Alyssa mi chiede perché non ho detto alla preside Alessandra Neri chi ha ucciso Serena Rafferty

Una volta che io e mia sorella Alyssa eravamo usciti dall’ ufficio della Preside Alessandra Neri che era grande quasi come una sala da ballo che grande . Li c’ era la cattedra della preside che era piena delle sue cose davvero molto belle , per esempio la foto dei suoi figli che adesso erano all’ Università . Per fare felice la loro madre Alessandra un giorno quando erano all’ università prima di entrarci fecero una foto in cui erano insieme e uniti ed era bellissimo vederli li insieme vicini . Poi sul davanzale vicino al vetro di una delle finestre c’ era una anta in c’ erano foto che si muovevano ed erano foto con i suoi vecchi studenti che si erano stati promossi li dentro grazie a lei . Alessandra Neri voleva sapere da noi chi era la persona che aveva fatto del male a Serena Rafferty . Serena Rafferty meritava giustizia e noi tre eravamo sicuro su una cosa lei la meritava visto che ho avevo fatto delle indagini con mia sorella Alyssa . Avevamo parlato con le persone che le cheerlader chiamano persone normali e tutti mi hanno che Serena Rafferty era diversa dalle altre cheerlader . Le altre cheerlader non aiutavano le ragazze che non erano popolari come loro . Secondo le cheerlader chi era divenuta una cheerlader era divenuta una dea in terra invece loro erano delle stronze invidiose che erano soltanto invidiose e per questo che secondo loro non dovevano essere aiutate da nessuno neanche da una cheerlader . Alyssa usci prima di me e poi usci io dopo mia sorella che aveva iniziato a guardami storta con i suoi occhi erano divenuti davvero molto cupi e si stava vedendo dal braccio che voleva darmi uno schiaffo in pieno volto . Inizialmente non me lo diede ma poi si giro di scatto e me diede uno molto forte e poi mi fece arretrare vicino al muro e mi disse in modo molto arrabbiato – MI PUOI DIRE PERCHÉ NON HAI DETTO ALLA PRESIDE CHE E STATO LAZARUS HAWKING ? . Io ero con le spalle al muro e poi le disse in modo per farle capire la situazione in modo diretto e senza girarci troppo intorno – Lazarus Hawking e il figlio dell’ avvocatore Laurence Hawking , se io avessi detto questo alla preside Alessandra Neri non ci avrebbe mai creduto visto che lui è intoccabile e noi invece non gli possiamo fare niente e poi avremmo fatto una figura di niente davanti a tutta la scuola . Alyssa penso con calma quello che avevo detto io , ci mise tre secondi per capire che quello che avevo fatto io era la scelta giusta cioè fare noi da soli le cose e non coinvolgere nessuno della nostra missione . Se doveva andare male qualcosa avremmo pagato solo noi, invece se avremmo messo di mezzo la preside Alessandra Neri lei avrebbe chiamato la Polizia , Lazarus Hawking si sarebbe messo sulla difensiva e non ottenemmo niente visto che loro non avrebbero trovato niente visto che la morte di Serena Rafferty seconda molte persone era suicidio ma quello che aveva visto la Dottoressa Amelia Neri capì che era un omicidio . 

Mando un avviso ad Annibale Santoro

Anche se non avevo prove sul suo coinvolgimento su quello che era successo al Dipartimento di Polizia di Milano e anche 26 omicidio che sembravano omicidi . Tutti i poliziotti se vedevano il corpo della vittima avrebbero detto che era suicidio e non omicidio come diceva il medico legale Cornelia de Angelis e avrebbero detto – Cornelia de Angelis nonostante la sua bravura ha sbagliato e ha detto che era omicidio ma in realtà non lo era .

Dopo tutto questi uomini non erano come noi che potevano vedere cose che gli altri non potevano vedere . Noi avevamo degli strumenti particolari che dicevano che quelli non erano suicidi ma omicidi , ma anche se avessimo portato tale prova agli altri agenti di polizia non avrebbe fatto niente , anche se li c’ erano segni di strangolamento ma non c’ erano prove contro Annibale Santoro .

Non c’ era nessuna prova contro di lui perché era stato davvero molto attento e scrupoloso e non aveva fatto nessun errore . Sui suoi omicidi non c’ erano testimoni che potevano dire cosa avevano visto e anche se c’erano lui avrebbe pagato un sacco di soldi un poliziotto corrotto o un giudice corrotto e loro gli avrebbero detto dove il testimone era e loro l’ avrebbero ucciso ma anche se lui avesse fatto tale operazione nel suo modo pulito e come aveva fatto con tutte le altre scene del crimine lui non poteva fare niente .

Alla fine usci dal distretto di polizia di Milano e mi diressi verso Ada che era li fuori a fumarsi una sigaretta ed ad aspettare il mio ritorno . Mi vide tornare e mi disse – come è andata ? . Saputo qualcosa dal capo ? , Ada voleva essere informata sulle informazioni che avevo e io le dissi mentre andavo in macchina e poi sbattendo lo sportello della macchina non troppo forte e Ada capì che non era andata molto bene e poi mi disse – adesso che si fa ? .

Io guardai Ada e disse – tu vai a casa e io mi occupò di Annibale Santoro da solo e senza il tuo aiuto . Ada quando senti che io non volevo il suo aiuto prese le chiavi della mia macchina e poi era scesa dalla macchina e le stava buttando ma io le feci comparire in mano mia e poi dissi a lei -entra dentro la macchina .

Andammo da Annibale Santoro dentro il suo covo segreto e tutto stava andando bene e la sua base era un vecchio magazzino abbandonato .

Sconfiggemmo prima i due cecchini che erano sul tetto e poi entrammo li dentro e Ada facendo finta di essere una squillo entro li dentro e sconfisse i due uomini all’ entrata con due bei calci nelle parti basse .

Poi si rimise la camicetta in modo normale e poi andammo ad affrontare Annibale Santoro che era li dentro e non poteva utilizzare i suoi poteri su di me visto che non sapeva il mio volto e io gli dissi con una voce forte – Annibale Santoro tu hai tradito questo universo .

Annibale Santoro si mise a ridere e disse – tu non puoi mandarmi in carcere , non hai trovato prove su di me e quindi dimmi che farai ora ? .

Io allora mi diresse verso di lui e io dissi – questo era un messaggio e la prossima vota quando le nostre strade un ‘ altra volta ti arresto per tutto quello che hai fatto non solo oggi ma anche dal giorno in cui sei nato e poi gli lancia una freccia che gli fece uscire il sangue sulla guancia sinistra e poi andò a finire verso il muro . Dopo ce ne andammo e lui vide che sul suo conto non c’ erano più soldi ma erano da un’ altra parte e poi vide la freccia e li sopra c’ era scritto “ Spero che il mio regalo ti sia piaciuto “ . 

Angela Ferrante ci parla di Annibale Santoro

Dopo che avevo fatto la foto dell’ uomo che aveva ucciso a sangue freddo quei due uomini al porto davanti agli occhi di Antonio Coppola . Quando eravamo tornati al presente Ada mi chiese con calma – a chi possiamo chiedere per sapere chi è nell’ uomo nella foto che hai scattato ? . Pure io me lo chiedevo e io sempre con il mio costume addosso e poi ci pensai un po’ a capire chi poteva aiutarci a capire chi era la persona nella foto che io con calma e grazie alla mia macchina fotografica gli avevo fatto la foto . Alla fine ci pensai e chi poteva sapere chi sapeva il nome dell’ uomo e alla fine capì chi era la persona che ci poteva aiutare cioè Angela Ferrante e cosi io dissi ad Ada Knight – Angela Ferrante ci può aiutare .Lei in pochi minuti ci può dire tutto su questo criminale .

Ada si stava ponendo la domande come Angela Ferrante ci poteva dire tutto sul criminale nella foto e per curiosità mi disse – mi puoi dire perché Angela Ferrante ci può aiutare . Io le dissi con calma e con molta semplicità -ora ti spiego facciamo vedere la foto ad Angela Ferrante , lei vede la foto e se non ci può aiutare lei . Possiamo mettere la foto nell’ ISM che io ho messo li e cosi lo possiamo identificare subito e Ada mi guardo e capì che io avevo avuto un ottima idea . Ci teletrasportammo nell’ufficio di Angela Ferrante e vide Ada Knight e poi vide questa persona con il cappuccio .

Angela non mi riconobbe dopotutto era con un costume ma aveva riconosciuto Ada Knight , io chiusi l’ ufficio di Angela a chiave e poi spensi la luce e poi con calma spensi il mio modificatore di voce e poi mi tolsi il cappuccio .

Angela vide me con questo costume e alla fine capì subito che volevo fare con questo e poi con calma chiese sia a me e sia ad Ada – che ci fate qui ? . Io apri la parte superiore del mio costume e presi la foto e la diedi in mano ad Angela Ferrante .

Angela Ferrante vide la foto e con calma mi disse – Ma questo è Annibale Santoro , perché avete la sua foto ? . Io sapevo che Angela Ferrante sapeva chi era ma non perché avevo avuto una visione ma perché lei aveva fatto un sacco di casi e quindi lei aveva conosciuto un sacco di criminali .

Io e Ada spiegammo come mai noi due eravamo sulle tracce di Annibale Santoro e poi chiedemmo ad Angela Ferrante di dirci tutto su Annibale Santoro .

Annibale Santoro era un mostro e aveva ucciso un sacco di persone nella sua vita e quindi dopo che mi disse in cosa altro cosa era immischiato – Daniel è molto pericoloso e quindi non lo prendere alla leggera . Angela punto gli occhi su Ada Knight e disse – sta attenta e cerca di non farti ammazzare .

Angela Ferrante mi disse – Annibale Santoro ha ucciso 26 persone e ha fatto in modo che sembrassero dei suicidi e quindi è davvero pericoloso e quindi voi due cercate di non morire . Ha fatto molti furti , rapine e omicidi molto brutti e purtroppo nessuno ha trovato una sola prova su di lui . 

Cornelia de Angelis fa l’ autopsia di Antonio Coppola

Antonio Coppola era stato ucciso , per far vedere agli altri i segni di una mano che lo aveva strangolato feci alcune foto con la eos 650d a cui avevo applicato la lente fumantrix . Ogni foto che facevo metteva in moto la lente che avevo messo sulla macchina fotografica e a ogni foto che facevo appariva i segni dello strangolamento della vittima . Prima non sapevo chi era ma appena gli avevo taccato il polso seppi tutto di lui , ma l’ ultima parte della sua storia era un mistero per me . Ma per il momento lo tenni per me , prima di dirlo a Ada Knight ci volevo capire io . Prima di dirgli qualcosa senza che lei girasse a vuoto dovevo capirlo prima io . Io ero un dottore ma per fare l’ autopsia ci voleva un dottore che era nella Polizia e quindi sul posto mandarono Cornelia de Angelis e vide sul posto una volta che era arrivata con la borsa metallica dove teneva tutti i suoi strumenti per capire tutto della loro morte .

Cornelia de Angelis si avvicino e vide vicino al corpo della vittima Ada Knight che saluto con un saluto cordiale – Salve Ada che abbiamo qui ? . Cornelia de Angelis vide una persona con un costume verde e poi chiese ad Ada Knight con molta curiosità – chi è questa persona con questo costume ? .

Io avevo sentito quello che aveva detto Cornelia de Angelis e prima di far rispondere ad Ada Knight e dire che sotto quel costume c’ero io e cosi dire a qualcun ‘altro della mia idea di nascondere il mio volto e andare su tutte le scene del crimine cosi – come Cornelia non mi riconosci ? . Cornelia non mi riconobbe per colpa della voce profonda e molto bella che avevo grazie al mio meccanismo di cambiare voce e poi capì che ero io e disse piano senza farlo sentire agli altri – Daniel sei tu ? .

Cornelia vide il mio costume e disse con molta curiosità e mentre vedeva sia dal davanti che da dietro il costume – molto bello il costume , ma adesso pensiamo al caso ?

Io presi parole mentre osservavo Cornelia de Angelis con molta attenzione – anche se sembra morto per suicidio , non è morto per quello . Grazie alla lente fumantrix ho visto che è morto per strangolamento , ma prima di procedere voglio vedere se è veramente morto per questa causa oppure no .

Cornelia de Angelis si chinò sul corpo e vide che le ossa del collo erano tutte rotte e quindi devono essere state spezzate dopo una lunga presa molto forte. Cornelia de Angelis dopo essersi chinato disse a me e Ada Knight – si è morto per strangolamento , ma adesso lo porto in obitorio e cosi voglio vedere se c’ e qualcosa altro sulla nostra vittima .

Cornelia de Angelis mi guardo il costume e disse molto curiosa – mi spieghi perché hai decise di nascondere il tuo volto ? . Io alla fine mi misi vicino al suo orecchio – mi sono fatto parecchio nemici e quindi voglio nascondere il mio volto e forse grazie a questa identità posso fare qualcosa .

Cornelia de Angelis era felice di sapere che anche se noi due eravamo andati via da The District noi cercavamo sempre di aiutare la legge .

Cornelia de Angelis fece portare dai suoi uomini nell’ Obitorio e poi si diresse verso di me e verso di Ada Knight – ci vediamo più tardi in Obitorio . Gli occhi di Cornelia de Angelis erano sempre pronti a vedere tutti e poi vide che Ada era con un carrello in mano e disse – che ci fai con u carrello in mano ? .

Ada guardò Cornelia de Angelis e gli disse tutta la verità – ero venuta qui a fare la spesa e per puro caso mi sono ritrovata in un caso di omicidio che sembrava suicidio .

Alla fine Ada fini la spesa e noi tornammo a casa per cercare di trovare un sospetto che poteva avere ucciso Antonio Coppola li dentro . 

Antonio Coppola

Antonio Coppola 27 anni , un uomo qualunque come tutti gli uomini che vivono li a Bright Falls come me . Il suo unico errore di oggi è stato entrare nel supermercato sulla 15 strada e andato li ed è morto . Questo è stato il suo unico errore ma non era cosi e con calma presi il mio telefonino e feci una foto del volto e in cinque minuti entrai in internet e capì che lui aveva debito di gioco con molte persone . Ma non erano persone normali che ti avrebbero solo ucciso con un coltello nel cuore o come avrebbe detto la mafia “ vai a dormire con i pesci “ . Queste persone erano pericolose e si poteva capire che lo erano perché non avevano avuto nessuna pietà con Antonio .

Antonio aveva perso un sacco di soldi ed era andato dai questi tizi per guadagnare soldi ma loro lo spennavano alla grande . Mi pare logico loro utilizzavano i loro poteri per truffare le carte e fare in modo che Antonio fosse confuso e poi una volta che Antonio aveva perso dissero – questi soldi che hai perso ce li devi dare insieme ai soldi che hai perso durante le nostre 16 partite . Con questa partita ci devi almeno 29 mila skulls , ti conviene trovali tutti e darceli oppure ti uccideremo e fare finta che fosse un suicidio e tu non potrai fare niente .

Antonio era davvero molto disperato e visto che il suo capo lo trattava da schifo lui non guadagnava moltissimo e quindi lui non avrebbe mai guadagnato tutti quei soldi . Per vivere aveva bisogno di soldi ma non ce li avrebbe mai ottenuti i soldi e cosi decise di scappare da Milano visto che stava abitando li da diversi anni . Ma ora mai la sua vita li era rovinata dagli enormi debiti di gioco nei loro confronti e quindi decise di andarsene a Bright Falls . La persona con cui Antonio aveva perso tutti i soldi che con gli anni aveva guadagnato con molta cura era Annibale Santoro 29 anni è davvero un uomo molto cattivo e aveva ucciso 19 persone . Vi direte come mai è ancora fuori di galera , uno cosi ci dovrebbe stare per molto tempo e chiudere la chiava .

Il punto è che ai loro occhi tutti erano morti per suicidio e per un suicidio nessun detective si muove e quindi nessuno fa delle indagini e per questo motivo lui è ancora vivo .

Annibale Santoro cero di capire dove potesse essere la loro galline dalle uova d’ ora , la persona che perdendo sempre contro di loro li faceva arricchire con moltissimi skulls . Annibale alla fine trovo due persone che avevano visto Antonio andarsene e con una dura minaccia i due cantarono e Annibale scopri che era a Bright Falls e decise di andare li a prenderlo .

Il potere di Annibale funzionava in un modo diverso dal normale , cioè gli serviva una foto e poi lui si doveva concentrare su quella persona e poi la foto diventava un po’ come viva e Annibale doveva fare solo una cosa cioè strangolare la sua vittima . Dopo una serie di ricerche lui scopri che Antonio andava in un supermercato e cosi decise di ucciderlo li , era li luogo perfetto . Un sacco di persone che si muovono e vanno avanti e indietro e cosi loro lo potevano uccidere senza troppi problemi . Vicino al supermercato dove Ada Knight e Antonio Coppola erano andati a fare la spesa ,c’ era un bar .

Annibale Santoro e i suoi uomini erano entrati in quel bar e si erano messi verso l’ ultima fila e con calma Annibale si mise li a uccidere Antonio Coppola . Nessuno vide Antonio Coppola morire , era un ‘ altro effetto del potere di Annibale Santoro .Quando il suo potere era intorno alla vittima era foschia nera e buia copriva tutta la scena e durava fino a quando lui non moriva e poi come era apparsa si diradava .

Ada la poteva vedere se stava li a vedere l’ omicidio di Antonio Coppola ma lei non l’ ha visto e per questo non ha potuto vedere la foschia e nemmeno la morte di Antonio Coppola . 

Affronto Michele Neri

Decisi di affrontarlo , lui non rispettava le leggi e poi se lui era cosi brutale con le donne non la poteva passare liscia . Lui aveva molta forza , anche troppa , quando vidi la ferita capì subito due cose su Michele Neri uno era un demone e seconda cosa che quando Cornelia de Angelis la nostra patologa forense avrebbe aperto il corpo per cercare di capire cosa era successa a lei , non avrebbe trovato il cuore . Se le mie ipotesi erano giuste , Michele Neri era un demone molto oscuro e per essere ancora più cattivo e crudele contro le altre donne lui doveva mangiare il cuore di Daniela . Michele Neri era stato accusato di Tentato Omicidio , Stupro e chissà quanti altri reati avrebbe fatto nella sua vita . Anche se Angela Ferrante mi aveva detto di lasciar perdere , andai nel suo ufficio e lo guardai negli occhi lui guardo i miei . Io chiusi la porta cosi potevamo non essere disturbati e vidi che i suoi occhi erano neri come l’ oscurità stessa e io dissi -Allora avevo ragione io tu sei un demone . Michele Neri guardo i miei occhi e videro che erano rossi e tutti e due entrammo nell’ Universing e ci scontrammo . Alla fine il duello lo vinci io utilizzando lo sguardo della penitenza e The Justice non pote fare niente , visto che lo avevo ucciso io e io me ne ero andato . Io ero alla Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e Angela Ferrante mi chiese – cosa è successo a Michele Neri ? e io le dissi – l’ ho dovuto uccidere , era un demone e quando vide che i miei vestiti erano strappati e disse – vedo che contro di lui hai avuto un duro scontro e io dissi -si , ho fatto una dura lotta e alla fine ho vinto io e ho coperto le mie tracce ho cancellato i ricordi della segretaria e ho fatto in modo che lui si fosse suicidato e cosi lui è morto e abbiamo tolto una minaccia dall’ Universing .

The Justice non so come abbia fatto ma trovò il mio numero di cellulare e disse – Vedo che uno dei due ha fatto giustizia . Io le dissi – si , l’ ho ucciso perché era un demone e tu lo sapevi in un modo o nell’ altro e adesso tu puoi smettere di nasconderti e venire fuori e tu puoi smettere di giocare al giustiziere  . The Justice mi disse – no , donne nel mondo vengono uccise in modo brutale e fino a quando succede io devo vivere e anche se uccido pero cerco di fare del bene . Secondo me tu dovresti andare in giro a fare il giustiziere , mettere una maschera e cosi andare in giro per il mondo , per il tempo e lo spazio e cosi salvare un sacco di persone , invece di stare in una scrivania o li dentro senza fare niente . Alla prossima Daniel .

Lei riattacco e io non ebbi nemmeno il tempo di dire niente , ma quello che aveva detto The Justice aveva ragione sotto stato li dentro a seguire delle regole e questo ha portato alla morte di un sacco di persone . Da quel giorno decisi che invece di stare li senza fare niente , sarei andato ovunque e avrei fatto qualcosa .

Michele Neri uccide Daniela

Daniela era tornata a casa sua e Michele Neri da lontano passo dopo passo la stava seguendo ed era li per un solo unico motivo cioè uccidere la donna che lei non era stata capace di uccidere . Michele Neri per colpa di questa faccenda , aveva iniziato a sudare moltissimo e aveva paura di tutto quello che sarebbe successo su questa faccenda . Michele Neri per nascondere per tale motivo, brucio la copia della Gazzetta dell’Universo e fece in modo che sua moglie non doveva leggere il giornale . Daniela era arrivata a casa e prima di aprire la porta vide che nessuno l’ aveva seguito e poi un po con agitazione prese le chiavi e entro dentro la sua casa . Michele Neri stava aspettando che Daniela era al sicuro e stava aspettando che lei era calma e tranquilla . Alla fine entro scassinando la porta e Daniela quando vide Michele con un coltello disse in modo spaventato – che ci fai tu qui ? ,vattene via . Daniela minaccio Michele con un coltello e Michele prese il coltello dalla mano della donna che lo aveva nella mano sinistra però le stava tremando la mano . Michele prese il coltello dalla mano e poi glielo ficco nel cuore e lei era indifesa e non poteva fare niente per salvarsi la vita e lui poi calmo e tutto per lui era tornato alla normalità e lui aveva riottenuto la calma che prima aveva perso . Prima di ucciderla con il colpo al cuore la picchio a sangue e poi la uccise e anche se lei diceva – per favore , non mi uccidere . Lui la uccise lo stesso e senza avere nessuna pietà ,oramai non si poteva fare più niente .

La Tortura dell’ Acido Solforico

Alcune volte io ho cercare di fermare i Distruttori nelle loro azione contro le donne ma non ci sono mai riuscito perché in un modo o nell’ altro . Quindo io arrivavo li lori sapevano che io ero li e se andavano e nessuna delle loro vittime c’ era . Vi posso dire questo sui Distruttori , loro fanno dei patti con delle persone alcune volte e altre volte no . Rapiscono delle persone che sono legate a quella persona e poi loro pensano che loro rispettano il patto ma loro non lo fanno mai e cercano di distruggere il futuro della persona che hanno rapito . Invece le persone che rapiscono e portano nei loro covi fanno questo , loro vogliono fare sesso con loro ma se li respingono loro dentro di loro ribolle una rabbia profonda , immensa quasi come l’ intero universo . Visto che lei l’ ha respinto è come se lui avesse perso il rispetto degli altri e per riottenerlo deve uccidere la persona che l’ ha rifiutato . Loro non la uccidono subito , loro saranno pure i Distruttori ma quando fanno una cosa sono puliti , ogni posto che ho visitato erano immacolati nessuna traccia di sangue , nessun odore che io potessi sentire e nessuna impronta o corpo . Niente di niente erano puliti i posti prima e dopo la loro venuta . Il loro modo per uccidere e cancellare ogni traccia della persona che l’ ha rifiutato è buttarla ancora viva nell’ acido solforico e assistere a quella brutale tortura senza versare una sola lacrima . Questo era l’ unico modo per riavere l’ onore perduto , solo questo e nessun altro ma se non lo vai , succede questo . Loro si mettono attorno alla persona che non lo vuole fare e gli tolgono tutto e poi lo buttano dentro l’ acido solforico . Poteva gridare quando voleva e poteva chiedere aiuto tutto il tempo ma nessuno lo avrebbe aiutato , anche se qualcuno avesse sentito avrebbe fatto questo cioè lo avrebbe lasciato li dentro a soffrire come un cane , come il più infido degli esseri . 

Assassin’s Creed 4: che cosa aspettarsi dal Pax East di Boston

Si sta per aprire il Pax East di Boston, evento dedicato a PC, videogiochi e non solo che si terrà dal 22 al 24 marzo. Qui, come ormai ben sappiamo, parteciperà anche Ubisoft con un padiglione tutto dedicato ad Assassin’s Creed 4 Black Flags in cui, tra gadget e intrattenimenti, verranno svelati nuovi dettagli sul gioco. Che cosa, dunque, dobbiamo aspettarci?

Tra le tante possibili informazioni che potrebbero essere trattate nel corso dell’evento, alcune sono più probabili di altre, come l’annuncio delle collector’s Edition. I preordini del nuovo Assassin’s Creed 4 sono iniziati un po’ in tutti gli store del settore dove, però, è disponibile esclusivamente la classic edition del titolo. Sebbene manchi ancora molto tempo al 31 ottobre, data nostrana della release del gioco, in molti stanno aspettando l’annuncio dei cofanetti che, puntuali come ogni anno arriveranno in vari formati (e prezzi) anche in quest’ultima avventura. Molte le immagini di probabili collector’s edition sono ultimamente trapelate, alcune in palese versione fake, altre un po’ più realistiche e la curiosità, a riguardo, è davvero tanta.

Quasi sicuramente arriverà un nuovo video: che cosa c’è di meglio se non alcune immagini inedite per una conferenza? Tanto più che la prossima settimana avrà luogo anche la Game Developer Conference (la conferenza annuale degli sviluppatori videoludici) evento che potrebbe riproporre alcune delle novità in merito.

Più difficile, invece, che nel Pax East si risolva la questione su chi sostituirà Desmond Miles nel corso della storyline presente di questo Assassin’s Creed 4: già nella realtà alternativa sviluppata dal DLC La Tirannia di Re Washington (il cui terzo e ultimo capitolo arriverà il prossimo 24 aprile) si stanno sviluppando alcune idee che potrebbero portarci a una soluzione del caso!

 

Angela Ferrante parte 1

Angela Ferrante nata il 23/12/90 da una famiglia benestante , molto ricca ed erano conosciuti in tutta Nexus per loro opere benefiche e per i loro contributi storici . Quando loro ebbero una figlia furono molto felici tanto che quel giorno fecero una festa e invitarono tutti i loro amici e i loro parenti più stretti e i suoi futuri cugini e cugine . Tra le varie persone che erano state invitate alla festa della nascita della figlia c’ era anche il sindaco di Nexus , Zack J . Lincol lui tra il suo albero genealogico aveva Abramo Lincol e forse molte persone importanti che adesso non ricordo . Comunque lui quel giorno non poté venire e cosi mando almeno sua figlia maggiore che molto spesso aiutava la famiglia Ferrara in molte cose . Quando alla festa della nascita di Angela videro Alice e non suo padre , gli chiesero – perché tuo padre non è potuto venire ? , Alice rispose – non è potuto venire perché doveva far iniziare i lavori della Scuola Materna e altre strutture che possono essere utili . I genitori di Angela abbracciarono Angelica e dissero in maniera molto felice – siamo contenti che tu sia potuta venire . Angelica pure lei era felice di stare li , perché si scocciava di stare a sua senza fare niente , sapendo che suo padre non poteva andarci , ci andò lei . Angelica sarà pure la figlia del presidente di Nexus , però suo padre non gli ha dato tutto subito lei come noi si è guadagnato quello che ha come il suo telefonino e molte altre cose . I genitori di Angela erano felici di vedere Angelica per un motivo perché volevano chiedere a suo padre o a lei se poteva diventare la madrina di Angela . Angelica era molto responsabile , aiutava tutti quanti con i suoi poteri e sopratutto non era viziata come alcune persone che stanno in questo mondo . I Genitori di Angela si misero sulle scale e dissero ad alta voce – potete prestare attenzione a una cosa importante , vorremo chiedere ad Angelica se vuole diventare la madrina di nostra figlia Angela . Angelica quando senti questo annuncio rimase un po’ sorpresa ma lei si avvicino a genitori di Angela e accetto questa cosa . Dopo tutti quanti iniziarono ad applaudire e si congratularono con Angelica per essere divenuta madrina di Angela . Negli anni quando Angela doveva andare a scuola e alcune volte i genitori non poteva prendere loro figlia , allora chiedevano ad Angelica di poter prendere Angela e di portarla a casa oppure se per caso loro si mettevano d’ accordo e andavano a casa di Angelica a fare le cose loro o a giocare tra loro .

Purtroppo nel mondo non esiste solo il bene ma anche il male , che in alcuni momenti è molto brutto e che può uccidere tutti e tutto . Molte persone utilizzano i loro poteri , coltelli e molto altre armi normali o armi magiche o altre cose .

Cose brutte succedono in ogni parte del mondo , ma spesso anche negli altri universi , era un giorno come un ‘ altro e i genitori di Angela non erano usciti , erano rimasti a casa perché volevano stare un po’ in pace e in tranquillità .

Una cosa voglio dire più una famiglia diventa importante e più dietro di se ha dei nemici , persone che all’ inizio non sembrano persone piene d’ odio , ma sotto odiano quelle persone con tutte loro stelle e farebbero di tutto per uccidere le persone che odiano tanto , anche fare una strage .

Quando lei aveva 11 anni lei era a scuola per un progetto scolastico che durava fino alle 16:30 di pomeriggio . I genitori di Angela erano rimasti a casa fino a quando non andavano a prendere la loro preziosa figlia da scuola . La famiglia Ferrante ha molti nemici , tra i quali criminali che alcune volte avevano fatto minacce a loro e alle persone ricche . Tra le varie persone pericolose c’ era Jane Powell , una donna di 27 anni , aveva una figlia dell’ età di Angela , lei aveva perso sua figlia quando lei non aveva prestato attenzione alla strade e ebbe un incidente stradale e cosi perse sua figlia . Inoltre lei ebbe dei problemi mentali e ogni bambina che vedeva , vedeva sua figlia di 11 .

Un giorno si era avvicinato alla casa della famiglia Ferrante e quando vide la loro figlia Angela giocare , non vide Angela ma vide sua figlia . Quando i genitori gli impedirono di toccare quella che pensasse sua figlia fu come una cosa come non si poteva descrivere . Però quella non era sua figlia , era la figlia della famiglia Ferrante , allora chiamarono la Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi per farla allontanare da casa loro . La polizia internazionale del tempo , dello spazio e dei mondi vederò che la donna aveva problemi mentali per aver perso sua figlia in un incidente stradale . Lei fino a quando la ragazzina non ebbe 11 anni , lei rimase in istituto psichiatrico , poi lei decise di andare a scusarsi per aver fatto questa cosa . Ma lei aveva un’ altra cosa in mente , di uccidere le persone che le avevano impedito di abbracciare sua figlia . Lei andò con una pistola a casa della famiglia Ferrante e prima gli sparo e poi con tutta la furia prese il coltello gli fece moltissime ferite . Quando fini il progetto , lei pensava di vedere i suoi genitori prenderla e portarla a casa sua , tutti quanti se ne erano andati a casa tranne lei . La professoressa di Matematica , che erano diventate amiche e cosi lei decise di accompagnarla a casa . Il suo portico era molto grande pieno di piante e vicino li un bel prato pieno di belle piante , ma quella era una giornata di sole , ma dopo usci la pioggia . Ad Angela non gli piaceva la pioggia , alcune volte mi diceva che quando pioveva il mondo diventata buio e quando piove succedevano cose molto brutte . Quel giorno successe una cosa molto brutta , quando Angela prese la chiave da sotto la pianta della rosa rossa amata dalla madre . Apri la porta con la chiave e davanti lei vide una scena che nessuna ragazzina dell’ età di 11 anni non dovrebbe mai vedere . I corpi dei genitori senza vita con molte ferite , Angela si mise vicino al corpo dei genitori e inizio a piangere tantissimo . La professoressa di matematica prese il telefono e chiamo la polizia internazionale del tempo , dello spazio e dei mondi per denunciare un crimine . Dopo aver chiamato la polizia internazionale del tempo , dello spazio e dei mondi , prese Angela a se , anche se con molta forza cercava di stare vicino al corpo di suoi padre . La professoressa di matematica la prese a se e la strinse a se e inizio a piangere sulla sua professoressa . La professoressa per far calmare Angela disse – va tutto bene , adesso ci sono e tra poco ci sarà la Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . La Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi arrivò e con loro anche Angelica che alcune volte lavorava per loro . La Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi arrivò , si avvicino e bussarono alla porta . La professoressa li fece entrare e appena entrati videro una scena straziante , una di quelle scene che nessuno dovrebbe vedere nemmeno una ragazzina di 11 anni . Angelica entrò e disse alla professoressa – dov’è Angela cerco di farle passare questo bruttissimo momento . La Professoressa di Matematica cioè Jane Foster disse ad Angelica , lei sapeva che era amica di Angela varie volte veniva a prendere lei Angela se c’ erano problemi . Possiamo dire che Angela e Angelica erano come due sorelle , chi può risollevare il molare di una persona , la tua migliore amica . Jane disse ad Angelica – lei è in camera sua ed è sotto shock , Angelica arrivò in camera di Angela , busso alla sua porta e disse – Angela sono io posso entrare . Angela aprì la porta ad Angelica e poi Angela andò ad abbracciare la sua migliore che era quasi una sorella maggiore per lei . Angela inizio a piangere sulla sua migliore amica e Angelica disse per rassicurarla – adesso ci sono , non c’ e più niente di cui preoccuparsi . Angela molto triste – i miei genitori sono morti , non puoi fare niente proprio per salvarsi . Angelica sentendo quello che disse la sua amica – mi dispiace , ma non posso fare niente , Angela continuò a piangere . Angelica prese uno dei tovaglioli e tolse tutte le lacrime di Angela , poi con il cuore in mano disse – se vuoi puoi venire a casa mia e da li in poi sarà li casa tua e cosi se avrai problemi o altri problemi e molte altre cose io ci sarò sempre . La Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi cercarono Angelica e poi Jane disse a loro – Angelica è andata risollevare il morale che a terra di Angela . La Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi andarono in camera di Angela e li videro una scena molto bella sopratutto la poliziotta .

Una tra le varie poliziotte che rimasero commosse dalla scena che viderò quella scena , era Claire Petrelli . Un agente di polizia molto bella , molto atletica visto che va in palestra due volte a settimana , capelli rossi e molto lisci . Lei era una donna un po’ dura , però alcune volte era tanto gentile sopratutto con i ragazzi e lei con i ragazzi ci sa fare nel senso che lei sa come compitarsi , riesce a rassicurali e li ascolta e li protegge . Angelica insieme ad Angela usci da quella stanza , Angelica si fermo davanti a Claire Petrelli e disse con tono deciso – vorrei che Angela potesse abitare a casa mia e me ne prenderò cura io come se fosse mia sorella . Certo lo puoi fare , so che tu hai già trattato come Angela come se fosse tua sorella , quindi io dico che puoi farlo , ma prima che tu possa portare Angela a casa tua , devi firmare delle carte che dicono che adesso tu ti occuperai di Angela .

Claire sotto sotto era tanto che felice che Angela avesse trovato una persona che si poteva fidare e sopratutto un posto dove andare . Angelica è da sempre stata considerata da tutti nel mondo di Nexus una persona responsabile , lei molte cose se l’ e guadagnate facendo la babysitter e salvando moltissime persone in città grazie ai poteri che ottenne con il tempo . Angela anche si era trasferita a casa di Angelica e grazie a lei aveva trovato una figura di sorella maggiore in Angelica , lei molto triste ancora per il fatto dei suoi genitori morti . La persone che aveva ucciso i suoi genitori era ancora in libertà e chissà dove era in questo momento .

Un giorno successe una cosa molto strana , non so perché successe ad Angela , però qualcuno vide che lei poteva prendere due strade . La strada del bene era molto lunga e quella del male anche quella molto lunga , Shadow Black aveva fatto molte cose nel mondo , aiutava le persone se non sapevano cosa fare e se vedeva che loro erano buone , forti e trovava grandi qualità in loro dava i poteri a loro e a farli diventare gli eroi che nel futuro lui poteva vedere . Shadow Black è un’ ombra nessuno sa chi è , come viaggia e altre cose , lui è uno dei grandi misteri dell’ universo , una volta ho provato a svelare la sua identità o a seguirlo . Dopo poco tempo lui mi ha scoperto che lo seguivo ed scomparso nelle tenebre e non l’ ho più visto , ho provato pure con tutti i miei poteri ma niente era totalmente scomparso nel nulla . Comunque lui entrò nella mente di Angela e disse – non ti preoccupare Angela , io ti voglio aiutare a superare il dolore della morte dei tuoi genitori e farti iniziare il cammino verso il tuo glorioso futuro . Angela era un po’ preoccupata per Shadow Black e disse – quindi se vuoi aiutarmi , fammi diventare più forte , voglio diventare una persona molto forte , con molti poteri . Voglio avere questi poteri per poter aiutare le persone come me e altre persone che non hanno difesa contro i criminali e contro persone terribili e senza scrupoli , mentre diceva questo discorso fatto con molto coraggio , cercava di guardarlo negli occhi . Shadow Black guardo Angela nei suoi occhi blu e quello che ci vide era la speranza , ma sopratutto un fuoco che non si spegne mai , lei era forte e decisa e pronta a fare tutto . Angela non sapeva se era riuscita a convincere Shadow Black a fare questa cosa , lo guardava nel tentativo di capire le sue intenzioni . Ti darò i poteri e ti darò anche una persona che ti permetterà di farti capire come devi utilizzare i tuoi poteri , come deve essere un eroe e sopratutto ti farò avere un grande addestramento . Angela era felice , e poi disse a Shadow Black – chi sarà la persona che mi aiuterà a diventare questo grande eroe ? , Shadow Black guardo Angela negli occhi e disse in maniera molto sincera – l’ hai già incontrata , la tua amica Angelica , è molto brava sia nel campo dell’ uso dei poteri e di molte altre cose . Quando ti sveglierai fai il mio nome ad Angelica e digli del nostro incontro e lei ti iniziare all’ addestramento sia dei poteri che di moltissime cose . Angela aveva un po’ timore per Shadow Black , ma si fidava anche di lui , Angela era cosi si fida e non si fida , però lei era pronta a tutto se per caso Shadow Black cercava di uccidere lei o persone a sua care . Perché quando Angelica era via o quando non c’ era nessuno a controllare Angela e lei si metteva a imparare da sola , alcune cose che potevano proteggere lei e la sua nuova famiglia .

Angela si era svegliata e si era ricordata quello che era successo nel suo sogno , il fatto che aveva parlato con Shadow Black e del fatto che gli avrebbe dato i poteri . Angela quando aveva parlato con Shadow Black lo aveva fatto nella sua mente e poi lui fece ritornare Angela al suo sogno e mentre lei sognava , i suoi iniziarono ad entrare dentro di lei dalla sua mente fino alla più piccola parte del suo corpo e renderla una persona con super-poteri. Angela dopo essersi svegliata alle 6 di mattina , entro in camera di Angelica e racconto quello che le era successo , del suo incontro con Shadow Black e quello che gli aveva detto .

Dopo aver pensato un po’ , Angelica decise di allenare Angela con i poteri che gli aveva dato Shadow Black , posso capire Angelica doveva sia aiutare la città ma doveva anche allenare Angela . Angelica aiutò con moltissimo impegno ad Angela , come se fosse sua sorella , come prima cose era capire quali poteri aveva ottenuto da Shadow Black .

 

Shadow Black aveva dato ad Angela poteri come viaggiare nel tempo e nello spazio , il potere dell’ elettricità , il potere di controllare gli elementi e altri poteri che per il momento non sapeva di usare e non sapeva di avere . Angela aveva capito queste cosa e poi capì che era divenuta una persona con moltissimi poteri come un po’ Peter Petrelli . Angelica allora inizio ad allenare Angela con i poteri che lei sapeva utilizzare , tipo elettricità , piegare il tempo e lo spazio e altri poteri . Ma Angelica non voglio dire proprio che non sa fare queste cose , cioè se la cava con molti poteri , io invece sono molto più bravo non solo nell’ allenare i poteri e sopratutto a far evolvere questi poteri . Shadow Black aveva scelto Angelica per aiutare Angela a diventare una grande eroina che aveva visto , perché Angelica è molto brava in moltissime cose , non solo a controllare i poteri ma anche di altre cose come vari sport e moltissime cose che Angela deve imparare . Tra le varie cose che Angela deve imparare a prendersi cura di se e moltissime cose .

 

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

Crudo e Cotto

Blog di cucina vegana

ioinviaggio

Ti disegno un cuore per riempirlo di emozioni, ti disegno un sorriso perché tu sia felice, e due ali libere per volare via, ti coloro di blu trapuntato di stelle per amarti ogni notte guardando il cielo.

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: