Categorie
1963 2014 Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Luca Marino Osservatore Osservatori Ottobre Paul Lambert

Sony Xperia Z2 di Emma Strauss

38758Una volta tornata nel 2014 grazie al mio aiuto e anche all’ aiuto di Ada Knight . Ottobre mi aveva detto che Emma Strauss era andata nel 1963 per un suo errore . Non la conoscrevo ma se Ottobre aveva fatto tutto quel cammino per arrivare a me doveva essere una cosa davvero molto importante . Paul era li ancora dentro l’ obitorio della New York University . Paul quando vide il telefonino di Emma – molto bello il telefonino . Mi puoi dire dove lo hai tenuto nascosto quando eri nel 1963 . Emma si giro verso di lui e con un gran bel sorriso – ci sono segreti che devo tenere e questo te lo posso dire . Diciamo che ho usato un nascondiglio che solo noi ragazze possiamo usare . Paul accetto quella risposta e poi disse – lo tenivi in un posto dove nessuno lo poteva vedere . Paul aveva visto come era vestita Emma – prima ti voglio fare una domanda prima che chiamiamo Daniel Saintcall . Emma era ancora girata verso di lui – vuoi sapere come mai sono vestita con degli abiti del 1963 . Adesso ti spiego tutto e centra anche Daniel Saintcall . Lui mi ha aiutato a tornare nel mio tempo e mi hai aiutato ad arrivare qui per salvarti da Luca Marino .

 

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Emma Strauss Foto Luca Marino New York New York University Paul Lambert Peter Strauss

Aspetto di Emma Strauss

818629_QBZNLIC41W25I1DJPKOBO6DJ3PSNV5_pan-am_H100946_L

Paul Lambert non ci mise molto ad accettare il segreto di Peter . Peter adesso che aveva fatto capire a Paul come era difficile la sua questione . Lo guardo negli occhi e aveva ancora quello sguardo per accettare tutto – adesso ti faccio vedere il mio aspetto . Peter si trasformo davanti a lui in Emma e vide che era bellissima . Paul vide che Emma era una ragazza molto bella e carina – sei bellissima . Emma lo vide – grazie ma sei ci stai provando sono già fidanzata . Paul non ci voleva provare – lo so tesoro che non ci volevi provare , ma era un modo rapido per dirti che io sono fidanzata . Adesso ti voglio aiutare più che mai a togliere di mezzo Luca Marino . Emma aveva sentito la sua storia su quell’ evento successo un mese prima – che ne dici se chiamiamo Daniel Saintcall e Ada Knight . Almeno noi avremo più possibilità nel salvare le prossime vittime di Luca Marino . Emma aveva avuto una idea molto buona – vedo che anche se non sei più Peter Strauss vedo che siamo una buona compagnia . Facciamo una grande squadra . Adesso diamo inizio alla missione per togliere di mezzo una volta per tutte Luca Marino .

 

 

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Luca Marino New York Paul Lambert Peter Strauss

Paul Lambert accetta il segreto di Peter

250px-AidenRender

 

Paul Lambert aveva visto i poteri dal vivo grazie a Luca Marino e non si era per niente spaventato . Non era la sua prima volta nel vedere i poteri . Paul era li in un vicolo di New York verso la 35 strada e vedeva una ragazza che era in difficoltà . Le era stato detto da una persona di usare i suoi poteri solo per difesa personale e non per uccidere nessuno . Paul era dietro a un cassonetto e non fece nessun rumore . Vedeva che il tizio era vestito tutto di nero ed era pronto a prenderla con le sue forti mani e a ucciderla con il potere della telecinesi . Paul non avrebbe potuto fare niente visto che il tizio con il costume nero lo avrebbe scagliato molto forte contro il muro . Io sapevo di quello che stava passando Marina . Sapevo di quello che faceva suo marito alcolizzato . Suo marito era divenuto tanto ossessionato da sua moglie che credeva che lo tradiva con un altro uomo . Mi misi il mio giubbotto , la mia maschera e il mio capello per non far vedere cosa avevo in mente di fare . L’uomo era li pronto a prenderla per il collo e arrivai io da dietro – non la tocchi . Federico punto il suo sguardo intriso di rabbia su di me – questa stronza mi tradisce . Adesso lei mi dice con chi mi tradisce oppure la uccido . Presi il mio manganello elettrico e stavo per usarlo . Lui usò i suoi poteri per buttarlo lontano e io non lo presi da terra ma lo feci apparire nella mia mano . Federico vide che io e lui eravamo uguali – noi due siamo uguali . Che ne dici se lo facciamo insieme . Che ne dici se insieme facciamo soffrire questa donna che mi ha tradito . Non avrei accettato per niente al mondo – scordatelo . Adesso la lasci stare oppure ti faccio vedere io come non tocchi più nessuno . Ero li pronto a vedere cosa stava facendo contro di me e contro la donna che era dietro di se . L’ uomo uso il potere della telecinesi per farmi andare via lontano e completare la punizione della donna . Il piedi non si mosse nemmeno di un metro e lui lo vide – vedo che te la cavi . Ma vediamo cosa fai se prendo un ostaggio . Federico prese Marina per i capelli neri molto forte – vediamo adesso come mi fermi . Andiamo eroe vediamo come salvi questa puttanella . Ada Knight era venuta pure con me visto che non sapeva quasi casi di omicidio usando dei poteri sarebbe avvenuti quella notte dentro New York . Molte persone hanno dei poteri e per farsi dire la verità o almeno quello che vogliono farsi dire usano i loro poteri . Ada era sul tetto del palazzo e dava proprio al retro dell’ uomo che teneva Marina per i capelli . Federico le diede uno schiaffo in pieno volto . Ada scese da li senza fare nessun rumore – che c’ e eroe finito i trucchi . Non vali niente . Ada era li dietro di lui e le diede uno schiaffo dritto verso la nuca e lui svenne a terra . Paul era li e aveva visto la scena . Una volta finito tutto venne verso di noi per vedere come stava Marina . Ada inizio a curarla non solo in modo fisico ma anche mentale . Inizio a vedere se era stata violentata oppure no e meno male che noi due eravamo arrivati in tempo prima che lo fosse . Se non fossimo intervenuti Federico avrebbe legato Marina vicino a un posto e le avrebbe tolto i vestiti e poi l’ avrebbe violentata alla grande . Paul andò da Marina e vide che lei era al sicuro . Andai verso Paul Lambert – ce la fai a portarla a casa . Ho sentito che nel tuo cuore c’ e luce e non oscurità . Portarla a casa e cosi può tornare in un posto dove non gli può succedere niente di male . Paul prima di portarla mi fece una domanda – tu chi sei ? . Io lo guardai – io sono Daniel Saintcall . Se hai bisogno di me . Chiamami . Avevo messo dentro la tasca destra di Paul un mio biglietto di visita – vedi la tasca destra dei tuoi pantaloni . Se nel futuro c’ e un problema chiamami e noi verremmo a risolverlo . Paul aveva detto questa storia ad Emma Strauss . Lei ci credette visto che sapeva chi ero io e sapeva che di me si poteva fidare . Si poteva fidare di me visto che le ho detto io come fare per farsi accettare dagli altri . Anche se all’ inizio ha avuto qualche problema alla fine tutti l’ hanno accettata per chi era e non per chi era stata . Visto che Paul aveva visto i poteri e li aveva accettati senza alcun problema accetto anche il segreto di Peter Strauss .

 

Categorie
Emma Strauss New York New York University Paul Lambert Peter Strauss

Peter Strauss dice il suo segreto a Paul Lambert

 

Tutti hanno dei segreti e tutti cercano di mantenerli ma adesso per colpa di Luca Marino , Peter aveva perso uno dei suoi segreti . Voleva passare il suo tempo li dentro la New York University come patologo forense . Nessuno doveva sapere dei suoi poteri ma per colpa di Luca il suo piano di mantenere il segreto sui suoi poteri era fallito miseramente . Peter era li nell’ obitorio e inizio a mettere tutto in ordine e poi inizio a curare le ferite sul braccio destro di Paul . Paul aveva visto come si era mosso Paul ed era troppo per lui . Peter prese delle bende e inizio a mettergliele intorno al braccio . Paul ci aveva pensato e ripensato nel modo in cui si era mosso e gli sembrava strana forte . Paul vide Peter allontanarsi da lui – tu non sei un uomo . Tu sei una donna . Ho detto bene . Peter si giro e sorrise a Paul – si hai ragione . Sono una donna . Il mio vero nome è Emma Strauss . Paul non capiva perché aveva quell’ aspetto e cosi si avvicino con calma verso di lei senza nessuna cattiva intenzione – posso sapere perché hai questo aspetto da uomo e non hai quello tuo reale . Emma non sapeva se dirlo oppure ma poi decise di farlo – I miei genitori Daniele e Daniela sono due agenti dell’ FBI . Quando aveva 9 anni e li ho visti fare il loro lavoro gli ho detto il mio piano . Cioè quello di essere un grande agente dell’ FBI . L’ unica cosa che hanno fatto e ridermi in faccia e dirmi che non ce la potevo fare . Dicevano che io non ci sarei mai riuscita . Dicevano che io ero inutile e che per quanto ci provavo non ci sarei mai riuscita ad entrare e farlo . Invece ce l’ ho fatta e anche li nessuno credeva mi . Mi guardavamo come tipo per dire “ togliti di mezzo . Ritirati . Questo non è il posto adatto a te “ . Cosi alla fine ho deciso di fare una cosa avere un aspetto maschile e poi alla fine far vedere a tutti che ero io Peter Strauss . Dovevi vedere che faccia hanno fatto tutti . Nessuno ci credevano che tutti quei casi erano stati risolti da me . Paul era li vicino a Emma e non capiva perché gli stava dicendo tutto questo – perché mi stai dicendo la tua storia ? . Emma era li con lo sguardo verso di lui e vedeva che aveva quello sguardo pronto a comprendere tutto anche questo evento che stava succedendo – vedo che i tuoi occhi sono ricolmi di fede . Non sei come le altre persone che non credeva a quello che dicevo io . I tuoi dicono che tu credi a tutto quello che dico io e per questo che te lo sto dicendo . Paul si mise su una sedia – per te sarà stato molto difficile stare cosi e sopratutto passare da un corpo a un altro . Ci sarà voluto una grande fiducia in se stessi . Passare da un corpo a un altro ti poteva far avere un grande esaurimento e sopratutto non poteva distinguere tra il vero te e Peter Strauss . Emma aveva scelto la persona giusta per dire tutto questo – vedo che ho trovato la persona giusta per essere accettata . E stato difficile visto che se non stavo attento potevo perdermi per sempre . Se sbagliavo potevo perdere il mio vero io e restare cosi . Ma mano male che questo lo facevo solo una volta e poi facevo vedere il mio vero aspetto a tutti . Certo alcuni erano arrabbiati per essere stati messi in tronco da una ragazza . Però tutti pensavano che i casi che risolvevo li avevo causato io per avere del lavoro da fare . E per questo che ho studiato e sono diventato medico legale . Paul sapeva che era stato difficile visto che era stata accusata da tutti i suoi colleghi di aver ucciso queste persone . Lo pensavano perché solo lei era stata capace di risolvere quei casi in poco tempo . Paul accetto Emma Strauss per quello che era – adesso ci sono io . Se mi fidavo di te quando pensavo che tu eri Peter Strauss mi fido di te anche quando mi farai vedere il tuo vero aspetto Emma .

 

Categorie
Aida Brown FBI Luca Marino New York New York University Paul Lambert Peter Strauss

Luca Marino cerca di uccidere Peter Strauss

 

Luca aveva nascosto una microspia li dentro visto che aveva fatto dei controlli su Peter Strauss e aveva visto che non era un semplice medico legale ma era un grande agente dell’ FBI che non era più in servizio . Lui stava ascoltando tutto li dentro e poi decise di non stare li a sentire . Decise di entrare in azione . Con il potere della telecinesi chiuse la porta dell’ obitorio . Paul stava per andare via visto che non voleva essere li mentre succedeva il putiferio li dentro . Ma la porta era stata chiusa a chiave . Luca accese il microfono della sua microspia e disse ad alta voce e con un modificatore di voce – Spero che tu e Paul siate pronti . Oggi morirete per mano mia . Peter Strauss ex agente dell’ FBI . Tutti ti ricorderanno per l’ omicidio di Sarah White e Aida Brown , Farò in modo che sia stato tu a ucciderle . Invece per Paul ho altri piani . Lui verrà ucciso sempre qui dentro ma dirò che lui ha provato a fermare il Serial Killer mentre distruggeva i cadaveri di Sarah White e Aida Brown . Paul non rimase li fermo immobile , inizio a cercare la microspia che era molto piccola . Luca aveva nascosto la microspia sotto un tavolo li dentro ma erano troppi da controllare . Paul aveva un ottimo udito e inizio a cercare di capire da dove proveniva il rumore . Se toglievano di mezzo la microspia Luca non poteva sentire quello che succedeva li dentro . Peter inizio a cercare sotto la sua scrivania ma li era troppo ovvio . Paul era vicino al tavolo operatorio di Sarah White e sopra non trovo niente ma sotto la trovo . Mise un po’ di forza nel braccio e la distrusse . Luca sapeva che Paul o Peter l’ avrebbero trovata e adesso avrebbe dato inizio alla loro morte . La prima cosa che fece volare nella stanza furono i bisturi contro il braccio di Paul . Paul non li vide visto che era girato verso Peter per dirgli che aveva trovato e distrutto la microspia – l’ ho trovata e l’ ho distrutta . Adesso Luca è tagliato fuori da questo posto . Peter era li e vedeva che dei bisturi molto affilati stavano andando contro il braccio di Paul – attento . Guarda dei bisturi stanno andando contro il tuo braccio . Paul non fece in tempo a scansarli e uno gli fece un piccolo graffio e punto contro Peter e lui fu più veloce . Il secondo fece lo stesso e stava andando contro il cuore di Peter Strauss . Li vicino c’ era un piccolo contenitore di forma molto lunga e lo fermo per bloccare il bisturi . Il terzo andò contro la testa di Paul ma si fermo per toglierli solo qualche capello e stava andando in mezzo agli occhi di Peter . Peter aveva dei poteri e rallento il tempo e cosi lo prese in tempo prima che morisse . Paul aveva visto che Peter aveva fatto una cosa che era dell’ incredibile – mi puoi dire come ha fatto ? . Lei mi ha detto che è soltanto un normale agente dell’ FBI . Mi ha mai detto che ha dei poteri . Il piano fatto da Luca non era ancora finito anzi era appena iniziato . Dentro l’ obitorio c’ era una bella sega circolare per aprire il cranio delle persone morte . Luca con il potere l’ aveva accesa e stava puntando contro la testa di Paul . Prima di questa mossa Peter guardo Paul in faccia – ragazzo che ne dici se prima cerchiamo di restare vivi e vegeti da questa trappola e poi ti faccio vedere di cosa sono capace . La sega circolare era sempre più vicina alla testa di Paul . Peter chiuse gli occhi e fermo il tempo . Da dietro le sue spalle fece uscire una lunga spada che era molto bella . Andò con grande velocità li vicino alla sega circolare e la taglio in due come se fosse un samurai pronto ad agire . Il tempo torno a scorrere in modo normale e Paul vide la sega circolare tagliata . Si girò verso Peter – mi puoi dire cosa è successo ? . Peter mise la sua Katana dietro le spalle – Luca ti ha messo la sega circolare vicino alla testa . Io ho rallentato il tempo e l’ ho tagliata in due . Il piano di Luca non aveva funzionato . Luca decise di andare via da li ma prima ebbe un messaggio telepatico da Peter Strauss “ bel piano . Ma non ha funzionato . Riprova sarai più fortunato . Ti prendiamo Luca Marino . “

 

 

Categorie
Luca Marino New York New York University Paul Lambert Peter Strauss

Paul parla con Peter Strauss

 

Il piano di Paul di minacciare Luca Marino per non far uccidere non solo altre ragazze ma anche i loro ragazzi era fallito alla grande . Paul doveva minacciare Luca e invece era stato lui minacciato da Luca . Luca adesso aveva dei poteri e Paul aveva provato il primo su di se . Se non lo lasciava stare il suo corpo non funzionava più come si deve visto che lui senza nessuno scrupolo avrebbe distrutto tutte le ossa del corpo di Paul . Poi si sarebbe ferito lui in qualche parte e da li iniziava la sua grande recita e sembrare una vittima e non un mostro . Paul non ci era riuscito e adesso molta gente sarebbe morta per causa sua . L’ unica cosa fece fu tornare dal suo amico Peter Strauss e dirgli come era andata . Una volta tornato nell’ obitorio Peter era li vicino al corpo di Sarah White e stava aspettando Paul . Peter senti i suoi passi – è andata male giusto ? . Pensavi che una persona con dei poteri si sarebbe fatta minacciare come se fosse niente da una persona senza poteri . Paul pensava che anche se Luca aveva i poteri era sempre lo stupido scemo che prendeva in giro – pensavo che Luca era il solito scemo che prendevo in giro e ci ho provato . Forse ho fatto una scemenza o una grande pazzia . Ma la prima cosa che mi ha detto e che lui ha ucciso Sarah White . Peter applaudi Paul per il suo grande coraggio e poi si fermo – ci sei riuscito . Peccato che non lo puoi usare . Nessuno ti aiuta visto che l’ hai ottenuta in modo disonesto e quindi Luca dirà che tu sei venuto li e gliela presa con la forza . Quindi anche se l’hai presa e lui in vantaggio a noi . Peter sembrava saperne qualcosa in più su queste persone con i poteri – sembri sapere molto su queste persone con i poteri . Dimmi di più . Se lo voglio sconfiggere mi serve sapere tutto su queste persone con i poteri . Peter decise di accontentare Paul – prima cosa dimentica tutto quello che sai su Luca . Adesso quello è un nuovo Luca . Il Luca Marino che prendevi in giro e picchiavi non esiste più . Adesso lui ha dei poteri e ha con il se l’ oscurità . Adesso una grande forza oscura guida la sua mano e il suo corpo . Lui è stato tanto forte da usarli per essere una persona nuova . Tutti e due dobbiamo stare attenti visto che se conosce persone come lui . Cerca di colpire noi . Paul era li dentro il prossimo obiettivo di Luca Marino e non lo sapeva – perché credi che lui voglia colpire questo posto ? . Anche se Peter non lo aveva visto di persona ma era dentro la mente di Luca . Anche se era da tempo che non lo faceva aveva usato le sue grandi capacità da Criminologo per capire cosa avrebbe potuto colpire Luca Marino . Ci aveva pensato per molto tempo – penso che voglia venire qui non solo per uccidere me . Ma anche distruggere le prove che faccia pensare a tutti che è un omicidio . Paul non ci aveva pensato visto che aveva la mente annebbiata dalla rabbia che provava per Luca . Non gli era piaciuto il modo in cui era stato trattato da Luca . Era pieno di rabbia che avrebbe potuto distruggere tutti gli armadietti della scuola oppure distruggere il muro con un pugno . Paul Lambert e Peter Strauss adesso erano degli obbiettivi nella lista di cose da fare per non essere tratatto come un Serial Killer ma come un uomo che era innocente e non colpevole . Dentro l’ obitorio ci sono gli attrezzi giusti per morire in malo modo . Anche se Luca non era li dentro però sapeva dove erano le cose e cosa potevano fare gli attrezzi . Luca sapeva che i bisturi e tutti gli attrezzi erano molto ben affilati e se usati nel mondo giusto potevano uccidere una persona come se qualcuno avesse intenzione di sventrarlo . Luca aveva intenzione di uccidere Paul Lambert e Peter Strauss in una lotta . Avrebbe fatto che Peter era il colpevole di questi due omicidi e Paul era morto da eroe .

 

 

Categorie
Aida Brown Luca Marino New York New York University Paul Lambert Sarah White

Aida Brown

 

Aida era una vera stronza e anche se una sua amica si era suicidata per lei non era un giorno per non fare niente ma secondo lei era il momento giusto per prendere l’ iniziativa e far uscire Paul con lei . Aida 25 anni ed era una vera stronza e ed era una persona davvero cattiva . Aida era innamorata in segreto di Paul Lambert che studiava Criminologia e adesso ci vedeva uno scopo in quel suo lavoro . Paul non si dimentico di Sarah White non solo dentro la sua mente ma anche dentro al suo cuore e decise di fare sul serio e dare tutto se stesso per rendere onore a Sarah . Aida non aspetto nemmeno un giorno per cercare di far uscire Paul con lui . Aida andò nell’ alloggio 178 dove era Paul , busso alla porta . Una volta entrata vide Paul immerso in un sacco di libri sulla Criminologia e li c’ erano foto e informazioni sull’ omicidio di Sarah White . Paul vide alla porta Aida e non la fece entrare visto che era occupato nel cercare di trovare il responsabile di Sarah .– non puoi passare stasera ora sono occupato . Sarah vide che Paul era turbato e stava per chiudere in faccia la porta ad Aida e lui la fermo – per favore devi uscire e non pensare alla morte di Sarah . Lei è morta e io sono qui . Paul aveva sentito delle voci su Aida ma non sapeva se erano vere oppure . Paul aveva sentito che quando lei era al liceo e una sua amica che era fidanzata con il ragazzo che voleva non aspetto nemmeno un giorno e gli chiese di uscire dopo il ragazzo aveva detto addio a quella persona . Paul non ci credeva ma poi lo vide con i suoi occhi – allora le voci che ho sentito dire sono vere . Non hai aspettato un giorno di chiedermi di uscire . Sarah è morta poche ore fa e tu cosa fai mi chiedi di uscire . Togliti dalla mia vista mi fai vomitare . Paul gli chiuse la porta in faccia e non gli rivolse più la parola visto che per i suoi occhi era un vero mostro e non una persona . Aida non aveva un cuore o se ce lo aveva lo aveva venduto oppure distrutto e mandato chissà dove lei . Tutti sapevano che non andavano d’ accordo e tutti pensavano che era stata lei a uccidere Sarah White . Tutto portava a lei visto che era l’unica persona con un movente per uccidere Sarah White . Pure Paul pensava che era stata lei visto che ai suoi occhi era un mostro e solo un mostro era capace di fare una cosa del genere . Luca aveva sentito dire che Aida era la responsabile della morte di Sarah la notte scorsa e si arrabbio moltissimo . Tutti i Serial Killer sono felici di trovare un capro espiatorio e farlo incastrare al posto loro ma Luca non lo era visto che avevano pensato che era il lavoro di una semplice stronza e non di un serial killer . Luca allora decise di darsi una calmata e torno in camera sua e sbatte la porta in modo molto brutto e nervoso come se dentro di lui era scoppiata una rabbia quasi disumana . Luca si mise alla sua scrivania e decise di uccidere di nuovo e questa volta toccava ad Aida Brown . Luca prima che tutti davano il contributo della morte di Sarah ad Aida Brown , la voleva già uccidere visto che quando Paul aveva detto quelle cose in faccia ad Aida era li . Luca era presente e aveva sentito ogni singola parola ma invece di andare li e sostenere Aida fece un piccolo sorriso visto che era felice di come stavano procedendo le cose . Luca vedeva che grazie ad Aida Paul stava soffrendo molto di più e adesso grazie all’ omicidio avrebbe un grande vuoto nel cuore . Aida era nel parcheggio della macchina e cercava dentro la borsa le chiavi della macchina e il telefonino per dire a sua madre che stava tornando a casa . Mise le mani nella borsa ma non trovava niente e per trovare le cose che gli servivano mise la mano destra nella borsa che era sulla sua macchina che era di colore blu . Luca con il suo costume nero non si avvicino molto e poi fece volare la borsa lontano da lei verso 279 metri . Aida alzo gli occhi e vide la borsa li lontana e capì che nella oscurità c’ era qualcuno . Li dentro non aveva niente per proteggersi e quindi adesso non era una stronza che poteva dare una bella lezione a qualcuno ma era una vittima . Luca li nella oscurità e grazie alla sua rabbia la telecinesi la prese subito . Luca aveva fatto venire da lei Aida e la teneva stretta nella sua morsa e poi la uccise e prima di uccidere – tu sei solo una stronza e adesso sei morta . Luca la uccise e poi la impicco come aveva fatto con Sarah White . Luca entrò nella università e vide Roberta Arcieri che era li vicino al suo armadietto . Luca si avvicino a lei visto che era amica di Aida – sei venuto per farmi uno scherzo . Roberta guardo gli occhi di Luca ed erano tristi – sono qui per dirti una cosa su Aida . Non so come te lo devo ma devo farlo . Roberta si mise a piangere – non è vero . Aida non è morta e viva e vegeta . Roberta usci a vedere , alzi gli occhi al lampione e vide il corpo senza vita di Aida li sopra al lampione e si era suicidata . Luca abbraccio Roberta – posso capire il tuo dolore . Anche se Aida mi odiava le volevo bene come una vera amica . Se posso fare qualcosa per te me lo devi solo dire . Luca con questo omicidio aveva inferto un altro colpo al cuore di Paul .