Blindspot -Heave Fiery Knot

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Anche se i rapporti con Jane non sono come quelli di una volta, Jane fa di nuovo squadra con Kurt e con l’ FBI e lo devono fare visto che tutto questo porta a un nuovo grande piano e non si sa porta a un bene superiore oppure no. Anche se la squadra si deve riunire come si deve visto che tutti devono ancora decidere se ce l’ hanno ancora con Jane oppure no. Ma prima di vedersela con questo problema, se la devono vedere con un agente della D.E.A che ha deciso di usare il suo lavoro non per fare del bene, ma per fare del male e ha deciso di farlo in una maniera molto brutta cioè vedere a un cartello della droga dei missili. Queste persone sono gente pericolosa e nessuno sa cosa vogliono farci con questi missili, ma di sicuro niente di buono visto che li hanno pagato tanto e li hanno voluti a tutti i costi. Loro li vogliono utilizzare per qualcosa di grosso, qualcosa che fa capire al mondo intero che questo cartello di droga si sa rispettare e sa come intimorire i suoi nemici. Io e Ada abbiamo seguito la squadra del Direttore Weller e subito lui e Jane hanno cercato di capire cosa sta succedendo li sulla scena. Una volta arrivati sulla scena i criminali hanno cercato di scappare e Kurt e Jane si sono separati

 Scena vista con i nostri occhi 

Come vi ho detto Kurt si è separato da Jane e subito c’ e stato un inseguimento e poi uno scontro. Kurt prima ha cercato di fermare il sospetto minacciandolo con la pistola ma visto che il nemico ha fatto qualcosa c’ e stato uno scontro

E alla fine il Direttore Weller da solo ha messo a terra l’ uomo, ma il nemico sta combattendo ancora e Kurt ha deciso di stenderlo con un bel pugno in faccia

Kurt e Jane durante questa vendita e quando erano alla base hanno cercato di creare un rapporto tra loro due. Solo se Kurt si fida di nuovo di Jane, tutti si possono fidare di lei e dei suoi tatuaggi. Molte persone stanno cercando di capire cosa vuole fare Nas a Jane visto che per poterla farla arrivare a tutti la potrebbe spingere a ricordare tutto e quindi lei da amica e futura agente dell’ FBI a nemica dell’ FBI e del mondo intero.

 

Jessica Jones

Quando sei una investigatrice privata devi stare molto attenta visto che se hai un lavoro e lo stai svolgendo non devi farti scoprire da nessuno oppure il tuo lavoro è finito . Jessica era dentro la metro e stava vedendo se qualcuno aveva puntato gli occhi su di lei . Jessica aveva visto qualcuno che lo faceva e lei decise di capire chi era e cosa voleva da lei

Una volta arrivata al posto dove doveva andare inizio a stare li ferma sul letto di una sua amica . Jessica aveva uno sguardo vuoto e senza nessuna emozione , invece l’ amica di Jessica era li che le parlava con uno sguardo molto preoccupato

Dentro a un bar Luke Cage era li e aveva finito di  pulire un bicchiere con uno straccio e forse aveva puntato gli occhi su Jessica o su un altra persona . Luke era li con il suo sguardo fisso sulla donna o sull’ uomo non molto lontano da lui

Vicino a una colonna si era messo li fermo Dr. Zebediah Killgrave è forse era li fermo perchè aveva visto una cosa che aveva iniziato a intralciare i suoi piani . Forse li in quel posto aveva visto Jessica Jones o un altro dei suoi nemici . Dr . Zebediah aveva scelto quel luogo affollato per vedere Jessica perchè lui si poteva nascondere e vedere meglio cosa faceva lei

In mezzo alla folla Jessica Jones stava camminando vicino a una donna che sembrava un Avvocato . Forse Jessica era li per seguire un caso che riguardava una vittima che era stata messa dentro per un omicidio che non aveva fatto lui o lei . Molte persone erano li in mezzo e nessuna guardava questa scena tranne la persona che era vicino a questa colonna molto grande e molto antica e sopratutto un mezzo adatto per nascondersi .

Jessica era li e sentiva quello che diceva la donna ma allo stesso aveva usato il suo sesto senso che aveva capito che qualcuno la guardava da lontano o stava cercando di capire cosa stesse facendo li in mezzo alla folla e con quell’ avvocato . Qualcuno voleva capire le mosse di Jessica Jones e di questa avvocato e per adesso tutto è un mistero e non lo posso sapere fino a quando non sarà disponibile tutto il mondo da visitare . Fino a quando il mondo sarà visitare una volta per tutte , si potrà capire cosa sta facendo Jessica li , ma adesso non lo so con precisione .

Dana Moretti ringrazia Melissa Mcarthur

1313485-bigthumbnail

Dana era molto felice adesso , ma lo era pure per un altro motivo e sarebbe a dire che lei era riuscita a far risplendere la sua luce che quando aveva ripensato alla morte dei suoi genitori si era oscurata per un pò . Dana era li sul divano e non aveva i tacchi ai piedi ma era scalza e cosi faceva riposare i suoi piedi . Melissa si mise seduta vicino a Dana – grazie per questo momento con te . Ne avevo bisogno . Quando avevo pensato alla morte dei miei genitori la mia luce si era un attimo oscurata ma adesso grazie a te ce di nuovo . Melissa era felice di aver aiutato Dana – non ce di che . Ma adesso parliamo del tuo lavoro qui . Che ne dici . Ti va oppure hai bisogno di più tempo per pensarci . Dana adesso era pronta e in modo molto convinta guardo Melissa negli occhi – non me ne voglio più andare . Prima me ne volevo andare perchè la mia paura mi aveva sussurrato nell’ orecchio che tu mi avresti buttata via da qui dopo che ti avevo detto il mio segreto . Ma vedo che tu non l’hai fatto . Melissa aveva sentito le parole di Dana – non lo avrei mai fatto . Se tu avresti fatto male il tuo lavoro allora avrei gridato ” Vattene fuori di qui ” . Ma visto che il tuo lavoro è stato impeccabile tu non te vai amica mia . Adesso che ne dici di tornare al lavoro amica mia . Dana si mise le scarpe con i tacchi a spillo e se le mise e con Melissa torno a lavorare . Torno a vedere se c’erano interviste o persone che volevano essere aiutate da Melissa . Dana lo faceva con felicità perchè oggi aveva ritrovato la sua luce e aveva un amica di cui si poteva fidare e di cui poteva farsi aiutare se nel caso stava per diventare un angelo nero .

 

 

Welma Stuart

pollygoodsm

Welma Stuart sapeva che non si poteva fidare delle Cheerladers e nemmeno delle loro parole . Welma sapeva che le parole delle Cheerladers erano inutili e quindi doveva stare attenta a tutto . Welma non si fidava facilmente delle persone e quindi per Marina trovare la migliore amica di Welma era difficile visto che doveva prima provare la sua lealtà verso Welma e poi forse avrebbe potuto capire cosa voleva fare contro le sue nemiche ma anche sapere chi è la vera amica di Welma . Welma anche se sembrava una ragazza che vende il suo corpo non significa che lei non sappia essere una grande stronza come le Cheerladers . Welma quando vide Marina non si fido subito di lei , le ci volle un pò ma alla fine l’ accetto . Ma poi Welma cerco di vedere con i suoi occhi se lei era una vera amica oppure una pedina delle Cheerladers . Welma guardava ogni sua mossa e cercava di farle fare un errore per vedere se era una di loro oppure una delle ragazze normali . Se una Cheerlader Welma l’ avrebbe riportata e poi sul petto le avrebbe scritto con il fuoco sopra l’ ombelico  ” Talpa ” . Ma se invece era una di loro non le avrebbe fatto niente ma teneva sempre un occhio ben aperto per vedere se lei cercava di ficcarle un coltello dietro le spalle . Cioè Welma voleva vedere se dandole un informazioni che avrebbe fatto .

 

Marina Fiore

Jessica e Roberta insieme andarono nella loro sede e nel posto riservato al capitano della squadra . Una volta entrati e chiusa la porta a chiave . Jessica fece sedere Roberta vicino a se – questa storia che ti sto per dire è top secret non dirla alle altre oppure il nostro piano può andare a rotoli . Roberta giuro che non lo diceva a nessuno . Poi Jessica inizio a raccontare la sua storia . E inizio dopo che Marina Fiore era stata tolta come capo – Come sai Marina era stata tolta e io per avere la sua amicizia le diedi il comando delle Cheerladers facendola diventare mia vice . Tu e un altra Cheerladers siete le mie vice e potete comandare sulle Cheerladers quando non ci sono e pure lei può visto che lei è la mia terza vice . Lei accetto senza alcun problema . Marina fu la prima vedere che noi avevamo un grave problema e questo problema aveva un nome Welma Stuart . Lei era divenuta la paladina degli indifesi e aiutava tutti quanti e li proteggeva dalle nostre angherie . Allora cosi io e Marina siamo entrati in questo ufficio e li ci siamo a parlare . Marina inizio ad avere un piano e me lo disse nei minimi particolari – Io tra poco ti darò la mia divisa con la fascia da vice . Poi grazie al mio potere cambio aspetto e divento un altra ragazza . Mi fingo di essere una ragazzina normale come tutti e faccio amicizia con Welma . Grazie a questa amicizia noi possiamo sapere tutti i piani di Welma per distruggere le Cheerladers ma sopratutto chi è la migliore amica di Welma cosi noi la possiamo colpire al cuore . Jessica vide che il piano era molto pericoloso – no non ti ci mando li da sola . Noi due sappiamo che lei ha dei poteri . Il più piccolo errore e invece di avere una vice viva e vegeta , avrò un amica che è polvere . Marina la guardo – tu sei la capo Cheerlader e io tra poco sarò una ragazza normale e non ce nulla che tu possa fare per farmi cambiare idea . Ho deciso e lo farò non solo per me ma anche per le Cheerladers . Jessica vedeva che non poteva far cambiare idea a Marina ma prima di lasciarla andare via – al più piccolo dei problemi vengo io stesso li , ti prendo e ti porto via . Roberta diede un pugno sul braccio destro a Jessica – questo pugno te l’ ho dato per non avermi detto tutto il piano . Adesso che mi hai detto tutto il piano possiamo procedere . Jessica e Roberta adesso dovevano fare solo una cosa e sarebbe a dire aspettare che Marina capisse chi era la migliore amica di Welma e poi sarebbe iniziato tutto .

Dana parla con Melissa

1064679786625674434kF60lZBc

Melissa era li nel suo ufficio e si chiedeva come mai Dana se ne voleva andare ma le sue risposte potevano avere una risposta quando Dana busso alla porta di Melissa – sono io posso entrare . Melissa fece accomodare la sua segretaria e iniziarono a parlare . Dana era li sulla poltrona ed era molto agitata ma poco fece un respiro lungo – vedi tempo fa ho perso la mia famiglia ma non ti ho detto in che modo . Ho detto solo che l’ ho persa . Adesso lascia te lo dica . Li ho persi nel Word Trade Center . Questo palazzo è uguale a quello che c’ e a New York . Ero sul tetto a bere un caffè e li ho visto quei aerei che arrivavano . Sono volati sopra le nostre teste e poi li ha chiamato madre che ha visto gli aeri arrivare e voleva vedere se ero al sicuro oppure no  . La telefonata è durata mezzo secondo e poi tutto è esploso e li ho persi per sempre  . Li ho sentito l’ esplosione grazie alla telefonata e li ho perso la mia famiglia per sempre  . Melissa si alzo dalla sua sedia e andò ad abbracciare Dana che era scossa e molto triste e aveva bisogno di un amica e per quello c’ era Melissa  . Melissa la fece calmare – che ne dici se andiamo li nell’ altra parte del mio ufficio e io ti aiuto a calmarti mangiando del gelato e parlando di quello che ti è successo . Dana era felice di avere una cosi cara amica – si lo voglio . Andiamo . Ne ho davvero bisogno .

 

Rain Saintcall

The Wolverine

Rain Saintcall aveva saputo da Federica come la sua migliore amica Ellen Robinson da amica sia divenuta una nemica . Rain si era presa qualcosa da mangiare e l’ aveva portata anche per Federica . Rain sapeva che perdere un amica era dura – adesso che me ne hai parlato stai un pò meglio ma sa sempre soffrire . Perdere un amica e dura visto che lei era un pezzo molto importante della sua vita . Ma tu adesso hai me . Quel pezzo ce l’ hai ancora ma con me . Lo so che non è la stessa cosa ma almeno hai un altra amica con cui confidarti e se Ellen prova a farti di nuovo male ti aiuto e sopratutto ti aiuto a difenderti in questi casi . Federica sapeva che quello che diceva Rain era giusto – hai ragione ho ancora te e poi se Ellen debba fare una cosa del genere noi ci proteggiamo a vicenda . Federica era li alzata e stava ferma in un posto a mangiare la sua merendina . Rain invece era li sul letto comodo – quello che ti è successo nel bagno delle ragazze dell’ università non ti deve più succedere . E se dovesse succedere devi essere capace di farti valere oppure la prossima volta potrebbe fare di peggio questa Ellen . Federica sapeva nel suo cuore ricolmo di paura sapeva che Rain aveva ragione che se sarebbe successo una lotta in bagno la prossima volta Ellen non si sarebbe fermata a una minaccia ma avrebbe fatto ben altro e nessuno sapeva quando si sarebbe fermata . Se nessuno l’ avesse fermata la prossima volta forse le avrebbe quasi distrutto la faccia e tutti l’ avrebbero vista come un mostro e non come una bellissima con cui fare sesso o uscire la sera . Federica e Rain non erano solo amiche ma il loro rapporto era come se fossero sorelle che si guardano le spalle a vicenda ma tutti e due sapevano che non potevano sempre stare insieme e difendersi a vicenda . Federica lo sapeva e quindi se non combatteva contro Ellen la prossima volta Federica sarebbe stata trovata mezza morta in bagno e poi non si sapeva chi era stato perchè nessuno apriva la bocca . Tutti avevano paura di Ellen Robinson e nessuno ce la voleva come nemica .

 

 

Beatrice Ferrante

molly-quinn-castle-promos-hd-wallpaper-24160

29/10/2014

Beatrice Ferrante sapeva come era fatta sua madre e che odiava molto chi diceva bugie ma gliela doveva dire visto che non poteva dire – Mamma sto andando con Daniela verso la Foresta Oscura e forse posso morire . Angela appena avrebbe sentito quelle parole uscire dalla bocca di sua figlia l’ avrebbe chiusa in camera e non l’ avrebbe fatta uscire per un mese o due mesi o fino a quando non si era tolta dentro la sua mente questa idea di andare nell Foresta Oscura e prendere il collare nero di Beatrix . Beatrice e Daniela erano dentro la stanza di Beatrice che era molto bella e carina . Beatrice era sulla sedia che era vicina al letto e con le gambe una sopra l’ altra e la sua piccola gonna che copriva le sue gambe . Daniela invece era li sul letto soffice e delicato di Beatrice e aveva gli occhi puntati al cielo – se vuoi trovare il collare di Beatrix dobbiamo mentire a tua madre Angela lo so che non vuoi ma non ci lascerà mai andare in un posto tutte e due da sole . Beatrice era li sulla sedia e sapeva che Daniela aveva ragione – va bene facciamola . Io per gli altri Halloween voglio avere un gatto parlante . Sarebbe un bell’ effetto da avere per Halloween . Daniela sapeva che se fosse stata opera di Beatrice il piano Angela se la sarebbe presa con lei e non con Beatrice e prima di fare il loro piano – Beatrice prima che iniziamo ti devo dire che il piano e mio e non tuo . Lo faccio per non farti avere una punizione da tua madre Angela . Beatrice vide che Daniela era una grande amica e che solo un amica fa questo cioè aiutarla a non finire in camera sua per un mese o due mesi  – grazie .

 

 

Aspetto Seggiolino

Eva-Vittoria-crossing-lines-35431967-233-350

Ada vide che Pandora era divenuta molto brava con i suoi poteri e lo vide quando fece apparire dal nulla un seggiolino per bambine di colore rosa di Iobimbo . Pandora lo aveva visto una volta soltanto nella sua vita e in internet ma grazie al suo potere di ricordarsi di tutte le cose se lo ricordo e lo aveva usato in questa occasione . Pandora aveva usato con calma i suoi poteri e aveva fatto in modo che anche se loro andava in un posto dove ci sono crimini o cose molto brutte la bambina era al sicuro dentro al suo seggiolino . Ada quando vide che Pandora aveva messo la bambina con grande cura dentro il seggiolino e prima di dire che andavano li dentro l’ Underground – sei stata bravissima . Adesso mi dici dove lo hai visto questo seggiolino . Pandora non diceva molto della sua vita ma con Ada si apri – allora vedi alcune volte io vado dentro l’ ospedale di Alyssa e le do una mano con i bambini e i neonati e Alyssa mi ha spiegato un bel pò di cose . Ada sapeva che Pandora nascondeva qualcosa – tutti ci chiedevamo dove andavi ma non mi hai ancora detto dove hai visto questo seggiolino . Pandora inizio a vedere le varie scene dentro la sua mente – una settima fa Alyssa la sorella di Daniel aveva in mano un libro di iobimbo e stava vedendo quale seggiolino comprare per una sua amica che era incinta di sette mesi e io vidi questo rosa .

Serena Ricci

Skater_girl_by_tatareen

Serena Ricci si era svegliata qualche minuto prima di Alina Ricci ed era andata dietro al bancone dalla tasca sinistra dei suoi pantaloni corti prese la chiave . Mise con calma la chiave nella serratura della porta e cosi entro in cucina . Si mise a fornelli e fece dei buonissimi cornetti al cioccolato . Alina era li e si stava rimettendo il pigiamo addosso visto che si era lavata e non voleva sporcare una cosa bella e molto soffice . Una volta scese le scale senti un buon profumo – seguiamo questo buon odore . Alina inizio a camminare verso la cassa e passo attraverso un anta che si apriva e chiudeva e per apriva dovevi spingere . Alina non spinse troppo forte e apri la porta e li su questa bellissima tavola vide che c’ erano dei buonissimi cornetti . Non c’era dentro niente però erano molto buoni . Alina e Serena si misero sedute e prima di mangiare Alina – senti ieri non sono scesa e non ho fatto niente perchè era arrabbiata e mi serviva del tempo per capire tutta questa storia . Serena diede la mano destra ad Alina che lei strinse non troppo forte – senti Alina io ci sono passata . Pure io ho avuto un esperienza con i Cyberman e non mi è andata bene . Anzi è andata male e se ne sono uscita e grazie a Daniel . Alina aveva sentito e capì cosa era successo – quindi il pigiama che indosso è di tua figlia . Serena lo disse con un pò di tristezza – si ma lo puoi tenere . Alina abbraccio Serena e poi mangiarono i cornetti che aveva fatto Serena . Dopo aver fatto colazione ad Alina venne una idea molto bella e carina – senti lo so che tu sei grande per fare una cosa del genere ma potremo fare un pigiama party tra noi due . Ci sediamo sul divano e ci raccontiamo le nostre storie sui Cyberman . Cosi insieme possiamo superare questo evento . Serena sapeva che Alina era una persona molto geniale – questa è un ottima idea . Prima che lei tornasse di sopra Serena la guardo negli occhi – signorina ce qualcosa che mi devi dire ? . Alina fece finta di non sapere cosa diceva Serena – non capisco cosa tu stia dicendo . Serena ieri verso le tre del pomeriggio aveva incontrato Marina che era una ragazza che faceva i piercing all’ ombelico e alle varie parti del corpo – Marina mi ha detto che tu e un altra amica siete andati li e vi siete fatti il piercing all’ ombelico . Alina si alzo la maglietta e glielo fece vedere e con una voce un pò forte  – questo è il mio corpo e ci faccio quello che voglio . Serena sapeva che aveva ragione – si ma volevo capire se qualcuno ti aveva costretto a farlo oppure e stata una tua scelta . Alina decise di dire la verità – non mi ha costretta ma mi ha convinta . Era convinta già di mio ma alla fine ho deciso di farlo . Serena decise di accettare questa cosa – va bene per il momento puoi fare quello che vuoi ma non puoi parlare con le tue amiche . Ma se qualcuno ti costringe a fare una cosa che non vuoi dimmelo . Lo so che non sono tua madre ma almeno in quello ti posso aiutare .

 

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

ioinviaggio

Piego e ripiego la mappa del tuo Infinito in un origami d’amore

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: