Categorie
Angela Ferrante Beatrice Beatrice Ferrante Cornelia de Angelis Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dr Alyssa Saintcall The District Torturatori

Vado a Rassicurare Beatrice Ferrante

Beatrice Ferrante era davvero molto preoccupata e pensava che un ‘ altra volta quando andava nel bagno della sua scuola potesse succedere di nuovo quello che successo oggi e pensava che un ‘ altra volta io o mia sorella Alyssa non ci saremo stati e lei sarebbe morta e lei non voleva queste cose . Io dopo aver parlato con Angela Ferrante e aver ottenuto da lei il permesso di allenare sua figlia Beatrice da ulteriori pericolo non solo nella scuola ma anche in altre parti dove lei va nel mondo o dovunque vada . Tornai nell’ infermeria e vidi subito che Beatrice aveva dei bellissimi capelli rossi come il fuoco e a Beatrice piacevano moltissimo . Io mi tolsi il cappuccio e spensi il modificatore di voce che avevo creato io tempo fa durante uno degli allenamenti con la Rete e anche se lo avevo fatto pensavo che non mi sarebbe servito a niente ma invece mi serviva . Guardai Beatrice Ferrante negli occhi e vidi che anche se era in un luogo sicuro e con persone che la proteggevano aveva ancora paura e io per farle togliere quel senso di paura che era dentro di se ed era incollata su di lei – Beatrice lo so che hai paura ma se continui a stare li nella paura non ti puoi concentrare sui problemi del presente . Non ti voglio mentire , questo ti potrebbe succedere di nuovo ma quando succedere la prossima volta sarai preparata visto che tu da domani ti allenerai con me e con Alyssa e cosi se tu avessi un nemico oppure una persona ti vuole far del male tu lo puoi sconfiggere e cosi sei al sicuro tutte le volte che vuoi . Beatrice si ricordo la sensazione in cui stava nel bagno era impotente e senza difese e lei non si voleva più sentire cosi e mi disse una volta scesa dal lettino con calma e venendo verso di me – si insegnami . Voglio imparare tutto da te e cosi se c’ e qualche pericolo o qualcosa posso intervenire e cosi non mi sentirò più senza difese e senza nessuna protezione .

Era felice di sentire che Beatrice aveva superato questo momento brutto grazie a noi , se non lo superava sapevo già che succedeva e come si sentiva e se non lo avesse superato avesse avuto paura per tutta la vita .Invece grazie a me e grazie a mia sorella Alyssa lei poteva essere al sicuro quando voleva e dove voleva .

Abbraccia Beatrice Ferrante e le dissi mentre le accarezzavo i capelli che adesso erano rossi come il fuoco – adesso è tutto passato e la prossima volta tu sarai più esperta e nessuno ti potrà fare più del male . Beatrice che era abbracciata a me e mi disse con calma visto che adesso era al sicuro nelle mie braccia – grazie Daniel e poi ringrazio anche Cornelia de Angelis e mia sorella Alyssa non solo per avergli tolto l’ occhio nero e il dolore nel suo stomaco anche per avergli dato un nuovo colore di capelli e cosi era davvero una bellissima signorina ben vestita e davvero molto bella e grazie a me e a mia

sorella Alyssa poteva diventare una persona forte , buona e gentile come sua madre Angela Ferrante che era a capo di The District . 

Categorie
Angela Ferrante Beatrice Ferrante Demone Demoni The District Torturatori

Beatrice Ferrante viene quasi uccisa nel bagno delle ragazze

Beatrice Ferrante si era svegliata alle 6 come le altre mattine e poi faceva colazione con Angela Ferrante la sua bellissima e bravissima mamma che lavorava a The District e quindi se succedeva qualcosa di brutto a Beatrice era la prima a saperlo . Beatrice e a colazione era già vestita con quello che doveva indossare a scuola visto che lei era molto mattiniera e prima di sua madre Angela Ferrante si faceva una bella doccia calda e lei era già vestita per andare a scuola dopo le avrebbero insegnato come utilizzare i suoi poteri da fantasma alla grande ma Beatrice non lo sapeva fare ancora e per imparare aveva tutto il tempo del mondo . La scuola secondo Angela Ferrante era molto sicura e quindi Beatrice non si doveva preoccupare dei Torturatori e per il momento quegli uomini brutti erano un vago ricordo brutto e quindi per il momento non si doveva più preoccupare di loro o almeno cosi sembrava .

Era una mattina come tutti e Beatrice stava seguendo le lezioni come tutte le altre ragazze ed era davvero molto felice di stare con le sue amiche Daphne e Jane e loro due erano migliori amiche di Beatrice . La maggior parte delle ragazze non lo era invece perché era la figlia del capo della polizia e questo rendeva la sua vita un inferno . Un giorno mentre era in corridoio una ragazza di nome Zara la prese per il suo bel vestito e la sbatte vicino a uno degli armadietti e le disse – tu non sarai mai nostre amiche e visto che sei figlia del capo della polizia non ci piaci e quindi sta attenta perché da oggi noi ti rendere la vita un inferno in terra . Quelle ragazza era capeggiate da Zara e seguivano i suoi ordini e se non li ubbidiva li puniva con i suoi poteri . Zara da tutti era considerata una stronza molto cattiva e credule e nessuno quando passava nei corridoi la guardava negli occhi e il fatto di questo tutti potevano capire quanto era temuta da tutti . I Torturatori non so come ma sapevano che Zara aveva attaccato Beatrice e vide che nella scuola erano le peggiori e per questo motivo l’ opzioni migliore per uccidere Beatrice Ferrante e fallo sembrare un incidente normale come tutti . Per farle fare questo mandarono un demone fuori dalla loro scuola e si avvicino a Zara .

Zara lo stava guardando in volto e lo stava fissando tipo per dire “ mi stai davanti e mi impedisci di andare in avanti “ . Tutti avevano visto che era un demone e pure Zara lo aveva visto e lo portano vicino al posto vuoto dove nessuno li poteva vedere e lei con la super forza lo sbatte contro uno dei muri della palestra e gli disse con un tono arrabbiato – se perdo l’ autobus per tornare a casa , te lo strappo il cuore . Sono stato chiaro demone . Il demone inizio ad avere paura e poi prese dalla sua tasca sinistra dei pantaloni un foglio in cui c’ era scritto un messaggio dei Torturatori e lo diede con una mano tremolante a Zara . Zara lo lesse e ancora molto arrabbiata come una bestia , era arrabbiata perché il demone era stato davvero molto scemo da venire a scuola e mentre lo stava per rimettere contro il muro gli diede un pugno in faccia davvero molto in faccia e poi gli diede un calcio sullo stomaco e poi gli dissi – tu prova a rincontrarmi qui fuori dalla scuola e te lo strappo il cuore sono stato chiaro . Il demone aveva capito e poi con delle ferite molto gravi se no torno dai loro capi per fare in modo che i Torturatori fossero informati che Zara aveva ottenuto il loro messaggio . Zara sali sull’ autobus con passo lento e andò dalle sue amiche e gli disse quello che c’ era scritto sul foglio e Raina guardo il foglio ed era un vero messaggio dei Torturatori e disse a tutte facciamolo , uccidiamo questa puttanella figlia del capo della polizia . Il giorno dopo tutto doveva essere una giornata normale ma non lo fu per niente e quando Beatrice andò in bagno Zara e le altre loro amiche entrarono nel bagno ed erano li per uccidere Beatrice e fare in modo che fosse un incidente . Mia sorella Alyssa vide il futuro e vide che Beatrice era nel bagno e stava per essere uccise e alla fine decise di intervenire e salvare Beatrice . Alyssa andò li nel bagno con il teletrasporto e si era nascosta e li attese e alla fine quando vide che Beatrice era in pericolo intervenne e salvò la piccola . Zara prima di soccombere cerco di uccidere Alyssa con la sua superforza ma Alyssa blocco tutti i colpi e alla sconfisse tutti quante li e poi chiamo Angela Ferrante anche se Beatrice gli aveva chiesto di non farlo – Senti devi venire qui perché Beatrice Ferrante e stata quasi uccisa . Quando senti quelle parole il suo cuore si era quasi fermato e poi arrivo li e una volta arrivata li nel bagno e vide Beatrice Ferrante che stava bene e poi quelle ragazze che porto nel suo Dipartimento.

Categorie
Beatrice Beatrix Daniel Saintcall Demoni Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dottore Dr Alyssa Saintcall Fantasmi Tecnologie Telefonini Torturatori

Alyssa incontra Beatrice Ferrante

Mia sorella Alyssa era sempre in movimento e un giorno era andata al negozio di animali per curare qualche animali e quel giorno Beatrice e mia sorella Alyssa si incontrarono . Beatrice aveva visto che Beatrix era un po strana e non mangiava molto e cosi prese la sua bicicletta e la porto al negozio di animali . Alyssa andò li con la sua moto e arrivo li a curare gli animali ,entro e saluto Amelia baciandola sulle guance e disse – Buon Giorno Amelia e lei disse – Buon Giorno Alyssa . Alyssa aveva visitato molti animali e alla fine tocco a Beatrice e porto Beatrix con lei . Beatrice era molto preoccupata per Beatrix e si avvicino a mia sorella Alyssa con calma e disse – come sta Beatrix ? e mia sorella Alyssa mise Beatrice sul tavolo dove c’ era Beatrix e disse – sta bene , però aveva mangiato troppo e per questo non mangiava più . Beatrice vide il tesserino di mia sorella e vide che c’ era scritto Dr Alyssa Saintcall e poi lei penso lo stesso cognome di Daniel , non saranno fratello e sorella . Alyssa aveva letto il pensiero di Beatrice e disse – si Daniel è mio fratello , piacere di conoscerti Beatrice .

Beatrice la guardo e disse – Daniel non mi ha detto che aveva una sorella . So soltanto che io sono un  fantasma e lui mi ha salvato dai Torturatori . Alyssa si mise accanto a lei , le bacio la fronte e disse – Se hai bisogno di auto , puoi chiamare me oppure mio fratello Daniel . Prese il suo Samsung Galaxy S4 e le scrisse il suo numero telefonico su un foglio e prima di farla andare via le disse – se hai bisogno di aiuto per la tua gatta o sei sola a casa e hai paura di stare da sola mi puoi chiamare e poi Beatrice prendendo Beatrix e mettendola nel cestino che Angela le aveva messo sulla bici e torno a casa e Angels le dissi una volta tornata a casa – come è andata la visita medica della tua gatta . Beatrice andò in cucina e disse a sua madre Angela – è andata molto bene e li ho incontrata la sorella di Daniel , Alyssa Saintcall e lei mi ha dato un foglietto di carta e li c’ e scritto il  suo numero di telefonino e Angela disse a sua figlia Beatrice – vedi , sei andata li e per caso hai incontrata la sorella di Daniel . Cosi se sei in pericolo o se io non ci sono tu puoi chiamare lei e farti aiutare da lei . Beatrice inizio a bere un po del latte che sua madre Angela si era versata nel bicchiere e poi per gentilezza e vedeva che sua figlia aveva bisogno di bere , glielo verso a lei .

Categorie
Alister Rafferty Angela Ferrante Daniel Saintcall Dante Lopez Dominatore di Poteri Fantasmi Torturatori

Alister Rafferty

Alister Rafferty era da molto tempo nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Aveva una moglie e una figlia di cui era molto fiero e lui non avrebbe mai fatto una cosa del genere come una bambina se non era costretto . Un giorno io e lui stavamo lavorando a un caso di stupro su una bambina e lui mi disse nel furgone – Mi farei uccidere invece di fare quello che ha fatto quest’ uomo . L’ uomo che dovevamo catturare era un pazzo e secondo lui tutte le persone che aveva violentato lo volevano e un ‘ altra cosa che ci disse durante la sua confessione che nella sua testa , loro gli pregavano di fare . Alister non avrebbe mandato a monte anni di carriera per niente , capì che doveva essere stato minacciato da qualcuno . Inizia con calma a guardare con gli occhi della fenice e poi dietro la sua schiena notai qualcosa che mi sorprese . Qualcosa che avevo in numerosi casi di omicidi che negli anni erano passati come suicidi , cioè il marchio dei Torturatori e li capimmo che era per colpa loro che Alister , il mio collega stava per uccidere un piccolo angioletto . Per me la situazione era difficile , davanti a me non c’ era una di quelle persone che hanno fatto qualcosa di male e quindi io le posso sbattere in carcere oppure contro di loro visto che in carcere non succede niente io posso usare lo sguardo della penitenza . Dietro quella scrivania c’ era il mio amico che adesso era accusato di violenza su un minore e tentato omicidio , due accuse parecchio grandi . Doveva fare in modo che questa cosa non peggiorasse , se solo uno dei fantasmi avesse comunicato una sola cosa alla stampa . La moglie e la figlia di Alister sarebbero morte dopo molto torture , non si doveva rischiare . Io entrai nell’ Ufficio di Angela Ferrante e chiusi la porta per fare in modo di non far sentire a nessuno – Angela ti voglio chiedere una cosa . Non mandare nessun agente a casa di Alister , lascia che me ne occupi io  . Angela mi guardò e disse – Perché vuoi andare tu da solo ? , mi schiarii la voce e disse – Secondo te non posso farcela da solo oppure no , ma se ci mandi una squadra . Loro capiscono che Alister Rafferty ha fallito e non solo uccidi lui ma sopratutto la sua famiglia . In quel momento ebbi una visione del futuro , i miei occhi diventarono bianchi e sulla lavagna personale di Angela Ferrante . Iniziai a disegnare che agenti di polizia internazionale del tempo , dello spazio e dei mondi erano andati li ed erano morti e loro stavano per uccidere la famiglia di Alister . Angela vedendo la mia visione prese la radio e disse – ve ne dovete andare via da li . Adesso . Passo e Chiudo .

Dante Lopez un latino di 35 anni era molto amico intimo di Alister e disse ad Angela – non lo possiamo fare . Alister è nostro amico e la sua famiglia e la nostra . Purtroppo l’ unica che fecero andando li mossero solo una cosa la morte non solo la loro ma anche quella della famiglia di Alister Rafferty . Io mi precipitai a casa di Alister e il capo dei Torturati stava per iniziare le torture contro di loro . Il capo aveva due cose un oggetto per marchiare il suo corpo e del fuoco . Il Capo disse ai suoi sottoposti – prendete la mocciosa voglio iniziare da lei , il più grande di loro prese una cintura e lego le mani e le braccia della bambina e poi le strappo un po della sua maglietta e poi stava per mettere sulla pelle il marchiatore e da li sarebbe stata marchiata a vita e anche se uno ci metteva delle pelle sopra era li e nessuno lo poteva togliere  . Io intervenni in tempo e con la mia spada distrussi il marchiatore e loro furono molto arrabbiati con me , ma io ero più forte e io dissi a loro – Adesso ve la prendete con gli umani , non  ve la prendevate solo con i fantasmi . Prima che il padre rispondesse , uno dei figli disse – Se un umano protegge un fantasma gli deve toccare la stessa sorte . Tutti erano d’ accordo con lui e poi iniziarono a colpirmi ma senza nessun effetto e li sconfissi . Quella volta invece di scomparire io ero scomparsi loro e mi stavo chiedendo dove erano andati ma l’ importante che erano ancora a piede libero e adesso forse era con un nemico potente che li aveva fatti scappare e inizio a pensare che la prossima volta saranno più agguerriti e la prossima dovrò trovarmi pronto e forse io non li potrò affrontare da solo .

Categorie
Angela Ferrante Beatrice Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Fantasmi Torturatori

Cerco di Scoprire come agiscono i Torturatori e Beatrice stringe amicizia con Angela Ferrante

I Torturatori persone che odiano con tutto il loro cuore i fantasmi anche se nel Universing o nei vari parti del mondo o dell’ universo ci sono i fantasmi , loro avrebbero fatto una sola e unica cosa cioè ucciderlo . Ma non subito lentamente e in dolore , non ci potevo credere mentre leggevo i vari fascicoli che avevano su tutti i fantasmi torturati o picchiati a sangue . Ma tutte quante avevano un simbolo inciso con il fuoco vicino alla gola cioè il loro simbolo , un simbolo che visto da tutti i fantasmi emette una tale paura da farli scappare . Quelli più potenti invece non si mettono paura e li tengono testa ai Torturatori . Beatrice li aveva visti in volto e aveva paura di finire come le loro vittime , io tesi la mano a Beatrice e le dissi – te lo giuro dovranno passare sul mio cadavere prima di farti questo . Da quelle parole Beatrice si senti un po più sollevata ma aveva sempre un po di paura e come dargli torto loro erano dei mostri e anche se Beatrice era un fantasma , lei aveva paura di loro e di quello che le potevano fare . Io e Beatrice per il momento eravamo al Dipartimento della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e Angela Ferrante quando vide la piccolina si avvicino a lei e disse – Ciao , come stai ? . Beatrice si nascose dietro e da dietro – io sono Beatrice , piacere di conoscerti e poi si rivolse a me e disse – Che cosa è successo a questa piccolina , è spaventata . Io allora le dissi – Ora ti spiego , lei è un fantasma e stava quasi per essere uccisa dai Torturatori e io per rifugiarmi da loro sono venuto con lei nell’ Universing . Adesso lei ha paura che loro vengano pure qui a ucciderla , spero che non succeda questa cosa brutta per lei . Angela mi guardo e disse – Daniel hai fatto bene a portarla qui , adesso dobbiamo tenerla al sicuro e io in quel momenti ero molto d’ accordo con Angela Ferrante e io le dissi – dove ? e lei mi disse – Daniel può stare con te e per favore non metterla in pericolo con qualche cosa folle che hai testa . Per favore e piccola e quindi non può fare quello che fai tu . Dovevo dare ragione ad Angela e lei dissi – OK , farò attenzione con lei .Beatrice alla fine si tolse da vicino alla mia gamba e andò dentro l’ ufficio di Angela e si mise sulla sua sedia ed era molto comoda e Angela vedere Beatrice li non le diede tanta preoccupazione per lei era vedere un piccolo angioletto seduto li e questo non le dava fastidio . Beatrice anche aveva conosciuto Angela per pochi minuti andò da le e si fece abbracciare , perché aveva paura che anche li era in pericolo e Angela abbracciando Beatrice disse – qui nessuno ti farà del male e poi ti sto affidando a una persona giusta e che ti protegge per tutto il viaggio e Beatrice bacio sulla guancia sinistra Angela e le dissi in modo molto gentile – grazie di tutto . Angela le inizio ad accarezzare i capelli di Beatrice e poi la lascio andare e disse – Daniel se succede qualcosa a Beatrice ti uccido , sono stata chiara e io risposi – cristallina .

Categorie
Beatrice Daniel Saintcall Fantasmi Mondo Osservatore Osservatori Racconto Sarah la Fenice Rossa Sarah Saintcall Settembre Torturatori Universing

Ragazzina Bruciata Viva parte 2

Mi sono sempre chiesto ma i fantasmi hanno paura o no , hanno paura di morire oppure no . Il giorno in cui cercavo di scoprire qualcosa sul passato della piccola Beatrice scopri di che cosa hanno paura i fantasmi . Non hanno paura di noi perché li possiamo vedere , ma hanno paura di alcune persone che sono dei sadici e cercando di uccidere tutti i fantasmi a loro non importava se erano buoni o cattivi a loro bastava toglierli dalla nostra realtà . Secondo loro tutti i fantasmi sono cattivi e spregevoli e vogliono distruggere tutto , ma Beatrice non aveva colpe e non aveva fatto niente . Lei era una vittima ma se i Torturatori l’ avrebbero visto , non importava quanto Beatrice implorava pietà loro non né avrebbero mostrata , quando ogni giorno vado o nel mondo o nell’ Universing io e gli agenti della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi riceviamo sempre casi di fantasmi pestati a sangue , incatenati e torturati con cose che ai fantasmi fanno un casino di male . Loro utilizzano cinghie di ferro , sbarre di ferro o spranghe di ferro e sopratutto per far capire che tutti loro erano dei mostri le strappavano i capelli con molta forza e anche se piangevano loro continuavano . Le grida dei fantasmi sopratutto quelli più deboli gli dava forza e sopratutto era come uno stimolo per dire continua . Cioè in poche parole erano dei mostri senza nessuna pietà , lo dovevo evitare e dovevo impedire che queste succeda a Beatrice . Già era difficile per lei riottenere i suoi ricordi e sopratutto andare avanti , se le fosse successo tutti i progressi fatti o quelli che vorremo fare nel futuro non ci saremo più riusciti . Ritoccai a terra per avere più dettagli dell’ incidente per capire la dinamica e sopratutto per capire da dove è entrato e cosa ha fatto dopo che ha fatto questo orrendo crimine . Beatrice ti ricordi qualcosa dell’ incidente ? – le chiesi in modo gentile .

– No , purtroppo . Non mi ricordo niente . Beatrice non si ricordava niente , sapevo di un metodo che ho imparato da Sarah la Fenice . Un modo per recuperare i ricordi perduti nel tempo e che sono dentro la tua testa . Io dissi a lei – forse so un modo per farti ricordare qualcosa , ma potrebbe anche non funzionare .

Ci voglio provare , anche se quello che mi è successo e una cosa terribile e disumana , io la voglio ricordare perché fa parte di me . Beatrice anche se aveva solo 8 anni mostrava una maturità che tutti quanti ottengono quando hanno 18 anni invece lui c’ e l’ aveva adesso e devo dire . Io misi per terra e incrociai le gambe e Beatrice fece lo stesso e poi misi accanto a lei e dissi – sgombra la mente da tutti i tuoi pensieri fa finta che sei vuota e adesso chiudi gli occhi e pensa al passato . Non subito riottene i ricordi , perché la sua mente era come un computer con file cancellati ma nulla si cancella per sempre . Lei aveva paura e poi le dissi nell’ orecchio – smetti combattere , arrendi ai tuoi ricordi solo cosi potrai riottenerli . Beatrice fece come le avevo detto io e le era nella sua mente e lascio penetrare i ricordi perduti dentro di lei , tutti i ricordi erano tornati anche quelli più dolori e poi mi guardò aprendo gli occhi e facendo scendere una lacrima che portava due sentimenti dentro cioè gioia e dolore e poi disse – Adesso ricordo tutto . Proprio in quel momento arrivavano i Torturatori ed erano dietro di me e io sfoderai la mia spada e si incrocio con un ‘ascia ben affilata . Loro poteva solo vedere i fantasmi , non potevano entrare dentro l’ Universing e questo era un bene per noi . Io decisi di sconfiggerli e prima presi una bella rincorsa e spezzai l’ ascia del tipo e poi si misero tutti attorno a me e Beatrice era accanto a me ed era molto impaurita . Mi mossi a una grande velocità e diedi dei colpi molto forti ai collo di tutti i miei nemici per farli svenire , non li potevo catturare o chiamare la Polizia per catturare dei sospetti . Per il sistema loro non esistevano , come me erano senza impronte e sopratutto nessuno sapeva della loro esistenza , perché quando loro lasciavano il corpo di fantasma torturato a sangue loro non potevano dire chi erano perché loro indossavano delle maschere come quelle che utilizzano i Ghosts e anche se li avrebbero descritti la Polizia non avrebbe potuto fare niente e sopratutto anche se io li mettevo in carcere loro sarebbero usciti in cinque minuti da li , che sarebbe stato in modo legale o non legale loro se ne sarebbe andati li . Cioè l’ unico modo per sconfiggerli era ucciderli , ma avevo con me Beatrice e non volevo che mi vedesse contro un mostro invece di una persona che l’ aiutata . Prima di andarcene nell’ Universing li incatenai almeno avevo molto tempo prima che si liberassero . Presi Beatrice e insieme a lei entrammo dentro l’ Universing , li nell’ Universing i fantasmi sono diversi dal mondo normale cioè fino a quando stanno li è come avessero una forma corporea e possono mangiare , bere e possono fare molto altro . Presi Beatrice e la porta in un bar e io presi un hotdog e poi la signora si rivolse a lei – tesoro vuoi pure un hotdog . Beatrice era stupita e disse – lei mi vede .

Si ti vedo . Lo vuoi un hotdog ? .

Si che lo voglio . La signora lo mise nella mano di Beatrice e poi lei disse con molta educazione – grazie . Alla fine mi stupi pure io che lei essendo un fantasma poteva mangiare l’ hotdog e poi dietro di me apparve Settembre e disse – Salve Daniel e Salve Beatrice . Alla fine glielo chiesi e dissi – mi puoi dire come mai qui i fantasmi si vedono e riescono a fare cose che sulla Terra non riescono a fare . Settembre mi disse – ti posso dire che solo che da quando nato è l’ Universing e sempre stato cosi e cosi sarà . Beatrice si diresse verso Settembre e disse – quindi qui io è come fossi viva .

Esatto Beatrice – si mise allo stesso livello di Beatrice e poi le disse – Goditi la tua nuova vita ragazzina . Per il momento eravamo al sicuro , ma prima o poi loro avrebbero cercato Beatrice e le avrebbero fatto del loro peggio .

 

Fine Parte Seconda