Categorie
Foto Galleria Galleria Foto MMO Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox One

No Man’s Sky: nuove immagini e informazioni dagli sviluppatori

La premiere mondiale di No Man’s Sky mandata in onda durante i VGX 2013 è stata senza ombra di dubbio una delle trovate più riuscite della manifestazione: per questo, e perchè il progetto presentato sembra essere così avveniristico e ambizioso da “giustificare” l’avvento delle console next-gen, gli addetti al settore stanno facendo a gara per strappare un’intervista ai ragazzi di Hello Games.

Tra i pochi giornalisti che in queste ore sono riusciti nell’impresa figurano i colleghi di Polygon, ai quali dobbiamo la pubblicazione delle prime tre immagini di gioco “ufficiali” e, soprattutto, la condivisione delle prime informazioni riguardanti la giocabilità, la progressione dei livelli e la natura stessa del titolo.

Stando alle parole pronunciate per l’occasione dal direttore creativo Sean Murray, ogni utente assumerà le sembianze di un conquistatore spaziale chiamato ad esplorare mondi alieni e sistemi stellari sconosciuti per catalogarne le forme di vita, i biomi e l’ubicazione dei giacimenti minerari più abbondanti. Ogni giocatore avrà un proprio pianeta di origine posto ai margini della galassia: stelle, pianeti e asteroidi saranno generati casualmente, ma una volta scoperti saranno “fissati sul server” in maniera definitiva per consentire agli altri esploratori di visitarli per approfondirne ulteriormente la conoscenza.

La scoperta di un luogo alieno inesplorato, di conseguenza, sarà un vero e proprio “atto di creazione”: l’universo di gioco sarà condiviso da tutti gli utenti ed assumerà la forma videoludica di un MMO a server unico. Le nostre azioni avranno un impatto diretto e immediato sull’equilibrio ecologico di un pianeta: decidendo di sfruttarne in maniera intensiva le risorse minerarie, ad esempio, potremmo spezzare la catena alimentare di una determinata specie vegetale o di una razza animale. Come in ogni titolo sci-fi generato proceduralmente e dalla forte impronta sandbox, oltretutto, anche in No Man’s Sky ci sarà spazio per i combattimenti spaziali (scusate il gioco di parole) , anche se questi ultimi avranno un ruolo marginale rispetto agli elementi prettamente esplorativi dato che il nostro alter-ego, morendo, andrà incontro a un processo di clonazione forzata e alla privazione di tutto ciò che aveva acquisito fino a quel momento (astronave inclusa).

Sperando quindi di tornare al più presto ad occuparci di questo “Starbound tridimensionale”, vi lasciamo al terzetto di immagini odierne e informiamo chi ci segue che la data di lancio No Man’s Sky è prevista indicativamente tra la primavera e l’autunno del prossimo anno su PC e, con ogni probabilità, su PlayStation 4 e Xbox One.

 

Categorie
Mac Os MMO Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 RPG Xbox One

The Elder Scrolls Online: nuovo video sul sistema di progressione dell’eroe

Direttamente dagli studi americani di Bethesda Softworks e ZeniMax Online, eccovi proposto un nuovissimo video-diario di The Elder Scrolls Online incentrato sulle dinamiche che contraddistingueranno il level-up e l’acquisizione di esperienza da parte del nostro impavido avventuriero nel corso di quello che, come ormai saprete, sarà il primissimo capitolo esclusivamente multiplayer di questa celeberrima epopea ruolistica.

Grazie a questo filmato ricco di scene di gioco inedite, scopriamo così che l’entità dei cambiamenti apportati dagli sviluppatori rispetto al sistema di progressione di Oblivion e Skyrim è tale da averli indotti a rinominarne le meccaniche per indicarle con l’altisonante termine di “Skill Morphing”: il nuovo sistema escogitato dai ragazzi di Bethesda, in ragione del nuovo contesto di gioco correlato all’obbligo della connessione alla rete, terrà conto dei progressi compiuti nel corso dell’avventura da parte del nostro alter-ego per permetterci di sbloccare potenziamenti e punti abilità in base all’esperienza maturata, ai dungeon superati e alle sfide affrontate.

Diversamente dal passato, inoltre, lo Skill Morphing di TESO non si occuperà solo ed esclusivamente dello sblocco dei punti da spendere in attacchi, magie e abilità varie ma, al contrario, permetterà all’utente di approfondire la conoscenza del mondo di gioco consentendogli di visitare aree della mappa preclusegli fino a quel momento o entrare in istanze cooperative altrimenti inaccessibili: un aspetto, quest’ultimo, che potrebbe far storcere il naso ai puristi dell’avventura e agli esploratori più incalliti, abituati in questi anni ad immergersi nell’universo digitale di TES senza sottostare ad alcun obbligo narrativo.

Nella speranza che il sistema di progressione dell’eroe implementato da Bethesda non deprima le dimaniche di gioco open-world, vi lasciamo ricordandovi che il lancio di The Elder Scrolls Online è previsto nella primavera del prossimo anno su PC, Mac OS, PlayStation 4 e Xbox One: una volta acquistato il titolo si avrà accesso ai server di gioco per un mese, terminato il quale bisognerà sottoscrivere un abbonamento che richiederà un esborso mensile di 12,99 €. Sempre più cari gli affiti in quel di Tamriel, non trovate anche voi?

 

Categorie
Mac MMO Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox One

Nuova ondata di chiavi per The Elder Scrolls Online

ZeniMax Online ha svelato che una nuova ondata di chiavi per la beta di The Elder Scrolls è iniziata.

La conferma arriva dal blog ufficiale degli sviluppatori, per cui date un’occhiata alle email: le vostre key potrebbero già essere partite o comunque lo faranno molto a breve.

L’MMO è previsto per PC, PS4 e Xbox One nel 2014.

 

Categorie
MMO Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps3 Ps4 Xbox 360 Xbox One

Bungie è curiosa di sapere in che genere i giocatori classificheranno Destiny

In un aggiornamento settimanale sul blog del proprio sito, Bungie, in risposta alla domanda di un utente, ha parlato di Destiny e del genere cui il gioco appartiene, che miscela in egual misura azione, esplorazione, meccaniche da sparatutto e struttura da MMO.

Queste le parole degli sviluppatori: “Il dibattito sul gioco è sempre divertente ed è il benvenuto. Le idee che stanno plasmando Destiny provengono da un sacco di generi e posti diversi. Stiamo progettando con in mente i migliori elementi delle esperienze che amiamo. Come un MMO il titolo spingerà all’esplorazione, ti mette nei panni di un personaggio che si evolve lungo l’avventura ma, a differenza di un MMO, l’esperienza è costruita su un’azione adrenalinica e coinvolgente che il giocatore vive attraverso gli occhi del proprio alter ego. Non vediamo l’ora di sapere come i giocatori descriveranno Destiny una volta che lo avranno toccato con mano”.

 

Categorie
MMO Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc

Blizzard registra il marchio Warlords of Draenor

Blizzard ha registrato un nuovo marchio che sembrerebbe collegato a World of Warcraft.

Il trademark è stato posto su Warlords of Draenor alla categoria dei videogiochi ed un dominio omonimo è stato acquistato ad inizio ottobre, dando idea di un annuncio relativamente imminente.

Draenor è una località dell’universo di Warcraft, la patria degli orchi, per la precisione, ed è stata l’ambientazione principale di The Burning Crusade, la prima espansione dell’MMO.

 

Categorie
MMO Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc

Runes of Magic conquista l’Italia

Gameforge annuncia che l’MMO fantasy Runes of Magic sarà tradotto in italiano.

Il gioco, supportato da un server apposito per il mercato del bel paese, trova il suo spazio nel web e va ad affiancare le pre-esistenti versioni in lingua inglese, tedesca, francese, spagnola e polacca.

In questo modo, Gameforge prosegue i suoi piani di espansione di questo MMO Free-to-Play, il quale, tra l’altro, ha festeggiato a marzo il suo quarto anniversario.

 

Categorie
MMO Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Xbox 360 Xbox live

Titanfall: nuova video-dimostrazione dall’EB Games Expo 2013

Gli sviluppatori californiani di Respawn Entertainment non si lasciano sfuggire la ghiotta vetrina mediatica offertagli dall’EB Games Expo 2013 di Sydney e si producono in una succulenta video-dimostrazione di Titanfall.

Accompagnato dal commento a caldo del produttore Drew McCoy e del community manager Abbie Heppe, lo show organizzato dai Respawn per presentare il loro prossimo sparatutto multiplayer ai numerosi spettatori della manifestazione videoludica australiana ci offre degli spezzoni di gameplay inediti e delle interessanti dichiarazioni rilasciate dai membri più influenti del team di sviluppo per evidenziare quelli che, secondo il loro insindacabile giudizio, sono gli elementi più importanti dell’impianto di gioco eretto per dare forma a questo progetto.

Senza entrare nel dettaglio per non rovinarvi la visione di questo filmato, ci limitiamo ad evidenziare le parole entusiastiche pronunciate per l’occasione dallo stesso McCoy per prometterci che i suoi ragazzi hanno fatto di tutto per regalarci un titolo estremamente divertente e unico, specie in virtù dell’enorme offerta di FPS e della grande concorrenza con cui dovranno fronteggiarsi nei prossimi mesi:

“Il nostro team sta facendo di tutto per spingersi oltre il limite degli sparatutto multiplayer moderni. Lì fuori ci sono tantissimi giochi ed è davvero difficile ritagliarsi uno spazio ed elevarsi dalla massa, ma grazie al lavoro che stiamo portanto avanti crediamo di riuscire in questa impresa: pur essendo un FPS online, Titanfall è un gioco con una storia analoga a quella di un singleplayer, dei personaggi carismatici e delle missioni dettagliate, il nostro è un titolo che ha contenuti profondi tanto quanto quelli che la gente tradizionalmente si aspetta di vedere solo in una campagna in singolo.”

Nella speranza che i Respawn fissino finalmente la data di lancio ufficiale di Titanfall, quindi, vi lasciamo al video di cui sopra ricordando a chi ci segue che questa nuova, attesissima proprietà intellettuale debutterà su PC, Xbox 360 e Xbox One nella primavera del 2014 e che, nonostante sia sprovvista di una modalità singleplayer propriamente detta, non verrà proposta con la formula free-to-play ma come un “classico” titolo da acquistare su disco (o in digital delivery) per poter avere accesso ai server di gioco per sempre e, quindi, senza alcun tipo di abbonamento mensile (tolto quello ad Xbox Live Gold, s’intende).

 

Categorie
MMO Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Xbox 360 Xbox One

Warface: annunciata la versione Xbox 360

Già forti dell’esclusiva di Ryse: Son of Rome, i vertici di Microsoft rinsaldano ulteriormente il loro rapporto di collaborazione con Crytek annunciando quest’oggi la versione Xbox 360 di Warface, lo sparatutto multigiocatore free-to-play che gli sviluppatori tedeschi hanno realizzato per rendere più duttile il loro motore grafico (il famoso CryEngine), per inserirsi nei mercati videoludici emergenti (Russia, Cina e Brasile) e per sfruttare a proprio vantaggio il lavoro compiuto in questi anni sulla componente online della serie di Crysis.

La nuova versione di Warface riproporrà tutte le modalità, le mappe e le funzionalità cooperative e competitive dell’edizione PC, oltre alla formula freemium per permettere a chiunque di immergersi nella dimensione videoludica di questo FPS ad ambientazione moderna: essendo un titolo giocabile esclusivamente in rete, però, per poter avere accesso alle lobby multiplayer bisognerà necessariamente possedere un account Xbox Live Gold.

Esattamente come nella versione PC, inoltre, anche in quella X360 verrà data agli utenti la possibilità di creare dei clan, di modificare liberamente l’equipaggiamento del proprio alter-ego e di gestire i bonus di classe attraverso il conseguimento di gradi. Il titolo, naturalmente, sarà sorretto da un negozio interno per le microtransazioni facoltative che consentirà ai più esigenti di personalizzare l’aspetto del proprio personaggio e di acquistare delle armi aggiuntive che, comunque, non saranno più potenti delle pistole e dei fucili sbloccabili gratuitamente (ma in maniera estremamente graduale) ad ogni promozione e passaggio di livello.

I server della versione Xbox 360 di Warface apriranno ufficialmente i battenti nei primi mesi del 2014: nell’attesa di conoscere dai ragazzi di Crytek la data di lancio e l’eventuale approdo del titolo su Xbox One, vi lasciamo al video d’annuncio pubblicato di fresco sulle pagine di IGN.

Se volete vedere il trailer : http://www.gamesblog.it/post/114889/warface-annunciata-la-versione-xbox-360

 

Categorie
MMO Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 RPG

Final Fantasy 14 vendite bloccate finché i server possono essere ampliati

Square Enix ha fermato le vendite di Final Fantasy 14: A Realm Reborn il suo giorno di lancio dopo molto forte domanda sui server.

“A causa della risposta estremamente positiva per Final Fantasy 14: A Realm Reborn, che stiamo vivendo estremamente lunghi tempi di attesa per gli utenti di essere in grado di accedere e giocare”, Square Enix ha annunciato via Facebook .

“Come misura temporanea, saremo bloccare le vendite di Final Fantasy 14: A Realm prodotti digital download di Reborn in modo che possiamo accogliere tutti coloro che desiderano giocare. Stiamo lavorando per ampliare la nostra capacità del server nei prossimi giorni. ”

A Realm Reborn è ancora disponibile in negozio, su PC e PlayStation 3.

La domanda per il MMORPG ricostruito è stato elevato anche prima del lancio, con la creazione del personaggio di essere fermato anche durante un periodo di accesso anticipato .

 

Categorie
Mac Os MMO Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Sony

War Thunder: primo trailer PS4 dalla GamesCom 2013 per il free-to-play multi-piattaforma

Tra le tante anteprime viste ieri sera nel corso della conferenza di Sony abbiamo visto anche quella di War Thunder, un simulatore bellico di stampo arcade che promette una riproduzione precisa delle dinamiche di guerra in un formato di gioco multiplayer, free-to-play e multi-piattaforma. Il gioco è in open beta su PC dal maggio scorso, ma le immagini mostrate ieri a Colonia sono le prime in assoluto provenienti dalla versione PlayStation 4.

Il gioco è realizzato dai russi di Gaijin Enterntainment, già responsabili di IL-2 Sturmovik: Birds of Prey e Birds of Steel. Il lato MMO del gioco sarà amplificato dalla natura cross-platform, in cui convergeranno contemporaneamente oltre un centinaio di giocatori della versione PC e presto anche Mac (c’è una beta in arrivo) per scontrarsi su ampi terreni di gioco. Ecco come descrive l’esperienza di gioco Anton Yudintsev di Gaijin:

“Prova a immaginare più di cento aerei, carri armati e navi da guerra — tutti in lotta nella stessa mappa. Non vediamo l’ora che la nostra comunità di 3 milioni di giocatori […] si darà battaglia in War Thunder accompagnati dai giocatori PS4″.

Nel gioco troveremo oltre 300 riproduzioni storiche di aerei, imbarcazioni e carri del periodo della seconda guerra mondiale che potranno essere controllati in modo intuitivo dal DualShock 4, compresa una funzione di head-tracking resa possibile dal PlayStation Eye. Ad affiancare il lato multiplayer troveremo inoltre un sistema di personalizzazione (a pagamento ovviamente, trattandosi di un free-to-play), ma anche un lato social profondamente integrato e un uso innovativo del cloud.

Il gioco è il frutto di una collaborazione con Sony che assicurerà al titolo lo status di esclusiva per il mondo console per un tempo non precisato. War Thunder arriverà dunque a novembreparallelamente al lancio di PS4 e sarà free-to-play come la versione PC, già disponibile come beta a questo link.