Categorie
Foto Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox One

The Vanishing of Ethan Carter: ecco le prime immagini di gioco

Approfittando spudoratamente della vetrina mediatica concessagli dagli organizzatori del Tokyo Game Show, i ragazzi di The Astronauts hanno deciso di pubblicare le prime, evocative immagini di gioco di The Vanishing of Ethan Carter.

Il progetto che terrà a battesimo questo giovane team diretto da Adrian Chmielarz e formato da un nutrito gruppo di designer e di sviluppatori ex People Can Fly verterà attorno alla figura di Paul Prospero, un detective recatosi nella Red Creek Valley per indagare sulla scomparsa di Ethan Carter, un giovane ragazzo che, prima di svanire nel nulla, gli ha misteriosamente scritto una lettera in cui affermava di essere in grave pericolo.

Per risolvere l’enigma che si cela dietro alla scomparsa del povero Ethan e di diversi altri casi ancora aperti della valle, il detective impersonabile dagli utenti dovrà raccogliere le prove e capire quale direzione dare alle indagini servendosi della sua pluriennale esperienza e, soprattutto, di uno speciale “senso senso” che gli consente di ripercorrere gli eventi immediatamente precedenti la scomparsa o l’uccisione di una persona coinvolta nei casi affidatigli. Videoludicamente parlando, quindi, pur utilizzando la tipica visuale da FPS il titolo si focalizzerà sull’esplorazione e non presenterà nessuna sparatoria o scena di combattimento.

La data di lancio di The Vanishing of Ethan Carter non è stata ancora annunciata: è lo stesso Chmielarz, però, ad approfittare della pubblicazione di queste immagini per assicurarci che il titolo si trova già in una fase piuttosto avanzata di sviluppo e che, proprio per questo, sarà disponibile entro la prima metà del 2014 in esclusiva su PC ma con una buona probabilità di essere “trasportato” su PlayStation 4 e Xbox One qualora il progetto dovesse raggiungere il successo di pubblico e di critica (ma soprattutto di pubblico!) sperato dai The Astronauts.

 

Categorie
2013 Foto Galleria Galleria Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc

The Astronauts: Chmielarz sulla vita dopo la People Can Fly

Gli astronauti sta cercando di rivoluzionare la narrazione nei giochi. Di VG247 Dave Cook parla con il co-fondatore Adrian Chmielarz sul suo nuovo progetto, e la vita dopo la People Can Fly.

“Penso che entrambe le parti sono meglio con cui tutti sono in questo momento.”

Adrian Chmielarz lasciato Bulletstorm sviluppatore People Can Fly nel mese di agosto dello scorso anno per fondare il suo nuovo studio, gli astronauti. Non ci volle molto per le voci di corridoio per iniziare selvaggiamente speculando sul perché.

Controversie interne, le restrizioni di controllo, e problemi con Gears of War: sentenza sono stati tutti proposti come possibili catalizzatori per la sua partenza, ma come mi ha detto di recente, sia lui che Epic Games avevano semplicemente allontanati.

Questi sono in rapida evoluzione, giorni sempre più volatili, e piuttosto che andare giù il grande percorso di bilancio, dove milioni di dollari sono scommesso su IP di ogni anno, Chmielarz volevano tirar su la sua attenzione, tagliare il grasso e concentrarsi su l’arte di raccontare storie .

“Quando si leggono le ultime interviste con Tim Sweeney, si può notare un certo cambiamento di direzione per la Epic,” ha spiegato. “Epico è sempre stato molto agile e in grado di adattarsi al nostro mercato in continua evoluzione, e sembra che stanno per farlo ancora una volta, e concentrarsi su ciò che è giusto per loro.

“Nel frattempo, noi siamo interessati a qualcosa di diverso, e non e ‘che la loro scelta è giusta e la nostra è sbagliato o viceversa, è solo una differenza pura in ciò che rende un eccitato. Nel nostro caso, vogliamo solo rendere più breve, la storia e l’esperienza orientata giochi che si sentono molto intimo.

“Penso che i giochi del genere sarebbe sbagliato per People Can Fly e Epic, perché non volevano sentire come il DNA di uno dei due studi. Ma spero che lavorerà per una nuova entità, come gli astronauti “.

Prima partita dello studio si chiama The Vanishing di Ethan Carter, e il suo cuore riposa all’interno di narrativa soprannaturale, immersione basato su una storia, e paranormali mistero, tutto gravita intorno alla scomparsa di un giovane ragazzo. Come un detective inviato alla scena, è il vostro lavoro per ricostruire quello che è successo a lui.

“Quello che vogliamo fare con Ethan Carter è quello di migliorare il coinvolgimento del giocatore, immersione, e il senso di presenza”, Chmielarz continuare. “E ‘maledettamente difficile, e la ragione principale è che quasi abbiamo non giochi a rubare, e non sto nemmeno scherzando. Ma, naturalmente, in un modo strano è anche una buona cosa, perché vuol dire che stiamo davvero cercando qualcosa di nuovo qui.

“Certo, noi non operiamo nel vuoto. Devo molto ai creatori di The Walking Dead, Cara Ester, Amnesia, Viaggio, alla luna, Fahrenheit e così via. Il loro lavoro è profondamente ispirato e aprire gli occhi. E ‘solo che ciò che hanno studiato e implementato non avrebbe funzionato per il nostro gioco, quindi dobbiamo venire con la nostra roba quasi da zero. Che è difficile, ma anche incredibilmente eccitante. ”

Chmielarz mi ha detto che il protagonista del gioco ha la capacità di visualizzare la storia della scena del crimine, e di vedere gli ultimi momenti della vittima, il colpevole e altro ancora. Poiché l’idea è ancora in prototipo, ha condiviso con me alcuni esempi di come il meccanico potrebbe funzionare nella pratica.

“L’idea è che l’uomo può visualizzare scene dei crimini letali”, ha spiegato, “come egli ha una visione della vita dopo la morte. Ma poi, proprio la settimana scorsa, ho pensato, ‘abbiamo davvero bisogno di soprannaturale per questa cosa particolare?’ Lui è un detective, dopo tutto. Forse la visualizzazione è solo lui che è veramente bravo in quello che fa, come una sorta di ricostruzione intelligente degli eventi sulla base di indizi che ha trovato. Quindi stiamo ancora lavorando su elementi del genere.

“Ma cosa sta non cambierà è che il gioco è un horror bizzarro. Questo è quello che stiamo per lo più ispirati. Penso che questo sia un sotto-genere unico per i giochi in un modo che non si tratta di terrorismo, non di zombie né vampiri, non di spaventi a buon mercato che spesso avvelenano l’orrore moderno. E ‘più di un certo stato d’animo e un senso di inquietudine, piuttosto che le cose che salta fuori da un armadio. ”

Bisogna chiedersi se – date le idee uniche e la lista di nome-controllato IP sopra – Chmielarz sarebbe stato in grado di fare questo gioco, se fosse rimasto a People Can Fly. Sto indovinando che assolutamente non avrebbe, così gli ho chiesto come aprire percorsi di mercato aiuterà gli astronauti spingere il gioco in modo efficace, aiutando lo studio sopravvivere nel lungo termine.

“Penso che un sacco di persone non hanno ancora pienamente in che modo digitale distribuzione cambia tutto realizzato”, ha dichiarato. “Non è solo la questione di convenienza più, è molto più grande di quello. E ‘anche prezzi flessibili, il che significa che non abbiamo più bisogno di adeguare i contenuti per giustificare $ 60, come possiamo ora modificare il prezzo del contenuto. Significa, inoltre, è possibile rendere i giochi che non costano decine di milioni di dollari, e quindi può essere il modo più rischioso. Questa è una straordinaria opportunità.

“Naturalmente, il problema è che a causa di questo ampio paesaggio e la rivoluzione piattaforma – ora si può giocare su qualsiasi cosa, davvero – nessuno sa veramente cosa fare. E ‘vero. Nessuno sa cosa il gioco sarà simile a, diciamo, due anni.

“Will Triple-A ancora dominare? È mobile gaming morendo? Saranno giochi episodici prendere piede per bene? Sarà F2P assumere? C’è un posto per i giochi di corte? Se i nostri giochi di supportare i browser? Dovremmo farlo multipiattaforma? Dovremmo andare libero e concentrarsi su transmediale e le entrate merci, e così via, e così via. E ‘pazzesco “.

Lui non è sotto-vendere questo, a tutti. E ‘pazzesco là fuori in questo momento, in modo che ci si deve immaginare che un nuovo studio, avrebbe un tempo molto più difficile di trovare i suoi piedi rispetto, ad esempio, una società con immenso sostegno finanziario e un forte macchina cinturone di IP pronta a sparare in faccia.

Niente affatto. Infatti, Chmielarz e il suo team stanno adottando un approccio fresco e democratico e sano di mente a come gestirà ‘The Vanishing’, e presentarlo al mercato. Non vi è alcun focus-test qui, nessun colosso di marketing appariscente a battere i vostri sensi in una polvere fine con affermazioni audaci e trucchi appariscenti. Solo una squadra, un ‘idea, e il desiderio di fare bene.

Chmielarz ha continuato, “Nel nostro caso, quello che abbiamo fatto è che abbiamo appena detto a noi stessi:” Sai una cosa, avvitare. Cerchiamo di tenerlo sano di mente, ma il calcolo vite, ricerche di mercato a vite, vite seguendo le tendenze. Diciamo solo fare ciò che sappiamo e ciò che amiamo. “Dal punto di vista commerciale, avremmo potuto probabilmente reso più intelligente decisioni.

“Scommetto che potremmo Kickstart l’inferno di un sequel spirituale di Painkiller. Ma questo non è solo business per noi. Così, mentre noi non siamo completamente folle e abbiamo ancora a cuore l’appeal commerciale dei nostri giochi, abbiamo semplicemente deciso, tuttavia, che i suoni, seguire il nostro cuore.

“Si vive una volta sola, e preferiamo avere divertenti giochi che fanno con l’anima che inventare un nuovo sistema per ottenere i giocatori dipendenti da un’altra esperienza vuota di F2P eroina. Ci auguriamo che ci sia abbastanza giocatori là fuori che, se il nostro gioco è buono, risponderà positivamente a tale approccio “.

In base a quello che avete sentito parlare di The Vanishing di Ethan Carter finora, si potrebbe vedere voi stessi reagendo positivamente, come Chmielarz speranze? Fateci sapere cosa ne pensate di seguito.

La fuga di Ethan Carter lancerà in digitale su PC nel 2013

 

Categorie
2013 Foto Informazioni Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Videogiochi

Il co-fondatore di The Astronauts: “i videogiochi possono dare molto di più”

Adrian Chmielarz è il co-fondatore dei The Astronauts, team di sviluppo formato in parte da ex-dipendenti di People Can Fly, attualmente al lavoro sull’interessantissimo The Vanishing of Ethan Carter. Intervistato da Games Industry, ha parlato del suo nuovo progetto e offerto il suo punto di vista sull’industria videoludica:

«[The Vanishing of Ethan Carter] è evoluzionista e non rivoluzionario. Però speriamo che sarà uno degli esempi di un tipo diverso d’esperienza che un videogioco può offrire. Pensiamo che i videogiochi non esprimano tutto ciò che possono esprimere, ma al contrario vediamo molti titoli dove viene ripetuta di continuo la stessa formula, aggiornando solo la veste esterna.»

E continua:

«Ciò va anche bene, ma pensiamo che ci sia spazio per più varieta, per sfidare i paradigmi e reinventare le formule»

Chmielarz ha poi spiegato di essere poco attratto dalle grandi produzioni “AAA” e dai giochi troppo lungi, confessando di preferire titoli “più corti e meno costosi”.

The Vanishing of Ethan Carter sarà destinato alla sola piattaforma PC, con uscita prevista entro l’anno 2013.