dell’ auto . Roman aveva fregato questo grande bolide a un uomo che aveva fatto troppo il duro e lui gli aveva dato una bella lezione . Quando Roman mori visto che era andato in carcere per omicidio visto che un uomo dopo aver perso stava per ucciderlo e Roman prese la sua pistola e gli sparo e in quel momento fu preso e decise di non scappare . Ma la persona che aveva ucciso era un amico di una persona che era in carcere e cosi mori in una rissa . Roman diede tutto a suo fratello minore Stephen e dentro il cruscotto ci aveva messo una Desert Eagle Gas e c’ era pure il porto d’ armi registrato a nome di Stephen . Mei quando la vide la inizio a toccare visto che era molto bella e prima di andarsene disse tra se e se “ Questa auto deve essere mia e la otterrò anche se significa uccidere un poliziotto . Mei da quel giorno lo segui e fece un sacco di foto con la sua macchina fotografica e capì che il punto debole di questo poliziotto erano le donne e le piacevano di ogni tipo anche cinesi . Mei Cheng capì che con questo poliziotto decise che doveva entrare lei in azione e ucciderlo quando era a casa sua prima che lui potesse fare qualcosa o sospettasse qualcosa . Mei Cheng vide che aveva un sacco di donne diverse e quindi per ottenere la sua attenzione doveva mettere in mostra tutto il suo fascino e aveva il vestito adatto . Quando se ne era andata in Cina si era comprato un bellissimo vestito rosso come il fuoco e sopra c’era un grande drago e le donava moltissimo . Era molto sexy con quel vestito e pure il fotografo che aveva ucciso lo aveva notato e anche prima di ucciderlo si fece fare delle foto con quel vestito . Jonathan quando aveva visto Mei Cheng con quel vestito rimase sbalordito e quando incontro Mei Cheng le si avvicino e le disse all’ orecchio – Sei un angelo . Sei magnifica con questo vestito . Mei Cheng fece finta di restare ammaliata da lui e si fece fare delle foto e fu quel momento in cui lo uccise e poi si finse una giornalista con gli occhiali e con il tesserino . Mei Cheng decise di prendere l’ auto e la pistola di Stephen ma non solo quello ma anche la sua vita visto che se le avesse rubato l’ avrebbe arrestata ma lei invece non voleva essere presa e voleva andare in giro con le sue cose e fare quello che voleva senza avere problemi con la legge .

 

Categorie
Foto Jonathan Roberts Mei Cheng Vanessa Stride Willam Stride

Nokia Lumia 1520 di Mei Cheng

Jonathan Roberts il giornalista che Mei Cheng aveva ucciso e poi aveva bruciato tutto il corpo per non farlo trovare da nessuno . Lo aveva fatto nel deserto e in un posto dove nessuno avrebbe potuto trovare il corpo o per meglio le ceneri del suo corpo . Sotto banco questo fotografo era riuscito ad ottenere uno sconto per prendere il nuovo telefonino e sarebbe a dire il Nokia Lumia 1520 . In Cina era già uscito ma nessuno lo sapeva visto che doveva essere un segreto ma grazie al suo lavoro Jonathan lo scopri e facendo una foto per il suo giornale riusci a ottenere uno di questi telefonini . Mei Cheng aveva un vecchio telefono che faceva veramente schifo cioè un Nokia N95 ma lei vide quel telefonino e disse tra se e se che per la sua nuova identità non poteva avere questo telefonino che faceva cosi schifo . Cosi prese la sim del suo Nokia N95 e la mise dentro il Nokia Lumia 1520 e poi prese il telefonino vecchio che aveva e la sim card del telefonino di Jonathan e la butto nelle fiamme . Cosi quando lo vedeva pensavano che era il telefono di Jonathan o per meglio dire le ceneri del suo telefonino e della sua Sim Card . Mei Cheng voleva avere quello visto che era una cosa nuova come lei e sopratutto era un modo molto bello per restare anonimi visto che dopo poco fece alcune modifiche per non far rintracciare il suo telefonino da nessuno . Aveva trovato il mezzo perfetto per comunicare agli altri e anche con le persone che forse un giorno l’ avrebbero aiutata nel suo piano malvagio di diventare la famosa Regina degli Zombie e cosi essere conosciuta in tutto il mondo per essere riuscita in questo intento malvagio e crudele .

Nokia-Lumia-1520-3

Categorie
Foto Fotocamera Jonathan Roberts Mei Chen Mei Cheng Vanessa Stride Willam Stride

EOS 650D di Mei Cheng

Mei Cheng come macchina fotografica ha la EOS 650D che l’ ha presa durante un suo viaggio in Cina . Era andata in Cina visto che li c’ era una traccia sugli Zombie . Aveva saputo che li ci poteva essere una persona che sapeva dove stavano facendo questa operazione sugli Zombie . Grazie a questa macchina fotografica che aveva preso da un giornalista di nome Jonathan Roberts 27 anni e da poco faceva il giornalista ma per lo più era li per fare foto . Mei Cheng lo sedusse e lo uccise e poi gli prese la sua macchina fotografica e poi nel suo alloggio si fece fare un documento falso da fotografa e cosi poteva andare da questa persona con una buona copertura . Una persona che vuole fare foto per un giornale non è proprio sospetto visto che era li per fare foto e cosi lei poteva entrare li e cosi fare delle domande a quella persona . Prima di andare li da lui fece quello che fece ai suoi futuri obbiettivi e sarebbe a dire spiarli per capire ogni loro mossa e sopratutto capire se quel punto debole lo poteva utilizzare per se . Fece la stessa con Willam Stride e sua figlia Vanessa Stride .

frontpage

Categorie
Foto Mei Cheng Storm City Storm Towers Vanessa Stride Willam Stride

Hyundai i10 di Vanessa Stride

Vanessa sempre con i suoi soldi si era comprata un’ auto davvero molto bella e utile per andare alla Galleria dove lavorava vicino alla Storm Towers . Li vicino a 380 metri c’ era la sua galleria e Vanessa ci andava la sua auto visto che era un modo per stare lontano dal padre Willam che non voleva sapere niente dell’ arte . Vanessa il giorno in cui fu rapita vide la sua auto tutta quanta saccheggiata e li sopra c’ era scritto Puttana in inglese e poi le avevano tagliato i cavi . Se non fosse stato per Mei Cheng non sarebbe potuta tornare a casa sua ma quello era un tentativo ben fatto per rapirla e ottenere quello che voleva . Mei Cheng avrebbe ucciso questa piccola pittrice se suo padre non l’ avrebbe fatta entrare dentro il progetto dell’ Occhio Rosso .

Hyundai_i10_front_20100328

Questo e l’ auto di Vanessa Stride prima che fosse danneggiata da Mei Cheng per il suo piano per diventare la Regina degli Zombie . Lo voleva diventare e non si sarebbe fatta fermare da una pittrice ma per il momento era sua amica ma nel futuro chissà cosa le succederà .

 

Categorie
Arte Foto Mei Cheng Vanessa Stride

Foto del Nokia Lumia 720 di Vanessa Stride

Vanessa Stride nella sua vita di Pittrice aveva fatto molti quadri e ne aveva venduti davvero molti e grazie ai soldi fatti si compro il suo nuovo telefonino . Non disse niente a suo padre Willam visto che lui non capiva niente di arte e da quando aveva perso sua moglie Rebecca non voleva sentire parlare di arte . Vanessa fece quello che voleva con i soldi come per esempio comprare questo telefonino e fu con questo telefonino che parla con Mei Cheng . Anche se tutti dicevano che era un mostro e anche una pazza Vanessa ci parlava visto che per lei era una grande amica a cui dire tutto quello che diceva e sopratutto l’ unica persona che poteva proteggerla dal padre violento visto che il suo fidanzato l’ ha lasciata visto che non voleva una storia seria con lui .

Nokia-Lumia-720

Categorie
Dottoressa Mei Cheng Governo Mei Cheng Vanessa Stride Willam Stride

Mei Cheng entra nel Progetto Operazione Occhio Rosso

 

Una volta arrivati a casa di Vanessa Stride , lei apri la porta con le sue chiavi che teneva dentro la tasca desta dei suoi pantaloni . Una volta entrate tutti e due Mei prese dai suoi pantaloni la Desert Eagle Gas e la punto dietro i capelli corvini di Vanessa . Una volta entrati in salotto li c’ era il padre che era tornato dal suo lavoro e quando vide sua figlia Vanessa con un arma puntata dietro la testa inizio ad avere paura . Willam vide sua figlia Vanessa negli occhi e cerco di capire se stava bene oppure no e con i suoi occhi fece no e come darlo torto aveva una pistola dietro la sua testa . Willam era davanti alla donna che puntava la pistola e le disse in modo calmo visto non sapeva cosa voleva e aveva paura che poteva far del male a sua figlia – dimmi cosa vuoi . Mei Cheng teneva la pistola puntata su Vanessa e poi disse a Willam in modo serio e senza scherzare visto che non era uno scherzo ma era una cosa seria e se finiva male poteva morire sua figlia – Adesso tu mi fai entrare in questo Progetto Occhio Rosso che stai facendo oppure Vanessa finisce con bel proiettile in testa e tutto sarà colpa tua . Willam non prese sul serio la donna che aveva davanti gli occhi e cosi l’ altra mano che era libera prese per i capelli in modo molto forte Vanessa . Mei prese la sua pistola e la stava puntando al suo collo e mentre vedeva quel collo era morbido e bello caldo – Che bel collo ha tua figlia , non vorrei che un bel colpo di pistola lo facesse diventare freddo come il ghiaccio e fare in modo che lei non possa più parlare sarebbe un grave dramma che ne dici . Mei armo il cane della pistola e poi fu fermato da Willam che vide che gli occhi della donna che aveva difronte a lei erano freddi come il ghiaccio che si trovava al Polo Nord . Vanessa stava piangendo per colpa della forte presa di Mei e Willam la vide soffrire e chiese a Mei – io farò questa cosa a una condizione che tu lasci i capelli di mia figlia . La stai facendo del male e sta piangendo . Mei Cheng lo vide e la lascio andare ma non troppo lontano ma sembra davanti a lei con l’ arma puntata dietro la testa . Vanessa se non era in quella brutta situazione voleva dire a suo padre – adesso te ne accorgi che piangi e le altre volte te ne sei sempre fregato . Ma adesso era in una situazione in cui la sua vita era in pericolo e non poteva dirlo e cosi per tutto il tempo rimase in silenzio visto che non voleva dire niente a suo padre visto che lei lo odiava . Willam fece diventare Mei Cheng uno dei Dottori che lavoravano a quel progetto e poi da li se ne andò lasciando andare sua figlia dalla sua presa . Vanessa non se ne andò tra le braccia di suo padre ma se ne andò in camera sua visto che per lui suo padre era stato un vero mostro da quando era morta sua madre Rebecca . Vanessa li inizio a piangere davvero molto e voleva morire visto che non aveva nessuno con cui parlare . Mei anche se sapeva che Vanessa era la sua vittima le aveva scritto su un biglietto il suo numero e le aveva scritto “ Tu sarai pure la mia vittima , ma ho visto come tuo padre ti tratta . Se hai bisogno di una mano oppure tuo padre prova a farti del male chiama questo numero e anche se non siamo amiche io ti aiuto “ . Quando se ne entro nella sua auto Mei ottenne una chiamata da Vanessa che aveva fatto il numero – Perché mi hai dato il tuo numero di telefonino ? . Mei decise di dire la verità – Senti Vanessa io ti ho spiato e ho visto che tuo padre ti ha tratta molto male e pure il giorno in cui e morta tua madre . Avevi fatto una cosa bella e lui te l’ha bruciata e quella sera ti ha provato a ucciderti . Tu sei una vittima e hai bisogno di qualcuno con cui parlare e anche se vedi che io sono una criminale possiamo parlare e ti aiuto a passare questi momenti brutti che ne dici . Vanessa decise di fare questa cosa visto che aveva proprio bisogno di una persona che non la trattava come un mostro ma come una persona che aveva bisogno di aiuto . Mei Cheng adesso faceva parte del Governo ed era divenuta la Dottoressa Mei Cheng che aiuta a studia genetica e Zombie . Mei Cheng quel giorno non aveva ottenuto quello che voleva ma adesso poteva aiutare Vanessa Stride a superare quei brutti momenti passati con quel mostro del padre .

 

Categorie
Armi Arte Foto Mei Cheng Vanessa Stride Willam Stride Zombie

Desert Eagle Gas di Mei Cheng

deserteagle

La pistola che Mei Cheng aveva puntato alla testa di Vanessa Stride era una Desert Eagle Gas . Questa grande e potente pistola l’ aveva trovata nel cruscotto della macchina che aveva rubata . Stava cercando qualcosa che le poteva essere utile e cosi lo apri e vide questa pistola che era molto bella e vide che era molto ben bilanciata . Mei vide che la pistola era facile da maneggiare e quando la punto alla fronte di Vanessa fu semplice . Vanessa era una pittrice che non aveva mai usato un arma e decise di non prenderla ma anche perchè glielo aveva detto la sua rapitrice . So che sembra strano ma Vanessa si fido di lei visto che in quella faccenda era l’ unica persona che l’ aveva trattata bene . Suo padre Willam l’ aveva trattata uno schifo tutta la vita e anche quando aveva fatto qualcosa di bello per onorare sua madre cioè un bel ritratto . Willam quella notte stava per uccidere sua figlia ma poi prese il cestino ci mise il ritratto di sua moglie e poi lo brucio . Vanessa per tutto il viaggio con Mei Cheng non prese mai la pistola che la sua rapitrice aveva nei suoi pantaloni e poteva prenderla in qualunque momento . Vanessa non lo fece visto che adesso non aveva paura visto che per il momento non le avrebbe fatto del male e poi se lo avesse fatto sarebbe morta li e invece lei voleva vivere a tutti i costi e non si sarebbe fatta uccidere per la strada e scambiata per una prostituta e non come una famosa pittrice .

 

Categorie
Foto Mei Cheng Vanessa Stride

Shelby Mustang Gt500 Cobra di Mei Cheng

Mei Cheng non ebbe questa auto da suo padre ma la rubo visto che se il suo piano per entrare in questo Progetto Occhio Rosso voleva far vedere a tutti che aveva un auto davvero molto veloce e costosa . Mei prima di entrare dentro la Galleria dove lavorava Vanessa Stride aveva portato tutto con se pinze , bomboletta spray . Sulla macchina di Vanessa ci aveva scritto BITCH . Poi ci aveva tagliato tutti i fili e cosi non partiva più e cosi con la scusa del passaggio verso casa sua poteva rapirla senza alcun problema . Vanessa si era messa davanti alla macchina e aveva fatto capire a Rebecca che non era niente . Rebecca rapì Vanessa che nella sua macchina piangeva e cercava di non fare niente di scemo e glielo aveva detto pure Rebecca – non fare niente di scemo come del tipo prendere la pistola dove la tengo o altre cose oppure non ti farò del male li a casa tua ma qui dentro e poi vediamo se tuo padre non collabora .

ford-mustang-shelby-gt500

Vanessa decise di fare come aveva detto Rebecca visto che non voleva morire e visto che il viaggio verso casa era lungo fece finta come se fosse con una sua amica e si mise l’ auricolare dentro le orecchie e si mise a sentire Micheal Jackson – Earth Song . Ogni tanto diceva la strada a Rebecca . Rebecca poi le disse con un tono calmo – io non mi chiamo Rebecca , ma mi chiamo Mei Cheng . Vanessa per un attimo si tolse gli auricolare dalle orecchie e disse vedendola negli occhi – lo sapevo già che mi aveva detto una bugia . Mei la guardo mentre si rimetteva gli auricolari nelle orecchie – come lo sapevi . Vanessa abbasso un pò il volume della canzone – ho visto i tuoi lineamenti e ho capito che eri cinese o giapponese e per questo non ti potevi chiamare veramente Rebecca . Mei sapeva che Vanessa era una grande pittrice e aveva parlato con persone cinesi o giapponesi e quindi era molto internazionale .