Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Kyra Saintcall Pandora Pandora Black

Pandora dice un segreto su Venere

pandora_black_vicino_al_vaso_by_dominatoredipoteri-d3j5riv

Pandora aveva saputo da mia sorella Alyssa e mia zia Kyra cose sul sesso ma anche sul fatto che li non ci sono segreti . Visto che si stavano svelando segreti – se volete posso dirvi un grande segreto di Venere che ho custodito per tutto questo . Kyra e mia sorella Alyssa quando sentirono che la piccola Pandora conosceva un grande segreto di Venere si misero sedute e misero qualcosa da bere nel bicchiere . Pandora si mise seduta bene – è successo nel mese di Marzo . Cioè il 1 Marzo . Ero tornata al tempio come facevo ogni volta e quando arrivai in camera di Venere la vidi parlare con un altra donna . Era molto bella . Quando l’ ho vista non sapevo chi era ma era una donna bellissima . Io ero dietro la porta e vidi che Venere e l’ altra donna si diedero un bacio sulla bocca e l’ altra donna ci mise un po’ la lingua . Cioè quello che voglio dire e che Venere e Cupido avevano una relazione . Una volta finito questo bacio lesbo tra loro io me ne stavo andando ma poi Venere apri la porta e mi vide li fuori . Mi fece entrare e la loro espressione facciale cambio da felice a molto seria . Sembrava che li dentro stavamo per fare un affare di stato o qualcosa del genere . Venere e la donna mi guardarono molto seria e con un tono serio molto autoritario – questa cosa non la devi dire a nessuno promettila . Se la dici ad anima viva facciamo in modo che tu diventi brutta e che il tuo amore per Apollon sparisca una volta per tutte . Davanti a quella minaccia non potei fare altro che dire – non lo dirò a nessuno . Adesso mi puoi dire chi è questa bellissima donna . Alessandra si mise alla stessa misura di Pandora – io sono Alessandra e chi è questa bellissima signorina . Mentre lo disse mi prese le guance e me le inizio a tirare . Una volta finita la strizzata delle guance , le strinsi la mano – io sono Pandora . Pandora aveva detto una cosa che non sapevamo su Venere e sarebbe a dire che Cupido e Venere avevano una storia d’amore . Pandora vedeva che ogni tanto si scambiavano baci e alcune volte facevano sesso e cosi se ne doveva andare a dormire nella Fucina di Efesto .

Categorie
Dottoressa Alessandra Alfieri Foto Serena Alfieri Stephen Sparks

Aspetto di Serena Alfieri

Serena Alfieri una donna davvero molto bella e carina . Hai i capelli corti e di colore neri e non come sua sorella Alessandra che ce li ha di un altro colore . E una donna molto gentile e con i ragazzini e con le ragazzina ci sa fare visto che quando un bambino o una bambina e traumatizzata mandano lei visto che hanno visto che sa come trattare queste situazione . Serena non è parla quasi mai ma pure lei è stata traumatizzata da un fatto e per questo prima di tornare come era ci mise un pò ma con il tempo ce la fece e cosi pote diventare Poliziotta e non Dottoressa come sua sorella maggiore Alessandra Alfieri .

catherine-bell_wallpaper-2014-1377352745

Come potete vedete dalla foto che gli ha fatto il suo collega con il suo telefonino Stephen Sparks . Infatti quando un giorno non era in servizio andarono a fare andare alla prima di Cattivissimo me 2 e ci sono andati insieme .

 

Categorie
Alessandra Neri Amelia Strong Angela Marini Daphne Strange Guerriera Oscura Kane Roberto Auditore Serena Rafferty

L’ Ombra dice ad Alessandra Neri che lui vuole aiutare Daphne Strange

Salvare le ragazze era una cosa da fare visto che era una cosa molto importante non solo per Alessandra Neri ma anche per Serena Rafferty e per Roberto Auditore visto che non erano persone qualunque ma i loro compagni di scuola . L’ Ombra ci aveva pensato al piano per salvarle e se diceva a qualcuno questo piano io gli avrebbe detto che era un pazzo . Il piano che aveva in mente L’ Ombra era pazzo ma era l’ unico piano attuabile se andava male quello che avevano in mente . Nel piano dell’ Ombra c’ entrava Daphne Strange il terzo membro che aveva il potere di attraversare le pareti . Roberto aveva il potere di leggere la mente ma era molto bravo anche ad aggiustare la mente degli altri e quindi se lui rapiva questa ragazza e le faceva tornare la mente come era prima forse avevano qualche possibilità di farsi aiutare nel salvare queste ragazze se non riuscivano a sconfiggere Kane e Angela Marini . Una volta tornati nell’ ufficio della preside senza farsi vedere da nessuno visto che tutti e due dovevano essere delle ombre e lo furono . Alessandra li aspettava e mentre li aspettava faceva kickboxing si era fasciata i polsi , si era messa i guantoni neri che aveva fatto lei domenica mattina e aveva fatto apparire un sacco che aveva fatto pure lei da solo quello sempre di domenica e aveva deciso di sfogarsi con quello . Prima di andare a parlare con La Guerriera Oscura e con l’ Ombra si andò a fare una buona doccia calda visto che era piena di sudore ma il suo costume non lo era e quindi dopo se lo poteva mettere . Alessandra si rimise il costume da Pistolera Nera e dopo questa doccia calda che gli aveva tolto da dosso tutto il sudore e tutto la rabbia che aveva dentro di se . Una volta rimesso tutto dentro al bagno arrivo e voleva sentire tutto quello che aveva scoperto L’ Ombra e pure la Guerriera Oscura non vedo l’ ora di sentire le sue notizie . Alessandra non aveva cancellato niente che c’ era scritto sulla lavagna perché sapeva che era importante . L’ Ombra andò alla lavagna e prese il gesso e l’ oggetto per cancellare il gesso e cancello il punto interrogativo che aveva fatto prima . Alla fine besse un po’ d’ acqua e poi inizio a dire a loro due che erano seduta tutte e due sulle poltrone e disse – La persona è Daphne Strange ed è stata lei a rapire quelle ragazze e ho scoperto che lei è stata manipolata da Amelia Strong . Adesso ti voglio dire una cosa che forse nessuna delle due sarà felice di sentire quello che dico io adesso . Alessandra non sapeva cosa voleva dire L’ Ombra ma voleva sentire quello che doveva dire e pure la Guerriera Oscura era pronta ad ascoltarlo . L’ Ombra visto che loro erano pronte a sentire il suo piano e disse a loro in modo molto sincero – Allora visto che Daphne è stata manipolata vorrei fare una cosa cioè prenderla e cercare di aiutarla e forse una volta rimessa la sua testa a posto lei ci puoi aiutare . Alessandra non sapeva se era follia o pazzia e disse in modo molto chiaro andando verso di lui mentre L’ Ombra cercava di non indietreggiare visto che Alessandra lo stava facendo andare sempre più indietro e le disse una volta che aveva la faccia di Alessandra davanti al suo viso coperto da questo cappuccio nero – non lo fare è troppo pericoloso e poi potrebbe finire male in mille modi . L’ Ombra sapeva che non era d’ accordo con il suo piano visto che era folle come non mai – Lo so che il mio piano è folle ma lei è in pericolo e ha bisogno del nostro aiuto e forse dopo che gli avremmo detto quello che ha fatto Amelia lei ci potrà aiutare nel salvare quelle ragazze . Alessandra non era felice che un ‘ altra persona stava rischiando la vita e questa volta era L’ Ombra che per il suo piano lui si stava mettendo nei guai e gli disse – Senti se devi fare questa cosa devi fare molto attenzione . Oggi ho scoperto che ho perso tanto e non voglio perdere pure te , non voglio perdere un nuovo alleato quindi se lo devi fare fai molta attenzione . L’ Ombra sapeva che era pericoloso ma ci doveva provare visto che lei poteva aiutarla nel piano se qualcosa doveva andare male . 

Categorie
Alessandra Neri Alice Green Alice Miller Alicia Walker Cassandra Wood Cordelia Moore Dana Parker Diana Cook Faith Copper Felicia Griffiths Guerriera Oscura Roberto Auditore Serena Rafferty

Alessandra Neri scopre che queste ragazze sono sue studentesse

Alessandra Neri dopo aver preso il foglio con cui c’era scritto i nomi delle ragazze e alla fine inizio le ricerche per capire se quelle ragazze erano sue studentesse . Alessandra scrisse sul computer il primo nome della sua lista e vide che Alice era una sua studentessa ed erano scomparsa cosi senza alcun che . Alice era scomparsa da un giorno all’ altro e nessuno aveva capito cosa era successo e per questo tutti quanti avevano pensato che si era ritirata perché le cheerlader o qualcuno altro aveva fatto una cosa molto brutta con lei . Ma non invece non le era successo niente era scomparsa cosi senza dare nessuna spiegazione e pure le altre ragazze erano scomparse senza alcun motivo . Alessandra non ci poteva credere che tutte quelle ragazze che erano state scritte sulla sua lista erano tutte sue studentesse e lei non se ne era accorta ma per un motivo visto che di ragazze se ne andavano un sacco e quindi era una cosa normale non vedere una studentessa ma negli ultimi mesi ne erano scomparse davvero molto e adesso non era possibile per lei essere una cosa normale . Alessandra non ci poteva credere e adesso doveva fare qualunque cosa per riportare quelle ragazze dentro la sua scuola e non appena sarebbero tornate avrebbe apportato delle modifiche dentro la scuola . Poi si alzo in modo molto serio come nessuno l’aveva mai visto con quello sguardo – queste sono le mie studentesse e noi adesso dobbiamo fare tutto il necessario per riportare qui dentro al sicuro e poi possiamo avvisare le famiglie . Serena Rafferty e Roberto Auditore erano con Alessandra Neri a liberare quelle ragazze o per meglio dire liberare i loro compagni di scuola visto che erano una cosa molto importante per loro . L’ Ombra decise di fare questo alla fine cioè di dire a loro due contro chi avevano a che fare cioè chi erano le persone che avevano rapito le ragazze e cosi potevano capire come iniziare il loro attacco . Se non sai chi c’ e dentro non puoi fare niente visto che se non sai contro chi hai a che fare potresti finire nei guai e quindi essere una preda e non un cacciatore che cerca di agguantare la sua preda . Alessandra Neri era d’ accordo visto che la sua tattica era di far attaccare prima i suoi nemici per far capire contro chi aveva a che fare e poi lei attaccava visto che sapeva cosa fare e come distruggere le loro difese e attacchi . Ma la questione era diversa adesso visto che uno aveva fatto molto di più del dovuto cioè L’ Ombra aveva scoperto che li dentro c’ erano tre tizi oltre ad Amelia Strong che era il loro obbiettivo principale prima di sconfiggere gli altri . L’ Ombra una volta che avevano i nomi cancello i nomi sulla lavagna visto che adesso ce li avevano sul foglio e Alessandra l’ avrebbe conservata quella lista per far capire che quello era il suo obiettivo cioè salvare quelle ragazze . L’ Ombra scrisse sulla lavagna il nome di due persone una era Angela Marini e disse questo sul suo conto – Allora da quello che ho letto nella sua mente e una pazza sadica che prende forza dalla paura della gente . Puoi dominare le fiamme e può cambiare il colore delle fiamme e tutto questo dipende dalle vostre paura se non abbiamo paura ce la possiamo fare e inoltre ha un coltello che è fatto con il suo corpo quindi state attenti visto che può farsi un casino di male visto che con quello può intensificare il suo potere e il vostro dolore . Dall’ altra parte c’ e Kane un uomo enorme grande ed davvero molto potente e quindi a questo dovete stare molto attenti visto che ha la superforza e la superesistenza . Ma se vogliamo prima togliere di mezzo quei due dobbiamo prima liberarci di Amelia e poi dobbiamo stare attenti alla persona mancante cioè quella che attraversa le pareti visto che quello potrebbe andare di sotto e forse prendere qualche ragazza in ostaggio e quindi questa persona è il secondo obbiettivo dopo Amelia Strong . 

Categorie
Alessandra Neri Guerriera Oscura Pistolera Oscura Roberto Auditore Serena Rafferty

Serena Rafferty e Alessandra Neri incontrano L’ Ombra

La Torre dell’ Orologio era stata costruita per far capire a tutti gli studenti quando era ora di andare in un altra classe e cosi iniziare un’ altra lezione . Era stata la preside a farla mettere ma non Alessandra Neri ma la prima preside che aveva fatto lei stessa questa scuola con le sue mani . Si era messa e aveva la scuola si internamente e sia esternamente lo aveva fatto lei e tra le varie parti della scuola aveva fatto anche una Torre dell’ Orologio visto che c’ erano molti studenti e tutti dovevano ascoltare la fece con molto gusto . La Torre dell’Orologio era una cosa bellissima e se ti mettevi li sopra potevi vedere un grandissimo spettacolo cioè vedere tutta la scuola da li sopra . L’ Ombra aveva scelto quel posto visto che era il luogo molto utile per nascondersi e sopratutto se volevi incontrare qualcuno in segreto era il luogo perfetto . Alessandra lo aveva capito perché L’ Ombra voleva incontrare li sopra Serena Rafferty . Aveva pensato due cose una era una opzione bella cioè il fatto che voleva incontrare li sopra per parlare delle sparizione delle ragazzine rapite oppure voleva rapire Serena Rafferty prenderla per i capelli e farla diventare una schiava . Alessandra Neri non importava cosa voleva fare L’ Ombra , se solo avesse fatto qualcosa di male a Serena avrebbe incontrato la grande furia della Pistolera Nera . Contro quella furia quasi nessuno era sopravvissuto visto che quando è arrabbiata non perde le sue grandi capacità e riesce a uccidere un uomo con un colpo solo dritto in fronte anche è arrabbiata . La sera arrivo molto lentamente e Serena era in camera sua vestita in modo normale visto che aveva avuto tutto il tempo di stare un po’ in camera sua e fare i compiti per le lezioni che aveva avuto quel giorno . Serena verso le 17 di sera ricevette la visita della sua preside che chiuse la porta della camera da letto di Serena per non far sentire alle altre cosa aveva da dire . Una volta arrivata la preside si era un attimo tolto il costume da Pistolera Nera e poi più tardi lo avrebbe rimesso per accompagnare Serena a questo incontro . Alessandra aveva preso una cosa dal suo potente equipaggiamento una pistola nera che era piccola ma una buona pistola che l’ aveva aiutata nelle sue missioni più pericolose . Serena vide che la sua eroina Alessandra aveva questa pistola in mano e poi la diede in mano a lei e le disse prima di farle fare qualcosa – Allora ti io do questa pistola ma la devi utilizzare solo se li sopra se in grande difficoltà e solo se mi vedi in pericolo . Serena capiva cosa significava avere una pistola in mano era una grande responsabilità e anche molto grande visto che era un pezzo di storia e sopratutto era una delle armi più care della Pistolera Nera . Serena avrebbe utilizzato questa pistola solo per difesa oppure Alessandra se la sarebbe riprese visto che se veniva utilizzata per fare del male poteva fare una cosa molto brutta al suo possessore cioè ti succhiava il sangue che hai dentro il corpo e ti fa morire in modo molto lento . Era arrivate le 22 e tutte e due erano pronte ad ascoltare quello che diceva L’ Ombra visto che era pronto a fare tutto per farsi aiutare dalla Guerriera Oscura . Una volta arrivate li sulla Torre dell’ Orologio videro L’ Ombra che era li ferma ad aspettare il loro e poi vide che erano arrivate . L’ Ombra si giro di scatto e disse a tutte e due – adesso che ci siamo tutti possiamo discutere del caso , con quelle parole si era rivolto sia alla Guerriera Oscura e sia alla sua preside che sapeva grazie al suo potere di leggere la mente era la sua preside che era la Pistolera Oscura . Una volta che erano salite sul tetto con loro decisero di fare questo di farsi aiutare da lui visto che non aveva nessuna arma e poi disse – Sentite noi vogliamo la stessa cosa salvare queste tre ragazzine ma non ce la faccio da solo e per questo uniamo le forze e salviamole . Alla fine decisero di farlo visto che in due non ce l’ avrebbero mai fatta visto che forse dentro quel negozio c’ erano molti nemici . Una volta detto questo L’ Ombra non vedeva l’ ora di lavorare con loro e disse – Domani pomeriggio verso le 16 ci incontriamo nell’ ufficio della preside e discutiamo come procedere per il salvataggio . Tutti e tre erano d’ accordi con tale cosa visto che nessuno dei tre avevano impegni . 

Categorie
Alessandra Neri Bright Falls Guerriera Oscura Pistolera Oscura Serena Rafferty

Serena Rafferty e Alessandra Neri parlano dell’ incontro con l’ Ombra

Serena Rafferty non sapeva chi era L’ Ombra non né aveva mai sentito parlare visto che non c’ erano voci sul suo conto e per questo andarci da solo era una missione suicida . Serena non sapeva se andarci oppure no visto che quell’ invito poteva essere un tranello un modo per smascherare La Guerriera Oscura e poi farla diventare una schiava come le altre ragazze rapite . Meno male che pensarci avevano un intera giornata ma una persona non era d’ accordo sul fatto che lei ci doveva andare da sola li sopra . Quella persona era Alessandra Neri che aveva un certo senso molto particolare e in molte occasioni questo sesto senso le ha salvato il culo molte volte e per queste decise di seguire quella vocina dentro di se che diceva “ Serena Rafferty è una tua studentessa e adesso una tua aiutante e forse una tua futura Pistolera Nera , poteva tramandare la generazione e cosi far essere a lei il suo idolo e non puoi farla andare da sola “ . Alessandra aveva ascoltato la vocina che era dentro di se e decise di fare questo per salvare la vita di Serena visto che andando li da sola sulla torre dell’ orologio poteva essere una missione suicida e morire e per questo la responsabilità cadeva sulla preside Alessandra Neri . Alessandra fece sedere Serena sulla poltrona non aveva paura ma aveva un po’ di indecisione . Una volta seduta e messe le gambe accavalcate e per farla calmare la preside le fece bere un tè che era davvero molto buono e la fece calmare con calma . Una volta che la calma aveva preso il sopravvento sulle altre emozioni poterono parlare di questo incontro e a parlare per prima fu la preside visto che era grande e sopratutto la ragazza che era seduta sull’ altra poltrona era una sua responsabilità – Serena non ti posso mandare da sola li sopra e per questo che domani verrò con te sulla Torre dell’ Orologio e incontriamo insieme questa persona . Serena aveva ascoltato le parole della sua amata preside mentre stringeva in modo non molto forte le mani di Alessandra . Una volta pensato a cosa dire visto che aveva molti pensieri e non sapeva cosa sarebbe potuto succedere domani li sopra ma adesso aveva una persona che non le avrebbe fatto correre pericoli e non era una persona di cui non si fidava anzi era una persona di fiducia per lei e avrebbe affidata la sua stessa vita nelle sue mani visto che la preside era la nota “ Pistolera Nera “ . Serena Rafferty sapeva che se si sarebbe fidata della sua eroina tutto sarebbe andato bene e per ringraziarla le disse – sono felice di sapere che domani nell’ incontro con questa persona ci sarà qualcuno che mi guardi le spalle . Alessandra era felice di conoscere una persona che anche se era una cheerlader e spesso loro se ne fregano della gente questo non l’ha fermata e aveva fatto questa cosa cioè essere la sua eroina soltanto con un nome diverso ma non importa il nome importa quello che tramandi attraverso questo simbolo che stai portando . Alessandra Neri le accarezzo i capelli che erano soffici e molto lisci e poi le dissi per farla sentire meglio con se stessa e cosi farle dei sogni belli – io per te ci sarò sempre dopotutto noi siamo amiche e alleate e lo saremo sempre . Domani ci sarò li a vegliare su di te visto che tu sei una mia studentessa ma anche una persona cara a me e sopratutto una persona con un grande cuore . Serena dopo aver sentito che ci sarebbe andato con Alessandra li sopra perché non sapeva chi avrebbe incontrato li sopra e non sapeva se era un amico che la voleva aiutare oppure un nemico per prenderla per i capelli e trascinarla dentro al Distretto 18 mentre lei cercava in tutti i modi di non farsi portare li dentro . 

Categorie
Alessandra Neri Armi Foto Guerriera Oscura Machete Serena Rafferty

Aspetto Alessandra Neri versione ” Pistolera Nera ”

Alessandra Neri prima di diventare La Pistolera Nera ha dovuta scegliere un look adatto per questa persona che dal nome aveva questo look tutto nero che poteva far mettere un pò di persona sotto dalla paura visto che aveva tutto questo aspetto nero e uno si poteva pensare che era dalla parte del male ma all’ ultimo secondo uccideva tutte le persone che facevano parte di quel grande male che combatte . Una scelto il look e aveva rubato qualche oggetto qua o la era pronta a fare tutto il necessario per essere una grande eroina nota come il nome di ” Pistolera Nera ” . Grazie alla sua enorme reputazione si è fatta un sacco di amici che combattono dalla sua parte e nel passato c’ era pure Serena Rafferty che grazie alla reputazione della sua più grande eroina divenne la nota Guerriera Oscura pronta ad aiutare le persone che non solo nella scuola ma anche in tutta Bright Falls e tutte le altre parti del mondo . Adesso vi faccio vedere come era il suo costume da Pistolera Nera che aveva visto Serena Rafferty e appena aveva visto le pistole capì che era lei in carne e ossa ma sopratutto un’ altra cosa per cui l’ aveva riconosciuta erano i machete che aveva dietro di se e utilizza se le pistole come mezzi di comunicazione per dire sloggiate oppure vi sparo in fronte . Se le pistole non funzionavano un machete in fronte non glielo toglieva nessuno .

Resident-Evil-Afterlife

Categorie
Alessandra Neri Alice Miller Azzurra Alfieri Guerriera Oscura Lazarus Hawking Luce Miller Pistolera Oscura Serena Rafferty

Alessandra Neri cerca in tutta la scuola le ragazze scomparse

Alessandra Neri solo in rare occasioni opera lei in modo personale ma solo quando si tratta di difendere i suoi studenti visto che per lei sono molto preziosi . Grazie a Serena Rafferty sapeva che tre sue studentesse erano state rapite non si sapeva da chi ma erano state rapite visto che a scuola non c’ erano e neanche nella città . Cosi decise di uscire un attimo dalla parte di preside e di riprendere per un po’ il suo ruolo da “ Pistolera Nera “ . Molto tempo fa prima di essere la preside di questa scuola Alessandra non aveva un nome o se ce lo aveva non lo diceva a nessuno e si faceva chiamare “ La Pistolera Oscura “ . Visto che viaggiava con un capotto nero e aveva delle pistole nero pronte a uccidere chiunque si mettesse sul suo cammino . Alessandra decise di operare da sola e andò nella porta destra dove teneva le sue pistole nere e il suo abbigliamento nero . Li c’era tutto quello che gli serviva per essere di nuovo la pistole nera , non aveva mai nascosto il suo volto per far capire a tutti che era lei .Andava di notte e di giorno per aiutare tutte le persone che avevano bisogno di aiuto contro le persone che facevano del male agli altri . Quando usci dalla stanza aveva tutto pistole nere e il suo fucile nero ed era pronto a cercare le ragazze che erano state rapite nella sua scuola sotto i suoi occhi . Una volta uscita dal suo ufficio entro in ogni posto e in ogni angolo della sua scuola e cerco anche nei posti segreti che sono qualcuno sa dove sono . Questi passaggi segreti vengono usati per entrare o uscire dalla scuola senza essere visti da nessuno e non si sa come ma Lazarus Hawking li conosce tutti quanti questi passaggi segreti . Lazarus quando ha rapito le ragazzine non li ha utilizzati visto che lui era uscito dalla scuola dal portone principale . Alessandra non poteva dire che era stato lui o qualcuno dei suoi studenti doveva avere prove certe e nessuno c’ e l’ aveva . Alessandra sapeva che il potere di Serena Rafferty era quello di leggere la mente e cosi decise di farsi aiutare da lei . Serena chiamata dalla preside torno nel suo ufficio e voleva sapere come mai l’ aveva chiamata e una volta che lei si era seduta sulla poltrona sulla destra . Alessandra che aveva ancora addosso il competo da Pistole Nera e quando Serena Rafferty la vide rimase davvero molto stupita visto che quella era la sua eroina . Serena Rafferty non ci poteva credere che stava facendo un piano con la sua eroina preferita e che adorava tantissimo e poi le disse – Non vedo l’ ora di lavorare con la mia eroina preferita . Alessandra era felice di sapere che c’ era qualcuno che la aiutava e le disse in modo molto felice visto che il rapporto tra loro era buono – allora il compito che ti do è facile e ce la puoi fare pure te Guerriera Oscura . Serena Rafferty aveva scelto di chiamarsi cosi in onore della Pistolera Oscura che si era persa ogni traccia di lei e aveva deciso di aiutare gli altri come faceva lei . Alessandra era felice di sapere che una persona aveva preso il suo posto ma adesso dovevano operare insieme e gli dissi – allora tu di nascosto e nel cuore della notte devi leggere la mente di tutti gli studenti e cercare di capire se uno dei nostri studenti ha rapito oppure no le nostre amiche . Il piano che aveva fatto Alessandra era perfetto e andava molto bene per Serena Rafferty visto che era pronta a fare come diceva lei . Prima che potesse andare Alessandra andò vicino alla sua aiutante e le disse in modo molto fiero – non dire a nessuno chi sono , te lo chiedo come un grande piacere io sono una leggenda e come leggenda devo apparire oggi e poi sparisco . Alessandra e Serena erano d’ accordi su questa cosa e alla fine con questo patto decisero di iniziare la loro missione e se sarebbe venuto fuori uno dei suoi nemici che la credeva morta sarebbe potuto tornare e cosi la situazione sarebbe potuta peggiorare . 

Categorie
Alessandra Neri Alice Miller Azzurra Alfieri Guerriera Oscura Luce Miller Serena Rafferty

Serena Rafferty avverte Alessandra Neri della sparizione delle sue amiche

 

Serena Rafferty prima di essere la vera Guerriera Oscura che fa tutto da sola e opera nella notte più oscura e profonda . Prima aveva deciso di operare anche alla luce del sole e non in modo tipo che aveva il bastone o la pistola ma niente e la sua arma per dire qualcosa era la preside . Alessandra Neri era sempre pronta a tutti i problemi nella scuola e da li a poco c’ e ne sarebbe stato uno davvero grande cioè il rapimento di tre ragazzina . Chi rapisce tre ragazzine è un mostro che deve essere solo ucciso ma visto che sono dei buoni li butto dentro al carcere e butto la chiave anche se fosse per me gli vorrei fare lo sguardo della penitenza e fargli affrontare tutto il dolore delle loro vittime e riversarlo su di lui ma non posso visto che farei un omicidio . Serena Rafferty prima di avvertire la preside controllo in lungo e in largo e pure fuori dalla scuola ma niente di loro non c’ era traccia e cosi Serena decise di farlo di andare dalla preside visto che era una situazione molto brutta e se non la trovavamo era come se le avessimo uccise noi . Serena andò nell’ ufficio della preside che era al secondo piano e non in una delle prima stanze ma l’ ultima e mentre camminavi potevi sentire il battito del tuo cuore che pompava sempre più forte . Serena arrivo alla fine del corridoio e busso alla porta della preside e quella era la prima volta per lei stare dalla preside ma non l’ aveva portata nessuna dalla preside aveva deciso lei di andarci . Alessandra senti bussare e fece entrare la persona che era dietro il suo enorme portone . Serena entro nel grande ufficio e si mise comoda sul una delle due poltrone mentre la preside era alzata e stava per prendersi un buon caffè dopo che aveva firmato delle carte e quando aveva bussato Serena aveva appena finito . Le carte che la preside stava firmando erano dei documenti su prendere tecnologia per le guardie . Alessandra voleva sapere cosa portava Serena dentro al suo ufficio e glielo chiese in modo garbato e molto cordiale – ti posso aiutare in qualche modo ? . Serena aveva deciso di farlo era stata una sua scelta e cosi parlo guardando negli occhi la preside – se sono venuta qui e per dirvi che tre delle mie amiche sono sparite . So che mi dirà forse sono andate da qualche parte ma ho controllato tutta questa città e le provato a chiamare un sacco di volte e nessuna di loro mi risponde . So che forse fa paura quello che sto per dire ma potrebbero essere state rapite e anche se le altre cheerlader mi hanno detto di farmi gli affari miei . Non posso stare come le altre a chiudere gli occhi e non fare niente e per questo che sono venuta qui per avvisarvi . Le ragazze che sono scomparse sono Azzurra Alfieri e poi pure le sorelle gemelle Alice e Luce Miller . Alessandra sapeva che Serena era molto diversa dalle altre cheerlader visto che non era una persona che chiudeva gli occhi e smetteva di pensare agli altri . Visto che aveva fatto una cosa per Azzurra per farlo entrare dentro questo posto aveva detto che era sua sorella minore e avevano deciso di affidarla a lei fino a che Azzurra non fosse divenuta grande . Alessandra sapeva che se non era una cosa molto importante Serena non sarebbe mai venuta da lei e prima che se ne andasse dall’ ufficio della preside , Alessandra la guardo e le disse – grazie per avermelo detto delle sparizioni delle tue amiche e adesso ci mettiamo e le cerchiamo dentro la scuola o in qualunque parte fossero . Serena aveva controllato solo le parti della scuola che conosceva bene ma dentro la scuola ci sono luoghi che gli studenti non sanno . Serena non sapeva cosa sarebbe successo o se dire alla preside fosse una buona mossa ma alla fine decise di mettersi il costume che aveva fatto ieri sera prima di andare a letto e metterlo sotto il suo letto . Aveva deciso di andare di sera e cercare di trovare qualcosa su dove loro possono trovarsi . Erano sue amiche e avrebbe fatto di tutto per trovarle dovunque fossero .

 

Categorie
Alessandra Neri Dana Sherman Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Kyra Saintcall Lazarus Hawking Serena Rafferty

Informo la preside e mia sorella Alyssa che forse ho trovato un testimone

Alessandra Neri dopo che era finito il funerale voleva sapere se io avevo scoperto chi erano le Amazzoni ma io avevo fatto molto di più e spero che questa notizia piaccia non solo a lei ma anche a Dana Sherman e al suo collega Ronny Watson ma prima a lei le dovevo dare questa buona notizia . Alessandra Neri non era l’ unica pure Rain Sheppard voleva sapere cosa avevo scoperto senza farmi scoprire né dalle Amazzoni e nemmeno da Lazarus Hawking o dall’ Informatico . La Rete aveva bloccato l’ Informatico del tutto e quindi non poteva vedere niente dalle sue telecamere . Rain Sheppard cercava di tenermi il più lontano possibile Lazarus Hawking cosi da permettermi di leggere la mente delle cheerlader colpevoli nell’ omicidio di Serena e cosi farmi scoprire che tra loro c’ era un punto debole che potevo utilizzare e non me lo sarei lasciato perdere senza combattere contro Lazarus o contro alcune persone . Alyssa vide che stavo andando nell’ ufficio della preside Alessandra Neri che pure lei era al funerale e per l’ occasione si era vestita di nero ma non solo lei ma anche tutti quanti gli altri . Alyssa si avvicino a me con il suo bellissimo vestito nero fatto da nostra madre Kyra ed era andato con questo vestito e tutti quanti era davvero molto felice del vestito ed erano molto dispiaciuti della morte di Serena Rafferty . Mia sorella Alyssa era una di quelle persone che era triste durante il funerale di Serena Rafferty e con i suoi occhi non mi aveva perso per tutto il tempo e quando vide che io ero tornato al mio posto aveva subito capito che io avevo scoperto qualcosa di bello e qualcosa di utile per la nostra indagine . Alyssa prese la mia mano e la mise nella sua che era coperta da un guanto nero trasparente e che faceva vedere la sua mano davvero molto bella e molto liscia . Alyssa e io andammo nell’ ufficio della preside che era un po’ triste della morte di Serena Rafferty e adesso grazie a quello che avevamo scoperto potevamo onorare la memoria di questa ragazza . Alyssa con la mano ancora nel guanto busso alla porta e poi la preside ci fece entrare con calma e poi chiuse a chiave la porta del suo ufficio e fece un incantesimo per non far sentire a nessuno quello che dicevano visto che quello che io e mia sorella Alyssa dovevamo dire alla preside Alessandra Neri era molto importante e per questo le informazioni non dovevano andare nelle mani nemiche . Alessandra ci fece sedere sulle poltrone poi tutti e due ascoltarono le mie parole con molta attenzione – Allora le cheerlader sono coinvolte ma non tutte quante . Una non è coinvolta e innocente e forse se ci riesco provo a farla diventare una mia amica e cosi forse lei può diventare un testimone per noi . Visto che il testimone è l’ unica cosa che ci manca per inchiodare le cheerlader . Abbiamo una opportunità più unica che rara di catturare le cheerlader coinvolte non ce la possiamo far perdere . Alessandra aveva sentito il mio discorso e concordava in tutto visto che adesso abbiamo una grande opportunità e quindi non ce la potevamo far perdere . Alessandra Neri voleva sapere il nome e decisi di fare questo per non farla dire ad alta voce mi avvicinai prima all’ orecchio di Alessandra Neri e poi a quello di mia sorella e le dissi a bassa voce – il testimone è Federica Arcieri .