Categorie
Apollom Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Pandora Pandora Black

Occhi di Apollon

pandora_black_vicino_al_vaso_by_dominatoredipoteri-d3j5riv

Pandora aveva racconto a me e a mia sorella come aveva conosciuto Apollon . Si era conosciuti per caso e lei era rimasta ferma li non solo per la bellezza del ragazzo ma anche per i suoi occhi . Io sapevo che Pandora non ci aveva detto nulla e cosi andai vicino a lei che era sul mio letto con un la gambe una dentro l’ altra – non ci hai detto tutto , giusto Pandora . Pandora resto sorpresa del fatto che io sapevo questa cosa – come fai a sapere che non vi ho detto tutto ? . Io allora feci la mia cosiddetta cosa da Detective – quando tu stai per dirci qualcosa stai li a pensarci troppo . Guardi in basso come se dovessi pensare a cosa dire e cosa non dire . Ma tu sai cosa dire . Quindi per favore diccelo . Noi non ci arrabbiamo . Sei tra amici qui . Pandora smise di fare quella faccia pensierosa e fece una faccia seria e un pò calma – vedi lui mi ha potuto dare quel bacio perchè glielo ho permesso io . Sono stato colpito da due cose . Dalla sua bellezza ma anche dai suoi occhi . Erano di un colore molto rosso ma allo stesso tempo di molti colori . Io guardavo i suoi occhi e lui in quel momento mi diede un bacio . Se volete vi faccio un disegno cosi potete capire come erano .

 

Categorie
Pandora Pandora Black Venere

Curiosità su Venere

533t (1)

Venere la dea dell’ amore spesso si faceva dei bagni dentro la piscina totalmente nuda e lo faceva perchè li dentro stava benissimo . Li dentro la piscina si sentiva a suo agio e visto che li dentro si sentiva a suo agio aveva deciso che se doveva pensare una cosa per rendere non solo l’ Antica Grecia , Sparta ma anche le altre parti del mondo lo avrebbe fatto li dentro . Ma in altri momenti quando doveva prendere le cose con serietà e fare qualcosa di molto bello e grandioso ci sarebbe andata lei di persona e si sarebbe fatta aiutare da Pandora . Si voleva far aiutare da Pandora perchè aveva visto che lei aveva una fantasia incredibile e per realizzare un mondo pieno di meraviglie una mente con una grande fantasia serve . Venere era molto felice di avere questa amicizia con Pandora e non voleva romperla per nulla al mondo perchè era felice e non triste come era dentro la Fucina di Efesto .

Categorie
Cheeleders Foto Jessica Roberta Welma Stuart

Aspetto di Jessica

donne-fantasy-7

Jessica era una ragazza che sapeva cosa era il bene e lo sapeva perchè prima lei era nel bene e non nel male . Uno dei suoi sogni era essere una Cheerlader . Tutte le Cheerlader la misero alla prova ma vedevano che aveva due delle qualità che le altre ragazze non avevano e sarebbe a dire bellezza e popolarità . Durante i test aveva dimostrato che era una grande Cheerlader e riusci ad entrare dentro le Cheerlader . Li dentro le fecero capire che se volevi il potere lo dovevi prendere non con le buone ma con le cattive . Ognuno di loro fece diventare questo piccolo angioletto un vero demonio e cosi divento il nuovo capo delle Cheerlader . Una volta divenuta la capa delle Cheerlader dentro la sua mente entrarono pensieri che erano belli e molto utili per far capire non solo ai maschi ma anche alle persone che erano povere chi erano le vere persone che meritavano il potere cioè loro . Jessica era un capo forte e sicura di se . Non si metteva paura di nessuno e se qualcuna delle se doveva essere curata lo curava e poi le faceva scoprire la sua furia e poi le diceva di mettere più rabbia nelle su azione . Jessica era il nuovo capo delle Cheerlader e tutti la rispettavano e sopratutto l veneravano . Lei non aveva un solo potere ma due . Aveva anche il potere di togliere la vita . Poteva trasformare quel piccolo dolore in una  morte atroce e con grande sofferenza e tutti avrebbero sentito le sue urla ovunque . Jessica sapeva cosa fare sempre e con Roberta era pronta a togliere di mezza questa puttanella di Welma Stuart .

 

Categorie
Amelia Arcieri Dr Ilaria Fermi Foto Invocatore Invocatrice Vanessa Arcieri

Aspetto di Amelia Arcieri

?????????????????????????????????????????????????????????Amelia era bellissima e prima di salvare sua cugina si sarebbe divertita un pò . Dentro di se diceva ” Se hai una tale bellezze e non la utilizzi , allora non ti serve a niente ” . Ma anche se pensava questa Amelia sapeva che salvare sua cugina Vanessa che adesso era nota come Ilaria . Amelia se avesse avuto lei la missione di sua cugina , avrebbe usato una delle sue feste per salvare sua cugina . Avrebbe fatto finta di essere lesbica e l’ avrebbe portata al centro della stanza e poi da li sarebbero scomparse e poi avrebbe detto tutto , chi era per lei e perchè doveva venire con lei . Ma anche altre cose e cosi si sarebbe presa subito la fiducia di Vanessa e non come aveva fatto Serena . Amelia pensava che sua sorella minore non era brava , ma l’ aveva portata li e quindi non lo pensava sul serio . Serena era un pò invidiosa di sua sorella e della bellezza , ma ci passava sopra visto che non sempre la bellezza ti fa ottenere tutto dalla vita . Invece Amelia pensava di si e quindi non dava conto quello che diceva sua sorella . Per questi motivi litigavano , ma anche per altri e Ilaria cercava di fermare queste piccoli liti e cercava di non far uccidere Serena e Amelia con i loro poteri visto che nelle loro liti alcune volte usavano i loro poteri .

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica Artistica, il futuro dell’Italia nei sogni di Casella

Ieri abbiamo tirato un bilancio della spedizione azzurra a Mosca e abbiamo analizzato le prestazioni delle nostre quattro ginnaste impegnate in gara (cliccate qui per leggere l’articolo).
Oggi ci concentriamo sulle parole di Enrico Casella pronunciate al termine della campagna di Russiae cerchiamo di capire un po’ il futuro della ginnastica artistica italiana al femminile.

 

Il succo del discorso è molto semplice: bisogna aumentare le difficoltà degli esercizi. È un punto molto caro al nostro Direttore Tecnico, su cui si era già soffermato dopo la prima tappa di Serie A ad Ancona. Anzi, diciamo proprio che è una delle sue convinzioni principali, una delle idee fondative del pensiero del grande coach bresciano. E certamente non è campata per aria.

Pensare di salire su un podio importante solo con un’esecuzione pulita è veramente utopico nel 2013. Le nostre avversarie osano (ed esagerano) molto più, esibendosi in elementi dall’alto coefficiente di difficoltà. Partire con un D elevata ti consente ti partire con un grosso vantaggio: a quel punto, combinando un’esibizione corretta, sì che si può lottare per i piazzamenti che contano. Sulle esigenze da presentare in gare è chiaro che ogni ginnasta deve riflettere seriamente col proprio allenatore, studiare attentamente in settimana, prima di giungere ad una conclusione idonea alle proprie possibilità. Ma tanto per rimanere sull’ultimo discorso di Enrico, Carlotta Ferlito potrebbe aggiungere uno Tsukahara al corpo libero e allora la musica cambierebbe radicalmente.

 

In sostanza il concetto è semplicissimo: non bisogna accontentarsi. Ed è proprio qui che subentra la rivoluzione caselliana e l’inizio di una nuova mentalità. Cioè il continuare a migliorarsi, a cercare quotidianamente un qualcosa di nuovo, un progresso pomeriggio dopo pomeriggio, in mille modi, deve essere la base e soprattutto la normalità per le top10 italiane (anche se il brixiano osserva molte più ginnaste, come ha fatto capire a Jesolo, prima di dare una scrematura decisiva). L’ha detto chiaro e tondo: “Noi vogliamo vincere e le ginnaste per prime non devono accontentarsi, trovando dentro di loro la volontà di spingersi oltre”. Inculcando questa fame di successi si farebbe davvero il passo decisivo, per mandare all’apice un movimento femminile che ci sta dando tantissime soddisfazioni, che si sta espandendo, che si fa amare. Ma che dovrà rispettare una parola d’ordine: stupire le giurie e il pubblico. Sorpresa, bellezza, eleganza, innovazione, esagerazione.

 

Fin qui tutto è fattibile. Anzi DEVE essere fatto, perché dipende solo dalle ragazze, dai coach, dal DT e dalla volontà di tutti quanti. Il materiale su cui lavorare c’è e si è ben visto agli Europei (potevamo vincere qualche medaglia certo, ma per il momento l’importante era ben figurare in un anno post olimpico e difficile).

C’è un’ultima parte del suo discorso che, però, implica qualcosa in più della buona volontà. Cioè l’acquisto di nuove pedane per il corpo libero: quelle in uso nelle gare internazionali spingono in maniera esagerata, quindi consentono salti ancora più alti e chissà che in futuro non ci si inventi nuovi elementi proprio grazie a questa “nuova elasticità”. Le nostre ragazze hanno fatto fatica ad abituarsi al nuovo habitat, come hanno testimoniato dopo la prova podio e con gli errori di Meneghini e Campana al quadrato magico. Passando, poi, per l’obbligo ad indossare i paracalli sulle parallele asimmetriche.

Personalmente, aggiungiamo noi a un discorso che non fa una grinza: si potrebbe rivedere qualcosa sul volteggio? Vogliamo più 25m… Un attrezzo che consente di entrare in finale olimpica con 14 e spiccioli merita di essere allenato nel migliore dei modi.

 

Categorie
Pandora Pandora Black Venere

Venere spiega a Pandora i capelli

533t (1)

Venere e Pandora erano nel tempio di Venere che era molto bello , grande e luminoso come non mai . Venere viaggiava nel tempo e nello spazio e quindi sapeva cosa era la spazzola e cosa erano i capelli . Pandora era li nella camera da letto di Venere e vedeva che lei aveva in mano uno strano oggetto e stava facendo qualcosa che lei non sapeva . Pandora si avvicino e tirò un pochino il vestito bianco di Venere – posso sapere cosa stai facendo ? . Venere prese tra le sue braccia Pandora e la mise sulla sedia – adesso lascia fare a me . Pandora si fidò di Venere e inizio ad accarezzare i capelli – cosa stai facendo ? . Venere vedeva che la curiosità di Pandora era al massimo – questa che sto usando è la spazzola e adesso ti sto sistemando i capelli . I capelli sono una parte importante del nostro corpo e della nostra bellezza . Se sai fare acconciature molto belle tutti i ragazzi cercheranno di conquistare il tuo amore . Pandora allora si mise nelle mani di Venere – allora fammi diventare bellissima . Voglio essere bella e cosi quando rivedrò Apollon lui mi vedrà ancora più bella e lui mi vorrà ancora di più .