Categorie
Ada Knight Alice Olivieri Arya Strong Carmilla Olivieri Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Roberta Olivieri Roberto Olivieri

Dico a Carmilla di dirci tutto di lei

 

Anche se parlato con Carmilla , sapevo che non voleva dire la verità . Non ci voleva dire niente visto che secondo lei era una questione personale . Si poteva capire da alcune cose , per esempio il modo in cui ci guardava . Ci guardava come quegli occhi rossi e pronti a dirci sempre che noi non ci dovevamo interessare in questa storia e che ne dovevamo restare fuori . Ma eravamo li e li rimanevamo visto che dovevamo aiutare una ragazzina di 11 e fino a quando non era al sicuro non ce ne andavamo . Carmilla era nella stanza di Roberta con noi e poi ci lancio uno sguardo molto brutto ed era lo stesso degli altri . I nostri occhi rossi si incrociavano ed erano fissi come quelli di due cowboy ed quel momento in cui tutti rimane in silenzio . Non c’ e fiato , non c’ e parole , non c’ e nessun rumore solo noi e i nostri sguardi . Carmilla con passo lento e deciso venne verso di me che ero vicino alla porta per uscire e invece Ada era vicina a Roberta che stava dormendo con quell’ aria calma e davvero molto soffice . Carmilla una volta vicina a me , mi stava ancora vedendo con quello sguardo e poi mi disse con un piccolo sussurro e fece in modo che sua sorella Roberta non poteva sentire – tu e Ada potete venire fuori . Io feci con la testa ad Ada di uscire e dopo aver le dato un caldo bacio sulla fronte venne verso di noi e andammo verso l’ uscita della stanza di Roberta . Io la stavo guardando con uno sguardo meno brutto e la teneva fissa ancora visto che non sapevo cosa voleva fare . Carmilla si fermo vicino alla macchinetta del caffè e ci disse – ve ne dovete andare . Di mia sorella Roberta e della mia nemica , mi posso occupare io da sola . Io avevo sentito il nome di Mononoke e sapevo che se lasciavo da sola Carmilla non viveva più di un giorno anche se era stata allenata da lei – non ce la potrai mai fare da sola e poi io ti stavo guardando storto e anche Ada perché sappiamo che tu non hai detto tutta la verità . Mentre dicevi quelle cose ho sentito dei suoni e quando li sento , so che quella persona mi sta dicendo delle stronzante . So benissimo che non vuoi far soffrire tua sorella , ma come tutti lei merita la verità . Siamo qui fuori per convincerti a dire tutta la verità . La verità che tua madre ti ha detto quando eri li a casa sua un anno prima di essere uccisa e poi devi dire tutto su questo demone a tua sorella . So che forse una volta sentita può cambiare opinione su di te , ma la verità ti potrà togliere un peso dal cuore . Carmilla sapeva che io avevo ragione e decise di dire tutto a sua sorella Roberta – ho deciso gliela dirò . Gli dirò tutta la verità a mia sorella . Carmilla con passo lento e deciso e con noi dietro tornammo in camera di Roberta dove li c’ era Arya che vedeva se c’ era qualche demone oppure no . Arya era li per salvare Roberta ma voleva anche sapere di più su questo demone , visto che come noi sentiva che Carmilla non aveva detto tutto non solo a lei ma anche agli altri . Una volta tornati in stanza Carmilla prese una sedia e si avvicino al letto di Roberta . Roberta si sveglio e vide che li c’ era Carmilla che aveva la mano dentro la sua mano e quando la vide sveglia – sono cosi contenta che tu sei qui . Carmilla si alzo dalla sedia con calma e tolse i capelli dalla fronte e cosi fargli vedere pure dall’ altro occhio – io sono sarò sempre qui . Ma adesso tocca a me fare qualcosa per te . Roberta non capiva quello che diceva sua sorella e una volta messa con la schiena dritta e una volta alzata la parte superiore del letto chiese alla sorella con uno sguardo un po’ serio e un po’ deciso – che vuoi dire ? Di che cosa stai parlando ? . Carmilla si mise sulla sedia con le gambe una sopra l’ altra e sapeva che questo momento sarebbe arrivato da un momento all’ altro e decise di farlo visto che dentro di se sentiva un peso e per andare in avanti e superarlo doveva dire tutta la verità a sua sorella – Ho deciso che è arrivato il momento in cui ti devo raccontare tutto . Tutta la verità e anche se è molto brutta la devi sentire visto che è successo veramente . Roberta e non solo lei ma anche noi decidemmo di ascoltare la sua storia che era molto brutta , ma era una storia vera e non inventata .

 

 

Categorie
Arya Strong Demone Demoni Foto Mononoke Roberta Olivieri

Demone visto da Arya nei ricordi di Carmilla

Carmilla non aveva detto una cosa ad Arya e sarebbe che lei sapeva chi era il demone che faceva tutto questo e il suo nome era Mononoke . Arya aveva visto quel demone nei ricordi di Carmilla . Carmilla a Mononoke si era conosciuto all’ inferno durante il suo salvataggio dentro l’ inferno . Mononoke fece diventare Carmilla una grande cacciatrice come lei . Arya la vide sopratutto perchè fu Carmilla a voleva fargliela vedere . Stava spingendo a vedere quei ricordi visto che non sapeva se fidarsi della sua mente oppure no . Arya adesso sapeva cosa voleva dire Carmilla e sarebbe a dire – e stata lei a fare questo a Roberta e a me . Visto che uno dei ricordi che ha fatto vedere e il suo intervento nel quasi omicidio di Roberta qualche mese prima di tutto questo . Arya la vide in pieno volto ed era bellissima ma questo non significa che dentro di lei non scorra il sangue di una grande e potente sanguinaria . Ecco l’ aspetto del demone che Arya ha visto nella mente di Carmilla . Il simbolo che ha sul petto gli impedisce di farla andare non solo dal posto in cui sta ma anche da un corpo che sta possedendo .

she-wolf

Categorie
Alice Olivieri Arya Strong Carmilla Carmilla Olivieri Demone Demoni Roberta Olivieri Roberto Olivieri

Arya parla con Carmilla

 

Arya usci per prima dalla stanza e poi fu seguita da Carmilla con un passo lento e calmo . Si misero a parlare non davanti alla porta di Roberta , ma in un stanza che era vuota e molto oscura . Arya una volta chiusa la porta dopo che era entrata Carmilla senza farsi vedere da nessuno . Carmilla voleva sapere perché era li dentro con una invocatrice – perché siamo qui dentro ? . Adesso era Carmilla che non si fidava di questa invocatrice – siamo qui dentro per farti fare una cosa . In un libro sui demoni che ho letto . Ho letto sulla 156 che i demoni più esperti possono far vedere a un invocatore i proprio ricordi . Vorrei che tu facessi questa cosa su di me . Cosi posso vedere se quello che hai detto non solo a me ma anche a Roberta sia una cosa vera oppure sono state tutte bugie . Tu potrai dire bugie ma la tua mente potrà dire la verità . Carmilla non si poteva tirare indietro visto che questo era il momento giusto per far vedere a un invocatore che si poteva fidare di lei . Questa era una grande opportunità visto che poteva far vedere ad Arya di non essere solo cattiva , ma di essere una persona che ha dovuto sacrificare davvero molto per vivere . Arya e Carmilla si presero entrambe le mani e Carmilla ad alta voce inizio a dire un incantesimo nella antica lingua dei demoni . In pochi minuti Arya era dentro la mente di Carmilla . Il primo ricordo che vide fu che lei era nata da Alice che era stata violentata e per questo decise di non tenere la bambina . Il secondo ricordo che vide fu quello in cui a 10 anni scopri i suoi poteri e li utilizzo per uccidere due demoni che erano dentro due uomini di colore e che stavano cercando di uccidere un uomo . Grazie a quell’ azione vide che poteva fare del bene , ma la sua vita sulla Terra fini a 15 anni quando fu uccisa in un massacro . Arya vide che la sua vita nell’ inferno e vide che fu infernale e vide che era un posto dove Carmilla per vivere doveva combattere giorno dopo giorno e non aveva un attimo di respiro e vide pure gli eventi dedicati alla nascita di Roberta . Vide che era felice di avere una sorellina e aveva deciso di buttare tutto all’ indietro . Quello che aveva fatto Alice era passato visto che un anno prima di morire aveva trovato i suoi genitori e loro gli spiegarono perché presero quella decisione . Carmilla lo accetto visto che era una cosa fatta con il cuore e non fatta senza il cuore . Carmilla per sapere dei suoi genitori si fece male a un braccio volontariamente con un coltello e andò in un ospedale e li si fece curare . Dopo essersi fatta curare chiese a un infermeria se poteva aiutarla a trovare la sua famiglia . Quella infermeria vide la ragazzina era cosi carina e cosi decise di farle fare questo favore che era cosi umano . Serena l’ infermeria che aveva deciso di farle quel favore cosi umano le disse – spero che tu riesca a trovarli tesoro . Prima che tu vada , tieni ti ho pure stampato il modo per arrivare a quell’ indirizzo . Grazie a quelle indicazione arrivo a casa sua e Alice la riconobbe subito e quando la vide – cosa vuoi ? . Carmilla le chiese in modo gentile – voglio solo sapere perché mi hai abbandonato . So cosa sono . So di essere una invocatrice , ma adesso voglio sapere perché mi avete abbandonato . Alice sapeva che voleva una risposta e decise di dargliela visto che pur sempre sua figlia – Ora ti spiego visto che tu sei una invocatrice , dovrai scappare da una organizzazione segreta nota come i Figli della Notte . Loro ti vorranno dalla loro parte non per salvare il mondo come stai facendo tu andando in posto in posto . Ma loro vorranno usare i tuoi poteri per fare del male e quindi ti dico adesso ti aiuto a uscire da qui , ma da adesso sta attenta . Ti vorrò bene e anche se dico che tu non sei mia figlia , tu lo sei e ti vorrò sempre bene . Ma adesso sta attenta a delle persone e utilizza i tuoi poteri per il bene . Arya vide che tutto quello che aveva detto Carmilla era vero e adesso si poteva fidare di lei e quindi poteva lasciarla stare da sola con Roberta visto che era sua sorella maggiore .

 

 

Categorie
Alice Olivieri Arya Strong Carmilla Carmilla Olivieri Demone Demoni Invocatrice Roberta Olivieri Roberto Olivieri

Carmilla dice a Roberta di essere sua sorella

 

Carmilla voleva avere una sorella minore e c’ e l’ aveva ma fino a quando non diceva la verità a Roberta , il loro rapporto tra sorelle non era concreto . Arya era nella stanza e voleva vedere se Roberta stava bene . Carmilla andò verso Arya – senti te ne puoi andare un attimo dalla stanza . Devo dire una cosa a Roberta ed è personale. Arya non si fidava del demone – se gli devi dire qualcosa , la dici davanti a me . Carmilla sapeva che Arya non avrebbe lasciato la stanza visto che dei demoni non si era mai fidata e cosi decise di dire la verità su chi era per lei a Roberta . Carmilla chiuse la porta e si avvicino a Roberta , gli tese la mano e poi inizio a dire – scusami , ti ho mentito . Ti ho detto niente bugie e invece te ne ho dette di bugie . Ma adesso devi sapere tutto su di me . E giusto cosi . Roberta e Arya non capirono – che vuoi dire spiegati meglio . Carmilla decise di guardare Roberta negli occhi – noi due siamo legati ma non sono come invocatrice e come demone . Ma perché io sono veramente tua sorella maggiore . Roberta rimase scoccata e poi in modo arrabbiato – perché non me lo hai detto prima ? . Perché me lo hai nascosto ? . Carmilla decise di dire tutto – ho scoperto che tu eri mia sorella molto tempo fa ti ho tenuta d’ occhio e ho cercato di tenerti fuori dai guai . Ma adesso quello che sta succedendo qui e una cosa molto brutta . Ora ti spiego non sono stata io a farti uccidere i nostri genitori . Roberta e Arya non sapevano se Carmilla stava dicendo la verità e la guardo in faccia con uno quello sguardo tipo per dire “ non so se fidarmi oppure no” – come posso sapere che stai dicendo la verità . Mi hai mentito . Sapevi che io ero tua sorella per tutto questo tempo e non me l’ hai detto . Se vuoi che mi fidi di te , di mia sorella devi dirmi il motivo se no me vado e non torno più indietro . Carmilla sapevo cosa era successo ma non sapeva chi poteva averlo fatto – ora ti spiego sorellina e pure a te Arya . I ricordi di quella sera sono confusi , come se sopra di esso c’ e una nube molto oscura che non ci fa ricordare bene le cose . Roberta aveva provato a ricordare tutto ma non ci era riuscita – hai ragione . Non volevo gridarti contro . Scusami sorella . Carmilla andò ad abbracciare sua sorella minore e le disse – scusami non ti volevo mentire . L’ ho fatto perché per il momento non so cosa sta succedendo . Ma lo devo scoprire non solo per me ma anche per te . Roberta prima di far andare via sua sorella Carmilla – mi puoi dire perché nostre madre non mi hai detto di te . Carmilla prima di andare decise di dire una parte del suo passato – Nostra madre Alice non so perché ma mi ha abbandonato quando era nata e io sono andata a vivere per le strade per maggiore parte del tempo . Quando ho saputo della tua nascita ho fatto di tutto per proteggerti . Ho fatto tutto quello il possibile per non farti correre dei rischi . Ora riposa Roberta e forse ti racconto tutto sulla mia vita e forse capirai come mai i nostri genitori non volevano farti fare il Sentiero dell’ Invocatore . Arya voleva un attimo parlare con Carmilla visto che non sapeva se tutto quello che aveva detto a Roberta era vero oppure tutta era una grande menzogna . Prima di volersi fidare di Carmilla voleva vedere se era stata sincera oppure era tutta una grande menzogna per prendere il possesso del suo corpo . Prima di andare Lenny inizio a parlare con Arya – senti e meglio se parli con Carmilla . Devi vedere se quello che ha detto a Roberta e vero oppure no . Se ti ha detto una bugia allora non ti puoi fidare , ma se invece ti ha detto la verità allora ti puoi fidare di lei e cosi capire chi possa aver fatto una cosa del genere non solo a Roberta ma anche Carmilla .

 

 

Categorie
Ada Knight Alice Olivieri Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Roberta Olivieri

Trovo Roberta Olivieri

 

Quando devo trovare una persona , io non lo faccio nel modo normale e sarebbe a dire che io utilizzo i miei poteri per farlo . Dovevo usare i miei poteri per cercare Roberta visto che li sulla scena del crimine non c’era . Ada era nella mia macchina e poi vide fuori dal suo finestrino che più in la c’ era del sangue che non era fresco ma c’ era del sangue . Ada mi mise la mano sulla spalla destra , io la inizia a vedere e sapevo che se faceva cosi poteva aver scoperto qualcosa di importante – cosa hai scoperto Ada ? . Ada mi fece cenno con il dito del sangue , mi affaccia un po’ dal suo lato e vidi del sangue che era li . Scendemmo dalla macchina e andammo verso il sangue , c’ erano piccolo gocce di sangue e tutte andavano verso la strada . Le seguimmo fino a quando non finirono e ci dovemmo fermare – le trecce di sangue di fermano qui . Adesso che facciamo . Io sapevo cosa fare e le dissi ad Ada guardandola in faccia – torniamo dentro casa e cerchiamo un ritratto di Roberta . Sappiamo che la sua stanza non è bruciata e questo gioca a nostro vantaggio . Ada sapeva che avevo ragione e li dentro avremo sicuramente trovato un ritratto della ragazzina . Andai prima io e poi entro Ada e chiuse la porta , andammo con calma in camera di Roberta , Dovevamo andare con calma visto che se toccavamo qualcosa poteva diventare polvere e noi in quel caso potevamo dire che avevamo contaminato la scena del crimine . La stanza da letto di Roberta era molto carina , visto che sulle pareti c’erano delle rose di colore molto rosse e molto belle . Furono Alice e Roberta a dipingerle , si divertirono moltissimo a farlo . Alice sapeva che a sua figlia piacevano le rose e cosi senza dirle niente fece delle lenzuola con ago e filo e li sopra c’ erano delle rose rosse . Roberta quando le vide si innamoro di quelle lenzuola fatte da sua madre . Roberta sulla sua scrivania aveva una foto di lei con i capelli raccolti a forma di cyghon e accanto a lei c’ era sua madre Alice . In pochi minuti avevamo trovato quello che cercavamo e adesso dovevamo trovarla . Arya non aveva più detto niente a Carlos visto che non si fidava di lui . Arya non gli poteva dire che lei era una invocatrice o che vicino al letto di Roberta c’ era un demone che era anche sua sorella maggiore . Arya non sapeva come poteva reagire a quelle informazioni e cosi decise di non dire più niente a lui . Arya fece finta di non sapere nemmeno chi fosse Carlos . Prima di andare avanti con la sua missione aveva chiesto a Lenny che se telefonava Carlos doveva modificare il suo timbro vocale e cosi pensava che Arya le aveva dato un numero falso . Se potevo avere qualche informazione su dove era Roberta non le potevo avere certo da lui . Una volta tornati vicino alla mia macchina e apri il portabagagli e li c’ era un sacco di mappe di tutti i luoghi . Mi ero procurato tutte quelle mappe visto che avevo bisogno di sapere dove fossero le persone . Li dentro avevo anche le puntine . Una volta prese la mappa di New York e una puntina , chiusi gli occhi e mi concentrai su Roberta Olivieri . I miei occhi erano divenuti bianchi e la mia mano si inizio a muovere da solo e centrai con la puntina il General Ospital di New York . Adesso sapevo dove era Roberta e ci andai subito visto che volevo aiutare Roberta e non mandarla in carcere per qualcosa che un demone le aveva spinto a farla .

 

 

Categorie
Ada Knight Alice Olivieri Daniel Saintcall Demone Demoni Dominatore di Poteri Roberta Olivieri Roberto Olivieri

Io e Ada esploriamo la scena del crimine

 

Una volta preparati andammo sulla scena del crimine con la mia macchina . Mentre era li che guidavo mi chiedevo chi poteva aver ucciso questi due potenti invocatori . Se erano cosi potenti , allora la persona che ha fatto tutto questo deve essere stata molto veloce oppure ha agito quando dormiva . Visto che non ero ancora sulla scena del crimine potevo fare solo delle conclusioni affrettate , ma li sulla scena del crimine potevamo capire tutto . Ci mettemmo davvero poco ad arrivare sulla scena del crimine e davanti a noi c’ era questa casa che era davvero molto bruciata . Entrammo dentro e vedemmo che l’ ingresso era tutto bruciato e pure la porta lo era e non solo all’ interno ma anche all’ esterno . Ada aveva chiuso la porta e prima di andare aveva visto questo poliziotto di nome Carlos . Ada verso di lui e in modo molto calmo – nessuno apparte noi deve entrare dentro la casa . Carlos fece in modo che nessuno entrava dentro la scena del crimine e cosi dava a noi la possibilità di utilizzare i nostri poteri senza essere visti né da lui né dai suoi colleghi . Ada si mise a usare il lumen visto che li non si poteva vedere niente e cosi con questo potere c’ era un po’ di luce . Tutte le stanze erano cosi . Non solo l’ ingresso ma anche tutte le altre stanze e non potevo capirlo visto che tutto era bruciato e quindi non potevo toccare il terreno per avere una visione del passato . Per colpa di tutto questo mi toccava fare alla vecchia maniera e sarebbe a dire cercare senza potere il cosiddetta punto di origine di tutto . In ogni incendio c’ e un punto di origine da dove era partito tutto quanto . Ada stava vedendo una cosa che forse ci poteva far capire tutto e sarebbe perché sono stati uccisi . Ada aveva scoperto che Alice e Roberto avevano una figlia e vide che quella zona della casa non era bruciata . Nella casa una stanza non era bruciata e nessuno sapeva perché . La stanza che non era bruciata era quella di Roberta Olivieri . Ada decise di chiamarmi visto che grazie a quella stanza potevamo capire chi poteva aver ucciso Alice e Roberto . Una volta salito le scale e andato in camera di Roberta , mi misi al centro della stanza e Ada mi prese la mano per dare un occhiata a quella visione che potevo avere . Vidi Roberta che era ferma immobile e poi ci trovammo nella sua mente e li dentro c’era un demone che stava giocando con la sua mente e grazie a quello riusci a prendere il controllo del suo corpo. Vedemmo che Roberta stava andando in camera dei suoi genitori e poi li successe tutto . Da li era partito il fuoco e Roberta era stata lei a fare questo . Non potevamo dire che era stata Roberta visto che era stata condizionata da un demone e quindi non era stata lei a fare questo . Io ero tornato in macchina con Ada e le disse – senti che dobbiamo fare con Roberta . Certo ha ucciso i suoi genitori ma è stata condizionata da un demone . Questo può contare per scagionarla da questa accusa oppure vuoi mettere dentro una bambina di 11 anni che si sente in colpa per questa casa . Ada decise di fare una cosa che anche io avrei scelto di fare -per prima cosa troviamo questa bambina e poi decidiamo cosa fare . Se vediamo che il demone si trova li e capiamo che è stato lei a farlo allora sconfiggiamo quel demone e poi lo uccidiamo e poi lasciamo stare la bambina , visto che non voglio metterla dentro per una cosa che non ha fatto . Noi abbiamo deciso di fare cosi visto che ci sembrava la cosa più umana da fare . Perché anche se Roberta ha questi poteri e pur sempre una persona come tutte quante le altre .

 

 

Categorie
Ada Knight Alice Olivieri Angela Ferrante Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Roberta Olivieri Roberto Olivieri

Angela Ferrante mi parla del nuovo caso

2492261.screen.shot_.2013.06.04.at_.6.42.51.pm_

 

Io mi tengo sempre in allenamento e lo faccio con Ada Knight . Prima di essere contatti da Angela Ferrante per andare a ispezionare la scena del crimine e poi andare a trovare Roberta Olivieri , ci stavamo allenando in camera mia . In mano avevo due bastoni di ferro e Ada era insieme a me e poi si fermo al centro della stanza . Ada era vestita con una maglietta a mezze maniche e con l’ ombelico un po’ scoperto e teneva dei pantaloni di una tuta nera . Era vestita tutta quanta di colore nero ed era pronta a fare un po’ di esercizio con me . Io ero vestito con una tuta rossa visto che era molto bella e mi piaceva molto . Lancia uno dei bastoni di ferro ad Ada e lei lo prese al primo tentativo . Ada lo inizio a girare con una mano sola e poi si mise in posizione di combattimento e con la mano mi fece cenno di venire in avanti se avevo il coraggio . Io andai verso di lei con il bastone pronto a darlo addosso a lei , ma lo blocco con il suo bastone . I nostri bastoni erano uno contro l’ altro e alla fine mi teletrasportai dietro di lei e stavo per colpirla da dietro . Ada mi vide e con il bastone blocco il colpo con le sue gambe . Ada aveva bloccato il mio bastone tra le sue forti gamba . Indietreggia e poi feci apparire il bastone tra le mie mano dicendo – bastone . Una volta apparso in mano , andai di nuovo all’ attacco e aspettai un momento giusto per colpire Ada e lo trovai visto che prima di andare davanti a lei mi teletrasportai e la colpi non molto forte sulla spalla destra . Ada vide che era riuscito a colpirla sulla spalla destra , ma alla fine li decise di fare sul serio e non come prima . Inizio a usare la supervolcità e quando veniva verso di me si teletrasportava e cosi pensava di darmi un colpo in testa . Ci era quasi riuscita ma io senti il suono del bastone che era pesante e misi il mio bastone di ferro per bloccare il suo colpo – bel tentativo tesoro , ma non cosi ben congegnato . Riprova . Ada decise di riprovarci e io ero pronto a batterla , ma il suo del telefono sulla mia scrivania inizio a suonare . Ada decise di fermarsi e di scendere giù e prese una delle sue bottiglie d’ acqua che erano li sulla sua scrivania . Se la verso un po’ in faccia e poi ne inizio a bere un po’ visto che era un po’ assetata . Presi il telefono e misi il vivavoce visto che questa telefonata interessava anche Ada Knight – Salve Angela in che modo ti posso aiutare ? . Angela aveva messo il vivavoce per parlare non solo con me ma anche Ada – Salve Daniel e pure a te Ada . Oggi ci è stato un incendio a New York sulla 35 . Due persone sono morte e sono Alice e Roberto Olivieri . Da delle mie vecchie indagini questi sono due invocatori molto potenti . Il vostro compito consiste nel capire chi possa aver ucciso questi due invocatori . Se una persona molto potente ha ucciso questi due potenti invocatori e meglio se scopriamo chi li abbia potuti uccidere visto che potrebbe essere un grave pericolo non solo per noi ma anche per il mondo . Angela chiuse la telefonata e noi andammo a fare una bella doccia calda e poi ci iniziammo a muovere per risolvere questo caso molto difficile . Anche se andare sulla scena e toccare gli oggetti e ci avrebbero detto tutto , ma il difficile sarebbe stato trovare la persona che poteva aver fatto . Poteva essere stato chiunque anche un druido oppure un invocatore molto potente oppure solo un normale piromane che voleva uccidere due persone cosi per caso e voleva vedere una cosa bruciarsi solo per un po’ di divertimento . Ma se ci aveva chiamato Angela significava solo una cosa e sarebbe una persona con dei poteri oppure un demone .

 

Categorie
Alice Olivieri Carmilla Carmilla Olivieri Foto Roberta Olivieri

Aspetto di Roberta Olivieri

Anche se i suoi genitori avevano i capelli neri , Roberta nel futuro decise di cambiare il colore dei suoi capelli da neri a marrone chiaro . Nel futuro divenne bellissima proprio come sua madre Alice . Alice non poteva vederla crescere , ma qualcuno altro si e sarebbe Carmilla . Carmilla non era il suo demone ma era qualcosa di peggio e sarebbe una sorella maggiore . Anche se era morta e risorta come un demone , era pur sempre sua sorella e quindi adesso si prendeva cura di Roberta . Fino a quando un giorno non litigarono molto furiosamente perchè si era scocciata di prendere ordini da Carmilla . Carmilla uccise Roberta e decise di prendere possesso del suo corpo . Carmilla anche quando era in ospedale aveva sentito in sua sorella un grande potere e voleva prenderlo e oggi lo aveva preso una volta per tutte . Quando Eva aveva chiamata Roberta , non aveva chiamato lei ma aveva chiamato il demone Carmilla . Ma il demone aveva deciso che quando era entrata nel corpo di Roberta , il suo vecchio nome se lo dimentico e da quel giorno si fece chiamare Roberta Olivieri . Prima di andare a fare colazione si andò a fare la doccia nuda e vide che il corpo di sua sorella minore non era male e disse – adesso si che si ragiona . Da quel giorno non era più Carmilla , ma adesso era Roberta Olivieri .

Official_tris

Categorie
Arya Strong Carmilla Demone Figli della Notte Lenny Roberta Olivieri

Arya parla con Roberta

 

Tatuaggi-Donne-Video-Games-Capelli-Blu-Fantasy-Art-Wet-Videogiochi-768x1024

Prima di andare a parlare con Roberta , Lenny fece una telefonata ad Arya per capire se era sanamente mentale oppure era uscita di testa . Il tono di Lenny era molto nervoso – sei pazza Arya ? . Il tono di Arya invece era calmo e non era agitato e nervoso come quello di Lenny – perché dici che sono pazza ? . Lenny sapeva quello che aveva sentito – hai fatto un accordo con un demone . Tu sai bene quanto te che questi possono distruggere i patti in un secondo visto che è nella loro natura . Sai tu quello che fai , spero che Roberta non ci vadi di mezzo in questa brutta faccenda che hai fatto tu . Lenny chiuse la telefonata e fece in modo di ascoltare quello che Arya diceva a Roberta visto che voleva proprio sapere il suo grande piano per togliere Roberta dai casini . Una volta entrata nella stanza , chiuse la porta e si mise seduta sulla sedia dove era seduta Carmilla . Carmilla che era vicina a Roberta e disse con un tono molto calmo e una volta tolto una ciocca di capelli sulla sua fronte – Sorellina ti voglio presentare il Detective Arya Strong . Si sta occupando del caso dei tuoi genitori . Roberta strinse la mano ad Arya che era calda e non tremava come quella di Roberta . Roberta aveva paura dei suoi poteri visto che ogni sera non dormiva per quello che era successo ai suoi genitori dentro casa loro . Adesso che la porta era chiusa e nessuno poteva vedere e sentire , Arya decise di dire tutto a Roberta – io non sono veramente un agenti di polizia ma sono come te . Sono una invocatrice e adesso ti do una dimostrazione . Roberta non ci credeva che era come lei e decise di dare una prova delle sue abilità . Arya chiuse la mano , la giro con calma e una volta aperta fece uscire delle fiamme dalla mano destra . Dentro gli occhi di Roberta si potevano vedere le fiamme che erano dentro la mano di Arya . Roberta adesso ci poteva credere e disse – quindi tu mi puoi dire cosa mi sta succedendo . Arya decise di dire tutta la verità a Roberta visto che lo vedeva dai suoi occhi che erano agitati . Quando Arya vide quei occhi capì di averli già visti , perché erano i suoi stessi occhi quando chiedeva qualcosa ai suoi genitori . Gli occhi che aveva Roberta erano quelli di una persona che non voleva più sentire bugie , ma voleva sentire la verità per una volta . Arya allora decise di dire tutta la verità e dopo che aveva visto il potere delle fiamme provenire dalla mano di Arya adesso poteva credere a tutto quello che diceva lei . Arya si mise in modo più comodo , mise una gamba sopra l’ altra – ora ti spiego tu sei una invocatrice . Sei capace di fare moltissime come , non solo controllare il fuoco ma anche altre cose . Prima di venire con me in un posto dove ci sono persone speciali come te , ti devo togliere da questo casino in cui ti sei cacciata . Roberta sapeva di essere proprio in un bel casino e quando aveva sentito parlare di questo posto dove c’ era un sacco di persone uguali a lei era molto felice di non essere la sola a essere cosi – quindi quando non sarò più in questo casino potrò andare in questo pieno di persone uguali a me . Arya non mentiva e disse – te lo giuro tesoro . Roberta non vedeva l’ ora di andarci e disse – come ti posso aiutare ? . Arya non prese nulla in mano visto che se fosse stata una vera Detective quel momento doveva essere quel momento giusto per scrivere la deposizione del testimone , ma Arya era li per impedire che Roberta finisse dentro la prigione – ora mi devi dire tutto quello che è successo quel giorno . Lo so che è dura ma me lo devi dire e io poi insieme a tua sorella Carmilla ti aiuto a uscire da questo casino e tu potrai venire con me nel posto che ti ho detto . Roberta inizio a dire tutto su quella sera , quella in cui uccise i suoi genitori e incontro il demone Carmilla .

 

Categorie
Arya Strong Carmilla Demone Invocatrice Roberta Olivieri

Arya Strong parla con Carmilla

 

Arya odiava fare accordi con i demoni , anche se aveva con se alcuni demoni non voleva fare accordi con loro visto che sono primi a non mantere un accordo . I demoni fanno di tutto per distruggere il patto che hai fatto con loro . Fanno questa cosa in modo normale come se lo avesse fatto da moltissimo e sopratutto perché questa cosa fa parte della loro natura . Arya non gli piaceva fare patti con i demoni , ma era in gioco la vita di una bambina di 11 e per questa occasione si doveva fare . Arya sapeva che era stata Roberta a provocare l’ incendio in casa sua e fu lei a uccidere i suoi genitori , ma se tutti l’ avessero vista in quel modo tutti avrebbero deciso di ucciderla visto che non volevano che lei facesse una cose del genere . Arya non voleva far andare in galera una ragazzina di 11 e non voleva che nemmeno che un agente di polizia che aveva paura dei suoi poteri da invocatrice , li potesse vedere e per paura prendesse la pistola e gli sparasse . Arya doveva trovare un modo per distruggere le prove che aveva visto li e cosi dare a qualcuno altro la colpa di quello che era successo li dentro . Arya con la sua macchina era arrivata all’ ospedale dove era stata ricoverata Roberta . Una volta arrivata vicino a una delle infermeria disse in modo molto calmo e senza nessuna fretta – sapete dove posso trovare Roberta Olivieri ? . Filomena che era amica di Roberta da quando era stata ricoverata li dentro , decise di rispondere – chi la cerca ? . Arya prese il suo distintivo da detective che era nella tasca destra dei suoi pantaloni neri – io sono il Detective Arya Strong . So che Roberta e stata trovata vicino alla strada e so che la sua famiglia e morta in un incendio e io voglio vedere se Roberta mi può dare delle informazioni sulla persona che ha provocato tanto dolore alla sua famiglia . Filomena era entrata con Arya e poi indico con il dito – questa donna sulla sedia e la sorella maggiore di Roberta . Carmilla era seduta e vide Arya negli occhi e vide che erano di colore nero come la pece ed erano molto oscuri . Arya vide Carmilla e disse con un tono calmo – possiamo parlare fuori . Ti devo dire alcune cose su Roberta e sulla sua situazione . Carmilla si alzo dalla sedia con calma e andò verso la porta e poi usci Arya e chiuse la porta e poi insieme andarono verso la macchinetta del caffè – Io sono Arya Strong e sono una invocatrice come Roberta . Adesso mi puoi dire perché tu demone fai finta di essere la sorella di Roberta . Carmilla sapeva che prima o poi doveva dire la verità e adesso era arrivato quel momento – ora ti spiego , non lo ho mai detto a Roberta ma io sono veramente sua sorella maggiore , ma non lo sa ancora . Arya sapeva che Roberta aveva bisogno dell’ aiuto di tutti quanti – ora ti spiego io sono qui per aiutare Roberta a uscire fuori da questa storia in modo pulito . Anche se non mi piace sono qui per chiedere il tuo aiuto . Ho bisogno del tuo aiuto per togliere tua sorella dai casini . Carmilla avrebbe fatto di tutto per sua sorella minore – cosa posso fare per aiutare Roberta . Arya era li davanti a Carmilla – ora ti spiego visto che tu sei la sorella maggiore di Roberta , devi dire a Roberta di dire tutta la verità su quello che è successo quel giorno e poi insieme cerchiamo di creare una falsa testimonianza e grazie a quella possiamo dare inizio alla prossima fase del nostro piano . Carmilla non so in che modo ma sapeva che nella prossima fase centrava lei .