Adalind Bombit dice il mio piano alla mia squadra

Già da quando avevo messo piede nel negozio di Adalind Bombit e avevo visto che li dentro che c’ e veramente di tutto sia pozioni per cambiare aspetto o per cambiare razza. Ma li dentro avevo visto che c’ erano pozioni per ottenere la mia abilità oculare cioè gli occhi della fenice, non so come ha fatto ma ha instillato una pozione per fare in modo che una persona senza poteri o che in vita sua non ha mai visto la magia grazie a tale pozione non solo poteva vedere la magia ma anche tutto il resto. Io ero sorpreso di vedere tale pozione qui dentro ma ero di fretta visto che volevo andare in un certo luogo e non da solo ma con le persone che mi stavo portando appresso. Adalind dietro al suo bancone vedeva che io avevo fretta e lo vedeva dai movimenti e dai miei occhi che spesso puntavano verso la porta d’ ingresso del negozio. Adalind usci dal suo bancone e si avvicino ad Alice Parker senza fare nessun rumore, si mosse come un gatto e si fermo vicino a lei senza che nessuno di noi si accorgesse di qualcosa e punto gli occhi verso di me per far dire agli cosa avevo in mente quella notte – Daniel hai fretta di andare al Cimitero di New York per vedere cosa fa la Muerte. Io restai di sasso visto che non avevo detto a nessuno il mio piano e volevo fare questa mossa senza dire niente e senza che nessuno si accorgesse di niente. Invece adesso per colpa delle abilità di Adalind Bombit io dovevo dire a Pandora e ai suoi amici non solo cosa avevo in mente di fare quella notte, ma dovevo dire a loro anche il resto del mio visto che loro tutti mi vedevano con aria sospetta e volevano capire perchè questo mio interesse per tale fatto. Cosi io mi fermai vicino allo scaffale dove c’ erano le boccette della pozione per ottenere gli occhi della fenice e cosi rivelai tutto il mio piano a tutti pure ad Adalind Bombit – io sono interessato a quello che fa la Muerte perchè il 1 o 2 Novembre io devo entrare nel Mondo dei Morti e cosi capire quanto sia importate quel momento e capire come funziona quel mondo. Adesso che io avevo rivelato il mio piano Pandora e gli altri volevano sapere se ci potevano venire pure loro oppure no e Alice mi fece la domanda che aveva sulla punta della lingua appena ho detto a tutti che dovevo andare nel Mondo dei Morti – possiamo venire pure noi li dentro. Io dovevo andare nel Mondo dei Morti per accettare la morte delle persone a me care cadute durante la Guerra dell’ Universo ma anche per capire se mia sorella Alice Marie Saintcall fosse viva oppure no e quindi senza problemi rivolsi lo sguardo verso di loro per far capire che è una cosa seria – sentite non so se ci potete venire li dentro, non perchè non vi voglio li dentro ma perchè non so se è un luogo sicuro oppure no. Li dentro io seguirò la mia stella linea temporale e quindi ci possono essere grandi pericoli sia provenienti dal futuro e sia dal passato e quindi non posso portare li dentro qualcuno oppure sarebbe morto o si sarebbe ferito per colpa mia. 

Dr. Silas Storm

Il Dr . Silas Storm è nato su Karenzy tanto tempo e per colpa di un grave errore tutti pensano che lui e le persone nate qui conoscono la loro vera data di nascità. Tutto questo è colpa dei Distruttori e sopratutto della nascità degli Osservatori del tempo stesso. Per colpa di questo evento spazio dimensionale tutti pensano che su Karenzy era il 1845 invece loro vivono nel 2002 e nessuno ha notato la differenza per questo continuo temporale e cosi tutti non hanno capito questo fatto che è successo. Il Dr . Silas Storm ha 25 anni, capelli rossi e si ricorda tutto anche le cose più piccole e che gli altri non notano e per questo lui è considerato un genio sin da piccolo e anche da adulto. Con il tempo lui ha reso Karenzy davvero grande e ha fatto in modo che tutti potessero muoversi da un pianeta a un altro con navicelle che sono fatte con i migliori componenti che ci sono nel tempo e nello spazio. Lui pensa sempre a tutto e anche quello che è andato male e cerca sempre di fare numerosi esperiementi per rendere Karenzy un posto veramente fantastico. Il Dr . Silas Storm è sempre di fretta e sta sempre pensando a qualcosa di nuovo e alcune persone lo vedono come un tipo strano. Ma lui non è strano ma è una persona normale solo che lui riesce a vedere il mondo in un modo diverso rispetto agli altri visto che lui è nato da una grande famiglia di inventori. Con il tempo lui ha creato navicelle, protezioni, modi per comunicare e altre tecnologie davvero utili non solo per Karenzy ma anche per il resto dell’ universo. Mentre il Dr. Silas Storm pensava a cosa altro creare nella sua grande villa che utilizzava assieme alla sua famiglia, nessuno si era reso conto che ci stavamo avvicinando al 17 Novembre del 2002. Ma gli Osservatori del tempo stesso si invece e cosi hanno deciso di far conoscere a una persona i vari fatti che stanno succedendo li. Gli Osservatori hanno dato inizio a loro stessi e hanno dato informazioni alla Dr . Elisabeth Rush stessa età del Dr . Silas Storm e lei non lo ha mai visto come un tipo strano anzi lo ha visto interessante e loro hanno passato l’ infanzia assieme facendo avventure tra strani esperiemti e creazioni davvero uniche. Gli Osservatori hanno deciso di far conoscere alla Dr . Elisabeth Rush tutto per fare in modo che tutte le persone del pianeta Karenzy sapevano quando erano realmente nate e sopratutto del grande pericolo che stava succedendo li fuori. Ma sopratutto per fare in modo che mia madre Helena Saintcall venisse li nel futuro per capire come erano cattivi i suoi nemici che da li a poco sarebbero arrivati sul nostro pianeta noto come Maraxus. Cioè Helena Saintcall pensava di essere arrivata al 1845 e cosi vedere i suoi nemici come sono e invece lei per sbaglio è arrivata al 2002, dopo la distruzione di Maraxus e dopo la morte di quasi tutti i Dominatori di Poteri. Gli Osservatori decisero di agire per fare in modo che il Dr . Silas Storm potesse creare il suo più grande progetto cioè il pilastro della protezione eterna e tutto per fare in modo che i Distruttori possono venire su Karenzy manipolare il Dr. Silas Storm e cosi fare in modo che tale progetto diventi il Pilastro Rosso della Distruzione Eterna e cosi far diventare Karenzy il nuovo pianeta dei Distruttori.

Il Parco Vittoria

Il Parco Vittoria è stato creato dalla madre di Vittoria Rosetti per avee un posto dove sentirsi una persona normale e non essere vista come una persona con dei poteri. Spesso i nostri poteri o vengono risvegliati da una persona perchè sono già dentro di noi, altre volte invece sono genetici cioè se li avevano i nostri genitori allora ce li hai pure tu. Nel caso di Vittoria Rosetti è cosi e lei ha deciso di usare il Parco della Vittoria come modo per imparare a usare il potere della natura cosi lei se lo apriva al pubblico oppure no poteva conquistae i giovani con le sue abilità e cosi far vedere al mondo che esistono persone con poteri buone. Mentre Roberta Rosetti madre della Principessa Vittoria Rosetti ha avuto paura a far vedere al mondo che lei ha questi poteri al mondo. Lei invece ha fatto vedere al mondo che lei era una normale Regina che era in gamba, sapeva andare bene a cavallo e aveva relazioni importanti. Ma nel 1839 era importante anche i poteri visto che tutti li nascondevano visto che a quel tempo non c’ ea ancora un luogo dove tutti potevano usare i loro poteri senza essere guardati dall’ alto verso i basso. Solo nel 1845 ci sarebbe stato un luogo cioè l’ Universing e li tutti potevano vivere in pace. Certo pure li ci sono problemi tra razze, ma mentre sulla Terra si vedeva una persona con i poteri e la disprezzava alla grande e loro potevano solo nascondersi tra la gente invece li nell’ Universing loro potevano alzare la voce e farsi sentire e far vedee a tutti che una razza non aveva paura dell’ altra. La Regina Roberta Rosetti aveva paura di essere vista diversa, lei era già vista diversa visto che era importante non solo come persona importante di Orion City ma per i poteri lei poteva essere vista come uno dei tanti diversi di Orin City. Per le strade di Orion City venivano viste persone con i poteri e invece di essere chiamati persone loro venivano chiamate in modo dispezzativo dalle persone cioè ” I diversi di Orin City ” . Il Parco della Vitoria era veramente enorme pieno di rose e altri fiori, metà del lavoro era stato fatto dalla Regina Roberta Rosetti e l’ altra parte del lavoro è stato fatto dalla Principessa Vittoria Rosetti e anche da Erin Miller. Grazie al Parco della Vittoria lei ha trovato un posto dove stare e una famiglia da chiamare veramente famiglia, fino al momento della tragedia visto che i Distruttori hanno spento la speranza di Erin Miller e prima di andare via le hanno detto mentre le calpestavano la mano con uno stivale militare molto grande – tu sei un mostro e i mostri devono fare solo una cosa. Scappare per vivere. Tu non hai una casa e non meriti una casa. Con quelle parole hanno cercato di toglierle la voglia di vivere e lei ha deciso di tornare a casa sua e ha deciso di stare li fino a quando le acque non si erano calmate. Roberta e sua figlia Vittoria senza dirlo a nessuno volevano usare il Parco della Vittoria come un modo per dare aale persone con i poteri un posto dove stare, un posto dove usare i propri poteri senza essere giuficati dall’ alto verso il basso o senza essere visti come dei mostri da abbattere. Il Parco della Vittoria è affianco alla Reggia della Famiglia Rosettia che governa su Orion City con pace, srenità e giustizia.

Assassin’s Creed Victory

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Io e Ada non sapevamo ancora cosa ci sarebbe aspettato nel mondo di Assassin’s Creed Victory . Non sapevamo chi era l’ assassino che avrebbe cercato di fermare il piano dei Templari di quel tempo e cosi non avrebbero fatto nulla di male alle persone e al popolo di Londra . Io e Ada eravamo nella nostra auto e stavamo cercando qualche universo da vedere . Io la guardai – ti va di andare a vedere se c’ e qualcosa di nuovo nel mondo di Assassin’s Creed . Ada teneva il finestrino aperto visto che faceva un sacco di caldo e i suoi capelli rossi si muoveva un pò . Ada si mise rimise i capelli in ordine visto che il vento glieli aveva spettinati e poi mi rispose – si , andiamo a vedere . Voglio sapere proprio chi sarà l’ Assassino che salverà Londra dai Templari e altri pericoli , Misi in moto la mia auto e poi ci fermammo li sul parcheggio e proprio a pochi passi da quel mondo . Una volta entrati ci trovammo a Londra e più precisamente nel 1845 . Una volta dentro a quel mondo trovammo un bar e ci sedemmo a un tavolo che era fatto di legno . Una volta seduti Io e Ada insieme all’ unisono vedemmo delle scritto . Vidi un aquila e li c’ era scritto Rooks . Forse era il cognome del nostro Assassino . Ada invece noto delle frasi di Charles Dickens e provenivano da un libro detto ” Il Grillo del Focolare ” . Io e Ada capimmo che eravamo nel mondo giusto e nel tempo giusto . Per il momento non avevamo scoperto chi era il nostro Assassino , chi erano i Templari in questo mondo e altre cose . Ma avevamo scoperto che in questo tempo c’ era un Assassino e che era pronto a fare di tutto per la Londra di questo tempo . Poi io notai che sul tavolo c’ era un tirapugni di ferro e forse era del nostro assassino . Forse eravamo seduti al suo tavolo e noi non lo sapevamo nemmeno . Io e Ada ce ne andammo prima di capire se quello era il suo tavolo oppure no . Se mi prendeva io avrei dovuto chi era e forse non mi avrebbe creduto visto che ero vestito in questo modo e quindi lui poteva pensare che io mentivo . Ma se avessi detto qualcosa questo mondo sarebbe cambiato e lui non avrebbe fermato più i Templari . Se mi avesse preso io per salvarmi avrei dovuto dire che faccio parte pure io della Confraternita degli Assassini .

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

Crudo e Cotto

Blog di cucina vegana

ioinviaggio

Ti disegno un cuore per riempirlo di emozioni, ti disegno un sorriso perché tu sia felice, e due ali libere per volare via, ti coloro di blu trapuntato di stelle per amarti ogni notte guardando il cielo.

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: