Categorie
Ada Knight Angela Ferrante Bethany Ferrante CSI : Cyber Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Universing Universo

CSI: Cyber

Io e Ada volevamo sapere di più sull’ universo CSI : Cyber . Volevo sapere dei loro membri e come operano e pure Ada lo voleva sapere . Anche se era stata una nostra idea , Angela mi aveva chiamato e mi aveva detto – da una telecamera che ho Washington D.C ho visto che una persona che ha fatto parte della CIA e entrato in un palazzo e secondo le mie fonti fa parte del CSI : Cyber , ma non so in che parte . Voglio sapere chi è e cosa fa dentro l’universo di CSI : Cyber . Una volta entrato dentro questo universo andammo e lo suggerimmo con calma . Entrammo dentro la sua mente e vedemmo che il suo nome è Nick Dalton . Dovevamo fare attenzione oppure lui capisce che noi lo seguiamo . Una volta dentro la sua testa vedemmo che ha avuto alcuni problemi . Ma li teneva ben nascosti dentro la sua mente . Andammo in avanti e vedemmo che lui sarà lui a essere il capo di questa squadra . Una volta saputo questo andammo da Angela Ferrante . Era li mentre sentiva sua figlia Beatrice che aveva salvato la vita a un lupo . Lupo veniva dietro a Beatrice . Angela decise di far tenere a Beatrice il lupo che era un cucciolo e non ci vedeva niente di male . Noi ci mettemmo seduti e Angela ci vide – cosa avete scoperto ? . Parlo Ada Knight – Sembra che sarà lui a capo della CSI: Cyber . Il suo nome è Nick Dalton . Ada poi lascio parlare me – abbiamo visto che lui ha avuto dei problemi . Non siamo riusciti a vederli visto che gli Osservatori sono intervenuti . E poi Ada dissi ad Angela – sembra che li sa una parte del passato di uno degli agenti della sua agenzia . Sembra che lei sappia del passato di Avery Ryan . Il lupo andò vicino alla gamba destra di Ada Knight e la inizio ad accarezzare . Ada lo prese e lo inizio ad accarezzare . Poi il lupo salto in mano mia e io lo accarezzai con calma . Angela prima di far tenere a sua figlia Beatrice il lupo voleva vedere se non aveva niente che non andava . Lo sguardo dolce e gentile di Angela si porse su di me – Daniel ti va di chiamare tua sorella . Prima che mia figlia Beatrice prenda questo lupo sotto la sua ala voglio vedere se non ha qualche malattia . Io decisi di farlo visto che voglio che Beatrice e che Angela possano essere al sicuro . Una è il mio capo e l’ altro e una persona a cui voglio bene .

 

Categorie
Alessandra Neri Dana Sherman Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Fenice Lazarus Hawking

Alessandra Neri ci dice del loro piano per scoprire chi ha aiutato Lazarus Hawking

Mentre io e mia sorella Alyssa andammo verso l’ ufficio della preside e ci stavamo chiedendo come mai ci aveva chiamato . Io mi girai verso mia sorella Alyssa mentre stava camminando con me non molto vicina ma eravamo vicini – Forse ci ha chiamato perché mi vuole dire del fatto che ho nascosto delle informazioni a Dana Sherman . Alyssa vide che ero preoccupato ma poi capì che non era una cosa facile , visto che aveva chiamato tutti e due doveva esserci qualcosa di grosso e poi la preside Alessandra Neri non mi avrebbe mai fatto andare in carcere visto che mia madre Helena gli aveva chiesto di stare attento a me visto che mi sarei messo in diversi problemi e per questo motivo la preside per non farmi andare in carcere avrebbe detto a Dana Sherman o a Ronny Watson o agli agenti che era stata lei a dire a me di non fargli vedere qualcosa adesso che era morta Serena Rafferty , lo aveva fatto per onorare la sua memoria . Alyssa aveva ragione visto che entro prima lei e poi entrai io ed eravamo pronti a sentire quello che voleva dirci la preside . Appena entrai non so come e non so perché ma la fenice di Alessandra Neri venne sul mio braccio , io ero un po’ sorpreso la poi la accarezzai in modo gentile . Avevo letto delle cose sulla fenice e come animale mi piaceva un sacco e non l’ avrei mai trattata male visto che era un uccello di una estrema bellezza e quindi era un uccello davvero molto bello da avere . La fenice si fece accarezzare visto che sapeva che io ero un amico , poi la andai a mettere dove lui si metteva per stare li a vedere la scena dall’ alto e poi senti quello che mi voleva dire la preside . Alessandra Neri era molto colpita dal fatto della sua fenice , visto che la fenice non l’ aveva mai fatto con nessuno e per questo motivo era molto felice di vedere che la sua fenice era cosi felice di stare sul mio polso per qualche minuto . Dana ci fece venire avanti dove stava la mappa e ci indico il punto di dove fosse la bara di Serena Rafferty e poi ci disse con un tono calmo e mettendo il dito della mani sinistra sulla mappa – voi due ci dovete essere li visto che grazie alla Dottoressa Amelia Neri abbiamo saputo che Serena Rafferty non è stata uccisa solo da Lazarus Hawking ma è stato aiutato da più persone e il funerale di Serena Rafferty e il momento giusto per capire chi è stato a ucciderla . Alyssa era molto intelligente e a guardare negli occhi della preside Alessandra Neri e quello di Dana Sherman capì cosa noi due dovevamo fare li in mezzo a tutta quella folla e poi lo spiego a me – Noi due dobbiamo andare li , leggere la mente delle persone visto che quello è il momento giusto . In questi eventi cosi ci sono persone che mostrano i loro veri sentimenti e quindi questo è la nostra occasione per capire chi è stato ad aiutare Lazarus Hawking a uccidere Serena Rafferty . Lo dobbiamo fare e cosi noi due possiamo onorare la memoria di Serena Rafferty trovano le persone che hanno aiutato Lazarus Hawking a fare tutte quelle cose brutte sul corpo di Serena Rafferty . A me andava bene e se significa onorare la memoria di una persona morta allora si doveva fare . Serena Rafferty era un grande bene nel Liceo e adesso è morta e io adesso posso fare una cosa che prima non poteva fare cioè aiutare la polizia a capire chi è stato , non mi importava chi era e chi non era . Se lui aveva aiutato Lazarus Hawking adesso se la doveva vedere con me e avrei fatto di tutto per trovarlo anche se significava andare nella modalità Furia Nera e buttargliela contro tutta quanta . Io alzai lo sguardo e dissi alla preside Alessandra Neri e poi verso Dana Sherman – Facciamolo troviamo i responsabili della morte di Serena Rafferty . 

Categorie
Annie Annie Claus Babbo Natale Natale Neve Renna

Annie Claus decide di aiutare Annie a superare la morte di sua figlia

La renna di Annie Claus stava parecchio male e sentiva molto dolore alla gamba sinistra e per questo Annie decise di stare con lei fino a quando non guariva . Annie accarezzava la renna con molta gentilezza e con molta calma e le disse con calma e come se stesse parlando non a un animale o a una persona che non conosceva ma come se fosse una sorella – io ogni giorno verrà qui e ti aiuto a superare questo momento davvero molto brutto che ti è successo . La renna non sapeva cosa dire a Annie dopotutto lei era la prima che poteva sentire la sua voce e sopratutto lei era l’ unica che non la trattava come un animale ma se fosse una sorella che non aveva mai avuto e alla fine come se avesse il cuore in mano e disse – grazie Annie . Grazie per tutto quello che hai fatto per me .

Babbo Natale aveva visto che Annie Claus e la renna Annie passavano tanto tempo insieme e un giorno mentre stavano bevendo una buona cioccolata calda Babbo Natale si rivolse a sua figlia – vedo che ti stai affezionando a Annie ? . Annie Claus prima di rispondere a suo padre inizio a bere con calma la sua cioccolata ma lo fece con calma e lo fece gustarla bene e anche per riscaldarsi bene le mani e poi con calma disse a suo padre molto felice – si alla renna Annie mi sto affezionando molto e anche se so che una renna ma per me è come se una sorella . Parlo molto con lei e sto cercando aiutarla a passare questo momento brutto che sta passando e poi la aiuto a passare la morte di sua figlia Jenna che è morte tre mesi fa .

Babbo Natale era molto felice di sapere che sua figlia grazie al potere che io le avevo dato aveva trovato un amica che trattava come una sorella e adesso come amica Annie l’ avrebbe aiutata a superare i momenti brutti che stava passando .Tutti passano momenti belli e momenti brutti e la renna Annie ne stava passando uno molto brutto che le stava dilaniando dentro e forse grazie a Annie avrebbe potuto trovare la pace . Annie dopo aver parlato con suo padre andò a vedere come stava Annie e vide che la gamba che era molto migliorata e poi Annie con calma prese lo sgabello e si mise davanti alla stalla dove Annie si metteva a riposare . La renna vide Annie Claus sullo sgabello e molti erano curiosi di sapere cosa voleva Annie e poi disse alla renna con molto coraggio – parlami di tua figlia . Annie e la renna per molto tempo parlarono di quello che era successo alla figlia di Annie e il tempo era volato ed erano passate 7 ore ed è sera e Annie saluto la sua renna e poi lei disse – ci vediamo domani Annie . La renna Annie la guardo con gli occhi pieni di speranza e fiducia – grazie per la chiacchierata e buona notte Annie .  

Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Gatti Speciali Gatto Pandora Rifugio dell' Infinito

Pandora mi chiede di tenere Ombra

Pandora in pochi minuti aveva fatto amicizia con il gatto e poi mentre davo altro latte al gatto , lei venne verso di me con uno sguardo felice e contento e mi disse – lo posso tenere . Io ero contento che Pandora aveva trovato un animale domestico e sopratutto un gatto che la proteggeva e io avevo visto che dopo tutto non era cosi cattivo questo gatto e Pandora me lo aveva chiesto pure prima e io le dissi – si puoi tenerlo . Il gatto mi guardo con quei suoi occhi verdi pieni di mistero e i suoi occhi non erano di un verde normale ma di un verde molto bello e luccicante e disse – Grazie per avermi dato asilo Dominatore di Poteri . Io lo guardai e gli dissi mentre lui stava leccando il latte che Pandora con molta cura gli stava versando nella ciotola – da quando eri li sotto ? . il gatto dopo aver iniziato a leccare il latte senti la mia domanda e mi disse – da diverso tempo sto la sotto e sotto venuto fuori quando avevo bisogno di mangiare o da bere e sopratutto se dovevo proteggere Pandora da qualche nemico e per nascondermi mi sono nascosto nelle ombre e aspettare qualche pericolo . Il gatto non aveva un nome e Pandora ci penso molto attentamente al nome da dare al gatto e poi penso al fatto che lui si nascondeva nell’ ombra e disse con molta felicità – visto che non hai un nome .Te lo posso dare io ? . il gatto era felice di aver trovato una padroncina che gli voleva bene ed era felice che forse grazie a lei avrebbe trovato un nome bello e che gli sarebbe piaciuto e disse – certo . Il gatto mentre aspettava che Pandora gli disse il suo nome definitivo lui andò vicino a Pandora e gli inizio a leccare la mano e Pandora mentre gli toccava il muso che aveva gli disse – tu adesso ti chiami Ombra . Ti ho chiamato cosi visto che tu ti nascondi nelle ombra e cosi se sono in pericolo tu ti nascondi li e mi aiuti a capire se ero in pericolo .

Al gatto il nome Ombra piacque un sacco , in tutte le sue vite non aveva mai avuto un nome ma adesso grazie a Pandora aveva trovato un nome e sopratutto una persona con il cuore che gli voleva bene e pure lui voleva bene a Pandora . Ombra non vedeva l’ ora di aiutare Pandora quando era in pericolo oppure aiutarla se era triste per qualcosa . Pandora aveva bisogno di qualcuno per aiutarla a superare quel momento difficile , cioè di quando lei aveva perso le sue amiche e forse questo gatto con cui parlare e prendersi cura di lui avrebbe potuto farle perdere il dolore che si porta dentro .

Ombra sapeva che Pandora era triste e si mise accanto a lei gli disse – Se hai bisogno di qualcuno di parlare di quello che è successo a qualcuno di caro a te , io ci sono e ti posso aiutare a superarlo . Pandora accarezzo Ombra e gli disse – per il momento non né voglio parlare ma appena lo voglio fare te lo dico .

Ombra e Pandora erano già divenuti amici e anche se adesso non voleva parlare delle sue amiche con Ombra , prima o poi ci parlerà e lui la aiuterà a passare questo momento brutto che sta passando . 

Categorie
2012 animali Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Lupo Me Mondi Fantastici Mondo Pandora Parlare con Alyssa Parlare con Pandora Presentazione Racconto Sorella Storia Tempo

Portò Pandora a conoscere il lupo di Alyssa

Alyssa ha un animale magico e sa parlare molto bene la nostra lingua , Alyssa gli insegno a parlare la nostra lingua e ci mise molto tempo per farlo . Il lupo di mia sorella è molto bello , non aggredisce nessuno apparte se viene stuzzicato oppure se gli vuoi fare del male . Pandora era in camera sua , io arrivai da lei e – Pandora ti porto a conoscere il lupo di mia sorella e Pandora – aspetta un attimo mi finisco di pettinare e arrivo .Pandora quel giorno si mise addosso una maglietta nera con dei brillantini su tutta la maglia e dei pantaloni blu e delle pantofole molto comode e bella calde . Pandora si fini di pettinare e io poi la portai in camera di mia sorella Alyssa . La camera di mia sorella era molto più femminile , pareti rosa e un po’ vari oggetti femminile . Tutte le sue medaglie che aveva vinto nei vari sport ai cui aveva partecipato per lo più nuoto , corsa , ginnastica artistica e altri sport . Per tutte le medaglie che aveva vinto gli avrei dovuto fare una stanza . Bussai alla porta – posso entrare no ? . Alyssa apri la porta e mi vide con Pandora e – cosa c’ e Marcello ? , io allora – niente volevo solo far conoscere e far fare amicizia a Pandora con il tuo lupo e Alyssa – certamente . Alyssa chiamò il suo lupo , il lupo venne verso Alyssa e disse verso al suo lupo – ti voglio voglio far conoscere una persona . Pandora si mise vicino al lupo e si avvicino senza alcuna paura e inizio ad accarezzare il lupo sia il pelo e poi inizio ad accarezzare le sue belle e pelose orecchie che erano simili a dei triangoli . Io e Alyssa vedemmo che Pandora e il lupo avevano legato subito , Pandora ancora che accarezza il lupo . Il lupo disse – basta con le coccole . Comunque io sono Hauinir . Pandora si presento al lupo – io sono Pandora sei molto bello come animale . Il lupo disse – grazie . Una delle qualità che Pandora ha è che è molto curiosa e subito si rivolse ad Alyssa – posso sapere dove hai preso questo lupo ? . Alyssa – l’ ho preso in un posto vicino al Mar Nero , li ci sono moltissimi posti magici ed lì che l’ ho preso . Non c’ era solo lupi ma animali magici di ogni tipo .

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Presentazione Racconto Storia

Foto del delfino visto da Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Panorama Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Pandora cos’ e il Delfino

Dopo aver spiegato a Pandora tutto quello che c’ era da sapere sui canguri e avergli fatto vedere una foto sui canguri , io dissi a Pandora – adesso ti spiego tutto quello che c’ e da sapere sul delfino e Pandora disse – ok e se ci sono foto fammele vedere e io dissi – certamente Pandora . Dopo io iniziai a dire a Pandora tutto quello che c’ era da sapere sul Delfino – Con il nome di delfini si indica comunemente un gruppo parafiletico di mammiferi marini appartenenti all’ordine degli Odontoceti e che raggruppa le famiglie Delphinidae (delfini oceanici) e Platanistidae (delfini di fiume), i cui membri generalmente sono di piccole dimensioni.

 

Il termine “delfino” talvolta viene utilizzato per riferirsi specificamente alle specie più conosciute: il tursiope ed il delfino comune.

 

Anche il narvalo e il beluga vengono occasionalmente chiamati delfini, pur essendo classificati nella famiglia Monodontidae. Sono state classificate quasi 40 specie di delfino suddivise in 17 generi. Variano in dimensione da 1.2 m e 40 kg (Cephalorhynchus hectori maui) a 9.5 m e 6 tonnellate (orca). La maggior parte delle specie pesano da 50 a 200 kg.

 

Sistematica

 

Sottordine Odontoceti (Odontoceti)

 Famiglia Delfinidi (Delphinidae)

 Genere Delphinus

 Delphinus capensis

 Delphinus delphis (Delfino comune)

 Genere Tursiops (Tursiope o delfino tursiope)

 Tursiops truncatus (Tursiope)

 Tursiops aduncus (Tursiope indo-pacifico)

 Tursiops gillii (Tursiope di Gill)

 Genere Lissodelphis (Lissodelfino o delfino-balena franca)

 Lissodelphis borealis (Lissodelfino del nord)

 Lissiodelphis peronii (Lissodelfino del sud)

 Genere Sotalia

 Sotalia o delfino di fiume (Sotalia fluviatilis)

 Sotalia della Guyana, (Sotalia guianensis)

 Genere Sousa

 Delfino bianco della Cina Sousa chinensis’

 Delfino del Camerun, Sousa teuszii

 Genere Stenella

 Stenella frontalis (Stenella maculata Atlantica)

 Stenella clymene

 Stenella attenuata (Stenella maculata Pantropicale)

 Stenella longirostris (Stenella dal lungo rostro)

 Stenella coeruleoalba (Stenella striata)

 Genere Steno

 Steno bredanensis (Steno o delfino dai denti rugosi)

 Genere Cephalorynchus (Cefalorinchi)

 Cephalorhynchus eutropia

 Cephalorhynchus commersonii (Cefalorinco di Commerson)

 Cephalorhynchus heavisidii

 Cephalorhynchus hectori (Cefalorinco di Hector)

 Genere Grampus

 Grampus griseus (Grampo)

 Genere Lagenodelphis

 Lagenodelphis hosei (Delfino del Borneo)

 Genere Lagenorhyncus (Lagenorinchi)

 Lagenorhynchus acutus (Lagenorinco dai fianchi bianchi)

 Lagenorhynchus obscurus

 Lagenorhynchus cruciger

 Lagenorhynchus obliquidens (Lagenorinco dai denti obliqui)

 Lagenorhynchus australis

 Lagenorhynchus albirostris (Lagenorinco dal becco bianco)

 Genere Orcaella

 Orcaella brevirostris (Orcella o delfino dell’Irravaddi)

 Orcaella heinsohni (Delfino coda smussata)

 Genere Peponocephalia

 Peponocephalia electra

 Genere Orcinus

 Orcinus orca (Orca)

 Genere Feresa

 Feresa attenuata

 Genere Pseudorca

 Pseudorca crassidens (Pseudorca)

 Genere Globicephala (Globicefali)

 Globicephala melas (Globicefalo nero)

 Globicephala macrorhynchus (Globicefalo indiano)

 Globicephala sieboldii (Globicefalo del Pacifico)

 Famiglia Platanistidi (Platanistidae), delfini di acqua dolce

 Genere Inia

 Boto (Inia geoffrensis), bonto, delfino amazzonico o delfino rosa

 Genere Lipotes

 Lipote (Lipotes vexillifer), o delfino bianco dello Yangtze

 Genere Platanista

 Platanista gangetica

 Platanista del fiume Gange (Platanista gangetica gangetica)

 Platanista del fiume Indo (Platanista gangetica minor)

 Genere Pontoporia

 Stenodelfo, stenodelfino (Pontoporia blainvillei, Stenodelphis blainvillei), delfino del Rio della Plata

 Famiglia Monodontidae

 Genere Delphinapterus

 Delphinapterus leucas (Beluga)

 Genere Monodon

 Monodon monoceros (Narvalo)

 

Sei animali della famiglia Delfinidi sono occasionalmente ma impropriamente chiamati “balene”:

 Peponocephalia electra

 Orca (Orcinus orca)

 Feresa attenuata

 Pseudoorca crassidens

 Globicefalo nero (Globicephala melas)

 Globicefalo indiano (Globicephala macrorhynchus)

 

Struttura

 

Il delfino è un vertebrato appartenente alla famiglia dei mammiferi. Ha un corpo affusolato, adattato per nuotare velocemente, ed usa la pinna come organo motore. La testa contiene un organo particolare e voluminoso, utilizzato per l’orientamento e la ricerca del cibo. In molte specie le mandibole sono elongate e formano un becco, o rostro, distintivo; per alcune specie, come il tursiope, la bocca assume una curva con un’espressione simile ad un sorriso permanente. In molte specie i denti possono essere molto numerosi, fino a 250. Il cervello del delfino è largo e possiede una corteccia molto strutturata, per complessità paragonabile al cervello umano, anche se non è ancora chiaro per cosa sia utilizzato. La colorazione di base consiste di gradazioni di grigio con il lato del ventre bianco, spesso combinato con linee e macchie con tonalità differenti. La pupilla nell’occhio del delfino ha una figura a forma di cuore. La maggior parte degli odontoceti nuota rapidamente. Le specie più piccole occasionalmente riescono a cavalcare le onde, e i delfini sono spesso visti affiancare le navi e “accompagnarle” nuotando in superficie. I delfini sono anche famosi per le loro evoluzioni acrobatiche fuori dall’acqua. Arrivano a vivere sino a 35 anni..

 

Nutrizione

 

I delfini sono predatori e cacciano le loro prede in velocità. La dentatura è adattata agli animali che cacciano: le specie con molti denti si nutrono prevalentemente di pesci, mentre le specie con becchi più corti e minor numero di denti si nutrono di molluschi (seppie, calamari, polpi e moscardini). Alcune specie di delfini catturano anche crostacei, tra cui i granchi.

 

Etologia

 

Fin dall’antichità i delfini sono stati accreditati, nel Mar Mediterraneo, di mostrare un’intelligenza superiore a quella normalmente attribuita ai pesci, sia nel proprio gruppo che nei confronti dell’uomo, il che ha creato una precoce e persistente idea della loro socievolezza e li ha posti al centro di culti, miti e rappresentazioni, come a Creta. È ormai noto in effetti che i delfini, come gli altri cetacei, dispongono di un sistema di comunicazione complesso come un vero e proprio linguaggio, fondato non solo sulla capacità di produrre ultrasuoni significanti all’interno del gruppo, ma anche su schemi di movimento utilizzati come segni di comunicazione.