Categorie
Angeli Angelo Cassandra Dana Demone Demoni Francesca

Cassandra si fa aiutare da Samuele per padroneggiare i suoi poteri da Angelo

Cassandra molto volte aveva cercato di utilizzare i suoi poteri da Angelo , si era molto informata sull’ argomento e giorno dopo aver finito di lavorare provava a utilizzare i suoi poteri . Il primo potere che provo a fare fu quello del volo , provo più volte e far uscire le ali che aveva dentro di se e le dava la possibilità ma per il momento non era riuscita a cavare un ragno dal buco . Poi provo a utilizzare il potere di curare ma anche quello non funzionava e si stava chiedendo perché , con mia sorella e con quell’ animale ha funzionato . Poi provo a parlare altre lingue e neanche quello stava funzionando e non capiva perché come mai , aveva provato in tutti i modi e non era riuscita a fare niente . Dana e Francesca si misero li a guardare la scena e videro che Cassandra ce la stava mettendo il tutto per tutto , ma non riusciva a fare niente per un motivo , gli angeli sono persone con un grande cuore e ogni potere proviene dal cuore e tu sei un angelo e non utilizzi quelli o cerchi di utilizzare i tuoi poteri senza farlo per fare qualcosa di buono non puoi fare niente e ci puoi provare tutto il tempo che vuoi ma è cosi e basta . Samuele che stava vedendo cosa stava succedendo nel mondo vide che Cassandra stava provando a utilizzare i suoi poteri da angelo . Samuele appari dietro a Cassandra e le disse all’ orecchio – hai bisogno di aiuto per capire come utilizzare i tuoi poteri da angelo . Cassandra si giro e vide Samuele e gli disse – si ho bisogno di aiuto nel capire come utilizzare i miei poteri da angelo . Quando mia sorella è stata in pericolo io ho fatto qualcosa e adesso invece io non riesco a fare niente , mi puoi dire perché adesso non ci riesco . Samuele le disse – ci stai provando con la testa o con il cuore ? . Cassandra non capiva dove Samuele voleva andare a parare con questa domande e comunque Cassandra rispose – ci sto provando con la testa e non con il cuore . Samuele mise la mano sul petto di Cassandra e le disse – tu non devi pensare con la testa ma con la cosa che è qui nel tuo petto cioè il cuore . Solo se fai le cose con il cuore puoi fare tutto e anche aiutare tua sorella in difficoltà . Samuele vide un animale ferito un cervo che era stato colpito da un cacciatore e lo aveva colpito a una gamba e non si riusciva più a muovere come si deve . Samuele e Cassandra si avvicinarono al cervo e Cassandra per far capire che si poteva fidare di lei lo inizio ad accarezzare e poi Cassandra non si concentro con la testa ma lo fece con il cuore e grazie a questo Cassandra curo il cervo e il cervo poi se ne andò . Samuele disse in maniera gentile a Cassandra mentre lo faceva le guardava i suoi bellissimi occhi blu che il cielo le aveva dato – se tu cercherai ti utilizzare i tuoi poteri con la testa non ci riuscirai mai ma se lo fai con il cuore buono e gentile che hai puoi fare tutto e di più e anche di più . Cassandra mentre ascoltava Samuele si perdeva nei suoi bellissimi occhi marroni e poi lei con calma e trasudando felicità – quindi se lo faccio con il mio cuore posso anche far diventare un demone un angelo oppure no . Cassandra aveva chiesto molto difficile a Samuele , Samuele non sapeva cosa dire a Cassandra dopotutto nessuno degli angeli che conosceva era riuscito a fare quello che diceva Cassandra . Samuele guardo Cassandra e veramente non sapeva cosa rispondere e poi le disse con sincerità – Senti Cassandra non lo so se questa cosa è fattibile oppure no . Nessuno degli angeli che conosco o i miei precedessori sono stati capaci di fare questo ma se tu ci vuoi provare ti voglio stare accanto per proteggerti e per vedere se questa cosa che vuoi fare è possibile . Se ci riesci sarai la prima a fare una cosa del genere e spero che tu ci riesca a fare questa cosa . Dana sentiva tutto e arrivo vicino a Cassandra – vuoi provare a trasformare un demone in un angelo , ho sentito bene . Dana alla fine disse tra se e se “ io non voglio far del male a nessun demone , forse se divento un angelo posso aiutare mia sorella a proteggere le persone . Prima che Cassandra potesse dire qualcosa , Dana prese la parola e disse – vorrei che tu facessi questa cosa su di me . Cassandra guardo la sua sorellina negli occhi e si vedeva da li che lei aveva già deciso di fare questa e nemmeno Francesca le avrebbe tolto tale pazzia dalla testa . Cassandra si mise alla stessa altezza di sua sorella Dana e le disse – sei sicuro di voler fare tale cosa con me ? , Dana le disse – tu hai provato ad aiutarmi e io ti ho solo causato problemi , adesso tu vuoi fare questa cosa e se io divento un angelo divento veramente tua sorella e cosi invece di fare del male posso far del bene e cosi lo possiamo fare insieme ti va Cassandra . Cassandra aveva provato in tutti i modi a impedire di fare questa cosa a sua sorella e poi disse – Va bene , ma se succede una qualunque cosa ci fermiamo e appena ti sarai ripresa riprendiamo . Faremo questa cosa a queste condizioni , infrangine uno e io non te lo faccio più fare sono stata chiara Dana . Dana quando doveva ascoltare , ascoltava troppo e grazie a questo fatto lei in questo modo truffava le persone e cosi che faceva per rubare i soldi dalle tasche dalle sue vittime . Dana guardo Cassandra ed era uno sguardo serio e allo stesso preoccupato e poi le disse – va bene farò come dici e se ci sono problemi te lo dico . Cassandra aveva davvero paura a fare questa cosa , niente del genere e stato fatto a un demone e se fosse andato storto Cassandra avrebbe perso Dana e per questo si sarebbe sentita in colpa per sempre e come dargli torto lei aveva deciso di fare una pazzia del genere e Dana aveva deciso di essere utilizzata come primo soggetto per questa follia . Francesca era d’ accordo ma aveva detto a Cassandra – se lo vuoi fare fallo ma per favore stai attenta alla salute di tua sorella , non voglio che una di voi moriate . Anche se non siete veramente figlie mie ma è come se lo fosse e se una delle due muore io avrò un grande dolore nel cuore e quindi per favore te lo chiedo come tua madre fai attenzione . Cassandra disse a Francesca – anche se tu non sei veramente mia madre e come se te lo fossi e mi piace moltissimo , quindi io farò attenzione a mia sorella . Lei come per te e tutto per me e l’ unica sorella che ho e se vedo che questo progetto e pericoloso mi fermo e non lo voglio fare più . Cassandra e Francesca si abbracciarono come madre e figlia e anche se non lo erano realmente a loro non gliene fregava perché a loro bastava una cosa sola cioè essere felici . Questo era l’ importate e fino a quando loro erano felici per loro era sufficiente e questo bastava a loro e anche se Dana era un demone e spesso si metteva nei guai , però a loro andava bene e sopratutto era pure lei nella famiglia creata con Cassandra e Francesca . 

Categorie
Angelica Wood Angelo Ladra Maestra Ladra Racconto The District

Angelica Wood parte 3

Angelica Wood era li con Federica e Angelo e molto volte la ragazzina aveva provato ad andarsene li senza non farsi vedere o sentire a Federica ,ma Federica sentiva tutto ed era davvero molto abile a sentire tutti i rumori e Federica la fermava a tutti i costi . Angelica aveva visto Federica muoversi e capì che nel suo passato ci doveva essere qualcosa che non aveva detto né a me e né ad Angelo e a tutte le persone che lei conosceva e capì che lei doveva essere una grande ladra professionista . Angelica per chiedere questa cosa aspetto che Angelo se ne andò a prendere le cose dalla sua persona di fiducia , la persona che dava mele e le altre cose che Angelo vendeva nel suo negozio . Una volta che Angelo se ne andò , Angelica andò con calma verso Federica che stava mettendo via i suoi ferri del mestiere di medico e le disse – Tu eri una ladra , giusto o sto sbagliando ? .

Federica voleva sapere come aveva fatta Angelica a capire che nel passato , lei è stata una grande ladra – l’ ho capito da come ti muovi e sopratutto anche dal fatto che ogni cinque minuti ti guardi fuori per vedere se qualcuno ti ha seguito , ecco come l’ ho capito . Angelica alla fine chiese a Federica – per favore , te lo chiedo per me mi puoi aiutare a capire come rubare e sopravvivere nella città senza essere ucciso da nessuno . Federica la guardo e disse – ho finito quella vita e non la voglio ricominciare , per favore non chiedermi più una proposta del genere e adesso per favore mangia qualcosa e lasciami in pace . Angelica aveva capito che aveva toccato un nervo scoperto e poi lascio un po’ in pace Federica e si andò a mangiare due belle mele fresche che Angelo aveva nel suo negozio . Federica penso a quello che aveva appena fatto e disse – lei vuole il mio aiuto e se non glielo do lei potrebbe morire di fame e di sete , per il momento non siamo stati scoperti ma prima o poi qualcuno vedrà che noi abbiamo troppe scorte di cibo o troppa acqua e uno verrà e scoprirà che Angelica Wood e qui e subito lo dirà a The District o peggio si vorrà fare giustizia da sola . Federica andò da Angelica e le disse con calma – scusami se mi prima ti ho detto quelle cose , ma se questo addestramento da ladra ti può servire a salvare la tua vita allora lo farò tesoro . Federica non voleva affrontare questa storia perché uno dei suoi amici ladri e stato catturato durante il suo ultimo colpo e lui sta dando la colpa a Federica per quello che è successo quel giorno . Angelica dopo aver mangiato le mele andò da Federica e disse – grazie per il tuo aiuto e come dici tu spero che questo addestramento mi possa aiutare a capire come sopravvivere in città e nell’ Universing , lo spero tanto . Federica disse ad Angelica che domani mattina le avrebbe insegnato come rubare senza essere visti da nessuno , ma anche a nascondere le proprie tracce e molte altre cose . Le cose che Angelica doveva imparare per essere una ladra esperta erano tante e loro aveva al massimo due mesi prima che loro furono scoperti e Angelica trovare un nuovo rifugio . Nei due mesi successivi Federica insegno in modo perfetto tutto quello che sapeva fare cioè coprire le sue tracce , camuffarsi , rubare in tutti i modi non letali che sapeva Federica e molto altro . Angelo era davvero molto sorpreso nel vedere quante cose che non sapeva su Federica e poi Federica scopri una cosa che lei non sapeva su Angelo cioè che lui era davvero molto innamorato di Federica . Federica si stava chiedendo come mai Angelo non le toglieva gli occhi di dosso e chiese ad Angelica – hai visto che Angelo non mi toglie gli occhi di dosso e Angelica le disse – secondo me è innamorato cotto di te . Federica non sapeva cosa fare e alla fine Angelica diede una spinta a Federica e grazie a lei che Angelo era innamorato di Federica e grazie a lei scoppi la loro storia d’ amore nel primo mese e Federica era davvero molto felice e fu grazie ad Angelica che la loro storia di amore era scoppiata . Federica quando li vedeva che loro si baciavano si comportava come ogni ragazzo che vedeva i genitori baciarsi cioè fece finta di vomitare . Federica la guardava e diceva ad Angelica – e inutile che fai cosi tanto la schizzinosa su queste cose , un giorno prima o poi lo farai pure tu con il ragazzo e Angelica disse – no non è vero . 

Categorie
Angelica Wood Governatore Mondo Mutaforme The District Universing

Angelica Wood parte 2

Angelica Wood dovette iniziare a scappare e a cercare un riparo ma questa cosa le sarebbe stata abbastanza difficile perché Il Governatore dell’ Universing aveva detto a tutto che la piccola Angelica era un muta-forme e aveva ucciso un sacco di persone . Trovare un rifugio o qualcosa da mangiare o bere sarebbe stato impossibile per lei visto che adesso il Governatore Robby aveva fatto una conferenza stampa . Ci era andato ben vestito elegante , una cravatta abbinata al vestito scuso e parlo al microfono – chiunque veda Angelica Wood lo devo dire a The District e nessuno gli deve dare un rifugio o niente . Lei è una pericolosa fuggitiva chissà trovato ad aiutare questo mostro che ha brutalmente ucciso alcuni ragazzini , non gli verrà tolto solo il lavoro ma fare in modo che lui abbia una macchia sulla sua reputazione e cosi non potrà lavorare mai più per nessuno . Alexander e Tamara erano davvero molto preoccupati per Angelica e adesso per colpa di questa conferenza stampa tutti saranno contro di lei e nessuno le darà niente da mangiare e da bere . Angelica stava iniziando a girare in cerca di qualcosa da mangiare e verso la fine delle settima strada trovo il negozio dove lei prendeva le mele buone per le sua famiglia . Angelica aveva qualche soldo e il proprietario non ci credeva a questa cosa che dicevano che lei aveva fatto , non ci poteva credere in nessuno modo . Angelica prese la male con la delicata mano sinistra e poi chiuse gli occhi perché pensava “ adesso Angelo mi darà uno schiaffo sulla mano e io non mangio niente “ . Angelo vide Angelica prendere con la sua mano sinistra la mela e poi venne verso di lei e la porto all’ interno e le dissi in maniera dolce e gentile – stai bene Angelica ? . Angelica aveva una faccia stupefatta e anche un po’ incredula e disse – Angelo perché mi aiuti , hai sentito quello che ha detto il Governatore , se mi aiuti muori e non potrai più lavorare da nessuna parte . Angelica se ne stava andando e lui la prese per la mano e disse – preferisco aiutarti e morire aiutando una amica che farti morire su una strada senza mangiare o bere niente per giorni . Visto che il Governatore ti ha messo contro l’ intera città per te sarà difficile trovare le tre cose che ti servono a sopravvivere qui in questa città . Per favore fatti aiutare in nome della nostra amicizia . Angelica sentendo le parole di Angelo si mise a piangere , Angelo le tolse le lacrime dal suo dolce viso ed era sporco e pieno di lividi e anche il suo corpo era pieno di lividi . Angelo vide che i lividi che erano sul corpo di Angelica non erano molto brutti . Angelica alla fine si senti stremata e senza forze e il suo corpo provato da cercare un rifugio per la notte e qualcosa da mangiare e da bere e cosi rimanere in vita ancora per molto tempo . Angelo la prese e la mise sul suo letto e poi arrivo un’ altra persona che conosceva Angelica , cioè Francesca che era amica intima di Angelo e lei faceva due lavori uno fioraia e l’ altro dottoressa . Francesca vide Angelica sul letto di Angelo e poi vide che il corpo di Angelica era pieno di lividi e poi capi che era molto disidratata ed era molto affamata . Francesca disse ad Angelo di portare bende e tutto l’ occorrente per salvare Angelica , Francesca aveva tolto l’ unica che teneva al caldo il corpo di Angelica e poi prese una pezza di stoffa la bagno con l’ acqua che aveva portato Angelo e inizio a tamponare le ferite sulla schiena di Angelica e poi sul petto . I punti in cui lei fece qualcosa furono i suoi avambracci visto che aveva segni di legatura su polsi e sulle caviglie . Angelica si sveglio e riconobbe Federica e disse – che ci fai tu qui ? , te ne devi andare se mi aiuti muori  . Federica invece rimase e disse – tesoro io ti curo e non me ne frega niente delle conseguenze , morirò ma almeno l’ ho fatto perché ho aiutato una mia amica . Poi Angelica svenne visto che era molto disidratata e Federica lo poteva vedere dalle labbra che erano secche . Federica alzo la testa di Angelica e mentre Angelo le teneva la bocca aperta Federica le dava dell’ acqua e dopo pochi minuti le sue labbra era ritornate come quella dio Federica e di Angelo e si poteva vedere , dopo 12 ore di sonno Angelica era sveglia e sotto la sorveglianza costante di Federica lei mangio sano e torno in forze e poi disse ad Federica ed Angelo – grazie a tutti e due , ma adesso me ne devo andare . Federica guardo in faccia Angelica e poi le diede uno schiaffo e disse – tu non te ne vai , se lo fai muori . Angelica arrabbiata disse a loro due – non capite che se il Governatore ha messo la città contro di me , puoi metterla contro di voi e sopratutto potete morire . Federica la guardo e disse – ce ne rendiamo conto ,ma preferiamo sacrificare la nostra vita alla tua . Tu hai ancora tutta la vita davanti e noi invece abbiamo solo questo . Angelo e Federica erano stati categorici sul fatto che Angelica doveva rimanere li e non se ne doveva andare . Angelica aveva trovato un rifugio e aveva ancora degli amici nella città e questo le dava una speranza di sopravvivenza . 

Categorie
Angeli Angelo Cassandra Dana Dark Demone Demoni Francesca

Cassandra da la buona notizia a sua sorella Dana

Dana stava dormendo glielo aveva detto sua sorella maggiore Cassandra di riposare per ritornare in forma . Cassandra le aveva pure curato le ferite , cucito i vestiti dark e le aveva curato i suoi bellissimi capelli neri ma doveva riposare e soli cosi lei poteva ritornare pipante come prima . Dana alla fine si alzo verso le 7 e mezza di mattina e lei si tolse i vestiti dark e appena se li tolse vide che nei punti in cui era stata pestata ed erano strappati erano ricuciti . Dopo se ne andò sotto una bella doccia calda e poi se li rimise , mentre facevano colazione Francesca disse a Dana – molto bello questo look dark mi piace molto . Ma la prossima volta devi chiedermi le cose , non sarò tua madre ma devi almeno farlo . Dana aveva sentito tutto e disse a Francesca – si te lo chiedo la prossima volta e l’ ho fatto per avere un’ aspetto da dura ma devo scusami se mi sono messo in questo casino . Alla fine arrivo Cassandra ed era davvero molto felice e Dana vedendo sua sorella cosi felice , le chiese – Cassandra posso sapere come mai sei cosi felice stamattina? . Cassandra mentre prendeva il suo caffè – Oggi mi ha fatto visita quell’ angelo Samuele e ha visto quello che hai fatto per me , cioè salvarmi da quella casa e hanno deciso di non ucciderti se ti comporti bene . Questo mi è venuto a dire stamattina verso le sei e Dana era davvero molto felice di saperlo e Francesca venne verso di Dana e disse – anche se ti sei comportata male però sei riuscita a far fare una bella figura con gli angeli e hanno deciso di non ucciderti . Dana era felice e disse a Cassandra – grazie per la notizia e devo questa cosa la devo a te sorella , Dana andò ad abbracciare sua sorella e Francesca disse – grazie Cassandra per questa cosa . Cosi noi possiamo stare insieme . Cassandra era davvero molto felice e poi insieme come una famiglia fecero colazione , fatta da Francesca e pure lei era davvero molto felice di sapere questa e poi disse a Cassandra – grazie per questo tuo gesto enorme .  

 

Categorie
Angelo Cassandra Dana Demoni

Cassandra viene quasi catturata dai Demoni

Cassandra e Dana non andavano molto d’ accordo come dare torto erano sorelle ma erano anche demoni e spesso non andavano d’ accordo e alcune volte Francesca doveva impedire che si scannavano a vicenda . Visto che in alcuni momenti volavano tra loro parole non molto cordiali e Francesca doveva impedire a loro di prendersi per i capelli oppure uccidersi a vicenda . Visto che erano Angeli e Demoni per loro era abbastanza difficile andare d’ accordo e se non fosse stato per Francesca che cercava di far finire le liti una delle due se ne sarebbe andata oppure no . Dana era quella che si metteva di più nei guai e Cassandra era quella che la tirava fuori dai guai anche quelli più brutti e terribili .Essendo un demone lei faceva truffe o inganni e spesso alcuni di questi inganni non andava per niente bene e anche se era piccola lei sapeva il fatto suo in truffe e in altre cose . Suo padre le aveva insegnato a fare truffe al biliardo e fare molte altre cose ma non le aveva insegnato come scappare dai guai e spesso quando tornava a casa tornava con un occhio nero . Francesca quando vedeva Dana con questi occhi era sempre parecchio arrabbiata e un giorno loro due si misero a fare un bel disc-orsetto – La devi finire con queste cose pericolose che fai , questa volta è un occhio nero ma la prossima volta la tua vita o peggio .

Dana non diede ascolto a Francesca e per colpa di Dana quella volta che la truffa andò male Cassandra ci andò di mezzo e stava per essere catturata dai demoni . Ma all’ ultimo secondo Dana aveva salvato sua sorella Cassandra dai demoni . Ma iniziamo dall’ inizio . Era giovedì notte  e Dana non era ancora tornata a casa e Cassandra era davvero molto preoccupata e cosi la andò a cercare e la trovo nel primo a fare la sua truffa . La truffa che faceva Dana era che non sapeva giocare e scommetteva molti soldi e alla fine lei giocava meglio degli altri . Dana incontro delle persone che aveva conosciuto e alla fine decise di giocare di nuovo con loro e pensava ora mai so le loro mosse e li posso battere . Dana aveva giocato con loro tutto il giorno e pure la sera non era per niente stanca , da quando aveva iniziato a giocare non si era fermata . Dentro di se aveva una grande adrenalina che le sussurrava nell’ orecchio ” continua a giocare ” . Dana stava vincendo molto con la sua truffa ma alla fine uno degli uomini che una ragazzina non poteva vincere cosi tanto e poi tutti quanti loro capirono che era un demone dagli occhi e anche se era un demone , non stava andando bene per Dana . Cassandra entro appena in tempo e stava per prendere Dana , prima che qualche demone la potesse prendere e la potesse fare male per aver barato . Cassandra arrivo vicino a Dana e disse una volta sentito l’odore di un angelo – che ce hai bisogno di un angelo che ti tiri fuori da guai . Un uomo da dietro prese Cassandra per i capelli e vide – vediamo se gli angeli sono cosi forte . Cassandra era in pericolo e Dana non sapeva che fare alla fine lei si arrabbio cosi tanto e decise di provare a salvare sua sorella e con delle mazze di legno ci riusci e alla fine Dana pianse tra le bracce di Cassandra e disse – mi dispiace per questa brutta situazione , non ti volevo mettere in questa brutta situazione . Cassandra prese Dana e la riporto a Casa loro e prima di farlo disse – Non ti preoccupare non è successo niente di grave . Alla fine Cassandra e Dana furono tutte e due rimproverate da Francesca per aver fatto tardi e per quello che è successo nel bar .

Categorie
Angeli Cassandra Demoni Kira Kira King

L’ aspetto angelico di Cassandra

Quando ero negli inferi mi è sempre vevuto in mente come poteva essere Cassandra nel suo aspetto angelico un giorno feci questo dipinto del suo corpo angelico ed era bellissimo . In vita mia avevo visto cose belle ma quella mi lascio senza parole era di una bellezza unica e pure Kira quando la vide fu affascinata . Quella luce era talmente bella e splendida . 

Cassandra

Categorie
Angela Neri Angeli Cassandra Demoni Inferno Kira Kira King

Visioni sul futuro dell’ Angelo Cassandra

Cassandra era un angelo e sapevo della sua esistenza e dei brutti momenti che stava passando e nei momenti in cui non aiutavo Kira con il suo allenamento per lo scontro contro Angela Neri mi stavo chiedendo cosa sarebbe successo e alcube volte facevo dei quadri sul suo futuro .Il primo faceva vedeva che dei demoni avevano legato mani e piedi dell’ angelo e poi tenendola ferma le stavano radendo a zero i capelli ed era nuda . Secondo loro era un angelo , un mostro che se li attaccava poteva uccidere tutti i loro simili li vicino , sarebbe andata in coma e avrebbe fatto quello che aveva fatto nel negozio . Lo avevo visto e visto che se l’ era cavata non avevo fatto niente , alla fine però nei giorni successivi avrei visto altr e cose cioè torturano l’ angelo . Anche se era nello loro mani prima di ucciderlo si volevano divertire con lei , era nella loro mani ed era il gioccattolino a cui potevano fare tutto . Nel secondo quadro aveva preso una bacinella d’ acqua e le avevano messo la testa dentro l’ acqua e poi l’ avevano tolta e lei era a terra e stava sputando acqua e poi nel terzo una goccia d’ acqua fini sul volto dell’ uomo e per questa cosa . Era solo una goccia me per loro era una mancanza di rispetto e diede uno schiaffo in pieno volto all’ angioletto , poi la prese per la maschella e disse – piccolo angioletto adesso sei nelle nostre mani e soffrirai come un cane . Cassandra disse – ma io non ho fatto niente e il Demone che l’ aveva colpito al volto – il tuo unico errore e vivere e se adesso non ci dirai tutto quello che vogliamo sapere ti prendere il tuo cuore . Poi si rivolse all’ amico e disse – secondo quante è buono un cuore di angelo e il suo socio e disse – Sara un ottimo pranzo e se invece lo portiamo ad Angela Neri ci allenera per farci diventare dei demoni molto potenti . Per loro era il momento giusto per emergere e diventare più forti e cosi togliere di mezzo il loro capo e fare i fatti loro nel senso decidere loro come portare il mondo nel caos .

 

Categorie
Angela Neri Daniel Saintcall Demoni Inferno Kira King Osservatore Osservatori Settembre

Kira King

Kara King 18 anni era morta pochi giorni dopo il suo compleanno per colpa di una sparatoria , lei non era una brava ragazza ,lei era cattiva e quando è morta perché è stata uccisa mentre stava facendo una rapina in un piccolo negozio . Come vi ho detto quando fino all’ inferno nessuno ci andò leggero con lei neanche Angela Neri , sopratutto lei l’ aveva trattata di merda come una puttana . Kira aveva fatto quella rapina ma non aveva ucciso nessuno , lei voleva solo rapinare il negozio e andarsene prendere i soldi e andarsene non pensava che lei sarebbe stata uccisa quel giorno . Lei quel giorno si era svegliata verso le 6 e poi faceva colazione e poi andò a scuola . Ma invece lei la scuola non ci andava da parecchi giorni e stava programmando quel colpo per molto tempo e alla fine decise di farlo . Entro li dentro un passamontagna e punto la pistola e arrabbia disse al cassiere – dammi tutti i soldi , muoviti . Il Cassiere gli diede tutti i soldi e li mise in una busta , proprio in quel momento entrò un poliziotto inesperto e sparò alla ragazza al cuore . Un minuto ii colpo andò dritto nel cuore e cinque secondi il suo cuore si era fermato di colpo . Il Poliziotto chiamo un ambulanza ma oramai non serviva più a niente , era morta e nessuno poteva farci niente e Kira per colpa di questa bravata andò a finire all’ inferno . Perché questo non era il suo primo colpo era il sesto negozio che aveva svaligiato e non ci poteva credere che a fare i furti era stata una ragazzina di 17 e aveva la stessa età di sua figlia . Kira ora mai era nell’ inferno e ci doveva restare e mentre cercava di capire come pensare come adattarsi a quella nuova vita infernale che da li a poco sarebbe iniziato . Io la guardavo da lontano e chiesi a Settembre – fammela aiutare sarà pure un demone ma per il momento non vuole far del male a nessuno . Se la aiuto la posso far diventare un angelo , fammi provare . Settembre mi guardo e disse – non se ne parla . Stai parlando di un demone e poi hai visto dove stiamo . All’ Inferno in un covo di demoni , qui ci sono demoni ovunque e tu vuoi aiutare uno di loro tu devi essere impazzito . Io dissi a lui – sarò pure pazzo come dici tu ma se ho una possibilità di aiutarla e trasformarla in qualcosa di buono , fammi provare . Settembre mi guardò e disse – no e fine della questione , solo perché Settembre mi aveva detto no io avrei aiutato quel demone in un modo o nell’ altro . Io guardai Settembre e gli dissi – se vuoi tu vattene , io rimango e la aiuto , poi lui mi disse – tu sei troppo testardo e troppo pazzo . Ci pensò un attimo e disse – va bene provaci ma al primo problema te ne vai . Sono stato chiaro , se vedi un problema te ne vai e non ci torni più ad aiutare quel demone – Settembre mi stava avvisando e poi mi diede il suo numero e disse – se ci sono problemi chiama e stai attento qui ci sono numerosi demoni .

Categorie
1989 2012 2013 Ada Knight Angelo Bright Falls Gazzetta dell' Universo New York Rebecca Russo Revenant Valentina Richardson

La Casa Del Detective

In Bright Falls c’ era un luogo dove i Detective come me , andavano li se per caso non sapevano dove andare oppure dovevano essere messi sotto protezione perché loro erano in pericolo venivano messi li . Questa Casa del Detective è stata creata nel 2012 dal Capo della Polizia del Tempo , dello Spazio e dei Mondi .Questo Casa non veniva utilizzata solo per protezione , ma anche un luogo per poter seguire le indagini da solo senza che nessuno ti possa disturbare . In questo posto purtroppo ci sono spesso fantasmi che disturbano la natura del posto . I fantasmi trasformano un posto da bello a lugubre e spaventoso , spesso me ne sono occupato io se ci sono dei fantasmi . Altre volte Ada Knight , la mia collega per risolvere tale situazioni e altre voce persone un po’ più esperte . Con i fantasmi ci dovevano andare piano per un motivo perché alcune volte questi fantasmi che venivano in questa casa erano bambini o bambine molto piccole e volevano solo il tuo aiuto per passare altrove . Altre volte invece c’ erano fantasmi più pericolosi e pieni di odio cioè i Revenant , il loro compito era compire la loro vendetta e avrebbero fatto di tutto per farlo anche prendere possesso del tuo corpo per farlo . A loro non importava se era con loro o no , ma se ti mettevi sulla loro strada loro avrebbero ucciso pure te e non avrebbero mostrato nessun rimorso . La Casa del Detective è un luogo non solo per la protezione per i Detective , quel luogo è magico e quindi può diventare una casa per farti dormire , tutto dipende da te . Lo devi decidere tu se dormire li dentro o no , se lo fai la casa da sola senza che tu faccia niente diventa più grande e tu puoi dormirci . Quando te ne vai la casa torna alle sue normali fattezze , cioè possiamo dire che questo posto è come le scale di Hogwarts , decidono loro se spostarsi o no . Questo luogo decide lui quando diventare grande e quando tornare alle su normali dimensioni . Dentro quella casa ci sono parecchie cose per proteggersi , quando un giorno sono andato nell’ armeria di quel luogo per vedere quali armi c’ erano , trovai sia armi normali ,armi demoniache , armi aliene . Cioè li trovai armi di ogni tipo , era un po’ dentro il mondo delle armi , li potevo trovare di tutto anche cose avevi perso . Metti caso che tu perda una cosa , La Casa del Detective ti permette di riprenderla , non chiedetemi come fa perché non solo . Ma spesso li dentro puoi trovare cose che nel tempo e nello spazio sono andate perdute , non solo cose tue ma anche cose di persone morte o che non le hanno più trovate . Questa caratterista l’ ho scoperta , quando ero alla scrivania e trovai il Distintivo di un Detective della nostra unità e questa persona era morta nel 1990 , io qualche tempo avevo parlato con il suo spirito e mi – Daniel aiutami a ritrovare il mio distintivo , l’ ho perso nel 1989 e non riesco più a trovarlo . Mi misi alla ricerca perché il fantasma mi aveva detto dove l’ aveva perso , ma niente e perlustrai tutta la zona da cima a fonda tre volte ma niente . Cosi il giorno dopo andai alla Casa del Detective apri il cassetto e vidi il distintivo del fantasma e mi dissi – questa casa mi sorprende sempre . Richiamai Angelo e io dissi a lui – ho ritrovato il tuo distintivo , Angelo mi apparve e disse – dove era ? , io lo guardai in faccia – veramente non sono stato io , questa casa , ha il potere di farti trovare le cose che sono andate perdute nel tempo e nello spazio e me l’ ha fatto trovare dentro il cassetto . Grazie per avermi aiutato – io poi lo guardai ma lui non scomparve per un motivo perché quello era solo l’ inizio e io dovevo trovare il suo cadavere e capire chi l’ aveva ucciso e perché . Angelo rimase senza parole del fatto che non era andato in paradiso e mi disse – come mai non sono andato in paradiso ? , io lo guardai e poi capi come mai – devo trovare il tuo corpo e capire chi ti ha ucciso e perché . Grazie alla Casa del Detective spesso riuscivo ad ottenere dei casi di omicidio , alcuni non erano riusciti a fare niente , ma forse dove loro hanno fallito ci potevo riuscire io . Un’ altra particolarità di questa cosa è che spesso non capitano solo oggetti di diversi tempi ma anche persone che provengono da diversi modi . Questo avvenimento è successo davvero molto volte e nessuno è arrivato a una conclusione , si soltanto che questo edificio riesca a fare tale cosa . Visto che io ho il T.A.R.D.I.S e viaggio nel tempo e nello spazio e posso riportare queste persone ai loro tempi e ai loro luoghi di origine . Altre volte succede che queste persone nel luogo in cui abitano non hanno nessuno e decidono di rimanere qui in questo luogo e cercare di aiutare le persone in vari modi . Se decidono loro di rimanere qui , noi non possiamo fare niente per questa cosa , saremo anche la legge perché se loro hanno preso questa scelta noi non possiamo fermarli in nessun modo . Per la Casa del Detective non posso fare una descrizione finale perché questo luogo cambia da proprietario a proprietario , nel senso che scruta dentro di te e capisce che come è la tua casa ideale e dopo pochi secondi e minuti lei diventa cosi . Dico secondi o minuti perché dipende dall’ idea di casa che hai dentro la tua testa e poi la casa prende quell’ aspetto fino al momento in cui tu non ci vuoi abitare più . Quando tu hai scelto di non stare più li dentro la casa tornai al suo stato comune . Un ‘ altra cosa pure i Capitani utilizzano tale posto , lo utilizzano quando devono risolvere un caso molto più difficile del normale . Quando riguardano casi molto pericolosi i Capitani non si fidano quasi di nessuno perché non si sa mai può essere che dentro la centrale c’ e qualche agente corrotto che fa la spia e quindi le prove possono andare in possesso di questo agente corrotto e il caso non esiste più . Zane Taylor mi disse una volta “ Se non ci sono prove , non hai niente e nemmeno un caso da risolvere “ . Il mio Capitano andava in questa Casa del Detective e li ci stava fino a quando non risolveva il crimine , lui quando doveva uscire per verificare alcuni fatti si portava dietro il fascicolo e non si separava mai da esso . Nella Casa del Detective spesso ci vanno i Detective ma solo quando li ce qualche missione o vengono chiamati per qualcosa . Li ci abitano due persone che provengono da anni diversi una dal 1989 , quando è scomparsa aveva solo undici anni , il nome di questa ragazza era Valentina Richardson . Un giorno io ero li e stavo leggendo il giornale La Gazzetta dell’ Universo , lei non sapeva dove stava e stava cercando di capirlo . Lo stomaco della ragazza fece il rumore di quando qualcuno ha fame e cosi cerco la cucina , una volta li dentro apri il frigorifero e vide una merenda che lei non aveva ancora visto che si chiamava “ Kinder Pingui “ . Io dopo lungo cercare entrai in cucina e vidi questa piccola ragazzina che stava mangiando , per il momento non feci nessun rumore e aspettai che la ragazzina finisse di mangiare . Una volta che la ragazzina ebbe finito di mangiare – era buono o no ? , Valentina si spavento e disse in maniera molto gentile – mi puoi dire dove sono e in che anno siamo ? . Valentina era una ragazzina molto in gamba , quando aveva visto la casa aveva visto alcune cose che nel suo tempo non c’ erano . Noi siamo a Bright Falls e ci troviamo nel 2013 – le dissi modo gentile e la guardavo e volevo vedere come avrebbe reagito a tale situazione . Lei risposi – io sono Valentina Richardson , piacere di conoscerti e io le strinsi la mano piano e senza farle mano e dissi a lei – io sono Daniel Saintcall , piacere di conoscerti Valentina , che ne dici se ti preparò qualcosa di più invitante , perché quel Kinder Pingui non avrà saziato la tua fame per niente . Si , mi puoi fare qualcosa di buono da mangiare – io le feci un buonissimo cornetto al cioccolato e lei se lo mangio , avevo notato che lei aveva molta fame quindi potevo dire che Valentina era scomparsa quando era mezzogiorno e lei non aveva mangiato niente . Una volta finito di mangiare , le feci una domanda – i tuoi genitori ti staranno cercando , saranno in pensiero per te , se mi dai un numero li posso avvisare per te . Valentina inizio a piangere e si ricordò il suo momento più brutto , cioè lei era per terra completamente coperta di sangue . Ma non perché lei aveva ucciso i suoi genitori , anzi lei stava per essere utilizzata come anima sacrificale per una evocazione demoniaca e i suoi genitori si sono messi di mezzo e tutto il sangue dei suoi genitori fini su tutto il suo corpo . Quando gli agenti videro quello che era successo non ci poterono credere ai loro occhi e poi videro la piccola Valentina che era legata e con tutto il sangue dei genitori su di lei . Nessuno volle pensare più a quel momento , il satanista scomparve nel nulla e pure Valentina . Lei quando ebbe 11 e anche a quell’ età non si riprese per niente e cosi scappò via e poi si ritrovò qui . Io le diedi un fazzoletto e lei con calma si asciugo le lacrime che provenivano dai suoi occhi di colore verdi e pieni di dolore e brutti ricordi . L’ altra persone che abita li è una ragazza di 25 anni di nazionalità italiana di nome Rebecca Russo , lei era una di quelle che stava sempre in movimento , faceva cinquemila cosa al giorno . Da un giorno a un altro si ritrovò nella Casa del Detective e non sapeva dove si trovava , dopo un po’ incontro Valentina e chiese alla piccola ragazzina – dove siamo ? . Valentina disse alla giovane donna – Noi ci troviamo a Bright Falls e questo edificio è la Casa del Detective , io stavo preparando la stanza delle armi e poi scesi e vidi questa una nuova visita , scesi con calma e disse – Vedo che Valentina ti ha detto già dove stiamo ? . Io la guardai in faccia e lei guardò me in faccia e le chiesi – vuole un po’ di caffè cosi parliamo un po’ e poi le dico con precisione dove siamo . Si – disse con voce scocciata e io le dissi mentre facevo il caffè per me e per lei – lo so che sta pensando , mi doveva capitare proprio questo e perché sono finita qua . Rebecca si stupi molto del fatto che io sapevo cosa pensavo e disse – come ci riesci ? , io le dissi – ci riesco e basta , inoltre il caffè è pronto , Le portai il caffè e le dissi – lo beva piano è caldo al punto giusto , Rebecca lo beve piano e poi ci sedemmo in cucina e lei spiegai la situazione . Valentina si era insediata li dentro e ci voleva rimanere , quando provai a dire che forse c’ era qualche genitore per lei , lei sbatte i piedi a terra e disse con tutta la sua rabbia – io non me vado da qui e non voglio essere adottata da nessuno , poi tornò in camera sua e sbatte la porta . Alla fine tutti dovemmo fare cosi e farla rimanere li e io di tanto in tanto la aiutavo . Invece Rebecca per lei fu un po’ difficile adattarsi a questo mondo pieno di magie , di mostri e di altre cose ma con il tempo lei ci prese la mano e inizio ad addentrarsi in questo mondo doveva adesso lei doveva abitare . Rebecca alcune volte se ne tornava al luogo dove stava cioè New York , ma poi capì che il luogo dove voleva abitare era qui a Bright Falls . New York era bellissima ma Bright Falls era bellissima perché c’ erano maghi , streghe e moltissime cose che a New York non c’ erano . A New York la magia veniva nascosta e alcune volte era vista da alcune persone , altre volte invece no .