Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Crudelia: dopo Maleficent la Disney pianifica il film in live action su Crudelia De Mon

In attesa di poter assistere alla proiezione di Maleficent con Angelina Jolie, al 99% presentato in anteprima mondiale al Festival di Cannes del 2014, la Disney guarda avanti provando a battere nuovamente la strada dei ‘villain’ animati da tramutare in live action. Con un’altra super cattiva che ha cresciuto intere generazioni, ovvero Crudelia De Mon.

Secondo quanto riportato dall’Hollywood Reporter, infatti, Aline Brosh McKenna, nota soprattutto per aver adattato Il Diavolo Veste Prada, è stata ingaggiata per rendere il tutto fattibile e credibile. A differenza di Malefica e della Bella Addormentata, va detto, la Carica dei 101 e la sua inattaccabile protagonista, ovvero proprio Crudelia, sono già diventati live action nel 1996 grazie ad una superba Glenn Close, tanto da cedere persino ad un evitabile sequel nel 2000.

In questo caso la major proverà a concentrarsi proprio sul personaggio Cruella De Vil, donna alta, truccatissima, dagli zigomi appuntiti, abbastanza scheletrica, dai gesti plateali e attorniata dal pesante fetore della sigaretta che fuma tramite un lungo bocchino rosso, capelli metà bianchi e metà neri e con indosso una lunga pelliccia giallastra ornata di code di castoro.

Inventata da Dodie Smith, Crudelia avrà quindi un intero film a lei dedicato, con tanto di ipotetico ‘prequel’ sulla ‘genesi’ del personaggio De Mon da poter serenamente snocciolare, prima di gettarsi eventualmente tra le zampe dei celebri 101 Dalmata. Andrew Gunn produrrà l’intera operazione, tanto rischiosa quanto affascinante, perché dar vita ad una De Mon ’superiore’ a quella applaudita portata in sala da Glenn Close, checché se ne dica, sarà un compito assai arduo.

 

Categorie
2013 2014 2015 Cinema Film Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Fables arriva al cinema: dirige Nikolaj Arcel

Ancora cinecomic ad Hollywood, grazie all’arrivo di Fables, serie di fumetti pubblicata dalla Vertigo, divisione editoriale della DC Comics, creata e scritta da Bill Willingham nel 2002. Secondo quanto riportato dall’Hollywood Reporter, Nikolaj Arcel, regista di A Royal Affair, avrebbe fatto suo il progetto made in Warner, con Jeremy Slater, al momento al lavoro sul reboot dei Fantastici Quattro, in cabina di sceneggiatura. Ad occuparsi della produzione David Heyman e Jeffrey Clifford, con la Heyday Films.

Sono anni che ad Hollywood si cerca di adattare Fables. Per ben due volte la Warner tentò il colpaccio, ma in entrambi i casi fallì. L’idea ‘geniale’ della serie vede tutti i personaggi più amati dei libri di fiabe di tutto il mondo ‘reali’, e in mezzo a noi, nel nostro mondo. Da Biancaneve al Lupo Cattivo, passando per Riccioli d’oro, Cenerentola e la Bella Addormentata, vivi e vegeti ed esiliati dalla Terra delle fiabe dal villain di turno, conosciuto come l’Avversario e autentico ‘dittatore’. Per questo motivo si sono trasferiti a New York, camuffando un quartiere conosciuto come Fabletown. Qui, per sopravvivere nel mondo degli umani, le fiabe dovranno lottare per il loro ’sempre felici e contenti’.

La trama del comic, è evidente, ha molte assonanze con Once Upon a Time, serie televisiva statunitense di genere fantasy, in onda sulla ABC dal 23 ottobre 2011, da cui ne è stato tratto addirittura uno spin-off, Once Upon a Time in Wonderland. Willingham, nel dar vita alla sua idea, ha spaziato tra i generi, passando dal thriller al giallo, fino alla svolta narrativa pro-Israele, esplicitata negli ultimi albi. La serie originale è fortunatamente sbarcata anche in Italia, inizialmente grazie alla Magic Press, in seguito a Planeta DeAgostini e infine alla RW Lion.

Candidato agli Oscar come Miglior Film Straniero, A Royal Affair di Nikolaj Arcel vedeva sul set Mads Mikkelsen, Alicia Vikander e Mikkel Følsgaard. Per il danese, è innegabile, l’occasione di una vita per decollare in quel di Hollywood. Che la Warner abbia trovato un nuovo fantasy dalle uova d’oro?