Rebecca capisce il piano di Ada Knight

Ada Knight

Rebecca aveva in mano il coltellino a serramanico e non lo aveva fatto scattare o lo aveva usato per minacciare la piccola Ada Knight per avere una risposta cerca e non fare un indovinello o capire quale era il suo piano . Comunque Rebecca decise di provare a capire cosa aveva deciso di fare la piccola Ada Knight . Si mise a girare per la tana in cerca di indizi e ne trovo solo uno e sarebbe a dire il piano . Rebecca si avvicino e vide che il piano era diviso in due parti . Uno era dedicato a Rebecca che se ne andava via dal campo con suo fratello maggiore e l’altro piano era dedicato ad Ada Knight che stava li dentro al campo e teneva occupato Ronny . Rebecca si avvicino ad Ada Knight che era li vicino alla finestra per vedere se qualcuno la fuori aveva fatto qualche altro graffito o era successo un aggressione o un omicidio li nella sua zona ed era opera di Ronny o di qualcuno altro che vuole avere la scuola abbandonata come rifugio . Rebecca adesso era vicino ad Ada e vedevano insieme che era tutto tranquillo e poi inizio a parlare perché aveva capito tutto – tu non hai portato il coltellino a serramanico perché non volevi uccidere subito Ronny . Volevi che io ti portassi qui nel tuo rifugio . Tutto per avere la mia assistenza nel realizzare questo tuo piano . Ho visto che il piano è diviso in due parti . Ti sei fatta picchiare quasi a morte tutto per ottenere il mio aiuto e cosi sconfiggere Ronny una volta per tutte . Ada Knight vedeva che Rebecca era furba e molto coraggiosa e sopratutto intelligente – si hai capito tutto . Ora mi aiuti oppure no ? . Rebecca si avvicino al piano di Ada Knight – si ma una condizione . Ada guardo Rebecca in faccia ed era molto seria – noi creiamo un piano migliore oppure da qui tu non esci . E inutile che mi guardi con rabbia . Tu hai 11 anni e invece ne ho 17 e quindi tu farai tutto quello che ti dico io oppure blocco ogni porta di questo posto e tu ci muori qui dentro . Ada dovette fare come diceva Rebecca e non poteva dire niente visto che era minorenne e la persona che aveva davanti era adulta e sapeva fare un sacco di cose molto belle e sopratutto incredibili .

Titanfall

Oggi verso le 14:32 si era sbloccata la famosa Zona 18 . Si erano sentite strane voci su questi posti . Si erano date alcune informazioni . Per esempio una tra le quali e che qui dentro si allenavano i migliori cecchini di questo universo . Oppure che qui si erano fatto un sacco di simulazioni su battaglie e scontri . I media hanno provato a sapere se tutto questo era vero oppure era finto . Ma nessuno diceva niente a loro , perchè era tutto segreto . Pure Melissa Mcarthur che era una tipa in gamba nel scoprire questo genere di segreti con le persone che si trovò difronte li quel giorno lei non riusci a capire niente . Io e Ada e Kratos entrammo dentro questo universo . Eravamo sul tetto di uno dei palazzi e li vedemmo che era il posto giusto per usare il fucile da cecchino . Anche se vedemmo che alcuni posti erano ricoperti da una nebbia però i grandi cecchini riesco a uccidere un uomo anche con in condizioni molto estreme .

Una volta che la nebbia si dirado vedemmo davanti ai nostri occhi un palazzo alto tra tutti e diceva Med Lab 57 . Pure nelle altre parti c’ era scritto cosi e lo avevano fatto per indicare le varie zone .  In ogni zona c’ era un grande spazio e poteva essere usato per attacchi a sorpresa oppure no

Più avanti verso il numero 021 c’ era un posto che forse conteneva il server di questo posto . Era noto come Server Farm . Li vicino c’ era l’ Armeria . Vicino all’ armeria e anche dentro c’ erano due soldati che erano pronti a tutto .

 

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

ioinviaggio

Piego e ripiego la mappa del tuo Infinito in un origami d’amore

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: