Categorie
2007 2013 Artworks Assassin's Creed 3 Assassinare Assassino Desmond Miles Dettagli Foto Galleria Galleria Foto Mondi Fantastici Mondo Pc Ps3 Xbox 360

Assassin’s Creed ambientato in Cina in questi artwork amatoriali

Sin dalla fine del primo Assassin’s Creed i giocatori hanno sempre speculato e fantasticato sull’ambientazione di ogni capitolo successivo. L’utente deviantArt ChaoyuanXu ha dalla sua una fantastica dote artistica che gli permette di tradurre l’immaginazione in fantastici artwork. E la sua immaginazione ha portato la saga di Ubisoft nell’antica Cina.

In questa fantastica galleria di tavole possiamo farci un’idea di come sarebbe un ipoteticoAssassin’s Creed IV nella Cina di qualche secolo fa. L’ambientazione è senza dubbio affascinante, ma personalmente continuo a votare per Giappone feudale o rivoluzione francese.

In un nostro recente sondaggio, un impressionante 55% dei lettori aveva dichiarato di non gradire l’ambientazione del recente Assassin’s Creed III, o comunque che ne avrebbe preferita un’altra. Dove vorreste vedere ambientato il prossimo capitolo della saga?

Nella nostra recensione di Assassin’s Creed III, Michele aveva sottolineato come la serie abbia un forte bisogno di rinnovamento: «Comunque la si pensi, però, l’avventura di Desmond è giunta al termine e con essa si chiude un intero ciclo di sviluppo creativo: il lavoro compiuto dagli Ubisoft Montreal dal 2007 ad oggi ha contribuito in maniera determinante a scardinare i pregiudizi e le incomprensioni che per decenni hanno tenuto lontano i videogiochi dalle altre forme d’arte moderna (come il cinema), ma ha avvalorato la tesi di chi guarda all’intrattenimento digitale come ad una terra di conquista in cui i più forti o i più attrezzati (le multinazionali dal sequel facile) hanno sempre la meglio sui più deboli e sugli “emarginati” (le case di sviluppo indipendenti e i team più coraggiosi). Senza uno slancio di originalità più marcato, la serie di Assassin’s Creed è destinata a giocare un ruolo sempre più marginale nell’industria videoludica del futuro.»

 

Categorie
1997 2013 Dettagli Foto Informazioni Lara Croft Mondi Fantastici Mondo Notizie dal Mondo Pc Ps3 Storia Tempo Tomb Raider Videogiochi Xbox 360

Tomb Raider: anche la nuova Lara Croft è ricca, ma…

Sin dalla sua nascita nel 1997 l’avvenente Lara Croft è sempre stata presentata come una giovane e ricchissima donna con la passione dell’esplorazione, ma sappiamo bene che nel “reboot” ad opera di Crystal Dynamics tante cose sono cambiate. Fra queste, non c’è però proprio la ricchezza: anche la nuova Lara, più giovane, meno sicura di sé e decisamente più acerba come avventuriera, non avrà alcun problema finanziario. La sceneggiatrice del gioco, Rhianna Pratchett, fa luce su questo aspetto e numerosi altri:

«Lara proviene sicuramente da una famiglia ricca. Per motivi che la narrazione non toccherà, i suoi genitori sono scomparsi e non compaiono mai nel gioco, quindi Lara si ritrova a disposizione tutto il patrimonio della famiglia. Lei però, per una serie di motivi, non vuole utilizzare quei soldi.»

«Innanzitutto Lara vuole essere indipendente. […] Si iscrive all’università, trova numerosi lavori. Fa anche turni di notte in un fast food. Vive utilizzando i soldi che guadagna e non spendendo quelli della famiglia. Ma c’è anche un altro motivo: dato che i genitori sono scomparsi, utilizzare quel denaro significherebbe in qualche modo ammettere che non torneranno mai. […] Forse in futuro le cose cambieranno, ma è così che si comporta la nostra Lara a 21 anni» 

Tomb Raider uscirà nei negozi dal 5 marzo 2013 per PC, PS3 e Xbox 360. Il gioco sarà disponibile sia in versione normale che Collector’s Edition con DLC e gadget vari.

Categorie
2013 Dettagli Informazioni Mondi Fantastici Mondo Notizie dal Mondo Pc Ps3 Xbox 360

inSANE: Guillermo del Toro in trattative con una “grande società”

Guillermo del Toro è uno che non scherza, in qualsiasi cosa faccia: dopo aver visto il trailer di Pacific Rim sarà forse anche aumentato il vostro rimpianto per inSANE, videogioco sul quale il regista stava lavorando cancellato poi da THQ a causa dei problemi finanziari che hanno investito la società.

Ma lo stesso del Toro non si è dato per vinto, e inSANE potrebbe vedere la luce anche senza THQ:

“Stiamo parlando con una società molto, molto grande. Non posso dire chi, ma è una delle più grandi. Hanno dimostrato coinvolgimento per il gioco e per quello che stavamo cercando di fare.

Dovrei aggiornare alcuni dispositivi visti nel gioco, perché li ho già visti in alcuni giochi che sono usciti nel frattempo. Questo accade sempre. Ma quello che stiamo cercando di fare col gioco è un’esperienza totalmente immersiva dal punto di vista narrativo. È ancora un progetto molto impegnativo.”

Nel suddetto trailer di Pacific Rim, qualcuno avrà riconosciuto in lingua originale la presenza della voce di GlaDOS di Portal, appartenente alla doppiatrice Ellen McLain. Lo stesso regista del resto aveva già parlato qualche mese fa del proprio apprezzamento per Valve, il quale coinvolgimento per inSANE potrebbe a questo punto essere ritenuto non più tanto un segreto.

A ogni modo, in assenza di notizie ufficiali tutto ciò continua a rientrare nella sfera delle semplici supposizioni: la speranza comunque è che inSANE possa arrivare sul mercato, dando così all’industria videoludica un prodotto sfornato dalla mente di Guillermo del Toro.

 

Categorie
2013 Foto Galleria Galleria Foto GTA V Mondi Fantastici Mondo Notizie dal Mondo Ps3 Videogiochi Wiiu Xbox 360

Grand Theft Auto V: nuove immagini di gioco

Consapevoli dell’enorme hype generato da ogni loro intervento in coloro che attendono con ansia l’uscita di GTA V, gli sviluppatori di Rockstar Games riguadagnano la scena per sommare all’artwork di ieri una nuova galleria immagini ricca di scatti di gioco inediti e di scene già intraviste tra le pagine dell’edizione novembrina di Game Informer.

Per la natura stessa del prossimo capolavoro action della grande R, il soggetto delle immagini proposteci quest’oggi non è univoco ma muta al variare del contesto: scorrendo la galleria, infatti, si passa dalle “semplici” vedute panoramiche di Los Santos alle frenetiche sessioni di guida in sella a un quad o al volante di una supercar.

C’è però un elemento che fa da sottotraccia a tutte le “attività” immortalate dai Rockstar in questa come nelle scorse gallerie immagini di GTA V, e questo elemento è rappresentato dalla libertà d’azione concessa agli utenti per dare forma al gameplay e al canovaccio narrativo senza alcuna preclusione di sorta sui luoghi da visitare, sulle attività da svolgere e sull’approccio adottabile per portare a termine i capitoli della storia principale e i compiti delle missioni secondarie. La necessità di interpretare il ruolo di tre distinti criminali (Michael, Trevor e Franklin) darà poi un’ulteriore spinta alle dinamiche di gioco e amplierà esponenzialmente il ventaglio di “soluzioni ludiche” messeci a disposizione dai Rockstar.

Prima di lasciarvi alle restanti immagini in galleria, ricordiamo a chi ci segue che Grand Theft Auto V è previsto in uscita in primavera su PlayStation 3 e Xbox 360, con le versioni PC e, forse, Wii U pianificate nei mesi successivi.

 

Categorie
2013 Demoni DMC - Devil May Cry Informazioni Mondi Fantastici Mondo Ps3 Videogiochi Xbox 360

DmC – Devil May Cry: la nona missione in video

I ragazzi di Eurogamer hanno pubblicato questo video che ci mostra buona parte della nona missione del nuovo DmC – Devil May Cry. Inutile dirvi che si tratta di un gigantesco “spoiler” che anticipa parti di gioco che molti di voi, probabilmente, non vorranno rovinarsi. Guardate a vostra discrezione!

Il livello è ambientato in una sorta di limbo dove strade e palazzi sono rovesciati a testa in giù. Nel filmato vedremo combattimenti, esplorazione e interazione con personaggi non giocanti.

Ricordiamo ancora una volta che DmC è il “reboot” della serie Devil May Cry che per la prima volta Capcom ha deciso di affidare al team di sviluppo esterno Ninja Theory. Finora il risultato è stato quello di attirare un enorme quantità di critiche da parte di fan e stampa specializzata, soprattutto a causa degli sconvolgimenti totale del look e delle caratteristiche distintive subiti dal protagonista Dante. La demo pubblica ha però stemperato le polemiche, rivelandosi discretamente convincente. Speriamo bene!

Sia la versione standard di DmC: Devil May Cry che l’edizione Son of Sparda saranno disponibili a partire dal 13 gennaio su PC, PlayStation 3 e Xbox 360.

Categorie
2013 Foto Mondi Fantastici Mondo Persone Ps3 Tomb Raider Videogiochi Xbox 360

Tomb Raider: rivelati i dettagli riguardanti la sezione multiplayer

Dopo aver confermato la presenza della sezione multiplayer di Tomb Raider, i responsabili di Square Enix decidono finalmente di fare chiarezza e riportare una serie di dettagli riguardanti le modalità in rete create per l’occasione.

I programmatori di Crystal Dynamics fanno quindi luce su due tipologie di esperienze online, denominate Team Deathmatch e Rescue, aventi ovviamente diversi obiettivi da portare a termine.

In Team Deathmatch i giocatori si troveranno a scegliere tra una delle due fazioni, gli alleati di Lara e Scavenger, dandosi così battaglia in una serie di location ridotte nell’ampiezza ma fitte di trappole naturali da evitare. Punte acuminate, superfici instabili e elementi presenti nel livello totalmente distruttibili, ad esempio i ponti, saranno solamente alcuni degli ostacoli da cui stare alla larga.

In Rescue invece gli alleati saranno chiamati a trasportare una serie di medikit da un luogo all’altro, inseguiti dai sopra citati Scavenger.

In rete si parla inoltre di una terza modalità, Cry for Help, fase in cui la guerriglia passa in secondo piano in favore di momenti di vera e propria esplorazione e ricerca di determinati oggetti. Square Enix però non ha confermato nulla al riguardo.

Gli sviluppatori riportano inoltre una serie di informazioni aggiuntive riguardanti il gameplay di Tomb Raider. Il roster dei personaggi selezionabili infatti sarà particolarmente vasto, basato completamente sulle abilità e le caratteristiche diverse di ogni soldato virtuale.Purtroppo non sarà possibile selezionare Lara Croft come proprio alter ego digitale.

Viene confermata la possibilità di aumentare le abilità del proprio personaggio, tramite l’accumulo di esperienza. L’equipaggiamento si baserà su arco, granate, asce e molto altro ancora, senza contare la possibilità di distrarre i nemici sfruttando l’ambiente e alcuni Quick Time Event, di cui però non siamo a conoscenza sulla modalità di attivazione.

Tomb Raider vedrà luce tra gli scaffali dei negozi specializzati durante il quinto giorno del prossimo mese di Marzo.

Categorie
2012 Foto Informazioni Mondi Fantastici Mondo Posti Incredibili Ps3 Storia Videogiochi

The Last of Us – Il multiplayer non ha tolto risorse al single player

Vista la struttura fortemente story-driven di The Last of Us e le normali dinamiche odierne nella produzione di un videogioco, all’annuncio della modalità multiplayer del gioco diversi utenti hanno sollevato questioni sulla possibilità che il comparto multiplayer possa aver avuto un influsso negativo sullo sviluppo della modalità principale in single player.

A tale proposito, i Naughty Dog hanno voluto rassicurare tutti sulla qualità di entrambi i comparti di The Last of Us e sull’assenza di qualsiasi ricaduta negativa, sostenendo che nessuna risorsa è stata sacrificata o spostata per la creazione del multiplayer. “Il nostro approccio al multiplayer non è mai quello di considerarla un’aggiunta superflua ma necessaria commercialmente”, ha affermato Arne Meyer, “abbiamo sempre team separati che lavorano ai diversi componenti, in modo da poter mantenere contemporaneamente la concentrazione su single player e multiplayer e raggiungere in entrambi i campi gli standard richiesti”.

Dunque “il multiplayer non ha mai sottratto risorse al single player in nessun nostro gioco, si è sempre trattato di team diversi e risorse differenti”, ha chiarito, ribadendo inoltre la qualità del comparto multiplayer, che se non avesse raggiunto un livello soddisfacente non sarebbe stato nemmeno inserito nel gioco finale.

Categorie
2012 Beyond : Two Souls David Cage

Beyond: Two Souls – nuovi dettagli da David Cage

Dopo la presentazione di Beyond: Two Souls all’E3 di giugno, non abbiamo avuto molti modi per tornare a parlare del gioco attualmente in sviluppo presso Quantic Dream. È dunque più che gradita l’intervista effettuata dal blog ufficiale PlayStation a David Cage, boss dello studio con base a Parigi.

Secondo Cage, lo sviluppo del gioco starebbe procedendo bene, per trovarsi attualmente di poche settimane oltre la sua versione alpha: una fase delicata, che ha dato anche al team la possibilità di vedere assemblato Beyond: Two Souls per la prima volta. Ma quali sono le differenze da Heavy Rain?

Il gioco è molto diverso da Heavy Rain, forse più di quanto le persone immaginino. La prima ovvia differenza è che ci saranno due personaggi da controllare: Jodie e l’entità Aiden. Possiamo fare alcune cose molto interessanti con Aiden: volare, camminare attraverso i muri e interagire con cose e persone in un modo particolare. Quello che abbiamo mostrato all’E3 era una versione basata sulla stessa interfaccia di Heavy Rain, ma non è l’interfaccia finale del gioco.

“Avremo un bilanciamento diverso da Heavy Rain, dove il nostro obiettivo era l’atmosfera di un thriller psicologico. Bayond avrà naturalmente questo tipo di emozioni, profondità dei personaggi e momenti forti, ma ci sarà anche una dimensione più epica e drammatica. […] Il nostro obiettivo non è pubblicare un gioco che faccia piacere ai fan di Heavy Rain per poter dire ‘Ah, sì, è come Heavy Rain ma un po’ meglio’. L’idea è sorprendere letteralmente i giocatori e mostrare loro che possiamo andare molto oltre con l’idea di Heavy Rain.” 

Come vorrebbe Cage che i giocatori si approcciassero ai suoi titoli?

“Come altri creatori di giochi, vorrei poter dire nulla e mostrare nulla, e mettere una coperta nera sugli scaffali in modo che i giocatori partano completamente da zero, senza informazioni dai trailer. Questo è un qualcosa d’impossibile, sfortunatamente!”

Passando ad altri argomenti, una curiosità legata al taglio cinematografico di Heavy Rain e del prossimo Beyond: Two Souls. David Cage girerebbe mai un film?

“Onestamente è qualcosa di cui non credo di essere capace, e non è qualcosa che m’interessi per ora, nonostante le poche opportunità che ho avuto. Sono felice di fare ciò che faccio nei videogiochi. Non sono qui per caso – sono 15 anni che ho scelto questa strada. E anche dopo 15 anni, lo faccio con gran piacere, gioia e passione. Alzarmi, andare a lavorare ed essere col mio straordinario team mi affascina anno dopo anno!”