Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Terra di Mezzo

Lo Hobbit: La battaglia delle cinque armate

Gandalf avverte il capo degli elfi che i nemici stanno arrivando a Ravenhill ma Thranduil decide di non mandare nessun uomo li visto che non vuole perdere nessuno altro . Secondo lui ci sono battaglie più grandi e non intende sacrificare uomini per salvare una città che poi verrà rasa al suolo . Gandalf decide di avvertire Thorin ScudodiQuercia e cosi dare una possibilità agli uomini e alle donne e ai bambini di Ravenhill . Gandalf sa che Thorin lo potrebbe uccidere e lo sa pure Bilbo . Ma Bilbo decide di farlo lo stesso anche se andando da lui sta rischiando la propria vita . Ma adesso Bilbo ha trovato il coraggio e lo usa per avvertire Thorin e per salvare Ravenhill dagli orchi e dai mostri che lo vogliono radere al suolo . Bilbo prima si sarebbe tirato indietro ma adesso lui fa una cosa del genere perchè lui è coraggioso e non più un fifone . Adesso lui è forte e non pià debole . Gandalf sa che fare una cosa del genere è un rischio ma salvare Ravenhill è una cosa che si deve fare oppure un sacco di persone possono morire e tutto perchè gli elfi non vogliono affrontare una battaglia .

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Lo Hobbit: La desolazione di Smaug – due spot tv per il sequel di Peter Jackson

Dopo il debutto di un trailer nuovo di zecca davvero spettacolare, la seconda tappa del viaggio di Bilbo Baggins (Martin Freeman) e compagni alla volta della Montagna solitaria fruisce di due nuovi spot tv.

Nelle clip Bilbo Baggins (Martin Freeman) si trova alla presenza di Smaug il drago (doppiato daBenedict Cumberbatch), mentre Thorin Scudodiquercia (Richard Armitage) e i suoi prodi nani guerrieri cercano di rivendicare la loro patria al cospetto di Thranduil (Lee Pace), sovrano degli elfi silvani, signore di Bosco Atro e padre di Legolas.

Più guardiamo queste nuove immagini e più percepiamo che la trilogia di Jackson va assumendo quel tono epico appena accennato da un primo capitolo in cui molti hanno cercato, un po’ ingenuamente, l’impatto epico de Il signore degli anelli, un capolavoro letterario e cinematografico colossale e inarrivabile di cui Lo Hobbit è un prequel dalle digressioni più avventurose e meno dark, che poco hanno a che fare con l’imponente scontro tra bene e male messo in scena in quello che possiamo definire il capolavoro assoluto del fantasy. A riprova di ciò Jackson in fase di sceneggiatura ha dovuto “rimpolpare” la trama e arricchire il viaggio di Bilbo con eventi narrati in altre opere di Tokien come il Silmarillion, i Racconti incompiuti e utilizzando anche brani delle Appendici de Il Signore degli Anelli.

Siamo certi che come accaduto con la prima trilogia, anche in questo caso ci sarà un crescendo qualitativo ed emotivo che toccherà il culmine con il terzo capitolo Lo Hobbit: Racconto di un ritorno. Jackson è un vero cultore di Tolkien e il fatto che ci sia un vero fan al timone è già una garanzia sia per i lettori di Tolkien, sia per i milioni di fan del genere fantasy.

Se volete vedere le due clip di Hobbit : La Desolazione di Smaug : http://www.cineblog.it/post/152363/lo-hobbit-la-desolazione-di-smaug-due-spot-tv-per-il-sequel-di-peter-jackson