Categorie
Akanar Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Galassia Helena Saintcall Razza Sigilli di Akanar

I Sigilli di Akanar

250px-AidenRender

Tutti quanti nel tempo , nello spazio , nei mondi si sono sempre chiesti ma come riusciamo a ereditare i nostri poteri . Tutti se lo sono chiesti . Ma si sono anche chiesti se i poteri sono sigillatati dentro di noi . Io posso di si . I poteri sono sigillati dentro di noi e tutto è dovuto a un essere molto antico e potete . Il suo nome è Akanar e lui ha messo il suo simbolo a tutti . Il simbolo si trova sugli umani . Solo in pochi lo riescono a vedere e solo chi ha dei poteri può sbloccare tali poteri o fino a quando Akanar vede che è arrivato il momento di sbloccarli e lo fa proprio quando tu sei in pericolo . Akanar vede tutto . Perchè grazie a quel simbolo sa chi sei e sa dove sei e sopratutto se ti messo in qualche casino . Akanar lo sa e lui ti aiuta in quei momenti di pericolo . Akanar usa i suoi grandi poteri per mettere a tutti il suo simbolo . Akanar è potentissimo e tutti lo rispettano nell’ intera Galassia . Akanar è un Dominatore di Poteri . Lui è il primo in assoluto . Lui ha dato inizio alla nostra razza e ai nostri poteri . Akanar ha messo il suo simbolo pure su di noi ma appena siamo stati pronti a usare i suoi poteri lui ce li ha sbloccati e ha fatto in modo che noi potessimo diventare quello che eravamo un tempo e sarebbe a dire il glorioso popolo dei Dominatore di Poteri . Tra poco vi faccio vedere il suo simbolo e poi vi racconto come mia madre Helena Saintcall me lo abbia tolto verso i 7 anni .

 

Categorie
Laura Neri Luca Neri New York Omicidio Polizia

Luca parla Laura

Luca aveva portata sua sorella maggiore sul divano senza farsi vedere da nessuno e nemmeno da sua madre . Non sapeva come avrebbe reagito Arwen se suo figlio diceva a sua madre che sua figlia , il suo grande tesoro era una persona con i poteri . Luca aveva deciso di non dire niente a sua madre . Luca decise di non dire niente a nessuno . Nè a suo padre e nemmeno a sua madre . Voleva difendere sua sorella minore dagli sguardi delle persone oppure da essere cacciata dalle persone di quell’ albergo ed essere trattata come un mostro . Molte persone non amano le persone con i poteri , altre si . Arwen era una di quelle persone che non amano molto le persone con i poteri e Luca lo sapeva . Sapeva cosa sarebbe successo se avesse detto a sua madre dell’ incidente che è successo li nel vicolo vicino all’ hotel . Luca decise di fare qualunque cosa per proteggere sua sorella . Anche se l’ odiava in alcuni momenti però in alcuni momenti le voleva bene . Decise di pensare a tutti i momenti belli che aveva passato con sua sorella minore . Decise di pensare a quei momenti visto che doveva prendere una decisione . Anche se aveva 7 anni in quel momento doveva prendere una ardua decisione e sarebbe a dire . Condannare sua sorella a essere un mostro oppure essere una persona con i poteri ma senza dirlo a nessuno . A un primo momento pensava che lo poteva dire a sua madre e sapeva che avrebbe fatto la cosa migliora ma sapeva che non era cosi . Ma Luca decise di non dirlo a nessuno e lo fece per salvare la vita a sua sorella maggiore . Laura se scopriva che Luca aveva dei poteri avrebbe la stessa cosa . Laura avrebbe cercato di aiutare Luca con questo grande problema . Laura avrebbe aiutato Luca a capire come risolvere questo situazione in cui era . Se non stava attento poteva essere etichettato come mostro oppure doveva rimanere nascosto fino a quando non capiva come usare i suoi poteri per il bene e non per il male . Luca in quel momento non era lui ad i poteri ma era sua sorella maggiore Laura . Laura era svenuta nel vicolo dopo aver visto cosa aveva fatto in quel vicolo . Dopo un ora Laura si sveglio con un gran mal di testa e la testa gli girava alla grande . Aveva la forte voglia di vomitare e Luca gli prese il cestino . Laura inizio a vomitare alla grande tutto quello che aveva nello stomaco . Tutto quello aveva nello stomaco era dentro al cestino . Ma Laura non aveva vomitato per cosi poco ma anche per aver visto la fine dei suoi piccoli gattini . Erano dei piccoli gattini che volevano solo amore e una casa . Laura mentre vomitava vedeva dentro la sua testa delle immagini . Vedeva dei gattini morti e poi vedeva fuoco e fiamme li dentro al vicolo e poi il corpo carbonizzato di Michele . Luca adesso aveva un grande problema e sarebbe a dire sua sorella maggiore Laura . Laura era spaventata e non sapeva cosa visto che Laura era sempre quella che voleva la cosa giusta . Era una cosa molto bella ma Luca doveva impedire a sua sorella di chiamare la polizia e dirgli quello che aveva fatto . Laura guardo negli occhi Luca – dimmelo ho ucciso qualcuno ? . Luca decise di dire la verità a sua sorella e quando lo fece aveva uno sguardo di paura – si lo hai fatto . Ma noi non possiamo chiamare la polizia . Anche se hai ucciso un uomo io ti devo proteggere . Non puoi andare li e dire quello che hai fatto . Se lo fai la tua vita finisce e tu non potrai realizzare il tuo sogno di essere una veterinaria . Non te lo lascio fare . Anche se usi il tuo potere contro di me non ti lascio chiamare la polizia e cosi mettere fine alla tua vita . Laura vide che grazie a quell’ evento Luca era divenuto una persona matura . Una persona con un grande coraggio ed era tanto grande che avrebbe sfidato una persona con i poteri . Laura decise di fare come diceva suo fratello e non chiamo la polizia . Laura voleva realizzare il suo sogno e per questo decise di fare finta di niente . Per nascondere le prove si fece una bella doccia calda e cosi togliersi la puzza di fumo che aveva addosso . La prossima fase era avere un solido movente per far capire a tutti che non era li .

Categorie
Abigal Walker Erica Fenice Fenix

Erica

 

Molto fenici sono sopravvissute durante la distruzione del pianeta Fenix e una di queste era una ragazzina di 7 anni di nome Erica . Abigal era andata senza nessuno in uno dei suoi quartieri preferiti e li aveva visto una ragazzina in difficoltà . Erica era dentro in una strada molto buia dove li davanti a lei c’ era una ragazza che era spaventata a morte per i poteri di Erica . Questa donna aveva una spranga di ferro in mano e gliela dare in testa ad Erica . Erica li dietro un cassonetto e cercava di non essere colpita da tale oggetto che era bello pesante e cosi gli avrebbe spaccato la testa . Abigal fermo la doccia togliendo di mano la spranga di ferro e poi scappo con Erica . Erica capì subito che Abigal era una amica di cui potersi fidare . Erica era li e vedeva che Abigal non si era fatta male e che era stata molto in gamba a togliere quell’ oggetto dalle mani di quella donna . Erica non se ne andò via da li visto che aveva capito che con Abigal al suo fianco era molto al sicuro – Se vuoi ti dico cosa mi è successo ? . Scusami io sono Erica . Abigal strinse la mano ad Erica – piacere di conoscerti Erica , io sono Abigal . Voglio sapere perché quella donna ti voleva spaccare la testa con quella spranga di ferro . Erica e Abigal si misero in un bar dove si misero seduti in un posto dove nessuno li disturbava . Erica si mise comoda e besse molto acqua visto che aveva molta sete – Ora ti spiego , faceva freddo e io mi volevo solo riscaldare un po’ usando i miei poteri e quando questa donna mi ha visto ha pensato che io volevo farle del male o qualcosa di simile . Se non fossi arrivata tu , mi avrebbe uccisa con quella spranga di ferro . Abigal era curiosa sul fatto dei poteri – quali poteri hai tesoro ? . Erica non li faceva vedere in pubblico e le mise la mano dentro la sua – di me ti puoi fidare . Non ti faccio niente , solo curiosa di vedere cosa sei capace di fare . Erica non si fece da nessuno e fece riscaldare l’ acqua con il potere della mente . Abigal non fece come quella donna che si arrabbio per niente , ma lei fu molto felice di conoscere una persona con dei poteri – sai una cosa tesoro pure io sono uguale a te . Erica non sapeva se fidarsi oppure no – se sei come me , dammi una dimostrazione . Abigal fece uscire una piccola fiamma sulla mano che era stretta a quella di Erica . Erica era ferita e grazie al fuoco di Abigal torno in forza . Erica senti che le sue forze stavano tornando poco a poco . Erica lo sentiva dentro di se e in tutto il suo corpo – grazie per questo . Erica era molto felice di aver conosciuto una persona tale e quale a lei – che ne dici se noi diventiamo sorelle di sangue . Staremo sempre insieme e cosi se mi succede qualcosa tu mi puoi aiutare e se ti succede qualcosa io intervengo . L’ idea detta da Erica non era niente male – ci sto , facciamolo cosi tu sarai la mia piccola dolce sorellina . Anche se Abigal non era una fenice e questo Erica lo sapeva però era felice di aver trovato qualcuno che la poteva aiutare in questo mondo pieno di pericoli e pieno di persone che non accettano molto i poteri . Una volta usciti dal bar , andarono a casa di Erica che era sulla quinta strade . Erica fece entrare Abigal e li stipularono il patto di sangue . Abigal aveva sempre un coltello con se e si punse il dito e ne usci una piccola goccia di sangue e poi lo fece Erica . Adesso erano sorelle di sangue . Anche prima che avevano fatto il patto di sangue , loro si comportavano come due sorelle che si volevano molto bene . Abigal e Erica si abbracciarono in modo molto affettuoso – ora siamo sorelle e che questo nostro rapporto non venga distrutto da niente e da nessuno . Erica sempre sola e adesso non era più cosi visto che aveva una sorella maggiore . Erica decise di chiedere aiuto a sua sorella per diventare una donna forte e che sapeva sopravvivere sia da sola e che con sua sorella maggiore – mi puoi aiutare a essere forte . Voglio saper affrontare tutto nella vita . Per favore mi puoi aiutare , Abigal decise di farlo visto che era sua sorella minore a chiederglielo .