Categorie
Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, CLAMOROSO! Cambia in corsa il Codice dei Punteggi 2013-2016!

Clamorose notizie da Losanna. La Federazione Ginnastica Internazionale  ha appena pubblicato una circolare riguardante alcune recenti modifiche al codice dei punteggi concepite dalla mente della presidentessa della commissione Olimpica femminile di ginnastica artistica Nellie Kim.

Sono state fatte alcune aggiunte e modifiche, alcune di esse di grande spessore. Molti dei cambiamenti apportati dal passaggio del vecchio al nuovo codice sono stati rimossi, con un ritorno alle precedenti regole del quadriennio 2009-2012.

Queste modifiche saranno valide dal primo maggio 2014.

 

In seguito all’aggiunta del doppio teso con doppio avvitamento al corpo libero (il Moors) presentato ai Mondiali di Anversa, alle categorie di D-score (A, B, C, D, E, F, G, H) che misurano la difficoltà di un elemento, è stata integrata la lettera I (valore 0.9).

 

La deduzione del “non mostrare una chiara coreografia negli angoli della pedana del corpo libero” potrà essere applicata solo una volta.

 

La penalità riguardante le pause (2 secondi) prima degli elementi deve essere applicata ogni volta.

 

E’ stata cambiata la formula della media del volteggio applicabile nelle finali per attrezzo e nelle qualificazioni: [(punteggio del primo volteggio) + (punteggio del secondo volteggio meno 2.00 punti)] diviso due.

 

E’ stata cambiata la recente deduzione della “Ripetizione della stessa posizione prima di una serie acrobatica al corpo libero (es:posizione stazionaria su due piedi)”. Da questo momento è stata specificata in questo modo: “più di una sosta all’angolo con i piedi stazionari (sesta posizione in danza) prima di una serie acrobatica e la deduzione “aggiustamento nell’angolo usando semplici passi o corsa. In sostanza la regola è rimasta invariata, è solo stata resa più chiara ed immune ad interpretazioni sbagliate.

 

Rimossa anche la regola per cui le serie acrobatiche a trave devono essere collegate con “Rimbalzo” per avere l’abbuono. Adesso le ginnaste potranno ritornare a respirare tra un elemento ed un altro.

 

Da questo momento le oscillazioni a vuoto a parallele saranno penalizzate di 0.5 punti rispetto ai tre decimi precedenti.

 

Cambia anche la regola della musica al corpo libero: l’esercizio deve essere connesso alla musica soltanto all’inizio dell’esercizio.

 

E dulcis in fundo, da adesso non è consentito iniziare un esercizio al corpo libero direttamente con una diagonale acrobatica. O meglio si può, ma si incorre nella penalità di un decimo.  E non sarà più ammesso eseguire due diagonali una dopo l’altra sulla stessa linea, ma si dovrà cambiare angolo del quadrato.

 

Questi sono a grandi linee i cambiamenti di questo codice. Ma è giusto che un codice dei punteggi venga modificato a quadriennio in corso?

 

Categorie
Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Ginnastica, Simone Biles ricoverata in ospedale!

Simone Biles è stata ricoverata in ospedale! Ma fortunatamente non è nulla di grave per la fresca Campionessa del Mondo.

La statunitense, di ritorno dalla trionfale spedizione di Anversa, si è sottoposta a un intervento chirurgico alla caviglia per rimuovere un osteofita (un’escrescenza di tessuto osseo sulla superficie dell’osso, causata da accumuli di calcio sulle cartilagini).

A comunicarlo è stata la stessa ginnasta che ha postato su Instagram una foto che la ritrae nel suo letto d’ospedale.

Verrà dimessa nel giro di qualche giorno e già a fine mese tornerà in palestra per preparare un super 2014.

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Anversa 2013: le pagelle di un’Italia magica e storica

Una magica Italia sta tornando dal Belgio dove ieri si sono conclusi i Mondiali di ginnastica artistica. Ecco le pagelle delle nostre magiche azzurre scese in pedana ad Anversa 2013.

 

VANESSA FERRARI: 10. Araba Fenice, continuerò a ripetere. Leggendaria e storica per la ginnastica artistica italiana. La migliore ginnasta azzurra di sempre. Nessuno la demolisce. Nessuno la abbatte. Giurie, infortuni, ingiustizie: niente scalfisce una Campionessa grande quanto tutto il movimento nazionale. Non ci sono intoppi che tengano: la Cannibale di Orzinuovi si mangia i furti, azzanna la Polvere di Magnesio come mai nessuna e si regala un nuovo incredibile, trionfo.

Medaglia d’argento al corpo libero. La bresciana torna su un podio iridato dopo il bronzo nel concorso generale conquistato a Stoccarda 2007. Sei anni dopo! Migliora il terzo posto ottenuto ad Aarhus al quadrato magico, due giorni dopo essere diventata reginetta per una notte e per tutta la vita; riscatta il quarto posto delle Olimpiadi, quando tra furti e regolamenti stupidi, scoppiò in un pianto a dirotto e meditò seriamente al ritiro.

Questa è la quinta medaglia mondiale per super Vany, la prima d’argento di una carriera dorata e sempre più irripetibile (è il 49esimo sigillo nella storia del nostro Paese, il sesto al femminile).

E poteva pure fare cinquanta ed entrare ancora di più nella leggenda se il ricorso degli Stati Uniti non le avesse tolto il bronzo alla trave che aveva già in tasca e che sarebbe stato sorprendente. Stava festeggiando, poi vede il tabellone segna punti che si muove, la Biles che la sopravanza e lei che finisce al quarto posto… Ma non torniamo sulle dolenti note. Il quarto posto finale, però, è il miglior piazzamento dell’Italia sui 10cm negli ultimi 63 anni (dal bronzo di Licia Macchini nel 1950).

Il sesto posto nel concorso generale consacra la sua interezza, la sua integrità, la sua immensa capacità.A quasi 23 anni è ancora qui, sulla cresta dell’onda contro ragazze che, quando lei trionfava ad Aarhus, andavano ancora alle elementari…

Mancano tre anni alle prossime Olimpiadi. Enrico Casella ha chiaramente detto: “Non abbiamo ancora finito…”. Il sogno a cinque cerchi è più vivo che mai.

 

CARLOTTA FERLITO: 8,5. Non voleva più fare l’all-around e arriva undicesima: dimostrazione che il lavoro, se ben mirato, paga sempre anche quando non si eccelle in un attrezzo (e le parallele non sono state un “disastro”). Nettamente migliorati i piazzamenti di Londra 2012 e di Tokyo 2011.

Temevamo che non si qualificasse per la finale alla trave (sottoscritto in testa, ma esclusivamente per il valore delle avversarie) e invece non solo è entrata tra le magnifiche otto per la prima volta in carrierama ha addirittura terminato al quinto posto. La siciliana, però, non è andata d’accordo con i giudici per tutta la settimana: sempre sottovalutata, spesso inspiegabilmente, fino al quinto posto finale alla trave. Non le viene riconosciuta un’importante combinazione, il D Score ne risente e il punteggio precipita.

L’esercizio di ieri è stato ottimo. Certo ci sono stati tre, quattro sbilanciamenti a cui i giudici si sono potuti attaccate, non neghiamolo. Ma l’esecuzione è stata eccessivamente penalizzata: le hanno tolto praticamente 1.8 punti, come la Biles che ha sbagliato cose clamorose!

Ad ogni modo la 18enne deve tornare da Anversa contenta di se stessa, dei propri mezzi e pronta a provarci nelle prossime occasioni. Anche se certi treni passano solo una volta in carriera: li puoi prendere, ma se poi non ti obliterano il biglietto…

 

FRANCESCA DEAGOSTINI: 7,5. Primo Mondiale, prima vera uscita internazionale tra le grandi. La 17enne torna alla grande in pedana dopo 18 mesi tormentati: infortunio alla mano, operazione alle ginocchia, mancata convocazione alle Olimpiadi. La leoncina milanese risponde al meglio alle sollecitazioni e alle aspettative, guadagna addirittura un sorprendente undicesimo posto alla trave (sarebbe stata riserva se non ci fosse la stupida regola dei passaporti) grazie a un esercizio molto elegante e ben tenuto.

Si toglie la soddisfazione di entrare nel codice dei punteggi grazie alla sua fantasiosa entrata alla trave (è una semplice A, ma sarà per sempre nella Bibbia della Polvere di Magnesio). Un’ottima base su cui costruire il futuro e un’ottima medicina per riprendere convinzione nei propri mezzi.

 

ALESSIA LEOLINI: 7. Valutiamo positivamente la toscana perché era al primo anno da senior e ha subito vestito il body azzurro nell’appuntamento più importante. La sedicenne si è fatta prendere da una grandissima emozione che a tratti non ha gestito, commettendo diverse imperfezioni. L’importante, però, era fare esperienza, sentire il profumo che tira a un Mondiale, vedere le grandi, gareggiare in un contesto importante. Ne farà tesoro per un futuro in cui sarà un pezzo importante della Nazionale: proprio per questo motivo, valutiamo positivamente anche la sua convocazione.

 

ITALIA: 10 e lode. Cinque finali, una medaglia, un quarto posto, un quinto posto. Torniamo a casa con un podio come non succedeva dal 2010 (Matteo Morandi). Per la prima volta nella storia due azzurre nella finale alla trave. Non potevamo sperare in un bilancio migliore.

E non dimentichiamoci che avevamo a casa quattro infortunate di peso: Giorgia Campana, Elisabetta Preziosa, Erika Fasana (cioè tre olimpiche) più Adriana Crisci, convocata e poi infortunatasi a Vigevano, che avrebbe lottato fino all’ultimo per una finale al volteggio.

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

VIDEO – Anversa 2013, Ferlito e la sua trave: ingresso nella storia

Con un bellissimo esercizio alla trave, Carlotta Ferlito conquistava la finale alla trave.

Ad Anversa, la siciliana diventava la quinta azzurra nella storia della ginnastica artistica femminile a ottenere la partecipazione all’atto conclusivo sui 10cm in una rassegna iridata.

Ai Mondiali 2013, la 18enne firma di sempre ed entra negli annali. Prima di lei: Ilaria Colombo che nel 2002 riportò il nostro Paese ai grandi fasti dopo 52 anni dall’ultima finale (il bronzo di Licia Macchini a Basilea 1950); Elisabetta Preziosa nel 2009 (quinto posto, miglior risultato di sempre per l’Italia);Vanessa Ferrari nel trionfale 2006.

Anche la bresciana ha conquistato la finale: per la prima volta due bandiere tricolori saranno tra le migliori otto di una disciplina!

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Anversa 2013: gli ordini di rotazione e gli orari (seconda giornata)

Seconda giornata di qualificazioni ai Mondiali di ginnastica artistica. Tre suddivisioni al femminile per decretare quali saranno le finaliste nel concorso generale e nelle quattro specialità.

Questi gli ordini di rotazioni in programma e i relativi orari: si parte alle 13.30 per finire addirittura alle 20.30, senza un attimo di sosta. Per l’Italia, Carlotta Ferlito e Vanessa Ferrari.

Terza suddivisione: 13.30-15.30

Seconda suddivisione: 16.00-18.00

Terza suddivisione: 18.30-20.30

 

TERZA SUDDIVISIONE – Prima rotazione (ore 13.30)

Volteggio:

Valentine Sabatou (Francia)

Paula Plichta (Polonia)

Noel Van Klaveren (Paesi Bassi)

Laura Svilpaite (Lituania)

 

Parallele asimmetriche:

Yu Chun Chen (Taipei)

Mariana Sanchez (Costa Rica)

Tatiana Nabieva (Russia)

Simone Biles (USA)

Yan Yin Ng (Hong Kong)

 

Trave:

Wei Heem Lim (Singapore)

Carlotta Ferlito (Italia)

Marisa Dick (Trinidad & Tobago)

Ivet Rojas (Venezuela)

Barbora Mokosova (Slovacchia)

Ekaterina Kislinskaya (Portogallo)

Ilaria Kaeslin (Svizzera)

 

Corpo libero:

Aruna Budda Reddy (India)

Chunsong Shang (Cina)

Norma Robertsdottir (Islanda)

Emma Lunn (Irlanda)

Kristyna Palesova (Repubblica Ceca)

 

TERZA SUDDIVISIONE – Seconda rotazione (ore 14.00)

Volteggio:

Thi Ha Thanh Phan (Vietnam)

Chunsong Shang (Cina)

Norma Robertsdottir (Islanda)

Oksana Chusovitina (Uzbekistan)

Kristyna Palesova (Repubblica Ceca)

Rucha Divekar (India)

 

Parallele asimmetriche:

Valentine Sabatou (Francia)

Noel Van Klaveren (Paesi Bassi)

Laura Svilpaite (Lituania)

Ginna Escobar (Colombia)

 

Trave:

Marlana Sanchez (Costa Rica)

Tatiana Nabieva (Russia)

Simone Biles (USA)

Yan Yin Ng (Hong Kong)

Krystyna Sankova (Ucraina)

Yu Chun Chen (Taipei)

 

Corpo libero:

Carlotta Ferlito (Italia)

Marisa Dick (Trinidad & Tobago)

Ivet Rojas (Venezuela)

Barbora Mokosova (Slovacchia)

Ilaria Kaeslin (Svizzera)

Heem Wei Lim (Singapore)

 

TERZA SUDDIVISIONE – Terza rotazione (ore 14.30)

Volteggio:

Marisa Dick (Trinidad & Tobago)

Ivet Rojas (Venezuela)

Barbora Mokosova (Slovacchia)

Ilaria Kaeslin (Svizzera)

Heem Wei Lim (Singapore)

Carlotta Ferlito (Italia)

 

Parallele asimmetriche:

Chunsong Shang (Cina)

Norma Robertsdottir (Islanda)

Kristyna Palesova (Repubblica Ceca)

Vandita Raval (India)

 

Trave:

Paula Plichta (Polonia)

Noel Van Klaveren (Paesi Bassi)

Laura Svilpaite (Lituania)

Ginna Escobar (Colombia)

Valentine Sabatou (Francia)

 

Corpo libero:

Tatiana Nabieva (Russia)

Simone Biles (USA)

Yan Yin Ng (Hong Kong)

Krystyna Sankova (Ucraina)

Yu Chun Chen (Taipei)

Marlana Sanchez (Costa Rica)

 

TERZA SUDDIVISIONE – Quarta rotazione (ore 15.00)

Volteggio:

Simone Biles (USA)

Yan Yin Ng (Hong Kong)

Yu Chun Chen (Taipei)

Marlana Sanchez (Costa Rica)

Tatiana Nabieva (Russia)

 

Parallele asimmetriche:

Ivet Rojas (Venezuela)

Barbora Mokosova (Slovacchia)

Ekaterina Kislinsaya (Portogallo)

Ilaria Kaeslin (Svizzera)

Heem Wei Lim (Singapore)

Carlotta Ferlito (Italia)

Marisa Dick (Trinidad & Tobago)

 

Trave:

Norma Robertsdottir (Islanda)

Kristyna Palesova (Repubblica Ceca)

Vandita Raval (India)

Chunsong Shang (Cina)

 

Corpo libero:

Noel Van Klaveren (Paesi Bassi)

Laura Svilpaite (Lituania)

Valentine Sabatou (Francia)

Paula Plichta (Polonia)

 

QUARTA SUDDIVISONE – Prima rotazione (ore 16.00):

Volteggio:

Teja Belak (Slovenia)

Aruna Budda (India)

Roxana Popa (Spagna)

Daria Matveieva (Ucraina)

Noemi Makra (Ungheria)

Pauline Schaefer (Germania)

 

Parallele asimmetriche:

Larisa Iordache (Romania)

Vanessa Ferrari (Italia)

Natsumi Sasada (Giappone)

Elisa Haemmerle (Austria)

Daniele Hypolito (Brasile)

 

Trave:

Toni Williams (Giamaica)

Aliya Mustafina (Russia)

Nancy Taman (Egitto)

Claudia Cummins (Sudafrica)

Elisabeth Black (Canada)

Nicole Mawhinney (Irlanda)

 

Corpo libero:

Nicolette Lim (Singapore)

Ruby Harrodl (Gran Bretagna)

Agnes Suto (Islanda)

Zhanerke Duisek (Kazakhstan)

Matte Hulgaard (Danimarca)

McKayla Maroney (USA)

 

QUARTA SUDDIVISIONE – Seconda rotazione (ore 16.30):

Volteggio:

Ruby Harrold (Gran Bretagna)

Agnes Suto (Islanda)

Zhanerke Duisek (Kazakhstan)

Matte Hulgaard (Danimarca)

McKayla Maroney (USA)

Nicolette Lim (Singapore)

 

Parallele asimmetriche:

Teja Belak (Slovenia)

Dipa Karmakar (India)

Roxana Popa (Spagna)

Daria Matveieva (Ucraina)

Noemi Makra (Ungheria)

Pauline Schaefer (Germania)

 

Trave:

Vanessa Ferrari (Italia)

Natsumi Sasada (Giappone)

Elisa Haemmerle (Austria)

Daniele Hypolito (Brasile)

Larisa Iordache (Romania)

 

Corpo libero:

Aliya Mustafina (Russia)

Claudia Cummins (Sudafrica)

Elisabeth Black (Canada)

Nicole Mawhinney (Irlanda)

Toni Williams (Giamaica)

 

QUARTA SUDDIVISIONE – Terza rotazione (ore 17.00):

Volteggio:

Claudia Cummins (Sudafrica)

Elisabeth Black (Canada)

Nicole Mawhinney (Irlanda)

Toni Williams (Giamaica)

Aliya Mustafina (Russia)

 

Parallele asimmetriche:

Agnes Suto (Islanda)

Zhanerke Duisek (Kazakhstan)

Matte Hulgaard (Danimarca)

McKayla Maroney (USA)

Nicolette Lim (Singapore)

Ruby Harrold (Gran Bretagna)

 

Trave:

Rucha Divekar (India)

Roxana Popa (Spagna)

Daria Matveieva (Ucraina)

Noemi Makra (Ungheria)

Cagla Akyol (Germania)

Teja Belak (Slovenia)

 

Corpo libero:

Vanessa Ferrari (Italia)

Natsumi Sasada (Giappone)

Elisa Haemmerle (Austria)

Larisa Iordache (Romania)

 

QUARTA SUDDIVISIONE – Quarta rotazione (ore 17.30):

Volteggio:
Natsumi Sasada (Giappone)

Elisa Haemmerle (Austria)

Larisa Iordache (Romania)

Vanessa Ferrari (Italia)

 

Parallele asimmetriche:

Claudia Cummins (Sudafrica)

Elisabeth Black (Canada)

Nicole Mawhinney (Irlanda)

Toni Williams (Giamaica)

Aliya Mustafina (Russia)

 

Trave:

Zhanerke Duisek (Kazakhstan)

Matte Hulgaard (Danimarca)

McKayla Maroney (USA)

Nicolette Lim (Singapore)

Ruby Harrold (Gran Bretagna)

Agnes Suto (Islanda)

 

Corpo libero:

Roxana Popa (Spagna)

Daria Matveieva (Ucraina)

Noemi Makra (Ungheria)

Cagla Akyol (Germania)

Teja Belak (Slovenia)

Rucha Divekar (India)

 

 

QUINTA SUDDIVISIONE – Prima rotazione (ore 18.00)

Volteggio:

Yamilet Pena Abreu (Repubblica Dominicana)

Kirsten Beckett (Sudafrca)

Hiu Wong (Hong Kong)

Valentina Rashkova (Bulgaria)

Silvia Colussi (Spagna)

Vasiliki Millousi (Grecia)

 

Parallele asimmetriche:

Giulia Steingruber (Svizzera)

Angelina Kysla (Ucraina)

Ana Martins (Portogallo)

Asuka Teramoto (Giappone)

Chantysha Netteb (Paesi Bassi)

 

Trave:

Jasmin Mader (Austria)

Mathilde Kirk (Danimarca)

Dinoza Abdusalimova (Uzbekistan)

Gaelle Mys (Belgio)

Marta Pihan-Kulesza (Polonia)

Fadwa Mahmoud (Egitto)

Tinna Odinsdottir (Islanda)

 

Corpo libero:

Shaden Wohdan (Qatar)

Sandra Izbasa (Romania)

Rosanna Ojala (Finlandia)

Catalina Escobar (Colombia)

Hannah Whelan (Gran Bretagna)

Victoria Moors (Canada)

Dipa Karmakar (India)

 

QUINTA SUDDIVISIONE – Seconda (rotazione, ore 19.00)

Volteggio.
Rosanna Ojala (Finlandia)

Catalina Escobar (Colombia)

Victoria Moors (Canada)

Dipa Karmakar (India)

Shaden Wohdan (Qatar)

 

Parallele asimmetriche:

Kirsten Beckett (Sudafrca)

Valentina Rashkova (Bulgaria)

Silvia Colussi (Spagna)

Vasiliki Millousi (Grecia)

Yamilet Pena Abreu (Repubblica Dominicana)

 

Trave:

Giulia Steingruber (Svizzera)

Angelina Kysla (Ucraina)

Ana Martins (Portogallo)

Asuka Teramoto (Giappone)

Chantysha Netteb (Paesi Bassi)

 

Corpo libero:

Mathilde Kirk (Danimarca)

Dinoza Abdusalimova (Uzbekistan)

Gaelle Mys (Belgio)

Marta Pihan-Kulesza (Polonia)

Jasmin Mader (Austria)

 

QUINTA SUDDIVISIONE – Terza rotazione (ore 19.30):

Volteggio:

Dinoza Abdusalimova (Uzbekistan)

Gaelle Mys (Belgio)

Marta Pihan-Kulesza (Polonia)

Jasmin Mader (Austria)

Mathilde Kirk (Danimarca)

 

Parallele asimmetriche:

Rosanna Ojala (Finlandia)

Catalina Escobar (Colombia)

Rebecca Downie (Gran Bretagna)

Victoria Moors (Canada)

 

Trave:

Valentina Rashkova (Bulgaria)

Silvia Colussi (Spagna)

Vasiliki Millousi (Grecia)

Yamilet Pena Abreu (Repubblica Dominicana)

Kirsten Beckett (Sudafrica)

 

Corpo libero:

Angelina Kysla (Ucraina)

Ana Martins (Portogallo)

Asuka Teramoto (Giappone)

Chantysha Netteb (Paesi Bassi)

Giulia Steingruber (Svizzera)

 

QUINTA SUDDIVISIONE – Quarta rotazione (ore 20.00).

Volteggio:
Ana Martins (Portogallo)

Asuka Teramoto (Giappone)

Chantysha Netteb (Paesi Bassi)

Giulia Steingruber (Svizzera)

Angelina Kysla (Ucraina)

 

Parallele asimmetriche:

Gaelle Mys (Belgio)

Marta Pihan-Kulesza (Polonia)

Mai Ahmes Saad (Egitto)

Tinna Odinsdottir (Islanda)

Jasmin Mader (Austria)

Mathilde Kirk (Danimarca)

Dinoza Abdusalimova (Uzbekistan)

 

Trave:

Catalina Escobar (Colombia)

Rebecca Downie (Gran Bretagna)

Victoria Moors (Canada)

Dipa Karmakar (India)

Shaden Wohdan (Qatar)

Rosanna Ojala (Finlandia)

 

Trave:

Valentina Rashkova (Bulgaria)

Silvia Colussi (Spagna)

Vasiliki Millousi (Grecia)

Yamilet Pena Abreu (Repubblica Dominicana)

Kirsten Beckett (Sudafrica)

Categorie
Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

VIDEO – Mondiali -3: è già super Ferrari in allenamento!

Ieri era tempo di allenamenti ad Anversa, dove lunedì inizieranno i Mondiali di ginnastica artistica.

Vanessa Ferrari ha provato il suo corpo libero (senza eseguire le diagonali acrobatiche) ed è parsa in grandissima forma, lucida ed energica, pronta a battagliare per provare a salire sul podio di specialità.

Cliccate qui per vedere la sua performance.

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, la RAI trasmetterà i Mondiali! Miracolo riuscito

La RAI trasmetterà i Mondiali di ginnastica artistica che si disputeranno ad Anversa la settimana prossima e tutti quelli del quadriennio olimpico che porta a Rio de Janeiro 2016!

La tv di Stato ha trovato l’accordo economico con la Federazione Internazionale e da lunedì potremo gustarci tutto lo spettacolo che arriverà direttamente dal Belgio!

Saranno trasmesse tutte le finali: giovedì all-around maschile, venerdì all-around femminile, sabato e domenica tutte le finali di specialità!

 

A metà agosto era saltata fuori la notizia che la televisione pubblica non aveva acquistato i diritti dalla Federazione Internazionale di Ginnastica. La FIG aveva giudicato inadeguata l’offerta economica avanzata dal network italiano (cliccate qui per saperne di più).

Si sono levate enormi proteste da parte di tutti gli appassionati, increduli che la Polvere di Magnesio potesse essere dimenticata in questo modo. Sarebbe stato un danno incredibile, come abbiamo provato a spiegare un mese fa (cliccate qui per leggere le nostre motivazioni).

 

Una strana trattativa tra RAI e FIG che Olimpiazzurra aveva provato a ricostruire proprio grazie all’aiuto di Olivier Strebel, responsabile comunicazione della FIG.

E chissà che proprio quella “inchiesta” (cliccate qui per non perderla) non sia servita a smuovere un po’ le acque ai piani alti dei maghi del palinsesto, insieme alle petizioni aperte, al supporto dei tanti gruppi di ginnastica (G.A.I. in particolare, visto le tante voci influenti che raccoglie), agli striscioni di Vigevano.

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Italia: le convocate per il pre-Mondiale!

Dopo il test di ieri al PalAlgeco di Brescia, Enrico Casella ha diramato le convocazioni per l’ottavo Trofeo Massucchi in programma sabato 14 settembre a Vigevano, incontro con la Germania che fungerà da vero e proprio pre-Mondiale.

 

A sfidare le teutoniche ci sarà una squadra composta da:

Francesca Deagostini

Carlotta Ferlito

Vanessa Ferrari

Chiara Gandolfi

Alessia Leolini

Elisa Meneghini

 

Altre sei ginnaste si esibiranno a livello individuale per provare a strappare un body in vista della rassegna iridata di Anversa (30 settembre – 6 ottobre):

Martine Buro

Adriana Crisci

Giulia Leni

Giulia Paglia

Alessia Praz

Arianna Rocca

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Mondiali: le convocate dell’Italia! Ma per la FIG…

Mancano venticinque giorni all’inizio dei Mondiali di ginnastica artistica e la Federazione Internazionale ha già diffuso i nomi delle partecipanti. Sia chiaro: la lista è aperta a delle modifiche fino a poche ore prima dello start ufficiale.

E la FIG ha segnato questi quattro nomi come partecipanti per l’Italia: 

Vanessa Ferrari,

Carlotta Ferlito,

Alessia Leolini,

Adriana Crisci

 

Quindi fuori Elisa Meneghini, debutto in azzurro per la Leolini e grandissimo ritorno a un Mondiale per la Crisci a 31 anni!

Come segnato dalla tabella: Ferrari e Ferlito farebbero il concorso generale; Adriana Crisi si esibirebbe al volteggio e al corpo libero; la Leolini alla trave e alle parallele.

Da appuntare che è stata segnata la presenza della Komova…

 

Staremo a vedere se saranno davvero queste le quattro ragazze che voleranno ad Anversa. Nel frattempo ricordiamo che Enrico Casella ha convocato un collegiale premondiale (cliccate qui per saperne di più): in base a questi allenamenti e all’incontro di Vigevano contro la Germania si scopriranno le convocate finali dell’Italia.

 

Categorie
2013 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Ginnastica, RIVOLUZIONE: cambia la pedana del corpo libero!

La prima delle grandi rivoluzioni del quadriennio olimpico sta per arrivare. Proprio in questa ore è attesissima al PalAlgeco di Brescia la nuova pedana del corpo libero, su cui le nostre ginnaste si cimenteranno durante il collegiale (12-17 agosto) in preparazione ai Mondiali di Anversa.

 

Un prodotto assolutamente innovativo, completamente diverso dalle pedane a cui eravamo abituati fino a qualche mese fa. Dopo attentissimi studi scientifici, la Gymnova (casa francese che produce materiali ginnici, uno degli storici fornitori internazionali) è arrivata a elaborare questa nuova invenzione che cambierà radicalmente tutti gli esercizi!

Vediamolo in tre semplici cifre: questa pedana creerà spinte maggiori del 14% rispetto a quelle fornite dalle precedenti pedane, quindi gli atleti salteranno molto più in alto e ci sarà un consequenziale aumento del rimbalzo addirittura del 24%. Con queste percentuali c’è concretamente la possibilità, per alcuni, di aggiungere almeno mezzo avvitamento rispetto alle loro abituali routine (e Team USA sembra già essere all’avanguardia). Soprattutto, però, si starà attenti alla sicurezza delle ginnaste perché il materiale con cui è stata costruita ridurrà lo shock d’impatto del 16%, quindi le atlete avranno meno possibilità di procurarsi microtraumi.

 

Tutto questo saltare è dovuto al posizionamento di addirittura 2000 molle sotto il classico piano dinamico! Si potrebbe azzardare, magari sbagliando, ma giusto per farci un’idea: sarà come avere una sorta di mini trampolino che può aiutare durante le evoluzioni.

 

La pista sarà smontabile e arrotolabile su se stessa, in sette comode fasce ciascuna di 2,5cm di spessore. Così si potrà anche trasportare molto più facilmente: novità (parziale) molto gradita.

Sotto la pedana in sé si troveranno quindi dei “pezzi” di gomma (mousse per dirla alla francese, dialettalmente della gomma schiuma), incastrabili tra loro come dei puzzle, di 5cm di spessore ciascuno.Ci sarà poi uno strato formato da legno pregiatissimo per creare un’altra base. E sotto a tutto questo si trovano le famose molle di cui abbiamo parlato. Per chiudere con un sistema di fissaggio della pedana al pavimento davvero di ultima generazione (e brevettato), sicuro, preciso e con tre meccanismi di anti-rotazione.

 

Insomma questa è la navicella spaziale del corpo libero. Ne vedremo davvero delle belle. Ragazze e ragazzi collaudate bene e… gan-ba.