Daphne Strange e L’ Ombra riprendono le forze in infermeria

Tutto era risolto ma per il troppo sforzo L’ Ombra era svenuto e la Dottoressa Amelia Neri si era fatta aiutare dalla Guerriera Oscura che sapeva che era Serena Rafferty visto che aveva venduto a lei delle lenti che potevano cambiare il colore degli occhi ma lo stesso non aveva detto niente visto che sapeva che se lo diceva a qualcuno poteva morire . Una volta messo sul letto adesso loro due dovevano solo riposare visto che avevano fatto troppo sforzo . Daphne giorno dopo giorno faceva quello che aveva fatto L’ Ombra cioè salvare la sua mente ma non ci riusciva visto che il parassita che aveva dentro la sua mente era molto forte e ogni giorno perdeva la speranza di tornare a vivere come prima . L’ Ombra aveva bisogno di riposo visto che aveva usato il suo potere di leggere la mente troppo a lungo e in alcuni momenti durante l’ operazione perdeva sangue dal naso . La Dottoressa Amelia Neri visto che era un suo caro studente decise di aiutarlo e cosi prese un pezzo di carta e con molto dolcezza le tolse il sangue che stava colando dal naso . L’ Ombra aveva faticato tanto visto che era nella mente nemica e si era dovuto concentrare tanto per far apparire le sue frecce , il suo arco e il suo bastone che erano oltre al potere di leggere la mente erano i suoi strumenti per vincere contro i suoi nemici . Ci volle molto tempo prima che Daphne si sveglio ma poi svenne subito visto che non dormiva bene da anni visto che quando dormiva iniziava la lotta nella sua mente . La lotta era tra lei e chi la voleva possedere e ogni notte perdeva ma adesso grazie all’ Ombra aveva vinto quella lotta e non doveva più lottare ma solo sognare e riposarsi . L’ Ombra doveva fare lo stesso e prima di essere stato messo sul letto aveva detto – non devo dormire e Amelia che era con una siringa in mano e mentre stava per fargliela vedere gli disse – o ti metti a dormire in modo normale oppure ti do un po’ di morfina per farti dormire e cosi tu non puoi fare niente per un po’ . Alla fine l’ Ombra si mise a letto e si mise a dormire visto che sapeva che era stanco . Verso la mattina tutti e due erano svegli e alla fine tutti e due si alzarono con molta calma visto che erano ancora un po’ appisolato . Prima di fare colazione visto che Alessandra Neri aveva preso per loro due un bel cornetto al cioccolato Daphne si alzo dal letto e andò ad abbracciare L’ Ombra – grazie per quello che hai fatto . Dopo aver fatto colazione con calma L’ Ombra prese Amelia che era stanca e la mise nel letto doveva aveva dormito e invece Daphne le mise sopra una coperta visto che le aveva curato la testa . Daphne si stava chiedendo come era arrivata qui e poi vide la ferita dietro la testa e disse – come mai ho questa ferita ? . Poi si giro verso L’ Ombra e vide che aveva una faccia strana come se stesse nascondendo qualcosa – sei tu che mi hai fatto questa ferita . L’ Ombra si inizio a scusare con Daphne e poi le inizio a spiegare tutto – L’ ho fatto perché sapevo che tu non mi avresti seguita visto che eri stata manipolata da Amelia Strong e per questo che ti ho portato qui .Daphne non se lo ricordava – non me lo ricordo come mai ? , L’ Ombra si avvicino a lei e cerco di farla calmare visto che era agitata – calmati adesso con calma potrai riottenere i tuoi ricordi anche se non vorresti farlo . Daphne si chiedeva come mai non doveva riprendere i suoi ricordi e poi sbattendo la mano su un letto in modo molto forte – se ho fatto qualcosa di male lo voglio sapere . L’ Ombra aveva deciso di dirlo in modo chiaro visto che era una sua scelta – allora Amelia ti ha manipolata per farti rapire 12 ragazze . Daphne si mise su un lettino e inizio a piangere e poi L’ Ombra decise di farla calmare con un grosso abbraccio per farla calmare visto che adesso aveva questo nuovo peso . 

Alessandra Neri e Serena Rafferty parlano con L’ Ombra per salvare le ragazze

L’ Ombra prima di incontrare Serena Rafferty e la sua preside Alessandra Neri che grazie al suo potere di leggere la mente aveva scoperto che la sua preside in realtà era la nota Pistolera Nera . L’ Ombra aveva fatto un appostamento in quel luogo per capire meglio contro chi hanno a che fare . Ma non l’ ha fatto come L’ Ombra ma come Roberto Auditore ed è entrato dentro quel negozio e nessuno gli ha fatto niente visto che lui era un normale studente e quindi bastava solo una mossa falsa e poteva perdere tutti i loro clienti che erano persone molto gentili ma se vedevano che trattavano un cliente in modo molto brutto avrebbero fatto di tutto per far chiudere tale posto e questo andava contro il piano dell’ Ombra e delle sue nuove alleate Serena Rafferty . Mentre guardava i vestiti non vedeva né Azzurra Alfieri e nessuna delle due sorelle gemelle e visto che non sapeva dove fossero cerco di capirlo grazie al suo potere di leggere il pensiero e dopo tre tentativi capì che erano nella parte ovest nel negozio e stavano sotto nel piano più basso cioè nello scantinato ed era in condizioni ben peggiori di quello che poteva essere . Roberto non poteva vedere come era questo scantinato ma sicuramente era il posto giusto dove mettere le schiave cioè le ragazze rapite li dentro . Lo scantinato di quel luogo era tanto grande da farci entrare 12 ragazze e grazie al suo potere di leggere la mente aveva visto che tutte e 12 le ragazze erano vive e vegete ed erano in salute . Roberto inizio a vedere qualche altra maglia nera con qualche scritta che era forte e molto bella e mentre le guardava inizio a leggere i ricordi delle ragazze erano spaventate ma avevano passato dei momenti molto brutti e tra i quali momenti avevano le mani con delle cinghie di plastica cosi non poteva fare niente contro di loro e bavagli alla bocca . Roberto vedeva che tutte quante pure Azzurra Alfieri e le sorelle gemelle Alice e Luce Miller avevano passato momenti molto brutti e poi dopo aver comprato qualche maglietta nera se ne andò lasciando un messaggio nella mente di tutte le ragazze quelle che avevano paura e quelle che non l’ avevano ed era “ non vi preoccupate torno il prima possibile con delle persone che mi daranno un aiuto per salvarvi da questa vita infernale e vi rendo libere . “ Roberto prima di leggere la mente delle persone li dentro cerco di capire se uno di loro aveva il potere di leggere la mente e se uno ce lo aveva questo poteva essere un grande problema per lui e non poteva uscire da li visto che era nei guai . Ma nessuno aveva quel potere e una volta pagate le magliette vide che erano le 15 e aveva tutto il tempo per provare le maglietta e sopratutto trovare un piano da utilizzare . Ci mise un po’ visto che c’ era una cosa che aveva scoperto cioè che la proprietaria cioè Amelia Strong aveva il potere di creare una illusione appena tu la vedevi e quindi la persona che dovevamo eliminare per prima era lei visto che se facevamo qualcosa poteva essere una grande illusione e noi pensavamo di aver salvato le ragazze ma invece ci siamo prese a vicenda . Una volta che avevamo tolto di mezzo il capo noi potevamo sconfiggere gli altri con calma grazie al potere della lettura del pensiero oppure metterli fuori combattimento . Una volta finito il piano visto che doveva essere molto preciso e molto ben fatto oppure tutto andava in malora e non sarebbe andato bene per nessuno né per noi né per le 12 ragazzina che erano state trasformate in schiave . Le 16 arrivarono e come aveva detto lui era li e disse per filo e per segno il piano a loro due – Allora come prima cosa ci dobbiamo liberare della proprietaria visto che ha il potere di creare illusioni e questo è un grande problema per noi . Una volta sconfitto il capo dobbiamo fermare gli uomini del capo visto che una volta ucciso il capo hanno l’ ordine di uccidere le ragazze quindi subito li dobbiamo fermare oppure noi perdiamo un sacco visto che le ragazze rapite sono 12 . 

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

ioinviaggio

Dopo un po’ impari che il sole scotta, se ne prendi troppo. Perciò pianti il tuo giardino e decori la tua anima, invece di aspettare che qualcuno ti porti i fiori. E impari che puoi davvero sopportare, che sei davvero forte, e che vali davvero. E impari e impari e impari. Con ogni addio impari. (V. Shoffstall)

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: