Categorie
Aida Fontana Darren Swan Marina Neri Serena Alfieri Stephen Sparks Storm City

Darren Swan indaga sulle traccie di sangue

 

Dentro la scena del crimine erano state trovate due traccie di sangue ma per il momento potevano essere di chiunque anche della donna misteriosa . Darren aveva deciso di fare tutto da solo visto che non voleva perdere tempo visto che in gioco la vita di una bambina . Darren tempo fa era un agente di polizia e sa quando tempo ci vuole per dire che una ragazzina e scomparsa cioè nelle ultime 42 ore . Dopo quelle ore Marina non era più chiamata cosi da nessuno ma diventava una normale persona scomparsa e il suo nome diventa un maledetto numero su una infinita di liste di persone scomparse . Darren una volta aveva perso le sue figlie ed erano state date a sua moglie che aveva problema di alcol e droghe . Darren quando rivide le sue figlie puzzavano tantissimo ed erano quasi morte e se non stato per lui visto che era molto bravo anche a fare pronto soccorso le sue figlie sarebbero morte dentro quella casa . Darren non voleva che Marina diventava un numero su una lista , aveva ancora un nome e se si mettevano sotto la potevano trovare . Darren era entrato nella scena del crimine con la tuta di protezione per non perdere nessuna che era sulla scena del crimine . Prese con calma i due campioni di sangue visto che secondo lui sapeva già come erano i risultati . Darren sapeva che il sangue presente nella casa non era dell’ omicida ma della vittima Angela Neri e il sangue che era stato trovato fuori dalla finestra che dava al soggiorno e da li si poteva andare al campo da tennis oppure alla piscina visto che lei aveva molti soldi e queste cose se le poteva permettere . Darren prima di dire qualcosa al suo amico Stephen voleva aspettare che i risultati fossero a parlare visto che senza prove non poteva dire se il sangue era di Angela oppure il sangue che era stato trovato vicino alla finestra scorrevole era di Carlo . Il corpo di Carlo era stato trovato vicino alla piscina visto che sia Aida che Carlo erano andati li ma non per farsi una nuotata ma per buttare il coltello . Stephen aveva trovato il coltello vicino al cancello di ferro di colore nero visto che ad Angela piaceva quel colore . Mentre si analizzava il sangue inizio a prendere le impronte che erano su quel coltello e vide che erano del marito e non della donna misteriosa . Il coltello che Stephen aveva trovato non era molto lungo e sembrava un coltello da cucina ma dentro la cucina di Angela non né mancava nessuno e quindi doveva essere della donna misteriosa . Darren dopo due ore ottenne i risultati del sangue e vide che aveva ragione lui . Il sangue che era nella casa apparteneva solamente alla donna che adesso era in ospedale in condizioni molto gravi . Poi vide l’ altra analisi del sangue che non era solo vicino alla finestra scorrevole ma anche verso tutto il cancello era di Carlo e di lui soltanto . Sul coltello non aveva trovato nessun altra impronta e significa che era stato pulito molto bene . Darren prese il telefonino dal suo camice e chiamo il suo amico Stephen che quando vide che era lui mise il vivavoce per far ascoltare anche a Serena – che dici Darren ? . Darren si schiarì la voce e disse all ‘ amico – ho fatto le analisi del sangue . Quello che sta dentro la casa e tutto di Angela e quello fuori e dell’ omicida Carlo Fontana . Invece sul coltello ho trovato solo le impronte di Carlo ma penso che prima c’ erano altre impronte e oramai sono state distrutte ma non uno delle scientifica ma penso dalla nostra donna misteriosa . Inoltre questo coltello non viene dalla cucina di Angela ma dalla cucina della donna misteriosa . Stephen chiuse la telefonata dicendo – grazie Darren queste informazioni ci aiutano davvero molto . Stephen inizio a guardare Serena e disse mentre si era avvicinata a lui con la sedia alla sua scrivania – Sto pensando che la donna misteriosa sia la persona che abbiamo interrogato prima . Serena lo guardo visto che stava provando a capire chi potesse essere – perché pensi una cosa del genere ? . Stephen mentre si andò a prendere un po’ di caffè e poi a vedere il fascicolo – Allora io penso che sia andata cosi visto che ho visto che tempo fa avevano una figlia di nome Marina . Carlo e Aida Fontana avevano una figlia di nome Marina uguale alla ragazzina scomparsa . Poi improvvisamente dopo 10 anni Angela viene quasi uccisa e la sua unica figlia Marina che ha la stessa età della loro figlia scompare e nessuna sa più niente di lei . Adesso si scopre che il marito e morto e che ha quasi ucciso questa donna e adesso la donna misteriosa e Marina sono scompare . Io penso che Aida abbia progettato tutto per rapire Marina e incolpare il marito Carlo di tutto questo . Ho questa tesi ma la devo ancora provare . Serena aveva ascoltato e secondo lei la tesi del suo collega poteva avere un filo logico con delle prove .

 

Categorie
Marina Marina Neri Serena Alfieri Stephen Sparks Storm City

Stephen Sparks comunica ad Aida Fontana la morte del marito

 

 

Stephen Sparks aveva scoperto il cadavere di Carlo Fontana e per questo decise di chiamare la moglie visto che era giusto farle sapere che suo marito era morto e che era giusto dirle anche quello che aveva fatto . Ci mise poco a scoprire il numero di casa della famiglia Fontana visto che il numero ce lo aveva memorizzato sul telefonino visto che era la persona che faceva il pane per tutta Storm City non si poteva prendere un telefonino decente come quello che aveva sua Marina o sua moglie Aida . Stephen Sparks con un guanto che aveva ottenuto dal suo amico Darren sulla scena del crimine prima di toccare la vittima e per vedere se ci poteva essere il suo telefonino oppure una qualunque cosa che lo potesse identiche . Serena fece lo stesso e mentre il suo collega trovo il telefonino della vittima un Nokia n95 8gb visto che era uno sconto visto che era la persona che faceva il pane più buono del mondo . Serena invece nell’ altra tasca destra dei suoi pantaloni neri ci trovo i suoi documenti e con tutti i soldi visto che Aida voleva far capire che non era una questione di soldi ma una questione di rapimento e di suicidio visto che tutti pensavano che loro due avevano cioè Angela e Carlo avevano una storia di amore e forse per colpa di un tradimento o un ‘ altra motivazione lui possa aver quasi ucciso Angela e poi dopo aver portato via Marina si fosse suicidato . Serena prese i suoi documenti con un guanto e lo fece con la sua mano destra e poi disse – Il sospettato è Carlo Santoro faceva il panettiere e ha una moglie . Una volta arrivati al Distretto diciamo a lei della sua morte e di quello che ha fatto . Anche se potesse parlare lo ucciderei visto che ha rapito una bambina innocente . Stephen e Darren comprendevano il comportamento di Serena ma si calmarono e dissero – andiamo a capire chi ha ucciso questa persona e capiamo chi era l’ altra donna che era sulla nostra scena del crimine . Stephen Sparks compilo il numero e rispose una donna di 35 anni , molto bella e carina . Aida aveva i capelli neri e lunghi e portava sempre dei vestiti neri ma quello era il suo look e solo quello voleva portare . Aida aveva detto a sua figlia Marina di non rispondere al telefono ma di far rispondere lei . Aida gli aveva detto di non farlo visto che non sapeva chi poteva essere al telefono e quindi anche rispondere una persona che conosce Marina e cosi capisce dove e . Ma anche se fosse successo una cosa del genere non sarebbe cambiato niente visto che avrebbe usato il suo potere per fare finta che li non ci fosse nessuna . Verso le 14 del pomeriggio squillo il telefono e andò a rispondere Aida con un tono calmo visto che non doveva mostrare nessuna agitazione e cosi fece – Pronto chi ? . Stephen decise di dire questa cosa a sua moglie – Senta deve venire al nostro distretto riguarda suo marito Carlo e non né voglio parlare per telefono e una cosa molto brutta da dire al telefono . Aida anche se lo sapeva già cosa era successo a suo marito visto che lo aveva fatto lei stessa e disse – devo fare un attimo una cosa ma tra pochi minuti sarò li . La cosa che doveva fare era dire a sua figlia di stare in casa e di non fare niente oppure l’ avrebbe messa in castigo . Andò a bussare alla porta di sua figlia e lei apri la porta e le disse – Senti tesoro io devo andare un attimo da una parte tu rimani qui a casa e non andare in giro e se non lo fai ti chiudo a chiave la finestra e cosi non puoi uscire con le tue amiche e poi non parlare con le tue amiche se non ti sequestro pure quello . Marina vedeva che Aida era peggio dell’ inferno in terra decise di fare come aveva detto visto che voleva uscire con le sue amiche e parlare con loro tramite telefonino . Aida andò alla stazione di polizia e si mise seduta su una sedia che era vicino alla scrivania di Stephen – Piacere di conoscerla io sono Stephen Sparks . Se vuole venire con me cosi può identificare suo marito . Aida inizio a seguire Stephen fino all’ obitorio un posto molto freddo e dove ci sono un sacco di cadaveri e tra i quali Carlo Fontana . Una volta arrivati li Stephen alzo il telo bianco che era stato messo sul corpo di Carlo e quando Aida lo vide capì che era lui . Aida in quel momento stava provando due emozioni una che era vera e che era felicità ma questa la provava dentro di lei e poi c’ era una falsa emozione e sarebbe a dire quella di tristezza visto che non lo era nemmeno un po’ triste per la sua morte . Una volta tornati sopra e fatto passare quel brutto momento con un bel caffè caldo Aida inizio a dire un sacco di cose false a Stephen – Sapevo che aveva una storia . Prima era cosa normale usciva per andare a bere ma adesso so la verità andava con quella puttana , invece di stare con me . Prima di andarsene disse a loro due visto che volevano sapere che il marito aveva una storia e in pochi minuti gli aveva detto che ce l’ aveva – Spero che riuscita a trovare quella ragazzina . Mi dispiace davvero molto per quello che ha fatto mio marito e adesso una bambina e una madre stanno soffrendo per colpa sua . Mi dispiace davvero molto . Stephen la vide in volto e vide che era davvero disperata per questa cosa e lo faceva davvero molto bene queste scene visto che lei ancora tutto ora fa l’ attrice per il momento non aveva un ruolo visto che era in lutto per sua figlia ma cercava di riprendersi al più presto e rimettere in sesto la sua carriera .

 

 

 

Categorie
Dottoressa Alessandra Alfieri Ospedale Santa Maria Ospedali Stephen Sparks Storm City

Stephen Sparks e Serena Alfieri cercano prove nella casa di Angela Neri

 

Durante l’ interrogatorio che duro poco visto che per colpa della troppa mancanza di forze non ricordo quasi nulla dei sospettati che le avevano tolto la figlia e l’ avevano pestata a sangue . Stephen era stato molto amichevole con la vittima e si era fatto dare il suo indirizzo e lei abitava al 2260 del Distretto 18 . Una volta usciti scortati dalla sorella di Serena e prima di andare via disse alla sorella – cerca di tenerla in vita cosi potrà rivedere sua figlia se sempre e viva . Quando andarono sulla scena del crimine vide che era tutto pieno di sangue e per non contaminare la scena dovettero chiamare la scientifica . Tutti e due dovettero mettersi le tute visto che se quel posto era pieno di sangue potevano esserci delle prove per capire tutto quello che era successo li dentro . Tutti gli agenti quando videro tutto quel sangue andarono a vomitare lontano visto che era un vero macello . Meno male che li non c’ era nessun corpo oppure sarebbe andato peggio agli agenti visto che chi aveva fatto questa era un mostro . Stephen entro nella casa e si mise a cercare prove dalla camera della piccola Martina . La sua stanza non era molto grande ma lo spazio necessario per una bambina . Martina aveva una scrivania e sopra questa scrivania aveva una foto in cui raffigurava sua madre visto che era solo lei ad occuparsi di Martina . Il padre di Martina era morto e per questo fu sua madre ad occuparsi di lei e non i suoi zii o qualche parente la madre . Stephen vide che li sul pavimento non c’ era sangue ma alcune impronte che appartenevano a una donna che forse era la madre oppure un altra donna . Un uomo della scientifica fu avvisato da Stephen tramite la radio che aveva sulla cintura e cosi andando li con calma e senza distruggere nessuna prova che ci poteva essere e li prese le impronte che era a terra . Stephen che era un ottima agente vide che nelle altre stanze avevano fatto attenzione visto che oltre alle impronte che aveva visto in camera di Martina non ce ne erano da nessuna parte . Dopo che avevano preso le impronte nella camera di Martina fecero uscire Stephen e Serena per non contaminare la scena del crimine . Darren Swan un uomo calvo ed era di colore ed era molto in forma visto che se non avesse fatto il capo della scientifica poteva essere un grande atleta . Darren entro nella scena del crimine con la tuta di protezione visto che non voleva fare casini e vide che quello che aveva notato Stephen . Darren noto che nelle altre stanza avevano fatto attenzione a non lasciare impronte digitali e nella camera da letto di Martina . Darren andò verso Stephen visto che lo aveva visto con quella sua solita espressione tipo per dire “ so cosa possa essere successo “ . Darren si mise vicino a lui e gli chiese con un tono calmo – cosa ne pensi ? . Come pensi sia andata . Stephen mentre erano stati allontanati dalla scena del crimine aveva capito cosa poteva essere andato e lo disse a Darren visto che grazie a lui poteva avere delle prove per incastrare i criminali – Secondo due i sospettati erano due . Un uomo che era molto attento a non lasciare impronte e la seconda una donna che non fece nessuna attenzione e cosi lascio delle impronte li sulla scena visto che secondo lei era una scemenza andare li senza fare nessun rumore e cosi la prese facendola svenire e poi se ne sono andati . Darren mentre parlava con Stephen vide che dalla finestra che dava sul giardino c’ era del sangue e cosi inizio a seguire il sangue . Il sangue arrivava vicino a un corpo maschile che era stato ucciso in modo molto strano visto che era morto come se qualcuno gli avesse distrutto il cervello dall’ interno . Darren chiamo il patologo forense e si mise ad analizzare li corpo della vittima li davanti a tutti visto che sapeva come quanto gli agenti che se in 24 ore non si poteva trovare quella bambina non si trovava più ed era considerata Persona Scomparsa e cosi dopo aver visto che il suo cervello era stato distrutto dall’ interno ma con un arma ma non sapeva da cosi e si giro verso tutti che non volevano vedere quella scena in cui li sulla scena del crimine esamina il cervello della vittima e poi disse a tutti – Sembra che il cervello gli sia esploso dall’ interno . La persona che era li a terra morto era Carlo Fontana 36 anni e vide che era vestito con una tuta come quella che usavano la scientifica e fu cosi che si capì come non aveva lasciato nessuna traccia sulla scena del crimine . Serena quando vide il corpo vomito un po’ ma alla fine si riprese e pote continuare le indagini su questo rapimento . La donna non era stata trovata e capirono che era stata lei a uccidere questa persona e a rapire la bambina . Stephen aveva qualcosa su cui indagare e non se lo sarebbe fatto scappare questa opportunità visto che poteva trovare li Marina la figlia di Angela .

 

Categorie
Angela Neri Dottoressa Alessandra Alfieri Mei Cheng Ospedale Santa Maria Serena Alfieri Stephen Sparks Storm City

Stephen Sparks indaga sul rapimento di Marina Neri

 

L’ Ospedale di Santa Maria verso le 9:50 di Giovedì era arrivata una donna di 26 anni , capelli lunghi neri . La donna si chiamava Angela Neri e come poterono vedere un sacco di gente aveva lividi sul corpo , ferite ai polsi e quando arrivo non vomito quello che aveva ingerito ma aveva vomitato sangue . Dopo aver vomito tre litri di sangue svenne per terra e fu ricoverata con l’ appellativo di Jane Doe visto che ogni persona che non dice il proprio nome viene chiamata cosi . Angela quando era arrivata all’ Ospedale non ebbe nemmeno la forza di dire il suo nome e per questo dovette dormire due giorni prima di riuscire a dire il suo nome ai medici . Il Dottoressa Alessandra Alfieri vide che era molto grave e una cosa che si stava chiedendo come era riuscita ad arrivare . Angela veramente non voleva andare li ma voleva andare in una stazione di polizia e cosi dire a qualcuno quello che le era successo . Quello che era successo ad Angela era qualcosa di abominevole e solo un mostro poteva aver fatto questa cosa a lei . Alessandra cerco di curare le ferite come poteva ma in cuore sapeva che alcune ferite che per lo più bruciature sul corpo non sarebbero mai guarite del tutto . Alessandra cerco di fare tutto il possibile per curarle ma non c’ era niente da fare e decise di dirlo ad Angela visto che era una cosa dura da fare ma era la cosa giusta da fare . Alessandra entro nella stanza si avvicino al letto della sua paziente che era in uno stato molto brutto e quando la vide in mano con la foto della sua unica amata figlia Marina decise di non dire niente sulle sue ferite . Alessandra decise di dirlo dopo e quando vide la foto della figlia – come si chiama sua figlia ? . Angela decise di rispondere anche se le faceva male pensare a sua figlia visto che tutte le ferite che aveva sul corpo le era successo per salvarla . Angela si rivolse ad Alessandra – si chiama Marina e forse non la potrò mai più vedere visto che me l’ hanno rapita davanti a mei occhi e quando ho provato a fare qualcosa per non farmela portare via mi hanno ridotto in questo stato . Alessandra si mise seduta su una sedia e prese la foto che Angela aveva in mano – lo so che non vuoi ma devo chiamare la polizia e cosi puoi dire a loro tutto quello che ti è successo e cosi forse puoi ritrovare tua figlia . Per favore fallo e cosi non sarà più sola , Stare in questi posti da soli e davvero molto brutto ma con una figlia rende tutto ancora più bello . Alessandra sapeva di quello che stava parlando visto che aveva una sorella di nome Serena Alfieri ed era una poliziotta e andavano molto d’ accordo a differenza delle altre sorelle . Angela si mise un po’ a piangere visto che non voleva solo vedere da una foto sua figlia ma voleva anche accanto a lei e poi si giro verso Alessandra – chiama la polizia e digli che voglio trovare mia figlia e farò di tutto per aiutarli visto che non voglio vedere più mia figlia attraverso una foto ma la voglio vicina a me . Serena stava andando a vedere se c’ era un caso che poteva essere risolto oppure si poteva andare a prendere un caffè con un po’ di zucchero . Proprio quando stava andando alla sua scrivania dalla tasca destra dei suoi pantaloni squillo il suo telefonino e vide che era sua sorella Alessandra – Serena devi venire subito qui con il tuo collega Alex . Ho qui una donna che è stata pestata a sangue e dice che sua figlia e stata rapita . Proprio quando Serena se ne stava andando da li verso la sua auto arrivo Alex con la sua auto e gli disse – muovi il culo o parto senza di te . Dobbiamo andare all’ Ospedale di Santa Maria per un pestaggio e forse rapimento di una ragazzina di 10 anni . Stephen quando seppe questa notizia dalla sua collega salto nella macchina e loro andarono li per capire cosa era successo e per capire chi possa aver preso la bambina . Una volta arrivati all’ Ospedale andarono subito alla camera di Angela che era la 286 . Stephen entro e si presento ad Angela dicendo – io sono l’ Agente Stephen Sparks e troverò sua figlia . Mei Cheng stava monitorando il telefonino di Stephen e quando seppe che stava indagando su un caso di una bambina di 10 anni decise di non fare niente e di aspettare che lui trovava quella bambina . Anche se Mei Cheng voleva uccidere delle persone non avrebbe giocato con la vita di una bambina e per questo decise di non uccidere per il momento Stephen visto che se moriva lui non c’era nessuna possibilità di trovare Marina . Stephen durante tutto il tragitto si chiedeva chi poteva essere una persona che pesta a sangue una donna indifesa e poi rapisce una bambina . Ma la situazione in cui si era messo Stephen accettando questo caso era molto più grande visto che tratta di famiglie che avevano perso una figlia e con il potere di leggere il pensiero trasformare questa bambina nelle loro figlie .

 

Categorie
Jonathan Roberts Mei Cheng Stephen Sparks Storm City Vanessa Stride Willam Stride

Mei Cheng diventa l’ ombra di Stephen Sparks

 

Stephen Sparks non era un agente del governo ma un normale agente della Polizia di Storm City . Dentro questa città l’ agente Stephen ad alcune persone piaceva ma ad altre no visto che alcuni dicevano che troppo donnaiolo e se ne trovava sempre una nuova . Mei Cheng prima di attuare il suo piano per utilizzare Vanessa Stride contro suo padre Willam e cosi avere una possibilità di entrare dentro la operazione segreta nota solo ad alcune persone del Governo . Solo alcune lo sapevano e una tra queste si trovava in Cina in un luogo isolato e Mei Cheng era andata li e si fece dire il nome della persona che la poteva far entrare in questo progetto segreto . Mei Cheng dopo aver scoperto che Willam Stride doveva fare alcune cose prima di attutare la prima parte del suo piano per diventare la famosa Regina degli Zombie . Mei Cheng doveva prendere due cose una macchina molto veloce e una pistola visto che non sapeva come erano i suoi obbiettivi e potevano anche usare la forza contro di loro e per frenare la loro forza poteva utilizzare la pistola . Prima di fare qualcosa si fece un giro in questa città che era molto grande e molto bella e poi i suoi bei occhi neri puntarono gli occhi su una bellissima Shelby Mustang Gt500 Cobra e non era di una persona qualunque ma era dell’ agente Stephen Sparks . Quella macchina gli era stata data da suo fratello maggiore di nome Roman Sparks e se l’ era presa quando lui aveva fatto una gara clandestina e da quel giorno quello era il suo mondo . Dentro la macchina c’ era una Desert Eagle Gas che utilizzava se le cose non stavano andando bene . Nel mondo delle corse clandestine bisogna stare attenti visto che quando uno perde non è proprio molto felice visto che non ha perso solo il rispetto ma anche perso la sua auto e il libretto dell’ auto . Roman aveva fregato questo grande bolide a un uomo che aveva fatto troppo il duro e lui gli aveva dato una bella lezione . Quando Roman mori visto che era andato in carcere per omicidio visto che un uomo dopo aver perso stava per ucciderlo e Roman prese la sua pistola e gli sparo e in quel momento fu preso e decise di non scappare . Ma la persona che aveva ucciso era un amico di una persona che era in carcere e cosi mori in una rissa . Roman diede tutto a suo fratello minore Stephen e dentro il cruscotto ci aveva messo una Desert Eagle Gas e c’ era pure il porto d’ armi registrato a nome di Stephen . Mei quando la vide la inizio a toccare visto che era molto bella e prima di andarsene disse tra se e se “ Questa auto deve essere mia e la otterrò anche se significa uccidere un poliziotto . Mei da quel giorno lo segui e fece un sacco di foto con la sua macchina fotografica e capì che il punto debole di questo poliziotto erano le donne e le piacevano di ogni tipo anche cinesi . Mei Cheng capì che con questo poliziotto decise che doveva entrare lei in azione e ucciderlo quando era a casa sua prima che lui potesse fare qualcosa o sospettasse qualcosa . Mei Cheng vide che aveva un sacco di donne diverse e quindi per ottenere la sua attenzione doveva mettere in mostra tutto il suo fascino e aveva il vestito adatto . Quando se ne era andata in Cina si era comprato un bellissimo vestito rosso come il fuoco e sopra c’era un grande drago e le donava moltissimo . Era molto sexy con quel vestito e pure il fotografo che aveva ucciso lo aveva notato e anche prima di ucciderlo si fece fare delle foto con quel vestito . Jonathan quando aveva visto Mei Cheng con quel vestito rimase sbalordito e quando incontro Mei Cheng le si avvicino e le disse all’ orecchio – Sei un angelo . Sei magnifica con questo vestito . Mei Cheng fece finta di restare ammaliata da lui e si fece fare delle foto e fu quel momento in cui lo uccise e poi si finse una giornalista con gli occhiali e con il tesserino . Mei Cheng decise di prendere l’ auto e la pistola di Stephen ma non solo quello ma anche la sua vita visto che se le avesse rubato l’ avrebbe arrestata ma lei invece non voleva essere presa e voleva andare in giro con le sue cose e fare quello che voleva senza avere problemi con la legge .

 

Categorie
Foto Mei Cheng Storm City Storm Towers Vanessa Stride Willam Stride

Hyundai i10 di Vanessa Stride

Vanessa sempre con i suoi soldi si era comprata un’ auto davvero molto bella e utile per andare alla Galleria dove lavorava vicino alla Storm Towers . Li vicino a 380 metri c’ era la sua galleria e Vanessa ci andava la sua auto visto che era un modo per stare lontano dal padre Willam che non voleva sapere niente dell’ arte . Vanessa il giorno in cui fu rapita vide la sua auto tutta quanta saccheggiata e li sopra c’ era scritto Puttana in inglese e poi le avevano tagliato i cavi . Se non fosse stato per Mei Cheng non sarebbe potuta tornare a casa sua ma quello era un tentativo ben fatto per rapirla e ottenere quello che voleva . Mei Cheng avrebbe ucciso questa piccola pittrice se suo padre non l’ avrebbe fatta entrare dentro il progetto dell’ Occhio Rosso .

Hyundai_i10_front_20100328

Questo e l’ auto di Vanessa Stride prima che fosse danneggiata da Mei Cheng per il suo piano per diventare la Regina degli Zombie . Lo voleva diventare e non si sarebbe fatta fermare da una pittrice ma per il momento era sua amica ma nel futuro chissà cosa le succederà .

 

Categorie
Alex Chendler David Chandler Governo Katrine Chandler Storm City Zombie

Alex Chandler capisce che suo padre ha un segreto

 

Tutte le famiglie hanno dei grandi segreti e non ce li dicono per tenerci al sicuro dalle loro conseguenze visto che più sono grandi e più portano dolore . Questo segreto che David Chandler si portava dentro era uno di quei segreti molto pericolosi visto che non sapeva quando ma la sua vecchia nemica avrebbe fatto la sua mossa . Mei Cheng era una pazza a una prima vista ma con calma capivi che non era pazza , era solo una donna con un piano cioè uccidere tutta la ragazza umana ed essere considerata da tutti gli zombie la loro regina . Alex aveva già capito da un po’ che suo padre nascondeva qualcosa di grosso e di pericoloso . Alex aveva visto che non gli era stato permesso di leggere informazioni sugli Zombie . David non voleva che lui andasse a vedere il film Zombieland , che era un semplice film fantastico ma lui non voleva basta . Alex da quel giorno capì che suo padre aveva un segreto e riguardava gli Zombie . Il giorno in cui non pote andare a vedere il film Zombieland si mise a creare uno schema segreto in camera sua e tutto riguardava non solo suo padre ma anche sua madre e tutto quello che c’ era sugli Zombie . Ogni volta che un membro della sua famiglia entrava nella sua stanza lo nascondeva visto che non voleva essere scoperto da suo padre David e sua madre Morgana . Non voleva che loro capissero che era vicino alla verità che loro da anni cercavano di non dire . Ogni volta che Alex e non solo lui ma anche altri membri della sua famiglia parlavano di Zombie . Il volto dei loro genitori diventava buoi come se avessero paura e che da un momento all’ altro sentivano quel rumore fatto dagli Zombie che era impresso nella loro mente . Lo schema di Alex era diventato grande visto che aveva capito che se i suoi genitori non potevano parlare di questa cosa con loro significava che nel passato avevano fatto parte del Governo o avevano lavorato per loro a un grande progetto segreto sugli Zombie . Alex aveva capito che doveva essere cosi visto che lo aveva capito dalla loro faccia che un attimo prima era immersa da una grande luce adesso era piena di oscurità come se il loro segreto fosse davvero molto prezioso tanto da uccidere un sacco di gente . David non sapeva cosa faceva suo figlio Alex nella sua stanza visto che aveva provato a prendere lo schema segreto di suo figlio ma non lo trovo più li dentro . Alex sapeva che il padre non ero uno sciocco e prima o poi avrebbe capito che suo figlio era bravo quasi quanto lui a capire quando uno stava mentendo oppure no . Alex aveva decise di nascondere il suo schema dentro un luogo che sapeva solo lui e prima di entrarci voleva vedere se era solo oppure era seguito da suo padre oppure da uno dei suoi fratelli o una sua sorella . Alex capiva che prima di dire qualcosa a loro ci doveva capire prima lui qualcosa . Prima di dire al lupo a lupo voleva essere sicuro di quello che diceva . Il posto in cui era entrato era la vecchia torre dell’ orologio che non era stata più usata e decise di usarla come suo covo segreto . Alex aveva messo li il suo schema e alla fine capì quello che doveva fare anche se era molto pericoloso per lui visto che stava per entrare dentro il database del Governo e se non fosse stato attento avrebbe potuto subire un grande danno e andare in prigione e poi vedere i suoi genitori tristi e tutto era stata colpa loro visto che non avevano voluto dire la verità sul loro lavoro al Governo . Alex Chandler per scoprire quello che stavano nascondendo i suoi genitori avrebbe fatto di tutto e ora mai aveva deciso di entrare nel database del Governo e scoprire tutto su un progetto che anni aveva detto di fare cioè Operazione Occhio Rosso .

 

Categorie
Alex Chendler Armi Foto Katrine Chandler Storm City

Colt 45 di Alex Chandler

Quando Alex ha saputo per primo da suo padre la verità lui di nascosto ha decise di prendere il porto d’ armi e di prendere non una grossa arma o un ‘ arma lunga ma un ‘ arma che poteva portare dietro una maglietta oppure dietro una giaccia . Alex non sapeva quando l’ invasione di Zombie dentro la città di Storm City sarebbe avvenuta ma lo sapeva e per questo prese una Colt 45 e la nascose molto bene per non farla vedere nè ai suoi fratelli e alle sue sorelle visto che solo quando avrebbero scoperto la sua pistola gli avrebbero potuto chiedere per cosa era e sopratutto se stava nascondendo qualcosa di grosso oppure no .

colt 45 1911-01

Categorie
Alex Chendler Fucile Fucile Winchester Jenna Chendler Katrine Chandler Marshal Rendel Storm City Storm Square

Katrine Chandler cerca di salvare la sua famiglia

 

Quando era dentro Storm Square ricevette la telefonata di Marshal per capire cosa stava succedendo visto che fuori dalla loro porta c’ erano un sacco di Zombie e stavano provando a trattenerli come potevano . Marshal era andato nel suo ufficio e si era messo le cuffie per parlare con Katrine visto che era da un po’ che non la sentiva e disse – Piccola stai bene ? . Marshal la chiamo cosi dal primo che l’ aveva vista mentre vedeva lui fare quelle acrobazie del parkour . Katrine si rimise l’ auricolare dentro al suo orecchio sinistro – Senti te la faccio semplice JackNife e stato ucciso dalla nostra cliente e poi si e scoperto che quello che c’ era li dentro era Virus T e ha detto un sacco di persone si stanno trasformando in Zombie e io adesso non so che fare . Vengo a salvare voi oppure cerco di salvare la mia famiglia . Marshal aveva visto che la sua piccolina doveva prendere una dura decisione cosi decise di tirare la sua arma a forma di trivella e disse alle cuffie – Piccolina salva la tua famiglia . Marshal si tolse quel completo da ufficio e si mise una maglietta nera che era sporca di sangue e quello era sangue di Zombie e pure sull’ arma c’era un sacco di sangue di Zombie . Katrine decise di andare a casa sua per salvare la sua famiglia . Katrine prese le chiavi dalla sua borsa a tracolla visto che ce li aveva attaccata alla borsa visto che non sapeva quando sarebbe andata via e cosi le attaccata a un gancio libero . Una volta aperta la porta vide sua madre che era in sala da pranzo e pensava che Katrine era morta e quando la vide la inizio ad abbracciare e le inizio a dare baci come non aveva mai fatto . Una volta alla volto tutti tornarono e furono felici di vedere che la sorella era viva e vegeta e che aveva provato a fare qualcosa per fermare questo inferno che stava succedendo in città . L’ unica persona che non era riuscita a tornare alla base era il padre di Katrine che era divenuto uno Zombie mentre era al lavoro e la sorella di Katrine , di nome Jenna decise di ucciderlo perché durante il tragitto il padre aveva detto a loro – Se vengo morso e vedete che mi trasformo in uno di quei mostri mi dovete sparare in testa senza pensarci due volte . Se non lo fate potrei trasformare anche voi in uno di questi mostri e cosi voi senza saperlo potreste fare del male a uno della nostra famiglia . Gli Zombie arrivarono e tutta la famiglia Chandler si mise in moto per sbarrare il posto . Jenna perse la vita quando uno di quei mostri che era bello grosso venne verso la casa e la uccise con il suo peso . Katrine e i suoi fratelli non ebbero il tempo di piangere la loro sorellina morta visto che un sacco di Zombie stavano passando di la . Di Zombie da quella grande fessura ne stavano venendo un sacco come una grande enorme valanga che colpisce più e più volte un luogo . Alex Chandler vide che non potevano resistere a lungo li dentro e cosi mentre gli altri teneva fuori gli Zombie porto un attimo sua sorella fuori da li . Erano fuori la casa e mentre gli dava un Winchester in mano visto che era il suo regalo di compleanno disse – Katrine vai a salvare i tuoi amici . Qui non puoi fare niente per noi , te ne devi andare e basta . Katrine stava tornando indietro ma suo fratello le sparo davanti ai piedi e disse – Senti ci devi lasciare andare , noi siamo già morti tanto e lo so quello che ti dico e molto crudele ma devi andartene oppure morirai pure tu e se vuoi salvare questa città allora e inutile che rimani qui . Devi andare in altre parti della città . Alex prese una dura decisione cioè di andare vicino alle bombole del gas e sparare con il fucile visto che era l’ unico per salvarsi da quella situazione . Tutti sarebbero morti ma almeno avevano fatto una cosa e sarebbe a dire dare alla loro sorellina Katrine di salvare la città non lasciandola dentro quell’ inferno che era divenuto casa loro .

 

Categorie
Katrine Chandler Mei Cheng Storm City Storm Square

Mei Cheng scappa da Storm Square

 

La donna che aveva scatenato questa invasione di Zombie era chiamata Mei Cheng ma nessuna sapeva se quello era veramente il suo nome oppure era un nome inventato cosi per scappare per sempre . Solo lei sapeva la verità e cosi doveva essere e l’ aveva scatenata cosi per caso solo per divertimento , solo per vedere come si portavano le persone in questa pericolosa occasione in cui si trovavano . Mei che non era più sotto le grinfie di Katrine la vide venire verso di lei pronta a ucciderla per quello che aveva fatto . Mei si si mise in posizione di combattimento e decise di attaccare la donna con dei calci ben assestati e poi decise di darle un calcio dritto nello stomaco bello forte . Mei non la vide subito crollare a terra e capi che era speciale – Hai una forte resistenza , adesso vedremo se te la cavi contro di me . Katrine vide che la donna parlava molto bene la sua lingua come se da un momento all’ altro aveva perso il suo accento cinese e poi aveva questa pronuncia italiana – Adesso vedrai che ti darò dei bei calci in culo e poi vedremo se sarai tu a soccombere oppure sarò io . Mei come prima cosa si fece ricrescere i suoi bellissimi neri grazie al suo potere di allungare e accorciare i capelli e di cambiarlo anche . Una volta fatto Mei andò contro la donna e cerco di trovare i punti deboli del corpo di Katrine . Anche se tu hai il potere della rigenerazione cellulare accelerata ti rimane sempre un punto debole e Mei Cheng e cinese e loro sono bravi nello scoprire i punti deboli del corpo umano . Mei decise di chiudere gli occhi visto che aveva imparato da un maestro ad ampliare i suoi sensi e cosi aveva imparato a combattere anche quando aveva gli occhi chiusi . Mentre teneva gli occhi chiusi sentiva tutto persone che scappavano , persone che urlavano di paura e poi sentiva un po’ di dolore nella gamba destra di Katrine . Mei decise di attaccare quel punto e cosi spezzare le sue ossa e anche se sapeva che le sue ossa si sarebbero rigenerate , ci avrebbe messo un po’ visto che doveva anche rimetterle dentro alla sua gamba . Quando si deve rigenerare le ossa di qualunque parte del corpo ci vuole un po’ di tempo visto che la rigenerazione e la parte più semplice di questo procedimento e senza dolore ma poi arriva la parte più complessa e sarebbe a dire che tu devi metterti dentro alla gamba o da qualunque parte del corpo le ossa dentro e quello fa molto male . Mei inizio a usare le mani per bloccare gli attacchi di Katrine e poi vide un punto cieco , un punto dove la sua barriera non difendeva la gamba e con un calcio molto forte le colpi la gamba . Mei prese la pistola e gliela sta puntando alla testa e poi disse una volta rimessa dentro al suo vestito rosso – non ti uccido sarebbe troppo facile ma ti lascio alla merce di quegli Zombie . Buona Fortuna . Alla fine se andò al suo attico che era stata rinforzato per un occasione del genere e non vedeva l’ ora con una bella bottiglia di una champagne del 1579 di vedere quello spettacolo da li sopra . Mei Cheng non vedeva l’ ora di vedere come se la cavava questa città contro gli Zombie e non appena sarebbe iniziato gli scontri non vedeva l’ora di stamparla e dire bere alla morte di tutte le persone dentro questa insulsa città . Uno degli uomini chiese a Mei visto che era curioso di sapere come mai non aveva ucciso quella donna – Coma mai non hai ucciso quella donna ? . Mei decise di rispondere al suo soldato vestito tutto di nero – se l’ avessi uccisa tutto sarebbe stato meno divertente . Tanto questa donna sarebbe morta sotto l’invasione degli Zombie . Katrine decise di non inseguire Mei Cheng visto che adesso aveva due compito uno salvare i suoi amici Runner che erano tornati alla Speed Run Company e poi salvare la sua famiglia . Aveva due cose molto importanti da salvare e la sua famiglia era molto importante .