Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Quattro RIVELAZIONI scientifiche RIVOLUZIONANO la Ginnastica!?

La Federazione Internazionale di Ginnastica sembra aver risolto uno dei grandi dubbi scientificiche attanagliano la disciplina fin dalla sua nascita: è uno sport che compromette la crescita fisica di chi lo pratica?

 

Un team di scienziati esperti in materia era stato chiamato in causa nel 2011 per verificare gli effetti che un’intesa pratica della ginnastica artistica può provocare sulla crescita e sulla maturazione delle ragazze/i che vivono la loro vita nelle palestre della Polvere di Magnesio.

Queste le quattro risposte a cui sono giunti il Professor Keith Russell (canadese, Presidente della Commissione Scientifica della FIG), il Professor Adam Baxter-Jones e una dozzina di colleghi provenienti da USA, Gran Bretagna, Belgio, Grecia e Australia.

 

DOMANDA: La pratica della ginnastica artistica provoca effetti negativi sul raggiungimento di una statura adulta?

RISPOSTA: L’altezza da adulti dei ginnasti e delle ginnaste non è compromessa.

 

DOMANDA: La pratica della ginnastica artistica provoca effetti negativi sulla crescita di alcune parti del corpo?

RISPOSTA: Non ci sono prove credibili sul fatto che la ginnastica alteri la crescita della parte superiore del corpo o di quella inferiore (le gambe).

 

DOMANDA: La pratica della ginnastica artistica altera le tempistiche e il momento della pubertà?

RISPOSTA: La maggior parte dei ginnasti matura più in là con gli anni rispetto alla norma, ma hanno lo stesso modello di crescita di altri giovani che maturano tardi anche se non praticano ginnastica.

                                                                                                          

DOMANDA: La pratica della ginnastica artistica ha un effetto negativo sul sistema endocrino?

RISPOSTA: I dati raccolti fino a questo momento sono inadeguati per sapere se la pratica della ginnastica artistica ha effetti sul sistema endocrino.

 

La Federazione ha specificato che sono necessarie ancora molte ricerche in questo ambito, ma al momento non ci sono prove scientifiche credibili per dimostrare che la ginnastica artistica incide in maniera negativa sulla crescita.

 

Queste conclusioni, che abbiamo fedelmente tradotto dal comunicato stampa della FGI, sono state pubblicate sulla rivista scientifica “Sports Medicine” (Role of Intensive Training in the Growth and Maturation of Artistic Gymnasts: Sport Medicine: Settembre 2013, Volume 43, Numero 9: R. Malina, A. Baxter-Jones, N. Armstrong, G. Beunen, D. Caine, R. Daly, R. Lewis, A. Rogol, K. Russell).

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Anversa 2013: le pagelle di un’Italia magica e storica

Una magica Italia sta tornando dal Belgio dove ieri si sono conclusi i Mondiali di ginnastica artistica. Ecco le pagelle delle nostre magiche azzurre scese in pedana ad Anversa 2013.

 

VANESSA FERRARI: 10. Araba Fenice, continuerò a ripetere. Leggendaria e storica per la ginnastica artistica italiana. La migliore ginnasta azzurra di sempre. Nessuno la demolisce. Nessuno la abbatte. Giurie, infortuni, ingiustizie: niente scalfisce una Campionessa grande quanto tutto il movimento nazionale. Non ci sono intoppi che tengano: la Cannibale di Orzinuovi si mangia i furti, azzanna la Polvere di Magnesio come mai nessuna e si regala un nuovo incredibile, trionfo.

Medaglia d’argento al corpo libero. La bresciana torna su un podio iridato dopo il bronzo nel concorso generale conquistato a Stoccarda 2007. Sei anni dopo! Migliora il terzo posto ottenuto ad Aarhus al quadrato magico, due giorni dopo essere diventata reginetta per una notte e per tutta la vita; riscatta il quarto posto delle Olimpiadi, quando tra furti e regolamenti stupidi, scoppiò in un pianto a dirotto e meditò seriamente al ritiro.

Questa è la quinta medaglia mondiale per super Vany, la prima d’argento di una carriera dorata e sempre più irripetibile (è il 49esimo sigillo nella storia del nostro Paese, il sesto al femminile).

E poteva pure fare cinquanta ed entrare ancora di più nella leggenda se il ricorso degli Stati Uniti non le avesse tolto il bronzo alla trave che aveva già in tasca e che sarebbe stato sorprendente. Stava festeggiando, poi vede il tabellone segna punti che si muove, la Biles che la sopravanza e lei che finisce al quarto posto… Ma non torniamo sulle dolenti note. Il quarto posto finale, però, è il miglior piazzamento dell’Italia sui 10cm negli ultimi 63 anni (dal bronzo di Licia Macchini nel 1950).

Il sesto posto nel concorso generale consacra la sua interezza, la sua integrità, la sua immensa capacità.A quasi 23 anni è ancora qui, sulla cresta dell’onda contro ragazze che, quando lei trionfava ad Aarhus, andavano ancora alle elementari…

Mancano tre anni alle prossime Olimpiadi. Enrico Casella ha chiaramente detto: “Non abbiamo ancora finito…”. Il sogno a cinque cerchi è più vivo che mai.

 

CARLOTTA FERLITO: 8,5. Non voleva più fare l’all-around e arriva undicesima: dimostrazione che il lavoro, se ben mirato, paga sempre anche quando non si eccelle in un attrezzo (e le parallele non sono state un “disastro”). Nettamente migliorati i piazzamenti di Londra 2012 e di Tokyo 2011.

Temevamo che non si qualificasse per la finale alla trave (sottoscritto in testa, ma esclusivamente per il valore delle avversarie) e invece non solo è entrata tra le magnifiche otto per la prima volta in carrierama ha addirittura terminato al quinto posto. La siciliana, però, non è andata d’accordo con i giudici per tutta la settimana: sempre sottovalutata, spesso inspiegabilmente, fino al quinto posto finale alla trave. Non le viene riconosciuta un’importante combinazione, il D Score ne risente e il punteggio precipita.

L’esercizio di ieri è stato ottimo. Certo ci sono stati tre, quattro sbilanciamenti a cui i giudici si sono potuti attaccate, non neghiamolo. Ma l’esecuzione è stata eccessivamente penalizzata: le hanno tolto praticamente 1.8 punti, come la Biles che ha sbagliato cose clamorose!

Ad ogni modo la 18enne deve tornare da Anversa contenta di se stessa, dei propri mezzi e pronta a provarci nelle prossime occasioni. Anche se certi treni passano solo una volta in carriera: li puoi prendere, ma se poi non ti obliterano il biglietto…

 

FRANCESCA DEAGOSTINI: 7,5. Primo Mondiale, prima vera uscita internazionale tra le grandi. La 17enne torna alla grande in pedana dopo 18 mesi tormentati: infortunio alla mano, operazione alle ginocchia, mancata convocazione alle Olimpiadi. La leoncina milanese risponde al meglio alle sollecitazioni e alle aspettative, guadagna addirittura un sorprendente undicesimo posto alla trave (sarebbe stata riserva se non ci fosse la stupida regola dei passaporti) grazie a un esercizio molto elegante e ben tenuto.

Si toglie la soddisfazione di entrare nel codice dei punteggi grazie alla sua fantasiosa entrata alla trave (è una semplice A, ma sarà per sempre nella Bibbia della Polvere di Magnesio). Un’ottima base su cui costruire il futuro e un’ottima medicina per riprendere convinzione nei propri mezzi.

 

ALESSIA LEOLINI: 7. Valutiamo positivamente la toscana perché era al primo anno da senior e ha subito vestito il body azzurro nell’appuntamento più importante. La sedicenne si è fatta prendere da una grandissima emozione che a tratti non ha gestito, commettendo diverse imperfezioni. L’importante, però, era fare esperienza, sentire il profumo che tira a un Mondiale, vedere le grandi, gareggiare in un contesto importante. Ne farà tesoro per un futuro in cui sarà un pezzo importante della Nazionale: proprio per questo motivo, valutiamo positivamente anche la sua convocazione.

 

ITALIA: 10 e lode. Cinque finali, una medaglia, un quarto posto, un quinto posto. Torniamo a casa con un podio come non succedeva dal 2010 (Matteo Morandi). Per la prima volta nella storia due azzurre nella finale alla trave. Non potevamo sperare in un bilancio migliore.

E non dimentichiamoci che avevamo a casa quattro infortunate di peso: Giorgia Campana, Elisabetta Preziosa, Erika Fasana (cioè tre olimpiche) più Adriana Crisci, convocata e poi infortunatasi a Vigevano, che avrebbe lottato fino all’ultimo per una finale al volteggio.

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, la RAI trasmetterà i Mondiali! Miracolo riuscito

La RAI trasmetterà i Mondiali di ginnastica artistica che si disputeranno ad Anversa la settimana prossima e tutti quelli del quadriennio olimpico che porta a Rio de Janeiro 2016!

La tv di Stato ha trovato l’accordo economico con la Federazione Internazionale e da lunedì potremo gustarci tutto lo spettacolo che arriverà direttamente dal Belgio!

Saranno trasmesse tutte le finali: giovedì all-around maschile, venerdì all-around femminile, sabato e domenica tutte le finali di specialità!

 

A metà agosto era saltata fuori la notizia che la televisione pubblica non aveva acquistato i diritti dalla Federazione Internazionale di Ginnastica. La FIG aveva giudicato inadeguata l’offerta economica avanzata dal network italiano (cliccate qui per saperne di più).

Si sono levate enormi proteste da parte di tutti gli appassionati, increduli che la Polvere di Magnesio potesse essere dimenticata in questo modo. Sarebbe stato un danno incredibile, come abbiamo provato a spiegare un mese fa (cliccate qui per leggere le nostre motivazioni).

 

Una strana trattativa tra RAI e FIG che Olimpiazzurra aveva provato a ricostruire proprio grazie all’aiuto di Olivier Strebel, responsabile comunicazione della FIG.

E chissà che proprio quella “inchiesta” (cliccate qui per non perderla) non sia servita a smuovere un po’ le acque ai piani alti dei maghi del palinsesto, insieme alle petizioni aperte, al supporto dei tanti gruppi di ginnastica (G.A.I. in particolare, visto le tante voci influenti che raccoglie), agli striscioni di Vigevano.

 

Categorie
Microsoft Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps4 Sony Xbox One

PlayStation 4 in 32 mercati entro il 2013, ennesima vittoria di Sony

Il debutto di PlayStation 4 poggerà su un’infrastruttura imponente che permetterà un lancio ravvicinato in ben 32 mercati sparsi per il mondo, e sopratutto tutti entro la fine del 2013. L’annuncio è arrivato poche ore fa dalla conferenza di Sony dalla GamesCom 2013 di Colonia, dove oltre a tanti nuovi dettagli riguardanti i giochi e le novità su tutto l’universo videoludico dal brand PlayStation ci è arrivata anche la data di debutto di PS4 per le regioni nord-americane (15 novembre) e del vecchio continente (29 novembre).

Ecco la lista completa dei paesi che riceveranno PlayStation 4 entro il 2013:

Stati Uniti, Canada, Messico, Brasile, Australia, Nuova Zelanda, Gran Bretagna, Francia, Germania, Spagna, Italia, Irlanda, Austria, Belgio, Danimarca, Lussemburgo, Olanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Russia, Svezia, Svizzera, Argentina, Cile, Colombia, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Panama e Peru.

Un lancio praticamente globale che coinvolge aree vastissime come Russia, gran parte di sud e centro America e il nord Europa, che nel periodo degli acquisti natalizi 2013 potranno contare solo su Sony ma non su Microsoft, che come annunciato a Ferragosto è stata costretta a ridurre il numero dei mercati di lancio a 13 dei 21 previsti.

Ecco i paesi coinvolti nel lancio di Xbox One previsto per novembre 2013:

Australia, Austria, Brasile, Canada, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Messico, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti e Nuova Zelanda

E infine quelli esclusi, dove la Day One Edition verrà ritardata e gonfiata di un gioco aggiuntivo a costo zero:

Belgio, Danimarca, Finlandia, Olanda, Norvegia, Russia, Svezia e Svizzera

Come fa notare Destructoid la conferenza Sony di ieri sera ha tralasciato la data di lancio per il Giappone, il mercato domestico di Sony, che con molta probabilità riceverà la console con qualche giorno (una settimana?) d’anticipo rispetto alla regione nord-americana. Una data precisa che potrebbe arrivare solo a settembre dal Tokyo Game Show.

 

Categorie
Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Xbox One

Xbox One rinviata al 2014 in otto paesi

A conferma del rumor affiorato improvvisamente in rete nella giornata di ieri, Microsoft ha rinviato il lancio di Xbox One al 2014 in otto paesi.

Si tratta per la precisione di Russia, Belgio, Paesi Bassi, Svizzera, Svezia, Norvegia, Finlandia e Danimarca.

“Vogliamo assicurarci che i nostri utenti possano sperimentare con Xbox One la miglior esperienza dal primo giorno in cui la console sarà disponibile”, ha dichiarato un portavoce di Microsoft. “Per soddisfare la richiesta iniziale limiteremo il lancio di novembre a 13 paesi invece che ai 21 previsti in origine”.

“Xbox One verrà lanciata prima in USA, Canada, Messico, Brasile, Australia, Nuova Zelanda, Inghilterra, Francia, Germania, Spagna, Italia, Irlanda e Austria nel novembre del 2013. Il sistema sarà disponibile in altri mercati, compresi Russia, Belgio, Paesi Bassi, Svizzera, Svezia, Norvegia, Finlandia e Danimarca, a partire dal 2014”.

Per compensare l’attesa, Microsoft offrirà un gioco gratis a chi ha già preordinato la console nei paesi affetti dal ritardo.

“Siamo coscienti di come ciò sia una delusione per i nostri fan nei paesi citati. Per dimostrare quanto apprezziamo la loro pazienza, chi ha già prenotato l’edizione Xbox One Day One prima di oggi in questi paesi riceverà un gioco insieme alla console, a seconda della disponibilità”.

 

Categorie
2013 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, cosa ci aspetta nei prossimi mesi? Il calendario!

Il mese di luglio è quello in cui le ginnaste staccano un attimo dagli allenamenti (non più di due settimane), per poi preparare al meglio il rush finale che porta all’appuntamento clou: i Mondiali di Anversa (30 settembre – 6 ottobre), dove non vedremo la competizione a squadre.

 

Ora le nostre eroine sono praticamente tutte tornate in palestra (o stanno per farlo) pronte ad affrontare le competizioni dei prossimi quattro mesi.

Le prime a tornare in pedana saranno le statunitensi, con il loro campionato nazionale: a Ferragosto ci sarà l’attesissimo P&G di Hartford (Connecticut) dove Martha Karolyi selezionerà la formazione che parteciperà alla rassegna iridata. Preceduto dal Classics in programma sabato.

L’Italia scoprirà le carte nell’incontro internazionale del 14 settembre contro la Germania. A Vigevano, Enrico Casella farà l’ultima valutazione prima di rendere noti i quattro fatidici nomi, aiutatoanche da quanto avrà visto durante il collegiale a Brescia (12-17 agosto).

Il calendario internazionale, però, prevede anche altri appuntamenti, utili proprio in preparazione al Mondiale.

 

Dopo il Mondiale il calendario, però, non si ferma e prevede i classici gala tra cui spicca il nostro Grand Prix in programma a Modena il 9 novembre. Il calendario italiano ha in serbo anche il campionato di serie C (dedicato alle allieve), i campionati di categoria e di specialità. Quello internazionale invece si concentrerà sulle prime due tappe della Coppa del Mondo 2013/2014: Stoccarda e Glasgow le sedi, come ormai da tradizione.

Ma per le juniores il clou della stagione sarà a dicembre con le Gymnasiadi!

Tutte, invece, dovranno puntare un occhio su quanto succederà alle varie riunioni della Federazione Internazionale: in ballo il futuro delle parallele asimmetriche (potrebbero essere alzate di 10 centimetri) e del sistema di qualificazione ai Giochi Olimpici.

 

Di seguito tutto il calendario dettagliato (internazionale e nazionale).

DATA

LOCALITA’

EVENTO

27 luglio

Chicago (USA)

US Classics

8-11 agosto San Juan (Portorico) Pan-American Senior Cup
15-18 agosto Hartford (USA) P&G USA Gymnastics Championship (Trials)
23-24 agosto Mogilev (Bielorussia) Scherbo Cup
31 agosto Alphen (Paesi Bassi) The Dutch Invitational
6-8 settembre Szombothely (Ungheria) Grand Prix di Ungheria
13-15 settembre Osijek (Croazia) Coppa del Mondo di specialità 2013 – Ultima tappa
14 settembre Vigevano (Italia) Incontro Internazionale Italia – Germania
30 settembre – 6 ottobre Anversa (Belgio) XLIV Campionati del Mondo
30 ottobre Morges (Svizzera) XXX Memorial Gander
1-3 novembre Liberec (Rep. Ceca) The Olympic Hope’s Cup
9 novembre Modena (Italia) Grand Prix
16-17 novembre Sedi varie Interregionali Serie C
20-21 novembre Symposium della Federazione Internazionale
23-24 novembre Mortara (Italia) Campionato Nazionale di categoria (maschile)
23-24 novembre Biella (Italia) Campionato Nazionale di categoria (femminile)
26-30 novembre Acapulco (Messico) III Abierto Mexicano
27 novembre – 4 dicembre Brasilia (Brasile) XV Gymnasiadi
30 novembre – 1° dicembre Stoccarda (Germania) Coppa del Mondo generale 2013/2014 – Prima tappa
30 novembre – 1° dicembre Jesolo (Italia) Finale Nazionale Serie C
7 dicembre Glasgow (Scozia) Coppa del Mondo generale 2013/2014 – II tappa
7-8 dicembre Civitavecchia (Italia) Campionato Nazionale di Specialità (maschile)
7-8 dicembre Mortara (Italia) Campionato Nazionale di Specialità (femminile)
Categorie
2013 2014 2015 2016 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, svelate le sedi degli Europei 2014 e 2016

Con larghissimo anticipo, la Federazione Europea ha ufficializzato sede e date dei Campionati Europei 2016 di ginnastica artistica. Si svolgeranno a Berna, capitale della Svizzera: dal 25 al 29 maggio per quanto riguarda il settore maschile, dal 1° al 5 giugno per quanto riguarda quello femminile (entrambi i calendari da confermare, ma non dovrebbero esserci variazioni). In quel momento mancheranno solo due mesi alle Olimpiadi di Rio de Janeiro.

Per quanto riguarda l’edizione del 2014, invece, sono arrivate della voci a cui manca solo l’ufficialità finale. Dovrebbe essere Plovdiv (Bulgaria) a ospitare i prossimi Campionati Europei: dal 12 al 18 maggio per le ragazze, dal 19 al 25 maggio per i ragazzi.

Nessuna novità, invece, per quanto riguarda il 2015.

 

Ricordiamo, contestualmente, anche gli impegni con i Mondiali: Anversa (Belgio, 30 settembre – 6 ottobre 2013); Nanning (Cina, 3-12 ottobre 2014); Glasgow (Scozia, 24 ottobre – 2 novembre 2015).