Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Film 2014-2015: Kevin Tancharoen abbandona Mortal Kombat – Highlander ha un regista

– Mortal Kombat: se mai dovesse vedere la luce, il nuovo Mortal Kombati cinematografico non verrà diretto da Kevin Tancharoen. Colui che ha ridato luce al videogame grazie alla web serie Mortal Kombat: Legacy, da tempo ‘attaccato’ alla pellicola, ha infatti annunciato via Twitter di voler pensare ad altro. D’altronde la New Line Cinema non riesce a sbloccare la situazione legata ai diritti, tanto da costringere di fatto Tancharoen a guardare altrove. ‘Dopo 3 anni di Kombat ho deciso di passare ad altre opportunità creative’. Poche parole ma buone per abbandonare una barca ancora mai salpata, ma da anni immobile al punto di partenza.

– Chappie: Incassati 281,031,472 dollari in tutto il mondo con Elysium, Neill Blomkamp ha iniziato ieri le riprese di Chappie, suo terzo atteso film. S ony Pictures Entertainment e MRC hanno dato il via alla produzione a Johannesburg, in Sud Africa, con Terri Tatchell co-sceneggiatore al fianco dello stesso Blomkamp. Tra le novità di giornata la presenza a sorpresa nel cast di Sigourney Weaver, che andrà così ad affiancare Hugh Jackman, Dev Patel, Ninja, Yolandi Visser, Jose Pablo Cantillo, Brandon Auret e l’immancabile Sharlto Copley, pronto a doppiare Chappie. Dopo essere stato rapito da due criminali una volta nato, Chappie è diventato il figlio adottivo di una strana famiglia disfunzionale. Chappie è straordinariamente dotato, unico nel suo genere, un prodigio. Anche nel suo genere. Quello dei robot.

– City on Fire: non è ancora uscito il libreria ma il nuovo romanzo di Rick Garth Hallberg diverrà cinema. Secondo quanto riportato dall’Hollywood Reporter, infatti, Scott Rudin ha messo le mani su City on Fire, libro che ci riporterà nella New York del 1977, ovvero nelle ore che causa blackout paralizzarono la Grande Mela tra il 13 e il 14 luglio di quell’anno. Attualmente in sala con Captain Phillips, il prossimo titolo prodotto da Rudin in arrivo al cinema sarà The Grand Budapest Hotel di Wes Anderson.

– Highlander: perso per strada Juan Carlos Fresnadillo, fuggito mesi fa, il nuovo Highlander ha finalmente trovato un sostituto, ovvero Cedric Nicolas – Troyan, fino ad oggi supervisore degli effetti visivi ed ora pronto a fare il tanto atteso salto diventando regista. 27 anni fa, con Christopher Lambert e Sean Connery protagonisti, il primo storico film della saga. Gli ultimi sceneggiatori chiamati a metter mano allo script sono stati Art Marcum e Matt Holloway, con Neal H. Moritz, Peter Davis e Justin Lin in cabina di produzione. Ed ora, perso anche Ryan Reynolds, partirà la caccia al nuovo Immortale.

 

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Hot Wheels: le macchinine Mattel arrivano al Cinema

Continua la ‘fusione’ tra mondo dei giocattoli ed Hollywood. Dopo la sfilza di titoli Hasbro visti in sala negli ultimi anni, anche la Mattel è scesa prepotentemente in campo. La Legendary Pictures ha infatti affidato a Simon Crane e allo sceneggiatore Paul Attanasio il compito di dar vita ad un lungometraggio basato sulla linea di giocattoli Hot Wheels. Attanasio sarà chiamato a rimettere mano allo script inizialmente partorito da Art Marcum e Matt Holloway.

Joe Roth, Palak Patel e Sam Mercer della Roth Films produrranno il tutto con la Legendary. Simon Crane è uno dei più autorevoli registi di ’seconda unità’ su piazza in quel di Hollywood. Ha girato World War Z, Salt, Men in Black 3, Quantum of Solace, X-Men – Conflitto finale, Mr. & Mrs. Smith, Troy e Terminator 3 – Le macchine ribelli, così come l’imminente Edge of Tomorrow, fino al debutto in qualità di regista con Echelon, action/adventure in produzione. Paul Attanasio, invece, è stato due volte nominato agli Oscar, per gli script di Quiz Show e di Donnie Brasco. Era da 7 anni che non produceva sceneggiature per il cinema, ovvero dai tempi di Intrigo a Berlino.

Tornando ad Hot Wheels, per chi non lo sapesse questo era il nome di una linea di modellini di automobili lanciata sul mercato nel 1968. All’epoca fu la principale concorrente della Matchbox, fino a quando nel 1996 la Mattel acquisì i diritti dei modellini Matchbox dalla Tyco. Inizialmente queste automobiline in grado di cambiare colore se immerse nell’acqua fredda e/o calda erano in scala 1:64. Praticamente i genitori delle Micro Machines, arrivate solo 25 anni dopo. In seguito furono prodotti anche modellini più grandi, benché la linea rimase principalmente famosa per i modellini di piccole dimensioni di vetture muscle car e hot rod. Con quale credibilità potranno sbarcare in sala? Nessuno può dirlo. Ma presto diverranno realtà.