Categorie
Alice Miller Amelia Strong Angela Marini Azzurra Alfieri Luce Miller

Angela Marini incenerisce quasi il braccio ad Azzurra Alfieri

Azzurra Alfieri anche se grazie a Serena Rafferty era molto lontana dalla vita di ladra e adesso grazie a lei era rientrata nel sistema ed era ritornata ad essere una persona con un nome . Quando non sei nel sistema perdi il tuo nome e la tua identità e quindi diventi uno sconosciuto senza identità e anche se ce l’ hai la sai solo tu e gli altri non la sanno . Azzurra non le piaceva per niente essere una schiava e lo capì meglio quando stava per perdere una mano in modo molto brutto ed era attraverso il fuoco ma non quello di un accendino ma quello che proveniva da una mano femminile e non si bruciava visto che era stato fatto da lei e proveniva da dentro di lei . Azzurra resisteva molto alle frustate che spesso le persone li dentro le davano per farle lavorare meglio e quando le stavano per dare alle sorellina Miller se le prendeva lei le loro fruste . Azzurra aveva deciso di proteggerle fino a quando era dentro quell’ inferno e anche se vedevano la loro amica soffrire le pene dell’ inferno visto che le frustate erano molto forti . Dentro quel negozio c’ era una regola che diceva “ I Forti vivono . I Deboli soccombono “ . Tutte le persone che erano li dentro avevano visto che Azzurra era una persona forte e più volte aveva provato a plagiare la sua mente per farla passare al lato oscuro ma c’ era una luce dentro la sua mente che era molto accecate e quindi grazie a quella era impossibile mollare cioè il pensiero della sicurezza di Alice e Luce Miller . Se le fossero successe qualcosa non se lo sarebbe mai perdonato visto che loro erano delle bambine innocenti che non sapevano cosa era il male e Azzurra cercava di fargli scoprire il male solo molto più tardi . Un giorno Alice per sbaglio aveva distrutto una maglietta che per farla ci era voluta un ora e per questa cosa stava per essere uccisa visto che li erano molto duri . A fare la punizione c’ era Angela Marini 27 anni ed era una persona molto e possiamo dire quasi sadica e il suo passatempo preferito era distruggere l’infanzia dei bambini e adesso aveva avuto l’ ordine dalla sua padrona Amelia Strong di utilizzare il suo potere del fuoco sul braccio di Alice . Non doveva incenerirlo ma bruciarlo un po’ e fargli fare un po’ male per far capire a questa ragazzina che non doveva fare più una cosa del genere . Alice stava scappando per tutto il negozio e si mise dietro Azzurra che la inizio a proteggerle da quella pazza sadica che nel fremore di questa caccia di questa ragazzina che era piena di paura era bello sentire le sue grida , Angela non vedeva l’ ora di sentire le grida di dolore di questa ragazzina e appena le avrebbe sentita si sarebbe sentita viva come se fosse rinata . Azzurra aveva visto lo sguardo di Angela ed era quella di una persona che non aveva nessuna emozione di gentilezza o bontà ma solo odio e rabbia . Azzurra non poteva permettere che facesse del male alla ragazzina e cosi mentre la guardava in quei suoi occhi da mostro le disse in modo molto sincero – fallo a me quello che devi fare a lei . Non è stata lei a distruggere la maglietta sono stata io e ho detto alla ragazzina di coprirmi . Angela aveva capito che Azzurra stava mentendo ma non gliene fregava niente il suo unico scopo adesso era sentire un po’ di dolore da una persona che era piccola o adulta . Angela prese il braccio destro di Azzurra in maniera molto forte e poi inizio a utilizzare il suo potere del fuoco blu come quello che si vede su un accendino e poi appena era iniziata la punizione si iniziarono a sentirono un sacco di grida . Dopo aver fatto del male al suo braccio si era fermato e poi la prese per i suoi capelli blu come il suo completo blu e le disse – questa volta ti sei mezza di mezzo per salvare la tua amica da questa tortura ma la prossima volta tu starai in una stanza legata e vicino a te ci saremo io e Alice e tu sentirai tutte le sue grida uscire dal suo corpo . Alice si era messa paura a quello che aveva detto Angela e alla fine prese uno straccio e cerco di fermare il sangue che stava colando dal braccio destro della sua amica . Arrivo una donna che era tenuta prigioniera come loro ed era una guaritrice e secondo gli ordini di Amelia Strong curo il braccio di Azzurra che era conciato molto male . Se vedevano qualche ferita sul braccio destro della ragazza potevano far venire la polizia e non avrebbero trovato niente visto che Amelia avrebbe creato un illusione e la polizia se ne sarebbe andata e non potevano fare niente visto che non avevano visto niente che poteva far sospettare loro che li c’ era qualcosa di brutto e qualcosa che era stato fatto a queste ragazze . 

Categorie
Alessandra Neri Alice Miller Azzurra Alfieri Guerriera Oscura Luce Miller Pistolera Oscura Roberto Auditore

Alessandra Neri e Serena Rafferty parlano con L’ Ombra per salvare le ragazze

L’ Ombra prima di incontrare Serena Rafferty e la sua preside Alessandra Neri che grazie al suo potere di leggere la mente aveva scoperto che la sua preside in realtà era la nota Pistolera Nera . L’ Ombra aveva fatto un appostamento in quel luogo per capire meglio contro chi hanno a che fare . Ma non l’ ha fatto come L’ Ombra ma come Roberto Auditore ed è entrato dentro quel negozio e nessuno gli ha fatto niente visto che lui era un normale studente e quindi bastava solo una mossa falsa e poteva perdere tutti i loro clienti che erano persone molto gentili ma se vedevano che trattavano un cliente in modo molto brutto avrebbero fatto di tutto per far chiudere tale posto e questo andava contro il piano dell’ Ombra e delle sue nuove alleate Serena Rafferty . Mentre guardava i vestiti non vedeva né Azzurra Alfieri e nessuna delle due sorelle gemelle e visto che non sapeva dove fossero cerco di capirlo grazie al suo potere di leggere il pensiero e dopo tre tentativi capì che erano nella parte ovest nel negozio e stavano sotto nel piano più basso cioè nello scantinato ed era in condizioni ben peggiori di quello che poteva essere . Roberto non poteva vedere come era questo scantinato ma sicuramente era il posto giusto dove mettere le schiave cioè le ragazze rapite li dentro . Lo scantinato di quel luogo era tanto grande da farci entrare 12 ragazze e grazie al suo potere di leggere la mente aveva visto che tutte e 12 le ragazze erano vive e vegete ed erano in salute . Roberto inizio a vedere qualche altra maglia nera con qualche scritta che era forte e molto bella e mentre le guardava inizio a leggere i ricordi delle ragazze erano spaventate ma avevano passato dei momenti molto brutti e tra i quali momenti avevano le mani con delle cinghie di plastica cosi non poteva fare niente contro di loro e bavagli alla bocca . Roberto vedeva che tutte quante pure Azzurra Alfieri e le sorelle gemelle Alice e Luce Miller avevano passato momenti molto brutti e poi dopo aver comprato qualche maglietta nera se ne andò lasciando un messaggio nella mente di tutte le ragazze quelle che avevano paura e quelle che non l’ avevano ed era “ non vi preoccupate torno il prima possibile con delle persone che mi daranno un aiuto per salvarvi da questa vita infernale e vi rendo libere . “ Roberto prima di leggere la mente delle persone li dentro cerco di capire se uno di loro aveva il potere di leggere la mente e se uno ce lo aveva questo poteva essere un grande problema per lui e non poteva uscire da li visto che era nei guai . Ma nessuno aveva quel potere e una volta pagate le magliette vide che erano le 15 e aveva tutto il tempo per provare le maglietta e sopratutto trovare un piano da utilizzare . Ci mise un po’ visto che c’ era una cosa che aveva scoperto cioè che la proprietaria cioè Amelia Strong aveva il potere di creare una illusione appena tu la vedevi e quindi la persona che dovevamo eliminare per prima era lei visto che se facevamo qualcosa poteva essere una grande illusione e noi pensavamo di aver salvato le ragazze ma invece ci siamo prese a vicenda . Una volta che avevamo tolto di mezzo il capo noi potevamo sconfiggere gli altri con calma grazie al potere della lettura del pensiero oppure metterli fuori combattimento . Una volta finito il piano visto che doveva essere molto preciso e molto ben fatto oppure tutto andava in malora e non sarebbe andato bene per nessuno né per noi né per le 12 ragazzina che erano state trasformate in schiave . Le 16 arrivarono e come aveva detto lui era li e disse per filo e per segno il piano a loro due – Allora come prima cosa ci dobbiamo liberare della proprietaria visto che ha il potere di creare illusioni e questo è un grande problema per noi . Una volta sconfitto il capo dobbiamo fermare gli uomini del capo visto che una volta ucciso il capo hanno l’ ordine di uccidere le ragazze quindi subito li dobbiamo fermare oppure noi perdiamo un sacco visto che le ragazze rapite sono 12 .