Il Parco Vittoria

Il Parco Vittoria è stato creato dalla madre di Vittoria Rosetti per avee un posto dove sentirsi una persona normale e non essere vista come una persona con dei poteri. Spesso i nostri poteri o vengono risvegliati da una persona perchè sono già dentro di noi, altre volte invece sono genetici cioè se li avevano i nostri genitori allora ce li hai pure tu. Nel caso di Vittoria Rosetti è cosi e lei ha deciso di usare il Parco della Vittoria come modo per imparare a usare il potere della natura cosi lei se lo apriva al pubblico oppure no poteva conquistae i giovani con le sue abilità e cosi far vedere al mondo che esistono persone con poteri buone. Mentre Roberta Rosetti madre della Principessa Vittoria Rosetti ha avuto paura a far vedere al mondo che lei ha questi poteri al mondo. Lei invece ha fatto vedere al mondo che lei era una normale Regina che era in gamba, sapeva andare bene a cavallo e aveva relazioni importanti. Ma nel 1839 era importante anche i poteri visto che tutti li nascondevano visto che a quel tempo non c’ ea ancora un luogo dove tutti potevano usare i loro poteri senza essere guardati dall’ alto verso i basso. Solo nel 1845 ci sarebbe stato un luogo cioè l’ Universing e li tutti potevano vivere in pace. Certo pure li ci sono problemi tra razze, ma mentre sulla Terra si vedeva una persona con i poteri e la disprezzava alla grande e loro potevano solo nascondersi tra la gente invece li nell’ Universing loro potevano alzare la voce e farsi sentire e far vedee a tutti che una razza non aveva paura dell’ altra. La Regina Roberta Rosetti aveva paura di essere vista diversa, lei era già vista diversa visto che era importante non solo come persona importante di Orion City ma per i poteri lei poteva essere vista come uno dei tanti diversi di Orin City. Per le strade di Orion City venivano viste persone con i poteri e invece di essere chiamati persone loro venivano chiamate in modo dispezzativo dalle persone cioè ” I diversi di Orin City ” . Il Parco della Vitoria era veramente enorme pieno di rose e altri fiori, metà del lavoro era stato fatto dalla Regina Roberta Rosetti e l’ altra parte del lavoro è stato fatto dalla Principessa Vittoria Rosetti e anche da Erin Miller. Grazie al Parco della Vittoria lei ha trovato un posto dove stare e una famiglia da chiamare veramente famiglia, fino al momento della tragedia visto che i Distruttori hanno spento la speranza di Erin Miller e prima di andare via le hanno detto mentre le calpestavano la mano con uno stivale militare molto grande – tu sei un mostro e i mostri devono fare solo una cosa. Scappare per vivere. Tu non hai una casa e non meriti una casa. Con quelle parole hanno cercato di toglierle la voglia di vivere e lei ha deciso di tornare a casa sua e ha deciso di stare li fino a quando le acque non si erano calmate. Roberta e sua figlia Vittoria senza dirlo a nessuno volevano usare il Parco della Vittoria come un modo per dare aale persone con i poteri un posto dove stare, un posto dove usare i propri poteri senza essere giuficati dall’ alto verso il basso o senza essere visti come dei mostri da abbattere. Il Parco della Vittoria è affianco alla Reggia della Famiglia Rosettia che governa su Orion City con pace, srenità e giustizia.

Wayward Pines – Episode 1.05 – The Thruth

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501Con Ada Knight ero riusciuto ad entrare dentro Wayvard Pines per dare un occhiata in casa e sopratutto alla scuola di quel posto . Volevo vedere li cosa succedeva visto che dentro la città , i bambini non c’ erano . Era come dormivano , mangiavano e fare i compiti li dentro . Cioè volevo capire cosa rendeva speciali quei bambini che erano li dentro . Io e Ada non avevamo mai visto i bambini in città . Non li avevamo visti comportarsi da bambini o ragazzini cioè fregarsene delle regole e fare feste o cercare di scappare da questa città cosi noiosa visto che li non c’ erano eventi o feste che potevano divertirli . Sembrava che loro erano gli studenti perfetti e cosi dovevano restare . Una volta dentro la scuola , io e Ada diventammo invisibili e li dietro a uno specchio vedemmo i ragazzi e ragazzine tutti in piedi e reggevano una candela in mano . Stavano facendo qualcosa , ma non sapevamo cosa . Forse li stavano condizionato mentalmente e stavano cercando di far capire a loro che nessuno dev uscire da questa città . Due persone stavano vedendo questa cosa e vedevano se avevano successo oppure no

Dentro la Wayward Pines Academy Studens , c’ erano tre studenti dentro una stanza . Uno di loro era Ben e gli altri non sapevamo i loro nomi . Erano li seduti su delle sedie , come se qualcuno li dovesse selezionare o votare per qualcosa

Tutti e tre erano fermi su queste sedie e tutti e tre avevano paura perchè non sapevano cosa stava per succedere .

La donna che li aveva fatti mettere in quella stanza , era Megan Fisher . Prima di uscire aveva fatto loro una foto con una macchina fotografica degli anni 50 o 40 . Sopra la foto e sopra la testa dei ragazzi c’ era scritto 001 , 002 e 003 . Non sapevo cosa stava a significare . Ma doveva essere grave visto che forse significava che uno dei tre o tutti e tre se ne dovevano andare dalla città nel modo più brutto cioè la Morte

Megan Fisher prima di uscire dalla stanza in cui c’ erano questi tre ragazzi , fece loro una foto come ho detto e poi ci ha messo questi numeri sopra

Ben sta partecipando pure lui a questa cerimonia molto speciale e poi lo chiamano per qualcosa

Ben e gli altri suoi amici sono li sopra al palco e poi vidi che alcuni ragazzi se ne stavano andando . Forsse loro tre dovevano fare una cosa , che avrebbe resa la loro scuola fiera . Forse dovevano fare questa cosa davanti ai loro compagni . Forse uno di loro aveva provato a scappare dalla scuola e da questa città e adesso questa persone o queste persone , devono essere punite con la morte .

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

ioinviaggio

Piego e ripiego la mappa del tuo Infinito in un origami d’amore

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: