Tessaiga

Tessaiga (鉄砕牙 Tessaiga?, “Zanna che taglia il ferro”) è la spada magica posseduta dal mezzodemone Inuyasha nel manga omonimo. Essa è il perfetto contraltare a Tenseiga, la spada del fratellastro maggiore di Inuyasha, il demone completo Sesshomaru: mentre Tenseiga è la “spada della vita”, Tessaiga è la “spada della morte”.

Storia

Tessaiga è stata forgiata dal fabbro Totosai da una zanna del padre di Inuyasha ed è in grado di uccidere cento demoni con un solo fendente. Questo potere la rende una delle tre spade del dominatore del mondo insieme a Tenseiga e So’unga: Tessaiga è la spada appartenente al regno dell’uomo. Tessaiga ha un’altra caratteristica importante: non tutti possono impugnarla. Può infatti essere maneggiata solo da un mezzodemone (Hanyou) in grado di provare sentimenti per gli esseri umani e che voglia difenderli. Quando un demone completo (Youkai) la impugna, viene respinto da una speciale barriera; perfino un demone maggiore come Sesshomaru può impugnare Tessaiga solo per pochi secondi, riportando inoltre gravi ustioni. Per contro, anche quando un essere umano è in possesso della mitica spada, non ha sufficiente forza per trasformarla: Tessaiga, infatti, si presenta originariamente sotto forma di una vecchia katana arrugginita, ma si trasforma nella sua vera forma di gigantesca zanna se è in mano ad un mezzodemone con sentimenti umani. Quando Inuyasha si trasforma in essere umano durante le notti di luna nuova, infatti, non è in grado di trasformare Tessaiga.

Il potere principale di Tessaiga è quello di poter assorbire i poteri e gli attacchi più potenti lanciati contro di essa e di assumerne le caratteristiche, in modo da poterli utilizzare anch’essa. Il potere del Kongosoha, ad esempio, viene utilizzato da Tessaiga dopo essere entrata in contatto con il demone Hosenki, interamente fatto di diamanti.

La spada era stata nascosta all’interno della tomba del padre di Inuyasha, al confine tra il mondo terreno e l’aldilà. Sesshomaru era stato in cerca della spada per parecchio tempo dopo la morte del padre, ma non aveva avuto fortuna a trovarla, finché non riesce a carpire ad Inuyasha il segreto sulla vera ubicazione della tomba: l’unico modo per arrivare in quel luogo ultraterreno era usare la perla nera custodita all’interno dell’occhio destro di Inuyasha. Dopo una serie di eventi, entrambi i fratelli visitano la tomba del padre per reclamare Tessaiga. Sesshomaru non è in grado di toccare la spada, mentre Inuyasha non solo è in grado di maneggiarla, ma con essa sconfigge Sesshomaru, tranciandogli di netto il braccio sinistro. Dopo la battaglia Inuyasha diventa di diritto il possessore di Tessaiga ed inizia ad usarla per aiutarsi nei combattimenti.

Man mano che Inuyasha diventerà più pratico con la spada, il desiderio di Naraku di farla sparire sarà sempre più forte. A questo scopo, creerà una sua emanazione, Goshinki, che con le sue zanne riuscirà a spezzare Tessaiga. Dopo aver sconfitto Goshinki in seguito alla sua trasformazione in forma demoniaca, Inuyasha farà riparare Tessaiga da Totosai: ciò sarà possibile grazie ad una delle sue zanne. La trasformazione in forma demoniaca di Inuyasha contro Goshinki non era però stata casuale: Tessaiga, infatti, possiede anche il potere di tenere a bada il sangue demoniaco di Inuyasha limitandone le trasformazioni, che un giorno potrebbero portarlo a perdere per sempre il suo io o addirittura a morire. In seguito alla riparazione della spada, però, Tessaiga diventerà molto più pesante del solito a causa della zanna di Inuyasha, ma il mezzodemone riuscirà a risolvere il problema rinunciando definitivamente alla sua trasformazione in forma demoniaca in favore di Tessaiga: ciò renderà la spada di nuovo maneggevole.

Tecniche

Quando riceve Tessaiga in eredità, Inuyasha non sospetta che la spada possa essere usata anche in altro modo che non semplicemente come un’arma da taglio. Ciò provoca l’ira di Sesshomaru che, essendo riuscito ad impossessarsi di Tessaiga grazie a Naraku, mostra ad Inuyasha i veri poteri della spada, scagliando la Cicatrice del Vento; da quel momento in poi, Inuyasha si impegnerà a trovare tutti i poteri nascosti di Tessaiga e ad assorbirne di nuovi, aumentando sempre più il potere demoniaco della spada.
Taglio del Vento, nel manga, o Cicatrice del Vento, nell’anime (風の傷 Kaze no Kizu?): è la tecnica più debole di Tessaiga, capace comunque di spazzare via cento demoni deboli in un colpo solo. Inuyasha riesce ad usare la tecnica accidentalmente in un’occasione per salvare Miroku, ma la acquisisce in pieno solo durante uno scontro con Sesshomaru. Inizialmente Inuyasha troverà difficoltà nell’uso della tecnica poiché per poterla usare deve attendere che due auree opposte generino la cicatrice del vento, ma dopo aver fatto riforgiare la spada da Totosai, diventerà molto più facile scagliare la tecnica in quanto Tessaiga genera la Cicatrice del Vento su se stessa.
Bakuryuha, o Onda Esplosiva Dirompente nel manga (爆流破 Bakuryūha?): restituisce all’avversario il suo stesso colpo ora avvolto dall’aura demoniaca di Inuyasha e quindi dotato di una potenza maggiore. Questa tecnica può essere usata a patto che l’attacco avversario sia di tipo energetico e demoniaco. Inuyasha acquisisce la tecnica in una battaglia contro Ryukotsusei (l’ enorme demone drago che aveva causato la morte di suo padre).
Tessaiga Rossa (赤い鉄砕牙 Akai Tessaiga?):[9] Permette ad Inuyasha di distruggere le barriere demoniache. Inuyasha acquisisce la tecnica distruggendo una sfera rossa contenente il sangue di un demone pipistrello in grado di generare potenti barriere. Questa tecnica permette ad Inuyasha di distruggere la prima barriera di Naraku, a differenza invece della seconda creata sul monte Hakurei che è immune da questo potere. La Tessaiga Rossa viene usata in un’occasione da Inuyasha per distruggere il sigillo della porta del confine del mondo.
Kongosoha, o Onda Esplosiva di Diamante nel manga (金剛槍破 Kongōsōha?): consente a Tessaiga di lanciare contro il nemico una miriade di cristalli di diamante. È molto efficace contro le barriere, riuscendo perfino a penetrare quelle di Naraku e Hakudoshi. Inuyasha ottiene questa tecnica al confine tra questo e l’altro mondo assorbendo i poteri di Hosenki, un potente demone con il corpo ricoperto di diamanti.
Kongo-Bakuryuha (金剛爆流破 Kongōbakuryūha lett. Onda esplosiva dirompente di diamante?): una potente combinazione tra le due tecniche precedenti (Kongosoha e Bakuryuha), che genera un Bakuryuha circondato di diamanti con effetti distruttivi immani per il nemico. Inuyasha usa la tecnica per la prima volta nel combattimento contro i terribili Shitoushin uniti in un unico potentissimo essere. Questa tecnica comunque compare soltanto nel quarto film cinematografico tratto dall’anime.
Tessaiga a Scaglia di Drago (竜鱗の鉄砕牙 Ryūrin no Tessaiga?): è l’ultima tecnica di Tessaiga imparata da Inuyasha. Grazie a questo potere si formano delle scaglie di drago sulla superficie di Tessaiga e la spada diviene capace di assorbire veleni e poteri dei demoni che fronteggia. Sfortunatamente questa tecnica sembra avere dei pericolosi effetti collaterali su Inuyasha, e la stessa spada tende a scurirsi e a riscaldarsi durante l’uso della tecnica. Più avanti Inuyasha, tagliando il foro spirituale di un eremita, ottiene la sua aura sacra che purifica l’aura velenosa dei demoni e rende quindi Tessaiga più facile da maneggiare (quest’ultima parte però è presente solo nel manga). Infine, le scaglie di drago permettono alla spada di vedere e distruggere gli Yoketsu (妖穴 nuclei demoniaci?) dei demoni, il quale garantisce di ucciderli o distruggere parti del corpo annientando semplicemente il nucleo senza colpirli direttamente. Inuyasha impara a farlo grazie all’addestramento di Yoreitaisei[16], e questa tecnica rappresenta il vero punto di forza di Tessaiga a scaglia di drago. Inuyasha ottiene questo potere dopo aver acquisito dalla spada di Toshu, Dakki, il potere di un Ryujin, un demone dalla corazza eccezionalmente robusta in grado di assorbire i poteri di altri demoni, a suo tempo assorbito da quest’ultima. In un’occasione Inuyasha acquista l’abilità di genere fiamme con la spada da Ginka, questa tecnica è indicata come Fiamme di Tessaiga (鉄砕牙の炎 Tessaiga no Honō?), ma viene usata soltanto una volta contro Moryomaru.
Meido Zangetsuha, o Luna del Mattino che Conduce all’Aldilà nel manga (冥道残月破 Meidō Zangetsuha?): quando Inuyasha scaglia questo attacco su qualcuno si crea un’apertura, un passaggio tra il mondo terreno e l’aldilà, nel quale l’avversario viene scagliato; in pratica, l’attacco scaglia l’avversario nell’aldilà, uccidendolo. Ad Inuyasha viene conferita questa ultima e potentissima tecnica dalla Tenseiga del fratellastro Sesshomaru, che dona l’attacco al fratello sia per rispettare i desideri del padre, che sapeva che Inuyasha non sarebbe mai stato in grado di imparare da solo l’attacco, sia per cercare una propria spada che possa arrivare alla potenza desiderata da Sesshomaru[18]. Successivamente si scoprirà che Tenseiga venne creata per lo scopo principale di contenere il Meidou Zangetsuha. Infatti, il Grande Demone Cane, il padre di Sesshomaru e Inuyasha, originariamente aveva sconfitto il possessore della tecnica, Shishinki, tramite Tessaiga, ma si accorse subito che la tecnica era molto pericolosa e la passò a Tenseiga, distaccata da Tessaiga stessa per l’occasione. Sarà proprio questa tecnica a permettere ad Inuyasha, alla fine del manga, di distruggere sia Naraku che la parte malvagia della Sfera dei Quattro Spiriti.

Fodero

Il fodero di Tessaiga è costruito con un legno speciale che protegge chi lo impugna (o comunque ne è a contatto), sollevando una barriera magica. Tale protezione si attiva però solo in casi estremi, ovvero quando la vita di chi ne è in possesso è realmente in pericolo. Il fodero può saltuariamente essere usato anche come arma; Inuyasha si trova ad usarlo spesso quando Tessaiga gli viene sottratta, ad esempio nello scontro contro i fratelli Raiju, poiché ha contenuto anche l’energia demoniaca delle bestie del fulmine. Inoltre, il fodero può anche essere usato per richiamare Tessaiga quando si trova lontana ed è possibile ripararlo con della cera d’api. È curioso notare che, quando Inuyasha lascia la tomba del padre con Tessaiga, sembra non avere con sè il fodero , che compare semplicemente alla sua cintura dall’episodio successivo. Interrogata su questo, la stessa Rumiko Takahashi ha risposto che il fodero era anch’esso nella tomba del Grande Generale Cane e che Inuyasha lo aveva con sè quando ha lasciato la tomba.

Nel mondo e nel tempo potreste vedere un sacco di misteri e cose incredibili non solo nel tempo e anche nello spazio. Io con la mia famiglia e anche senza ho viaggiato nel tempo e nello spazio. Ogni tanto ho visto cose incredibili e ho scoperto che nel mondo le persone con i poteri hanno fatto grandi cose per vivere in pace senza con noi. Noi li abbiamo visti come dei mostri e loro si sono rintanati dentro una dimensione nota come Universing. Io sono Daniel Saintcall e sono uno dei tanti Dominatori di Poteri che è vivo e vegeto e cerca di capire cosa succede nel tempo e nello spazio. Se avete bisogno di aiuto chiedete pure e se invece dovete scrivere qualcosa la potete scrivere qui sotto

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...