Nuovo Universo Get Even

Mi travestiti con il mio costume per nascondere il mio volto e cosi essere il Dominatore di Poteri e con Ada Knight e Kratos Black , Pandora Black , Aqua Saintcall . Era scoppiato una guerra e tutti avevano paura lo potevo vedere dallo sguardo della gente e sopratutto da come si muoveva l’ esercito . Anche se noi eravamo su un tetto di un palazzo lontano dalle strade principali Ada Knight che aveva visto da lontano i militari e poi guardo me e mi chiese con molta calma e davvero molta curiosità – secondo te come mai i militari stanno facendo cosi ? .

Io le potevo vedere da lontano , per il momento non avevo l’ arco o la spada in mano ma perché i militari non mi avevano dato l’ impressione per uccidere tale impressione . Con calma apri la parte di sopra il costume e grazie al mio cacciavite sonico e senti una fonte vitale . Io mi diressi verso gli altri con uno sguardo serio – verso 260 metri c’ e una persona . Andammo li e trovammo una ragazza imbavagliata. La donna di cui non sapevo il nome era  in un magazzino abbandonato con molti murales e alcuni erano davvero molti belli e posso dire che il posto era davvero molto brutto , lurido e davvero pieno di polvere . Andando in avanti trovammo due cose che attirarono la nostra attenzione , ma prima di Aqua che ci fece notare il sangue a terra e poi più avanti un telefonino rotto . Con calma io li guardai e dissi a loro – ricordate non possiamo intervenire con la storia . Se lo facciamo dovremmo vedercela con dei mostri che ci vogliono uccidere e faranno di tutto per far tornare la storia come era prima . Ricordando questo vedemmo come si svolgeva alcune situazioni e Ada Knight con la sua nuova macchina fotografica fece delle foto niente mali del luogo e di alcune situazione .Per il momento questo abbiamo scoperto e non vi possiamo dire di più .

 

Annie Claus dice a Babbo Natale cosa ho fatto per proteggerla

Anche se avevo conosciuto solo da oggi Annie Claus pero la volevo proteggere , visto che io e Babbo Natale siamo amici da moltissimo tempo e visto che lui protegge con molta attenzione le cose a cui tiene e lui sa combattere anche con le spade e quando deve proteggere sua moglie o sua figlia Annie sfodera tutto il suo coraggio . Io voglio molto bene a Babbo Natale sopratutto perché io e lui siamo amici e non voglio che lui perda sua figlia , adesso è la persona più felice al mondo e sono stato io che l’ ho aiutato a creare il Natale e a fare in modo che lui potesse fare questa cosa per rendere felici tutti i bambini del mondo e per questo mi va di proteggere Annie Claus . Annie Claus dopo che aveva scoperto queste cose che avevo fatto per la sua protezione , decise di dirlo a suo padre . Io di Babbo Natale mi fido e quindi Annie lo puoi dire a lui . Annie Claus andò da suo padre e disse – ti devo parlare , Daniel mi ha fatto dei regali bellissimi . Babbo Natale chiese a sua figlia – tesoro Daniel che regali ti ha fatto ? . Allora lei con calma disse – Daniel mi ha fatto in modo che io potessi parlare con la renna che lui ha salvato . Poi mi ha dato dei mondi in cui lo posso contattare se sono in pericolo oppure no e devo dire che sono dei regali bellissimi e mi sento protetta sia con te ma anche con Daniel . Babbo Natale le disse – sta facendo il suo lavoro , cioè aiutare tutti e non lo fa per guadagno o per altro ma perché lo vuole fare e basta . Poi vi ho visti li fuori e siete divenuti subito amici e come sua amica non vuole che tu venga ferita o uccisa ecco perché lui ti protegge e ti ha dato tutti questi modi per contattarlo . Annie era felice di sapere che era protetta da persona che le volevano bene , la prima era suo padre Babbo Natale e quando lei era in pericolo lui prendeva le sue armi e sconfiggeva qualsiasi nemico che voleva attaccare la sua piccolina . L’ altra persona ero io e per il momento la proteggevo perché inizialmente era mia amica ma poi come vi ho detto nel 2029 ho scoperto che lei faceva parte della mia famiglia e mi piaceva moltissimo avere una cugina a cui fare visita e aiutarla a fare qualcosa di bello per il Natale . Babbo Natale disse a sua figlia con gentilezza – anche se lo hai conosciuto da poco tempo , lui ti sta trattando come una sua amica e se in alcuni momenti non ci sono io o tua madre che ti possiamo proteggere ci sarà lui e lui lo farà per sempre come noi . Annie era davvero molto felice di sapere che ogni volta che aveva bisogno di me , io c’ ero per lei e pure a me piaceva aiutare moltissimo le persone che sono in difficoltà oppure che stanno per essere uccisi da creature oscure solo perché sono buone . Annie Claus si stava ancora chiedendo chi potevano essere tali creature che hanno provato a uccidere noi e la sua renna e meno male che c’ ero io oppure questa situazione poteva andare a finire non molto bene . Se Annie sarebbe morta Babbo Natale sarebbe caduto in basso e il Natale non sarebbe più stato un evento bello ma un evento bruttissimo e quei giorni di gioia si sarebbero trasformati in giorni di tristezza e tutti i bambini del mondo non avrebbero provato la felicita che tutto ora provano . 

 

Annie Claus si prende cura della renna

Dopo che lei aveva finito di parlare con suo padre di una cosa su di me e sulle nostre famiglie che siamo imparentati ma lo scoprimmo solo nel 2029 tramite una lettera interdimensionale . Per scoprire questa cosa parlammo con i miei genitori e per mia cugina Annie cioè i suoi zii e per questo dico che io e lei siamo parenti . Solo nel 2029 lo abbiamo scoperto visto che negli ultimi anni ho dovuto fare diverse cose e ho avuto parecchie cose da fare solo in un certo giorno del 2029 l’ ho potuto chiedere attraverso la lettera interdimensionale . Annie andò a vedere come stava la renna che io avevo salvato da queste creature di neve che volevano uccidere sia me e sia Annie . Non lo so chi li abbia mandati ma chiunque fosse mi voleva morto e anche a Annie ma non ci è riuscito . Annie andò a dare da mangiare alla renna che io avevo salvato e inizio ad accarezzarla ma c’ era una cosa che io avevo fatto oltre a curare la renna ma le avevo dato la possibilità di parlare con Annie . Lei vide vicino al collare della renna un foglio , Annie lo prese e io inizia a scrivere – Ciao Annie , scusami se me ne sono andato cosi senza salutarti . Io ho fatto un ‘ altra una cosa con la renna cioè ho fatto in modo che tu potessi parlare con te . Ti chiederai perché l’ ho fatto ? . L’ ho fatto come un ‘ altro regalo per Capodanno e mi sono detto quando tu stai qui al Polo Nord ti serve protezione e quando non ci sono io ti può aiutare questa magnifica renna di nome Annie . Quando l’ ho curato le ho guardato dentro e ho visto che è una renna femmina molto bella e se la curi con attenzione come curi il Natale in questo sono sicuro che lei ti proteggerà con tutta se stessa . La renna andò vicino a Annie e non la colpi anzi fece in modo che lei la potesse curare e prendersene cura e poi le dissi – mi puoi da bere e da mangiare . Annie prese da bere e da mangiare e con gesti morbidi e affettuosi accarezzo la renna e poi Annie le diede da mangiare e da bere . La renne andò vicino a Annie e le disse in maniera molto gentile – grazie Annie , pure io mi chiamo Annie e grazie per avermi salvata da quelle creature . Altre persone non l’avrebbero fatto invece tu si , grazie ancora . Se hai bisogno di aiuto basta che mi chiamo e io per farti andare da qualche parte o perché ti serve aiuto io verro . Annie andò dalla renna e la accarezzo e lei – non c’ e di che , prendermi cura degli animali e del natale e compito mio. Se tu avessi bisogno aiuto o sei in pericolo chiamami e io dovunque sono o qualunque cosa sto facendo mollo tutto e verro da te e ti salvo in qualunque pericolo tu ti trova . Annie alla fine porta la renna nella stalla e poi quando rivide il mio messaggio era scomparso e lei si chiese – come mai ? . Io la contattai telepatico e le dissi – Adesso come vedi il foglio è vuoto , ed è vuoto per fare in modo che tu mi possa contattare e io ti posso togliere dai guai in cui tu ti sei messa . Basta che mi scrivi qualcosa e verrà mandato a me . Annie torno in casa e prese una penna e scrisse un messaggio – Grazie dell’ aiuto Daniel ,ma perché mi aiuti ? . Io le scrissi – anche se ci siamo conosciuti da poco , aiutare le persone è il mio compito . Per esempio ho aiutato tuo padre e l’ ho fatto perché lui aveva bisogno di aiuto e io l’ ho fatto e farlo lo stesso con te . Basta che mi dici in che problema ti sei messa e io verro li per aiutarti in ogni momento e se non ci sono io , ti puoi aiutare mia sorella . La prossima volta verrò con lei e se avessi un qualche problema di cui io non ti posso aiutare . Sicuramente ti puoi aiutare mia sorella . Annie era felice e scrisse – grazie per tutto questo Daniel . Ho saputo che i tuoi genitori sono morti e mi dispiace molto . Se avessi bisogno di parlare di qualcuno di questa cosa lo puoi fare con me . Io scrissi a Annie – grazie Annie e ancora Buon Capodanno , fa un buon viaggio per Los Angeles e spero che il tuo viaggio sia bello come quello che hai fatto di due anni . A presto cara . Annie mi ringrazio dicendo – alla prossima Daniel . 

Annie Claus mi chiede aiuto per curare una renna

Una renna era andata con le altre a prendere qualcosa da mangiare e da bere per ritornare in forze e aveva fatto un lungo viaggio che per trovare qualcosa da mangiare e da bere . Non si trovava molto da bere e da mangiare visto che alcune volte le cose rimangono congelati e quindi per trovare qualcosa dovevano andare da molte parti e li ci sono molti pericolosi tra le quali la neve . La neve spesso e intelligente e alcune volte fa male alla gente e cerca di uccidere le persone e pure gli animali come renne o altri animali che sono li nella foresta dove ci sono moltissimi animali piccoli e carini . Annie Claus e io stavamo fuori dalla casa di Babbo Natale e avevamo iniziato una battaglia di palle di neve e Annie si stava divertendo tantissimo . Ma alla fine poi vide una renna che era ferita a 20 metri da noi e Annie andò da lei e poi mi chiese – Daniel aiutami , questa renna e molto grave . Io andai dalla renna , la accarezzai e poi la curai e alla fine la salvai e la renna fu molto affettuosa per me e con Annie . Tutti e due ‘ avevamo salvata e poi quando pensavamo che il pericolo era finito ma poi la neve divento dei pupazzi di neve e ci accerchio . Io mi distanzia da Annie Claus e presi la mia spada e colpi la neve e loro diventarono neve . Ma poi loro ritornarono uguali e alla fine decise di utilizzare il potere del fuoco e loro si sciolsero in pochi minuti e alla fine Annie e la renna non erano più in pericolo e Annie mi chiese – Daniel che cavolo erano quelle creature ? . Io guardai Annie Claus – non lo so nemmeno io che cosa erano quelle creature , quando tornammo a casa di Babbo Natale . Loro avevano visto la scena e disse – stai bene Annie ? , Annie disse sia a suo padre e a sua madre – si sto bene , mi ha salvato Daniel . Babbo Natale mi guardo e disse – grazie Daniel per aver salvato mia figlia Annie . Grazie ancora Daniel . La moglie di Babbo Natale abbraccio la figlia e disse – meno male che stai bene e poi si rivolse a me – Grazie ancora Daniel e meno male che sei venuto qua . Avevo salvato Annie e lei poi venne verso di me e disse – grazie ancora Daniel , prima di andarmene da li io dissi a Babbo Natale e alla sua famiglia e dissi a loro – Io staro qui per vedere se siete al sicuro e se questa minaccia per il momento e finita e poi me ne vado da qui . Babbo Natale mi guardo e disse – va bene Daniel e grazie ancora e tu sei come uno di famiglia se vuoi rimani tutto il tempo che vuoi e se hai bisogno di aiuto basta che me lo dici e io ti aiuto . Io dissi a Babbo Natale – grazie Babbo Natale e adesso io ti aiuto perché è il mio compito e anche tu per me siete una di famiglia e spero che voi siate al sicuro contro ogni minaccia e vi proteggo contro le minacce più terribili e cosi voi sarete al sicuro . Annie Claus mi offri dei biscotti al cioccolato che aveva fatto lei con le sue mani e come le faceva la moglie di Babbo Natale erano buonissimi e fatti con molto amore e con molta gioia e devo dire che lei era bravissima e in cucina era bravissima e faceva delle cose molte belle . Per favore tali biscotti aveva chiesto aiuto a sua madre e lei era molto brava a insegnare e Annie era stata molta brava a seguire le istruzioni di sua madre . Annie era andata dove ero io e poi mi mise la mano sulla mia spalla sinistra e mi chiese – Daniel vuoi un biscotto ? . Io ne presi uno e io le dissi – grazie per questi biscotti cosi buoni e sono ottimi . Annie era felice che questi biscotti che aveva fatto lei mi era piaciuti molto e poi mi disse – ci sono ancora questi nemici ? . Io la guardai – no , se ne sono andati . Sono qui per vedere se tornato ma adesso io farò questo se mi da un foglio e una penna e io ti scrivo il mio numero e cosi mi puoi chiamare se ti serve il mio aiuto .Annie prese un foglio e io mettendomi sul tavolo della scrivania e io scrissi sul foglio il mio numero di cellulare e poi Annie mi chiamo per vedere se le aveva dato il numero giusto e il mio telefonino squillo . Poi me ne andai , come era comparso io ero scomparso e Annie mi stava per chiedere una cosa e vide che io ero scomparso . 

Angelica Wood parte 3

Angelica Wood era li con Federica e Angelo e molto volte la ragazzina aveva provato ad andarsene li senza non farsi vedere o sentire a Federica ,ma Federica sentiva tutto ed era davvero molto abile a sentire tutti i rumori e Federica la fermava a tutti i costi . Angelica aveva visto Federica muoversi e capì che nel suo passato ci doveva essere qualcosa che non aveva detto né a me e né ad Angelo e a tutte le persone che lei conosceva e capì che lei doveva essere una grande ladra professionista . Angelica per chiedere questa cosa aspetto che Angelo se ne andò a prendere le cose dalla sua persona di fiducia , la persona che dava mele e le altre cose che Angelo vendeva nel suo negozio . Una volta che Angelo se ne andò , Angelica andò con calma verso Federica che stava mettendo via i suoi ferri del mestiere di medico e le disse – Tu eri una ladra , giusto o sto sbagliando ? .

Federica voleva sapere come aveva fatta Angelica a capire che nel passato , lei è stata una grande ladra – l’ ho capito da come ti muovi e sopratutto anche dal fatto che ogni cinque minuti ti guardi fuori per vedere se qualcuno ti ha seguito , ecco come l’ ho capito . Angelica alla fine chiese a Federica – per favore , te lo chiedo per me mi puoi aiutare a capire come rubare e sopravvivere nella città senza essere ucciso da nessuno . Federica la guardo e disse – ho finito quella vita e non la voglio ricominciare , per favore non chiedermi più una proposta del genere e adesso per favore mangia qualcosa e lasciami in pace . Angelica aveva capito che aveva toccato un nervo scoperto e poi lascio un po’ in pace Federica e si andò a mangiare due belle mele fresche che Angelo aveva nel suo negozio . Federica penso a quello che aveva appena fatto e disse – lei vuole il mio aiuto e se non glielo do lei potrebbe morire di fame e di sete , per il momento non siamo stati scoperti ma prima o poi qualcuno vedrà che noi abbiamo troppe scorte di cibo o troppa acqua e uno verrà e scoprirà che Angelica Wood e qui e subito lo dirà a The District o peggio si vorrà fare giustizia da sola . Federica andò da Angelica e le disse con calma – scusami se mi prima ti ho detto quelle cose , ma se questo addestramento da ladra ti può servire a salvare la tua vita allora lo farò tesoro . Federica non voleva affrontare questa storia perché uno dei suoi amici ladri e stato catturato durante il suo ultimo colpo e lui sta dando la colpa a Federica per quello che è successo quel giorno . Angelica dopo aver mangiato le mele andò da Federica e disse – grazie per il tuo aiuto e come dici tu spero che questo addestramento mi possa aiutare a capire come sopravvivere in città e nell’ Universing , lo spero tanto . Federica disse ad Angelica che domani mattina le avrebbe insegnato come rubare senza essere visti da nessuno , ma anche a nascondere le proprie tracce e molte altre cose . Le cose che Angelica doveva imparare per essere una ladra esperta erano tante e loro aveva al massimo due mesi prima che loro furono scoperti e Angelica trovare un nuovo rifugio . Nei due mesi successivi Federica insegno in modo perfetto tutto quello che sapeva fare cioè coprire le sue tracce , camuffarsi , rubare in tutti i modi non letali che sapeva Federica e molto altro . Angelo era davvero molto sorpreso nel vedere quante cose che non sapeva su Federica e poi Federica scopri una cosa che lei non sapeva su Angelo cioè che lui era davvero molto innamorato di Federica . Federica si stava chiedendo come mai Angelo non le toglieva gli occhi di dosso e chiese ad Angelica – hai visto che Angelo non mi toglie gli occhi di dosso e Angelica le disse – secondo me è innamorato cotto di te . Federica non sapeva cosa fare e alla fine Angelica diede una spinta a Federica e grazie a lei che Angelo era innamorato di Federica e grazie a lei scoppi la loro storia d’ amore nel primo mese e Federica era davvero molto felice e fu grazie ad Angelica che la loro storia di amore era scoppiata . Federica quando li vedeva che loro si baciavano si comportava come ogni ragazzo che vedeva i genitori baciarsi cioè fece finta di vomitare . Federica la guardava e diceva ad Angelica – e inutile che fai cosi tanto la schizzinosa su queste cose , un giorno prima o poi lo farai pure tu con il ragazzo e Angelica disse – no non è vero . 

Faccio una chiacchierata con Ada Knight e parliamo con Angela Ferrante della nostra decisione

Dopo aver parlato con The Justice , vidi Ada verso di me e le dissi – ti devo dire una cosa nel mio ufficio e Ada disse – non me la puoi dire qui ? e io le risposi con uno sguardo serio – no , te la devo dire la . Andammo nel mio ufficio e io chiusi la porta – ti voglio chiedere una cosa , so che sarà una follia oppure no , ma te lo devo chiedere lo stesso . Ada non capiva cosa gli volevo chiedere e disse – che follia mi vuoi chiedere ? , io la guardai negli occhi e la sparai – ti va di andartene dalla Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e invece di seguire delle leggi che non rispetta nessuno e vuoi viaggiare nel tempo , nello spazio e nei mondi e dovunque andiamo e a salvare miliardi di persone e quando lo vogliamo noi . Ada ci penso un secondo alla giornata di oggi e vide che non siamo riusciti a salvare delle vite e penso se facciamo da soli e fare tutto da soli noi ne possiamo salvare miliardi . Ada alla fine dopo averci pensato un po disse – si , mi va tantissimo .

Insieme andammo a parlare con Angela Ferrante , una volta entrati io chiusi la porta e io dissi a lei – Angela ti dobbiamo dire delle cose . Angela voleva sapere cosa le volevamo dire e parlo Ada e in modo molto schietto – io e Daniel ce ne vogliamo andare dalla Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi per poter andare da soli e cosi salvare un sacco di persone . Angela non era arrabbiata e disse – se lo fate per salvare un sacco di persone allora si , ma cercate di non causare troppi problemi . Io e Ada stavamo per dare i nostri distintivi ma Angela ci fermo e disse – teneteli , cosi se siete in qualche problema voi potete andare da tutte le parti senza che nessuno faccia delle domande . Ma fate attenzione e sopratutto anche se voi non siete agenti della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi qualcuno mi farà delle domande e voi fate qualcosa in modo sbagliato con quelli e mi faranno un sacco di  domande . Quindi Daniel te lo chiedo come amica , non come tuo capo visto che non lo sono più cerca di non causare troppi danni e proteggi Ada Knight e io dissi con assoluta certezza – va bene ,lo farò . Ada mi chiese – Daniel ma adesso io dove vado ad abitare , la casa che mi hanno dato era per Detective e visto che non lo sono più adesso non so più dove abitare e io dissi a lei – No problemo , tu aspettami li e io ti vengo a prendere con il T.A.R.D.I.S e Ada disse – vale a dire che io adesso viaggio con te e abiterò li nel T.A.R.D.I.S e Ada era felicissima di fare questa cosa con me .

Michele Neri

Michele Neri un avvocato di 27 anni , ha una moglie e una figlia e come lavoro lui fa l’ avvocato divorzista . Lui nel suo lavoro vede un sacco di donne che stanno con uomini cattivi o che sono state cattive con loro . Inizialmente lui era buono con loro ,troppo buono ma il tempo rovina tutto e anche la calma e la tua pazienza e nessuno ci poteva credere che lui alla luce del sole era un gentile avvocato divorzista e di notte di trasformava in un mostro che picchiava , violentava . La stampa aveva dato un nome a questa donna cioè The Justice perché aveva fatto una cosa che la legge non aveva fatto e quindi lei era acclamata dagli altri . The Justice ci mise poco a capire che Michele Neri era un mostro di notte , una creatura oscura che per sfogare la sua rabbia e frustrazione , usava le donne e se loro dicevano qualcosa lui rimaneva fuori le sbarre e loro invece erano donne disperate e dicevano che era colpa sua ma . La legge avrebbe creduto più a una donna oppure a stimato avvocato che lavorava con le persone di un certo valore e solo perché lo avevano accusato loro lo stesso non potevano fare niente perché le donne erano senza prove e quindi senza prove non ce niente e lui rimaneva fuori in carcere .

The Justice  vide l’ articolo della stampa della Gazzetta dell’ Universo e c’ era scritto ” Donne accusato avvocato di successo e lui rimanere fuori ” . The Justice disse se e se ” bel modo di fare giustizia ” , alla fine decise di intervenire ma in vari modi . Il primo passo che fece fu clonare il suo cellulare e poi lo segui e quando gli aveva dato quella paura che ogni persona aveva cioè quella di essere seguita . The Justice lascio il suo simbolo li sul suo ufficio e nel luogo dove lui potesse vedere il suo simbolo e da quella cosa significava che lui era nella sua rete e significava che se lui avesse fatto un ‘ altro passo nella cattiva strada lui sarebbe intervenuto .

La domanda era ci sarei arrivato prima io oppure lo avrebbe ucciso lei io come per altri cinque omicidi li avrei dopo quando sarebbe stato troppo .

Chiedo ad Angela Ferrante di censurare le informazioni sul mio conto

Ore 11:34 del 25/10/2013

Era presto e decisi di andare nel mio Dipartimento e li c’ era il mio capitano Angela Ferrante con Beatrice e stavano per starci poco li e poi tornare a casa loro per festeggiare il Natale con i loro parenti . Io entrai e chiusi la porta a chiave e io dissi ad Angela – Mi devi fare un favore ? . Angela sapeva che era una cosa davvero molto importante , se non andavo di persona poteva essere non importante ma visto che ero li Angela m chiese – Daniel cosa posso far per te ? . Io la guardai e le chiesi – devi censurare le informazioni sul mio conto e Angela quando senti queste cose disse – per quale motivo e spero sia importante questo motivo ? . Io la guardai e dissi – e davvero molto importante . Vedi questi poliziotti corrotti e questo male nel mondo . Ci sta e prima o poi qualcuno si farà delle domande su di me e prima o poi capirà chi sono io . Quindi ti voglio chiedere di censurare il mio passato e anche alcune cose della mia scheda . Te lo chiedo per favore , se non fosse importante non te lo avrei chiesto e sopratutto non sarei venuto qui a chiedertelo di persona . Beatrice stava ascoltando e disse ad Angela – Lui mi ha salvato la vita , gli devi un favore e anche grande . Fagli questo favore , fallo per me . Angela senti le parole di sua figlia Beatrice e disse sia a me e sia a lei – lo farò visto che grazie a te Daniel io sono felice e sopratutto perché mi hai dato una persona che posso considerare mia figlia . Angela prese il mio fascicolo e tolse tutte le informazioni su di me e prima che io me ne andassi – come mai mi hai chiesto questo Daniel . Io alla fine glielo dissi – Se uno sapesse chi sono in realtà avrebbe paura , visto che durante la Guerra dell’ Universo i Dominatori di Poteri hanno fatto delle cose davvero molto brutte e per questo se uno sapesse che sono uno di loro avrebbero paura le persone che provo ad aiutare . Invece se divento un simbolo di speranza e sopratutto sarò incorruttibile tutti quanti non avranno paura di me . Dopo queste mie parole Angela Ferrante disse – Spero tu riesca a fare questa cosa che dici tu e sopratutto cerca di fare attenzione a quelle tue numerose azioni folli e io dissi a lei – Stai parlando di quei piani in cui in modo folle riesco a riparare le cose o in un modo o nell’ altro riesco a liberarmi da qualche pericolo e Angela disse – si quelli , sta attento .

Cassandra inizia a scoprire le sue abilità da Angelo

Da quando aveva iniziato a lavorare li nel negozio di abiti di Francesca , Cassandra aveva imparato molte cose e alcune le erano risultare particolari e davvero molto strane . In alcuni momenti parlava lingue che non conosceva e altre invece sapeva fare cose che le altre persone non sapevano fare . Ma lasciate che vi spiego meglio queste due situazioni . Un giorno era entrata una donna francesca dell’ alta borghesia aveva saputo che il negozio di Francesca era davvero molto bello e voleva avere un vestito e disse in francese – J’ai besoin d’une robe en deux jours et je suis venu ici pour me faire prendre des mesures et me demande de le faire (Ho bisogno di un abito in due giorni e sono venuto qui per me prendere azione e mi chiedo di fare) . Francesca purtroppo non sapeva nemmeno una parola di francesce e poi Cassandra a un certo  che non sapeva nemmebo lei come aveva fatto ma tiro fuori un dio di accento francesce che sembrava essere nata li in Francia , visto che parlava benissimo la lingue e disse – Suivez-moi, et je prends aussi des mesures et pour demain, je fais la robe, si elle passe les trois Je vous laisse vous préparer.(Mi segua pure e io le prendo le misure e per domani le faccio il vestito , se passa per le tre ve lo faccio trovare pronto ) . Cassandra inizio a  prendere le misure della donna francese e una volta finito Francesca chiuse un attimo il negozio e disse in modo molto sbalordito – si può sapere dove hai tirato fuori quell’ accento francese e Cassandra che era stupita pure lei disse a Francesca – a saperlo , so soltanto che l’ ho fatto e basta . Dana aveva sentito e aveva visto la scena e disse a Cassadra e a Francesca – ci è riuscita perchè è un angelo . Francesca non ci poteva credere e poi disse – quello che ha fatto nel negozio l’ altra volta è normale . Non credo oppure se hai visto le ferite che aveva sul corpo prima di lavorare sono guarite come se non ci fossero mai state . Francesca ci aveva pensato e disse a Dana che non poteva più tornare a casa sua – Lo so che è speciale però la voglio trattare come se fosse mia figlia e se tu non fossi tanto dispettosa alcune volte potrei fare lo stesso con te piccola brinconcella . Francesca aveva visto gli occhi di Dana ed erano come quelli delle altre persone che l’ hanno attaccata le altre volte e disse – Se Cassandra è un angelo tu che sei un demone ? . Francesca non ci poteva credere e disse a lei – non mi pare tu sia un demone , secondo me vuoi far pensare di essere un demone ma tu sei un agioletto sotto e poi tu hai un aspetto cosi carino che non ti ci vedo proprio a essere un demone . Cassadra intervenne e disse – lei è un demone , per non vuole far del male a nessun umano . Francesca chiese a Dana – ti va di restare qui e per un essere una famiglia con tua sorella Cassandra e lei disse – si mi va .

La seconda situazione fu quando da sola Cassandra era andata in un bosco a prendere un pò di mele per mangiarle ma aveva visto un piccolo cerbiatto ferito al cuore . Era andata nella zona più interna della foresta perchè aveva scoperto che li c’ erano le mele più succose e dentro l’ erba c’ era un piccolo cerbiatto ferito da una freccia ed era dentro il suo cuore . Cassandra era nel panico non sapeva come aiutare il piccolo cerbiatto , inizio ad accarezzarlo , se toglieva la freccia sarebbe morto . Cassandra non sapeva cosa fare ed era entrata nel panico e decise di fare questo tolse la freccia e poi sapendo che non poteva fare più niente per il cerbiatto inizio a piangere e mentre lo accarezza inizio a uscire qualcosa di luminoso dalla mano di Cassandra e curo l’ animale . Il piccolo cerbiatto andò vicono a Cassandra e le inizio a leccare il viso e invece Cassandra lo stava accarendo e visto che l’ aveva curato l’ animale inizio a spingere da dietro Cassandra per farle trovare le mele molto più buone . Prima di andò decise di accarezzare il piccolo cerbiatto e poi se ne torno al negozio , era andata nella foresta perchè Francesca e pure lei voleva le cose fresce e al mercato non le aveva trovate e cosi Cassandra aveva deciso di andare lei nel bosco a prenderle .

Daniel Saintcall 15/12/2013

Decisi di tornare indietro nel tempo al momento in cui Cortana era intera , dovevo andare prima che John-117 si risvegliasse dal coma in cui era e prima della sua avventura in cui avrebbe perso Cortana . Io ero li davanti alla sua cella di refrigerazione di John-117 e grazie a un mio dispositivo feci una scansione del punto dove era Cortana e con calma ci mise davvero molto tempo e alla fine ottenni tutti i dati . Prima di andarmene da li inizia a cercai oggetti , pezzi e qualcosa per modificare e cosi riportare in vita Cortana . I dati che avevo erano moltissimi e già a vederli scorrere con i miei occhi capì che era bellissima e sopratutto sapeva fare moltissime cose . Apri il dispositivo in cui era Cortana e maggior parte dei pezzi erano fusi o bruciati . Allora con calma dovetti andare a cercare gli oggetti e i pezzi necessari , visto che su quell’ astronave non trovai niente che mi poteva aiutare a sistemare Cortana . Andai in tutte le parti e piano e facendo con attenzione sistemai tutti i pezzi di Cortana e vidi se riuscivo a far partire Cortana . Prima di immettere i suoi enormi dati dovevo farla partire , se non partiva potevo lasciar perdere tutti quei codici che avevo preso dalla scansione . Prima di accenderla e notai che c’ era una striscia di codice che diceva che Cortana le sarebbe di nuovo tra sette anni , ma io dovevo fare in modo che funzionasse per sempre . Con calma iniziai a cercare una soluzione , poi con calma apparve sulla mia linea telefonica la Rete e vide che stavo lavorando alla I.A e ce la stavo mettendo tutto me stesso ma non trovavo una soluzione e alla fine chiesi – Rete mi puoi aiutare , devi impedire che questa I.A si spenga tra sette anni e possibile fare questa cosa oppure no . La Rete e io insieme tramite computer risolvemmo il problema per fare questa cosa rimani alzato fino alle 7 di mattina .Alla fine dissi alla Rete – grazie per il tuo aiuto . Ma come facevi a sapere che stavo lavorando su questa cosa e la Rete mi disse – Daniel io sono tre passi in avanti a te e saprò sempre cosa stai facendo e dove ti trovi e poi chiuse la telefonata . Alla fine accesi Cortana ed era partita e quando lei mi vide si sta facendo un sacco di domande e io inizia a dire – Non ti ricordi niente , per colpa di quello che ti è successo i tuoi dati sono stati cancellati ma io sono riuscito a riprenderli e adesso te li rimetto . La collegai al mio computer e con calma dentro Cortana entrarono un sacco di informazioni sul suo passato e su tutto quello che sapeva su John-117 . Ci vole davvero molto tempo per esattezza fino alle 16:30 ci volle per completare il suo processo e alla fine lei mi disse -Grazie per avermi aiutata e io dissi – Non c’ e di che, tu eri in pericolo e quello che hai fatto all’ ultimo secondo e cercare aiuto e hai trovato me e io ti aiutato . Ma ho fatto molto di più , adesso non impazzirai più per colpa del tuo codice . Se ti ricordi tu non avevi più le tue facoltà mentali e per colpa di questo tu non sei riuscita a trattenerti e per questo sei morta . Io e una mia amica ti abbiamo modificata il codice e adesso non succederà più . Cortana alla fine mi chiese – Mi puoi portare da John-117 , io la guardai e le dissi – prima di portarti da lui devo controllare se tutto va bene e se non hai più problemi . Controllai Cortana e tutto andava bene e alla fine decisi di fare quello che andava fatto cioè riportare Cortana a John-117.

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

ioinviaggio

Ti disegno un cuore per riempirlo di emozioni, ti disegno un sorriso perché tu sia felice, e due ali libere per volare via, ti coloro di blu trapuntato di stelle per amarti ogni notte guardando il cielo.

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: