Muscolo bicipite brachiale

Il muscolo bicipite brachiale è il più grande muscolo anteriore del braccio ed origina con due capi dalla scapola per andare ad inserirsi con un tendine comune alla tuberosità del radio.

Si tratta di un muscolo del braccio, localizzato nella loggia anteriore, assieme al muscolo brachiale e muscolo coracobrachiale; è antagonista del muscolo tricipite brachiale. Il bicipite brachiale è un muscolo biarticolare in quanto dalla scapola raggiunge il radio, superando due articolazioni, la scapolo-omerale e il complesso articolare del gomito.

Ha diversi ruoli:
stabilizzazione dell’articolazione scapolo-omerale
flessione e adduzione del braccio
flessore dell’avambraccio
supinazione dell’avambraccio

Capi

I due capi del bicipite brachiale sono detti lungo e breve.
Capo lungo

Origine: tubercolo sopraglenoideo della scapola

Decorso: all’interno della capsula articolare della spalla, con un lungo tendine che viene avvolto da una guaina formata dalla membrana sinoviale che lo esclude dalla cavità articolare. Il tendine del capo lungo si porta sulla testa dell’omero e decorre poi nel solco bicipitale (intertubercolare), la guaina sinoviale che lo avvolge lo segue fino a questo livello e poi termina.

Inserzione: tuberosità del radio.
Capo breve

origine: apice del processo coracoideo della scapola con un tendine vicino a quello del muscolo coracobrachiale
Rapporti

Il muscolo bicipite è assieme al deltoide che vi si trova lateralmente e posteriormente uno dei muscoli più superficiali della loggia anteriore del braccio è in rapporto profondamente in senso cranio caudale con i muscoli coraco brachiale, brachiale e brachio radiale; la faccia profonda è in rapporto col nervo muscolocutaneo;contribuisce a delimitare l’interstizio in cui decorre il fascio vascolonervoso del braccio. Delimita il rilievo centrale della regione anteriore del gomito e delimita il solco laterale e mediale del braccio in cui decorrono rispettivamente la vena cefalica e la vena basilica

Inserzione: tuberosità del radio.
Vascolarizzazione e innervazione

Il muscolo risulta vascolarizzato dall’arteria brachiale ramo terminale dell’arteria ascellare; per quanto concerne il ritorno venoso fa capo alle due vene brachiale laterale e mediale. L’innervazione è data dal nervo muscolocutaneo ramo terminale del plesso brachiale che origina dal tronco secondario laterale dello stesso e si porta nella loggia anteriore del braccio perforando a pieno spessore il muscolo coracobrachiale.

Inserzione tuberosità del radio
Nervo nervo muscolocutaneo (C5–C7)
Muscolo antagonista Tricipite brachiale.

Nel mondo e nel tempo potreste vedere un sacco di misteri e cose incredibili non solo nel tempo e anche nello spazio. Io con la mia famiglia e anche senza ho viaggiato nel tempo e nello spazio. Ogni tanto ho visto cose incredibili e ho scoperto che nel mondo le persone con i poteri hanno fatto grandi cose per vivere in pace senza con noi. Noi li abbiamo visti come dei mostri e loro si sono rintanati dentro una dimensione nota come Universing. Io sono Daniel Saintcall e sono uno dei tanti Dominatori di Poteri che è vivo e vegeto e cerca di capire cosa succede nel tempo e nello spazio. Se avete bisogno di aiuto chiedete pure e se invece dovete scrivere qualcosa la potete scrivere qui sotto

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...